Connect with us

Calcio

PRIMA CATEGORIA / Si alza il sipario sulla stagione 2021-2022, cosa dicono i protagonisti

Si parte sabato e le aspettative sono tante. Abbiamo raccolto il parere di molti addetti ai lavori: sarà un campionato di alto livello

JESI, 21 settembre 2021 – Dopo tanto tempo, l’ultima partita ufficiale di campionato fu disputata il 22 febbraio 2020, sabato prossimo prende il via la Prima Categoria.

Nel girone B 16 squadre con il S. Costanzo al posto dei Portuali Ancona promosso in Promozione e il Colle 2006 al posto del San Biagio finito nel Girone C.

Nei giorni scorsi avevamo registrato il parere di Cristiano Luchetta allenatore del Borgo Minonna (leggi….).

mister Luchetta

Alla vigilia abbiano ascoltato il parere di allenatori, giocatori e dirigenti.

Riccardo Onorato (Chiaravalle)“L’importante è ripartire e di questo sono contento perché è la cosa più importante. Prevedere quello che succederà dopo una lunga sosta non è facile. Tutto dipenderà dalle prime 5 o 6 partite pere capire meglio lo stato delle varie squadre. Comunque per come si sono mosse vedo un gradino sopra tutti Castelfrettese, S. Costanzo, Castelbellino, Sampaolese, Borgo Minonna e Montemarciano. Noi? Ce la metteremo tutta e partire bene è fondamentale. La squadra è quasi in toto riconfermata e vedo entusiasmo, un grande senso di appartenenza e grande impegno: di questo sono contento, ora aspettiamo i risultati del campo”.

Cesare Giovagnetti (Labor): “Parlare del campionato non è facile dopo essere stati fermi per tanto tempo e lontano dai campi. Se proprio vogliamo fare un pronostico per quello che sono gli organici delle squadre e per quello che si può conoscere la favorita potrebbe essere il Borgo Minonna e subito dietro la Sampaolese e il Montemarciano. Pronostici che lasciano il tempo che trova e non mi stupirei che possa venir fuori qualche sorpresa. Quanto alla Labor noi ripartiamo dall’ultimo campionato dove stavamo risalendo la classifica e dall’ultima posizione ci eravamo quasi portati fuori dai play out e vogliamo proseguire. I nostri punti di forza è l’età media della squadra, molto giovane, sperando che i ragazzi risentano meno della lunga inattività. Poi il fatto che abbiamo cambiato quasi niente e di conseguenza contare su un gruppo ed una organizzazione di gioco consolidata. Al di là di tutto questo l’auspicio è che si possa finalmente ritornare a giocare e metterci alle spalle il brutto periodo che abbiamo passato”.

Giorgio Latini (Sampaolese): “Le prime partite saranno difficili per tutti perchè veniamo da un anno e mezzo di inattività. Prima che una squadra prenda la propria identità potrebbe occorrere diverse giornate. Per un pronostico generale credo che sicuramente Borgo Minonna, Montemarciano, S.Costanzo ed anche noi della Sampaolese abbiano le giuste ambizioni. Queste quattro squadre oltre a qualcuna che al momento conosco di meno come potrebbe essere Colle 2006 e Chiaravalle penso che possano far bene. L’avvio della mia squadra in Coppa non è stato dei migliori, due partite due sconfitte. Mi aspettavo di più sperando di risolvere il prima possibile qualche problema che è maturato“.

Simone Pietrelli (Monserra): “Monserra con età media bassa ma buon mix tra giocatori esperti e ragazzi. Abbiamo inserito qualche 2005 per un gruppo molto valido. Le aspettative sono quelle di vincere più partite possibili provando a giocare anche bene, cambiando mentalità. Fare punti, divertirci, giocare al calcio sarà il motivo che ci accompagnerà partita dopo partita. Per il resto, in generale, conoscendo poco le squadre, posso dire della Sampaolese se non altro perchè Giorgio Latini allena sempre delle ottime squadre. La partita di Coppa contro la Castelleonese è stata positiva e dobbiamo continuare su questa strada”.

Diego Massaccesi (Le Torri Castelplanio): “Girone molto equilibrato dove metà delle partecipanti potrebbero essere in grado di lottare per il vertice. Squadre attrezzate, guidate da ottimi allenatori, giocatori importanti che sono scesi di categoria che sarà un piacere affrontarli ma ovviamente lasceranno il segno. Campionato dunque diviso in due: da una parte le formazioni di alta classifica, dall’altra squadre che lotteranno per salvarsi che sarà complicata. Per quello che riguarda la nostra squadra crediamo nel settore giovanile che reputiamo importante e ben curato e quindi l’obiettivo è far crescere i ragazzi e toglierci le soddisfazioni come quella di mantenere la categoria. Non sarà semplice, ne siamo consapevoli, e partiremo con umiltà. Sarà il campo a determinare come sempre il risultato. La società si sta prodigando e in collaborazione con il Comune ha organizzato un progetto per mettere a disposizione un campo sintetico e questo a vantaggio dello sviluppo del sistema calcistico che Le Torri ha programmato”. 

Marco Sassaroli (Staffolo): “Difficile fare un pronostico dopo due anni di sosta forzata a causa del Covid. Bisognerà vedere come le squadre si presenteranno sul piano della condizione fisica, come reagiranno i giocatori alla ripartenza. Di contro vedo un campionato di livello molto alto perchè ci sarà qualità, ogni partita non è scontata e tutte le squadre hanno singoli di spessore per la categoria e quindi ogni gara diventerà tosta. Lo Staffolo è una squadra giovane, da tanti anni giochiamo insieme, ci divertiamo e riusciamo sempre a darci una mano l’un l’altro nei momenti difficili. Penso che potremmo toglierci qualche soddisfazione importante. Comunque piedi per terra e primo obiettivo la salvezza. Il valore aggiunto è che la maggior parte dei giocatori sono di Staffolo, giocano in casa, e questo in campo fa la differenza, riuscendo a trascinare sotto l’aspetto emotivo anche chi gioca con noi ma non è del nostro territorio“.

Angelo Ortolani (Cupramontana): “Sarà un campionato interessante: si ricomincia a giocare e questa è la notizia più importante. Pronostici sono difficile farli. Si parla molto bene del Montemarciano, la Sampaolese è sempre una formazione importante, il Chiaravalle ha allestito su quello che era lo zoccolo duro una squadra altrettanto importante, il S. Costanzo sarà avversario ben attrezzato, il Borgo Minonna è sempre il Borgo Minonna. Credo che dopo le prime 5 o 6 partite si potrebbe lontanamente avere un’idea di quello che sarà. A Cupramontana sono arrivati Moretti, Ambrosi oltre a Costarelli che già era qui ma non aveva mai iniziato. Siamo quelli di sempre che debbono lavorare con l’obiettivo di fare punti il prima possibile. Avremo inizialmente delle defezioni oltre ai problemi che avranno tutti perchè amichevoli si, allenamenti si, ma il ritmo campionato è tutt’altra cosa. Non disponiamo di una rosa larghissima ma sono fiducioso. L’importante sarà iniziare subito, già al debutto con il Castelbelllino, con buone prestazioni perchè senza di queste non si fanno risultati se non in maniera casuale”.

Claudio Vagnini (S. Costanzo): “Siamo in un girone a noi totalmente sconosciuto ma pensiamo di avere una squadra per disputare un campionato tranquillo. Dobbiamo giocarle una alla volta. Per le altre ti posso dire che a parte qualche giocatore non conosciamo molto ma per fare qualche nome dico il Borgo Minonna, sul conto del quale abbiamo avuto ottime referenze. Sabato scorso ho visto Sampaolese Staffolo, due squadre rognose e competitive. Secondo me in alcuni campi il fattore agonistico sarà determinante e per questo pensiamo di aver costruito una squadra competitiva fatta con un mix di giovani e un allenatore giovane, per giocarcela alla pari. C’è poco di conosciuto e vedremo di affrontare una partita alla volta e cercare di fare cose interessanti. La società vuol far bene sotto ogni punto di vista: comportamentale e di gioco. Non abbiamo ambizioni particolari ma siamo qui per essere rispettati e per rispettare tutti“.

Lorenzo Togni (Castelfrettese): “Siamo emozionati sull’avvio della stagione, non vedevamo l’ora e non nascondo che sabato in Coppa ho avuto una certa emozione dopo un anno e mezzo che non c’era più normalità. Purtroppo la mia Castelfrettese, come d’altronde tante altre squadre, paga questo stop forzato concedendo molti giocatori per infortunio. L’avvio del campionato sarà molto condizionato e chi avrà la fortuna di avere una rosa lunga sarà agevolato. La cosa bella per noi è che hanno esordito 5 ragazzini 2002 e 2003. Per il campionato come candidate vedo bene il Borgo Minonna e il Montemarciano. Il Borgo, sull’intelaiatura forte già a disposizione, ha messo due attaccanti del calibro di Giuliani e Gabrielloni. Il Montemarciano eanche la Sampaolese, con Caccia e Latini, saranno squadre attrezzate. I mie amici di Ponte Sasso mi dicono che anche il S. Costanzo è una bella squadra e prevedono che lotterà per il vertice. Per quanto riguarda noi al momento siamo condizionati dagli infortuni ed anche i problemi di lavoro per alcuni ci penalizza un po’ come ad esempio Calcina solo ieri ha iniziato ad allenarsi. Fra un mesetto vedremo la vera Castelfrettese e quello che possiamo fare. Siamo una neo promossa e vogliamo come prima cosa una salvezza tranquilla. Poi l’ambizione c’è e andremo in campo per fare il meglio possibile magari puntando ad entrare nel lotto delle squadre per i play off ma non è questo l’obiettivo primario“.

25 SETTEMBRE 2021

1° giornata ore 15,30 – Borgo Minonna – Montemarciano, Castelfrettese – Labor, Castelleonese – Falconarese, Chiaravalle – Le Torri Castelplanio, Cupramontana – Castelbellino, Monserra – Sampaolese, S. Costanzo – Colle 2006, Staffolo – Laurentina

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio