Calcio Serie C / Ancona, boccata di ossigeno col Sestri Levante: 3-1

I dorici vincono al “Del Conero” una gara fondamentale in ottica salvezza. Passati in svantaggio, Saco, Spagnoli e Agyemang firmano la rimonta. In coda, altra impresa Fermana

VALLESINA, 14 aprile 2024 – l’Ancona era attesa oggi dall’ennesima gara verità al “Del Conero” contro il Sestri Levante, formazione ligure al momento fuori dai Play-Out ma non ancora salva aritmeticamente.

Gara iniziata per l’ennesima volta in salita, col vantaggio degli ospiti con Omoregbe, che approfitta di un errato disimpegno difensivo di Cella e batte Perucchini.

L’Ancona cerca di reagire, trovando il pareggio con il solito Saco, che al 27’ sfrutta un assist di Prezioso.

Il primo tempo termina col punteggio di 1-1 ed un’Ancona che rimette in piedi una gara iniziata malissimo.

Nella ripresa, girandola di emozioni con il biancorosso Barnabà che al 52’ salva sulla linea di porta una conclusione di Forte. Un minuto dopo, al 53’, è invece Saco ad andare vicinissimo al vantaggio, ma l’estremo difensore ligure Raspa riesce a salvare i suoi.

Al 57’, ospiti ancora vicinissimi al vantaggio, con la traversa colpita da Candiano.

Il bomber biancorosso Spagnoli, oggi di nuovo a segno col Sestri Levante (foto profilo FB ufficiale Ancona Calcio)

Al 64’, l’episodio che rompe definitivamente l’inerzia della gara a favore dell’Ancona. Il difensore ligure Podda tocca la palla con la mano. Per l’arbitro non ci sono dubbi e concede il rigore ai biancorossi, trasformato da Spagnoli, che torna così al gol dopo alcune domeniche di digiuno.

Al 73’, l’Ancona colpisce ancora in contropiede con Agyemang, da poco entrato in campo, che si invola e batte Raspa per il definitivo 3-1. Nel finale, all’88’, il dorico Energe potrebbe portare a 4 le marcature, ma la sua conclusione termina alta.

Ancona che ritrova dunque 3 punti pesantissimi a 2 giornate dal termine, prima delle ultime due gare, delicatissime, il derby all’“Adriatico-Cornacchia” con il Pescara e il match casalingo con la Lucchese.

Fermana ancora vittoriosa per 2-1 con la Lucchese per altri 3 punti importantissimi che spingono i canarini sempre più nei Play-Out, diminuendo il rischio retrocessione diretta.

Le formazioni di Fermana e Lucchese al centro del campo prima del fischio d’inizio (foto profilo FB ufficiale Fermana Calcio)

Ospiti in vantaggio al 16’ con Yeboah Ankrah, ma la Fermana riesce subito a ristabilire la parità con Paponi al 19’.

Rete del definitivo 2-1 ad opera Niang al 95’, per un vittoria che vale molto più dei 3 punti in classifica.

Peccato per il risveglio troppo tardivo dei gialloblù in campionato. Le prossime 2 gare che mancano al termine del torneo, con Juventus Next Gen in trasferta e col Pescara al “Recchioni”, saranno ancora una volta decisive.

Vis Pesaro in campo alle 20:45 al “Benelli” con il Perugia e Recanatese impegnata invece domani a Cesena.

I risultati: Fermana-Lucchese 2-1, Olbia-Pescara 0-3, Pineto-Juventus Next Gen 1-2, Ancona-Sestri Levante 3-1, Virtus Entella-Spal 1-2

Carrarese-Rimini e Gubbio-Pontedera (ore 18:30), Vis Pesaro-Perugia (ore 20:45).

Arezzo-Torres e Cesena-Recanatese (lunedì 15 aprile, ore 20:45)

La Classifica provvisoria: Cesena 89, Torres 72, Carrarese 64, Perugia 62, Gubbio 54, Pescara 52, Juventus Next Gen 51, Pontedera 50, Arezzo 48, Rimini 47, Lucchese e Pineto 44, Spal 43, Virtus Entella 42, Sestri Levante 41, Ancona 38, Recanatese 37, Vis Pesaro 33, Fermana 31, Olbia 25.

Il prossimo turno, domenica 21 aprile, ore 16:30, con tutte le gare tutte in contemporanea: Juventus Next Gen-Fermana, Lucchese-Carrarese, Perugia-Arezzo, Pescara-Ancona, Pontedera-Olbia, Recanatese-Gubbio, Rimini-Virtus Entella, Sestri Levante-Vis Pesaro, Spal-Pineto e Torres-Cesena.

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / Ancona, tonfo a Pontedera bene Recanatese e Fermana

Tanto lavoro da fare ancora per Boscaglia. Importantissime vittorie per Recanatese e Fermana, perde la Vis a Rimini

VALLESINA, 7 aprile 2024 – L’Ancona era attesa oggi dalla trasferta di Pontedera, come primo vero banco di prova per il nuovo tecnico Roberto Boscaglia, dopo il punticino casalingo con la Spal.

Invece, è arrivata una sconfitta che riporta l’Ancona ai suoi errori e fa arrabbiare ancora una volta la tifoseria, stanca di una stagione con qualche luce e tantissime ombre, nonostante 3 cambi di allenatori.

Padroni di casa subito avanti già al 7’ con Angori, ma Ancona che reagisce con alcuni tentativi pericolosi di Pasini, il solito Spagnoli, e Basso.

Nella ripresa, dorici ancora vicinissimi al pareggio con Cella, Basso e Giampaolo. Rimasta poi in dieci uomini per l’espulsione di Paolucci all’80’, evitabile, l’Ancona ha subito la rete del 2-0 finale con l’ex Peli in contropiede al 95’.

Brutta sconfitta dunque per l’Ancona, che scivola addirittura oggi al quartultimo posto.

Il tecnico dell’Ancona Roberto Boscaglia (foto profilo FB ufficiale Ancona Calcio)

Queste le parole del tecnico Boscaglia a fine gara: «L’Ancona oggi ha tenuto il campo molto meglio del Pontedera. Abbiamo sbagliato i primi 4/5 minuti, prendendo gol, poi abbiamo giocato solo noi. Abbiamo comandato sempre il gioco e fatto bene in manovra. Se guardiamo la partita, il pareggio avrebbe rispecchiato di più l’andamento della gara. Se proprio doveva vincere una squadra in base alle occasioni avute, quella era l’Ancona di sicuro».

Vince invece la Recanatese al “Tubaldi” con la Carrarese, terza forza del torneo.

4-1 il risultato finale, per una gara perfetta da parte dei leopardiani. Padroni di casa che mettono in cassaforte il risultato già nel primo tempo, concluso per 4-0 grazie alle reti di Lipari (8’), Sbaffo su calcio di rigore (11’), Melchiorri (22’) e Carpani (40’).

L’attaccante della Recanatese Federico Melchiorri, oggi in rete con la Carrarese (foto profilo FB ufficiale Recanatese Calcio)

Nel finale, gol della bandiera di Morosini all’80’.

Altra vittoria importantissima della giornata odierna è quella della Fermana di mister Mosconi, che abbandona dopo tantissimi mesi la coda della classifica, addirittura sul campo della seconda in classifica, la Torres.

Fermana in vantaggio con Giandonato al 12’ su calcio di rigore, raggiunta però al 31’ da Scotto.

La rete decisiva è arrivata ad opera di Paponi all’35’, che ha portato i canarini sul definitivo 2-1.

Il tecnico della Fermana Andrea Mosconi (foto profilo FB ufficiale Fermana Calcio)

Vis Pesaro sconfitta a Rimini.

I risultati: Sestri Levante-Pineto 0-2, Perugia-Olbia 3-0, Pontedera-Ancona 2-0, Torres-Fermana 1-2, Juventus Next Gen-Cesena 1-2, Recanatese-Carrarese 4-1, Spal-Gubbio (ore 18:30), Rimini-Vis Pesaro 0-0, Lucchese-Arezzo, e Pescara-Virtus Entella (lunedì 8 aprile, ore 20:45)

La Classifica provvisoria: Cesena 89, Torres 72, Carrarese 64, Perugia 62, Gubbio 54, Pontedera 50, Pescara e Juventus Next Gen 48, Arezzo, Rimini 47, Pineto 44, Lucchese 43, Virtus Entella e Sestri Levante 41, Spal 40, Recanatese 37, Ancona 35, Vis Pesaro 33, Fermana 28, Olbia 25.

Il prossimo turno, domenica 14 aprile: Fermana-Lucchese, Olbia-Pescara e Pineto-Juventus Next Gen (ore 14:00), Ancona-Sestri Levante e Virtus Entella-Spal (ore 16:15), Carrarese-Rimini e Gubbio-Pontedera (ore 18:30), Vis Pesaro-Perugia (ore 20:45), Arezzo-Torres e Cesena-Recanatese (lunedì 15 aprile, ore 20:45)

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / Vis Pesaro, esonerato il tecnico Simone Banchieri

Fatali al tecnico torinese, le ultime 4 sconfitte consecutive. A breve l’annuncio del sostituto. Oggi in campo l’Ancona contro la Spal

VALLESINA, 30 marzo 2024 – La decisione era già nell’aria, ma l’ufficialità è arrivata soltanto nelle ultime ore.

Simone Banchieri non è più l’allenatore della Vis Pesaro.

Arrivato nell’aprile 2023 conducendo i biancorossi alla salvezza, anche se raggiunta a tavolino a spese dell’Imolese, l’ormai ex tecnico vissino aveva firmato anche il rinnovo del proprio contratto sino al 30 giugno 2026, segno della fiducia incondizionata della società.

Fatali però, le ultime 4 sconfitte consecutive contro Arezzo, Cesena, Torres e Lucchese, che hanno fatto ripiombare i pesaresi in piena zona Play-Out, in attesa delle sfide di sabato, che completeranno il quadro della 34ma giornata.

Stessa sorte alcuni giorni fa, è toccata all’ex tecnico dell’Ancona Gianluca Colavitto, avvicendato in panchina da Roberto Boscaglia, pronto ora all’esordio.

Questo il comunicato ufficiale della società: «La Vis Pesaro 1898 comunica di aver sollevato Simone Banchieri dall’incarico di responsabile tecnico della prima squadra. La società ringrazia mister Banchieri per la professionalità e l’impegno profuso in questo anno di lavoro, facendo a lui i migliori auguri per il futuro».

La tifoseria della Vis (foto profilo FB Vis Pesaro Calcio)

Ora, solo 4 giornate dividono la Vis dal termine del torneo, percorso che la vedrà impegnata con Rimini e Sestri Levante in trasferta, Perugia e Juventus Next Gen al “Benelli”.

4 sfide delicatissime per arrivare a una salvezza diretta, rimessa in discussione nelle ultime, pessime giornate di campionato.

Tanti i nomi che stanno circolando, tra cui quello dell’ex attaccante Roberto Stellone, con esperienze su panchine prestigiose come quelle di Frosinone, Bari, Palermo, Ascoli, Arezzo, Reggina e Benevento.

Chiunque arriverà comunque, dovrà lavorare più che sul campo, certamente sulla testa dei giocatori, visto anche, come detto, il poco tempo a disposizione da qui sino al termine del campionato.

Le altre marchigiane, saranno in campo invece oggi sabato 30 marzo. L’Ancona sarà di scena alle ore 14:00 al “Del Conero” con la Spal. La Recanatese invece, andrà a far visita al Pineto. Fischio d’inizio alle 20:45.

Per entrambe, l’obbligo è far punti.

I risultati degli anticipi: Carrarese-Perugia 1-0, Fermana-Rimini 3-2, Gubbio-Torres 1-0, Vis Pesaro-Lucchese 1-3

Le gare di sabato 30 marzo: Arezzo Juventus Next Gen, Olbia-Sestri Levante, Ancona-Spal (ore 14:00), Cesena-Pescara e Virtus Entella-Pontedera (ore 16:15), Pineto-Recanatese (ore 20:45)

La Classifica provvisoria dopo gli anticipi: Cesena 83, Torres 72, Carrarese 64, Perugia 59, Gubbio 54, Pescara 48, Arezzo e Pontedera 47, Lucchese 43, Juventus Next Gen 42, Rimini 41, Pineto 40, Virtus Entella e Sestri Levante 38, Spal 36, Ancona 34, Vis Pesaro e Recanatese 33, Olbia e Fermana 25.

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / Fermana ancora viva tonfo Vis le altre in campo sabato

Nell’anticipo, la Fermana torna alla vittoria e non è più sola in coda. Perde in casa la Vis, alla quarta sconfitta consecutiva. Ancona e Recanatese in campo sabato contro Spal e Pineto

VALLESINA, 28 marzo 2024 – Colpo della Fermana di mister Mosconi che batte il Rimini al “Recchioni” ed aggancia momentaneamente in coda l’Olbia.

Gialloblù già in vantaggio con Sorrentino al 9’, subito raggiunti dagli ospiti, in rete con Gigli al 14’, che completano la rimonta al 27’ con Garetto.

I canarini non ci stanno e pareggiano al 40’ con Giandonato, al rientro dopo tante settimane di assenza.

Il canarino Manuel Giandonato, che ha festeggiato oggi il rientro con un gol (foto profilo FB Fermana Calcio)

Nella ripresa, la rete decisiva di Sorrentino al 61’, autore oggi di una doppietta, che regala 3 punti di vitale importanza ai suoi, che permettono di sperare ancora nei Play-Out.

Sanguinosa sconfitta casalinga invece per la Vis Pesaro, che al “Benelli” deve arrendersi alla Lucchese.

Per gli uomini di mister Banchieri, quarta sconfitta consecutiva nel momento topico del torneo, e biancorossi che precipitano in piena zona Play-Out. Decisivo il digiuno del bomber Karlsson che è coinciso con il momento-no della squadra.

Gara che ha visto la Vis in vantaggio con Di Paola al 26’.

Il vissino Manuel Di Paola. Sua la rete della bandiera nella sfortunata gara con la Lucchese (foto profilo FB Vis Pesaro Calcio)

Ospiti che sono pervenuti al pareggio con Rizzo Pinna pochi minuti dopo, al 34’, con la gara chiusa in parità nella prima frazione di gioco.

Nella ripresa, toscani in vantaggio con Tiritiello al 46’ e allungo ad opera Yeboah Ankran che, all’85’ ha messo in cassaforte il risultato per il definitivo 3-1.

Sconfitta pesantissima per i biancorossi che non potranno sbagliare più da ora in poi.

Le altre marchigiane, saranno in campo invece sabato 30 marzo. L’Ancona del nuovo tecnico Roberto Boscaglia, sarà di scena alle ore 14:00 al “Del Conero” con la Spal.

La Recanatese invece, andrà a far visita al Pineto. Fischio d’inizio alle 20:45.

Per entrambe, l’obbligo è far punti.

I risultati degli anticipi: Carrarese-Perugia 1-0, Fermana-Rimini 3-2, Gubbio-Torres 1-0, Vis Pesaro-Lucchese 1-3

Arezzo Juventus Next Gen, Olbia-Sestri Levante, Ancona-Spal (sabato 30 marzo, ore 14:00), Cesena-Pescara e Virtus Entella-Pontedera (ore 16:15), Pineto-Recanatese (ore 20:45)

La Classifica provvisoria dopo gli anticipi: Cesena 83, Torres 72, Carrarese 64, Perugia 59, Gubbio 54, Pescara 48, Arezzo e Pontedera 47, Lucchese 43, Juventus Next Gen 42, Rimini 41, Pineto 40, Virtus Entella e Sestri Levante 38, Spal 36, Ancona 34, Vis Pesaro e Recanatese 33, Olbia e Fermana 25.

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / Ancona, Boscaglia: «possiamo vincere questa sfida»

Il nuovo tecnico biancorosso si presenta alla stampa, convinto di centrare l’obiettivo salvezza nelle 5 gare che restano sino alla fine del torneo

VALLESINA, 26 marzo 2024 – In casa Ancona, archiviata la pessima giornata di sabato che ha portato alla sconfitta nel derby di Recanati e le conseguenti dimissioni del DS Francesco Micciola e, nelle 24 ore successive, l’esonero del tecnico Gianluca Colavitto, la società ha presentato il nuovo mister Roberto Boscaglia, che guiderà i dorici in queste ultime 5 giornate di campionato, finalizzate ad un unico obiettivo, la salvezza, possibilmente senza passare per i Play-Out.

Insieme al nuovo tecnico, l’AD dell’Ancona, Roberta Nocelli, che ha chiarito come è maturato l’esonero dell’ormai ex tecnico Gianluca Colavitto, e la scelta di Roberto Boscaglia: «Dopo la gara di Recanati, l’umore mio come del resto quello di tutti, era pessimo. Le dimissioni del DS

Il nuovo tecnico dorico Roberto Boscaglia (foto profilo FB Ancona Calcio)

sono arrivate subito dopo la partita e noi, con la società, abbiamo proseguito con le altre riflessioni. Sulla scelta del cambio della guida tecnica, qualcuno potrà obiettare sia tardiva, ma noi abbiamo ritenuto opportuno aspettare, perché la squadra ha alternato prestazioni prestazioni positive, come quelle contro la Torres o la Fermana, credendo che un risultato positivo importante potesse cambiare il percorso della squadra, ma questo non è avvenuto. Nel momento di riflessione, abbiamo scelto di cambiare la guida tecnica. D’accordo con il presidente, mi sono messa in moto per cercare profili che potessero tirarci fuori da questa situazione, perché la salvezza è fondamentale per noi. Nei confronti che ci sono stati, quello che mi ha colpito di mister Boscaglia, è che, dopo un riassunto veloce della situazione e di quello che volevamo, lui non ha esitato. Ovviamente lui ha le sue idee di calcio, sulle quali io cui non entrerò mai. È una persona che ci crede, oltre alle sue idee, alle sue battaglie e al suo percorso, che parla da solo. Siamo certi di aver fatto la scelta migliore per l’Ancona. Benvenuto!».

.

L’ormai ex allenatore dell’Ancona Gianluca Colavitto (foto profilo FB Ancona Calcio)

Prossimo turno per i dorici, sabato 30 marzo, ore 14:00 al “Del Conero” con la Spal.

La Classifica: Cesena 83, Torres 72, Carrarese 61, Perugia 59, Gubbio 51, Pescara 48, Arezzo e Pontedera 47, Juventus Next Gen 42, Rimini 41, Lucchese e Pineto 40, Virtus Entella e Sestri Levante 38, Spal 36, Ancona 34, Vis Pesaro e Recanatese 33, Olbia 25, Fermana 22.

Il prossimo turno: Carrarese-Perugia e Fermana-Rimini, sabato 30 marzo, ore 14:00 Gubbio-Torres e Vis Pesaro-Lucchese (giovedì 28 marzo, ore 20:45), Arezzo Juventus Next Gen, Olbia-Sestri Levante, Ancona-Spal (sabato 30 marzo, ore 14:00), Cesena-Pescara e Virtus Entella-Pontedera (ore 16:15), Pineto-Recanatese (ore 20:45)

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / L’Ancona crolla a Recanati, si dimette il diesse Micciola

I dorici, rimasti in 9, rimediano un pesantissimo 2-0 al “Tubaldi”. Sconfitta di misura per la Vis. Le 4 marchigiane tristemente in fondo alla classifica

24 marzo 2024 – Il derby tra Recanatese e Ancona era una gara, alla vigilia, che avrebbe detto molto sull’attuale stato di salute delle due formazioni e, come da pronostico, l’ha fatto.

Ne esce bene la Recanatese che torna in corsa per la salvezza diretta, malissimo l’Ancona, che invece crolla letteralmente facendosi del male da sola con le due espulsioni che ne hanno compromesso un equilibrio già molto fragile.

In un match che ha visto inizialmente una fase di studio, è passata la Recanatese al 34’ con Pelamatti, che ha sbloccato la gara. Al minuto 43’, l’episodio che ha dato la prima svola alla gara. Il biancorosso Clemente è stato espulso rimediando ingenuamente il secondo giallo nel giro di soli 7 minuti.

Al 45’ Perucchini ha salvato l’Ancona deviando sul palo una conclusione di Carpani.

Nella ripresa, neanche il tempo di iniziare e al 54’ è arrivata l’espulsione del biancorosso Cioffi che ha colpito a gioco fermo il giallorosso Raimo, lasciando i suoi addirittura in 9.

Al 69’, è arrivata la traversa dell’ex Melchiorri e al 72’ la Recanatese ha chiuso definitivamente la gara Carpani che ha battuto l’estremo difensore biancorosso Perucchini.

Il match si è chiuso così, con un meritato 2-0 per i padroni di casa che fanno un importante passo avanti verso la salvezza diretta.

Il DS dell’Ancona Francesco Micciola, che ha rassegnato ieri alla fine del match le sue dimissioni (foto profilo FB Ancona Calcio)

Questo il commento del DS Micciola, il primo a metterci la faccia rassegnando le proprie dimissioni: «La società la sentirò domani mattina. Io sono il primo responsabile, quindi domani mattina invierò alla società la lettera di dimissioni, perché così non si può andare avanti. Sono anche io il colpevole e mi prendo tutte le responsabilità, poi la società vedrà il da farsi».

Queste invece le parole del mister Colavitto: «Penso che in questo momento la cosa migliore sia quella di stare zitti e pedalare. Qualsiasi parola può essere manipolata in vari modi. Fino al primo gol della Recanatese, l’Ancona stava facendo una signora partita, poi è normale che una squadra che mostra in un’annata delle fragilità, purtroppo oggi, queste si sono palesate».

Il tecnico della Recanatese Giacomo Filippi (foto profilo FB Recanatese Calcio)

Su sponda giallorossa, raggiante mister Filippi: «mi aspettavo una partita del genere. Olbia è rimasto un caso isolato, perché i ragazzi sino ad oggi hanno fatto sempre la prestazione. Non c’era miglior partita che un derby. Abbiamo fatto bene e sono molto contento per i ragazzi, per la società e per tutti, perché era una partita sentita, che valeva doppio».

Stop anche per la Vis Pesaro che, in casa della vice-capolista Torres, perde di misura.

Decide la gara una rete del rossoblù Diakitè che beffa i biancorossi al 94’, quando gli uomini di Banchieri stavano per portare a casa un punto preziosissimo.

La Fermana infine, sarà impegnata oggi pomeriggio sul campo dell’Arezzo, per un match proibitivo, ormai da ultima spiaggia.

Il 33mo turno: Sestri-Levante-Gubbio 3-1, Perugia-Pineto 2-2, Pescara-Pontedera 1-0, RecanateseAncona 2-0, Spal-Carrarese 0-0, Torres-Vis Pesaro 1-0

Le gare di oggi: Arezzo-Fermana, Lucchese-Cesena, Rimini-Olbia (ore 14:00), Juventus Next Gen-Virtus Entella (ore 16:15)

La Classifica provvisoria: Cesena 80, Torres 72, Carrarese 61, Perugia 59, Gubbio 51, Pescara 48, Pontedera 47, Arezzo 44, Juventus Next Gen 42, Rimini 41, Lucchese e Pineto 40, Virtus Entella e Sestri Levante 38, Spal 36, Ancona 34, Vis Pesaro e Recanatese 33, Olbia 25, Fermana 22.

Il prossimo turno: Carrarese-Perugia e Fermana-Rimini, sabato 30 marzo, ore 14:00 Gubbio-Torres e Vis Pesaro-Lucchese (giovedì 28 marzo, ore 20:45), Arezzo Juventus Next Gen, Olbia-Sestri Levante, Ancona-Spal, Cesena-Pescara e Virtus Entella-Pontedera (ore 16:15), Pineto-Recanatese (ore 20:45)

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / L’Ancona ferma la Torres, disfatta Recanatese

I dorici conquistano un punto al “Del Conero” con la vice-capolista. Classifica ancora molto delicata. Crolla la Recanatese ad Olbia. Pari Fermana, sconfitta la Vis Pesaro

VALLESINA, 18 marzo 2024 – L’Ancona strappa un punto importantissimo in casa con la vice-capolista Torres.

Gara che ha visto sin dall’inizio protagonisti i sardi, pericolosissimi in due occasioni con Scotto al 18’ e Mastinu al 22’, intercettate dall’estremo difensore dorico Perucchini.

Al 25’ invece, è stata la volta di Giampaolo a rendersi pericoloso, senza successo.

Ad avvio ripresa, vantaggio degli ospiti. È stato il rossoblù Dametto al 51’ a sbloccare la gara con un colpo di testa su calcio d’angolo.

Al 62’ sardi vicinissimi al raddoppio con Di Ruocco, ma Perucchini salva ancora la propria porta.

Al 68’ pareggio dell’Ancona con Saco, ancora una volta decisivo, di testa, sfruttando un assist del compagno di squadra Mondonico. Per il centrocampista, si tratta della sesta rete in campionato.

Un momento della gara Ancona-Torres (foto profilo FB Ancona Calcio)

Nel finale, due occasionissime, una per parte. La prima è per l’Ancona che all’85’ con Energe, a porta praticamente spalancata, ha calciato debolmente, l’altra per gli ospiti all’88’ che con Scotto, di testa, ha concluso di pochissimo a lato.

Pareggio importantissimo, per un bicchiere oggi mezzo pieno, con una formazione, la Torres, che ha già ampiamente espresso tutto il suo valore nel corso della stagione, e che torna a muovere una classifica ancora delicatissima con l’Ancona ancora dentro i Play-Out.

Brutto stop invece per la Recanatese di mister Filippi, ancora lontanissima dal risolvere i suoi problemi.

Ad Olbia infatti, contro una diretta concorrente, i giallorossi hanno rimediato un pesantissimo 4-1.

Al vantaggio dei padroni di casa con Montebugnoli al 17’, ha risposto capitan Sbaffo al 27’.

Capitan Sbaffo. E’ sua la rete della bandiera ad Olbia (foto profilo FB Recanatese Calcio)

L’Olbia ha cercato poi con forza la vittoria, ottenendola con le reti di Nanni al 32’ ed alla doppietta di Ragatzu, uno dei migliori in campo, in rete al 42’ ed al 54’.

La Fermana, impegnata in uno dei tanti scontri diretti col Sestri Levante, non è riuscita ad andare oltre l’1-1, mancando per l’ennesima volta all’appello in una gara decisiva. Una vittoria avrebbe infatti potuto riavvicinare i canarini alla penultima posizione, ma il pareggio accontenta purtroppo, solo gli ospiti.

Il nuovo tecnico della Fermana Mosconi, ancora alle prese con una posizione di classifica drammatica (foto profilo FB Fermana Calcio)

Per la cronaca, liguri in vantaggio per primi con Forte al 22’. Pareggio dei padroni di casa al 51’ con Petrungaro.

Fermana dunque sempre più sola in fondo alla classifica, con sole 6 gare ancora da giocare.

Il 30mo turno: Rimini-Pescara 5-1, Virtus Entella-Lucchese 0-0, Carrarese-Juventus Next Gen 1-1, Pontedera-Spal 2-1, Olbia-Recanatese 4-1, Pineto-Arezzo 1-3, Ancona-Torres 1-1, Gubbio-Perugia 0-1, Fermana-Sestri Levante 1-1, Vis Pesaro-Cesena  0-2

La Classifica parziale: Cesena 80, Torres 69, Carrarese 60, Perugia 58, Gubbio 51, Pontedera 47, Pescara 45, Arezzo 44, Juventus Next Gen 42, Rimini 41, Lucchese 40, Pineto 39, Virtus Entella 38, Spal e Sestri Levante 35, Ancona 34, Vis Pesaro 33, Recanatese 30, Olbia 25, Fermana 22.

Il prossimo turno: Sestri-Levante (venerdì 22 marzo, ore 20:45)-Gubbio, Perugia-Pineto, Pescara-Pontedera, RecanateseAncona, Spal-Carrarese e Torres-Vis Pesaro (sabato 23 marzo, ore 17:30), Arezzo-Fermana, Lucchese-Cesena e Rimini-Olbia (domenica 24 marzo, ore 14:00), Juventus Next Gen-Virtus Entella (ore 16:15)

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / Pari Fermana, l’Ancona torna nei Play-Out

La formazione canarina del nuovo tecnico Mosconi non va oltre il pareggio col Pineto, e rimane in coda. Battuta d’arresto per la Vis che, con i dorici, torna di nuovo nei Play-Out

VALLESINA, 10 marzo 2024 – Sconfitta ad Arezzo per la Vis di mister Banchieri, che non riesce a dar seguito all’ottimo pareggio conseguito a Pineto martedì scorso. Colpita già al 22’ dall’aretino Chiosa, i padroni di casa hanno raddoppiato con il solito Guccione al 62’, ipotecando la gara.

Troppo tardiva la reazione dei biancorossi che sono riusciti solo ad accorciare le distanze con Nicastro all’80’, senza arrivare all’insperato pareggio.

Il bomber della Vis Pesaro Francesco Nicastro, oggi in rete ad Arezzo (foto profilo FB Vis Pesaro Calcio)

Per la Vis, un passo indietro in classifica, che la vede ora al quintultimo posto a pari merito con l’Ancona, in piena zona Play-Out.

C’era attesa anche per la Fermana del nuovo tecnico Mosconi, impegnata al “Recchioni” con il Pineto.

 

Il nuovo tecnico della Fermana Andrea Mosconi (foto profilo FB Fermana Calcio)

In una gara vivace sin dall’inizio, gli ospiti sono passati in vantaggio al 18’ con Germinario.

I canarini hanno reagito subito, trovando il pareggio dopo alcuni minuti, al 20’ con Petrungaro, sempre uno dei migliori.

Nel finale il match si scalda, con 2 espulsioni in casa gialloblù, Petrelli e Paponi. La gara termina con l’1-1 finale che accontenta di più il Pineto, con la Fermana che rimane ancora in fondo alla classifica.

Recanatese infine, in campo lunedì sera alla 20:45 nella trasferta con il Sestri Levante, in un match salvezza assolutamente da non fallire.

Ancona che, in base ai risultati delle gare di oggi, torna mestamente nei Play-Out. Decisiva la vittoria della Spal nel derby con il Rimini, che permette ai biancazzurri di scavalcare i dorici, fermi ora al quintultimo posto insieme alla Vis Pesaro, entrambe alla ricerca di una salvezza ancora tutta da conquistare.

Il tecnico biancorosso Gianluca Colavitto (foto profilo FB Ancona Calcio)

Il 30mo turno: Perugia-Ancona 2-0, Lucchese-Olbia 1-0, Spal-Rimini 3-1, Torres-Virtus Entella 2-1, Arezzo-Vis Pesaro 2-1, Juventus Next Gen-Pontedera 1-1, Pescara-Carrarese 2-2, Fermana-Pineto 1-1

Cesena-Gubbio, Sestri Levante-Recanatese (lunedì 11 marzo, ore 20:45)

La Classifica in attesa dei posticipi di domani: Cesena 74, Torres 68, Carrarese 57, Perugia 55, Gubbio 51, Pescara 45, Pontedera 44, Juventus Next Gen 42, Arezzo 41, Lucchese e Pineto 39, Rimini 38, Virtus Entella 37, Spal 35, Vis Pesaro e Ancona 33, Sestri Levante 31, Recanatese 30, Olbia 22, Fermana 21.

Il prossimo turno: Rimini-Pescara e Virtus Entella-Lucchese (venerdì 15 marzo, ore 20:45), Carrarese-Juventus Next Gen e Pontedera-Spal (sabato 16 marzo, ore 18:30), Olbia-Recanatese e Pineto-Arezzo (domenica 17 marzo, ore 14:00), Ancona-Torres e Gubbio-Perugia (ore 16:15), Fermana-Sestri Levante (ore 18:30), Vis Pesaro-Cesena (ore 20:45)

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / L’Ancona scivola a Perugia, passo indietro dei biancorossi

I dorici, mai davvero pericolosi, incassano una pesante sconfitta al “Curi”. Le altre marchigiane in campo domenica. Fermana, c’è Mosconi al posto dell’esonerato Protti

VALLESINA, 9 marzo 2024 – L’Ancona era impegnata oggi in un match difficilissimo al “Curi” di Perugia contro un’altra delle grandi deluse del torneo, reduce dalla pesantissima debacle di Chiavari, per allungare la striscia positiva iniziata con la vittoria di martedì scorso nel derby con la Fermana.

Con assenze importanti, su tutte quella del bomber Spagnoli, i biancorossi hanno subito sin dai primi minuti la partenza dei padroni di casa, che hanno anche avuto al 14’ la possibilità di passare in vantaggio grazie a un calcio di rigore concesso dal signor De Angeli di Milano, per un atterramento dell’ex vissino Sylla ad opera di Radicchio. Dal dischetto è andato lo stesso Sylla, ma la sua conclusione è stata neutralizzata dall’estremo difensore biancorosso Perucchini.

I dorici in campo al “Curi” di Perugia prima della gara (foto profilo FB Ancona Calcio)

Al 34’, altro rigore per il Perugia. È stato ancora Radicchio, in giornata no, a commettere ancora fallo questa volta sul marchigiano Seghetti. Dagli undici metri questa volta è andato Lisi, che ha realizzato la rete dell’1-0 al 35’.

Poco dopo, al 40’, è arrivato il raddoppio di Paz, bravo a battere Perucchini con un bel diagonale.

Nella ripresa, il portiere biancorosso ha salvato subito su Kouan e l’Ancona ha cecato di rendersi pericolosa con una conclusione di D’Eramo al 77’, senza successo. La girandola di cambi poi, non ha cambiato l’inerzia della gara. Nel finale, è stato ancora Perucchini a salvare i suoi all’83’ su Seghetti, uno dei migliori tra gli umbri.

La gara è terminata così col successo dei grifoni per 2-0 che interrompono subito il cammino dell’Ancona, facendola ripiombare nei soliti alti e bassi che hanno da sempre caratterizzato il cammino dei biancorossi da inizio stagione. Una battuta d’arresto che lascia ora i dorici a ridosso dei Play-Out, in attesa dei risultati di domani.

La Fermana intanto, ha annunciato il nuovo tecnico dopo l’esonero di Stefano Protti. Si tratta di una vecchia conoscenza del calcio marchigiano: Andrea Mosconi.

Il nuovo tecnico della Fermana Mosconi con il DS canarino Andreatini (foto profilo FB Fermana Calcio)

L’allenatore di origini laziali infatti, ha guidato infatti negli anni scorsi Sambenedettese, Tolentino e Fano. In questa stagione, Mosconi in questa stagione, aveva iniziato ad allenare il Campobasso, prima di essere esonerato. A lui sarà affidato l’arduo compito del raggiungimento della salvezza, con sole 8 giornate a disposizione, prima del termine del torneo.

Il 30mo turno: Perugia-Ancona 2-0, Lucchese-Olbia, Spal-Rimini e Torres-Virtus Entella (domenica 10 marzo, ore 14:00), Arezzo-Vis Pesaro, Juventus Next Gen-Pontedera e Pescara-Carrarese (ore 18:30), Fermana-Pineto (ore 20:45), Cesena-Gubbio e Sestri Levante-Recanatese (lunedì 11 marzo, ore 20:45)

La Classifica in attesa delle gare di domani: Cesena 74, Torres 65, Carrarese 56, Perugia 55, Gubbio 51, Pescara 44, Pontedera 43, Juventus Next Gen 41, Pineto, Rimini e Arezzo 38, Virtus Entella 37, Lucchese 36, Vis Pesaro e Ancona 33, Spal 32, Sestri Levante 31, Recanatese 30, Olbia 22, Fermana 20.

Il prossimo turno: Rimini-Pescara e Virtus Entella-Lucchese (venerdì 15 marzo, ore 20:45), Carrarese-Juventus Next Gen e Pontedera-Spal (sabato 16 marzo, ore 18:30), Olbia-Recanatese e Pineto-Arezzo (domenica 17 marzo, ore 14:00), Ancona-Torres e Gubbio-Perugia (ore 16:15), Fermana-Sestri Levante (ore 18:30), Vis Pesaro-Cesena (ore 20:45)

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / Fermana, esonerato mister Protti

Il derby del “Del Conero” ha decretato l’interruzione del rapporto tra l’ormai ex tecnico e giocatore dei canarini, e la società. Mister Colavitto: «Vittoria meritata»

VALLESINA, 6 marzo 2024 – Il derby Ancona-Fermana di martedì era già stato annunciato come un derby da dentro o fuori per entrambe le squadre e, soprattutto, per i rispettivi tecnici.

La vittoria per 2-1 dei dorici così, ha portato inevitabilmente all’esonero, già nell’aria, del tecnico gialloblù Stefano Protti, anche ex giocatore della Fermana che fu.

Il capitano dei canarini Gianvito Misuraca durante la gara del “Del Conero” (foto profilo FB Fermana Calcio)

La decisione era già nell’aria, soprattutto dopo il passo falso di domenica scorsa nel match casalingo con l’Olbia in cui la Fermana si era fatta riacciuffare nel 2-2 finale dei sardi in extremis, in una gara che avrebbe davvero potuto riaprire i giochi e far abbandonare l’ultima posizione.

La sconfitta di Ancona ha solo fatto il resto, con la società alla ricerca di un ultimo tentativo prima dell’inevitabile, con 8 gare ancora tutte da giocare.

Questo il Comunicato Ufficiale della società gialloblù: »

Queste invece le parole del tecnico dell’Ancona Gianluca Colavitto nel post gara dopo l’importantissima vittoria: «Era un derby in cui i punti avevano un valore inestimabile. Sapevamo di affrontare una squadra comunque in salute, indipendentemente dalla classifica. Nel primo tempo, i ragazzi hanno fatto la partita che dovevano fare, poi siamo riusciti a sbloccarla, ed abbiamo poi avuto anche tante occasioni per passare sul 3-0. Alla fine, hanno trovato il gol. Penso comunque, sia stata una vittoria meritata. Sull’espulsione, c’è stato un momento di confusione su una rimessa laterale nostra, Misuraca mi ha spinto un pò, poi ho spinto anche io, ma l’arbitro ha ammonito lui ed ha ritenuto opportuno cacciare me».

Il tecnico dell’Ancona Gianluca Colavitto, uscito vincitore dal derby (foto profilo FB Ancona Calcio)

I risultati completi del 30mo turno: Pineto-Vis Pesaro 1-1, Virtus Entella-Perugia 5-0 AnconaFermana 2-1, Carrarese-Cesena 3-2, Gubbio-Arezzo 2-0, Recanatese-Pescara 3-2, Olbia-Juventus Next Gen 0-4, Spal-Torres 0-2, Pontedera-Lucchese 2-2, Rimini-Sestri Levante 0-1

La Classifica aggiornata della 30ma giornata: Cesena 74, Torres 65, Carrarese 56, Perugia 52, Gubbio 51, Pescara 44, Pontedera 43, Juventus Next Gen 41, Pineto, Rimini e Arezzo 38, Virtus Entella 37, Lucchese 36, Vis Pesaro e Ancona 33, Spal 32, Sestri Levante 31, Recanatese 30, Olbia 22, Fermana 20.

Il prossimo turno, che si giocherà tra domenica 10 marzo: Perugia-Ancona (sabato 9 marzo, ore 16:15), Lucchese-Olbia, Spal-Rimini e Torres-Virtus Entella (domenica 10 marzo, ore 14:00), Arezzo-Vis Pesaro, Juventus Next Gen-Pontedera e Pescara-Carrarese (ore 18:30), Fermana-Pineto (ore 20:45), Cesena-Gubbio e Sestri Levante-Recanatese (lunedì 11 marzo, ore 20:45)

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / L’Ancona fa suo il derby con la Fermana, colpo Recanatese

I dorici tornano ai 3 punti nel derby da ultima spiaggia con la Fermana. Decide il match Spagnoli. Torna alla vittoria la Recanatese con il Pescara. Buon punto Vis a Pineto

VALLESINA, 6 marzo 2024 – L’Ancona era attesa da un derby da dentro o fuori con la Fermana, fanalino di coda, ma squadra ancora viva.

In una gara che non ha regalato grandi emozioni nel primo tempo, anche se in un paio di occasioni è stata la Fermana a rendersi più pericolosa. Ancona che ha rischiato anche di rimanere in 10 per due entrate rischiosissime di Saco su cui l’arbitro, il signor Zoppi di Firenze, ha sorvolato.

Nel finale di primo tempo, allontanato dalla panchina il tecnico dorico Colavitto.

La gara si è sbloccata poi nella ripresa, con l’Ancona che è passata in vantaggio col suo uomo simbolo, il bomber Spagnoli, andato in rete al 47’ su calcio di rigore concesso per un fallo degli ospiti su Moretti.

Sul dischetto, l’attaccante dorico ha messo la palla in rete, mettendo poi in cassaforte il risultato dopo pochi minuti, al 53’, siglando la sua personale doppietta.

Un momento del derby del “Del Conero” Ancona-Fermana (foto profilo FB Ancona Calcio)

Tardiva la reazione dei canarini, andati in rete al solo 90’ con Sorrentino, per il gol della bandiera.

Un successo importantissimo dunque per l’Ancona, ancora convalescente, ma tornata ai 3 punti, oggi fondamentali.

Vittoria vitale anche per la Recanatese dopo un periodo difficilissimo.

Al “Tubaldi”, i ragazzi di Filippi sono riusciti ad aver la meglio del Pescara, una delle grandi del torneo, ora in crisi anche per l’uscita nelle ultime settimane di mister Zeman, alle prese con problemi di salute, personaggio di non facile sostituzione.

Gara iniziata in salita col vantaggio ospite di Merola al 5’, ma giallorossi hanno ristabilito la parità al 24’ con Melchiorri, ritornato al gol dopo un lungo digiuno.

La Recanatese ha poi ribaltato il risultato nella ripresa, al 47’, con Lipari, ma il Pescara ha ristabilito nuovamente la parità ancora con Merola al 61’, su calcio di rigore.

Al 67’, la rete decisiva di Ferrante, giocatore reintegrato in rosa con l’arrivo del nuovo tecnico, finito invece precedentemente fuori dal progetto nelle scorse settimane.

Il giallorosso Ferrante, autore della rete decisiva col Pescara, abbracciato dai suoi (foto profilo FB Recanatese Calcio)

3 punti fondamentali dunque, per sperare ancora e risalire in classifica, con la salvezza diretta oggi, a soli 3 punti di distanza.

Buon punto della Vis nella tana del Pineto dopo 2 sconfitte consecutive che avevano minato tante certezze sino ad ora acquisite.

L’1-1 finale testimonia una Vis in ripresa, anche se ad 1 solo punto di distanza dalla zona Play-Out.

Il vissino Nicastro, autore della rete del vantaggio a Pineto (foto sito ufficiale Vis Pesaro Calcio)

Vis in vantaggio al 40’ con Nicastro bravo ad insaccare di testa la palla dell’1-0, dopo un brivido al 30’ con il vissino Tonucci bravo a salvare sulla linea di porta una conclusione dei padroni di casa con Lombardi.

Rete del pareggio siglata dall’abruzzese Chakir al 76’, che ha ristabilito la definitiva parità.

I risultati delle gare di ieri: Pineto-Vis Pesaro 1-1, Virtus Entella-Perugia 5-0 AnconaFermana 2-1, Carrarese-Cesena 3-2, Gubbio-Arezzo 2-0 e Recanatese-Pescara 3-2

Olbia-Juventus Next Gen e Spal-Torres (mercoledì 6 marzo, ore 18:30), Pontedera-Lucchese e Rimini-Sestri Levante (ore 20:45)

La Classifica provvisoria in attesa delle gare di mercoledì: Cesena 74, Torres 62, Carrarese 56, Perugia 52, Gubbio 51, Pescara 44, Pontedera 42, Juventus Next Gen, Pineto, Rimini e Arezzo 38, Virtus Entella 37, Lucchese 35, Vis Pesaro e Ancona 33, Spal 32, Recanatese 30, Sestri Levante 28, Olbia 22, Fermana 20.

Il prossimo turno, che si giocherà tra domenica 10 marzo: Perugia-Ancona (sabato 9 marzo, ore 16:15), Lucchese-Olbia, Spal-Rimini e Torres-Virtus Entella (domenica 10 marzo, ore 14:00), Arezzo-Vis Pesaro, Juventus Next Gen-Pontedera e Pescara-Carrarese (ore 18:30), Fermana-Pineto (ore 20:45), Cesena-Gubbio e Sestri Levante-Recanatese (lunedì 11 marzo, ore 20:45)

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / Ancona, nuovo crollo ad Arezzo: i toscani vincono 3-0

Pessimo sabato per le marchigiane, tutte sconfitte ad eccezione della Fermana, che subisce un pareggio-beffa. Per i dorici, grave crisi di gioco e risultati

VALLESINA,3 marzo 2024 – L’Ancona era attesa oggi ad Arezzo per una prova di riscatto, dopo la brutta figura rimediata nell’ultimo turno al “Del Conero” con il Rimini.

In una gara invece che ha visto in campo solo gli amaranto, i biancorossi sono usciti con un pesantissimo 3-0 che conferma la crisi di gioco, risultati e, soprattutto, di identità della formazione di Colavitto. Padroni di casa a segno con Gaddini al 27’, Guccione al 32’ e Sebastiani al 92’.

Il tecnico dorico Gianluca Colavitto. La sua squadra è sempre più in crisi (foto profilo FB Ancona Calcio)

Queste le parole del tecnico dorico, molto amareggiato, negli spogliatoi: «è un momento difficile. È una sconfitta pesante, anche se devo dire che avevamo approcciato bene la gara. Avevo visto in campo una squadra motivata, messa bene, poi loro hanno sbloccato la gara trovando subito il secondo gol. Nelle difficoltà si vedono gli uomini. Le situazioni dello spogliatoio, penso debbano rimanere al suo interno».

Per l’Ancona ora, derby-verità con la Fermana nell’infrasettimanale di martedì 5 marzo alle ore 18:30 al “Del Conero”.

Sconfitta anche per la Recanatese del tecnico Filippi al “Curi” di Perugia, con gli umbri che hanno vinto di misura per 1-0 solo nel finale, grazie alla rete decisiva siglata all’88’ dal marchigiano Seghetti. Per il nuovo tecnico, 3 punti in 3 gare dal suo arrivo, e tanto, tanto lavoro ancora da fare per salvare la squadra, ancora in piena zona Play-Out.

Beffa nel finale anche per la Vis Pesaro viene sconfitta al “Benelli1-0 dal Pontedera, dopo una gara condotta in larga parte dagli ospiti, che non avevano però trovato mai il guizzo vincente.

La rete invece, è arrivata proprio allo scadere, al 93’ ad opera di Espeche che in mischia è riuscito a battere l’estremo difensore biancorossi Neri. Vittoria importantissima per i toscani, lanciatissimi ora in zona Play-Off. Per gli uomini di mister Banchieri, un’altra brutta tegola dopo lo scivolone nel derby di 7 giorni fa a Recanati.

L’allenatore della Vis Pesaro Simone Banchieri. Oggi un passo falso dei suoi con il Pontedera (foto profilo FB Vis Pesaro Calcio)

Per la Fermana, quella di oggi con l’Olbia, penultima in classifica, era una sfida da ultima spiaggia. Canarini subito in vantaggio con Sorrentino al 13’. Neanche il tempo di festeggiare che gli ospiti riportano la gara in parità con il solito Ragatzu, grazie anche alla complicità dell’estremo difensore gialloblù Furlanetto. Nella ripresa, la Fermana raddoppia con Giovinco al 60’, uno dei migliori oggi, che realizza un calcio di rigore causato proprio da un intervento falloso ai suoi danni.

Al 95’ però, arriva la beffa. È La Rosa a mettere in rete la palla del pareggio per il 2-2 finale che nega alla Fermana il sorpasso in classifica dopo mesi da ultima della classe.

Il mister canarino Stefano Protti, deluso per il pareggio-beffa subito nel finale (foto profilo FB Fermana Calcio)

I risultati delle gare di oggi: Cesena-Virtus Entella 4-0, Pineto-Carrarese 0-0, Torres-Pescara 4-1, Fermana-Olbia 2-2, Juventus Next Gen-Gubbio 2-2, Vis Pesaro-Pontedera 0-1, Arezzo-Ancona 3-0, Perugia-Recanatese 1-0. Lucchese-Rimini (domenica 3 marzo, ore 14:00), Sestri Levante-Spal (domenica 3 marzo, ore 16:15)

La Classifica provvisoria dopo le gare di oggi: Cesena 74, Torres 62, Carrarese 53, Perugia 52, Gubbio 48, Pescara 44, Pontedera 42, Juventus Next Gen, Rimini e Arezzo 38, Pineto 37, Virtus Entella 34, Vis Pesaro e Lucchese 32, Ancona 30, Spal 29, Sestri Levante 28, Recanatese 27, Olbia 22, Fermana 20.

Il prossimo turno, che si giocherà tra martedì 5 e mercoledì 6 marzo: Pineto-Vis Pesaro e Virtus Entella-Perugia (martedì 5 marzo, ore 18:30), AnconaFermana, Carrarese-Cesena, Gubbio-Arezzo e Recanatese-Pescara (ore 20:45), Olbia-Juventus Next Gen e Spal-Torres (mercoledì 6 marzo, ore 18:30), Pontedera-Lucchese e Rimini-Sestri Levante (ore 20:45)

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / Ancona passo indietro col Rimini al “Del Conero”, derby Recanatese

Brutta sconfitta per i dorici in casa con i romagnoli. Torna a sorridere la Recanatese nel derby con la Vis. Fermana di scena a Chiavari con l’Entella. Utilizzo del Var nella fase play off e play out

25 febbraio 2024 – L’Ancona era attesa oggi dal match interno con il Rimini per continuare a mostrare i progressi delle ultime due gare e continuare nella serie positiva.

Dopo un primo tempo in cui si era vista una buona Ancona, in vantaggio con il solito Saco al 34’, nella ripresa gli ospiti hanno completamente ribaltato la gara con 3 reti nel giro di pochissimi minuti. Il Rimini ha pareggiato infatti già al 49’ con Morra, poi sorpassato i biancorossi al 54’ con Geretto e chiuso virtualmente la gara poco dopo con Langella al 56’.

Il biancorosso Saco, ancora in rete, ma oggi non è bastato (foto profilo FB Ancona Calcio)

Una sconfitta pesante quella dell’Ancona, dopo 2 buone gare che l’avevano vista non solo risalire la china, ma riprendersi anche sul piano del gioco e del morale.

Per mister Colavitto, ci sarà ancora da lavorare, e non poco, sulle lacune di questa squadra.

Queste le parole del tecnico biancorosso a fine gara, che commenta così la debacle dei suoi: «Su queste situazioni di campo, siamo recidivi. Io purtroppo, non sono riuscito con questo gruppo ad incidere sotto questo aspetto. Dispiace, vorrei stare un attimo con loro in campo per aiutarli. Sarà ancora più bello compiere l’impresa, quella salvezza che in molti danno per scontata, ma la salvezza scontata, non ci sta».

La Recanatese, dopo l’avvicendamento di Pagliari con Filippi e la sconfitta rimediata ad Arezzo, era attesa oggi da un derby vitale con la Vis.

I giallorossi, dopo una partita non certo esaltante, con le due squadre molto contratte per l’importanza della posta in palio, sono riusciti a tornare alla vittoria.

Decisivo, l’autogol del vissino Zagnoli al 28’, che ha regalato 3 punti importantissimi alla Recanatese, che non vinceva addirittura dal 12 novembre scorso, in occasione del successo casalingo con l’Olbia.

Il nuovo tecnico della Recanatese Giacomo Filippi (foto profilo FB Recanatese Calcio)

Una boccata d’ossigeno per gli uomini di Filippi, necessari per ripartire e riprendere la strada per la salvezza.

Fermana impegnata invece oggi sul campo dell’Entella, per una trasferta davvero difficile visto la gravissima posizione di classifica.

Nel frattempo la Lega Pro dopo l’approvazione della referee cam sta lavorando per migliorare la qualità e sostenibilità del calcio della Categoria. Daniele Sebastiani, attuale Presidente del Pescara, è stato eletto Consigliere Federale. Inoltre approvato con ampio consenso l’utilizzo del Var nelle fasi di play off e play out della Serie C Now per l’attuale stagione in corso. Condiviso ampiamente anche il progetto sui giovani presentato dal Vicepresidente Vicario di Lega Pro Gianfranco Zola. La “Riforma Zola” già discussa, verrà approfondita ulteriormente per quanto riguarderà la sezione giovani sempre dalla Lega pianificando così anche i progetti circa l’utilizzo e il sostegno degli Under 23 del campionato. Infine ribaditi i concetti per quanto concerne l’inserimento delle seconde squadre e le tematiche della sostenibilità economica.

I risultati delle gare di oggi: Pontedera-Torres 1-2, Spal-Arezzo 0-0, Ancona-Rimini 1-3, Pescara-Lucchese 1-0, RecanateseVis Pesaro 1-0

Olbia-Gubbio e Virtus Entella-Fermana (domenica 25 febbraio, ore 14:00), Cesena-Pineto (ore 15:00), Perugia-Juventus Next Gen (ore 16:15), Carrarese-Sestri Levante (ore 20:45).

La Classifica provvisoria dopo le gare di ieri: Cesena 68, Torres 59, Carrarese 49, Perugia 46, Gubbio e Pescara 44, Pontedera 39, Rimini 38, Juventus Next Gen 37, Pineto 36, Arezzo 35, Virtus Entella 33, Vis Pesaro e Lucchese 32, Ancona 30, Spal 29, Sestri Levante 28, Recanatese 27, Olbia 21, Fermana 18.

Il prossimo turno, che si giocherà sabato 2 marzo: Cesena-Virtus Entella, Pineto-Carrarese (venerdì 1 marzo 2024, ore 20:45), Torres-Pescara (sabato 2 marzo, ore 14:00), Fermana-Olbia, Juventus Next Gen-Gubbio e Vis Pesaro-Pontedera (ore 16:15), Arezzo-Ancona (ore 18:30), Perugia-Recanatese (ore 20:45), Lucchese-Rimini (domenica 3 marzo, ore 14:00), Sestri Levante-Spal (ore 16:15)

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / Ancona, Recanatese, Fermana, Vis Pesaro: una vittoria, due pareggi, una sconfitta

Buon punto dei dorici che recuperano due volte il risultato con i toscani. Scivola ancora la Recanatese del nuovo tecnico Filippi. Pari della Fermana con la Spal. Vis 4-0 al Pescara

18 febbraio 2024 – Ancona che tornava oggi al “Del Conero” con la Carrarese, terza forza del torneo, dopo il buon pareggio nel derby di Pesaro.

In una gara spumeggiante che ha visto un’Ancona comunque in ripresa rispetto ad alcune gare fa, la Carrarese ha sfiorato il colpaccio, raggiunta dai biancorossi nel finale, per il definitivo 2-2.

Ospiti in vantaggio con Finotto al 9’, raggiunti da Energe al 14’. La Carrarese non ci sta e torna in vantaggio già al 18’ con Schiavi.

Nella ripresa, quando l’Ancona sembrava tornare ai fantasmi del passato con una sconfitta che avrebbe comunque pesato tanto, è arrivata la rete di Saco al 94’, in pieno recupero, che ha ristabilito la parità per un punto preziosissimo, che porta a 3 i risultati utili consecutivi per i biancorossi.

Nostro servizio su Ancona – Carrarese (rileggi qui…).

La Recanatese, dopo l’avvicendamento di Pagliari con Filippi, ha rimediato una nuova sconfitta ad Arezzo, campo difficile ma non impossibile. Era richiesta una prova di forza e di coraggio ai giallorossi, ma gli amaranto avuto la meglio per 2-0 grazie alla doppietta dell’ex fanese Gucci, in rete al al 52’ ed al 65’ della ripresa.

Il nuovo tecnico della Recanatese Giacomo Filippi. Esordio con sconfitta per lui oggi ad Arezzo (foto profilo FB Recanatese Calcio)

Per i leopardiani, una brutta sconfitta ed una classifica sempre più pesante.

La Fermana infine, era impegnata in una gara delicatissima al “Recchioni” con la Spal, una delle grandi deluse del torneo, invischiata nei Play-Out, ma in netta ripresa dopo il ritorno di “MimmoDi Carlo. I canarini erano passati addirittura in vantaggio grazie a un’autorete di Carraro al 37’, ma gli ospiti sono riusciti a pareggiare il match grazie a Dalmonte, per il definitivo 1-1.

Il tecnico della Fermana Stefano Protti (foto profilo FB Fermana Calcio)

Un buon punto per i gialloblù, alle prese però con una classifica, anche in questo caso, che lascia speranze solo rivolte ai Play-Out, con una salvezza diretta ad oggi quasi impossibile da raggiungere.

La Vis infine ha vinto 4-0 in casa contro il Pescara.

I risultati delle gare di oggi: Ancona-Carrarese 2-2, Fermana-Spal 1-1 Torres-Perugia 1-0, Arezzo-Recanatese 2-0, Pineto-Olbia 1-0, Rimini-Pontedera (ore 18:30), Juventus Next Gen-Lucchese e Vis Pesaro-Pescara 4-0, Gubbio-Virtus Entella (lunedì 19 febbraio, ore 20:30), Sestri Levante-Cesena (lunedì 19 febbraio, ore 20:45)

La Classifica provvisoria: Cesena 65, Torres 56, Carrarese 49, Perugia 46, Gubbio 43, Pontedera 42, Pescara 41, Juventus Next Gen e Pineto 36, Arezzo 34, Vis Pesaro, Rimini e Virtus Entella 32, Lucchese 31, Ancona 30, Sestri Levante e Spal 28, Recanatese 24, Olbia 21, Fermana 18.

Il prossimo turno, che si giocherà domenica 18 febbraio: Pontedera-Torres e Spal-Arezzo (venerdì 23 febbraio, ore 20:45), Ancona-Rimini e Pescara-Lucchese, (sabato 24 febbraio, ore 16:15), RecanateseVis Pesaro (ore 18:30), Olbia-Gubbio e Virtus Entella-Fermana (domenica 25 febbraio, ore 14:00), Cesena-Pineto (ore 15:00), Perugia-Juventus Next Gen (ore 16:15), Carrarese-Sestri Levante (ore 20:45).

©riproduzione riservata




Calcio/Serie C, Recanatese, è Giacomo Filippi il nuovo tecnico

L’allenatore siciliano sostituisce Pagliari alla guida della Recanatese. L’esordio, domenica ad Arezzo. Per Ancona, Fermana e Vis, impegni casalinghi con Carrarese, Spal e Pescara

16 febbraio 2024 – Fumata bianca in casa Recanatese con l’annuncio del nuovo tecnico che sostituirà Giovanni Pagliari, esonerato dopo l’ultima sconfitta interna per 4-1 col Rimini.

Il nome scelto dalla dirigenza è quello di Giacomo Filippi.

Dopo una lunga carriera da calciatore, Filippi ha iniziato quella da tecnico sempre come vice di mister Roberto Boscaglia, iniziando sulle panchine di Brescia, Novara, Virtus Entella e Palermo dove, nella stagione 2020/21, gli venne anche affidata la panchina dopo l’esonero del tecnico. Confermato alla guida dei rosanero, Filippi si ha condotto successivamente la Viterbese.

Il nuovo tecnico giallorosso Giacomo Filippi già al lavoro per preparare la sfida di Arezzo (foto profilo FB Recanatese Calcio)

Queste le parole del nuovo tecnico giallorosso: «c’era poco da pensare, ho scelto subito Recanati, dove ho trovato un’accoglienza familiare da parte della società e di tutti. È quello che serve in questo momento. Dobbiamo subito rimboccarci le maniche e tornare ad essere quello che la squadra era poco tempo fa, per rimetterci sulla strada giusta. La sfida è difficile come tutte, ma stimolante. La cosa fondamentale, è che si possa lavorare bene con un gruppo sano. Ho avuto modo anche di parlare con qualche ragazzo. La trasferta di Arezzo è insidiosa, come lo saranno tutte da qui alla fine, perché nel girone di ritorno ci sono sempre risultati strani, figli di attenzione massima, perché adesso i punti iniziano a pesare tanto».

Per le altre marchigiane, impegni casalinghi, tutti molto difficili.

L’Ancona infatti, dopo ben 2 risultati utili consecutivi, sarà di scena al “Del Conero” con la Carrarese, terza forza del torneo, avversario da prendere davvero con le molle per continuare la striscia positiva iniziata con la vittoria di domenica scorsa con l’Olbia, che ha risollevato i biancorossi dopo un periodo difficilissimo.

Il tecnico dell’Ancona Gianluca Colavitto (foto profilo FB Ancona Calcio)

Per la Vis, match-verità col Pescara che, privo del tecnico Zeman in panchina, di nuovo alle prese con problemi di salute, sarà chiamata a una grande prova di maturità per confermare i progressi visti nelle ultime gare.

