Connect with us

Calcio

Calcio / Prima Categoria, il racconto della 23^ giornata del girone B

L’Olimpia Marzocca batte la Real Cameranese, permettendo a Sassoferrato Genga e Montemarciano di tornare prima e seconda; flop Filottranese, agganciata al quinto posto dalla Castelleonese vincente sul Castelbellino. Vittorie importanti per Pietralacroce e Borgo Minonna. Prosegue il periodo positivo del Senigallia Calcio, ora ai play-out

VALLESINA, 12 marzo 2024 – Somiglia a una corsa ciclistica il girone B di Prima Categoria di calcio.Nella 23^ giornata, infatti, l’ex capolista Real Cameranese ha dato il cambio a Sassoferrato Genga e Montemarciano, tornate alla vittoria dopo gli scivoloni della 22^ e ora rispettivamente prima e seconda.

La lotta promozione

Se sentinati a Falconara e montemarcianesi a Santa Maria Nuova non hanno fallito il ritorno alla vittoria, i rossoneri di Pantalone sono stati battuti di misura dall’Olimpia Marzocca, che ora torna al quarto posto solitario a -4 dalla vetta.

La grande delusione di giornata è senza dubbio la Filottranese, che ha rimediato un sonoro 4-0 in casa di un Chiaravalle che non vinceva da 7 giornate. La squadra di Strappini si fa raggiungere al quinto posto da una ritrovata Castelleonese, che rifila un 4-1 al Castelbellino: gli orange di Perini restano comunque in piena corsa per i play-off, visto il -4 dalla quinta piazza.

Tra play-off e play-out

Vittorie importanti anche per Borgo Minonna e Pietralacroce. La squadra di Luchetta interrompe il periodo positivo del Borghetto con un Mirko Paialunga in giornata di grazia e lo scavalca in classifica. I dorici di Santarelli rifilano addirittura un sonoro 4-0 ad uno Staffolo sempre più in crisi e si portano a -2 dai play-off.

Parlando proprio della coda della classifica, in piena zona play-out i giallorossi ora hanno solo 3 punti di vantaggio da uno scatenato Senigallia Calcio, vincente per 2-0 contro la Sampaolese e al quarto successo nelle ultime 5 gare. La Falconarese, infine, scivola all’ultimo posto, nonostante la buona prova contro la capolista al “Rocchegiani”. Andiamo a vedere tutto quello che è successo in questa 23^ giornata.

Girone B – Olimpia Marzocca 1-0 Real Cameranese – 11’ Fabrizi

L’Olimpia Marzocca batte di misura la Real Cameranese ed ora comincia a sognare la promozione diretta. La squadra di Profili, infatti, ha battuto 1-0 i rossoneri, grazie al gol di Marco Fabrizi nel primo tempo, salendo così al quarto posto in classifica a 39 punti, a -4 dalla prima posizione. La formazione di Pantalone, invece, è ora terza a 41, a -2 dal Sassoferrato Genga.

Il commento dell’Olimpia Marzocca

“Abbiamo affrontato un’ottima compagine – spiega l’autore del gol Matteo Fabrizi, molto fisica, anche se nella prima mezz’ora li abbiamo messi sotto. In seguito siamo un po’ calati verso la fine della prima frazione. Nella ripresa abbiamo difeso il risultato: la Real Cameranese ha cercato di attaccarci, senza riuscire a fare gol. Senza dubbio il manto erboso ha penalizzato entrambe le squadre: è veramente messo molto male. Per questo quando giochiamo in casa vengono fuori partite che non sono di calcio, ma di un altro sport.

Commentando il mio gol, voglio ringraziare tutti i miei compagni di squadra, lo staff, le persone che ci vengono a vedere, la mia famiglia e la mia ragazza. E’ la mia seconda rete finora ed è merito anche degli altri calciatori, perché il calcio è un gioco di squadra.

Avendo iniziato la stagione al Moie Vallesina, non è stato facile integrarmi nell’Olimpia, avendo giocato poco: stavo per smettere e ho scelto a malincuore di scendere di categoria. Mi sono sempre impegnato e ho dato il massimo. Vivo il calcio come un professionista ed è stata una bella soddisfazione andare in rete. Ho chiesto il cambio perché ho avuto un risentimento muscolare.

Ora siamo già concentrati sulla prossima partita, lo scontro diretto contro la Filottranese. Sarà un match difficile: l’obiettivo è fare il meglio possibile, ragionando un match alla volta. Poi, la settimana successiva, affrontiamo in casa il Sassoferrato Genga. Siamo un gruppo abbastanza giovane, con una rosa un po’ corta. Da quando è arrivato mister Profili, dal punto di vista del gioco e degli allenamenti, abbiamo voltato pagina e siamo veramente migliorati. Essendo anche di Marzocca, quest’esperienza per lui significa tanto”.

Il commento della Real Cameranese

“La Real Cameranese – spiega la squadra ospite – torna da Marzocca con un risultato negativo. I padroni di casa strappano l’intera posta in palio con un gol arrivato a inizio gara. I rossoneri restano in partita, ci provano fino allo scadere, ma non sfondano il muro biancoazzurro Il Marzocca passa al primo affondo, all’11’ di gioco, grazie a Fabrizi.

La Real accusa il colpo ma reagisce e inizia a mantenere il pallino del gioco. La diga dei locali però è veramente intensa, ordinata. Serve inoltre un super intervento di Fatone per evitare il raddoppio. I rossoneri, soprattutto nella ripresa, qualcosina creano ma la fortuna non premia i tentativi di Angeletti e Portaleone. Per il resto, tante mischie e poco da segnalare. Il muro del Marzocca non crolla, ma la Real non sfigura affatto. Nessun dramma, quindi, testa alla prossima!”.

Pietralacroce 4-0 Staffolo – 25’ Daidone, 33’ Consolazio, 38’ Bellavigna, 89’ Nicoletti

Il Pietralacroce strapazza lo Staffolo e si porta a 2 punti dai play-off. La squadra di Santarelli, infatti, ha vinto 4-0 con ben tre gol nel primo tempo, nell’arco di 13 minuti. Al 25’ apre le marcature Daidone, Consolazio raddoppia al 33’ e Bellavigna al 38’ arrotonda sul 3-0. Nella ripresa, Nicoletti segna il definitivo poker che vale la seconda vittoria consecutiva.

Nonostante il ritorno di Pasquini in panchina, quindi, continua la crisi dello Staffolo, alla sesta sconfitta consecutiva e saldamente al 13° posto con 21 punti: il Senigallia Calcio è ora distante solamente 3 punti, così i giallorossi rischiano anche di perdere il vantaggio del campo amico ai play-out.

Alessandro Daidone del Pietralacroce

Il commento del Pietralacroce

Roboante successo – commenta la società di casa – quello ottenuto dal Pietralacroce sul campo amico del Paolinelli contro un coriaceo Staffolo. La squadra del Presidente Saracchini si è presentata in campo con il piglio di chi voleva far sua la partita a tutti i costi e dopo una prima parte di gara in cui il Pietralacroce ha condotto sempre il gioco con ordine e sagacia a cavallo della mezz’ora è esplosa la partita con le tre realizzazioni dei rossoblù (Daidone, Consolazione e Bellavigna nell’ordine).

All’inizio del secondo tempo una inopinata e affrettata espulsione fra i rossoblù faceva presumere un secondo tempo difficile ma in realtà, anche se lo Staffolo ci ha provato con caparbietà e ardore, pericoli dalle parti di Selimaj non se ne sono corsi.

I ragazzi del Pietra hanno tenuto ottimamente il campo anche in inferiorità numerica realizzando poi nel finale la quarta rete con Nicoletti su assist di D’Antonio. In sintesi ancora un’ottima prestazione dei rossoblù, che dà ulteriore spinta per affrontare l’ultima parte del campionato con il massimo della passione e dell’entusiasmo”.

Borghetto 1-2 Borgo Minonna – 7’ e 16’ Paialunga M. (BM), 65’ Barchiesi (BG)

Il Borgo Minonna ferma e supera il Borghetto grazie a uno scatenato Mirko Paialunga. I ragazzi di Luchetta, infatti, hanno vinto 1-2 a Monte San Vito grazie alla doppietta dell’ex Filottranese nel primo tempo. Gli jesini superano proprio la squadra di Latini all’ottavo posto, raggiungendo il Castelbellino a quota 34. Al Borghetto non è bastata la rete di Barchiesi nella ripresa per evitare il ritorno alla sconfitta dopo 4 risultati utili.

Non basta un bellissimo eurogoal – commenta la società di casa – di Ludo Barchiesi nella ripresa ad evitare la sconfitta interna maturata per due disattenzioni difensive su corner nei primi 15 minuti. Oltre ad un arbitraggio decisamente non al altezza che probabilmente ha inciso sul risultato finale, negando un nettissimo rigore su Barchiesi che poteva dare il pareggio ai nostri. Voltiamo pagina e testa al prossimo match interno contro il Chiaravalle”.

#finoallafineforzaborghetto

“Innanzitutto – spiega Mirko Paialungavorrei partire facendo i complimenti al Borghetto, sicuramente un’ottima squadra che avrebbe meritato qualcosina in più in questo campionato.

La partita diciamo che si è messa subito in discesa per noi: dopo pochi minuti dall’inizio siamo andati subito in vantaggio con una mia deviazione sottoporta. Per nostra fortuna poco dopo ho trovato subito il raddoppio su un colpo di testa. In generale abbiamo dominato il primo tempo: potevamo segnare altre reti, solo la poca precisione sotto porta non ci ha permesso di chiudere i giochi.

Mirko Paialunga del Borgo Minonna

Il secondo tempo, invece, è stato molto più combattivo. I nostri sono partiti subito forte come ci aspettavamo, ci hanno schiacciato almeno 20 minuti nella nostra metà di campo. Noi facevamo fatica ad alzarci, anche se comunque abbiamo avuto diverse occasioni per chiuderla. Tuttavia, sono stati più bravi di noi a concretizzare lo 1-2. In seguito sono andati all’arrembaggio per provare a pareggiarla, ma siamo stati bravi a non subire gol. Addirittura abbiamo avuto diverse occasioni per segnare l’1-3. Tutto sommato è stata una bela partita, ricca di occasioni da entrambe le squadre.

Sono contento per la doppietta, ma lo sono ancora di più per la vittoria e i 3 punti, che ancora ci fanno sognare per un ambizioso posto ai play-off. Vorrei fare, infine, anche un grande in bocca al lupo al nostro capitano Matteo Serrani, infortunato: spero possa tornare presto in campo”.

Castelleonese 4-1 Castelbellino – 5’ Sebastianelli (CL), 16’ Giudici su rigore (CL), 35’ Tarabello (CB), 53’ Mancini (CL), 90’ Penacchini (CL)

La Castelleonese cala il poker e raggiunge la Filottranese al quinto posto. La squadra di Fiori, infatti, ha battuto 4-1 il Castelbellino che non perdeva da 5 giornate. Gli orange di Perini restano comunque a 4 punti dalla quinta posizione, anche se hanno terminato il match in 9 uomini, per via delle espulsioni di Ulisse per doppia ammonizione e di Barchiesi con un rosso diretto.

La partita

Passano 5 minuti e i padroni di casa passano in vantaggio. Azione prolungata da sinistra a destra e Bartolomeoli pennella un cross al bacio per la testa di Sebastianelli, che infila Micci per l’1-0. Al 16’ Mancini cade a terra a contrasto con Piccinini: per l’arbitro è calcio di rigore e dal dischetto Fabio Giudici spiazza la saracinesca ospite, segnando il 16° gol stagionale. La Castelleonese continua ad attaccare, prima con una mischia sugli sviluppi di un calcio di punizione dal limite, poi con la conclusione di Biagioli respinta da Micci.

Gli orange accorciano al 35’: dalla sinistra Tarabello prova la conclusione, un difensore respinge e ancora l’esterno in area trova la deviazione vincente rasoterra del 2-1. Prima della fine del primo tempo, Micci è attento su Giudici dalla destra, mentre il tiro dal limite di Bruschi si stampa sul fondo.

Un momento di Castelleonese-Castelbellino

Nella ripresa, i locali dilagano: al 53’ Mancini parte dalla trequarti, semina il panico tra i difensori avversari e segna il 3-1 sul palo di Micci. Dall’altra parte gli orange ci provano con una potente conclusione dalla sinistra che termina a lato.

Quindi Giudici serve in contropiede Ghetti, che, lasciato solo dai compagni, prova la conclusione ma il Castelbellino riesce a salvarsi. Api ci prova in area di rigore, servito dai difensori a metà campo, Giombi ci arriva in due tempi. Micci salva sul colpo in spaccata di Biagioli a sul dischetto del calcio di rigore, ma al 90’ arriva il 4-1: Penacchini sugli sviluppi di un corner tocca a porta vuota, sancendo il trionfo dei padroni di casa.

I commenti

 “Abbiamo fin da subito approcciato bene la partita – spiega Gian Marco Sebastianelli della Castelleoneseanche grazie all’indicazione che ci ha dato il mister durante la settimana, trovando dopo pochi minuti l’1-0 e successivamente il raddoppio. Dopo il nostro secondo goal loro hanno avuto un’occasione con la quale hanno riaperto la partita. Nel secondo tempo siamo subito rientrati con la mentalità giusta, trovando il 3-1. In seguito, grazie anche alle loro due espulsioni, siamo riusciti infine a trovare il goal del 4-1, chiudendo definitivamente la sfida”.

“La Castelleonese è partita subito forte – risponde Matteo Tarabello del Castelbellino -, andando sul 2-0: è una squadra forte, soprattutto in attacco. All’inizio eravamo in difficoltà, ma ci siamo riassestati e abbiamo accorciato verso la fine del primo tempo. Nella ripresa l’arbitro c’ha messo un po’ del suo, perché ci ha espulso due calciatori: la sua direzione arbitrale è sicuramente rivedibile. La nostra situazione numerica è già difficile: eravamo pochi già prima dell’inizio della partita di Castelleone di Suasa, tra squalificati e infortunati. In superiorità, la sfida si è praticamente chiusa con il definitivo 4-1”.

Chiaravalle 4-0 Filottranese – 34’ Rossolini, 45’ Rocchetti D., 51’ e 56’ Papili

Da “Clamoroso al Cibali” a “Clamoroso al Campo dei Pini”. Il Chiaravalle di mister Giovanni Fenucci batte 4-0, ripetiamo 4-0, la corazzata Filottranese, tornando alla vittoria dopo 7 giornate e staccandosi dall’ultimo posto, a -2 dai play-out. Tra l’altro, al momento, il distacco dalla Labor quint’ultima è di -11: con un -9 lo spareggio retrocessione si disputerebbe regolarmente.

La squadra di Marco Strappini, invece, incappa nella sesta sconfitta (terza consecutiva) nelle ultime sette trasferte, un rendimento preoccupante per una corazzata che non ha mai nascosto le proprie ambizioni di vertice. La Filottranese, quindi, torna quinta a 38 punti, a -5 dal Sassoferrato Genga, raggiunta in classifica dalla Castelleonese.

La partita

Dopo una mezz’ora di studio, i grigioneri passano in vantaggio: Rossolini salta più in alto di tutti da calcio d’angolo e fa 1-0. Il raddoppio arriva allo scadere del primo tempo, sempre su situazione di corner ma questa volta con il colpo vincente di Davide Rocchetti. La Filottranese si fa vedere nella ripresa con il palo di Gasparini. Dall’altra parte, il Chiaravalle non perdona e in 5 minuti va sul 4-0 grazie alla doppietta di Papili.

Un momento di Chiaravalle-Filottranese (Foto di Genny Giorgetti)

I commenti

Bellissima vittoria dei Grigioneri – commenta la società di casa – che dominano il match per tutti e 90 minuti, portando a casa tre punti fondamentali per risalire la classifica, ma soprattutto con la consapevolezza che ancora tutto è possibile. Le reti di Rossolini e Davide Rocchetti nel primo tempo sugli sviluppi di calcio d’angolo aprono il match. Nella ripresa la doppietta di Papili permette di portare a casa il risultato senza correre rischi. Avanti così”.

La Filottranese – rispondono gli ospiti – subisce una pesante sconfitta contro il Chiaravalle, che, nonostante la situazione in classifica ed in barba ad ogni pronostico, si rivela squadra ostica da affrontare in casa”.

Falconarese 2-3 Sassoferrato Genga – 2’ Serrani (F), 45’ + 2’ Isla (S), 54’ e 76’ Passeri (S), 74’ Bartoloni su rigore (F)

Il Sassoferrato Genga sbanca il “Rocchegiani” ma soffre più del previsto contro una coriacea Falconarese, ora ultima in classifica. Dopo lo scivolone contro il Senigallia Calcio la squadra di Ricci, infatti, ha vinto 2-3, tornando in testa alla classifica, a +1 dal Montemarciano e a + 2 dalla Real Cameranese. I falchetti di Cosentino, invece, scivolano in ultima posizione per via della contemporanea vittoria del Chiaravalle: i play-out ora sono distanti 4 punti.

La partita

I padroni di casa passano in vantaggio dopo 2 minuti: la difesa sbaglia un disimpegno e Federico Serrani conquista palla, entra in area di rigore e infila Pifarotti in diagonale. Il gol preso scuote il Sassoferrato Genga, che va vicino al pari prima con Carbonari (fuori) e poi con Passeri: Mondaini in scivolata salva la Falconarese. Quindi i colpi di testa di Carletti Orsini da calcio d’angolo non trovano lo specchio. In pieno recupero arriva l’1-1: Ricci protegge il pallone in area, scarica indietro per Isla che lo scaraventa in rete di destro, battendo un’incolpevole Carbonari.

Simone Ricci, allenatore del Sassoferrato Genga

A inizio ripresa gli ospiti passano in vantaggio, con il gol di Passeri dal centro dell’area, per l’1-2 dei sentinati. Turchi e Ricci hanno le palle dell’1-3, ma Carbonari riesce a intuire i loro tentativi deboli. La Falconarese non molla e trova il 2-2. Siamo al 74’ quando in contropiede un giocatore di casa viene atterrato: per l’arbitro è calcio di rigore e Bartoloni realizza, riportando in parità la sfida.

Il Sassoferrato Genga, però, torna subito avanti nel risultato: Passeri raccoglie un filtrante in profondità e con freddezza realizza il definitivo 2-3. I sentinati potrebbero fare anche il poker, ma Caronari salva su Turchi e la retroguardia locale salva sul tentativo di Lucertini.

Il commento

“Al Comunale Rocchegiani di Falconara Marittima – spiega la società ospite – il Sassoferrato Genga torna alla vittoria dopo lo stop subito la scorsa settimana, e lo fa battendo la Falconarese 1919 con il risultato di 2-3, al termine di una partita combattuta fino alla fine, con la squadra di casa che è riuscita a dare filo da torcere al team sentinate. Il Sassoferrato Genga conquista con merito la vittoria per quanto visto in campo”.

Labor 0-2 Montemarciano – 60’ Moschini, 75’ Gramazio

Anche il Montemarciano riscatta la sconfitta della 22^ giornata. I ragazzi di Caccia, infatti, hanno battuto0-2 la Labor a Santa Maria Nuova, tornando al secondo posto in classifica, a -1 dalla capolista Sassoferrato Genga. La squadra di Giovagnetti resta al 12° posto con 27 punti e ora deve stare attenta: il Chiaravalle penultimo è salito a quota 16 e se dovesse recuperare altri 2 punti giocherebbe il play-out. La Sampaolese 11^ e sicura della salvezza a prescindere da questo discorso, comunque, è a -2 dalla Labor: tutto può ancora succedere.

La partita

Pronti-via e il Montemarciano sfiora subito il gol: Passeggio ci prova da 35 metri e colpisce la traversa. Al 15’ Giancamilli crossa dalla sinistra verso Gramazio, il quale anticipa Boria di testa ma non trova lo specchio della porta. Passano dieci minuti ed è Gramazio, questa volta, a servire dalla destra in mezzo Moschini, il quale di testa spedisce sul fondo. La Labor si difende con ordine, così il primo tempo termina 0-0.

Labor-Montemarciano

La sfida si decide nella ripresa. Al 60’ Boria rinvia dal fondo, Carboni riesce a intercettare il rinvio e a lanciare Moschini in profondità il quale, davanti al portiere di casa, realizza lo 0-1 con un preciso rasoterra. Strappini ha subito l’occasione per pareggiare, ma non è preciso; dall’altra parte il pallonetto di Gramazio viene deviato in corner dalla saracinesca di casa. Minuto numero 75: l’arbitro assegna un calcio di rigore agli ospiti per un fallo sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Dal dischetto Gramazio non sbaglia e segna lo 0-2 che chiude i giochi.

I commenti

“Il Montemarciano – spiega il ds Loris Gasparri della Labor – ha vinto meritatamente: alla Labor abbiamo avuto troppe assenze determinanti, 5 per la precisione, contro una squadra forte e completa. Dopo il primo tempo dominato dagli ospiti, a metà del secondo tempo l’arbitro si è inventato un rigore: mai come quest’anno siamo stati così sfortunati con gli arbitri. Speriamo di recuperare qualche giocatore infortunato: cinque assenti in un match del genere sono troppi per chiunque. Di sicuro, però, la Labor non mollerà niente e lotterà per ottenere una salvezza a mio avviso meritata”.

Il Monte – rispondono gli ospiti – riscatta il passo falso della scorsa settimana con una bella vittoria sul campo della Labor. Sono tre punti meritati ed importanti, che permettono alla squadra di continuare la corsa per le prime posizioni della classifica”.

Senigallia Calcio 2-0 Sampaolese – 61’ Bari, 72’ Serrani

Continua il periodo positivo del Senigallia Calcio (foto di copertina), che ora si toglie dalla zona retrocessione diretta. La squadra del ds-allenatore ad interim Massimiliano Frulla, infatti, ha battuto 2-0 la Sampaolese con i due gol nella ripresa di Bari e del solito Serrani, arrivato a 13 reti in stagione, eguagliando l’infortunato Bassotti della Labor al secondo posto nella classifica marcatori.

I senigalliesi sono ora a -3 dallo Staffolo e potrebbero anche tentare di sorpassarlo, per disputare il play-out al “Bianchelli”. Si tratta della seconda vittoria consecutiva per l’Aesse, quarta nelle ultime 5 partite. I sampaolesi di Togni (rimasti in 10 per l’espulsione di Troilo), invece, restano undicesimi a 29, a +2 dalla Labor e a -4 dal Borghetto: i biancorossi non perdevano da 7 giornate.

I commenti

“Quella di sabato – spiega Marco Bari del Senigallia Calcio – è stata una partita combattuta, soprattutto nel primo tempo. Avevamo approcciato meglio il match, ma siamo un po’ calati verso la fine dei 45’ iniziale, anche se abbiamo avuto la più grande occasione per passare in vantaggio.  Nella ripresa ci siamo compattati, unendoci come squadra e facendo quadrato attorno a noi, sia prima che dopo il primo gol.

Siamo riusciti anche a raddoppiare grazie all’espulsione di un giocatore avversario, riuscendo a portare a casa i tre punti. Questa vittoria per noi vale tanto, viste anche le posizioni in classifica in cui ci troviamo. Ora pensiamo partita dopo partita e questo successo è fondamentale in questo senso”.

“Ogni tanto si può anche perdere – spiega il capitano della Sampaolese, Tiziano Cocilova -, visto che venivamo da 7 risultati utili consecutivi. I nostri avversari sono riusciti a fare gol, sfruttando due episodi: hanno meritato la vittoria e secondo me dovevano avere più punti di quelli che hanno attualmente. Il Senigallia Calcio è una buona squadra e ultimamente sta totalizzando parecchi punti, con due attaccanti veramente forti. Questa sconfitta non ci deve far preoccupare, perché eravamo una serie positiva può terminare. Siamo già concentrati sul prossimo match”.

Girone C – Pinturetta Falcor 1-2 Cingolana SF – 11’ Tittarelli (C), 30’ Raffaeli (P), 93’ Ippoliti (C) – leggi l’articolo

I pronostici di mister Carletti

Borghetto-Borgo Minonna – pronostico X – risultato 2

Castelleonese-Castelbellino – pronostico 1 – risultato 1

Chiaravalle-Filottranese – pronostico 2 – risultato 1

Falconarese-Sassoferrato Genga – pronostico 2 – risultato 2

Labor-Montemarciano – pronostico 2 – risultato 2

Olimpia Marzocca-Real Cameranese – pronostico X – risultato 1

Pietralacroce-Staffolo – pronostico 1 – risultato 1

Senigallia Calcio-Sampaolese – pronostico 1 – risultato 1

Girone C – Pinturetta Falcor-Cingolana SF – pronostico 2 – risultato 2

Totale di giornata: 6/9 – Totale complessivo: 94/196

La top 11 di giornata

Portiere: Belogi (Senigallia Calcio)

Difensori: Sebastianelli (Castelleonese), Bellavigna (Pietralacroce), Centanni (Cingolana SF)

Centrocampisti: Passeri (Sassoferrato Genga), Fabrizi (Olimpia Marzocca), Serrani (Falconarese), Papili (Chiaravalle)

Attaccanti: Ippoliti (Cingolana SF), Paialunga M. (Borgo Minonna), Moschini (Montemarciano)

Allenatore: Alessio Fiori (Castelleonese)

A disposizione: Cecchini (Chiaravalle), Isla (Sassoferrato Genga), Rocchetti D. (Chiaravalle), Mancini (Castelleonese), Daidone (Pietralacroce)

Classifica e marcatori

Girone B

CLASSIFICA Sassoferrato Genga 43; Montemarciano 42; Real Cameranese 41; Marzocca 39; Filottranese, Castelleonese 38, Pietralacroce 36, Castelbellino, Borgo Minonna 34; Borghetto 33, Sampaolese 29, Labor 27, Staffolo 21, Senigallia calcio 18; Chiaravalle 16; Falconarese 14

MARCATORI16 gol: Giudici (Castelleonese); 13 gol: Bassotti (Labor) e Serrani (Senigallia Calcio); 12 gol: Bartoloni (Falconarese); 10 gol: Ghetti (Castelleonese), Portaleone (Real Cameranese) e Maccioni (Filottranese); 9 gol: Marchegiani (Sampaolese) e Moschini (Montemarciano); 8 gol: Marchionne (Real Cameranese); 7 gol: Strappini (Labor), Capecci (Borghetto), Braconi (Borgo Minonna), Api (Castelbellino), Consolazio (Pietralacroce), Mancini (Castelleonse) e Daidone (Pietralacroce); 6 gol: Nicoletti Pini (Filottranese), Ricci (Sassoferrato Genga), Massei (Staffolo), D’Antonio (Pietralacroce), Storani (Filottranese), Casaccia (Real Cameranese) e Gramazio (Montemarciano.

Girone C

CLASSIFICA Settempeda 52, Vigor Montecosaro 46, Montecassiano 42*, San Claudio 39, Folgore Castelraimondo, Passatempese 34, Portorecanati 31, Elite Tolentino 29, Camerino 27, Cingolana SF 26, Urbis Salvia 26, Montecosaro 24Caldarola 23, Montemilone Pollenza 22, Pinturetta 22, Esanatoglia 14*

MARCATORI – 17 gol: Pantone (Portorecanati); 16 gol: Tulli (Vigor Montecosaro); 13 gol: Castellano; 11 gol: Ibii Ngwang (San Claudio), Guermandi (Vigor Montecosaro) e Lovotti (Cingolana SF); 10 gol: Bisbocci (Folgore Castelraimondo); 9 gol: Mihaylov (Passatempese) e Bartolini (Montemilone Pollenza); 7 gol: Duca (Camerino) e Capenti (Elite Tolentino); 6 gol: Chiaraberta (Montecassiano), Chierichetti (Montecosaro), Traorè (Elite Tolentino), Ferro (Portorecanati) e Gianfelici (Settempeda).

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement
Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory