Connect with us

Calcio

Calcio / Prima Categoria, il racconto della 15^ giornata del girone B

Il Sassoferrato Genga è campione d’inverno tra le polemiche della Sampaolese contro l’arbitro, tonfo Filottranese contro la Real Cameranese; si riscatta lo Staffolo, il Chiaravalle vince lo scontro diretto in coda 

VALLESINA, 16 gennaio 2023 – Vittorie a sorpresa, polemiche arbitrali e occasioni perse: c’è tutto questo nella 15^ giornata del girone B di Prima Categoria. Il tema di giornata non può non essere il tonfo della Filottranese in casa della Real Cameranese, che ha permesso al Sassoferrato Genga di aggiudicarsi il titolo d’inverno. I ragazzi di Ricci, però, hanno sudato più del previsto in casa di una Sampaolese furiosa contro l’arbitro. Anche il Borgo Minonna protesta contro l’arbitraggio nello 0-0 contro il Pietralacroce.

L’occasione persa è quella del Castelbellino, che ha pareggiato 1-1 in casa del Montemarciano sbagliando il rigore del possibile 0-2. Se la Castelleonese si conferma a Marzocca, il Borghetto continua il momento di forma sbancando il campo della Labor. Lo Staffolo si rialza, uscendo dalla zona play-out con il 3-1 alla Falconarese, mentre il Chiaravalle vince lo scontro diretto a Senigallia e si porta a -2 dai biancoverdi, a +5 proprio dall’Aesse sempre più ultima. Andiamo a vedere tutto quello che è successo. In fondo all’articolo potrete trovare anche le differenze di classifica con il campionato 2022-2023.

Girone B – Labor 1-2 Borghetto – 30’ Martarelli (B), 50’ Strappini (L), 82’ Capecci (B)

Il Borghetto espugna Santa Maria Nuova e ora vede i play-off. La squadra di Latini, infatti, ha battuto 1-2 la Labor con il gol decisivo a 8 minuti dalla fine di Capecci ed è a -2 dai play-off. I laborini di Giovagnetti, invece, restano in piena zona play-out.

La partita

Eppure i locali hanno giocato a viso aperto con un gran palleggio. Al 1’ Marconi da buona posizione non centra lo specchio. Al 10’ sugli sviluppi di un corner il pallone sfugge dalle mani di Ferri, Campanelli calcia a botta sicura ma un difensore ospite salva sulla riga di porta. Al 30’ il Borghetto trova lo 0-1: i locali sbagliano un passaggio, consentendo il lancio in profondità di Martarelli, Boria prova ad uscire dalla porta ma il numero 10 lo dribbla e deposita la palla in rete. Il portiere di casa, poco dopo, salva su un’altra ripartenza dello stesso Martarelli. Il primo tempo termina 0-1.

Nella ripresa la Labor si trasforma, trova il pareggio ma viene beffata sul finale. Al 50’ Marconi dalla destra vede Strappini, che tutto solo in area fa 1-1. Le squadre sembrano accontentarsi del pareggio, ma all’82° Capecci, lanciato in profondità, calcia debolmente tra le gambe di Boria in uscita e regala al Borghetto il successo per 1-2.

Giorgio Latini, allenatore del Borghetto

I commenti

Il Borghetto – spiega Loris Gasparri, ds della Laborè stato bravo a coprirsi e a giocare di rimessa, approfittando degli errori individuali dei nostri ragazzi. Mastichiamo amaro perché siamo in una situazione difficile: il gran possesso palla non porta punti. Bisogna essere meno belli e più concreti. Ora guardiamo alla gara decisiva contro la Falconarese”.