Fermana infine, che sarà impegnata al “Recchioni” con la Spal, formazione ancora invischiata nei Play-Out, ma che ha ritrovato nuova linfa dopo il ritorno in panchina del tecnico “MimmoDi Carlo, con 2 vittorie consecutive. L’ imperativo, per gli uomini di Protti, è quello di conquistare comunque punti per tornare a muovere una classifica ancora molto, molto precaria.

La Classifica: Cesena 65, Torres 53, Carrarese 48, Perugia 46, Gubbio 43, Pescara 41, Pontedera 39, Juventus Next Gen 36, Pineto 33, Rimini e Virtus Entella 32, Arezzo e Lucchese 31, Ancona e Vis Pesaro 29, Sestri Levante 28, Spal 27, Recanatese 24, Olbia 21, Fermana 17.

Il prossimo turno, che si giocherà domenica 18 febbraio: Ancona-Carrarese, Fermana-Spal, e Torres-Perugia (ore 14:00), Arezzo-Recanatese e Pineto-Olbia (ore 16:15), Rimini-Pontedera (ore 18:30), Juventus Next Gen-Lucchese e Vis Pesaro-Pescara (ore 20:45) Gubbio-Virtus Entella (lunedì 19 febbraio, ore 20:30), Sestri Levante-Cesena (lunedì 19 febbraio, ore 20:45)

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / L’Ancona pareggia al “Benelli” con la Vis, crisi Recanatese

Buon punto dei dorici nel derby di Pesaro. Fermana battuta di misura dal Perugia al “Curi”. Crolla infine la Recanatese, che esonera il tecnico Giovanni Pagliari

14 febbraio 2024 – L’Ancona era impegnata oggi nell’attesissimo derby di Pesaro con la Vis, per dare continuità alla vittoria scacciacrisi con l’Olbia.

In una gara spettacolare, che ha visto ben 4 reti, i dorici sono riusciti a portare a casa un punto prezioso dal “Benelli”, in rimonta, dopo essere passata per prima in vantaggio.

Biancorossi più intraprendenti, che passano al 24’ col bomber Paolucci, bravo a battere l’incolpevole Neri. La Vis reagisce e trova il pareggio nella ripresa con Pucciarelli al 52’, ribaltando la gara dopo pochi minuti, al 59’, con Zagnoni, che porta in vantaggio i suoi sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Valdifiori. L’Ancona non molla però, trovando al 75’ la rete del definitivo 2-2 con Giampaolo, ben servito da Spagnoli, nei passi questa volta di uomo-assist.

L’attaccante dorico Giampaolo festeggiato dai compagni dopo la rete del 2-2 finale (foto profilo FB Ancona Calcio)

Un buon pareggio dunque, su un campo difficilissimo che ha visto un’Ancona in crescita dopo un periodo difficilissimo, e che si tira momentaneamente fuori dai Play-Out.

La Fermana esce sconfitta dal “Curi” di Perugia. I canarini giocano una buona gara, rischiando poco nella prima frazione di gioco, tenendo testa ad una delle big del torneo. Il mister dei grifoni Formisano, nella ripresa, le prova tutte per rompere l’inerzia del match, compreso l’innesto del marchigiano Seghetti, che va in rete all’85’, più lesto di tutti in area gialloblù, siglando la rete dell’1-0.

Pochi minuti dopo, all’88’, la Fermana va vicinissima al pareggio con un palo colpito da Petrungaro.

Nei minuti di recupero non succede più niente, con i canarini costretti dunque ad arrendersi al Perugia, attuale quarta forza del torneo.

L’ormai ex tecnico della Recanatese Giovanni Pagliari, artefice di una storica promozione in C dei leopardiani, appena esonerato (foto profilo FB Recanatese Calcio)

Gli uomini di Protti così, escono a testa alta ma ancora a mani vuote, sempre alle prese con una classifica drammatica, che permette al momento solamente sogni di Play-Out, con le speranze di una salvezza diretta ridotte ormai al lumicino.

Crolla infine la Recanatese, che nell’anticipo di martedì 13 febbraio, subisce l’ennesima sconfitta al “Tubaldi” con il Rimini, che passa 4-1. È una crisi senza fine per i leopardiani, con la società costretta, a malincuore, all’esonero del tecnico Giovanni Pagliari, principale artefice della storica scalata dei giallorossi dalla D alla serie C. A breve l’annuncio del nuovo tecnico.

Per la cronaca, romagnoli in vantaggio già al 4’ con Garetto che porta in vantaggio i suoi.

La Recanatese pareggia poi con Carpani al 16’, ma gli ospiti si riportano in vantaggio con Malagrida al 43’, per poi chiudere la gara con una doppietta di Morra, in gol al 59’ ed al 74’.

Questi i risultati: Pontedera-Pineto 2-3, Recanatese-Rimini 1-4, Cesena-Arezzo 1-0, Pescara-Spal 1-2, Carrarese-Gubbio 2-0, Juventus Next Gen-Sestri Levante 1-0, Lucchese-Torres 0-2, Olbia-Virtus Entella 1-1, Perugia-Fermana 1-0, Vis PesaroAncona 2-2

La Classifica: Cesena 65, Torres 53, Carrarese 48, Perugia 46, Gubbio 43, Pescara 41, Pontedera 39, Juventus Next Gen 36, Pineto 33, Rimini e Virtus Entella 32, Arezzo e Lucchese 31, Ancona e Vis Pesaro 29, Sestri Levante 28, Spal 27, Recanatese 24, Olbia 21, Fermana 17.

Il prossimo turno, che si giocherà domenica 18 febbraio: Ancona-Carrarese, Fermana-Spal, e Torres-Perugia (ore 14:00), Arezzo-Recanatese e Pineto-Olbia (ore 16:15), Rimini-Pontedera (ore 18:30), Juventus Next Gen-Lucchese e Vis Pesaro-Pescara (ore 20:45) Gubbio-Virtus Entella (lunedì 19 febbraio, ore 20:30), Sestri Levante-Cesena (lunedì 19 febbraio, ore 20:45)

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / L’Ancona torna alla vittoria con l’Olbia

I dorici conquistano i 3 punti coi sardi, penultimi. Vittoria importantissima per 2-0 che riporta il sereno, dopo settimane difficili. Nel derby di Fermo, sorride la Vis. Ko Recanatese

11 febbraio 2024 – Torna a sorridere l’Ancona al “Del Conero”, con l’Olbia.

Per i dorici, gara subito in discesa con la rete messa a segno da Saco al 10’, che approfitta di un’incertezza della difesa ospite.

Il biancorosso Saco, autore della rete del vantaggio oggi con l’Olbia (foto profilo FB Ancona CAlcio)

L’Ancona, galvanizzata dal vantaggio continua a spingere, trovando il gol del 2-0 al 20’ con il solito Spagnoli, giunto alla sua decima segnatura personale.

L’Olbia prova a reagire, senza fortuna, colpendo la traversa al 43’ con Bianchimano.

Nella ripresa, gli ospiti provano ancora a spingere nel tentativo di riaprire la gara, ma al 72’ sono costretti a rimanere in 10 per la seconda ammonizione di Zallu. Al 78’ poi, arriva anche l’espulsione di Motolese, che lascia i suoi addirittura in 9.

Nel finale, Ancona vicinissima al 3-0 con l’incrocio dei pali colpito da Paolucci nel recupero.

Era il match più atteso il derby tra Fermana e Vis Pesaro, con le due squadre alla ricerca di preziosi punti salvezza. L’ha spuntata la Vis in una gara che ha visto i padroni di casa sbagliare approccio proprio nell’occasione più importante. Vis Pesaro che ha portato a casa l’intera posta in palio grazie alla doppietta dell’attaccante Karlsson, divenuto nelle ultime giornate autentico valore aggiunto ed arma in più contro tutte le difese avversarie. L’islandese infatti, è andato in gol al 15’ ed al 48, mettendo al tappeto una Fermana che non ha più saputo reagire.

L’esultanza dei giocatori della Vis al “Recchioni” di Fermo a fine gara sotto la curva dei propri tifosi

Per i canarini altra occasione persa per accorciare in classifica, in un torneo che si sta facendo sempre più pesante, gara dopo gara.

Ennesima sconfitta infine, per la Recanatese a Ferrara contro la Spal, in una gara equilibrata, in cui gli uomini di Pagliari non sono riusciti però a portare a casa almeno un punto anche dopo l’uomo in più, visto che i padroni di casa sono rimasti in dieci uomini dal 72’, per l’espulsione del biancazzurro Peda. In inferiorità numerica invece, gli spallini hanno assestato il colpo del ko con il bomber Antenucci al 78’, che h deciso la gara.

Il mister della Recanatese Giovanni Pagliari. Momento ora difficilissimo per la sua squadra (foto profilo FB Recanatese Calcio)

Queste le parole del tecnico giallorosso Giovanni Pagliari a fine gara: «È un peccato, perché avevamo sofferto nel primo tempo, poi dopo l’espulsione di Peda avevamo preso anche campo, pensando più di vincerla che di perderla. Ora dobbiamo lottare e basta. I ragazzi hanno dato tutto».

Queste i risultati: Gubbio-Pescara 4-0, Pontedera-Arezzo 1-1, Rimini-Cesena 0-2, Sestri Levante-Perugia 1-0, Spal-Recanatese 1-0, Pineto-Lucchese 1-1, Torres-Juventus Next Gen 1-3, FermanaVis Pesaro 0-2, Virtus Entella-Carrarese 1-3, Ancona-Olbia 2-0

La Classifica: Cesena 62, Torres 50, Carrarese 45, Perugia e Gubbio 43, Pescara 41, Pontedera 39, Juventus Next Gen 33, Virtus Entella, Arezzo e Lucchese 31, Pineto 30, Rimini 29, Ancona, Vis Pesaro e Sestri Levante 28, Recanatese e Spal 24, Olbia 20, Fermana 17.

Il prossimo turno, che si giocherà con gare infrasettimanali da giocarsi tra martedì 13 febbraio e mercoledì 14: Pontedera-Pineto e Recanatese-Rimini (martedì 13 febbraio, ore 18:30), Cesena-Arezzo e Pescara-Spal (ore 20:45), Carrarese-Gubbio, Juventus Next Gen-Sestri Levante, Lucchese-Torres e Olbia-Virtus Entella (mercoledì 14 febbraio, ore 18:30), Perugia-Fermana e Vis PesaroAncona (ore 20:45)

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / Prossimo turno, crocevia fondamentale per le marchigiane

Ognuna alle prese con gravi problemi di classifica, le formazioni della nostra Regione sono attese da importanti risposte sul campo. Su tutte, spicca il derby Fermana-Vis Pesaro

9 febbraio 2024 – In un torneo che sta entrando nel momento cruciale della stagione, le formazioni marchigiane, tutte alle prese con una classifica non certo invidiabile nonostante innumerevoli innesti nel mercato di gennaio, saranno chiamate nel prossimo turno ad importanti risposte sul campo.

Un 2024 non certo benevolo soprattutto per Ancona e Recanatese, che hanno visto gettar via punti importanti e scivolare sempre più in classifica. Vis poi, sempre alle prese con le poche vittorie anche se sempre uscita dal campo con ottime prestazioni, forse la più regolare di tutte, e Fermana ancora relegata in coda alla classifica, ma che ha dimostrato in più di un’occasione di essere più che viva e di voler giocarsi le proprie chanche salvezza sino alla fine.

Il tecnico dei dorici Gianluca Colavitto (foto profilo FB Ancona Calcio)

L’Ancona di mister Colavitto, sarà chiamata domenica a un match da non fallire al “Del Conero” con l’Olbia, formazione attualmente penultima in classifica, che sembra aver perso quella solidità dimostrata nell’ultima stagione. Reduci dalla sconfitta di Alessandria contro la Juve Next Gen, per i dorici sarà fondamentale tornare ad una vittoria per risalire la china verso posizioni più tranquille, e non entrare in un vortice pericolosissimo.

La Recanatese, anch’essa reduce da una pesantissima sconfitta interna per 5-4 col Pontedera, sarà impegnata nel difficilissimo match di Ferrara contro la Spal, grande delusa del torneo, che in settimana ha richiamato in panchina mister “MimmoDi Carlo. Anche se gara dalle mille incognite e dai seri pericoli, gli uomini di Pagliari dovranno evitare di uscire dal “Mazza” senza punti. Anche in questo caso, il rischio sarebbe quello di non avere più certezze dopo un ottimo cammino iniziale, letteralmente “sporcato” dai risultati delle ultime settimane.

Il tecnico della Fermana Stefano Protti (foto profilo FB Fermana Calcio)

Infine, il match più atteso, il derby del “Recchioni” di Fermo tra Fermana e Vis Pesaro. Da una parte, i canarini potrebbero riaprire un campionato sino a qualche settimana sembrato chiuso con una retrocessione annunciata, dall’altra, la Vis che potrebbe dare una svolta a una stagione che sicuramente l’ha vista raccogliere molto meno rispetto a quanto meritato, a causa dei troppi pareggi che ne hanno condizionato il cammino.

Queste le gare in programma tra venerdì, sabato e domenica: Gubbio-Pescara, Pontedera-Arezzo, Rimini-Cesena, Sestri Levante-Perugia, e Spal-Recanatese (venerdì 9 febbraio, ore 20:45), Pineto-Lucchese, Torres-Juventus Next Gen (sabato 10 febbraio, ore 16:15), FermanaVis Pesaro e Virtus Entella-Carrarese (ore 20:45), Ancona-Olbia (domenica 11 febbraio, ore 14:00)

La Classifica: Cesena 59, Torres 50, Perugia 43, Carrarese 42, Pescara 41, Gubbio 40, Pontedera 38, Virtus Entella 31, Juventus Next Gen, Arezzo e Lucchese 30, Pineto e Rimini 29, Ancona, Vis Pesaro e Sestri Levante 25, Recanatese 24, Spal 21, Olbia 20, Fermana 17.

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / L’Ancona sconfitta ad Alessandria dalla Juve Netx Gen

Dorici battuti 3-2 dai bianconeri. Secondo stop consecutivo e momento difficilissimo per l’ambiente biancorosso dopo le contestazioni per i mancati rinforzi. Male anche la Vis

VALLESINA, 3 febbraio 2024 – L’Ancona era attesa dall’insidiosa trasferta con la Juventus Next Gen sul terreno del “Moccagatta” di Alessandria, dopo giorni turbolenti per il malumore di una tifoseria scontenta per il mancato arrivo di altri rinforzi sfumati negli ultimi giorni di mercato.

In una gara scoppiettante i biancorossi di Colavitto sono passati per primi in vantaggio con Giampaolo al 23’, in rete direttamente da calcio d’angolo. I padroni di casa sono poi pervenuti al pareggio con Cerri al 38’, chiudendo la prima frazione di gioco sull’1-1.

L’attaccante dorico Spagnoli, al suo decimo centro stagionale (foto profilo FB Ancona Calcio)

Nella ripresa, Ancona di nuovo in vantaggio col bomber Spagnoli, alla sua personale decima realizzazione, ma la squadra subisce le due reti della Juventus Next Gen che ribalta il risultato. Arriva infatti prima il pareggio di Sekulov al 56’ e la rete che decide il match ad opera di Guerra, al 75’, per il 3-2 finale.

Sconfitta pesantissima per un’Ancona ancora alla ricerca di se stessa, che rischia ora di essere seriamente risucchiata nella zona Play-Out. Prossima gara, da non fallire, domenica 11 febbraio al “Del Conero” alle ore 14:00 con l’Olbia.

Nell’anticipo di venerdì, altra pesante battuta d’arresto della Vis Pesaro al “Benelli” col Gubbio, che interrompe il ciclo di ben 9 risultati utili consecutivi.

Un momento della gara Vis Pesaro-Gubbio (foto profilo FB Vis Pesaro Calcio)

Biancorossi subito in vantaggio con il solito Karlsson al 3’, ma ripresi dopo appena un minuto, al 4’ dagli ospiti che pareggiano con l’ex dorico ed ex Samb Di Massimo, con la complicità di un grave errore del portiere pesarese Neri. Ospiti che forzano e che passano in vantaggio con Spina al’8’, dopo un’altra incertezza dell’estremo difensore vissino. Al 57’, il Gubbio chiude virtualmente la gara con la rete di Di Massimo, per la sua personale doppietta.

Per la Vis, in programma ora il derby al “Recchioni” di Fermo sabato 10 febbraio, per un pronto riscatto. Fischio d’inizio ore 20:45.

I risultati: Vis Pesaro-Gubbio 1-3, Juventus Next Gen-Ancona 3-2, Perugia-Rimini (ore 18:30), Cesena-Fermana e Pescara-Pineto (ore 20:45), Torres-Sestri Levante (domenica 4 febbraio, ore 14:00), Carrarese-Olbia (ore 16:15), Arezzo-Virtus Entella, Lucchese-Spal e Recanatese-Pontedera (ore 18:30)

La Classifica provvisoria dopo le gare di Ancona e Vis Pesaro: Cesena 56, Torres 50, Perugia 42, Gubbio 40, Carrarese 39, Pescara 38, Pontedera 35, Juventus Next Gen e Virtus Entella 30, Arezzo 29, Pineto 28, Rimini e Lucchese 27, Ancona e Vis Pesaro 25, Recanatese 24, Sestri Levante 22, Spal 21, Olbia 20, Fermana 17.

Il prossimo turno: Gubbio-Pescara, Pontedera-Arezzo, Rimini-Cesena, Sestri Levante-Perugia, e Spal-Recanatese (venerdì 9 febbraio, ore 20:45), Pineto-Lucchese, Torres-Juventus Next Gen (sabato 10 febbraio, ore 16:15), FermanaVis Pesaro e Virtus Entella-Carrarese (ore 20:45), Ancona-Olbia (domenica 11 febbraio, ore 14:00)

©riproduzione riservata




Calcio / Mercato, tutti i colpi delle società marchigiane nei professionisti

Ascoli, Fermana e Recanatese le società più attive. L’Ancona chiude senza il colpo finale. Per la Vis Pesaro, solo piccoli ritocchi

2 febbraio 2024 – Chiusa il 1 febbraio la sessione invernale del mercato, è già tempo di bilanci e consuntivi in merito alle nuove rose create dai rispettivi DS. C’è chi si è mosso tanto, sia in entrata che in uscita, chi ha apportato solo piccoli ritocchi, e chi ha mancato invece il colpo tanto atteso, deludendo le aspettative di tifoserie in attesa di vedere nuovi rinforzi all’opera.

In Serie B, attivissimo l’Ascoli, anche perché la classifica imponeva alla società un cambio di rotta sostanziale ad un cammino sino ad ora con luci ed ombre.

(foto profilo FB Ascoli Calcio)

Per i bianconeri, da registrare gli arrivi di Streng, Celia, Valzania, Vaisanen, Vasquez, Gagliolo, Mantovani, Zedadka e Duris.

Ceduti invece, chi in prestito, chi a titolo definitivo, Millico, Gnahorè, Haveri, Manzari, Ghazoini e Barosi. Tante le novità quindi, per una squadra che ha trovato, nelle ultime gare, continuità di prestazioni e risultati, mirando a risalire dai bassifondi della classifica e, magari, sognare un posto al sole.

Il DS dorico Francesco Micciola (foto profilo FB Ancona Calcio)

In Serie C l’Ancona, dopo gli acquisti nella fase iniziale del mercato di Giampaolo, Moretti, Prezioso, Mondonico e Vogiatzis, era alla ricerca di un altro elemento offensivo.

Obiettivo sino al fotofinish era un’altra vecchia conoscenza, il bomber Rolfini, attualmente in forza al Vicenza, ma il ritorno è saltato, con grande delusione di una tifoseria che aspettava un colpo importante per risollevare le sorti di una squadra caduta nelle zone calde della classifica dopo un pessimo avvio nel 2024. Al campo, come sempre l’ardua sentenza.

Tra le più attive, la Fermana, in coda alla classifica da tempo.

Con il mercato unica sper

(foto profilo FB Vis Pesaro)

anza di sopravvivenza, sono approdati a Fermo in questo mese Heinz, Marcandella, Condello, Niang, Sorrentino, Giovinco, Carosso, Malaccari, Petrungaro e Petrelli.

Altrettanti gli elementi che hanno lasciato la maglia canarina: Laverone, Pinzi, Curatolo, Fiumanò, Montini, Grassi, Biral, Calderoni e Diouane. Una Fermana tutta nuova dunque, quella che si appresta a continuare un torneo tutto in salita, in cerca di una salvezza che avrebbe di certo il sapore di un’impresa.

Poche le novità invece per la Vis, che ha registratogli gli arrivi di Castigliani, Molina, Obi, Neri, Nicastro e Pecile.

Questi invece i partenti: Farroni, Cusumano e Sylla, forse l’addio più pesante, con l’attaccante, più volte decisivo, approdato alla corte del Perugia. A Recanati infine, arrivati molti elementi nelle ultime ore, dopo alcuni rinforzi acquisiti ad inizio sessione. Queste le novità: Rizzo, Allievi, Mazia, Fiorini, Raimo, Guidobaldi, Shiba, Manè e Pelamatti, alcuni dei quali giovanissimi. Ceduti invece Ricci e Quaquarelli.

©riproduzione riservata




Calcio Serie B / L’Ascoli chiude il mercato con tre colpi, movimenti anche in serie C

La società bianconera, dopo gli arrivi Streng, Celia, Valzania e Gagliolo, acquista Mantovani, Zedadka e Duris. In C, l’Ancona annuncia Vogiatzis, la Fermana Heinz, la Vis Castigliani

In serie B l’Ascoli, dopo gli arrivi di Streng, Celia e Valzania, ha registrato quelli di Mantovani, Zedadka e Duris.

Per quanto riguarda Valerio Mantovani, si tratta di un difensore classe 1996 proveniente dalla Ternana, dopo importanti esperienze con le maglie di Salernitana ed Alessandria. Karim Zedadka è invece un centrocampista francese naturalizzato algerino classe 2000 proveniente dalla massima serie lussemburghese, sino ad ora in forza allo Swift Hesper. L’ultimo arrivato in ordine di tempo infine, è l’attaccante slovacco classe 1999 David Duris, proveniente dall’MSK Zilina. L’attaccante, vanta anche numerose presenze con la Nazionale slovacca Under 21.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ascoli quindi che ha rivoluzionato in parte la rosa, con elementi già noti ed altri provenienti da campionati esteri, di buone prospettive, che dovranno aiutare mister Castori a risalire la china dopo un avvio di torneo difficilissimo, costato la panchina all’ex tecnico Viali. Importantissima la vittoria di sabato a Como, contro una formazione lanciatissima ai vertici della classifica, che ha ridato linfa a una squadra in cerca di un importante risultato come quello ottenuto al “Sinigaglia”, per dare una vera svolta alla stagione.

In serie C si muove anche l’Ancona, altra formazione alle prese con un campionato sino ad ora sotto le aspettative, annunciando l’arrivo del centrocampista greco classe 1996 Vasilios Vogiatzis. Il giocatore arriva in prestito dal Giugliano.

A Fermo invece, importante arrivo dal Südtirol. Si tratta del difensore Jonas Heinz, classe 2003, cresciuto nelle giovanili della società altoatesina, proveniente dal Taranto dopo una precedente esperienza alla Torres. Da registrare invece, la risoluzione contrattuale con Filippo Fiumanò e Mattia Montini.

Alla Vis Pesaro approda invece Simone Castigliani, attaccante classe 2003 proveniente dalla Carrarese, dopo essere cresciuto nelle giovanili della Lazio.

Nessuna novità infine da Recanati, con la squadra concentrata a riprendere un cammino che ha visto tanti, troppi sbandamenti in queste ultime giornate di campionato.

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / L’Ancona sconfitta al “Del Conero” dalla capolista Cesena

I Dorici, rimasti in 10 uomini, sono sconfitti in casa 2-0 dai bianconeri. Ottimo pareggio della Vis a Chiavari, mentre la Fermana inguaia la Recanatese

28 gennaio 2024 – L’Ancona era attesa dal difficilissimo test al “Del Conero” contro la capolista Cesena, pronta ad approfittare della brutta caduta della sua grande antagonista Torres sul campo della Carrarese, per allungare in vetta.

In una gara che ha visto la squadra di Colavitto reggere bene l’urto con la capolista nel primo tempo, nella ripresa è venuta fuori la formazione di mister Toscano che ha sbloccato la gara e chiuso allo scadere il match, con l’Ancona rimasta in 10 uomini.

Il tecnico dei dorici Gianluca Colavitto (foto profilo FB Ancona Calcio)

Ancona che inizia con un primo squillo di Spagnoli al 16’, ma la conclusione dell’attaccante dorico è imprecisa. Poi è la volta di Saco di testa che al 31’ impegna severamente l’estremo difensore ospite Pisseri, bravo a deviare la palla in angolo e a salvare la propria porta.

Nella ripresa, la gara si sblocca alla prima vera occasione per gli ospiti. È Kargbo a mettere la palla in rete contrastato senza successo dal biancorosso Pellizzari. Con l’Ancona che inevitabilmente concede spazi agli ospiti, è il bianconero De Rose che va vicino al raddoppio con una conclusione deviata questa volta da Perucchini. Al 73’, tegola sull’Ancona che rimane in dieci uomini per l’espulsione di Prezioso. Con i dorici in inferiorità numerica, il Cesena va vicinissimo alla rete del raddoppio con il bomber Corazza che centra la traversa all’88’. Raddoppio che arriva invece al 94’ grazie a Francesconi, in pieno recupero.

Ancona che dunque cede i 3 punti a un Cesena dopo un buon primo tempo. Romagnoli che consolidano invece la propri posizione in vetta.

L’attaccante vissino Ottar Magnus Karlsson, in rete a Chiavari (foto profilo FB Vis Pesaro Calcio)

Punto importantissimo invece per la Vis Pesaro, quello conquistato nella tana dell’Entella. La formazione di mister Banchieri infatti, ha mostrato ancora una volta la propria solidità, pareggiando con il solito Karlsson all’87’ la rete dei padroni di casa realizzata al 40’ da Tomaselli. Squadra penalizzata dai tanti pareggi nonostante le poche sconfitte rimediate nel corso del torneo, la Vis si trova ora sempre costretta a guardarsi alle spalle dalle zone calde.

Nel derby di Recanati, exploit della Fermana che passa 3-1 al “Tubaldi”. In un match senza storia con i canarini avanti di 3 reti nel primo tempo grazie a Misuraca (23’), Scorza (25’) e Fort (35’), i padroni di casa realizzano la rete della bandiera nel finale, al 93’, con Sbaffo. Tanti ora i campanelli d’allarme per mister Pagliari, con la squadra costretta ad un deciso cambio di rotta, per non rovinare una stagione iniziata nel migliore dei modi.

Il tecnico della Fermana Stefano Protti (foto profilo FB Fermana Calcio)

Per mister Protti invece, il derby consegna una squadra ancora viva uscita rafforzata dal mercato invernale, pronta a giocarsi con tutte le proprie carte una salvezza sino a qualche settimana fa lontanissima.

I risultati: RecanateseFermana 1-3, Pescara-Sestri Levante 3-0, Pontedera-Perugia 2-3, Virtus Entella-Vis Pesaro 1-1, Olbia-Arezzo 1-0, Carrarese-Torres 5-1, Ancona-Cesena 0-2, Gubbio-Lucchese 1-0, Spal-Juventus Next Gen 1-2, Rimini-Pineto (ore 20:45)

La Classifica: Cesena 56, Torres 50, Perugia 42, Carrarese 39, Pescara 38, Gubbio 37, Pontedera 35, Virtus Entella 30, Arezzo 29, Pineto 28, Juventus Next Gen, Rimini e Lucchese 27, Ancona e Vis Pesaro 25, Recanatese 24, Sestri Levante 22, Spal 21, Olbia 20, Fermana 17.

Il prossimo turno: Vis Pesaro-Gubbio (venerdì 2 febbraio, ore 20:45), Juventus Next Gen-Ancona (sabato 3 febbraio, ore 16:15), Perugia-Rimini (ore 18:30), Cesena-Fermana e Pescara-Pineto (ore 20:45), Torres-Sestri Levante (domenica 4 febbraio, ore 14:00), Carrarese-Olbia (ore 16:15), Arezzo-Virtus Entella, Lucchese-Spal e Recanatese-Pontedera (ore 18:30)

©riproduzione riservata




Calcio Serie B e C / Ultimi colpi di mercato per le marchigiane

L’Ascoli annuncia Gagliolo. In C, l’Ancona punta Rolfini, mentre alla Fermana arrivano Malaccari e Petrugaro, alla Recanatese Raimo

25 gennaio 2024 – Società professionistiche marchigiane molto attive sul mercato per cercare di mettere a segno gli ultimi colpi prima della chiusura della sessione invernale, prevista per il 31 gennaio.

L’Ascoli, dopo gli acquisti di Streng, Celia e Valzania, ha annunciato l’arrivo del difensore italo-svedese, classe 1990, Riccardo Gagliolo.

Il difensore proviene dalla formazione dell’AEK di Larnaca, nel campionato cipriota, e vanta importanti esperienze con le maglie di Carpi, con cui centrò proprio col tecnico Fabrizio Castori una storica promozione in serie A, Parma, Salernitana e Reggina.

La formazione dell’Ascoli scesa in campo nell’ultimo match con il Bari (foto profilo FB Ascoli Calcio)

Gagliolo, fortemente voluto dall’allenatore bianconero, va a rinforzare un reparto, quello difensivo, risultato non sempre impermeabile sino ad ora.

Per i bianconeri, tante ancora le difficoltà per risalire la china ed una classifica che si sta facendo nelle ultime giornate sempre più difficile, anche se i pareggi di Parma con la prima della classe, e quello in rimonta con il Bari al “Del Duca”, lasciano ben sperare.

In serie C l’Ancona, dopo gli innesti nei primissimi giorni di riapertura del mercato, di Giampaolo, Moretti, Mondonico e Prezioso, si sta muovendo per provare a riportare nel capoluogo anche l’ex attaccante Rolfini, attualmente in forza al Vicenza. Intanto, si segnala l’uscita di Peli, destinazione Pontedera.

L’esterno destro Alessandro Raimo, nuovo acquisto della Recanatese (foto profilo FB Recanatese Calcio)

Si sta muovendo anche la Recanatese, dopo un periodo davvero difficile per i ragazzi di Pagliari, nonostante l’ottimo avvio di torneo.

Dopo gli arrivi di Guidobaldi, Shiba e Pelamatti infatti, annunciato quello dell’esterno destro classe 1999 Alessandro Raimo, proveniente dalla Carrarese.

Nessuna novità invece per la Vis Pesaro che, dopo l’arrivo di Nicastro, subito in rete al debutto in maglia biancorossa, chiamato a sostituite il partente Sylla destinazione Perugia, non ha registrato ad oggi altri movimenti.

Il nuovo centrocampista della Fermana Nicola Malaccari (foto profilo FB Fermana Calcio)

La Fermana infine, ancora con una classifica drammatica, dopo gli annunci di Petrilli, Marcandella, Fiumanò, e Niang, ha ufficializzato quelli del centrocampista classe 1992 Nicola Malaccari, dal Brindisi, con percorso inverso per il canarino Lorenzo Grassi che scende in Puglia, e Luca Petrungaro, attaccante classe 2000 dalla Pro Sesto.

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / L’Ancona torna ai tre punti pesantissimi contro il Pineto

Tra le marchigiane l’unica a sorridere è l’Ancona che torna dall’Abruzzo con una vittoria. Pareggia la Vis con la Carrarese. Sconfitte per Recanatese e Fermana

21 gennaio 2024 – Ripartita dal pareggio di Gubbio, l’Ancona era attesa da un’altra temibile trasferta, quella sul campo del Pineto, guidato magistralmente dal tecnico marchigiano Daniele Amaolo.

In una gara che ha visto un’Ancona diversa da quella delle ultime gare, con il patron Tiong oggi in tribuna, i ragazzi di Colavitto sono riusciti a portare a casa una vittoria importantissima, dopo due mesi circa di digiuno.

Ancona in vantaggio già al 23’ con Energe, che batte di precisione a rete senza lasciare scampo all’estremo difensore di casa. L’attaccante spreca poi un’altra ghiotta occasione per raddoppiare al 37’. Nella ripresa, l’Ancona continua a macinare gioco ed andare ancora vicina al raddoppio con Barnabà al 58’. La rete del 2-0 è però nell’aria ed arriva al 60’ con il solito Spagnoli, tornato al gol dopo alcune giornate di digiuno.

L’attaccante dorico Spagnoli, sua la rete decisiva a Pineto (foto profilo FB Ancona Calcio)

Il Pineto prova a reagire ed accorcia le distanze al 67’ con Njambè e va vicinissimo al pareggio all’82’ con De Santis trovando però Perucchini, che salva letteralmente la sua porta.

La gara finisce con i dorici che portano a casa una vittoria fondamentale, anche se i Play-Out rimangono ancora ad 1 solo punto di distanza.

La Vis Pesaro, impegnata al “Benelli” con la temibile Carrarese del nuovo tecnico Antonio Calabro, quarta forza del torneo, ha rimediato uno 0-0 che muove la classifica, e che da seguito all’importante vittoria di 7 giorni fa ad Olbia. Il match è risultato alla fine equilibrato, in una gara che si è fatta preferire nella seconda frazione di gioco, quando i tecnici hanno provato, senza riuscirci però, a cambiare l’inerzia della gara. Per i ragazzi di Banchieri un buon punto, in attesa di qualche altra vittoria che allontani la squadra definitivamente dalla zona Play-Out.

Il tecnico della Vis Pesaro Simone Banchieri (foto profilo FB Vis Pesaro Calcio)

Continua il momento no della Recanatese, sconfitta anche a Lucca per 3-1. Dopo il pareggio casalingo di 7 giorni fa con la Juventus Next Gen che aveva interrotto il filotto di 4 sconfitte consecutive, i ragazzi di Pagliari hanno rimediato un altro brutto stop che fa precipitare i giallorossi nei Play-Out, rovinando quanto di buono fatto vedere nella prima parte del torneo. Toscani in rete con Pinna al 31’ ed al 39’ sino ad allungare ancora con Ankran al 61’. Per la Recanatese, gol della bandiera di Melchiorri all’82’.

L’attaccante della Recanatese Federico Melchiorri, sua la rete a Lucca (foto profilo FB Recanatese Calcio)

Altra sconfitta infine, per la Fermana che con il Gubbio non riesce a far punti. Al “Recchioni”, gli ospiti passano con un netto 2-0 grazie alle reti dell’ex dorico Di Massimo, che va a segno al 10’ e di Udoh, in rete invece al 26’. Le ultime 2 sconfitte, quella di oggi e quella rimediata 7 giorni fa a Pontedera, fanno purtroppo compiere dei passi indietro ad una Fermana che sembrava avere ancora segni di vita. Vedremo se gli innesti appena arrivati sapranno dare quella sterzata richiesta dalla società, insieme a qualche altro colpo che potrebbe arrivare nei prossimi giorni di mercato.

I risultati: Juventus Next Gen-Rimini 0-0, Lucchese-Recanatese 3-1, Cesena-Pontedera 4-0, Torres-Olbia 1-0, Perugia-Spal 3-1, Sestri Levante-Virtus Entella 0-0, Arezzo-Pescara 1-2, Vis Pesaro-Carrarese 0-0, Fermana-Gubbio 0-2, Pineto-Ancona 1-2

La Classifica: Cesena 53, Torres 50, Perugia 39, Carrarese 36, Pescara e Pontedera 35, Gubbio 34, Virtus Entella e Arezzo 29, Pineto 28, Rimini e Lucchese 27, Ancona 25, Juventus Next Gen, Vis Pesaro e Recanatese 24, Sestri Levante 22, Spal 21, Olbia 17, Fermana 14.

Il prossimo turno: RecanateseFermana (venerdì 26 gennaio, ore 20:45), Pescara-Sestri Levante, Pontedera-Perugia e Virtus Entella-Vis Pesaro (sabato 27 gennaio, ore 18:30), Olbia-Arezzo (domenica 28 gennaio, ore 14:00), Carrarese-Torres (ore 16:15), Ancona-Cesena, Gubbio-Lucchese e Spal-Juventus Next Gen (ore 18:30), Rimini-Pineto (ore 20:45)

©riproduzione riservata




Calcio Serie B / Ascoli ecco Streng, tanti i movimenti anche in Serie C

Continuano i movimenti di mercato tra le formazioni professionistiche marchigiane. L’Ascoli annuncia Streng, la Recanatese Guidobaldi e Shiba, la Fermana Condello, Fiumanò e Niang

17 gennaio 2024 – Dopo l’ottimo pareggio di Parma che ha portato nuova linfa agli uomini di Castori, la società ha appena annunciato un altro arrivo, quello di David Jeremiah Kristoffersson Streng. Attaccante di origine finlandese classe 2001 proveniente dal SJK Seinajoki, ha vestito tutte le maglie delle selezioni giovanili sino all’Under 20. Streng, si va ad aggiungere ai nuovi acquisti Celia e Valzania, già annunciati nei giorni scorsi. Da registrare anche alcune operazioni in uscita, con le partenze di Gnahorè alla Dinamo Bucarest e di Vincenzo Millico, ceduto invece al Foggia.

Prossimo impegno per i bianconeri, sabato 20 gennaio al “Del Duca” con il Bari, anch’esso uscito rafforzato dal mercato, per un match da non sbagliare per risalire ancora in classifica.

In Serie C l’Ancona, dopo gli arrivi di Giampaolo, Moretti, Mondonico e Prezioso, ha annunciato le partenze di Gavioli al Monterosi e di Kristofferssen alla Pro Sesto. Non sono esclusi comunque, altri movimenti, sia in entrata che in uscita.

(foto profilo FB Recanatese Calcio)

Anche la Recanatese, sempre attenta a cogliere eventuali occasioni sul mercato, ha annunciato il ritorno di Filippo Guidobaldi, attaccante classe 2004 dalla Fiorentina, dopo alcuni mesi di esperienza nel capoluogo toscano, e Christian Shiba, difensore classe 2001 proveniente invece dal Südtirol, dopo l’attaccante classe 2002 Ahmetaj e il difensore Pelamatti, classe 2004, già annunciati.

Il 3 acquisti della Fermana Simone Condello, Filippo Fiumanò e Ousmane Niang (foto profilo FB Fermana Calcio)

Per quanto riguarda la Vis invece, detto della partenza del bomber Sylla, destinazione Perugia, nei giorni scorsi è stato annunciato l’arrivo di Francesco Nicastro, attaccante classe 1991 dal Pontedera, andato in rete proprio domenica scorsa ad Olbia, realizzando il gol decisivo dell’1-0 finale che ha deciso la gara. In uscita invece, Marcandella in direzione Fermo.

La Fermana infine, formazione tra le più attese sul mercato per risolvere una posizione di classifica complicatissima, ha annunciato un tris di acquisti, dopo quelli dell’attaccante classe 2001 Elia Petrilli dalla Pro Sesto, e del pari ruolo Davide Marcandella, classe 1997, dalla Vis Pesaro.

Gli ultimi 3 arrivi invece, riguardano l’attaccante classe 2004 Simone Condello, il difensore classe 2003 Filippo Fiumanò e il centrocampista classe 2002 Ousmane Niang, tutti provenienti dalla Pro Vercelli, ed arrivati con la formula del prestito sino a fine stagione.

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / L’Ancona riparte (0-0) da Gubbio

I dorici tornano da Gubbio con un punto importantissimo. La Vis sbanca Olbia, mentre la Recanatese, in 10, si salva con la Juve Next Gen. Crolla la Fermana a Pontedera

14 gennaio 2024 – Dopo 1 solo punto nelle ultime 5 gare, l’Ancona conquista un punto preziosissimo, frutto dello 0-0 scaturito al “Barbetti” di Gubbio. Era importantissimo ripartire e l’Ancona l’ha fatto su un campo difficilissimo.

Primo tempo senza grandi emozioni, con il biancorosso Energe autore di alcune conclusioni. Gubbio che si fa vivo invece con Bulevardi.

Ripresa che si è fatta invece preferire con i due tecnici che, giocandosi le proprie carte, hanno provato a rompere l’inerzia della gara. Con l’Ancona rimasta in 10 nel finale, per l’espulsione di Clemente all’82’, è stato il Gubbio ad avere l’occasione più ghiotta allo scadere con Chierico all’88’ che, su una punizione calciata dall’ex Di Massimo, ha trovato l’intervento prodigioso dell’estremo difensore dorico Perucchini, che ha salvato il risultato.

Un punto dunque prezioso che servirà all’Ancona per ripartire.

Ottima vittoria della Vis Pesaro che è andata ad espugnare il difficile terreno dell’Olbia. Dopo tanti pareggi in cui i biancorossi di mister Banchieri avrebbero meritato di più, oggi finalmente sono arrivati 3 punti importantissimi che proiettano la squadra fuori dalla zona Play-Out. La rete decisiva è stata messa a segno da Nicastro, al 30’.

Il capitano della Recanatese Alessandro Sbaffo, in rete oggi con la Juventus Next Gen (foto profilo FB Recanatese Calcio)

 

Il vissino Francesco Nicastro, autore della rete della vittoria ad Olbia (foto profilo FB Vis Pesaro Calcio)

Torna a muovere la classifica la Recanatese, che al “Tubaldi” pareggia 1-1 con la Juventus Next Gen. In inferiorità numerica per l’espulsione di Prisco al termine della prima frazione di gioco, la Recanatese, è passata per prima in vantaggio al 59’ con capitan Sbaffo, ma i bianconeri sono pervenuti al pareggio al 74’ con Muharemovic. Bicchiere comunque mezzo pieno per gli uomini di Pagliari, che tornano conquistare punti dopo un periodo davvero difficile.

La Fermana infine, sempre più in fondo alla classifica, è stata travolta 4-0 dal Pontedera che sul proprio terreno ha fatto valere il maggior tasso tecnico. Le reti dei toscani sono state realizzate da Ianesi (65’), Guidi (68’), Ignacchiti (72’) e Provenzano (90’).

I risultati: Pontedera-Fermana 4-0, Recanatese-Juventus Next Gen 1-1, Virtus Entella-Pineto 0-0, Olbia-Vis Pesaro 0-1, Rimini-Torres 3-1, Gubbio-Ancona 0-0, Carrarese-Arezzo 2-3, Lucchese-Sestri Levante 1-3,  Spal-Cesena 0-0.

Pescara-Perugia (lunedì 15 gennaio, ore 20:30)

Il prossimo turno: sabato 20 gennaio: Juventus Next Gen-Rimini (ore 16:15), Lucchese-Recanatese (ore 18:30), Cesena-Pontedera (ore 20:45)

domenica 21 gennaio: Torres-Olbia (ore 16:00), Perugia-Spal e Sestri Levante-Virtus Entella (ore 16:15), Arezzo-Pescara (ore 18:30), Vis Pesaro-Carrarese (ore 18:30), Fermana-Gubbio e Pineto-Ancona (ore 20:45)

CLASSIFICA – Cesena 50, Torres 47, Pontedera e Carrarese 35, Perugia 33, Pescara 32, Gubbio 31, Arezzo 29, Pineto e Entella 28, Rimini 26, Recanatese e Lucchese 24, Juventus U23 e Vis Pesaro 23, Ancona 22, Spal e Sestri Levante 21, Olbia 17, Fermana 14

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / L’Ancona cede in casa all’Entella, dorici in caduta libera

Inizia male il nuovo anno per le marchigiane. Sconfitte Ancona e Recanatese. Pareggi casalinghi invece per Fermana e Vis Pesaro

7 gennaio 2024 – C’era attesa al “Del Conero” per vedere all’opera la “nuova” Ancona, che presentava oggi gli acquisti Mondonico, Moretti, Giampaolo e Prezioso.

In una gara decisa dall’autorete del biancorosso Pellizzari ad inizio ripresa, i liguri sono riusciti a portare a casa l’intera post in palio, mettendo l’Ancona, in totale caduta libera, nei guai.

Gara che, dopo alcune azioni per parte, aveva visto la traversa dell’Entella, colpita da Tomaselli al 41’, con l’Ancona pronta a rispondere con la conclusione di Agyemang al 45’. Nella ripresa, l’autorete di Pellizzari al 46’ che ha sbloccato la gara, e Ancona che rischia di capitolare nuovamente al 51’, con Energe che, appostato sulla linea di porta, ribatte e salva Perucchini. Colavitto le prova tutte, ma la sua squadra non riesce a raggiungere il pari.

Il tecnico dorico Gianluca Colavitto, c’è ancora tanto lavoro da fare per lui (foto profilo FB Ancona Calcio)

Ancona che sprofonda in classifica, appostandosi ad appena un punto sopra la zona Play-Out.

Sconfitta anche per la Recanatese in casa della vice-capolista Torres. Condannata dalle assenze e da una formazione forte e compatta in tutti i reparti, gli uomini di Pagliari si sono dovuti arrendere ai sardi.

Padroni di casa in vantaggio con Dametto al 10’, ripresi dal giallorosso Lipari al 23’. La Torres passa ancora in vantaggio con Mastinu al 30’, ma la Recanatese perviene nuovamente al pareggio con Melchiorri al 60’. Il guizzo finale dei sardi, però, arriva poco dopo, al 65’ con Idda, che porta la gara sul definitivo 3-2. Una buona prova comunque dei leopardiani, in casa di una delle migliori formazioni del torneo, ma occorre ora tornare a far punti, per non scendere nelle zone calde della classifica.

L’attaccante della Recanatese Federico Melchiorri, oggi in rete a Sassari (foto profilo FB Recanatese)

La Vis inizia il 2024 ancora con un pareggio, amaro, al “Benelli” con la Spal.

Biancorossi infatti in vantaggio per primi già al 3’ con il solito Karlsson, che di testa ha messo a segno il suo quarto centro stagionale. Poche altre emozioni nel primo tempo. Nella ripresa, gli ospiti hanno cercato di alzare il ritmo rendendosi pericolosi più volte con Antenucci, il suo uomo più pericoloso e di maggior qualità. Quando però la gara sembrava incanalarsi a favore della Vis, è arrivata la beffa al 95’ con la Spal che è riuscita a raggiungere il pari all’ultimo respiro direttamente da calcio d’angolo, con Maistro. La palla calciata dalla bandierina, ha trovato infatti la deviazione involontaria di Valdifiori, carambolando in rete.

Il tecnico canarino Stefano Protti

La Fermana, impegnata al “Recchioni”, ha costretto la Carrarese, attuale terza forza del torneo, allo 0-0. Nonostante le tante assenze, gli uomini di Protti hanno disputato una buona gara in cui i gialloblù sono andati anche vicini al vantaggio con il solito Giandonato che al 48’ ha colpito la traversa. Anche gli ospiti, successivamente, si sono resi pericolosi con alcune conclusioni di Simeri, l’uomo più pericoloso per i toscani, su tutte quella al 55’, terminata di poco a lato della porta difesa dall’estremo difensore canarino Furlanetto.

Un piccolo passo in avanti per i canarini, in attesa di novità dal mercato, come detto più volte, Vitali.

 

I risultati:

Sabato 6 gennaio: Arezzo-Rimini 1-0, Fermana-Carrarese 0-0 e Vis Pesaro-Spal 1-1

Domenica 7 gennaio: Juventus Next Gen-Pescara 4-3 e Torres-Recanatese 3-2, Ancona-Virtus Entella, Cesena-Olbia 1-0, Perugia-Lucchese 3-0, Pineto-Gubbio 1-2, e Sestri Levante-Pontedera 0-2.

La Classifica:

Cesena 49, Torres 47, Carrarese 35, Perugia 33, Pescara, Pontedera 32, Pineto, Gubbio e Virtus Entella 27, Arezzo 26, Lucchese 24, Recanatese e Rimini 23, Juventus Next Gen 22, Ancona 21, Vis Pesaro e Spal 20, Sestri Levante 18, Olbia 17, Fermana 14

©riproduzione riservata




Calcio mercato Serie B e C / Primi movimenti per le marchigiane: Ascoli, ecco Valzania

Formazioni marchigiane già al lavoro per sistemare i rispettivi organici. L’Ascoli ha annunciato Valzania, l’Ancona Giampaolo, Mondonico, Moretti e Prezioso

VALLESINA –  6 gennaio 2024 – È iniziata il 2 gennaio la classica sessione invernale del mercato, che si chiuderà mercoledì 31.

Ascoli, Ancona, Fermana, Recanatese e Vis Pesaro sono già al lavoro per apportare le correzioni necessarie ai propri organici, per andare a colmare le lacune evidenziate in questa prima fase di stagione o sfoltire le rispettive rose con elementi che non stanno trovando spazio.

Per quanto riguarda l’Ascoli, la società ha appena annunciato l’arrivo di Luca Valzania, acquistato a titolo temporaneo dalla Cremonese. Centrocampista classe 1996, nato a Cesena, ha militato nella sua lunga carriera con le maglie di Cesena, Cittadella, Pescara, Atalanta, Frosinone, Cremonese, Spal, di nuovo Cremonese, sino ad approdare ora all’Ascoli.

Tanti ancora gli obiettivi per la formazione bianconera, alla ricerca di ulteriori rinforzi per rimediare a una classifica ora difficilissima. Tra gli obiettivi, alcune vecchie conoscenze di mister Castori, che vorrebbe affidarsi a giocatori che conosce bene. Il primo di questi sembrerebbe essere l’attaccante Stefano Pettinari, ora alla Reggiana, che il tecnico ha avuto con sé alcuni anni fa a Trapani. Stesso discorso per il difensore Luca Mantovani, anch’egli col mister tolentinate nella splendida cavalcata di alcuni anni fa a Salerno, che portò i granata in serie A.

Per l’Ancona, già 4 colpi, Daniel Giampaolo, attaccante classe 1995 dalla Recanatese, Davide Mondonico, difensore classe 1997 dal Renate, Federico Moretti, attaccante classe 1994 dal Brindisi, e il centrocampista classe 1996 Mario Prezioso dal Potenza. Per gli ultimi 3, si tratta di un gradito ritorno. Voluti fortemente dal tecnico Colavitto e dal DS Micciola, anch’essi dovranno portare valore aggiunto alla formazione dorica, tra le deluse del torneo.

Il nuovo attaccante della Vis Juan Ignacio Molina (foto profilo FB Vis Pesaro Calcio)

La Vis ha invece annunciato l’arrivo dell’argentino Juan Ignacio Molina, attaccante classe 1997 proveniente dall’ASD Mori Santo Stefano, in serie D, chiamato a sostituire il partente Yossouph Sylla, passato al Perugia dopo l’ottimo inizio di torneo.

A Recanati, annunciato invece l’arrivo di Andrea Pelamatti, dalla Torres. Cresciuto nella Primavera dell’Inter. Pelamatti è un terzino classe 2004 che andrà a dar man forte ad un organico già di valore che sta continuando a far bene.

Il difensore Andrea Pelamatti, appena approdato alla Recanatese (foto profilo FB Recanatese Calcio)

La Fermana infine, che sarà la formazione che più si dovrà rinforzare in questa sessione invernale, non ha ancora annunciato rinforzi. L’unico movimento in uscita per il momento, riguarda il difensore Andrea Gasbarro, lasciato libero dalla società.

Serie C in campo in questo fine settimana, questi gli incontri tra oggi e domani:

Sabato 6 gennaio: Arezzo-Rimini, Fermana-Carrarese e Vis Pesaro-Spal (ore 16:15)

Domenica 7 gennaio: Juventus Next Gen-Pescara e Torres-Recanatese (ore 14:00), Ancona-Virtus Entella, Cesena-Olbia, Perugia-Lucchese e Pineto-Gubbio (ore 16:15), e Sestri Levante-Pontedera (ore 18:30)

CLASSIFICA

Cesena 46, Torres 44, Carrarese 34, Pescara 32, Perugia 30, Pontedera 29, Pineto 27, Gubbio, Lucchese e Virtus Entella 24, Recanatese, Arezzo e Rimini 23, Ancona 21, Vis Pesaro, Juventus Next Gen e Spal 19, Sestri Levante 18, Olbia 17, Fermana 13.

©riproduzione riservata




Calcio Serie B e C / Un 2023 in chiaroscuro per le marchigiane

Con la chiusura dell’anno, è tempo di bilanci. Per le società calcistiche marchigiane, un anno tra luci ed ombre, in attesa di un pronto riscatto per l’anno che verrà

30 dicembre 2023 – Nel week-end scorso si sono disputate le ultime giornate di campionato sia di Serie B che di C.

Per le formazioni marchigiane, un anno che non ha visto particolari sussulti, con gli obiettivi minimi raggiunti.

Partendo dalla Serie B, l’Ascoli, dopo aver raggiunto la salvezza nella scorsa stagione, è ripartita con l’intento di far bene col nuovo tecnico William Viali, reduce dalla salvezza raggiunta a Cosenza. Un cammino molto incerto ha portato all’esonero del tecnico con la società che si è affidata ad un allenatore di esperienza, il marchigiano Fabrizio Castori. La squadra, che ha cambiato anche modulo, non ha mostrato sino ad ora un vero cambio di passo, con una classifica che, in attesa di rinforzi urgenti dal mercato, non permette al momento di pensare a qualche cosa in più della salvezza.

Per quanto riguarda invece l’andamento del torneo, Parma, Venezia e Como guidano la classifica, con quest’ultima che vede protagonista lo jesino Alessandro Gabrielloni, attaccante classe 2004, autore di 3 reti, decisive, che hanno spinto la squadra in alto.

In Serie C, le uniche note positive arrivano da Recanati, dove i giallorossi di mister Pagliari, dopo l’ottimo campionato disputato da matricola, trascinati in campo da capitan Alessandro Sbaffo, portorecanatese doc., centrocampista classe 1990, si stanno confermando, a testimonianza del buon lavoro fatto dalla dirigenza.

Il capitano della Recanatese Alessandro Sbaffo (foto profilo FB Recanatese Calcio)

Tra le grandi deluse invece l’Ancona che, dopo aver fatto bene la scorsa stagione raggiungendo i Play-Off, è ripartita per confermarsi pur cambiando molto, ringiovanendo la rosa. Il pessimo inizio di torneo è già costato la panchina a mister Donadel, per far posto al ritorno di Colavitto, anche se il trend non è stato invertito. Con la riapertura del mercato, il DS Micciola sarà chiamato a un duro lavoro per cambiare il trend della stagione.

Il tecnico dorico Gianluca Colavitto, ritornato nel capoluogo (foto profilo FB Ancona Calcio)

Discreto sino ad oggi il campionato della Vis che, scampato il pericolo della retrocessione nella scorsa stagione, è ripartita con una rosa di maggior qualità. Molto buone le prestazioni sino ad oggi, che hanno portato però meno punti rispetto a quelli meritati, ma la squadra sembra di altra pasta a quella dell’anno scorso, anche se la salvezza resta sempre l’obiettivo principale.

Le note dolenti arrivano infine dalla Fermana, partita ancora una volta in ritardo sul mercato, con una squadra allestita in fretta e, anche in questo caso, una panchina già saltata, quella di Bruniera, sostituito dal ritorno di Protti, e successivamente da quello del DS Andreatini, arrivato proprio per operare in fretta sul mercato, prima che sia troppo tardi, con una classifica è già preoccupante.

Tra i talenti nostrani da segnalare in un campionato sino ad ora dominato da Cesena e Torres, il l’attaccante del Perugia, classe 2004, Alessandro Seghetti, nato a San Severino, residente a Pollenza, già autore di 5 reti. Oltre a lui, da segnalare l’attaccante e capocannoniere Cristian Shpendi, classe 2003, nato ad Ancona da famiglia di origini albanesi, cresciuto successivamente nelle giovanili del San Marino, passando per il Real Metauro. Su di lui, gli occhi di tante big.

Serie B, la classifica:

Parma 41 punti, Venezia e Como 35, Cittadella 33, Cremonese e Palermo 32, Catanzaro 30, Modena 28, Brescia 25, Sampdoria (-2), Bari e Reggiana 23, Pisa 22, Cosenza 21, Südtirol e Lecco 20, Ternana 18, Ascoli e Spezia 17, FeralpiSalò 14.

Il prossimo turno, sabato 13 gennaio: Bari-Ternana, Catanzaro-Lecco, Cittadella-Palermo, Como-Spezia, Cremonese-Cosenza, Modena-Brescia, Parma-Ascoli, Pisa-Reggiana, Südtirol-FeralpiSalò, Venezia-Sampdoria

Serie C, la Classifica:

Cesena 46, Torres 44, Carrarese 34, Pescara 32, Perugia 30, Pontedera 29, Pineto 27, Gubbio, Lucchese e Virtus Entella 24, Recanatese, Arezzo e Rimini 23, Ancona 21, Vis Pesaro, Juventus Next Gen e Spal 19, Sestri Levante 18, Olbia 17, Fermana 13.

Questo il prossimo turno, che si giocherà tra sabato 6 e domenica 7 gennaio 2024:

Sabato 6 gennaio: Arezzo-Rimini, Fermana-Carrarese e Vis Pesaro-Spal (ore 16:15) Domenica 7 gennaio: Juventus Next Gen-Pescara e Torres-Recanatese (ore 14:00), Ancona-Virtus Entella, Cesena-Olbia, Perugia-Lucchese e Pineto-Gubbio (ore 16:15), e Sestri Levante-Pontedera (ore 18:30)

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / L’Ancona cade a Lucca

Nell’anticipo, i dorici escono sconfitti di misura dal “Porta Elisa”. Decide la gara il rossonero Yeboah. Le altre marchigiane in campo domani

VALLESINA, 23 dicembre 2023 – Dopo il buon pareggio nel “Derby dell’Adriatico”, l’Ancona era attesa dalla trasferta di Lucca, per confermare i progressi fatti vedere al “Del Conero”.

In una gara invece che ha visto un’Ancona spenta, tornata la brutta copia di quella vista col Pescara, i dorici sono usciti a mani vuote dal “Porta Elisa”, facendo una grande passo indietro sia dal lato della prestazione che, soprattutto della classifica, che si sta facendo ora pericolosa.

Primo tempo che ha visto i padroni di casa andare vicinissimi al gol già al 14’ con un palo colpito da Russo. Rossoneri ancora pericolosi successivamente con le conclusioni di Tumbarello, Merletti e ancora Russo.

Un momento della gara Lucchese-Ancona (foto profilo FB Ancona Calcio)

Nella ripresa, proprio quando l’Ancona sembrava aver iniziato con un altro piglio la gara, è arrivata la rete del rossonero Yeboah al 53’, che l’ha poi decisa.

La Lucchese ha provato poi a stordire l’Ancona con un’altra conclusione pericolosa di Rizzo Pinna al 58’, ma la palla è terminata a lato.

All’80’ padroni di casa in 10 uomini per l’espulsione di Gucher, ma l’Ancona non ne ha approfittato, nonostante un’ottima conclusione del solito Spagnoli, neutralizzata dal portiere toscano Chiorra.

Finisce così la gara con una sconfitta che fa male, e che deve far riflettere.

Il tecnico dorico Gianluca Colavitto (foto profilo FB Ancona Calcio)

Queste le parole del tecnico dorico Gianluca Colavitto: «nel primo tempo abbiamo sbagliato tanto, in passaggi semplici, banali, infatti si è giocato poco. Nel secondo tempo, al netto dell’ennesimo errore della terna arbitrale, la squadra ha profuso gioco, senza raggiungere però il pareggio. È una festività purtroppo amara quella che trascorreremo calcisticamente. Lo sappiamo, bisogna cambiare registro».

Le altre marchigiane scenderanno in campo invece sabato. La Recanatese ospiterà l’Entella, la Vis Pesaro andrà a far visita alla Juventus Next Gen, mentre la Fermana sarà di scena a Pescara.

Questi i risultati della 19ma giornata: Lucchese-Ancona 1-0, Torres-Pineto 1-0, Pontedera-Carrarese 1-2, Rimini Gubbio 1-2

Sabato 23 dicembre: Juventus Next Gen-Vis Pesaro (ore 16:15), Perugia-Cesena, Recanatese-Virtus Entella, Sestri Levante-Arezzo e Spal-Olbia (ore 18:30), Pescara-Fermana (ore 20:45)

La classifica parziale dopo le gare di oggi: Torres 44, Cesena 43, Carrarese 34, Pescara 31, Perugia 30, Pontedera 29, Pineto 27, Gubbio e Lucchese 24, Recanatese e Rimini 23, Virtus Entella e Ancona 21, Arezzo 19, Vis Pesaro e Juventus Next Gen 18, Olbia e Sestri Levante 17, Spal 16, Fermana 12.

Il prossimo turno, che si giocherà tra sabato 6 e domenica 7 gennaio 2024:

Sabato 6 gennaio: Arezzo-Rimini, Fermana-Carrarese e Vis Pesaro-Spal (ore 16:15)

Domenica 7 gennaio: Juventus Next Gen-Pescara e Torres-Recanatese (ore 14:00), Ancona-Virtus Entella, Cesena-Olbia, Perugia-Lucchese e Pineto-Gubbio (ore 16:15), e Sestri Levante-Pontedera (ore 18:30)

©riproduzione riservata