Eccellenza / Il Montefano non ci sta, il presidente Bonacci: “Prendiamo le distanze dal referto del signor Ferroni”

“La società rimane meravigliata dalla gravità delle sanzioni applicate che non trovano riscontro nei comportamenti tenuti dai tesserati del Montefano Calcio. Chi ha sbagliato sia punito per l’infrazione commessa, non in base alle supposizioni di qualcuno”

MONTEFANO, 9 maggio 2024 – Il Montefano, attraverso un comunicato stampa del presidente Stefano Bonacci, prende posizione contro il giudice sportivo e l’arbitro Ferroni di Fermo in merito alle squalifiche post semifinale play-off (leggi qui).

La SSD Montefano Calcio – si legge a firma del presidente -, in merito ai fatti accaduti durante la partita Montefano-Urbino di domenica 5 maggio (semifinale playoff di Eccellenza), prende categoricamente le distanze dal referto arbitrale firmato dal sig. Lorenzo Carlo Ferroni della sezione di Fermo e dalle successive decisioni del Giudice sportivo.

La società rimane meravigliata dalla gravità delle sanzioni applicate che non trovano riscontro nei comportamenti tenuti dai tesserati del Montefano Calcio. Perciò la societa é al lavoro per tutelare la sua immagine e l’onorabilità di tutti i suoi tesserati in tutte le sedi e le modalità possibili.

Non intendiamo entrare in merito alle decisioni tecniche arbitrali fatte nel corso della partita, dalle immagini disponibili ognuno può farsi un’opinione. Vorremmo altresì precisare che tutti gli attori in campo hanno diritto di sbagliare tecnicamente e non è nostra intenzione sindacare su questo. Certi che la Giustizia Sportiva farà il suo corso e che emergerà la vera natura dei fatti ove chi ha sbagliato sia punito per la realtà dell’infrazione commessa e non in base alle supposizioni di qualcuno”.

©riproduzione riservata




Eccellenza / Stangata sul Montefano dopo la semifinale play-off: 24 giornate di squalifica

Mister Mariani e il suo vice Rossini puniti per 8 giornate, il portiere David per 4, 2 a Palmucci, una a testa a Bonacci e Postacchini: la mano pesante del giudice sportivo dopo la partita contro l’Urbino dopo aver letto il referto dell’arbitro Ferroni di Fermo. Punita anche la società (100 euro) e il presidente Stefano Bonacci (inibito fino al 21 maggio)

MONTEFANO, 8 maggio 2024 – La mano pesantissima del giudice sportivo si è abbattuta sul Montefano, dopo la sconfitta per 1-4 contro l’Urbino in semifinale play-off. Ieri, infatti, l’avv. Agnese Lazzaretti ha decretato le squalifiche per 8 giornate all’allenatore Nico Mariani e al suo vice-Samuele Rossini, di 4 giornate per il portiere Simone David e l’inibizione fino al 21 maggio del presidente Stefano Bonacci, oltre a 100 euro di multa comminati alla società per presunte espressioni gravemente irriguardose nei confronti della terna arbitrale, guidata del signor Ferroni di Fermo.

Un totale di 24 giornate di squalifica, se si aggiungono anche le due giornate a Palmucci per rosso diretto e una giornata a testa per Simone Bonacci e Daniele Postacchini, espulsi nel corso del match.

Le decisioni per allenatori, giocatori e dirigenti 

Mariani e Rossini, puniti per 8 giornate, sono stati squalificati per “essersi avvicinati con fare minaccioso all’arbitro, spintonandolo e rivolgendo allo stesso espressioni irriguardose ed intimidatorie a fine gara”. David, invece, è stato punito con 4 giornate lontano dal campo per “essersi avvicinato all’arbitro, a fine gara, tentando di colpirlo con un pugno, senza riuscirci in quanto bloccato da alcuni compagni di squadra. Rivolgeva inoltre allo stesso espressioni gravemente intimidatorie ed irriguardose”.  Il presidente Stefano Bonacci, inoltre, è stato inibito fino al 21 maggio per “comportamento irriguardoso nei confronti dell’assistente dell’arbitro” e con lui anche il dirigente urbinate Marco Lucarini è stato squalificato per lo stesso periodo.

Per concludere con le multe di 100 euro alle società Montefano e Urbino. Nello specifico, i tifosi viola “durante la gara, rivolto alla terna arbitrale espressioni gravemente irriguardose”. Eravamo presenti alla partita e possiamo confermare che gli Ultras Montefano 1972 non hanno mai ecceduto nelle offese ai direttori di gara. Ci sembra, inoltre, anche poco proporzionale punire con la stessa somma di denaro la società del Montefeltro per “aver alcuni propri sostenitori, in occasione dell’esultanza a seguito dei gol segnati, causato la rottura di un giunto del cavo della recinzione sotto il settore riservato ai tifosi ospiti”. 

Il referto arbitrale della terna guidata dal signor Lorenzo Carlo Ferroni di Fermo, insomma, è stato ‘farcito’ di questi episodi in una partita che, al di là degli episodi, è stata corretta tra le due squadre in campo.

(g.g.)

©riproduzione riservata

 




Eccellenza / Play-off, il Montefano perde la testa: l’Urbino lo ribalta e va in finale (1-4)

La squadra di Mariani si illude con il missile di Alla. Dalla Bona pareggia a fine primo tempo. Nella ripresa dilagano gli urbinati con il gol di Tamagnini, la punizione di Boccioletti e la serpentina di Galante. Montefanesi furiosi contro l’arbitro Ferroni di Fermo 

RECANATI, 5 maggio 2024 – Con un secondo tempo da dimenticare il Montefano esce dai play-off di Eccellenza. La squadra di Mariani, infatti, ha perso 1-3 al “Tubaldi” di Recanati contro un mai domo Urbino. Un missile da punizione di Alla aveva illuso i viola, prima del pari di capitan Dalla Bona nel recupero del primo tempo.

Nella ripresa, la squadra di Mariani resta in 9, prima per la doppia ammonizione discutibile di capitan Bonacci, poi per il fallo da ultimo uomo di Postacchini. L’Urbino ne approfitta e dilaga, con il gol di Tamagnini, la rete di Boccioletti da punizione dopo la seconda espulsione e il siluro di Galante dopo uno slalom tra la difesa avversaria. Termina nel peggiore dei modi la stagione dei viola, che schiuma di rabbia contro il direttore di gara Ferroni di Fermo. 

Primo tempo 

Prima dell’inizio del match, al capitano Bonacci è stata consegnata una maglietta celebrativa per il raggiungimento delle 400 presenze Bonacci con il Montefano. Trascinata dai propri sostenitori, la Viola parte subito in attacco. Passano appena 15 secondi quando Palmucci da centrocampo parte in progressione centrale e tira da 25 metri, palla di poco sopra la traversa. Con il passare dei minuti cresce anche l’Urbino. Al 10′ Rivi cade in area dopo un contrasto: sul capovolgimento di fronte Bonacci arriva spalle alla porta davanti al portiere dopo un lancio, l’attaccante di casa termina a terra, la palla danza pericolosamente in area e la difesa recupera. L’arbitro Ferroni ha lasciato correre in entrambe le circostanze.

Al 12′ ci prova Alla dal limite, palla sopra la traversa di un soffio. Tre minuti dopo l’Urbino batte una punizione da 40 metri, la sfera spiove in area, David anticipa di pugno tuttavia Tamagnini si ritrova tutto solo a un passo dalla porta, dopo un rimpallo la difesa locale spazza. Quindi, poco dopo, Dalla Bona lancia in profondità Sartori, che prova a stoppare in area tutto solo, tuttavia David ci arriva in presa.

I due gol

Minuto numero 20: Alla dal limite scarica una bordata da punizione che si stampa precisa in rete dove Petrucci non può arrivare. 1-0 per il Montefano e i suoi Ultras 1972 esultano trionfanti. 

Passano 5 minuti e l’Urbino reagisce: punizione di Boccioletti dal limite sulla destra, um giocatore ospite prolunga di tacco verso i compagni in attacco ma la parabola finisce fuori. Quindi, al 26′, il colpo di testa di Sartori su assist di Cusimano termina sul fondo di un soffio. Al 30′ l’arbitro stoppa il gioco per il cooling break e si riprende dopo circa due minuti e mezzo.

Alla ripresa, De Luca tenta la fortuna dalla sinistra dell’area di rigore sugli sviluppi di un contrasto, Petrucci respinge in corner ma l’esterno di casa partiva da posizione irregolare. Al 38′, Cusimano dal centro lancia sulla destra Montesi che entra in area e calcia, David smanaccia, poi la difesa del Montefano riparte palla a terra. Dall’altra parte ci prova Boccioletti con una bordata a mezz’altezza, David ci arriva in due tempi, poi subisce fallo.

Gli istanti prima del gol di Alla del Montefano

L’Urbino pareggia nel primo minuto di recupero: una punizione viene battuta corta da Boccioletti verso Sartori in area, il quale scarica al limite dell’area per il capitano Dalla Bona che realizza l’1-1 con una rasoiata precisa. Il primo tempo termina 1-1.  

Secondo tempo

Pronti-via con il secondo tempo e i locali si rendono subito pericolosi: passano 45 secondi e Palmucci ci prova dal limite, conclusione telefonata per Petrucci. L’Urbino risponde al 49′: Boccioletti, servito dalla destra, non trova la porta di un nulla, mentre David è attento sul traversone basso dalla destra di Montesi. Al 55′ Boccioletti calcia una punizione dal vertice destro dell’area di rigore, David respinge con i pugni. Poco dopo Giunchetti in scivolata sventa una palla in verticale indirizzata a Papa tutto solo in area.

Minuto numero 63: l’arbitro Ferroni di Fermo lascia correre su un contrasto di un difensore ospite, poi fischia su una leggere spinta di Bonacci su un avversario. Il capitano protesta subito e il direttore di gara estrae il secondo giallo: il Montefano resta in 10. 

Passano 4 minuti e l’Urbino trova l’1-2: Galante sulla sinistra in area appoggia per Tamagnini che realizza da distanza ravvicinata la rete che porta avanti gli ospiti. Il Montefano perde la testa e Postacchini viene espulso per fallo da ultimo uomo su un contropiede urbinate: sulla successiva punizione Boccioletti infila David per l’1-3. Al 75′ l’arbitro concede il secondo cooling break. 

Al 78′, il poker: ancora Galante va in slalom tra le maglie della difesa entra in area e batte David, per l’1-4 dei gialloblù. 5 minuti più tardi Sartori in area spara fuori: nei minuti finali non ci sono più altre emozioni. 

Urbino in finale, rabbia Montefano

Il Montefano perde 1-4 contro l’Urbino e abbandona anzi tempo la corsa per raggiungere la Serie D tramite i play-off. La squadra di Mariani e i tifosi viola, però, schiumano di rabbia per l’arbitraggio del signor Ferroni di Fermo: la prima espulsione di capitan Bonacci è molto discutibile e ha poi influenzato il corso della sfida.

Il saluto della squadra sotto la curva degli Ultras Montefano 1972

Senza nulla togliere ai gialloblù di Ceccarini, che hanno creduto nella clamorosamente rimonta che si è concretizzata oggi al “Tubaldi”. Gli Ultras Montefano 1972 e i sostenitori montefanesi, impagabili per il loro tifo dal 1° al 95°,  hanno applaudito la squadra al termine del match per la grandissima stagione disputata. 

Sarà il Castelfidardo l’avversario dell’Urbino nella finalissima del 12 maggio: la provincia di Macerata perde entrambe le sue rappresentanti ai play-off. 

Tabellino

MONTEFANO 1-4 URBINO (1-1)

RETE – 20′ Alla (M), 45′ + 1′ Dalla Bona (U), 67′ Tamagnini (U), 70′ Boccioletti (U), 78′ Galante (U)

MONTEFANO – David, Calamita, Postacchini, Alla, Monaco, Pjetri (68′ Latini), De Luca E. (84′ De Luca G.), Guzzini (65′ Sindic), Papa, Palmucci (74′ Di Matteo), Bonacci. All. Mariani  – A disp. Bentivogli, Orlietti, Di Matteo, Toro, Camilloni, Dell’Aquila

URBINO – Petrucci, Nisi, Tamagnini, Boccioletti (87′ Morani), Giunchetti, Magnani (54′ Bellucci), Cusimano, Dalla Bona, Rivi (57′ Galante), Sartori (92′ Sergiacomo), Montesi (77′ Pierpaoli). All. Ceccarini – A disp. Stafoggia, Barro, Mataloni, Esposito.

ARBITRO – Ferroni di Fermo (assistenti: Serenellini e Baldoni di Ancona)

NOTE – angoli: 0-1; ammoniti: Bonacci (M), Sartori (U), Rivi (M), Pjetri (U), De Luca E.  (M), Alla (M); al 63′ espulso Bonacci (M) per doppia ammonizione, al 69′ Postacchini (M) espulso per fallo da ultimo uomo; recupero: 4′ + 3′

PROGRAMMA POST-SEASON ECCELLENZA

PLAY OFF

Domenica 5 maggio ore 16,30 

Montefano – Urbino 1-4 –20′ Alla (M), 45′ + 1′ Dalla Bona (U), 67′ Tamagnini (U), 70′ Boccioletti (U), 78′ Galante (U)(Stadio “Tubaldi” di Recanati)

Chiesanuova– Castelfidardo 0-1 – 72′ Kurti (Villa San Filippo)

Domenica 12 maggio ore 16,30 – finale per il titolo

Castelfidardo – Urbino

SPAREGGIO RETROCESSIONE

Monturano Campiglione – Azzurra Colli 2-1

PLAY OUT

Domenica 12 maggio ore 16,30

Jesina – Monturano Campiglione

Montegiorgio – Sangiustese

Giacomo Grasselli 

©riproduzione riservata

 




Eccellenza / Montefano-Urbino a Recanati, gli ultras viola non ci stanno: “Siamo delusi e arrabbiati”

Il comunicato stampa degli Ultras Montefano 1972: “La decisione di vietare il match al ‘Dell’Immacolata’ non è in linea con la ratio seguita della Questura nella regular season. Contro il Chiesanuova c’erano 650 persone circa nel nostro impianto. La nostra comunità avrebbe meritato di assistere alla celebrazione del diritto di giocare i play-off in casa, conquistato sul campo”

MONTEFANO, 2 maggio 2024 – Le decisioni della Questura di Macerata di far disputare le semifinali play-off di Eccellenza di Montefano e Chiesanuova lontano dagli impianti di casa hanno fatto storcere il naso a molti, soprattutto alla tifoseria organizzata dei viola. Il gruppo “Ultras Montefano 1972”, infatti, con un comunicato stampa ha espresso la sua contrarietà alla decisione dell’organo istituzionale preposto alla sicurezza e all’ordine pubblico di vietare la disputa di Montefano-Urbino allo “Stadio dell’Immacolata”. Si giocherà domenica 5 maggio alle 16.30 al “Tubaldi” di Recanati. 

Apprendiamo con stupore – si legge – e profonda delusione la decisione della Questura di vietare lo svolgimento della semifinale play-off presso lo Stadio dell’Immacolata. Una decisione che, prendendo atto degli aspetti formali che si celano dietro di essa e senza ricercare responsabili da accusare o mettere alla gogna, appare essere per nulla in linea con la ratio adottata nel corso della stagione regolamentare che si è appena conclusa. Questo l’andamento presso il nostro impianto: con l’Osimana 400 presenze circa tra paganti e ingressi gratuiti, con il Chiesanuova 650 ca, contro il Castelfidardo quasi 400. Allora, perché questa decisione?

Questa squadra ha conquistato il diritto di giocare i play-off in casa, sul campo, e questa comunità di tifosi appassionati avrebbe meritato di assistere a questa festa, perché di festa si tratta, invece niente. Un eccesso di zelo, se si considera che dal Montefeltro giungeranno nel Maceratese, ad andare bene, 150 persone (ma non ci mettiamo la mano sul fuoco). Quindi i numeri sarebbero stati perfettamente in linea con quelli espressi in altre circostanze.

Siamo delusi, arrabbiati e con tanta voglia di non seguire la squadra in quel di Recanati, consci di avere la responsabilità di portare avanti un percorso identitaria e sportivo iniziato anni fa. Che ci ha visto in ogni stadio esporre le nostre pezze, con fierezza, anche in due persone (e a quelle due persone dobbiamo tanto, se non tutto, perchè se non ci fossero state loro oggi non ci sarebbe il gruppo, sappiatelo!), da Ascoli a Colbordolo, passando per Macerata, da San Benedetto del Tronto fino ad Urbania. Pertanto ci saremo. Con quale piglio? ‘Bojo come ò mosto lì o cällà’! Avanti Viola! Montefano Patria Nostra!”

©riproduzione riservata

 




Eccellenza / L’Urbania termina la stagione alla grande: 2-0 al Montefano

In gol Nunez e Nouri e successo meritato. La squadra di Mariani finisce al secondo posto in classifica generale e giocherà la prima gara dei play off in casa ospitando l’Urbino

VALLESINA, 28 aprile 2024 – Il Montefano perde ad Urbania e conferma la seconda posizione in classifica generale che vale il play off in casa contro l’Urbino.

Vincere non avrebbe avuto alcun effetto considerato che la Civitanovese ha battuto la Jesina e conquistatato la promozione in serie D.

L’Urbania, come già aveva dimostrato a Jesi, ha onorato fino in fondo la stagione conclusa con un piazzamento più che onorevole.

Squadra di Omiccioli subito in partita che con Zingaretti va in gol ma è fuorigioco. Ci prova poco dopo Mangiarotti ma David para alla grande. Anche gli ospiti provano a rendersi pericolosi e Papa prova le capacità di Urbietis che devia in angolo. Sul finale di tempo Mangiarotti colpisce la traversa.

Nella ripresa gli ospiti provano il tutto per tutto ed è ancora Urbietes a dire no a Papa. Al 23′ Urbania in gol con Nunez che sfrutta un errore dei difensori e batte David. Ancora Nunez che colpisce il palo e poi sul finale con il Montefano tutto in avanti raddoppio di Nouri.

L’Urbania festeggia una stagione decisamente positiva, il Montefano proverà a salire in D passando per i play off.

URBANIA: Urbietis, Nouri, Sema, Giovanelli, Catani (44’ s.t. Aluigi), Mistura, Franca (13’ s.t. Antoniucci), Carnesecchi, Nunez (44’ s.t. Diene), Mangiarotti (41’ s.t. Paszynski), Zingaretti (32’ s.t. Marengo). All. Omiccioli

MONTEFANO: David, Cingolani (16’ s.t. Calamita), De Luca E. (17’ s.t. De Luca G.), Alla, Monaco, Postacchini, Di Matteo (35’ s.t. Stampella), Sindic, Papa, Palmucci (24’ s.t. Bonacci), Latini (24’ s.t. Guzzini). All. Mariani

ARBITRO: Pasqualini di Macerata

RETI: Nunez 23’ s.t., Nouri 43’ s.t.

ECCELLENZA MARCHE

15° GIORNATA girone di ritorno, ultima di campionato, RISULTATI                     

Maceratese – Monturano 0-0 (Cocci di Ascoli Piceno), Azzurra Colli – Castelfidardo 0-1 Nanapere (Di Moteodorisio di Vasto), Civitanovese – Jesina 1-0 Spagna (Ferroni di Fermo), K Sport Montecchio Gallo – Chiesanuova 1-1 Bardeggia, Trabelsi (Montevergine di Ragusa), Montegranaro – Sangiustese 3-1 Tonuzi, Tissone, Valentini, Omiccioli (El Mouhsini di Pesaro), Montegiorgio – Tolentino 0-0 (Pigliacampo di Pesaro), Urbania – Montefano 2-1 Nouri, Nunez, Orlietti (Pasqualini di Macerata), Urbino – Osimana 2-2 Haxhiu, Haxhiu, Tittarelli, Tittarelli (Animento di Macerata)

CLASSIFICA

Civitanovese 59; Montefano 54; Chiesanuova 53; Castelfidardo 51; Urbino 49; K Sport Montecchio 46; Montegranaro 45; Osimana 44; Maceratese 43; Urbania 42; Tolentino 38; Jesina 28; Montegiorgio 24; Sangiustese 22; Azzurra Colli, Monturano 20

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta (spareggio)

MARCATORI

Alessandroni

reti 16: Alessandroni (Osimana);

12 reti: Sartori (Urbino);

reti 10: Handzic (Sangiustese)

9 reti Borrelli (Tolentino), Sbarbati (Chiesanuova), Tonuzi (Montegranaro)

reti 8: Perpepaj (Montegranaro), Papa (Montefano), Perri (Maceratese), Bardeggia (K Sport Montecchio), Nanapere (Castelfidardo), Tittarelli (Osimana), Spagna (Civitanovese)

©riproduzione riservata

 




Eccellenza / Coda spareggio per la salvezza prima dei play off e play out

Monturano Campiglione e Azzurra Colli hanno concluso la stagione a pari punti all’ultimo posto: domenica 5 maggio spareggio per non retrocedere. Chi vince affronterà la Jesina a Jesi per evitare ancora la retrocessione

JESI, 28 apriole 2024 – L’ultima domenica del campionato di Eccellenza Marche ha promosso la Civitanovese in serie D.

Tutto deciso anche per ciò che saranno play off. Al primo turno si incroceranno il 12 maggio Montefano – Urbino e Choesanuova – Castelfidardo con Montefano e Chiesanuova che giocheranno in casa ed alle quali basterà anche un pareggio, dopo gli eventuali tempi supplementari, per accedere alla finale.

In coda, invece, ci sarà lo spareggio tra Monturano Campiglione e Azzurra Colli.

Chi vince andrà a Jesi, ospite della Jesina, ed alla quale poi sarà sufficiente pareggiare per restare in categoria. L’altro play out salvezza sarà tra Montegiorgio e Sangiustese.

ECCELLENZA MARCHE

15° GIORNATA girone di ritorno, ultima di campionato, RISULTATI                     

Maceratese – Monturano 0-0 (Cocci di Ascoli Piceno), Azzurra Colli – Castelfidardo 0-1 Nanapere (Di Moteodorisio di Vasto), Civitanovese – Jesina 1-0 Spagna (Ferroni di Fermo), K Sport Montecchio Gallo – Chiesanuova 1-1 Bardeggia, Trabelsi (Montevergine di Ragusa), Montegranaro – Sangiustese 3-1 Tonuzi, Tissone, Valentini, Omiccioli (El Mouhsini di Pesaro), Montegiorgio – Tolentino 0-0 (Pigliacampo di Pesaro), Urbania – Montefano 2-1 Nouri, Nunez, Orlietti (Pasqualini di Macerata), Urbino – Osimana 2-2 Haxhiu, Haxhiu, Tittarelli, Tittarelli (Animento di Macerata)

CLASSIFICA

Civitanovese 59; Montefano 54; Chiesanuova 53; Castelfidardo 51; Urbino 49; K Sport Montecchio 46; Montegranaro 45; Osimana 44; Maceratese 43; Urbania 42; Tolentino 38; Jesina 28; Montegiorgio 24; Sangiustese 22; Azzurra Colli, Monturano 20

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta (spareggio)

MARCATORI

Alessandroni

reti 16: Alessandroni (Osimana);

12 reti: Sartori (Urbino);

reti 10: Handzic (Sangiustese)

9 reti Borrelli (Tolentino), Sbarbati (Chiesanuova), Tonuzi (Montegranaro)

reti 8: Perpepaj (Montegranaro), Papa (Montefano), Perri (Maceratese), Bardeggia (K Sport Montecchio), Nanapere (Castelfidardo), Tittarelli (Osimana), Spagna (Civitanovese)

©riproduzione riservata

 




Eccellenza / Si chiudono i giochi con la 30^: il programma e gli arbitri

Il momento della verità per le squadre implicate in promozioni e retrocessioni dirette si paleserà tutto insieme a partire dalle 16.30 di domenica 28 aprile. Se per la Civitanovese sarà +3, servirà a poco la sfida in contemporanea del Montefano ma tutto ancora può accadere sia in testa che in coda

VALLESINA, 26 aprile 2024 – Essendo stato un campionato totalmente incline ai colpi di scena, non poteva che essere la trentesima giornata ad esercitare il valore ultimo da associare alle sorti delle protagoniste di questa Eccellenza 2023\2024.

Dulcis in fundo’. Ovviamente, non per tutte. Potrà esserlo per la Civitanovese, che al ‘Polisportivo’ attende una Jesina alla quale rigirare, con il pieno degli interessi, la polemica sconfitta dell’andata. Qualora per i rossoblu arrivasse l’ottava vittoria in casa della stagione, sarebbe realtà il ritorno in serie D e l’approssimarsi verso i playout della formazione leoncella.

Per cercare di rendere tragico il pomeriggio a Sante Alfonsi &co la Jesina sembrerebbe poter contare sul rientro di capitan Trudo. Che alla Civitanovese, ha già causato la delusione d’andata in quel match colmo di strascichi. Anche se apparentemente troppo tardi, è ovvio che Strappini cercherà fino all’ultimo istante di impugnare la giusta forbice per non pietrificarsi nella zona rossa.

Il bomber leoncello, rimasto out per colpa di una sciatalgia da un mese a questa parte ed avvistato di nuovo solo con l’Urbania, può tornare a far ruggire in maniera salvifica questa Jesina solo Azzurra Colli e Monturano permettendo.

Gli ascolani però daranno tutto in casa propria dinnanzi al Castelfidardo, al quale serve l’ultimo mattoncino per timbrare la presenza ai prossimi spareggi promozione.

Il Monturano Campiglione sarà invece impegnato a Macerata, in casa di una Maceratese già con la testa sotto l’ombrellone, sperando in una vittoria condita da un passo falso altrui.

Al rebus legato alla lotta per non retrocedere, spererà di poter far affidamento anche il Montefano, al quale non resta che espugnare Urbania auspicando nel miracolo jesino per involarsi al fotofinish verso l’interregionale.

Il Montegiorgio, sicuro di disputare i playout dopo la scorsa inebriante vittoria del ‘Mancini’, proverà a ottenere il miglio piazzamento possibile sfidando in casa il Tolentino.

La Sangiustese, per agganciare il medesimo obbiettivo, non avrà vita semplice nel derby col Montegranaro.

Con il fine di accantonare ogni criticità, all’Urbino servirà raccogliere un punto contro l’Osimana per ottenere i playoff. Al ‘Montefeltro’, i ducali ospitano i cugini dell’altra squadra a cui serve un pari per non farsi intimorire dal K Sport Montecchio. La squadra di Lilli, a -3 da quelle di Ceccarini, appunto, e Giuliodori, proverà in casa a battere il Chiesanuova, al contrario già ampiamente qualificato.

ECCELLENZA MARCHE

15° GIORNATA girone di ritorno, ultima di campionato ore 16,30 domenica 28 aprile                     

Maceratese – Monturano (Cocci di Ascoli Piceno), Azzurra Colli – Castelfidardo (Di Moteodorisio di Vasto), Civitanovese – Jesina (Ferroni di Fermo), K Sport Montecchio Gallo – Chiesanuova (Montevergine di Ragusa), Montegranaro – Sangiustese (El Mouhsini di Pesaro), Montegiorgio – Tolentino (Pigliacampo di Pesaro), Urbania – Montefano (Pasqualini di Macerata), Urbino – Osimana (Animento di Macerata)

CLASSIFICA

Civitanovese 56; Montefano 54; Chiesanuova 52; Castelfidardo 48; Urbino 48; K Sport Montecchio 45; Osimana 43; Montegranaro, Maceratese 42; Urbania 39; Tolentino 37; Jesina 28; Montegiorgio 23; Sangiustese 22; Azzurra Colli 20; Monturano 19

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 16: Alessandroni (Osimana);

12 reti: Sartori (Urbino);

reti 10: Handzic (Sangiustese)

9 reti Borrelli (Tolentino), Sbarbati (Chiesanuova)

reti 8: Perpepaj (Montegranaro), Papa (Montefano), Tonuzi (Montegranaro), Perri (Maceratese)

©riproduzione riservata




Eccellenza / Il Montefano ancora ci crede: 4-0 all’Azzurra Colli

La doppietta di Alla e i gol nel finale di Bonacci e Stampella permettono ai viola di Mariani di restare a -2 dalla Civitanovese. Jesina e Urbania arbitre della corsa promozione negli ultimi 90′

MONTEFANO, 21 aprile 2024 – Se la Civitanovese vuole la promozione in Serie D, dovrà sudarsela fino all’ultimo. Lo fa capire, infatti, il Montefano, che dopo aver perso lo scontro diretto spazza via l’Azzurra Colli per 4-0 allo Stadio dell’Immacolata di casa nella 28^ giornata di Eccellenza. A 90′ minuti dal termine del campionato, i viola di Mariani restano a -2 dai rossoblù e ora sperano in un “favore” della Jesina al “Polisportivo” per vincere il campionato o giocarselo in campo neutro in uno spareggio.  

La partita 

Il Montefano ha meritato di vincere, anche se gli ospiti sono apparsi vivi. I locali, infatti, passano in vantaggio al 22′, dopo aver schiacciato gli ascolani nella loro metà campo. Alla va in verticale, protegge la sfera, si invola sulla destra e, al limite dell’area, scaglia una cannonata che Castelletti può solo osservare terminare in rete. Il primo tempo si chiude solo sull’1-0, nonostante le occasioni di Palmucci e Papa, mentre gli ospiti sfiorano l’1-1 con il tiro a giro di Fazzini.

A inizio ripresa Papa colpisce una traversa su assist di Bonacci. Pjetri fa sudare freddo ai viola: il suo retro passaggio finisce in corner a David battuto. Ma al 60′, ecco il raddoppio: il grande palleggio viola viene premiato da Alla che, servito da Papa in appoggio, calcia al volo da fuori area e segna il 2-0. David è poi attento su Rossi.

Dopo un palo ospite, nel finale arriva il poker definitivo, prima con Bonacci su assist di Cingolani al 88′, poi Stampella in contropiede al 92′. Con questo 4-0, inoltre, il Montefano fa un piccolo favore alla Jesina: l’Azzurra Colli scivola a -8 dagli jesini che, in caso di improbabile vittoria a Civitanova Marche con un ko degli ascolani in casa del Castelfidardo, centrerebbero la salvezza diretta senza passare dai play-out. Domenica prossima 28 aprile il campionato di Eccellenza Marche darà i suoi verdetti: Civitanovese o Montefano in Serie D? Sarà spareggio? La Jesina riuscirà ad evitare i play-out? Prima i viola, però, devono fare il loro dovere, vincendo contro l’Urbania già salva in trasferta.

Si ringraziano Lorenzo Gigli per il tabellino e Pier Marino Simonetti per foto e commento della sfida 

Tabellino 

RETI – 22′ e 60′ Alla, 88′ Bonacci, 92′ Stampella

MONTEFANO – David, Calamita, De Luca G., Alla, Pjetri, Postacchini, Latini, Sindic, Papa, Palmucci, Bonacci. All. Mariani – A disp. Bentivogli, Orlietti, Cingolani, Toro, De Luca E., Camilloni, Guzzini, Di Matteo, Stampella.

AZZURRA COLLI – Castelletti, Spadoni, Vallorani, Aliffi, Gabrielli, Filipponi, Petrucci, Rossi, Filiali, Del Marro, Fazzini. All. Morelli – A disp. Scarrozzi, Sosa, Crementi, Acciarri, Canestrelli, Albanesi, Cancrini, Romanazzo, Montanari.

ARBITRO – Pigliacampo di Pesaro (assistenti: Baldisserri e Giacomucci di Pesaro)

ECCELLENZA MARCHE

14° GIORNATA girone ritorno risultati                     

Monturano – Civitanovese 0-3 Spagna, Strupsceki, Spagna (Gambin di Udine), Castelfidardo – Montegiorgio 1-2 Braconi, Giri, Rossini (Tasso di Macerata), Chiesanuova – Urbino 0-0 (Zantedeschi di Verona), Jesina – Urbania 2-2 Kouentchi. autogol, Mangiarotti, Mangiarotti (Laura Mancini di Macerata), Montefano – Azzurra Colli 4-0 Alla, Alla, Bonacci, Stampella (Pigliacampo di Pesaro), Osimana – Maceratese 4-2 Alessandroni, Tittarelli, Mosquera, Pasquini, Di Ruocco, Sensi (Cacchiarelli di San Benedetto del Tronto), Sangiustese – K Sport Montecchio Gallo 1-3 Tulli, Torelli, Fiorani, Peroni  (Ferroni di Fermo), Tolentino – Montegranaro 1-0 Garcia (Cocci di Ascoli Piceno)

CLASSIFICA

Civitanovese 56; Montefano 54; Chiesanuova 52; Castelfidardo 48; Urbino 48; K Sport Montecchio 45; Osimana 43; Montegranaro, Maceratese 42; Urbania 39; Tolentino 37; Jesina 28; Montegiorgio 23; Sangiustese 22; Azzurra Colli 20; Monturano 19

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 16: Alessandroni (Osimana);

12 reti: Sartori (Urbino);

reti 10: Handzic (Sangiustese)

9 reti Borrelli (Tolentino), Sbarbati (Chiesanuova)

reti 8: Perpepaj (Montegranaro), Papa (Montefano), Tonuzi (Montegranaro), Perri (Maceratese)

15° GIORNATA girone ritorno ultima di campionato domenica 28 aprile ore 16.30

Maceratese – Monturano, Azzurra Colli – Castelfidardo, Civitanovese – Jesina, K Sport Montecchio Gallo – Chiesanuova, Montegranaro – Sangiustese, Montegiorgio – Tolentino, Urbania – Montefano, Urbino – Osimana

©riproduzione riservata




Eccellenza / Per la ventinovesima grande appeal: il programma e gli arbitri

Penultima giornata di campionato e molto vicini all’ufficialità di qualche verdetto: La Civitanovese al ‘Ferranti’ di P. Sant’Elpidio potrà diventare campione qualora il Montefano e il Chiesanuova assieme dovessero lasciar punti ad Azzurra Colli e Urbino. Al Castelfidardo ne serve uno contro il Montegiorgio per certificare i playoff

VALLESINA, 19 aprile 2024 – Vincendo lo scontro diretto contro il Montefano, la Civitanovese si è ripresa il primo posto mettendo in discesa il cammino verso la serie D.

Per completare l’opera fino alla promozione diretta, domenica, ore 16.30, i rossoblu si appresteranno in quel di Porto S.Elpidio ad essere ‘’ospitati’’ dal Monturano Campiglione.

L’impegno, visto il testacoda che rappresenterà dato dalle ‘nuove’ posizioni che le squadre di Alfonsi e di Cuccù hanno maturato dopo la ventottesima, stimando i dati, sembrerebbe essere adatto per accarezzare il sogno: la Civitanovese, la miglior squadra per rendimento di punti esterni (sono stati 29 infatti quelli ottenuti in trasferta, 5 in più di quelli raccolti al ‘Polisportivo’) e con il traguardo a due passi dovrebbe compiere un harakiri clamoroso non confermandosi, dopo tanta fatica, in un match del genere.

Sia chiaro, il Monturano, che sta annegando nel fondale della classifica che affaccia, al contrario, verso il ritorno in Promozione, avrà stimoli non indifferenti.

Azzurra Colli – Jesina gennaio 2024, 0-1 (Lucarini): l’ultima vittoria in campionato dei leoncelli

Gli stessi che contraddistingueranno l’Azzurra Colli, che invece dovrà occuparsi in casa viola del principale avversario rossoblu. Qualora Morelli e i suoi compiessero un blitz ‘’utopistico’’ (mettiamo le virgolette, visto il calcio, materia in questione…)  al ‘Dell’Immacolata’, e dall’altro lato invece le cose accadessero più verosimilmente alla realtà da noi conosciuta fin qui, gli ascolani spedirebbero proprio il Monturano alla retrocessione diretta, i viola al semplice disputarsi dei playoff, ma, ancor più importante, sé stessi a contendersi un posto per la salvezza fino a poche settimane fa impronosticabile.

Il Chiesanuova potrà continuare ad inserirsi nel districato scacchiere che porterebbe in testa solamente battendo l’Urbino al ‘Sandro Ultimi’. Fino all’ultimo, come consiglia anche il nome dell’impianto treiese, sarà la prerogativa che sicuramente adotteranno Mobili e i suoi dinnanzi ai ducali per poter aggrapparsi al sogno anche nella successiva gara di Montecchio. Anche se, strappare l’intera posta in palio ad una squadra a cui servirebbe lo stesso risultato per adagiarsi sugli allori playoff nella successiva ed ultima di campionato, somiglia più ad un’altra grande impresa viste le premesse.

Se l’Urbino per l’aritmetica certezza di disputare gli spareggi in anticipo di una settimana avrebbe bisogno dei tre punti, il Castelfidardo, contro il Montegiorgio nel suo ‘Mancini’, potrebbe farsene bastare uno soltanto per raggiungere lo stesso obbiettivo. Per questioni di propria attitudine e di volontà di mantenere il miglior piazzamento possibile nella griglia, siam certi che Giuliodori e ragazzi non si risparmieranno, anzi.

Il Montegiorgio, del canto suo, per continuare ad indirizzare il proprio cammino verso i playout, ha bisogno come aria di punti.

Montegranaro, K Sport Montecchio e Maceratese, con gli stessi 42 punti a testa e quasi tagliate fuori dal traguardo che si erano proposte di toccare (chi ad inizio stagione e chi durante lo scorrimento di questa) andranno tutte in trasferta rispettivamente in casa di Tolentino, Sangiustese e Osimana.

Un’altra squadra, ormai già da un po’, destinata alle corsie centrali della classifica è l’Urbania. Ovvero, l’ultima formazione della regular season che calcherà il manto del ‘Carotti’ per sfidare la Jesina (foto di primo piano l’ultima volta dell’Urbania a Jesi ottobre 2021: 0-2). La volontà chiaramente difficoltosa di far si che sia l’ultima in assoluto in questa stagione sciagurata, sarà il principale leitmotiv che i leoncelli dovranno prestare all’impegno. Per incrociar le dita con tale speranza, a Strappini e i suoi servono, prima di affidarsi al destino delle giuste combinazioni, tre punti. Da conquistare senza se e senza ma, quantomeno per riottenere a priori una microdose di fiducia verso se stessi. Che potrebbe essere funzionale, qualora invece l’ardua sentenza sarà da conoscere ai posteri del campionato. Per la gara contro l’Urbania a mister Strappini mancheranno Trudo, Cordella, Nazzarelli, i fratelli Capomaggio. Arbitrerà Laura Mancini di Macerata che in stagione ha già diretto la Jesina a Villa San Filippo contro il Chiesanuova (1-1) e a Monturano (1-0 per i locali). Il fischietto in gonnella ha diretto anche per due volte l’Urbania: 3-1 sul Montegiorgio e 2-2 con l’Azzurra Colli.

ECCELLENZA MARCHE

14° GIORNATA girone ritorno domenica 21 aprile ore 16.30                           

Monturano – Civitanovese (Gambin di Udine), Castelfidardo – Montegiorgio (Tasso di Macerata), Chiesanuova – Urbino (Zantedeschi di Verona), Jesina – Urbania (Laura Mancini di Macerata), Montefano – Azzurra Colli (Pigliacampo di Pesaro), Osimana – Maceratese (Cacchiarelli di San Benedetto del Tronto), Sangiustese – K Sport Montecchio Gallo (Ferroni di Fermo), Tolentino – Montegranaro (Cocci di Ascoli Piceno)

CLASSIFICA

Civitanovese 53; Montefano, Chiesanuova 51; Castelfidardo 48; Urbino 47; Maceratese, K Sport Montecchio, Montegranaro 42; Osimana 40; Urbania 38; Tolentino 33; Jesina 27; Sangiustese 22; Montegiorgio, Azzurra Colli 20; Monturano 19

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 15: Alessandroni (Osimana);

reti 12: Sartori (Urbino);

reti 10: Handzic (Sangiustese)

reti 9: Borrelli (Tolentino), Sbarbati (Chiesanuova)

reti 8: Perpepaj (Montegranaro), Papa (Montefano), Tonuzi (Montegranaro), Perri (Maceratese)

 

15° GIORNATA girone ritorno ultima di campionato domenica 28 aprile ore 16.30

Maceratese – Monturano, Azzurra Colli – Castelfidardo, Civitanovese – Jesina, K Sport Montecchio Gallo – Chiesanuova, Montegranaro – Sangiustese, Montegiorgio – Tolentino, Urbania – Montefano, Urbino – Osimana

©riproduzione riservata




Eccellenza / La Civitanovese vince all’inglese e sorpassa il Montefano: 2-0 al “Polisportivo”

La Civitanovese domina il match davanti a 3500 spettatori, anche se la squadra di Mariani sfiora lo 0-1 con Bonacci. Strupsceki e Buonavoglia firmano il sorpasso

CIVITANOVA MARCHE, 14 aprile 2024 – Il Montefano perde lo scettro e ora è la Civitanovese a passare in vantaggio nella corsa per la Serie D. Al “Polisportivo”, infatti, finisce 2-0 in favore dei ragazzi di Alfonsi davanti a ben 3500 spettatori, nella gara della 28^ giornata del campionato di Eccellenza Marche. Decidono due reti nella ripresa di Strupsceki e Buonavoglia, anche se sullo 0-0 Bonacci ha avuto la palla del vantaggio in contropiede, con Testa bravo ad ipnotizzarlo.

La partita

Non ci sono grandi emozioni nel primo tempo, con i viola di Mariani che lasciano giocare i padroni di casa. Solo al 43′ Strupsceki fa venire un brivido ai 400 montefanesi accorsi a Civitanova. Il suo tiro di piatto su assist di Spagna, però, termina a lato. Nella ripresa la buona volontà dei locali, per parafrasare il cognome dell’autore del secondo gol, viene premiata. Anche se la prima occasione del secondo tempo ce l’ha il Montefano. Al 49′ Palmucci da centrocampo mette il pallone sui piedi di Bonacci che arriva in area, ma si fa ipnotizzare da Testa a tu per tu. 

Dall’altra parte, inoltre, la Civitanovese colpisce una traversa con Spagna, poi David ci mette del suo per evitare l’intervento degli attaccanti avversari. Siamo al 67′ e Di Matteo, servito da Sindic, prova il tiro dalla trequarti, ma non centra lo specchio. E alla ripartenza rossoblù, ecco l’1-0. Su assist dalla destra di Buonavoglia da calcio piazzato, Strupsceki di testa in area devia in rete, facendo gioire il “Polisportivo”. 

L’apoteosi dei civitanovesi si conclude con il raddoppio a sei minuti dalla fine. Buonavoglia raccoglie un pallone dalla destra, se lo aggiusta e conclude a rete. Per il Montefano è il colpo del ko, che, però, non chiude comunque questo emozionante campionato. La Civitanovese sale a 53 punti, i viola restano a 51 e vengono raggiunti dal Chiesanuova. Nel prossimo turno, i montefanesi di Mariani ospitano l’Azzurra Colli, mentre la Civitanovese farà visita al Monturano Campiglione.

Tabellino

RETI: 68′ Strupsceki, 84′ Buonavoglia

CIVITANOVESE: Testa, Pasqualini, Franco V.,Visciano, De Vito, Passalacqua, Buonavoglia, Domizi, Spagna(89’ Ercoli), Becker(80’ Ruggeri), Strupsceki (73’ Brunet)

MONTEFANO: David, Calamita, De Luca (80’ Stampella), Alla, Monaco, Pietri (75’ Papa), Di Matteo, Sindic, Dell’Aquila (45’ Latini), Palmucci (62’ Orlietti), Bonacci (80’ De Luca)

ARBITRO: Palmisano di Saronno

Foto di Pier Marino Simonetti 

ECCELLENZA MARCHE

13° GIORNATA girone ritorno                          

Maceratese – Jesina 1-0 Perri (Spagnoli di Tivoli), Azzurra Colli – Tolentino 2-2 Petrucci, Petrucci, Cardinali, Cardinali (Malascorta di Jesi), Chiesanuova – Osimana 1-0 (Latuga di Pesaro), Civitanovese – Montefano 2-0 Buonavoglio, Strupsceki (Palmisano di Saronno), Montegranaro – K Sport Montecchio Gallo 0-1 Magnanelli (Laura Mancini di Macerata), Montegiorgio – Sangiustese 1-1 Diakhaby, Tulli (Pasqualini di Macerata), Urbania – Castelfidardo 1-2 Franca, Nanapere, Fossi (Ferroni di Fermo), Urbino – Monturano 1-0 Dalla Bona (Gasparoni di Jesi)

CLASSIFICA

Civitanovese 53; Montefano, Chiesanuova 51; Castelfidardo 48; Urbino 47; Maceratese, K Sport Montecchio, Montegranaro 42; Osimana 40; Urbania 38; Tolentino 33; Jesina 27; Sangiustese 22; Montegiorgio, Azzurra Colli 20; Monturano 19

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 15: Alessandroni (Osimana);

reti 12: Sartori (Urbino);

reti 10: Handzic (Sangiustese)

reti 9: Borrelli (Tolentino), Sbarbati (Chiesanuova)

reti 8: Perpepaj (Montegranaro), Papa (Montefano), Tonuzi (Montegranaro), Perri (Maceratese)

 

14° GIORNATA girone ritorno domenica 21 aprile ore 16.30

Monturano – Civitanovese, Castelfidardo – Montegiorgio, Chiesanuova – Urbino, Jesina – Urbania, Montefano – Azzurra Colli, Osimana – Maceratese, Sangiustese – K Sport Montecchio Gallo, Tolentino – Montegranaro

©riproduzione riservata




Eccellenza / Il Montefano travolge l’Urbino e consolida la testa della classifica (3-0)

Papa nel primo tempo, Latini e Guzzini nella ripresa: i viola di Mariani mantengono la vetta alla vigilia del big match contro la Civitanovese

MONTEFANO, 7 aprile 2024 – Il Montefano non si ferma più e batte anche l’Urbino per 3-0, mantenendo la testa della classifica. La squadra di Mariani, infatti, si è sbarazzata degli urbinati con i gol di Papa, Latini e Guzzini. I viola restano primi con 51 punti, a +1 dalla Civitanovese e a +3 dal Chiesanuova.

La partita – primo tempo 

Al 6′ i locali passano in vantaggio: Sindic conquista palla sulla trequarti, lancia Palmucci che prolunga verso Papa, il quale fugge al difensore ospite sulla destra e trova l’1-0 con un tiro potente. Poco dopo Latini tenta la fortuna dalla distanza, Petrucci si supera e devia in corner. L’Urbino si scuote verso il 20′, colpendo una traversa con Sartori, che ha deviato di testa il tiro di Dalla Bona da fuori, mentre 8 minuti dopo Palmucci da corner devia fuori. Gli urbinati non riescono a sfondare e i viola gestiscono bene il vantaggio, così il primo tempo termina 0-0.

Secondo tempo

Nella ripresa il Montefano dilaga negli ultimi 10 minuti. Le due squadre si affrontano, comunque, a viso aperto: al 46′ David fa gli straordinari su un tiro di Sartori in contropiede. I viola gestiscono abilmente la partita, addormentandola, con gli attacchi ospiti che sono sterili. Al 72′ Palmucci lancia Bonacci, il quale si accentra e, al momento del tiro, viene anticipato. Passano 5 minuti e De Luca conclude debole dopo una bella sgroppata. L’Urbino tenta il tutto per tutto, ma si sbilancia troppo e viene punito.

Minuto numero 84: i viola conducono un’azione prolungata, Calamita si mette in proprio, rischia di perdere il pallone ma vince il contrasto e lancia verso Latini, il quale avanza, si fa spazio tra la difesa ospite e trova una sassata che Petrucci può solo osservare insaccarsi in rete. In pieno recupero, Guzzini fa 3-0, depositando in rete il bel lancio di Sindic in contropiede.

Testa della classifica mantenuta alla vigilia del big match

Alla vigilia dello scontro diretto contro la Civitanovese, dunque, la squadra di Mariani si presenta con un vantaggio di un punto sui rossoblù di Alfonsi. Domenica 14 aprile alle 16.00 al Polisportivo di Civitanova Marche ci sarà la sfida che potrebbe valere una stagione per una città di oltre 3.000 abitanti.

Si ringrazia Pier Marino Simonetti per la foto e per il commento della partita

Tabellino

RETE – 7′ Papa, 84′ Latini, 90′ Guzzini

MONTEFANO – David, Morazzini (63′ Calamita), De Luca G. (68′ De Luca E.), Alla, Monaco, Postacchini, Latini, Sindic, Papa (59′ Di Matteo), Palmucci (78′ Guzzini), Bonacci. All. Mariani – A disp. Bentivogli, Orlietti, Pjetri, Camilloni,  Stampella.

URBINO – Petrucci, Nisi (76′ Esposito), Tamagnini, Boccioletti (63′ Pierpaoli), Giunchetti, Magnani, Cusimano, Dalla Bona, Galante (51′ Rivi), Sartori, Montesi. All. Ceccarini

ARBITRO – Ambrosino di Nola

Si ringrazia Pier Marino Simonetti per la foto e per il commento della partita

ECCELLENZA MARCHE

12° GIORNATA girone ritorno domenica 7 aprile

Monturano – Chiesanuova  0-1 Pasqui (Cacchiarelli di San Benedetto), Castelfidardo – Maceratese 2-1 Cannoni, Fossi, D’Ercole (Pigliacampo di Pesaro),  Jesina – Osimana 0-1 Alessandroni (El Mouhsini di Pesaro ), K Sport Montecchio Gallo – Azzurra Colli 0-1 Petrucci (Animento di Macerata), Montegranaro – Montegiorgio 4-1 Capponi, Zaffaglini, Tonuzi, Monterotti (Latuga di Pesaro), Montefano – Urbino 3-0 Papa, Latini, Guzzini (Ambrosino di Nola), Sangiustese – Urbania 2-3 (Cocci di Ascoli), Tolentino – Civitanovese 2-3 Handzic, Handzic, Buonavoglia, Buonavoglia, Buonavoglia (Polizzotto di Palermo )

CLASSIFICA

Montefano 51; Civitanovese 50; Chiesanuova 48; Castelfidardo 45; Urbino 44; Montegranaro 42; Osimana 40; Maceratese, K Sport Montecchio Gallo 39; Urbania 38; Tolentino 33; Jesina 27; Sangiustese 21; Montegiorgio, Monturano, Azzurra Colli 19

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 15: Alessandroni (Osimana);

reti 12: Sartori (Urbino);

reti 10: Handzic (Sangiustese)

reti 9: Sbarbati (Chiesanuova)

reti 8: Borrelli (Tolentino), Perpepaj (Montegranaro), Papa (Monetfano)

 

13° GIORNATA girone ritorno domenica 14 aprile

Maceratese – Jesina, Azzurra Colli – Tolentino, Chiesanuova – Osimana, Civitanovese – Montefano, Montegranaro – K Sport Montecchio Gallo, Montegiorgio – Sangiustese, Urbania – Castelfidardo, Urbino – Monturano

©riproduzione riservata




Eccellenza / Pausa alle spalle, spazio alla ventisettesima: il programma e gli arbitri

Scontri pesanti tra Montefano-Urbino e Castelfidardo-Maceratese. Per la Jesina, in emergenza, derby sensibile con l’Osimana

Vallesina, 5 aprile 2024 – C’eravamo lasciati, lo scorso 17 marzo, con il sorpasso in vetta del Montefano, figlio del blitz civitanovese del Castelfidardo, e così si ripartirà questa domenica.

I viola, che guardano tutti dall’alto stazionando a +1 dai rossoblù, avranno un altro snodo cruciale nella rotta che potrebbe portarli alla prima storica promozione in Serie D. Al ‘Dell’Immacolata’, si ripartirà fortissimo con il big match tra la squadra di mister Mariani e quella di mister Ceccarini. 48 punti al cospetto di 44, il primo della classe dinnanzi a quello che siede poco più in là, al quarto banco.

Nico Mariani (Montefano)

Ceccarini (Urbino)

Se la sfida tra Montefano ed Urbino può aggiungere molto alle sorti di alta classifica, anche quel che accadrà al ‘San Claudio’ di Campiglione tra Monturano e Chiesanuova non preclude l’interessamento ai primi posti. I biancorossi, fermati a marzo dopo tre vittorie consecutive (e dieci gol in queste) solo dalla pausa, faranno visita ad una squadra che naviga agli estremi opposti di classifica con 19 punti.

La Civitanovese avrà occasione per rimettersi subito in corsa al ‘Della Vittoria’ contro il Tolentino, squadra dalla quale ha avuto già qualche grattacapo vista la sconfitta interna dell’andata. I cremisi, un girone dopo, appaiono però una squadra in netta regressione rispetto a quella abile in quel caso a raccogliere una terza vittoria consecutiva di lustro, prima di collezionarne altre due in serie. Aver vinto solo quattro partite da quella volta al Polisportivo, per gli uomini di Possanzini può fungere da pericoloso stimolo in più, al quale la Civitanovese dovrà tenere botta se non vorrà mandare in fumo un’intera stagione.

Nel rebus legato alla promozione diretta, non è da dimenticare il ruolo che potrebbe assumere anche il Castelfidardo. Vincere contro la Maceratese nella gara di rientro al ‘Mancini’ potrebbe far seriamente spiegare le ali verso quel che ormai ha i tratti di un sogno lucido.

K Sport Montecchio Gallo e Montegranaro, rimasti al difuori della zona nobile dei playoff con 39 punti (come la Maceratese, che però non è mai stata tra le prime cinque) dovranno battere rispettivamente Azzurra Colli e Montegiorgio per accorciare la classifica. Sperando in qualche passo falso di chi è lì davanti.

Auspicandosi di aver riazzerato mentalmente da quelle sei sconfitte in successione tramite queste due settimane di stasi, la Jesina, in totale emergenza per l’assenza di uomini chiave (leggi qui…)  avrà ospite l’Osimana per ricercare vita. Tutt’altro che estromessi dalla possibilità di inserirsi nel rompicapo playoff, i ‘senza testa’ al ‘Carotti’ giocheranno, al contrario dei leoncelli, a mente sgombera visto il raggiungimento della salvezza dopo l’ultima vittoria contro il Monturano Campiglione. In altre parole; con ben poco da perdere ma molto da guadagnare.

Infine Sangiustese – Urbania: posta in palio piena da conquistare per i padroni di casa che potrebbe corrispondere alla certezza di poter disputare il play out in casa.

ECCELLENZA MARCHE

12° GIORNATA girone ritorno domenica 7 aprile

Monturano – Chiesanuova  (Cacchiarelli di San Benedetto), Castelfidardo – Maceratese (Pigliacampo di Pesaro),  Jesina – Osimana (El Mouhsini di Pesaro ), K Sport Montecchio Gallo – Azzurra Colli (Animento di Macerata), Montegranaro – Montegiorgio (Latuga di Pesaro), Montefano – Urbino (Ambrosino di Nola), Sangiustese – Urbania (Cocci di Ascoli), Tolentino – Civitanovese (Polizzotto di Palermo )

CLASSIFICA

Montefano 48; Civitanovese 47; Chiesanuova 45; Urbino 44; Castelfidardo 42; Maceratese, Montegranaro, K Sport Montecchio Gallo 39; Osimana 37; Urbania 35; Tolentino 33; Jesina 27; Sangiustese 21; Montegiorgio, Monturano 19; Azzurra Colli 16

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 14: Alessandroni (Osimana);

reti 12: Sartori (Urbino);

reti 9: Sbarbati (Chiesanuova)

reti 8: Borrelli (Tolentino), Handzic (Sangiustese), Perpepaj (Montegranaro)

 

13° GIORNATA girone ritorno domenica 14 aprile

Maceratese – Jesina, Azzurra Colli – Tolentino, Chiesanuova – Osimana, Civitanovese – Montefano, Montegranaro – K Sport Montecchio Gallo, Montegiorgio – Sangiustese, Urbania – Castelfidardo, Urbino – Monturano

©riproduzione riservata




Calcio / Allievi Under 17 regionale, la Giovane Ancona allunga e vede la finale a tre

Le altre due finaliste arriveranno dalle vincenti il girone A e C che in questo momento sono K Sport Montecchio Gallo e Fermo o Civitanovese

VALLESINA, 4 aprile 2024 –  Via alla volata finale del campionato regionale Allievi Under 17. Sabato 6 aprile riprenderà anche il torneo provinciale.

ALLIEVI UNDER 17 REGIONALE

GIRONE A

Si è ricominciato dopo la sosta pasquale, che è coincisa con il Torneo delle Regioni, da dove ci si era lasciati con le prime tre K Sport Montecchio, Vigor Sengallia e Accademia Granata, in testa alla classifica, racchiuse in tre punti, che hanno tutte vinto. A questo punto saranno gli scontri diretti, con ogni probabilità, a disegnare la classifica finale. E si comincerà proprio dal prossimo turno con Accademi Granata – Vigor Senigallia con l’attuale leader che ospiterà in anticipo il fanalino di coda Pergolese. Il turno successivo poi ancora turno casalingo per la formazione di mister Clara che ospiterà l’Accademia Granata e la Vigor impegnata nel derby di Senigallia.  A quel punto le cose, a 180 minuti dal triplice fischio finale, potrebbero essere tutte delineate ma nessuno in questo momento ci scommetterebbe.

Nuova Altofoglia

Gabicce Gradara – K Sport Montecchio Gallo 2-4 Sarli, Rossini, Guglielmo, Bonazzoli, Kolay, Lagrasta

GABICCE GRADARA Gaggi, Buccino, Andruccioli, Luzi, Rossi Giacomo, Rossi Manuel, Guidi, Farroni, Pataracchia, Sarli, Rossini. All. Iachini. A disp. Sciuto A., Sciuto S., Gerboni, Della Costanza, Pontellini, Boccalini

K SPORT MONTECCHIO GALLO – Pierini, Bonazzoli, Lugli, Beninati, Romani, Cucchiarini, Perugini (Lagrasta), Paiardini, Della Chiara (Pederbelli), Guglielmo (Del Monte), Fabrizioni (Kolay). All. Clara

Nuova Altofoglia – Senigallia calcio 1-0 Onye

NUOVA ALTOFOGLIA – Emanuelli, Tontini, Cipriano, Righi, Bonopera, Fulgenzi, Brugnettini (Lahlale), Arcangeli, Pennacchini (Micheli),
Buresta (Paoli), Onye. All. Fabbri 

SENIGALLIA CALCIO – Spadoni, Berluti, Verdenelli (Sebastianelli), Pegoli, Gioacchini, Monnati, Bigelli (Bigelli), Marchetti (Pyndykivsky), Rollo (Contardi L.), Contardi G., Pierini. All. Piccini – A disp. Alfonsi, Bigelli, Serpillo

Palombina – Delfino Fano 3-4 Lutsak, Bevilacqua, Bonci, Esposto, Amoruso, Giordano, Cozzolino

PALOMBINA – Luchetti, Bolognini, Murgia (Giacchetti), Bevilacqua, Caselli, Marinelli (Bonci), Silvestrelli (Masseria), Fiorini (Sabbatini), Palpacelli (Petrella), Dimartino (Guarino E), Lutsak. All. Monti – A disp. Bughi 

DELFINO FANO – Ferri A., Giordano, Cingolani, Cozzolino, Esposto, Capodagli (Ferri M.), Medici (Sambuchi), Amoruso, Tamburini (Osuala), Filippini (Antonini), Ambrogiani (Sambuchi). All. Pucci – A disp. Pierantoni, Cinquemani, Maccarone

Pergolese – Accademia Granata 0-4 Di Letizia, Di Letizia, Giacomini, Solazzi

PERGOLESE  – Rinaldi, Santarelli, Venturi, Burani, Romani (Pioppo), Palanca, Lombardi (Cecconi), Franceschetti, Lattanzi, Poggetti (Saja), Bigini (Bucarelli). All. Luchetti

ACCADEMIA GRANATA – Pizzitolla, Violini, Montella (Falcioni), Giovannelli (Pinna), Mazzaferri (Perettini), Solazzi, Tomassetti (Berloni), Pierleoni (Pedata), Di Letizia, Federici (Vitali), Giacomini (Palazzi). All. Lunadei

Vigor Senigallia – Ponterosso 11-1 Angeletti, Minardi. Mariani, Albunesa, Aroshidze, Stecconi, Lenci, Cenci, Siciliano

VIGOR SENIGALLIA – Perini (Angeletti), Romanelli, Formica, Agarbati, Fava, Gasparroni (Paradisi), Leoni, Odorisio (Mariani), Bali (Aroshidze), Cingolani (Cenci), Sordoni (Stecconi). All. Siena

PONTEROSSO – Bugari, Baldoni, Scortichini, Domenichetti, Mengarelli, Mirabella, Virguluti, Portaleone, Andrea, Carini, Pierangeli. All. Tittarelli – A disp. Felcini, Silva Santos, Solforosi, Fioretti, Rosolani, Battista

 

CLASSIFICA – K Sport Montecchio Gallo 33; Vigor Senigallia 31; Accademia Granata 30; Nuova Altofoglia 22; Palombina, Delfino Fano 19; Gabicce Gradara 15; Ponterosso 8; Senigallia calcio, Pergolese 6

MARCATORI – reti 13: Stecconi (Vigor Senigallia); reti 12: Gambelli (Palombina), Lutsak (Palombina); reti 10: Tamburini (Delfino Fano); reti 8: Borgognoni (Ponterosso), Guglielmo (K Sport Montecchio Gallo)

Prossimo turno  – K Sport Montecchio Gallo – Pergolese, Delfino Fano – Gabicce Gradara, Senigallia calcio – Palombina, Accademia Granata – Vigor Senigallia, Ponterosso – Nuova Altofoglia

GIRONE B 

La Giovane Ancona vince sul Camerano e vede la finale a tre per l’assegnazione del titolo regionale. A tre giornate dal termine i sei punti di vantaggio sono tutto in considerazione anche del fatto che la Maceratese, seconda in classifica, deve riposare e lo farà in coincidenza dell’ultima giornata di campionato. L’undici di Petrini ha disputato comunque una buona stagione tanto che, come è prevedibile, stando ai numeri attuali, che potrebbe chiudere con il miglior attacco del Girone e con il suo attaccante Cacciamani in testa alla classifica dei cannonieri. Negli scontri diretti l’undici dorico ha vinto 3-4 a Macerata e pareggiato al ritorno 2-2.

Junior Jesina – Maceratese 2-3 Paoletti, Borocci, Borgiani, Fratini, Poloni

JUNIOR JESINA – Morosini, Baioni, Novelli, Moretti, Romagnoli, Borocci, Paoletti, Manuali, Boccasile, Mancini, Rinaldi. All. Mancinelli

MACERATESE – Velaj, Ciappelloni, Monti, Blunno, Angeletti (Tombolini Eugenio) Pallotta, Luciani (Moriconi) Poloni (Sgalla) Fratini (Cacciamani) Borgiani (Marcolini) Marchionni (Salvatelli). All. Petrini – A disp. Morresi

Giovane Ancona – Camerano 4-2 Dubbini, Dubbini, Dubbini, Mariotti, Cupido, Polenta

GIOVANE ANCONA – Mazzantini, Matteucci (Fianchini), Lo Giudice (Lucchi), Turano, Baldelli (Palma), Maiolini, Michetti (Pasquarella), Muratori, Zicchella (Mariotti), Dubbini, Duranti (Bucciarelli). All. Santini

CAMERANO – Santini, Manmini, Avarucci, Crostella (Niccolini), Santarelli, Fringuelli (Taboubi), Cori, Polenta, Beccacece P. (Camilletti), Cupido, Petrucci (Paci). All. Girolimini – A disp. Beccacece E., Marchetti, Ragni, Torregiani

Montefano – Cingolana SF 2-2 Recanatesi, Recanatesi, El Abbouli, Grassetti

MONTEFANO – Volponi, Moglie, Bianchi (Brasili), Paolorossi (Palazzo), Marinangeli (Scarponi), Nardi (Senesi), Violini (Radatti), Salvucci (Cingolani), Recanatesi, Lorenzini, D’Amico (Riggio). All.  Bozzi

CINGOLANA SF – Lucertoni, Albanesi, Tiranti, Angelucci, Cardella, Mosca, Marasca, Gagliardini, Grassetti, Saltamartini, El Abbouli. All. Petrarca – A disp. Barcaioni, Fidelangeli, Spadoni, Squarcia, Mercuri, Tardioli, Grilli, Ottobri 

Portorecanati – Fabriano Cerreto 3-6 Russo, Postiglione, Giorgetti, Chiavellini, Chiavellini, Chiavellini, Chiavellini, Maraniello, Crialesi

PORTORECANATI – Bruschi, Sulejman (Manzotti), Angelelli (Murtezani), Guidantoni (Rebichini), Giorgetti, Stortoni (Caporaletti), Perini, Gatto (Illuminati), Postiglione (Granato), Russo, Muciacciaro (Berdai). All. Gasparotto

FABRIANO CERRETO – Riccioni, Perfetti, Zamparini (Zappaterreni), Anibaldi (Crialesi), Ruggeri, Brodetto (Balducci), Di Matola (Maraniello), Centini, Chiavellini (Torelli), Broda (Natali), Fraboni (Monti). All. Bensi – A disp. Renzagli, Mariangeli

Recanatese – Jesina 1-2 Lorenzetti, Lorenzetti, Papini

RECANATESE – Fede, Ciccarilli, Generosi, Maccaroni, Carpini, Angelici, Doria, Ghergo, Papinmi, Panzieri, Pizzicotti. All. Sperandio – A disp. Splendiani, Cerasa, Luca, Chiaramoni, Sampaolesi, Palmieri, Provvidenti, Calabrese

JESINA –  Natalini, Catani, Broglia (Vitali), Cotichella (Vittori), Coppari, Baldi (Barchiesi), Carletti (Tesei), Ariste’ (Refi), Lorenzetti, Coltorti (Moreschi), Gjeta (Brunella). All. Mariotti – A disp. Costarelli, Gambadori

Riposa Matelica

 

CLASSIFICA – Giovane Ancona 35; Maceratese 29; Recanatese 22; Jesina, Portorecanati 21; JuniorJesina 20; Matelica 19; Fabriano Cerreto 17; Camerano 14; Montefano 9; Cingolana SF 8

MARCATORI – reti 19: Cacciamani (Maceratese); reti 14: Dubbini (Giovane Ancona); reti 13: Chiavellini (Fabriano Cerreto), Lorenzetti (Jesina) 

Prossimo turno – Matelica – Recanatese, Maceratese – Montefano, Fabriano Cerreto – Junior Jesina, Jesi – Giovane Ancona, Camerano – Portorecanati. Riposa – Cingolana SF

GIRONE C 

Atletico Ascoli – Centobuchi 4-0

Fermo – Cuprense 10 aprile

Borgo Rosselli – Civitanovese 3-1

Real Elpidiense – Academy Civitanovese 2-3

Castel di Lama – Sambenedettese 4 aprile

CLASSIFICA – Civitanovese, Fermo 28; Atletico Ascoli 25; Academy Civitanovese 23; Sambenedettese 22; Castel di Lama 20; Borgo Rosselli 18; Cuprense, Centobuchi 9; Real Elpidiense 6

GIOVANISSIMI REGIONALI UNDER 15

GIRONE B 

Fabriano Cerreto – Giovane Ancona 0-1

Nuova Folgore – Moie Vallesina 3-5

Recanatese – Robur 1-1

Montemilone Pollenza . Camerino Castelraimondo 1-5

Tolentino – Caldarola 2-1

Riposa Osimana

CLASSIFICA – Giovane Ancona 35; Nuova Folgore 25; Moie Vallesina 24; Camerino Castelraimondo 23; Tolentino 22; Robur 21; Caldarola 18; Osimana 16; Fabriano Cerreto 14; Montemilone Pollenza 8; Recanatese 6

ALLIEVI UNDER 17 PROVINCIALE

GIRONE B 

CLASSIFICA – Trecastelli 27; Marina 26; Villa San Martino 25; Muraglia 23; Della Roveere 22; Football Club Academy 21; Carissimi 12; S.Orso, Ostra 9; Academy MarottaMondolfo 0

GIRONE C 

CLASSIFICA – Castelfrettese 29; Biagio Nazzaro 28; Borghetto 24; Moie Vallesina 22; Aurora Jesi 19; Sassoferrato Genga 18; Le Torri Castelplanio 15; Monserra 13; Agugliano Polverigi 5; Cupramontana 1

MARCATORI – reti 20: Schiaroli (Biagio Chiaravalle); reti 18: Polenta (Castelfrettese); reti 10: Maltempi (Moie Vallesina); reti 9: Cerasa (Castelfrettese), Rossini (Monserra); reti 8: Bettini (Sassoferrato Genga), Scarpini (Borghetto)

PROSSIMO TURNO – Aurora Jesi – Moie Vallesina, Biagio Nazzaro – Sassoferrato Genga,  Le Torri Castelplanio – Agugliano Polverigi, Monserra- Borghetto, Castelfrettese – Cupramontana

GIRONE D  

CLASSIFICA – Osimana 34; Castelfidardo 30; Portuali 25; Nuova Folgore 24; Atletico Conero 22; Vigor Castelfidardo 18; Filottranese 15; Candia Baraccola Aspio 7; Loreto 3; Junior Ancona 0

©riproduzione riservata




Calcio Giovanile / Filottranese, oggi al via il XXI “Città di Filottrano” per la categoria Esordienti

Il ponte di Pasqua all’insegna del calcio giovanile: 40 partite per festeggiare i 35 anni di attività della scuola calcio élite “Massimo Ciocci”

FILOTTRANO, 28 marzo 2023 – Come ogni anno durante le vacanze pasquali, da giovedì 28 marzo a lunedì 2 aprile, si terrà il torneo “Città di Filottrano”, dedicato alla categoria Esordienti, tra il “San Giobbe” e l’Antistadio adiacente.

In questa 21^ edizione toccherà agli atleti nati nel 2011 rappresentare la Filottranese nel torneo di casa. Partecipano al torneo anche Jesina, Santa Maria Apparente, Montefano, Academy Civitanovese, Giovane Ancona, Aurora Jesi, Camerano, Vigor Senigallia, Vigor Castelfidardo, Real Metauro, Moie Vallesina, Ancona, MonSerra, Aurora Treia e Salesiana Vigor. In questi istanti si sta giocando la partita inaugurale tra Jesina e Santa Maria Apparente.

Le 16 squadre partecipanti, divise in 4 gruppi, si affronteranno per la fase a gironi da giovedì 28 a sabato 30 marzo, per poi scontrarsi in semifinali e finali nel lunedì di Pasquetta, 2 aprile, giorno in cui verranno premiate tutte le squadre che hanno disputato il torneo. Di seguito, il tabellone completo con tutte le gare.

©riproduzione riservata




Eccellenza / Il tetto sopra tutti ora è viola: Chiesanuova e Castelfidardo da playoff

Nella 26esima il ko interno della Civitanovese contro le fisarmoniche ha aggiornato lo scenario in testa in favore del Montefano. Al ritorno dalla pausa sarà tutto nelle mani di mr. Mariani

Vallesina, 19 marzo 2024 – La tempesta, prima della quiete. La quart’ultima giornata di Eccellenza, prima della sosta per la festività pasquale.

Capovolgendo il titolo di quella famosa poesia di Leopardi per utilizzarlo in relazione a quanto accaduto nella scorsa giornata, non andremmo tanto lontani da quanto questa ci abbia mostrato.

Il campionato, proprio prima di fermarsi, ha manifestato l’ennesimo ribaltone. Questa volta riguardante addirittura quella testa della classifica a lungo difesa da una stessa squadra. Come se in questi mesi non fossero bastate le montagne russe della zona playoff, anche lassù, più in alto di tutti, c’è stato ancora da aggiornare qualcosa.

Fino al prossimo 7 aprile, giorno in cui il campionato rimetterà in moto la sua macchina, sosterà infatti in prima piazza il Montefano. Piazzatisi a +1 dalla Civitanovese nel mentre sconfitta al ‘Polisportivo’ dal Castelfidardo, i viola hanno compiuto, in cinque giornate da quando finirono secondi, la missione non semplice di scalzare i rossoblù dopo esser finiti in questo breve intervallo di tempo addirittura a -5.

Il lavoro straordinario di Mariani ed i suoi ragazzi, si è concretizzato a Macerata. Non un luogo indifferente da cui passare, sia per la dimensione comunque occupata dalla Rata per la sua storia, sia per il grande periodo di forma che stavano attraversando Ruani e i suoi al momento della sfida. Eppure, grazie ad un ‘euro Alla’, il Montefano ha vinto da grande squadra un match che potrà davvero risultare illuminante alla fine.

Ernest Alla nell’istante successivo la realizzazione del gol valido a stendere la Maceratese. Uno 0-1 che ha valso il raggiungimento della vetta per il Montefano in un momento cardine della stagione.

 

Attenzione comunque alle sorprese. Nonostante lo stesso allenatore viola non si sia mai smarcato dalle pressioni, sostenendo a lungo, con grande onestà, quante caratteristiche positive abbia la sua squadra per poterlo vincere questo campionato, mantenersi in testa alla ripresa non sarà certo impresa semplice. Vuoi per il calendario, con Urbino e Civitanovese stessa nelle prime due dopo la pausa, vuoi per il nuovo assetto psicologico, inverso a quella di inseguitrice, da dover adottare ferocemente viste le avversarie a ridosso.

Tra queste, dobbiamo metterci il Chiesanuova, che dopo il 4-1 interno al Montegranaro, non solo ha ipotecato la zona playoff, anzi.

A -3 dai primatisti, come a questo punto nel girone d’andata pur avendo perso a quel tempo con gli stessi veregrensi schiantati questa volta all’’Ultimi’, i treiesi hanno ancora una volta dimostrato con quanta continuità stiano attaccando questa stagione. Basti pensare al ‘semplice’ dato sulla longevità attraverso cui si sta mantenendo un posto per i prossimi spareggi verso la D, ormai mantenuto dalla settima giornata.

Anche l’Urbino, avendo battuto la Jesina, potrà usufruire della pausa con il morale a ridosso delle stelle.

Ragionando in queste due settimane su come toccarle, lo stop può rappresentare una grande arma per preparare come meglio non si può la vertiginosa sfida di rientro al Dell’Immacolata.

Per quanto riguarda i leoncelli, questi venti giorni serviranno come il pane per cercare di raddrizzare questo percorso. Che cosa servirà, dopo sei sconfitte consecutive ed un solo gol segnato nelle altrettante sfide, va discusso ad un tavolo dove non dovranno essere omessi unità d’intenti e sincerità reciproca.

Il tempo a disposizione per lavorare a mente un po’ più fredda ci sarà. Per scappare dalle sabbie mobili, andrà centellinato minuziosamente.

Nelle stesse zone, ad aver fatto risultato sono state Sangiustese e Montegiorgio. La prima, riuscendo a segnare tre reti al ‘Colle Vaccaro’ si è fermata a 21 punti (a -6 dalla Jesina). La seconda in casa propria, inceppando il K Sport, ha ottenuto un secondo pareggio consecutivo che ha smosso la classifica quanto bastava per accorciare e tenersi lo spiraglio di disputare i playout.

ECCELLENZA MARCHE

12° GIORNATA girone ritorno domenica 7 aprile

Monturano – Chiesanuova, Castelfidardo – Maceratese, Jesina – Osimana, K Sport Montecchio Gallo – Azzurra Colli, Montegranaro – Montegiorgio, Montefano – Urbino, Sangiustese – Urbania, Tolentino – Civitanovese

CLASSIFICA

Montefano 48; Civitanovese 47; Chiesanuova 45; Urbino 44; Castelfidardo 42; Maceratese, Montegranaro, K Sport Montecchio Gallo 39; Osimana 37; Urbania 35; Tolentino 33; Jesina 27; Sangiustese 21; Montegiorgio, Monturano 19; Azzurra Colli 16

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 14: Alessandroni (Osimana);

reti 12: Sartori (Urbino);

reti 9: Sbarbati (Chiesanuova)

reti 8: Borrelli (Tolentino), Handzic (Sangiustese), Perpepaj (Montegranaro)

©riproduzione riservata




Eccellenza / Un cinico Montefano batte la Maceratese 0-1 e vola al primo posto

Il gol di Alla a 6 minuti dalla fine vale la seconda vittoria di fila e il settimo risultato utile: sorpassata la Civitanovese in vetta. I biancorossi, in 10 dal 25′ per l’espulsione del portiere Gagliardini, si mangiano le mani, con diverse occasioni sciupate prima del colpo del ko

MACERATA, 17 marzo 2024 – Un cinico Montefano espugna l’Helvia Recina e si regala una Pasqua in vetta alla classifica. La squadra di Mariani, infatti, ha battuto 0-1 la Maceratese con un gol all’84° di Alla, sorpassando al primo posto la Civitanovese sconfitta dal Castelfidardo. I locali di Ruani, in dieci per 75 minuti a causa dell’espulsione del portiere Gagliardini, si mangiano le mani per aver sciupato diverse occasioni per passare in vantaggio. Alla fine, però, i tre punti prendono la strada della SP361 in direzione Nord.

Primo tempo

Nel primo tempo la Maceratese parte meglio, ma nel suo momento migliore va in superiorità numerica, facendo di conseguenza crescere il Montefano. Al 10’ Mancini riceve palla dalla sinistra e tira in area di rigore, fuori. Due minuti dopo Pagliari va in progressione e tenta il rasoterra da 20 metri, senza trovare lo specchio della porta.  Siamo al 17’ quando Mancini dalla destra mette in mezzo per Perri che tira di prima intenzione, un difensore mura la conclusione e il 9 biancorosso manda fuori da ottima posizione. David è poi attento sul cross dalla destra di Minnozzi.

Al 23’ si fa vedere il Montefano, con la conclusione da 25 metri di Morazzini che finisce alta sopra la traversa. Dall’altra parte Perri controlla il pallone tra le maglie della difesa ospite al limite dell’area e scarica verso Minnozzi che tira, la sfera finisce alta di un soffio.

Nel momento migliore dei locali arriva l’episodio che cambia l’inerzia della gara: siamo al 25’ quando Palmucci viene lanciato in contropiede solo davanti al portiere Gagliardini, il quale fa fallo poco fuori dall’area di rigore. L’arbitro Ferroni di Fermo non può far altro che estrarre il cartellino rosso per fallo da ultimo uomo. Sul piazzato successivo di Alla, la barriera devia in corner. Ruani sceglie di togliere Perri per inserire il portiere di riserva Amico.

Gli ultimi 10 minuti della prima frazione

Il Montefano comincia a creare gioco e a inserirsi negli spazi che si creano a causa dell’espulsione. Al 35’ Morazzini mette in mezzo per Dell’Aquila, il quale devia in scivolata senza trovare la porta, ma l’arbitro ferma tutto per fuorigioco. Poco dopo ancora Dell’Aquila raccoglie un lancio lungo dalla propria metà campo e fa sponda verso Palmucci, che tenta il tiro da 25 metri, Amico ci arriva in due tempi poco sotto la traversa. Mister Mariani, dopo quest’azione, sostituisce Dell’Aquila per Latini, probabilmente per un fastidio del numero 9 ospite.

Al 38’ De Luca lancia in profondità Bonacci al centro, Luciani riesce a proteggere la sfera in area e a guadagnarsi un calcio di punizione. Quindi Alla, qualche secondo più tardi, verticalizza per l’accorrente Di Matteo che tira di prima intenzione appena entrato in area, Amico è attento e riesce ad intervenire. Nel finale di tempo torna a farsi vedere la Maceratese: Pagliari batte una punizione dalla sinistra, con i pugni David anticipa gli avversari in mischia.

Ci prova anche Minnozzi con un piazzato dalla destra da 25 metri, ma non trova la porta. Nel secondo minuto di recupero, Palmucci crossa verso l’area di rigore, un difensore di casa sporca la palla prima dell’arrivo di Latini, permettendo ad Amico di recuperare in presa. Il primo tempo finisce 0-0.

Secondo tempo

Nella ripresa la Maceratese gioca meglio, seppur in inferiorità numerica, ma viene punita da un cinico Montefano a 6 minuti dalla fine. Al 46’, sugli sviluppi di un corner, Sensi cicca la rovesciata ma la sfera arriva a Minnozzi sulla destra, il quale prova il diagonale rasoterra, la sfera finisce fuori sul secondo palo. Tre minuti dopo Mancini si libera sulla destra, va in progressione e crossa rasoterra dalla parte opposta per Cirulli il quale, a un passo dalla porta, tira clamorosamente a lato.

Al 50’ Cirulli restituisce il favore a Mancini, consegnandogli il pallone in contropiede, ma poco prima dell’area di rigore Postacchini recupera e si rifugia in rimessa laterale. Passano 7 minuti e Palmucci va in progressione e tenta la conclusione da 25 metri, Amico controlla in presa. Dall’altra parte i biancorossi continuano ad attaccare: Cirulli raccoglie un lancio dalla destra, serve in mezzo per Minnozzi che prova la mezza rovesciata, la difesa mura il tentativo e la palla finisce fuori in calcio d’angolo.

Siamo al 66’ quando la barriera rimpalla una punizione dal limite di Minnozzi. Dall’altra parte Bonacci da metà campo lancia il subentrato Calamita sulla destra in profondità, mette in mezzo per Sindic che tira addosso agli avversari da buona posizione in area, poi la difesa della Maceratese allontana.

Il gol di Alla e l’assedio locale

Quando le due squadre sembravano accontentarsi dello 0-0, ecco il colpo decisivo del Montefano. Minuto numero 84: Alla parte in progressione da 35 metri, va avanti e dalla distanza scaraventa un preciso bolide a mezz’altezza sul quale Amico non può arrivare sull’angolino basso, facendo esplodere di gioia i sostenitori dei viola nel settore ospiti. Nei minuti finali parte l’assedio della Maceratese: il pallonetto di Ruani da 40 metri si stampa alto sopra la traversa, poi David è attento su un pericoloso cross di Gomis sugli sviluppi di una rimessa laterale.

Al 89’ Luciani crossa dalla sinistra verso D’Ercole il quale, tutto solo in area di rigore, indirizza di testa sulle mani di David. In pieno recupero un’altra incornata, questa volta di Sensi sugli sviluppi di un piazzato, viene afferrata dal portiere ospite, attento poi ad anticipare Gomis sulla punizione di Ruani da 40 metri. Il match si conclude con il calcio piazzato di Sindic finito a lato alla sinistra di Amico.

La festa del Montefano sotto il settore ospiti

Cinico Montefano, Maceratese beffata

Il Montefano batte 0-1 la Maceratese e passa in testa alla classifica. I padroni di casa si mangiano le mani per non aver concretizzato le tante occasioni da gol create. Non sono mancate polemiche, da parte dei biancorossi, per la direzione arbitrale di Ferroni di Fermo, soprattutto a causa dell’espulsione del portiere Gagliardini al 25’ del primo tempo. In inferiorità numerica, comunque, la Rata ha giocato meglio della formazione ospite.

D’altro canto, però, i viola di Mariani si sono dimostrati una grande squadra, capace di trovare l’invenzione giusta per sbloccare la partita. Merito di Alla, che con un bolide da fuori area ha deciso una partita che sembrava avviarsi verso lo 0-0. Dopo la pausa, il Montefano sfida l’Urbino in casa il 7 aprile alle ore 16.00: lo striscione degli Ultras Montefano 1972 recita “CreDiamoci” e ora il club di patron Bonacci ha in mano il proprio destino, per un sogno chiamato Serie D.

Tabellino

RETE – 84’ Alla

MACERATESE – Gagliardini, Martedì (86’ Di Ruocco), Luciani, Strano, Sensi, Pagliari (69’ Ruani), Mancini, Gomis, Perri (28’ Amico), Minnozzi (78’ D’Ercole), Cirulli (87’ Iulitti). All. Ruani – A disp. Vittorini, Nicolosi, Massei, Compagnucci

MONTEFANO – David, Morazzini, De Luca G. (77’ Stampella), Alla, Monaco, Postacchini, Di Matteo (69’ De Luca E.), Sindic, Dell’Aquila (38’ Latini), Palmucci (90’ Guzzini), Bonacci (58’ Calamita). All. Mariani – A disp. Bentivogli, Orlietti, Pjetri, Guzzini, Toro.

ARBITRO – Ferroni di Fermo (assistenti Sara Silenzi di San Benedetto del Tronto, Pizzuti di Macerata)

NOTE – recupero: 3’ +  5’; ammoniti: Strano (MC), Latini (MF), Mancini (MC), Martedì (MC), Palmucci (MF), Calamita (MF), Luciani (MC); espulso al 25’ Gagliardini (MC) per fallo da ultimo uomo

ECCELLENZA MARCHE

11° GIORNATA girone ritorno 

Azzurra Colli – Sangiustese 0-3 Tulli, Tombolini, Handzic (Tuderti di Reggio Emilia), Chiesanuova – Montegranaro 4-1 Trabelsi, Trabelsi, Iommi, Sbarbati, Perpepaj (Mancini di Macerata), Civitanovese – Castelfidardo 0-1 Nanapere (Gambirasio di Bergamo), Maceratese – Montefano 0-1 Alla (Ferroni di Fermo), Montegiorgio – K Sport Montecchio Gallo 0-0 (Chiacchiarelli di San Benedetto), Osimana – Monturano 1-0 Fermani (Eletto di Macerata), Urbania – Tolentino 1-1 Mistura, Garcia (Animento di Macerata), Urbino – Jesina 1-0 Sartori (Tasso di Macerata)

CLASSIFICA

Montefano 48; Civitanovese 47; Chiesanuova 45; Urbino 44; Castelfidardo 42; Maceratese, Montegranaro, K Sport Montecchio Gallo 39; Osimana 37; Urbania 35; Tolentino 33; Jesina 27; Sangiustese 21; Montegiorgio, Monturano 19; Azzurra Colli 16

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 14: Alessandroni (Osimana);

reti 12: Sartori (Urbino);

reti 9: Sbarbati (Chiesanuova)

reti 8: Borrelli (Tolentino), Handzic (Sangiustese), Perpepaj (Montegranaro)

 

12° GIORNATA girone ritorno domenica 7 aprile

Monturano – Chiesanuova, Castelfidardo – Maceratese, Jesina – Osimana, K Sport Montecchio Gallo – Azzurra Colli, Montegranaro – Montegiorgio, Montefano – Urbino, Sangiustese – Urbania, Tolentino – Civitanovese

Giacomo Grasselli 

©riproduzione riservata

 




Eccellenza / Ventiseiesima giornata con i fiocchi: il programma e gli arbitri

Tre scontri diretti interni alle prime cinque posizioni. L’unica tra quelle in alto a non vedersela con una della sua classe è l’Urbino, pronto ad ospitare la Jesina

Vallesina, 16 marzo 2024 – Sarà, con ogni probabilità, un crocevia definitivo quello che caratterizzerà la quartultima giornata di Eccellenza.

Vista l’entità degli scontri diretti che la caratterizzeranno, forse il più importante in assoluto.

Ne sanno qualcosa Castelfidardo e Maceratese, che a partire dal proprio quinto posto in condivisione si appresteranno ad affrontare rispettivamente Civitanovese e Montefano. Per qualunque di queste quattro, vincere potrà significare un grande step successivo per il fine stagione. I biancoverdi e i biancorossi sono alla ricerca della conferma identitaria necessaria a rimanere in alto e le gare del ‘Polisportivo’ e dell’Helvia Recina’ sono stimolanti al massimo sotto questo aspetto.

Anche il Chiesanuova è pronto ad un big match assoluto. Al ‘Sandro Ultimi’ la sfida al Montegranaro potrebbe prestarsi alla possibilità seria di staccare definitivamente una diretta concorrente ai playoff. In più, c’è da vendicare quella sconfitta in extremis maturata all’andata in terra veregrense.

L’Urbino, rispetto alle altre sue compagne di classe, avrà sulla carta un impegno più abbordabile dovendo ospitare questa Jesina deperita.

Leoncelli che in settimana hanno compiuto 97 anni ma che continuano ad essere contestati, soprattutto la società, dalla tifoseria che non si rassegna a passerella domenicali di così basso profilo.

Le squadre di ‘centro’, Urbania ed Osimana, dovranno vedersela dalle proprie parti con Tolentino e Monturano Campiglione. I ‘cremisi’ non potranno ancora scherzare con il fuoco, il Monturano invece per rimanere nella zona calda playout non dovrà lasciar punti ad una squadra uscita sconfitta solo due volte nel girone di ritorno.

L’Azzurra Colli in casa sua potrebbe tentare l’aggancio giusto per affrancarsi dal pesante legame con l’ultimo posto sempre occupato fino ad oggi. La Sangiustese, avanti di solo due punti dagli ascolani, sarà direttamente interessata per evitare invece di toccare in maniera definitiva il fondo al ‘Colle Vaccaro’.

Infine Montegiorgio che ospita il K Sport Montecchio Gallo: da qualsiasi parte la si guardi chi prende tre punti ha fatto tombola!

ECCELLENZA MARCHE

11° GIORNATA girone ritorno 

Azzurra Colli – Sangiustese (Tuderti di Reggio Emilia), Chiesanuova – Montegranaro (Mancini di Macerata), Civitanovese – Castelfidardo(Gambirasio di Bergamo), Maceratese – Montefano (Ferroni di Fermo), Montegiorgio – K Sport Montecchio Gallo (Chiacchiarelli di San Benedetto), Osimana – Monturano (Eletto di Macerata), Urbania – Tolentino (Animento di Macerata), Urbino – Jesina (Tasso di Macerata)

CLASSIFICA

Civitanovese 47; Montefano 45; Chiesanuova 42; Urbino 41; Castelfidardo, Maceratese, Montegranaro 39; K Sport Montecchio Gallo 38; Urbania, Osimana 34; Tolentino 32; Jesina 27; Monturano 19; Montegiorgio, Sangiustese 18; Azzurra Colli 16

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 14: Alessandroni (Osimana);

reti 11: Sartori (Urbino);

reti 8: Borrelli (Tolentino)

reti 7: Nunez (Urbania), Bardeggia (K Sport  Montecchio), Tonuzi (Montegranaro), Handzic (Sangiustese), Sbarbati (Chiesanuova), Perri (Maceratese), Papa (Montefano), Perpepaj (Montegranaro)

reti 6: Defendi (Chiesanuova), Napapere (Castelfidardo), Becker (Civitanovese)

12° GIORNATA girone ritorno domenica 7 aprile

Monturano – Chiesanuova, Castelfidardo – Maceratese, Jesina – Osimana, K Sport Montecchio Gallo – Azzurra Colli, Montegranaro – Montegiorgio, Montefano – Urbino, Sangiustese – Urbania, Tolentino – Civitanovese

©riproduzione riservata

 

 

 




Eccellenza / La Civitanovese pareggia il Montefano non sbaglia e si rifà sotto a -2 Maceratese mai così bene

Nella venticinquesima, oltre a viola e biancorossi vincono Chiesanuova ed Urbino. Castelfidardo ed Osimana finiscono per non farsi male

Vallesina, 12 marzo 2024 – Che questo campionato ci farà rimanere sull’attenti fino a chiusura, è chiaro ormai da mesi. Anche la decima di ritorno è stata testimonianza che, nonostante manchino solo cinque giornate allo scadere, di cominciare a fare calcoli non è ancora il caso.

Dopo il ‘tormentato’ pari infrasettimanale di mercoledì scorso contro l’Osimana, Il Montefano ha infatti riottenuto lo status di principale antieroe rispetto alla Civitanovese. Grazie alla vittoria sul Monturano Campiglione, tramite le gesta di un ispiratissimo Papa, i viola con due gol hanno allegoricamente accorciato a -2 dai rossoblù. Di nuovo. Il sogno continua, dunque. Anche grazie al pareggio con cui il K Sport Montecchio ha rialzato la china coinvolgendo la Civitanovese.

A vincere sono state poche altre: Il Chiesanuova, facendolo grazie ad uno 0-3, ha tenuto fede alla propria brillante tradizione in uno degli impianti più importati della categoria. Installandosi al terzo posto in solitaria con 42 punti, i treiesi hanno definitivamente relegato in un purgatorio dai tratti consolidatamente fiammeggianti la Jesina.

La Maceratese, tramite lo stesso risultato ma sul campo della Sangiustese, ha raggiunto la frontiera playoff. Pur non tastandola con entrambi i piedi, visti i pareggi con cui anche Castelfidardo e Montegranaro si sono appoggiati sui 39 punti, questa nuova terra per i biancorossi è quella che ad inizio stagione si dava per scontata. Accarezzata dopo domenica, in maniera trasversale come spesso accade in questo sport, grazie all’insospettabile Pieralvise Ruani.

La quarta ed ultima formazione capace di estrarre i tre punti dalla venticinquesima è stata l’Urbino. Sempre in territorio maceratese, è bastato un fendente mancino di Matteo Sartori in quel di Tolentino per riacciuffare la vittoria per toccare quota 41.

Al Castelfidardo non è bastato al 100% l’inizio sprint che aveva contraddistinto il derby. La fame dell’Osimana (e dell’ormai totalmente recuperato Alex Buonaventura) ha permesso ai senza testa di riprendere un match che s’era messo in salita. Il “trend” biancoverde rimane comunque in positivo, il che sarà importante da considerare quando le fisarmoniche scenderanno in campo al ‘Polisportivo’ di Civitanova per il prossimo turno.

L’1-1 tra Azzurra Colli e Montegiorgio ha rappresentato un motivo per sorridere a mezza bocca per entrambe. Agli ascolani poiché funzionale per la prima volta in campionato ad ottenere tre risultati utili consecutivi. Ai fermani invece per riassaggiare almeno un punto dopo otto sconfitte consecutive. Le situazioni di entrambe rimangono tuttavia molto complicate: quale fra le due, se c’è ne sarà una, ne verrà fuori?

ECCELLENZA MARCHE

10° GIORNATA girone ritorno  

Castelfidardo – Osimana 1-1 Braconi, Buonaventura (Ferroni di Fermo), Jesina – Chiesanuova 0-3 Badiali, Mongiello, Crescenzi (Pigliacampo di Pesaro), K Sport Montecchio Gallo – Civitanovese 0-0 (Passarotti di Mantova), Montegranaro – Urbania 1-1 Perpepaj, Paszynski (Cacchiarelli di San Benedetto), Montefano – Monturano 2-0 Papa, Bonacci (Tarli di Ascoli), Montegiorgio – Azzurra Colli 1-1 Rossini, Filiaggi (El Mouhsini di Pesaro), Sangiustese – Maceratese 0-3 Perri, D’Ercole, D’Ercole (Bogo di Oristano), Tolentino – Urbino 0-1 Sartori (Latuga di Pesaro)

CLASSIFICA

Civitanovese 47; Montefano 45; Chiesanuova 42; Urbino 41; Castelfidardo, Maceratese, Montegranaro 39; K Sport Montecchio Gallo 38; Urbania, Osimana 34; Tolentino 32; Jesina 27; Monturano 19; Montegiorgio, Sangiustese 18; Azzurra Colli 16

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 14: Alessandroni (Osimana);

reti 11: Sartori (Urbino);

reti 8: Borrelli (Tolentino)

reti 7: Nunez (Urbania), Bardeggia (K Sport  Montecchio), Tonuzi (Montegranaro), Handzic (Sangiustese), Sbarbati (Chiesanuova), Perri (Maceratese), Papa (Montefano), Perpepaj (Montegranaro)

reti 6: Defendi (Chiesanuova), Napapere (Castelfidardo), Becker (Civitanovese)

11° GIORNATA girone ritorno domenica 17 marzo

Azzurra Colli – Sangiustese, Chiesanuova – Montegranaro, Civitanovese – Castelfidardo, Maceratese – Montefano, Montegiorgio – K Sport Montecchio Gallo, Osimana – Monturano, Urbania – Tolentino, Urbnino – Jesina

 

©riproduzione riservata

 

 




Eccellenza / C’è la decima di ritorno: il programma e gli arbitri

È l’ora del derbyssimo Castelfidardo-Osimana. Missione Chiesanuova per la Jesina. Sul piedistallo K Sport Montecchio-Civitanovese

Vallesina, 8 marzo 2024 – Tutte assieme, appassionatamente. Le 16 squadre di Eccellenza, per quel che riguarderà la venticinquesima giornata, giocheranno in contemporanea alle 15.00 questa domenica.

Vista la prossimità dello scadere del campionato, per ognuna parliamo davvero di passioni in crescendo. Si, perché nessuna può sentirsi ancora certa del proprio destino. Le pulsazioni legate alla sfida tra Castelfidardo ed Osimana non necessitano di grandi presentazioni.

Marco Giuliodori allenatore Castelfidardo

Tuttavia, per i biancoverdi il derbyssimo può rappresentare un ulteriore trampolino per sognare in grande nel finale di stagione.

Seppur dotata di minor campanilismo, anche la gara tra K Sport Montecchio e Civitanovese mette sul piatto presupposti importanti sotto l’aspetto della pesantezza dei punti in palio. Soprattutto per i rossoblù, primatisti dal 3 dicembre. Il K Sport non vorrà però masticare ancora amaro dopo due sconfitte ed un pareggio.

Il Montegranaro avrà in casa la possibilità di riesplodere le polveri rimaste bagnate dopo lo 0-0 di Colle Vaccaro. Allo stadio ‘La Croce’ scenderanno i durantini dell’Urbania, per una gara che si prospetta davvero divertente.

Montefano e Monturano Campiglione si giocano molto al ‘Dell’Immacolata’. Un impegno sulla carta più rivolto verso i viola, che non potranno però permettersi di abbassare la tensione contro una squadra affamata di punti salvezza.

La Sangiustese, per gli stessi motivi che muovono le intenzioni dei fermani, vorrà portare via punti alla Maceratese. Passando magari per un’altra bella prestazione, sperando che questa risulti sufficiente al pieno per mister Giandomenico e i suoi.

La Jesina non potrà permettere al Chiesanuova di far riaffiorare sul campo del ‘Carotti’ altri bei momenti. Con i treiesi lanciatissimi verso la zona playoff, mister Strappini dovrà toccare le corde dell’orgoglio ai suoi ragazzi per fermare Pasqui & co.

Se tra le sei citate per essere coinvolte in queste tre sfide vi è una distanza di punti molto consistente, tra Montegiorgio ed Azzurra Colli non varrà la stessa cosa. Vagnoni e Morelli, traghettatori della claudicante stagione di entrambe, si affacciano a questo scontro di bassa quota con sole due lunghezze a dividerli.

Il Tolentino, dopo la sconfitta dell’Helvia Recina, riceverà dalle sue parti un’altra squadra ferita dalla scorsa, ultima, giornata: l’Urbino di Ceccarini.

ECCELLENZA MARCHE

10° GIORNATA girone ritorno  

Castelfidardo – Osimana (Ferroni di Fermo), Jesina – Chiesanuova (Pigliacampo di Pesaro), K Sport Montecchio Gallo – Civitanovese (Passarotti di Mantova), Montegranaro – Urbania (Cacchiarelli di San Benedetto), Montefano – Monturano (Tarli di Ascoli), Montegiorgio – Azzurra Colli (El Mouhsini di Pesaro), Sangiustese – Maceratese (Bogo di Oristano), Tolentino – Urbino (Latuga di Pesaro)

CLASSIFICA

Civitanovese 46; Montefano 42; Chiesanuova 39; Castelfidardo, Urbino, Montegranaro 38; K Sport Montecchio Gallo 37; Maceratese 36; Urbania, Osimana 33; Tolentino 32; Jesina 27; Monturano 19; Sangiustese 18; Montegiorgio 17; Azzurra Colli 15

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 14: Alessandroni (Osimana);

reti 10: Sartori (Urbino);

reti 8: Borrelli (Tolentino)

reti 7: Nunez (Urbania), Bardeggia (K Sport  Montecchio), Tonuzi (Montegranaro), Handzic (Sangiustese), Sbarbati (Chiesanuova)

reti 6: Perri (Maceratese), Defendi (Chiesanuova), Napapere (Castelfidardo), Papa (Montefano), Perpepaj (Montegranaro), Becker (Civitanovese)

11° GIORNATA girone ritorno domenica 17 marzo

Castelfidardo – Osimana, Jesina – Chiesanuova, K Sport Montecchio Gallo – Civitanovese, Montegranaro – Urbania, Montefano – Monturano, Montegiorgio – Azzurra Colli, Sangiustese – Maceratese, Tolentino – Urbino

©riproduzione riservata

 




Eccellenza / Un punto a testa per Osimana e Montefano: 0-0 al “San Giobbe” di Filottrano

Una bella partita nonostante il campo pesante: nel primo tempo palo di Bonacci e Alessandroni fermato dall’esterno della rete. Nella ripresa Dell’Aquila e ancora Alessandroni sciupano il colpo del ko. Civitanovese a +4 dai viola 

FILOTTRANO, 6 marzo 2024 – Al “San Giobbe” di Filottrano non ci sono reti tra Osimana e Montefano. Il posticipo della 24^ giornata di Eccellenza Marche, disputato in campo neutro e a porte chiuse dopo i fatti di Massa Martana, ha visto la squadra di Aliberti e i ragazzi di Mariani dividersi un punto a testa, al termine di una gara equilibrata, condizionata da un manto erboso reso pesante dalla fitta pioggia scesa in mattinata.

Primo tempo

Nei primi 45 minuti viola e giallorossi si affrontano a viso aperto, con gli ospiti che vanno più vicini a trovare il vantaggio. Passano 15 secondi dall’inizio della sfida e Fermani prova il tiro su una palla vagante, senza trovare lo specchio della porta. Al 2’ Morazzini cross dalla destra Morazzini, la difesa dell’Osimana respinge in rimessa laterale con Bonacci pronto alla ribattuta in rete. Dall’altra parte Tittarelli fa sponda di testa verso Bugaro, il quale scappa sulla sinistra con il pallone, entra in area e riconsegna il pallone all’attaccante cingolano, che si gira e tira, sfera a lato.

Al 19’ i difensori del Montefano lanciano in profondità Bonacci che si coordina e calcia dal limite, la traiettoria lenta colpisce in pieno il palo e ritorna in campo; poi, sugli sviluppi dell’azione, Santarelli respinge in due tempi un pericoloso cross dalla destra. Quattro minuti dopo Mosquera inventa un gran filtrante in scivolata verso Alessandroni sulla sinistra, il quale entra in area, si accentra e tira, colpendo esterno della rete sul primo palo

Siamo al 34’ quando Monaco lancia Bonacci in contropiede sulla sinistra, in quale appoggia a Guzzini che tira a botta sicura dal limite, Patrizi in scivolata salva Santarelli deviando in corner. Passano tre minuti e Borghese serve Alessandroni con un bel filtrante: l’11 giallorosso in area si aggiusta il pallone e tira, ma Monaco si immola di corpo prima che il pallone arrivi verso lo specchio. Al 41’ Palmucci si libera di tre difensori e prova il rasoterra da 25 metri, Santarelli ci arriva senza problemi. Il primo tempo termina 0-0.

Secondo tempo

A inizio ripresa il Montefano ha due ghiotte occasioni per trovare il vantaggio, ma l’espulsione di Orlietti al 76’ rende pericolosa l’Osimana sul finale di match. Dopo 30 secondi dall’inizio del secondo tempo, Guzzini ci prova dal limite dopo un’incursione dei viola, la conclusione finisce ampiamente a lato. Al 48’ Falcioni lancia Tittarelli, la difesa anticipa il 9 locale ma la palla arriva sui piedi di Borgese che tira, sfera alta sopra la traversa.

Quattro minuti più tardi Dell’Aquila, sfruttando un contrasto in area osimana, tira da buona posizione sulle mani di Santarelli. Al 54’ Alla sulla sinistra in area mette in mezzo per Dell’Aquila a un passo dalla porta, dopo un rimpallo la palla arriva in bocca a Santarelli. Otto minuti più tardi Postacchini scarica sulla sinistra in area per Giovanni Di Luca, il suo tiro-cross finisce abbondantemente fuori. Quindi il neo-entrato Di Matteo indirizza un tiro cross dalla destra, Santarelli anticipa tutti in presa.

Gli ultimi 15 minuti

Minuto numero 76’: Tittarelli vince un contrasto a metà campo, parte in progressione e verticalizza rasoterra verso Straccio che si invola sulla destra, costringendo Orlietti al fallo. Per Cocci di Ascoli Piceno è fallo da ultimo uomo, così l’ex Jesina viene espulso. Sulla seguente punizione, Bambozzi tira sulla barriera, sulla respinta Buonaventura prova il tiro ma calcia alle stelle, infortunandosi al momento della conclusione.

Siamo al 82’ quando Patrizi lancia in profondità Alessandroni, Pjetri manca l’intervento e Alessandroni calcia sulla destra in diagonale sul palo opposto, la palla finisce fuori di un soddio. Dall’altra parte è Bambozzi a sbagliare un controllo, Emanuele De Luca ne approfitta per andare in progressione in contropiede, arriva in area e appoggia sulla sinistra su Stampella, un difensore locale devia in corner. Quindi Bugaro ci prova da 25 metri, ma non centra lo specchio.

In pieno recupero, Bambozzi batte una punizione da posizione defilata sulla destra dai 25 metri. La traiettoria del pallone arriva sui guantoni di David che respinge sulla traversa; quando il pallone torna in campo c’è una serie di batti e ribatti in area, con la retroguardia del Montefano che riesce ad allontanare il pericolo. La mischia finale del Montefano non produce gli effetti desiderati, così la sfida finisce 0-0.

Montefano a -4 dal primo posto, Osimana a -5 dai play-off

Il pari è il risultato giusto per quanto si è visto in campo, con due squadre che hanno giocato una bella partita su di un campo ai limiti dell’impraticabilità. Sia la banda di Mariani che gli uomini di Aliberti hanno avuto le loro occasioni per passare in vantaggio, gli osimani con Alessandroni, i montefanesi con Bonacci e Dell’Aquila. I migliori in campo, però, sono i difensori Patrizi e Monaco, che hanno salvato in due occasioni i propri compagni da due reti praticamente fatte.

La Civitanovese ringrazia e ora sale a +4 dal Montefano a 6 giornate dalla fine. L’Osimana fa un passo in avanti verso i play-off, ora distanti 5 punti. Nel prossimo turno, la squadra di Mariani ospita il Monturano Campiglione, mentre i senzatesta di Aliberti giocheranno il derby contro il Castelfidardo al “Mancini”.

Tabellino

OSIMANA – Santarelli, Falcioni, Mosquera (70’ Straccio), Borgese (62’ Bambozzi), Patrizi, Micucci, Bugaro (88’ Colonnini), Fermani, Titarelli, Buonaventura (79’ Mercanti), Alessandroni. All. Aliberti – A disp. Piergiacomi, Baiocco, Straccio, Labriola, Montesano, Di Lorenzo, Mercanti, Colonnini

MONTEFANO – David, Morazzini, Postacchini, Alla, Monaco, Orlietti, De Luca G. (75 De Luca E.), Guzzini (64’ Di Matteo), Dell’Aquila (70’ Papa), Palmucci (83’ Stampella), Bonacci (79’ Pjetri). All. Mariani – A disp. Bentivoglio, Marasca, Camilloni, Cingolani.

ARBITRI – Cocci di Ascoli Piceno (Assistenti: Caporaletti di Macerata, Giacomucci di Pesaro)

NOTE – recupero: 1’ + 4’; ammoniti: Bugaro (O), De Luca G. (M), Postacchini (M); espulso al 76’ Orlietti per fallo da ultimo uomo

ECCELLENZA MARCHE

9° GIORNATA girone ritorno risultati

Monturano – Jesina 1-0 Moretti (Laura Mancini di Macerata), Azzurra Colli – Montegranaro 0-0 (Ferroni di Fermo), Chiesanuova – Montegiorgio 3-1 Pasqui, Sbarbati, Sbarbati, Rossini (Spadoni di Pesaro), Civitanovese – Sangiustese 1-0 Becker (El Mouhsini di Pesaro), Maceratese – Tolentino 2-0 Gomis, Mancini (Mammoli di Perugia), Osimana – Montefano 0-0 (Cocci di Ascoli Piceno), Urbania – K Sport Montecchio Gallo 1-1 Peluso, Zingaretti (Ricciarini di Pesaro), Urbino – Castelfidardo 0-2 Miotto, Miotto (Malascorta di Jesi)

CLASSIFICA

Civitanovese 46; Montefano 42; Chiesanuova 39; Castelfidardo, Urbino, Montegranaro 38; K Sport Montecchio Gallo 37; Maceratese 36; Urbania, Osimana 33; Tolentino 32; Jesina 27; Monturano 19; Sangiustese 18; Montegiorgio 17; Azzurra Colli 15

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 14: Alessandroni (Osimana);

reti 10: Sartori (Urbino);

reti 8: Borrelli (Tolentino)

reti 7: Nunez (Urbania), Bardeggia (K Sport  Montecchio), Tonuzi (Montegranaro), Handzic (Sangiustese), Sbarbati (Chiesanuova)

reti 6: Perri (Maceratese), Defendi (Chiesanuova), Napapere (Castelfidardo), Papa (Montefano), Perpepaj (Montegranaro), Becker (Civitanovese)

10° GIORNATA girone ritorno domenica 10 marzo

Castelfidardo – Osimana, Jesina – Chiesanuova, K Sport Montecchio Gallo – Civitanovese, Montegranaro – Urbania, Montefano – Monturano, Montegiorgio – Azzurra Colli, Sangiustese – Maceratese, Tolentino – Urbino

Giacomo Grasselli 

©riproduzione riservata

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Eccellenza / Osimana – Montefano sul neutro di Filottrano

Probabile la diretta televisa, ancora da ufficializzare. La partita si giocherà mercoledì 6 marzo inizio ore 15

VALLESINA, 4 marzo 2024 – E’ ufficiale.

Il recupero della gara Osimana – Montefano si giocherà al San Giobbe di Filottrano mercoledì 6 marzo alle ore 15.

La gara, come da ordinanza, si giocherà a porte chiuse.

Il club osimano, sul proprio sito, scrive: “Invitiamo tutti i tifosi a non recarsi nei pressi dello stadio. Inviamo le nostre più sincere scuse alla società Montefano e a tutti i suoi tesserati per i disagi occorsi a seguito della ricerca di un campo da gioco ed al conseguente spostamento della gara in un giorno feriale”.

La società dei ‘senza testa’ si sta adoperando per trasmettere in diretta la partita tramite un canale televisivo. 




Eccellenza / Osimana-Montefano posticipata al 6 marzo

La Lnd Marche ha disposto il posticipo della partita, senza definire il campo di gioco: quale sarà la prossima puntata della telenovela?

ANCONA, 2 marzo 2024 – Osimana-Montefano è stata posticipata a mercoledì prossimo 6 marzo. La Lnd Marche, infatti, con il comunicato n° 178 di oggi, sabato 2 marzo, ha deciso lo slittamento di tre giorni dopo il no della Prefettura di Macerata a disputare la gara allo Spivach di Cingoli (leggi qui).

“A seguito – si legge – della decisione della Prefettura di Macerata di non consentire, per motivi di ordine pubblico, l’effettuazione della gara OSIMANA – MONTEFANO a mercoledì 06.03.3024 ora ufficiale. Seguiranno comunicazioni”. Non è stato ancora definito, comunque, il campo di gioco: staremo a vedere la prossima puntata di questa che è diventata una vera e propria telenovela, a discapito della società giallorossa. 

©riproduzione riservata




Eccellenza / La questura dice no a Cingoli, campo da calcio cercasi!

Se questo è l’inizio ne vedremo delle belle! Corsa contro il tempo per trovare un campo idoneo per disputare Osimana – Montefano

VALLESINA, 2 marzo 2024 – L’Osimana tramnite i propri canali social ha scritto: “Non va bene neanche Cingoli, la questura di Macerata nega la possibilità di scendere in campo allo stadio Aldo Spivach. Allo stato attuale non abbiamo una sede per la partita di domani contro il Montefano. La ricerca continua…”

Il tutto nasce dalla lunghissima squalifica del Diana, agosto 2025, e dall’obbligo di giocare in campo neutro med a porte chiuse tutte le gare interne di campionato.

In serata l’individuazione della sede e, a questo punto, l’ok della Questura.

©riproduzione riservata




Eccellenza / Arriva la 24^ giornata: il programma e gli arbitri

Con soli sette turni da giocare si entra nel rush finale: derby Maceratese-Tolentino e Urbania-K Sport. Per la Jesina il momento della verità a Monturano

Vallesina, 01 marzo 2024 – Nel massimo campionato regionale, si tornerà in campo per continuare a scoprirne tutti un po’ di più su questa stagione domenica 3 marzo.

Sette gare su otto in contemporanea alle 15.00, con la sola Monturano Campiglione-Jesina, della quale sapremo in anticipo di mezzora l’esito rispetto alle altre, da giocarsi alle 14.30.

Striscione tifosi della Jesina appeso ieri sera in viale Verdi a ridosso dell’ingresso della curva del Carotti

Una sfida assolutamente centrale per gli obbiettivi di entrambe le squadre: i leoncelli non potranno permettersi di venire risucchiati, per la prima volta in maniera effettiva, nei playout. E nel frattempo continuano le contestazioni alla società che comunque è in debito di una risposta alla lettera inviata dall’ex Sindaco Bacci al presidente Chiariotti.

Con i fermani lontani undici punti, per questi sarà chiara l’intenzione di fare bottino pieno ed arenare mister Strappini e i suoi nella zona degli spareggi salvezza, con la speranza di reincontrarli, chissà, anche dopo la fine della regular season.

Per le altre squadre implicate nella lotta per non retrocedere, impegni sulla carta molto proibitivi: L’Azzurra Colli erediterà al ‘Colle Vaccaro’ un Montegranaro profondamente galvanizzato dalla vittoria della scorsa settimana sulla Maceratese. Montegiorgio e Sangiustese saranno ospiti rispettivamente di Chiesanuova e Civitanovese. Se la squadra di Vagnoni perverrà al ‘Sandro Ultimi’ con il morale affossato dalle sei sconfitte maturate in altrettante giornate, la Sangiustese potrà affrontare la capolista un po’ più vitalizzata in virtù della vittoria contro l’Osimana e del fatto di aver dimostrato che il proprio attacco stia godendo di un periodo di forma tra i migliori della categoria da quando è iniziato il girone di ritorno. Soprattutto grazie all’impatto devastante avuto nelle sue prime sette giornate da calzaturiero dell’attaccante bosniaco Haris Handzic.

Rimanendo sull’Osimana, i senza testa dovranno sorreggere le avance della squadra più in forma del campionato: il Montefano di Manuel Dell’Aquila e soci, pronti ad incombere sui giallorossi per mettere in serie cinque vittorie consecutive e continuare un campionato da record. La partita si giocherà sul neutro di Cingoli causa la pesante squalifica inflitta dal Giudice Sportivo ai senza testa dopo la gara di Coppa a Massa Martana.

Per il K Sport Montecchio sarà ancora una volta tempo di derby, però sul campo dell’Urbania. Dopo aver pagato per la prima volta in questa stagione lo scotto di perdere due gare consecutive (vista la sconfitta di Macerata e quella in casa con l’Urbino alla scorsa giornata) gli uomini di mister Lilli avranno l’occasione di riscattarsi senza doversi allontanarsi più di tanto dalla propria zona di comfort.

Altro match di campanile per questioni di prossimità territoriale, Maceratese-Tolentino. Una sfida sentita e mancata per sei stagioni prima di questa, ma che domenica farà il pieno di incroci visto il quarto confronto alla quale si sottoporranno a vicenda biancorossi e cremisi. Due squadre, quelle di Ruani e Possanzini, lontane un solo punto l’una dall’altra esattamente a metà classifica.

Poco sopra questa c’è il Castelfidardo, che per provare a scorgere lo sguardo aldilà della terra di mezzo dovrà cercare di superarsi e battere l’Urbino a domicilio.

ECCELLENZA MARCHE

9° GIORNATA girone ritorn0 domenica 3 marzo

Monturano – Jesina (Laura Mancini di Macerata), Azzurra Colli – Montegranaro (Ferroni di Fermo), Chiesanuova – Montegiorgio (Spadoni di Pesaro), Civitanovese – Sangiustese ( El Mouhsini di Pesaro), Maceratese – Tolentino (Mammoli di Perugia), Osimana – Montefano (Montevergine di Ragusa), Urbania – K Sport Montecchio Gallo (Ricciarini di Pesaro), Urbino – Castelfidardo (Malascorta di Jesi)

CLASSIFICA

Civitanovese 43; Montefano 41; Urbino 38; Montegranaro 37; K Sport Montecchio Gallo, Chiesanuova36; Castelfidardo 35; Maceratese 33; Tolentino, Osimana, Urbania 32; Jesina 27; Sangiustese 18; Montegiorgio 17; Monturano 16; Azzurra Colli 14

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 14: Alessandroni (Osimana);

reti 10: Sartori (Urbino);

reti 8: Borrelli (Tolentino)

reti 7: Nunez (Urbania), Bardeggia (K Sport  Montecchio), Tonuzi (Montegranaro), Handzic (Sangiustese)

reti 6: Perri (Maceratese), Defendi (Chiesanuova), Napapere (Castelfidardo), Papa (Montefano), Perpepaj (Montegranaro)

10° GIORNATA girone ritorn0 domenica 10 marzo

Castelfidardo – Osimana, Jesina – Chiesanuova, K Sport Montecchio Gallo – Civitanovese, Montegranaro – Urbania, Montefano – Monturano, Montegiorgio – Azzurra Colli, Sangiustese – maceratese, Tolentino – Urbino

©riproduzione riservata




Eccellenza / Osimana-Montefano si giocherà allo “Spivach” di Cingoli

Il match, a porte chiuse e in campo neutro, si giocherà sul “Balcone delle Marche“ domenica 3 marzo alle 15.00

CINGOLI, 1° marzo 2024 – Osimana-Montefano si giocherà allo “Spivach” di Cingoli. In seguito alla squalifica del “Diana” fino al 30 agosto 2025 per via dei fatti di Massa Martana (leggi qui), infatti, la società giallorossa si è accordata con la Cingolana SF per poter disputare nel campo sportivo del “Balcone delle Marche” il match a porte chiuse della 23ª giornata di Eccellenza Marche, in programma domenica 3 marzo alle ore 15.00.

Giocheranno “in casa” nel vero senso della parola, in particolare, l’attaccante giallorosso Gabriele Tittarelli e il ds viola Lorenzo Gigli, due cingolani doc che si affronteranno sull’amato “Spivach”.

©️riproduzione riservata




Eccellenza / Il Montefano ribalta il Chiesanuova e si conferma Anti-Civitanovese (3-1)

Andrea Pasqui apre le marcature, Dell’Aquila ribalta il punteggio a cavallo dei due tempi e Papa sigla il definitivo 3-1: montefanesi a -2 dalla vetta

MONTEFANO, 25 febbraio 2024 – Il Montefano ribalta il Chiesanuova e continua l’inseguimento alla capolista Civitanovese. Al Comunale dell’Immacolata, infatti, i viola di Mariani battono 3-1 i biancorossi di Mobili grazie alla doppietta di Dell’Aquila e al gol di Papa, al termine di una bellissima partita, giocata a viso aperto da entrambe le squadre. I montefanesi rimangono a -2 dalla vetta, mentre la “Nuova” scivola al quinto posto, scavalcati da Montegranaro e Urbino.

Primo tempo

La squadra ospite si presenta senza Mongiello e Morettini, assenti per infortunio, ma nei primi 30 minuti ha il predominio del campo. Al 6’ Bonifazi scarica sulla destra per Defendi, il quale si accentra e prova la conclusione, senza trovare lo specchio della porta. Proprio al momento del tiro, il numero 7 biancorosso si fa male e viene sostituito da Andrea Pasqui.

Al 21’ Badiali lancia Sbarbati, un difensore sbaglia il controllo così il 10 del Chiesanuova calcia in area di rigore, David respinge la sfera ma l’arbitro ferma il gioco per un’irregolarità. Due minuti dopo ancora Sbarbati, in contropiede due contro uno, sbaglia il passaggio verso Andrea Pasqui lanciato a rete, permettendo il recupero locale.

Il Montefano comincia a macinare gioco alla metà del primo tempo. Al 26’ Sindic entra in area sulla sinistra, appoggia per Dell’Aquila che prova il tiro scivolando sul terreno, Canavessio si oppone alla conclusione e la sfera finisce in corner. Sul seguente calcio d’angolo, battuto da Sindic, il colpo di testa del 9 di casa a botta sicura viene afferrato sulla linea da Fatone. Alla mezz’ora Morazzini dalla destra pennella il cross verso Bonacci, Fatone ci arriva d’anticipo e resta a terra dolorante a seguito del contrasto con il capitano montefanese.

Botta e risposta

Minuto numero 37: Badiali sulla sinistra crossa in mezzo verso Sbarbati, la difesa respinge, ma il Chiesanuova recupera subito palla sulla destra e Andrea Pasqui in area, da buona posizione, trovsa il diagonale vincente dello 0-1, andando ad esultare sotto lo spicchio dei Crossroad Ultras. Passano tre minuti e Bonifazzi appoggia verso Badiali, il quale tenta la conclusione da 20 metri, la sfera termina sul fondo.

I padroni di casa riescono a trovare il pareggio alla fine del primo tempo. Al 44’ Sindic impegna alla parata Fatone: sul successivo corner, il numero 8 batte a rientrare verso il secondo palo, dove Dell’Aquila di testa appoggia in rete, per l’1-1 che fa esplodere di gioia i sostenitori di casa.

All’inizio del recupero, la sfida viene sospesa per 3 minuti per via di un malore di un sostenitore che ha richiesto l’intervento dell’ambulanza. Alla ripresa del gioco, c’è tempo solo per un traversone di De Luca dalla sinistra verso Bonacci, il quale, però, non riesce ad evitare che la palla esca dal campo. Il primo tempo termina 1-1.

Secondo tempo

Nella ripresa il Montefano sfrutta gli errori difensivi del Chiesanuova e conquista l’intera posta. Pronti-via e Morazzini dalla destra crossa in mezzo, Fatone anticipa tutti. Minuto 48: Morazzini tira da 25 metri, Fatone respinge sui piedi di Dell’Aquila che ribatte in rete, segnando il 2-1 che porta a 4 le marcature stagionali per l’ex Matelica. Poco dopo Morazzini fa partire in velocità sulla destra Bonacci, il quale entra in area e mette al centro, senza trovare alcun compagno di squadra pronto a ribattere in rete.

Dall’altra parte, Badiali cade a terra in area dopo un contrasto, per l’arbitro è tutto regolare e si prosegue. Anche su Palmucci sul ribaltamento di fronte, in situazione di ultimo uomo, per il direttore non ci sono gli estremi per fermare il gioco. Al 62’ Crescenzi lancia Sbarbati in profondità, la punta biancorossa manca il primo aggancio, lascia scorrere il pallone in area e tira dalla destra da buona posizione ma non trova lo specchio della porta. Quindi ancora Sbarbati dalla destra entra in area e tenta il passaggio verso Pasqui, David esce in presa e si guadagna fallo in attacco.

Al 70’ il tiro rasoterra di Sbarbati dalla sinistra viene afferrato da David senza particolari problemi. Passano due minuti e Fatone, dopo un lancio lungo dal centrocampo da parte dei locali, perde il contrasto con Bonacci, il quale si ritrova da solo a porta libera dalla destra, ma un difensore ospite salva sulla linea il tiro debole del capitano viola. Proprio Fatone, dopo questo scontro di gioco, si fa male e lascia il campo, sostituito da Gioele Carnevali. Poco dopo il colpo di testa di Monaco, su angolo di Sindic, termina sul fondo.

Il tris e i minuti finali

Minuto numero 77: la difesa del Montefano lancia lungo il pallone verso la metà campo opposta, Canavessio lo lascia scorrere obbligando Gioele Carnevali all’uscita. Papa, subentrato a Dell’Aquila, in progressione riesce a rubare il pallone al portiere biancorosso, vincendo il contrasto: a porta spalancata il 20 di casa realizza il 3-1, per il sesto gol stagionale. Il Chiesanuova prova a reagire, ma non è preciso con la punizione terminata fuori di Crescenzi e con il tiro telefonato di Pasqui intuito da David. In pieno recupero, Morazzini ci prova da 25 metri sugli sviluppi di una punizione dal limite, sfera alle stelle.

Hurrà Montefano: Chiesanuova ko

Il Montefano batte 3-1 il Chiesanuova e resta in scia alla capolista Civitanovese, distante solo 2 punti.La squadra di Mariani, alla quarta vittoria di fila dopo i successi contro Castelfidardo, Tolentino e Jesina, si gode lo stupendo momento di forma di Manuel Dell’Aquila, autore della doppietta decisiva.

I viola, da grande squadra, hanno sfruttato gli errori difensivi dei biancorossi di Mobili: la formazione ospite ha giocato a viso aperto contro la vice-capolista, ma è mancata di lucidità in fase di ripiegamento. Un grande spettacolo lo hanno offerto le due tifoserie, sostenendo in modo corretto le due compagini, senza offendere gli avversari. Suggestiva, in particolare, la coreografia degli ultras montefanesi a inizio gara.

La società di Patron Bonvecchi resta comunque in zona play-off, ma viene scavalcata da Montegranaro e Urbino, vincenti su Maceratese e Montecchio Gallo, che condivide la quinta posizione con i biancorossi. Nel prossimo turno, il Montefano sfida l’Osimana al “Diana” per un derby sempre sentito tra due realtà vicine, mentre il Chiesanuova affronta il Montegiorgio al “Sandro Ultimi”.

Tabellino

RETI – 37’ Pasqui A. (C), 44’ e 48’ Dell’Aquila (M), 77’ Papa (M)

MONTEFANO – David, Morazzini, De Luca G. (88’ De Luca E.), Alla, Monaco, Postacchini (59’ Orlietti), Di Matteo, Sindic, Dell’Aquila (65’ Papa), Palmucci (66’ Pjetri), Bonacci (84’ Stampella). All. Mariani – A disp. Monina, Calamita, Toro, Guzzini.

CHIESANUOVA – Fatone (74’ Carnevali G.), Molinari (73’ Ciottilli), Iommi, Badiali (79’ Carnevali F.), Canavessio, Monteneri, Defendi (9’ Pasqui A.), Crescenzi, Sbarbati, Bonifazi, Tanoni (67’ Trabelsi). All. Mobili – A disp. Bruffa, Pasqui L., Dutto, Corvaro.

ARBITRO – Pasqualini di Macerata (assistenti: Silvestri di Ascoli Piceno, Baldoni di Ancona)

NOTE – recupero 6’ + 6’; ammoniti: Postacchini (M), Monteneri (C), Sindic (M), Orlietti (M), Pjetri (M)

ECCELLENZA MARCHE

8° GIORNATA girone ritorn0 

K Sport Montecchio Gallo-Urbino 1-2 Torelli, Sartori, Galante (Colazzo di Casarano), Montefano-Chiesanuova 3-1 Pasqui, Dell’Aquila, Dell’Aquila, Papa (Pasqualini di Jesi), Montegiorgio-Civitanovese 1-2 Spagna, Strupsceki, Albanesi (Latuga di Pesaro), Montegranaro-Maceratese 2-0 Tonuzi, Perpepaj (Dell’Orso di Sondrio), Azzurra Colli-Urbania 3 -0 Romanazzo, Rossi, Aliffi (Tasso di Macerata), Castelfidardo-Jesi 3-0 Nanapere, Imbriola, Sidorenco (Animento di Macerata), Sangiustese VP-Osimana 3-2 Alessandroni, Tombolini, Handzic, Alessandroni, Handzic (Pigliacampo di Pesaro), Tolentino-Monturano 2-0 Borrelli, Baldo (Negusanti di Pesaro)

CLASSIFICA

Civitanovese 43; Montefano 41; Urbino 38; Montegranaro 37; K Sport Montecchio Gallo, Chiesanuova36; Castelfidardo 35; Maceratese 33; Tolentino, Osimana, Urbania 32; Jesina 27; Sangiustese 18; Montegiorgio 17; Monturano 16; Azzurra Colli 14

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 14: Alessandroni (Osimana);

reti 10: Sartori (Urbino);

reti 8: Borrelli (Tolentino)

reti 7: Nunez (Urbania), Bardeggia (K Sport  Montecchio), Tonuzi (Montegranaro), Handzic (Sangiustese)

reti 6: Perri (Maceratese), Defendi (Chiesanuova), Napapere (Castelfidardo), Papa (Montefano), Perpepaj (Montegranaro)

9° giornata girone di ritorno 3 marzo 2024

Monturano – Jesina, Azzurra Colli – Montegranaro, Chiesanuova – Montegiorgio, Civitanovese – Sangiustese, Maceratese – Tolentino, Osimana – Montefano, Urbania – K Sport Montecchio Gallo, Urbino – Castelfidardo

©riproduzione riservata

Giacomo Grasselli

©riproduzione risevata




Eccellenza / Ventitreesimo turno alla porta, il programma e gli arbitri

Scontri diretti di alto livello tra K Sport Montecchio, Urbino, Montegranaro e Maceratese. La Civitanovese a Montegiorgio guardando al big match Montefano-Chiesanuova

Vallesina, 24 febbraio 2024 – Prosegue con il proprio ricchissimo palinsesto il massimo campionato regionale. Per l’ottava di ritorno in vista domenica 25 febbraio ancora tante le sfide da seguire con attenzione. Il più interessante dei confronti, sarà sicuramente quello dello stadio ‘Dell’Immacolata’: Montefano-Chiesanuova. Il quarto derby tra le due compagini del maceratese in stagione, dopo l’andata di campionato, favorevole ai biancorossi, e le altre due sfide agli ottavi di coppa nella quale arrivarono un pareggio ed una vittoria per i viola. Distanti due punti l’una dall’altra, il prossimo match sarà per entrambe un banco di prova entusiasmante per continuare a sognare in grande.

La Civitanovese, capolista con i suoi 40 punti, incontrerà ancora una fermana: quel Montegiorgio che in questa stagione ha già messo i bastoni tra le ruote agli uomini di Sante Alfonsi, visto lo 0-0 dell’andata al “Polisportivo”. I primatisti della classifica saliranno a Montegiorgio provenendo dal medesimo risultato interno, maturato contro il Montegranaro. Il fischio d’inizio è fissato alle 15.15.

Un altro ‘‘derby’’ sarà K Sport Montecchio-Urbino. Oltre che per posizione geografica, un altro scontro che si presenterà ravvicinatissimo perché comprendente la terza e la quinta in classifica.

Scendendo di poco nella graduatoria, ecco Montegranaro-Maceratese. Da disputarsi alle 14.15 per motivi di ordine pubblico, al ‘La Croce’ obbiettivi in comune per le due compagini: i veregrensi per cercare di ritrovare subito i playoff dopo esserne rimasti fuori a seguito del pari di Civitanova, i biancorossi per provare ad acciuffarli per la prima volta in stagione. Per far sì che questo accada, serviranno eventualmente le giuste combinazioni provenienti dagli altri campi.

Per la Jesina continua un calendario poco consono rispetto al grande momento di difficoltà che stanno attraversando i leoncelli. La trasferta di Castelfidardo, con i biancoverdi mai sconfitti al ‘Mancini’, sarà tutto tranne che semplice.

Il secondo miglior attacco del campionato, rappresentato dall’Urbania, farà visita al peggiore, ovvero quello dell’Azzurra Colli. L’Osimana si recherà a Villa San Filippo per affrontare invece la difesa più fragile del girone. Dopo aver visto svegliarsi il gigante Tittarelli, doppietta per lui all’ultima con il Tolentino, i senza testa potranno essere ancora più fiduciosi in vista della complessa gara contro una Sangiustese inevitabilmente affamata di punti.

La stessa fame, mossa dalla volontà di puntare una posizione utile a disputare i futuri playout, di cui avrà bisogno il Monturano Campiglione per cercare di sbancare Tolentino.

 

ECCELLENZA MARCHE

8° GIORNATA girone ritorn0 

Montecchio Gallo-Urbino (Colazzo di Casarano), Montefano-Chiesanuova (Pasqualini di Jesi), Montegiorgio-Civitanovese (Latuga di Pesaro), Montegranaro-Maceratese (Dell’Orso di Sondrio), Azzurra Colli-Urbania (Tasso di Macerata), Castelfidardo-Jesi (Animento di Macerata), Sangiustese VP-Osimana (Pigliacampo di Pesaro), Tolentino-Monturano (Negusanti di Pesaro)

CLASSIFICA

Civitanovese 40; Montefano 38; K Sport Montecchio Gallo, Chiesanuova  36; Urbino 35; Montegranaro 34: Maceratese 33; Castelfidardo, Osimana, Urbania 32; Tolentino 29; Jesina 27; Montegiorgio 17; Monturano 16; Sangiustese 15; Azzurra Colli 11

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 12: Alessandroni (Osimana);

reti 9: Sartori (Urbino);

reti 7: Borrelli (Tolentino); Nunez (Urbania), Bardeggia (K Sport  Montecchio)

reti 6: Perri (Maceratese), Tonuzi (Montegranaro), Defendi (Chiesanuova)

9° giornata girone di ritorno 3 marzo 2024

Monturano – Jesina, Azzurra Colli – Montegranaro, Chiesanuova – Montegiorgio, Civitanovese – Sangiustese, Maceratese – Tolentino, Osimana – Montefano, Urbania – K Sport Montecchio Gallo, Urbino – Castelfidardo

©riproduzione riservata

 




Eccellenza / Chiesanuova, Iommi e l’ennesimo momento d’oro: “Sempre bello continuare ad emozionarsi”

Le parole dell’highlander del calcio marchigiano Giacomo Iommi. Suo il gol ad aver reinaugurato il ‘Sandro Ultimi’ domenica scorsa contro l’Azzurra Colli

Vallesina, 20 febbraio 2024 – Come se già non bastasse per lui una carriera costellata di promozioni e campionati vincenti, in prossimità del suo quarantaduesimo anno di età c’è chi continua ad essere metro di paragone. E che non sembra esser molto propenso a fermarsi, anzi.

Duttilità tecnica, tattica, esperienza da prestare ai tanti più giovani di lui con cui condivide lo spogliatoio, e poi, vengono da sé ormai, gol mai banali. Iniziando ad osservare un calciatore a partire dalla completezza di questo mix, eccolo figurare il profilo di uno dei più longevi esterni di fascia delle Marche: stiamo parlando di Giacomo Iommi.

Classe ’82, con più di venticinque campionati giocati alle spalle dalla Promozione alla serie D, alla terza stagione con la maglia biancorossa del Chiesanuova è sempre un protagonista fisso per quanto riguarda quei pezzettini di storia che la società treiese sta costruendo a mano a mano nel proprio cammino. Oltre che da prestazioni massicce in linea con i suoi standard, passando per quei gol che puntualmente, in un modo o nell’altro, vanno a combaciare con alcune delle date più memorabili del club di patron Bonvecchi. Il più recente ha permesso infatti ad un paese intero di poter riversare, amplificato al massimo, l’entusiasmo di essere tornato dopo tempo a tifare la propria squadra nella sua casa effettiva durante una gara di eccellenza.

Partita bloccata nonostante l’entusiasmo dilagante del nuovo ‘Sandro Ultimi’, Azzurra Colli battagliero su ogni centimetro, sull’attenti fino al settantacinquesimo. Poi gol. Giacomo Iommi. 1-0 e palla sul cerchio di centrocampo di uno stadio che aspettava da circa quattordici mesi il momento. E chi se non lui?

Lo stesso che in un’altra, (forse ancor più risonante, vista la storicità del momento) giornata che ha contrassegnato indelebilmente l’impianto di Treia, l’11 settembre 2022, giorno dell’esordio assoluto in Eccellenza del Chiesanuova, consegnò un proemio da sogno nella sua nuova dimensione alla società. Dopo altre 51 partite nella categoria da quella bella “prima volta”, anche grazie al suo ultimo gol, la ‘Nova’ può vantare di aver cambiato profondamente pelle nell’arco di una stagione e mezza. L’affacciarsi alla sfida con il Montefano (proprio la prima squadra d’eccellenza colpita da Iommi e Chiesanuova quella volta e che occupa la posizione appena superiore ai treiesi in campionato) di domenica a -4 dal primato, ne è l’ennesima controprova.

CHIESANUOVA-MONTEFANO dell’11 settembre 2022. La prima, storica, presenza in Eccellenza per i biancorossi. Anche qui, 1-0 dopo gol di Iommi

Ciao Giacomo, benvenuto su Vallesina TV!

Ciao e grazie a tutti per l’invito, troppo buoni!

Domenica con il tuo gol hai portato altri tre punti iconici al Chiesanuova. Cos’hai vissuto quando ti sei accorto di esser ‘ricascato’ nel vizietto del gol pesante?

Mi è rimasto fortemente impresso il frame di quando ho visto entrare la palla. È stata una grande soddisfazione ritagliarmi un altro bellissimo spazio in un’altra bella giornata per la società. Credo che quando sarà, dopo essermi ritirato, lo ricorderò come uno degli “effetti più speciali” della mia carriera.

In tutti questi anni, c’è una cosa particolare in cui ti senti di esser migliorato di più giocando da così tanto?

Sicuramente giocare da così tanto ti aiuta nelle scelte, nei movimenti senza palla e più in particolare nella previsione di quella che potrebbe essere la giocata successiva. Avere tanta esperienza non è mai un fattore banale.

Ad inizio anno, hai avuto il piacere di ricongiungerti a Mobili, tuo allenatore ai tempi di Tolentino e Recanatese. Dall’alto della tua esperienza generale e di quella già avuta con il mister, sapevi che tramite lui avreste potuto fare così bene?

Si, con il mister ho vissuto complessivamente sei stagioni davvero di altissimo livello. Penso sia alle due con il Tolentino, con cui raggiungemmo ad esempio la finale playoff di questa categoria nel 2011, sia nelle quattro a Recanati dove vincemmo due campionati. Ritrovarlo qui a Chiesanuova ad inizio stagione, inutile sottolineare, mi ha fatto rimanere molto contento. Oltre che aiutarmi a comprendere a pieno che avremmo potuto fare molto bene con un allenatore di tale qualità insieme a noi.

Com’è lo Iommi dello spogliatoio e quanto si applica per rimanere a livelli così alti?

Penso di essere uno scherzoso ed attento nell’instaurare così il giusto rapporto con tutti. Mi piace interfacciarmi nel miglior modo possibile con tutti, con un occhio di riguardo per i giovani. Per restare così tanto su buoni livelli non faccio niente di particolare, al di fuori della tanta costanza che dedico negli allenamenti e dell’avere la giusta gente intorno a me sempre abilissima nell’assistermi. In più ci metterei il fattore fortunato di non aver mai riscontrato infortuni particolarmente gravi negli anni. Il che conta molto.

Alla prossima, andrete nella tana di un gran Montefano. Aver ritrovato la massima posta alla scorsa vi permetterà di arrivare più spregiudicatamente al Dell’Immacolata?

Domenica sarà da giocare una partita in maniera  rispettosa di quel che è un grande avversario. Loro sono davvero un bel gruppo, ormai da qualche anno ben abituatosi a lottare per le posizioni più nobili per via di un lavoro che tutti insieme, mister e giocatori, stanno portando avanti con chiarezza e fiducia. La stessa che servirà a noi per far bene.

Se voi potrete continuare a sognare in grande in che maniera dipenderà dalla sfida contro i ‘viola’?

Molto, dipenderà tanto perché sarà comunque una sfida tra seconda e terza. Penso che qualora dovesse accadere che una delle due vinca, la cosa potrebbe rivelarsi piuttosto decisiva per poi finire il campionato in un certo modo

©riproduzione riservata




Eccellenza / Montefano, il ds cingolano Gigli: “Sempre bello sfidare la Jesina. Vogliamo restare lassù”

Dopo le vittorie da giocatore con la Cingolana, il ds dei viola ha vinto al “Carotti” anche da dirigente: “Jesi piazza importante, auguro loro di rialzarsi. Montefano-Chiesanuova? Sarà un derby sentito, dobbiamo arrivarci pronti. La Cingolana SF merita la Prima Categoria e non solo: un bel pezzo del mio cuore è biancorosso”

MONTEFANO e CINGOLI, 21 febbraio 2024 – C’è anche un cingolano dietro alla favola del Montefano, e non un nome qualunque in ambito dilettantistico marchigiano. Lorenzo Gigli, infatti, dal 2022 è direttore sportivo dei viola, entrato in dirigenza subito dopo aver concluso una bellissima carriera da centrocampista tra Eccellenza e Promozione.

A Cingoli, in particolare, è ricordato come vice-capitano e capitano della storica Cingolana che ha militato in Eccellenza per 9 anni consecutivi, dal 2005-2006 al 2013-2014. A Jesi, in particolare, ricordano bene quei biancorossi capaci di sconfiggerli in semifinale e in finale play-off: con la vittoria di domenica scorsa del suo Montefano al “Carotti”, Gigli, se pur in veste diversa, si è confermato ‘bestia nera’ dei leoncelli.

Gigli: “Cingolana e Jesina erano squadre molto forti: ho ricordi bellissimi. Auguro ai leoncelli di ripartire subito, Jesi è una piazza importante”

Da giocatore – ci racconta il ds dei viola – ho affrontato più volte la Jesina: ho dei ricordi bellissimi delle sfide contro i leoncelli, sia negli ultimi anni quando giocavo a Montefano, ma soprattutto negli anni della Cingolana. All’epoca era un derby tra due squadre molto forti. Ci affrontammo per ben due volte ai play-off, prima in semifinale (2005-2006, ndr) e poi in finale (2007-2008, ndr) e abbiamo vinto in entrambe le occasioni. Tra l’altro mi è capitato anche di segnare alla Jesina. Jesi è una piazza importante e in questa categoria è sempre una protagonista”.

Finale Play-off 2007-2008: Il controllo di Lorenzo Gigli (Cingolana) sotto gli occhi di mister Trillini (Jesina) – foto Ballerini

Ora che sono un paio d’anni – prosegue Gigli – che la affronto nella veste di dirigente. Sicuramente provo emozioni diverse: preferivo affrontarla da giocatore, ma anche in questo ruolo è sempre bello sfidare la Jesina, in special modo allo stadio ‘Carotti’ con una tifoseria importante. Stanno attraversando un periodo un po’ difficile, ma auguro alla squadra, alla società e all’allenatore di ripartire già da domenica prossima, trovando le giuste misure per finire bene il campionato”.

La favola Montefano: “Anno dopo anno stiamo mettendo dei tasselli: vogliamo restare lassù”

Il Montefano, società calcistica espressione di un comune di oltre 3300 abitanti in provincia di Macerata, da 5 anni milita in Eccellenza, dopo aver vinto i play-off di Promozione nel 2017-2018, con Lorenzo Gigli protagonista prima come calciatore (vestendo la fascia di capitano), poi come direttore sportivo. Dopo il 5° posto della passata stagione e la sconfitta in semifinale play-off contro il Fossombrone, la squadra di mister Mariani è attualmente al secondo posto, a -2 dalla Civitanovese.  

Siamo contenti e felici della posizione in classifica – commenta Gigli -: siamo una piccola società, ma da qualche anno ci stiamo consolidando in Eccellenza. Anno dopo anno stiamo mettendo dei tasselli, per migliorare sempre di più i piazzamenti. Abbiamo solo la Civitanovese davanti, ma la stagione è ancora lunga e c’è tanta strada da fare. La classifica è cortissima e basta un passo falso per ritrovarsi fuori dai play-off”

Sono molto fiducioso – prosegue il ds -, perché stiamo lavorando bene tutti, sia la squadra e il mister che la società. Però non possiamo permetterci di rilassarci: stiamo ripetendo ai ragazzi e all’allenatore che dobbiamo rimanere concentrati e non sottovalutare nessuna partita. Il nostro obiettivo è rimanere lassù fino alla fine: se ci riusciremo bene, altrimenti saremmo soddisfatti ugualmente. Siamo contenti di quello che sta facendo il Montefano in questa stagione”.

Il derby Montefano-Chiesanuova: “Anche loro sono una bella realtà. Sarà un derby difficile: dobbiamo arrivarci bene”

E domenica prossima allo stadio “Dell’Immacolata” arriva il Chiesanuova di mister Mobili, per un derby sorprendentemente d’alta quota tra seconda e terza in classifica. Tra l’altro Lorenzo Gigli ha giocato anche nella società biancorossa, tra dicembre 2013 e giugno 2015, prima di passare ai viola.

Anche la loro è una bella realtà – commenta il ds del Montefano -, anche se militano in Eccellenza da meno tempo rispetto a noi. La società ha dimostrato in questa stagione che sta facendo molto bene, sono contento per loro. Bisogna dare loro merito delle grandi cose che stanno facendo, e in questo Chiesanuova e Montefano hanno dei punti in comune. Sarà una partita difficile, perché i biancorossi sono organizzati e forti, sia a livello di individualità che a livello di guida tecnica. Sarà un bellissimo match: ovviamente spero che vinca la mia squadra, ma credo che sarà un derby sentito e dobbiamo arrivarci bene”.

La Cingolana: “Un bel pezzo del mio cuore è sempre biancorosso: merita la Prima Categoria e oltre…”

Lasciando per un momento l’Eccellenza, con Lorenzo Gigli parlare di Cingolana è d’obbligo, per quello che ha rappresentato per la squadra e per la città di Cingoli. Sabato scorso lo abbiamo visto allo stadio per assistere al match contro la Folgore Castelraimondo.

Quando posso vado volentieri allo ‘Spivach’ – commenta – perché un bel pezzo di cuore è sempre biancorosso. La Cingolana SF è una squadra a cui tengo molto: sono contento del bel percorso che sta facendo il questo 2024. Sta crescendo e sta venendo fuori il grande lavoro del mister e della società. Spero che finiscano bene questo campionato, riuscendo a salvarsi il prima possibile. La Cingolana merita di rimanere in Prima Categoria e magari, in un futuro prossimo non tanto lontano, di mettere qualcosa in più. Lo auguro con tutto il cuore alla società e ai ragazzi”.

“Ancona, il momento è difficile ma il lavoro è buono. Biagio Nazzaro, Trillini e Zannini possono far bene

Nella sua lunga carriera, Lorenzo Gigli è partito dal settore giovanile dell’Ancona. “Stanno attraversando un momento difficile – dichiara l’ex centrocampista -, ma secondo me i dorici stanno facendo un buon lavoro: sono sicuro che termineranno al meglio il campionato di Serie C”. Il classe 1981, infine, ha giocato anche a Chiaravalle, nella Biagio Nazzaro, nella stagione 2002-2003, prima di tornare a casa alla Cingolana. “La Biagio – conclude – è una società importante per il campionato di Promozione. L’ho affrontata sempre da giocatore in Eccellenza e mai nel livello inferiore. Auguro loro di poter riagganciare la zona play-off: spero che i nuovi mister Trillini e Zannini possano far bene, portando la squadra almeno agli spareggi promozione”.

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Eccellenza / La ventiduesima giornata in pillole

La Civitanovese ‘frena’, il Montefano supera il K Sport Montecchio Gallo e accorcia a -2. Tornano a vincere Chiesanuova e Maceratese

Vallesina, 19 febbraio 2024 – Se n’è andata insieme alla domenica del 18 febbraio la settima giornata di ritorno del campionato di Eccellenza.

Per la decima settimana consecutiva, a guardare tutti dall’alto rimane la Civitanovese. Il che permesso dal pareggio a reti bianche nel big match del turno passato contro il Montegranaro.

Una piccola ‘‘frenata’’. Poniamo le virgolette, vista la caratura dei veregrensi che hanno rappresentato proprio l’ultima capolista di questo campionato prima dell’egemonia Civitanovese fin qui perdurante, stanziati al momento a 34 punti.

Eppure, qualcuno ha ovviamente approfittato dello stop rossoblù.

Non il K Sport Montecchio Gallo, ma il Montefano.

Grazie al terzo clean sheet consecutivo utile a raggiungere la terza vittoria in altrettante gare, i ‘viola’ hanno superato appunto il Montecchio Gallo e adesso vegliano a -2 la posizione della prima in classifica. La doppietta con cui Dell’Aquila ha egemonizzato il Carotti può far sognare Mariani.

I giocatori della Jesina contestati sotto la curva a fine gara

Per la Jesina prosegue il periodo più difficile della stagione, dalla quale l’ambiente ha bisogno di emergere nel più breve tempo possibile.

Ad aver ottenuto la scossa giusta dopo le difficoltà è stata la Maceratese. Per la seconda volta in stagione abile a segnare più di due gol in una partita (la prima fu il 4-2 ai quarti di coppa nella gara d’andata contro il Tolentino, nella quale segnò due volte il figlio dell’attuale mister Pieralvise Ruani) grazie alla doppietta di Minnozzi e al gol di Strano, i biancorossi hanno fermato la rincorsa del K Sport. Facendo di fatto anche un ‘favore’ ai cugini.

Dopo tre pareggi consecutivi, il Chiesanuova è tornato a vincere. A quattordici mesi  dall’ultima gara giocata al ‘Sandro Ultimi’, Giacomo Iommi ha riconcesso il primo, splendido, battito della sua seconda vita al rinnovato e atteso impianto treiese. Proprio lui che nella scorsa stagione, (sempre nello stesso stadio prima dell’inizio di quei lavori che l’hanno poi messo a punto così come si è mostrato ieri), aveva anche segnato il primo gol della storia biancorossa in eccellenza. Corsi e ricorsi storici.

L’Urbino, così come l’Urbania, ha vinto in casa una partita spigolosa riagguantando i playoff. Risolta con il cambio dalla panchina vincente con cui mister Ceccarini ha permesso a Galanti di trasformarsi in eroe di giornata.

Nella sfida alla Sangiustese, ad esser in grado di portare via la seconda vittoria consecutiva sono stati i ducali, nonostante i calzaturieri provenissero da un 4-1 e avessero neutralizzato anche un calcio di rigore al vicecapocannoniere del girone Sartori.

Per i durantini, dopo lo stop contro la Civitanovese, sono arrivati tre gol in casa per battere il Montegiorgio. Omiccioli e i suoi sono il secondo miglior attacco di questo campionato dopo il Chiesanuova, e con la vittoria di ieri impantanano il Montegiorgio ancora nella zona playout.

Il Tolentino sembra non saper più vincere. Per due volte in avanti ad Osimo con Balbo prima e Tomassetti poi, i cremisi han dovuto fare i conti con la doppia rimonta dei senza testa firmata Tittarelli.

Nell’ ‘anticipo’ di giornata, giocatosi alle 14.30, il Castelfidardo ha raccolto il quattordicesimo pareggio del suo campionato in casa del Monturano Campiglione. Ancora una volta, qualche imprecisione di troppo sotto porta non ha permesso ai fidardensi di evitare l’ennesimo pareggio del proprio campionato. Comunque, un buon punto per entrambe, visto che il Monturano così facendo rimane a più uno dalla Sangiustese alla terzultima posizione. Significante, playout. L’obbiettivo ricercato dai fermani.

ECCELLENZA MARCHE

8° GIORNATA girone ritorn0 

Azzurra Colli – Urbania, Castelfidardo – Jesina, K Sport Montecchuo Gallo – Urbino, Montegranaro – Maceratese, Montefano – Chiesanuova, Montegiorgio – Civitanovese, Sangiustese – Osimana, Tolentino – Monturano

CLASSIFICA

Civitanovese 40; Montefano 38; K Sport Montecchio Gallo, Chiesanuova  36; Urbino 35; Montegranaro 34: Maceratese 33; Castelfidardo, Osimana, Urbania 32; Tolentino 29; Jesina 27; Montegiorgio 17; Monturano 16; Sangiustese 15; Azzurra Colli 11

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 12: Alessandroni (Osimana);

reti 9: Sartori (Urbino);

reti 7: Borrelli (Tolentino); Nunez (Urbania), Bardeggia (K Sport  Montecchio)

reti 6: Perri (Maceratese), Tonuzi (Montegranaro), Defendi (Chiesanuova)

 

9° giornata girone di ritorno 3 marzo 2024

Monturano – Jesina, Azzurra Colli – Montegranaro, Chiesanuova – Montegiorgio, Civitanovese – Sangiustese, Maceratese – Tolentino, Osimana – Montefano, Urbania – K Sport Montecchio Gallo, Urbino – Castelfidardo

©riproduzione riservata