La sfida è stata combattuta – risponde mister Giorgio Latini del Borghetto. Loro hanno palleggiato di più, mentre noi siamo stati più pericolosi. Abbiamo sfruttato due situazioni, riuscendo a segnare un bel gol per lo 0-1. In seguito il loro portiere ha fatto una bella parata su Capecci a tu per tu. Nel secondo tempo la Labor ha fatto meglio di noi nel primo quart’ora, tant’è vero che ha pareggiato. Poi siamo venuti fuori e abbiamo meritato la vittoria. Siamo in un buon momento di forma: dobbiamo sfruttarlo”.

Montemarciano 1-1 Castelbellino – 18’ Api (C), 70’ Moschini (M)

Montemarciano e Castelbellino si dividono la posta in palio. Termina 1-1, infatti, la super sfida tra la squadra di Caccia e gli uomini di Perini, con un gol per tempo. Resta tutto quasi invariato in classifica, con gli orange a -3 dai play-off, con la quinta posizione occupata proprio dei montemarcianesi.

La partita

Nel primo tempo ci sono occasioni da una parte e dall’altra, ma sono gli ospiti a passare in vantaggio.Al 3’ Moschini in diagonale fa la barba al palo, mentre il cross sulla galoppata di Onourah sulla destra viene spazzato dai difensori locali. Al 17’ Moschini non trova la porta con un bel tiro al volo; il Castelbellino, dall’altra parte, trova il gol del vantaggio con il rasoterra di Api, bravo a sfruttare un errore della difesa del Montemarciano. Nel resto del parziale, il possesso palla dei locali non produce effetti, a parte per un tiro di Gramazio che colpisce l’esterno della rete.

Nella ripresa i ragazzi di Caccia trovano il pari. Il Castelbellino, però, si mangia lo 0-2: al 65’ Api viene atterrato in area da Fabbrizi, ma dal dischetto il portiere di casa si fa perdonare parando all’attaccante il tiro dagli 11 metri.

Il pre-gara di Montemarciano-Castelbellino

Gol mangiato, gol subito, perché al 70’ Rossi pennella un cross al bacio per Moschini, partito sul filo del fuorigico, che con un tiro al volo batte Buriani per l’1-1. Nell’assedio finale dei locali, Buriani è attento su Lucci e Tunnera.

I commenti

Il Monte – spiega la società di casa – chiude il girone d’andata con un pari dolceamaro, che muove la classifica. Siamo a 5 punti dalla capolista Sassoferrato Genga. Sabato prossimo appuntamento con la prima di ritorno contro la Castelleonese”. Il Montemarciano si è rinforzato con l’arrivo del difensore classe 2004 Riccardo Pellegrini, ex Osimo Stazione.

E’ stata una bella partita – risponde il centrocampista del Castelbellino, Giulio Gigli -, giocata ad alti livelli contro una squadra che costruisce molto. C’è un po’ di rammarico però perché, anche se loro hanno creato molto, secondo me noi abbiamo avuto più occasioni da gol anche se le abbiamo sprecate. Purtroppo gli eventi ci hanno condannato al pari: in particolare abbiamo sbagliato un rigore e la loro rete forse era in fuorigioco”.

Olimpia Marzocca 0-2 Castelleonese – 61’ Ghetti, 90’ Mancini

Continua a volare la Castelleonese. La squadra di Fiori, infatti, infligge a mister Profili la prima sconfitta al ritorno all’Olimpia Marzocca, centrando il sesto risultato utile di fila, che vale il sorpasso alla Filottranese al secondo posto in classifica. Hanno deciso le reti nella ripresa del vice-capocannoniere Gioele Ghetti al 61’ e di Mancini al 90’. I marzocchini, che hanno terminato la partita in 9 per le espulsioni di Carsetti e Tomba, scivolano al decimo posto in classifica, a -5 dai play-off e a +4 dai play-out.

I commenti

Da una possibile vittoria – commentano i padroni di casa – alla sconfitta. Occorre accettare il risultato senza appellarsi alla sfortuna o crearsi degli alibi. Non ci sono persone da incolpare, ma responsabilità da assumersi. La cosa importante è mantenere la fiducia e riprovare, questo è l’approccio che ci porterà al positivo cambiamento. Forza biancoazzurri”.

“Sicuramente è stata per noi – spiega l’attaccante ospite Gioele Ghetti una vittoria importantissima, sia per il prosieguo del nostro cammino in campionato, sia per mantenere alto il morale. Vincere è sempre bello vincere, perché ripaga i sacrifici fatti in settimana da tutta la squadra. Riguardo alla sfida, abbiamo affrontato un’ottima squadra come il Marzocca che penso non abbia nulla da invidiare alle attuali prime 5 in classifica, è stata una partita equilibrata, dura e giocata molto sulle seconde palle. Le condizioni del campo, a mio parere non permettevano di esprimere al meglio le qualità di entrambe le squadre.

Siamo stati bravi nel difenderci, concedendo poco e finalizzando le occasioni da gol che ci sono capitate, penso che nel complesso abbiamo meritato di vincere questa partita.

E’ stato un successo di squadra, arrivato su un campo difficile da espugnare come quello di Marzocca, che ci rende molto felici e ci da ancora più consapevolezza dei nostri mezzi, ma che ci deve anche far rimanere con i piedi per terra per continuare a fare bene come stiamo facendo”.

Pietralacroce 0-0 Borgo Minonna

Finisce con un pari senza reti la sfida di centro classifica tra Pietralacroce e Borgo Minonna. Le due squadre restano così a -4 dai play-off con 21 punti. I dorici di Santarelli hanno sfiorato la vittoria nei minuti finali, colpendo una traversa su punizione di Angeletti, mentre la squadra di Luchetta ha creato molto, senza riuscire a sfondare la difesa di casa. Anche se il Borgo Minonna protesta per l’arbitraggio di Di Maio di San Benedetto del Tronto, che ha negato un gol a Rango per fuorigioco inesistente e non ha concesso un calcio di rigore.

I commenti

Un punto ideale per invertire la rotta – commenta il dirigente del Pietralacroce, Attilio B. -.Il girone d’andata termina con un pareggio a reti bianche, sul proprio terreno tra Pietralacroce ed il tonico Borgo Minonna. Anche se non esaltante, si ferma l’emorragia per la squadra di Ancona dopo tre sconfitte consecutive. Attualmente con il girone di ritorno tutto da giocare, il Pietra si trova nel mezzo della classifica, con un distacco ridotto dalle squadre in zona playoff ma con l’obbligo di guardarsi le spalle per mantenere sufficientemente lontane le squadra in zona playout.

Il Borgo Minonna ha fatto la partita, mentre il Pietralacroce si è salvato con una difesa, stavolta impermeabile, facendo barriera contro le folate degli avversari. Solo nel secondo tempo, con opportuni aggiustamenti dalla panchina, la squadra di casa ha avuto buone ripartenze e la partita si è in parte riequilibrata. Allo scadere del recupero una punizione di Angeletti si è stampata sulla traversa, negando in extremis la clamorosa vittoria del ‘Pietra’. Risultato giusto così”.

Cristiano Luchetta (mister Borgo Minonna)

“Non parlo mai di arbitri – puntualizza mister Cristiano Luchetta del Borgo Minonna , ma credo che abbia deciso prima di arrivare ad Ancona che la partita doveva finire in pareggio, senza rischi. Non è stato un arbitro all’altezza della situazione e che non è stato attento. Ci ha annullato un gol valido e non ci ha dato un rigore solare il primo tempo. In 9 anni a Jesi non ho mai parlato degli arbitri, ma questa volta il direttore di gara è stato determinante nel risultato. Detto questo abbiamo fatto la partita, creando delle trame di gioco importanti, soprattutto nel primo tempo. Non siamo riusciti a segnare per disattenzioni nostre e alla fine il Pietralacroce, squadra all’altezza, poteva vincere con una punizione sotto l’incrocio che ci ha graffiato.

Real Cameranese 3-0 Filottranese – 40’ Portaleone, 75’ Casaccia, 82’ Razgui  

Da “Clamoroso al Cibali” a “Clamoroso al Montenovo”. La Real Cameranese, infatti, ha battuto 3-0 l’ex capolista Filottranese, superandola in classifica. La squadra di Pantalone non è più una sorpresa, dato il secondo posto a -1 dal Sassoferrato Genga. I biancorossi di Strappini, alla terza sconfitta consecutiva in trasferta, scivolano addirittura al quarto posto.

La partita

Dopo mezz’ora di equilibrio, i locali passano in vantaggio al 40’. Portaleone, che poco prima si era visto negare il gol da Grilli, realizza con un diagonale la rete dell’1-0 che manda le squadre agli spogliatoi. Gli ospiti reclamano per un calcio di rigore non concesso per un intervento su Maccioni. La Filottranese, comunque, reagisce nella ripresa con l’incrocio dei pali colpito da Gasparini da punizione, mentre poco prima Fatone lo aveva ipnotizzato. Al 75’ Casaccia fa 2-0, con un inserimento perfetto che manda in bambola la difesa ospite. A 5 minuti dalla fine la cannonata fuori area di Razgui vale il definitivo 3-0

Thomas Portaleone (Real Cameranese)

I commenti

La Real Cameranese – commentano i rossoneri – piega 3-0 la corazzata Filottranese. Una prestazione maiuscola, perfetta e meravigliosa quella dei rossoneri, che superano meritatamente la favorita numero uno alla vittoria finale del campionato. Portaleone, Casaccia e Razgui i mattatori, ma tutti, veramente tutti, meritano un 10 in pagella! Termina così un girone di andata superlativo dei ragazzi allenati da mister Giorgio Pantalone. Sono 29 i punti totalizzati, uno in meno della capolista Sassoferrato Genga. Arriviamo al giro di boa da secondi in classifica e, per quanto visto in ogni gara, possiamo tranquillamente dire che è un piazzamento meritato. Meritatissimo. La strada però è ancora lunga: godiamoci il momento ma continuiamo a spingere ragazzi. Perché la Real ormai è grande, grandissima!”.

“Nella 15^ giornata di andata – risponde la società ospite – la Filottranese trova la terza sconfitta in trasferta della stagione, la terza consecutiva”.

Sampaolese 1-2 Sassoferrato Genga – 40’ Fioranelli (SA), 48’ Turchi (SG), 76’ Paoletti (SG)

Il Sassoferrato Genga espugna San Paolo di Jesi e si laurea campione d’inverno nel girone B di Prima Categoria. I ragazzi di Ricci, infatti, hanno battuto 1-2 la Sampaolese in rimonta, in una gara ricca di polemiche da parte dei biancorossi, soprattutto per via dell’arbitraggio di Diouane di Fermo. La squadra di Togni scivola in piena zona play-out, per via della contemporanea vittoria dello Staffolo.

La partita                                                                                                                 

I padroni di casa partono meglio e mettono in difficoltà i sentinati. Serve il miglior Pifarotti per salvare gli ospiti nei minuti iniziali. Gli ospiti reagiscono con il cross di Turchi a servire Paoletti, anticipato all’ultimo da un difensore locale. Al 40’ i biancorossi passano in vantaggio: Marchegiani batte una punizione verso l’area di rigore, dalla mischia svetta Luca Fioranelli che di testa realizza l’1-0. Prima del duplice fischio, Ricci e Turchi sfiorano l’1-1, ma in entrambe le circostanze i difensori biancorossi evitano il pari. Il primo tempo termina così 1-0.

Il pre-gara di Sampaolese-Sassoferrato Genga

Nella ripresa il Sassoferrato Genga riesce a rimontare. Pronti-via ed è subito pareggio, con la punizione magistrale di Turchi a togliere le ragnatele dalla porta di Morgante. Al 58’, su una piazzato dal limite di Cocilova, Carletti Orsini colpisce di mano in area, ma per l’arbitro non ci sono gli estremi per il calcio di rigore, tra le proteste dei locali. E al 76’ arriva la beffa per i padroni di casa: Emanuele Piermattei scappa in contropiede e appoggia in area per Paoletti che segna l’1-2.

I ragazzi di Togni si buttano in avanti alla ricerca del pareggio e all’83° Marchegiani colpisce una traversa. Dall’altra parte Colombo sfiora il tris, colpendo l’incrocio dei pali dalla lunga distanza. Il risultato non cambia: è il Sassoferrato Genga di mister Ricci la squadra campione d’inverno nel girone B di Prima Categoria.

I commenti

“Mastica davvero amaro la Sampaolese – spiegano i locali – per questa sconfitta immeritata, dopo una prestazione all’altezza della capolista, ma un po’ la sfortuna e molto per l’operato del direttore di gara Youssef Diouane di Fermo, la vede soccombere contro degli avversari di assoluto livello! In particolare, parlando del rigore non concesso, ci sembra incredibile come su azione di palla inattiva, a 5 metri circa di distanza, guardando in direzione della barriera, non si possa non vedere il mani del difensore ospite! È verissimo che il “mestiere” dell’arbitro è molto complicato e ti espone a continue critiche, ma in questo caso è legittimo parlare di clamoroso errore!”.

Il Sassoferrato Genga – rispondono i sentinati – si laurea campione d’inverno chiudendo il girone di andata in testa alla classifica, dopo aver espugnato il Comunale Alessio Marchegiani di San Paolo di Jesi al termine di un match giocato a viso aperto da entrambe le formazioni, con il risultato rimasto in bilico fino alla fine. Tre punti sudati”.

Staffolo 3-1 Falconarese – 1’ Mobili (S), 30’ Massei su rigore (S), 42’ Baldoni (F), 60’ Monaco (S)

Lo Staffolo batte la Falconarese e si toglie dalla zona rossa della classifica. I ragazzi di Pasquini, infatti, hanno battuto 3-1 la squadra di Cosentino, guidata in panchina dal vice Puliti per via dell’assenza del mister per lutto.

La partita

I giallorossi passano in vantaggio dopo 60 secondi, con il nuovo arrivato Yuri Mobili (attaccante classe 1981 ex Olimpia Marzocca, Marina, San Biagio, Camerano, Montefano e Monserra) a concretizzare con una zampata in area un calcio di punizione battuto da Stefano Massei da posizione defilata. Tra l’altro si tratta anche di un gol dell’ex, dato che Mobili ha giocato nella Falconarese nel 2001-2002 e nel 2005-2006. Alla mezz’ora arriva il raddoppio, con capitan Massei freddo a realizzare un calcio di rigore. Poco prima della fine del primo tempo, la squadra ospite accorcia con un tiro da fuori di Baldoni, imprendibile per Pepe.

Nella ripresa, lo Staffolo trova il tris con il tap-in di Nicolò Monaco al 60’. I biancoverdi si innervosiscono e terminano la partita in 9, per via delle espulsioni di Mondaini e Serrani. I locali sciupano altre occasioni per arrotondare il risultato, ma alla fine conquistano tre punti importantissimi per il proseguo del campionato.

Il festeggiamento dello Staffolo a fine partita

I commenti

Finalmente – spiega Nicolò Monaco dello Staffoloabbiamo ritrovato la vittoria in casa, che ci dà serenità e soprattutto ci allontana un po’ dalla zona playout. Una buona prestazione di squadra, ma dobbiamo continuare su questo percorso”.

“Mi assumo la responsabilità di questa sconfitta – spiega mister Cosentino della Falconarese -, purtroppo non ero presente a causa della prematura scomparsa di un mio amico fraterno. Mi ha fatto male non essere vicino ai miei calciatori anche se erano in ottime mani quelle di Mister Puliti. Probabilmente ho caricato troppo la gara e rispetto a quello che mi hanno raccontato siamo stati veramente sfortunati con l’arbitraggio. Giocare in 9 tre quarti di partita in un campo come quello di Staffolo, non deve essere stato semplice.

Chiudiamo male un girone di andata andato male nel suo complesso. Capitolo chiuso! Abbiamo un intero girone di ritorno da giocare e siamo una squadra diversa rispetto a quella che ha iniziato, convinta dei suoi mezzi con un gioco riconoscibile. Speriamo solo di trovare dei campi che ci possano permettere di esprimere le nostre qualità, quello di Staffolo non è di sicuro un terreno che si sposa con quello che proviamo settimanalmente, ma ahimè non è il solo”

Senigallia Calcio 1-2 Chiaravalle – 15’ Serrani (S), 30’ D’Urzo (C), 60’ Rocchetti D. (C)

Il Chiaravalle ribalta il Senigallia Calcio e continua a sperare nella salvezza. I grigioneri di Fenucci, infatti, hanno vinto 1-2 e accorciano a -2 dalla Falconarese terz’ultima. I senigalliesi di Frulla, invece, scivolano a -5 dal penultimo posto. Eppure Serrani al 15’ aveva portato in vantaggio la squadra di casa. Al 30’ D’Urzo conquista un calcio di rigore e lo realizza, segnando l’1-1. Nella ripresa, ancora il numero 10 grigionero si rende protagonista, servendo Davide Rocchetti autore del definitivo 1-2.

La vittoria di sabato – spiega proprio Alessandro D’Urzo del Chiaravalle – è stata sofferta ma voluta. Sapevamo che dovevamo solo vincere: nonostante lo svantaggio iniziale, siamo riusciti a pareggiarla e a conquistare i tre punti. Speriamo sia una vittoria che ci porti su di morale per la seconda parte di stagione”.

Girone C – San Claudio 1-1 Cingolana SF – 11’ Serantoni (S), 69’ Mangoni (C) – leggi l’articolo

I pronostici di mister Carletti

Girone B – Labor-Borghetto – pronostico 1 – risultato 2

Olimpia Marzocca-Castelleonese – pronostico 1 – risultato 2

Montemarciano-Castelbellino – pronostico 1 – risultato X

Pietralacroce-Borgo Minonna – pronostico X – risultato X

Real Cameranese-Filottranese – pronostico 2 – risultato 1

Sampaolese-Sassoferrato Genga – pronostico 1 – risultato 2

Senigallia Calcio-Chiaravalle – pronostico 1 – risultato 2

Staffolo-Falconarese – pronostico 1 – risultato 1

Girone C – San Claudio-Cingolana – pronostico X – risultato X

Totale di giornata: 3/9 – Totale complessivo: 55/127

La Top 11 di giornata

Portiere: Morresi (Borgo Minonna)

Difensori: Mangoni (Cingolana SF), Marini (Pietralacroce), Casaccia (Real Cameranese)

Centrocampisti: Paoletti (Sassoferrato Genga), Moschini (Montemarciano), Martarelli (Borghetto)

Attaccanti: D’Urzo (Chiaravalle), Mobili (Staffolo), Ghetti (Castelleonese), Portaleone (Real Cameranese)

Allenatore: Giorgio Pantalone (Real Cameranese)

A disposizione: Capecci (Borghetto), Serrani (Senigallia Calcio), Massei (Staffolo), Api (Castelbellino), Strappini (Labor)

Classifiche e marcatori

Girone B

CLASSIFICA – Sassoferrato Genga 30, Real Cameranese 29, Castelleonese 29, Filottranese 28, Montemarciano 25, Borghetto 23, Castelbellino 22, Borgo Minonna 21, Pietralacroce 21, Olimpia Marzocca 20, Staffolo 18, Sampaolese 16, Labor 15, Falconarese 13, Chiaravalle 11, Senigallia Calcio 6

MARCATORI13 gol: Giudici (Castelleonese); 9 gol: Ghetti (Castelleonese); 8 gol: Bassotti (Labor) e Portaleone (Real Cameranese); 6 gol: Nicoletti Pini (Filottranese), Marchionne (Real Cameranese) e Serrani (Senigallia Calcio); 5 gol: Marchegiani (Sampaolese), Braconi (Borgo Minonna), Ricci (Sassoferrato Genga), Bartoloni (Falconarese), Maccioni (Filottranese), Mancini (Castelleonese) e Capecci (Borghetto).

Girone C

CLASSIFICA – Vigor Montecosaro 31, Settempeda 28, San Claudio 26, Montecassiano 26, Portorecanati 26, Folgore Castelraimondo 22, Passatempese 20, Montecosaro 20, Elite Tolentino 19, Caldarola 18, Camerino 17, Urbis Salvia 15, Cingolana SF 14, Pinturetta 13, Montemilone Pollenza 12, Esanatoglia 12 

MARCATORI15 gol: Pantone (Portorecanati); 13 gol: Tulli (Vigor Montecosaro); 9 gol: Ibii Ngwang (San Claudio), Bisbocci (Folgore Castelraimondo) e Castellano (Settempeda); 8 gol: Lovotti (Cingolana SF); 7 gol: Guermandi (Vigor Montecosaro); 6 gol: Traorè (Elite Tolentino); 5 gol: Capenti (Elite Tolentino).

Un anno fa…

Classifica del Girone B 2022-2023 alla 15^ giornata – Castelfrettese 30, Filottranese 30, Sassoferrato Genga 29, Staffolo 24, Castelbellino 23, Borgo Minonna 23, Castelleonese 22, Chiaravalle 22, Labor 21, MonSerra 21, Sampaolese 20, Real Cameranese 17, Montemarciano 17, Villa Musone 15, Colle 2006 6, Loreto 2

Classifica del Girone B 2023-2024 alla 15^ giornata – Sassoferrato Genga 30, Real Cameranese 29, Castelleonese 29, Filottranese 28, Montemarciano 25, Borghetto 23, Castelbellino 22, Borgo Minonna 21, Pietralacroce 21, Olimpia Marzocca 20, Staffolo 18, Sampaolese 16, Labor 15, Falconarese 13, Chiaravalle 11, Senigallia Calcio 6

Differenza punti: Real Cameranese +12, Montemarciano +8, Castelleonese +7, Sassoferrato Genga +1, Castelbellino -1, Filottranese -2, Borgo Minonna -2, Sampaolese -4, Staffolo -6, Labor -6, Chiaravalle -11

Classifica del Girone C 2022-2023 alla 15^ giornata – Elpidiense Cascinare 37, Camerino 36, Settempeda 31, Appignanese 29, Folgore Castelraimondo 23, Montemilone Pollenza 19, Caldarola 19, Urbis Salvia 18, Esanatoglia 18, Cingolana SF 17, Portorecanati 17, Elfa Tolentino 16, Vigor Montecosaro 15, Montecosaro 12, Cska Corridonia 10, Sarnano 10

Classifica del Girone C 2023-2024 alla 15^ giornata – Vigor Montecosaro 31, Settempeda 28, San Claudio 26, Montecassiano 26, Portorecanati 26, Folgore Castelraimondo 22, Passatempese 20, Montecosaro 20, Elite Tolentino 19, Caldarola 18, Camerino 17, Urbis Salvia 15, Cingolana SF 14, Pinturetta 13, Montemilone Pollenza 12, Esanatoglia 12

Differenza punti: Vigor Montecosaro +16, Portorecanati +9, Montecosaro +8, Elite Tolentino +3 (ex Elfa), Caldarola -1, Folgore Castelraimondo -1, Settempeda -3, Urbis Salvia -3, Cingolana SF -3, Esanatoglia -6, Montemilone Pollenza -7, Camerino -12.

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement
Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory