Connect with us

Calcio

Eccellenza / Il piano della ventunesima giornata con le parole dell’ex leoncello Mattia Monachesi

Si inizia sabato con l’anticipo Azzurra Colli – Maceratese. Il big match di giornata è tra Castelfidardo e Chiesanuova. La Jesina sul campo della Sangiustese. Gli arbitri designati

JESI, 9 febbraio 2024 – Meno di ventiquattr’ore e sarà di nuovo week-end di Eccellenza.

A tagliare il nastro che inaugurerà la ventunesima giornata Azzurra Colli – Maceratese, in programma domani alle ore 15 per disposizioni della società ascolana.

Per tutte le altre sette sfide, ordinaria amministrazione domenicale.

La capolista Civitanovese sarà ospite dell’Urbania, squadra tra le più in forma di questo periodo avendo raccolto nelle ultime quattro giornate otto punti.

Montegranaro e K Sport Montecchio, seconde entrambe a trentatré, se la vedranno tra le proprie mura amiche rispettivamente con Osimana e Monturano Campiglione.

Se queste due saranno gare tra compagini piuttosto distanti l’una dall’altra, non varrà certamente lo stesso per Castelfidardo-Chiesanuova. Quella tra Giuliodori e Mobili ha i contorni del big match di giornata. I fidardensi, distanti solo un punto dalla ‘Nova’, avranno più ragioni per cercare i tre punti al ‘Galileo Mancini’. Sia per le interessanti questioni di classifica di cui accennato, sia per vendicare quella sconfitta dell’andata che i biancorossi inflissero alle fisarmoniche grazie a quel che fu uno dei gol più belli della stagione, firmato, Andrea Pasqui.

Il Castelfidardo arriverà al match seguentemente alla gara persa contro il Montefano. La seconda, seria, battuta d’arresto in questo campionato, centodieci giorni dopo la prima antecedentemente menzionata.

Mobili sarà impegnato contro una delle sue grandi ex provenendo dal secondo 2-2 consecutivo, arrivato in casa contro l’Urbania.

Alla ventunesima convergerà più positivamente dunque il Montefano. Al dell’Immacolata domenica scenderà il Tolentino. Filosofie di gioco simili. Mariani contro Possanzini.

I cremisi per tendere come non mai verso il viola,  o meglio verso i “viola”, dovranno andare alla ricerca di quei tre punti che in questa seconda metà di stagione arrivarono solo contro la Sangiustese alla sedicesima.

Proprio di Sangiustese dovrà occuparsi la Jesina. A Villa San Filippo, qualora i leoncelli dovessero sfondare, allungherebbero a +18 sui rossoblù arrivando a toccare il tetto dei trenta punti in classifica.

Visto l’equilibrio del campionato, scivolare così lontano dalla dodicesima piazza per mister Giandomenico rappresenterebbe un macigno non indifferente da portarsi avanti fino a fine stagione.

Nonostante sia piuttosto palese che i calzaturieri debbano più fare la rincorsa su Monturano e Montegiorgio a questo punto, rosicchiare punti anche alla Jesina potrà essere di buon auspicio per il continuo di questa difficile stagione.

La partita, dunque, sarà tutt’altro che semplice per Strappini ed i suoi, che avranno fronte a sé anche il talentuoso ex Mattia Monachesi. Protagonista della scorsa stagione con la formazione leoncella culminata poi con la  salvezza, l’attaccante ex Recanatese, Ascoli primavera, Castelfidardo non è volto nuovo per noi.

 

Mattia Monachesi in azione con la maglia leoncella alla prima giornata di campionato 2022-2023 contro l’Atletico Ascoli, allora guidato dal suo attuale allenatore Luigi Giandomenico.

Ciao Mattia, bentornato su Vallesina Tv.
Ciao a tutti, e grazie per il bentornato!

Partiamo da lontano. Ad inizio anno, cosa ti spinse a sposare il progetto Sangiustese VP?
Ho scelto per più motivazioni. In primis, per questioni logistiche. Essendo originario di Macerata, ho avuto l’opportunità tramite la Sangiustese di avvicinarmi a casa diminuendo sensibilmente la distanza non comodissima che l’anno scorso percorrevo abitualmente per andare a Jesi. Poi, ovviamente per il progetto tecnico che, nonostante ad oggi sia incappato in qualche difficoltà, rimane nelle intenzioni sano come mi è sembrato sin da subito. La serietà e la voglia di far bene rimangono prerogative chiare della società.

La scelta con il tempo s’è rivelata piuttosto sfidante. Ti saresti aspettato fino a tal punto?

Che sarebbe stato un Eccellenza così difficile era chiaro a molti, perché tra l’altro è così da qualche stagione ormai. Né io ne i miei compagni però ci aspettavamo di incontrare così tante difficoltà, e lo dico senza voler sembrare altezzoso ovviamente. All’inizio gli obbiettivi erano sicuramente molto diversi ed essendo stati noi a ridimensionarli, dovremo esser sempre noi a toglierci da questa situazione difficile per salvare la stagione.

Come cresce in un anno un giovane come te pur passando tramite una stagione così travagliata?
Credo molto più di quanto non ti sembri durante quelle difficoltà che vivi settimana dopo settimana. Il processo di crescita di un calciatore non è sempre lineare e quindi anche da situazioni come queste c’è da cercare di raccogliere il massimo. Ed è quello che sto facendo.

Domenica sfiderete la Jesina. Tu sarai ex dal dente avvelenato?

Sono un ex che domenica darà il centodieci per cento per la causa della Sangiustese. Poi da qui a dire che potrò esserlo ‘dal dente avvelenato’, ce ne passa. Pur essendomene andato dopo una stagione e mezza, sono rimasto con tutti nel migliore dei rapporti. Già da quando mossi i primi passi in veste leoncella, fui in grado di percepire con quanta positività si può essere accolti in un ambiente come quello jesino. Dall’accoglienza dei tifosi, a quella dei compagni e di tutti gli alti addetti ai lavori che gravitano attorno alla Jesina. Anzi, colgo l’occasione per salutarli ricordandoli con grande affetto.

Cosa servirà per salvarsi, secondo Mattia Monachesi?

Per salvarsi serve fiducia. Che a volte in stagioni così è proprio la prima che ti viene a mancare, aldilà dei risultati. Speriamo che quella di domenica potrà esserne una buona iniezione, in modo da lavorare compatti  anche nelle successive otto giornate a separarci dalla fine del campionato. Che dovremo interpretare, inclusa ovviamente la sfida con la Jesina, tutte come delle finali.

ECCELLENZA MARCHE

6° GIORNATA girone ritorn0 11 febbraio 2024

Azzurra Colli – Maceratese (Latuga di Pesaro), Castelfidardo – Chiesanuova (Laura Mancini di Macerata), K Sport Montecchuo Gallo – Monturano (Cacchiarelli di San Benedetto del Tronto), Montegranaro – Osimana (Tavani di Jesi), Montegiorgio – Urbino (Animento di Macerata), Sangiustese – Jesina (Ferroni di Fermo), Tolentino – Montefano (Gambin di Udine), Urbania – Civitanovese (Sarcina di Barletta)

CLASSIFICA

Civitanovese 36; Montegranaro, K Sport Montecchio Gallo  33; Chiesanuova, Montefano  32; Castelfidardo, Maceratese 30; Urbino, Urbania 29; Tolentino, Osimana 28; Jesina 27; Montegiorgio 17; Monturano 15; Sangiustese 12; Azzurra Colli 8

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 11: Alessandroni (Osimana);

reti 7: Sartori (Urbino), Borrelli (Tolentino);

reti 6: Perri (Maceratese), Tonuzi (Montegranaro), Bardeggia ( K Sport Montecchio), Defendi (Chiesanuova)

 

7° giornata girone di ritorno 18 febbraio 2024

Monturano – Castelfidardo, Chiesanuova – Azzurra Colli, Civitanovese – Montegranaro, Jesina – Montefano, Maceratese – K Sport Montecchuo Gallo, Osimana – Tolentino, Urbania – Montegiorgio, Urbino – Sangiustese

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

JESINA CALCIO

Tutte le notizie sulla Jesina Calcio
Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory