Connect with us

Calcio

Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 23^ giornata dei gironi C e F

Continua il duello Ostra Calcio-Argignano. Cinquina dell’Avis Arcevia a Corinaldo, torna a vincere la Serrana. Pari tra Aurora Jesi e Rosora Angeli 

VALLESINA, 13 marzo 2024 – Non ci sono state grandi sorprese nella 23^ giornata di Seconda Categoria che si è giocata sabato scorso, 9 marzo. Nel girone C, in vetta continua il testa-a-testa Ostra Calcio-Argignano, entrambe vincenti in casa. L’Avis Arcevia rifila 5 reti al Corinaldo in trasferta e si conferma al terzo posto, mettendo nei guai proprio i corinaldesi, che adesso non disputerebbero i play-off per via del -11 dalla seconda piazza.

In coda, torna al successo la Serrana dopo quattro mesi, mentre Aurora Jesi-Rosora Angeli finisce in parità, con gli jesini che conquistano il vantaggio dello scontro diretto che le permette di disputare il play-out in casa se le due squadre resteranno a pari merito anche alla fine della regular season. Nel girone F la Treiese non va oltre l’1-1 contro la Sefrense e scivola a -9 dalla capolista Borgo Mogliano. Andiamo a scoprire tutto quello che è successo.

Girone C – Aurora Jesi 0-0 Rosora Angeli

Non si fanno male Aurora Jesi e Rosora Angeli. Al “San Sebastiano” finisce 0-0 lo scontro play-out, con le due squadre che guadagnano un punto sia sull’ultima posizione, ora a -2, che sulla quart’ultima della Leonessa Montoro, ora distante 5 lunghezze. In caso di arrivo a pari punti tra le due squadre, gli jesini avrebbero il vantaggio del campo amico a causa della vittoria della sfida di andata per 0-1.

I commenti

“Parità per 0-0 tra Aurora e Rosora Angeli – spiega la società di casa – nel delicatissimo scontro diretto odierno. Un risultato che tutto sommato va bene agli arancioblu che portano a casa il vantaggio nello scontro diretto e allungano di un ulteriore punto sull’Olimpia Juventu Falconara.

Primo tempo contratto di entrambe le squadre, vista posta in palio molto alta. Clamorosa la svista del direttore di gara, che non concede un rigore solare anche per la panchina ospite, con Elisei steso in area.

Nella ripresa le cose sembrano mettersi male quando Vignoli in pochi istanti viene ammonito due volte. L’inferiorità numerica però libera dalla paura l’Aurora che spinge e sfiora in due occasioni il gol del vantaggio con Petraccini su cui sono bravi a immolarsi i difensori ospiti. Altra topica arbitrale, giornata davvero sfortunata, su un fuorigioco fischiato a Cammarino. Nel finale in mischia il Rosora colpisce la traversa. Discorso in zona salvezza dunque rimandato alle prossime giornate, Aurora in scena tra 7 giorni sul difficile campo del Trecastelli”.

La partita di sabato – commenta, invece, il portiere del Rosora Angeli Nicolò Pettinelli –  era chiaramente la partita delle partite per tutte e due le squadre, visto che si sono scontrate la 14^ contro la 15^  con l’obbiettivo di avere una migliore posizione nei playout e anche per provare ad accorciare sulle altre squadre davanti, per garantirci la salvezza diretta!

È stata una sfida dove nessuna delle due squadre si è scoperta, l’Aurora ha avuto una grande occasione per portarsi in vantaggio ma abbiamo tenuto il pallino del gioco, ma nel momento di concretizzare non eravamo presenti o abbiamo fatto qualche giocata di troppo. Uno 0 a 0 che ci lascia l’amaro in bocca, perché vogliamo raggiungere la salvezza il prima possibile e ad oggi ci sono tutte le possibilità di farlo visti i tanti punti ancora a disposizione”.

Corinaldo 1-5 Avis Arcevia – 4’ Disabato (A), 44’ Rossetti (A), 50’ Cicetti (C), 59’ Cossa su rigore (A), 71’ Mariani (A), 85’ Pucci (A)

L’Avis Arcevia inaugura il nuovo stadio del Corinaldo rifilandogli una cinquina. I biancorossi, infatti, hanno vinto 1-5, ottenendo l’ottavo risultato utile di fila, nonché la quarta vittoria nelle ultime cinque partite, difendendo in questo modo il terzo posto dall’assalto dell’Olimpia Ostra Vetere. Per i corinaldesi, invece, sembra non finire il tunnel della crisi, con la seconda sconfitta di fila e un successo che manca da 2 mesi. La squadra resta comunque quinta, ma al momento non disputerebbe il play-off, a causa del -11 dall’Argignano secondo.

I commenti del Corinaldo

 “Esordio amaro per il Corinaldo – spiega la società di casa – nel nuovo stadio: cade per 5-1 sotto i colpi dell’Arcevia.Le due squadre partono forte e la prima occasione è di marca locale con Addate che al volo spedisce alto un bel cross di Mazzanti. Al 4’ l’Arcevia è già avanti con Disabato bravo e fortunato a concludere a rete dopo una serie di rimpalli in area corinaldese. Poco dopo Cossa colpisce la traversa da posizione defilata su calcio di punizione.

La palla del pareggio capita sui piedi di Giuliani che rientra bene superando un avversario, ma tira addosso a Berardi da distanza ravvicinata. Alla mezz’ora è Rossetti a tentare il gran tiro dalla trequarti che si stampa sulla traversa, sbatte sulla schiena di Lattanzi, ma non entra. All’ultimo minuto del primo tempo la difesa locale si fa beccare mal posizionata dopo una rimessa laterale e Rossetti lanciato in profondità firma il 2-0.

A inizio ripresa il Corinaldo accorcia le distanze con Cicetti bravo ad aggirare il difensore e, di sinistro, concludere sotto la traversa. Passano solo 7’ e l’Arcevia ritorna avanti di due reti con il penalty di Cossa decretato per l’atterramento di Rossetti in area. I ragazzi di mister Giuliani accusano il colpo e nonostante le forze fresche subentrate dalla panchina non riescono a reagire. Anzi sbandano completamente esubiscono prima il 4-1 di Mariani e poi a 5’ dal termine il 5-1 di Pucci.Partita da dimenticare il prima possibile, non si può mollare e sbragare così. Dispiace tantissimo non essere stati all’altezza del grandissimo pubblico accorso per sostenere la squadra”.

Sabato scorso – ha aggiunto il presidente Tonino Dominicinell’incontro di calcio Corinaldo Calcio-Avis Arcevia, la nostra prima squadra ha disputato una partita a dir poco “opaca”. Sabato si rientrava a giocare in casa, nel nostro rinnovato Stadio del Borgo, di fronte ad un bellissimo e numeroso pubblico, c’erano tutte le premesse per festeggiare l’evento con una vittoria.

Purtroppo non è andata così e vi chiediamo scusa. Nel calcio come nella vita se si cade, l’importante è sapersi rialzare. E a questo proposito, ieri, i nostri ragazzi della squadra juniores, hanno subito riscattato la prestazione della prima squadra disputando un bellissimo incontro con il Real Metauro e vinto la partita!  Se si vince o si perde, non ci mancherà mai la gioia di giocare a calcio per donarvi emozioni. Forza ragazzi, evviva Corinaldo Sportiva”.

Il commento dell’Avis Arcevia

A Corinaldo – spiega l’autore del primo gol Michelangelo Disabatosapevamo che ci attendeva una bella partita, una sorta di rivincita per noi rispetto all’andata: cosi è stato. Siamo partiti subito forte, infatti, riuscendo a trovare dopo pochi minuti lo 0-1, un gol che ci ha fatto prendere ancora più fiducia sul campo.

Dopo numerose altre occasioni Rossetti segna il 0-2. Riusciamo a chiudere il primo tempo in vantaggio di due. Eravamo consapevoli che la partita non era ancora chiusa, nonostante dei primi 45 minuti, e al rientro delle squadre il Corinaldo fa l’1-2. Siamo stati molto bravi a non perdere le misure e dopo pochi minuti segniamo l’1-3 (Cossa).

Da li in poi avevamo la sfida sotto controllo e siamo riusciti a trovare altre due reti con Mariani e successivamente Pucci. Sabato prossimo ci aspetta un altra partita molto importante e difficile contro il Terre del Lacrima ad Arcevia”.

Le Torri Castelplanio 1-2 Olimpia Ostra Vetere – 25’ Cavaliere (O), 51’ Roberto (O), 80’ Montecchiarini (L)

Prosegue il momento positivo dell’Olimpia Ostra Vetere. I ragazzi di Curzi, infatti, hanno battuto 1-2 il Le Torri Castelplanio con i gol di Cavaliere e Roberto: si tratta della terza vittoria di fila e del sesto risultato utile consecutivo, che permette alla squadra di confermarsi al quarto posto, a -1 dall’Avis Arcevia terza. I ragazzi di Fugante, invece, incappano nella seconda sconfitta in due settimane, restando in decima posizione con 28 punti.

Riccardo Montecchiarini del Le Torri Castelplanio

La partita di sabato – commenta Riccardo Montecchiarini del Le Torri Castelplanioè stata dura, contro un avversario forte e ben organizzato. Nel primo tempo abbiamo sofferto un po’, ma siamo riusciti a difenderci ben. Poi, abbiamo subito il primo gol da calcio d’angolo, sul cross ci sono stati diversi rimpalli e alla fine la palla è finita in rete.

Il secondo tempo siamo rientrati meglio e siamo stati più pericolosi, purtroppo però abbiamo preso il secondo gol al 10′, ma non ci siamo arresi e abbiamo cercato di giocare come vogliono i nostri mister Fugante e Maccioni. Quasi allo scadere abbiamo accorciato le distanze da calcio piazzato e all’ultimo minuto abbiamo avuto la palla del pareggio ma il portiere avversario ha fatto una bella parata su un tiro forte e ravvicinato.

Resta l’amaro in bocca per il risultato e anche per due penalty non concessi a nostro favore, ma voltiamo pagina ora stiamo pensando solo alla partita di sabato, il derby con il Rosora Angeli”.

Leonessa Montoro 0-1 Serrana – 65’ Bucci su rigore

Dopo 4 mesi torna finalmente al successo la Serrana. Il rigore di Bucci al 65’, infatti, regala alla formazione di Azzeri la quarta vittoria stagionale contro la Leonessa Montoro, che proietta i rossoverdi a+8 dai play-out. I Red Lions di Fabrizi restano al 13° posto con 20 punti, a +5 dalla zona arancio.

Il commento della Leonessa Montoro

Al termine di una partita equilibrata e combattuta – spiega la società di casa – la spunta la Serrana grazie ad un rigore molto contestato realizzato da Bucci al 65′.

Match sempre in bilico con rapidi capovolgimenti di fronte. La prima grande occasione è per il Montoro con Mandolini al 7′ che da posizione ravvicinata manda fuori. Gli ospiti sono pericolosi nelle ripartenze con Cecati e Abbate. Nel finale di primo tempo buono spunto per Balestrieri ma Carotti para con sicurezza.

Davide Bucci

Nel secondo tempo gli ospiti partono con maggiore intensità, al 65′ su un traversone non trattenuto da Giachè, l’attaccante ospite Cecati in mischia finisce a terra e il direttore di gara Bassotti indica il dischetto del rigore tra le proteste biancorosse, sul dischetto va l’esperto Bucci che non sbaglia.

A questo punto la partita diventa a senso unico con i Red Lions che si buttano in avanti alla ricerca del pareggio ma con scarsa lucidità. L’occasione più ghiotta per il pareggio capita sui piedi di Staffolani al 76′ che si libera in area ma il tiro è rimpallato da un difensore ospite. Finale di partita con la Serrana arroccata nella propria trequarti ma nonostante il forcing della Leonessa il risultato non cambia.

Tre punti pesantissimi per la Serrana che vede la salvezza, mentre la Leonessa vede ridursi il margine dai playout a 5 punti, ancora un buon margine ma ci sarà ancora da soffrire e lottare. Nel prepartita fiocco rosa in casa montorese per la nascita della secondogenita del presidente Stefano Angeletti e mamma Martina al quale tutto lo staff fa grandissimi auguri”.

Il commento della Serrana

“Il primo tempo è stato molto brutto – spiega Davide Bucci della Serrana, autore del gol decisivo – con poche occasioni da gol. Sicuramente entrambe le squadre avevano paura di sbilanciarsi e passare in svantaggio, vista l’importanza della partita sia per noi che per i nostri avversari. Nella ripresa siamo scesi meglio in campo e nei primi 20 minuti abbiamo attaccato, creando un paio d’occasioni. Siamo riusciti a conquistare il calcio di rigore e siamo passati in vantaggio. Non ci sono state altre grandi occasioni e la sfida è terminata 0-1. Secondo me questa vittoria è stata fondamentale per il proseguo del campionato, in ottica play-out e salvezza”.

Olimpia Juventu Falconara 2-4 Monsano – 3’ Lungarini (M), 7’, 34’ e 72’ Giorgi (M), 31’ Campanile (O), 77’ Perna (O)

Giorgi show all’Amadio di Falconara. Il Monsano, infatti, ga battuto 2-4 l’Olimpia Juventu Falconara con la tripletta di uno scatenato Luca Giorgi, continuando a credere nei play-off, visto il -2 dal Corinaldo quinto (anche se ora bisogna anche fare i conti con il distacco dal secondo posto). Il fanalino di coda, invece, vede allontanarsi a +2 il duo Aurora Jesi-Rosora Angeli.

Il commento del Monsano

All’Amadio di Falconara – scrivono i rossoblù – il Monsano cala il poker. Finisce 4 a 2 per i rossoblu. In rete Lungarini e tripletta di Giorgi che si porta a casa il pallone. Fischio d’inizio. Tre minuti sul cronometro e Monsano subito in vantaggio. Da una rimessa laterale sulla destra, Bisi si mette in proprio, sguscia via e la mette in mezzo. Un gioco da ragazzi per Lungarini, a due passi e con la porta spalancata, appoggiarla in rete. 1 a 0 per i rossoblù e settimo centro stagionale per bomber Lunga.

Inizia poi il Giorgi Day. Da un calcio battuto da Martinelli la palla è lunga e la difesa falconarese spazza via. All’altezza del centrocampo è Giorgi a riprendere il possesso della sfera che in palleggio se la porta avanti e lascia partire un destro al volo, preciso, che si deposita all’incrocio dei pali. Eurogol e 2 a 0 per il Monsano.

La gara è in discesa già dopo 7 minuti. Rossoblu che calano e Falconara che ne approfitta. Alla mezz’ora Gutierrez scappa via sulla destra, pesca Campanile in mezzo che appoggia la palla in rete per l’1-2.

Passano 3 minuti e Giorgi centra ancora bersaglio. Il gol? Fotocopia di quello di prima. Destro da fuori aerea che coglie il portiere impreparato e sfera che finisce all’incrocio dei pali. Altro eurogol e 3 a 1 per il Monsano. Fine primo tempo.

Gioco spezzettato dai falli. Passano 27 minuti e Giorgi cala la tripletta: ripartenza rossoblù dalla sinistra, Giorgi prende la palla, entra in area e il suo tiro è deviato. Deviazione fatale per il portiere falconarese e quarto gol della gara per gli ospiti.

Gara in pieno controllo dai ragazzi di mister Pelonara. Ma si abbassa ancora la guardia e il Falconara accorcia le distanze con Perna. 2-4. Perez miracoloso a fine gara negando un altro gol ai padroni di casa. Triplice fischio. 3 punti. Ottima reazione da squadra dopo la sconfitta di due settimane fa nel derby. La zona playoff è a -2. La squadra è in campo per preparare il match di sabato. Al comunale arriva il Montoro. Unica ricetta: altri 3 punti”.

Ostra Calcio 2-0 Palombina Vecchia – 11’ Conti, 75’ Sabbatini

L’Ostra Calcio prosegue la sua scalata verso la Prima Categoria. La squadra di De Filippi batte anche il Palombina Vecchia per 2-0 con i gol di Conti e Sabbatini, centrando la decima vittoria nelle 11 ultime partite e mantenendo il +4 dall’Argignano secondo. I falconaresi, invece, scivolano in 12^ posizione con 21 punti, incappando nella terza sconfitta di fila, con un successo che manca dal 9 dicembre, quando ci fu l’impresa casalinga contro l’Olimpia Ostra Vetere.

Terre del Lacrima 1-2 Cupramontana – 31’ Ortolani (C), 65’ Rossini (C), 76’ Orianda su rigore (T)

Non si vuole più fermare il Cupramontana. La squadra di Ballini, infatti, ha battuto 1-2 il Terre del Lacrima a Belvedere Ostrense, ottenendo la quarta vittoria di fila, seconda consecutiva in trasferta. I punti di distacco dal quinto posto sono ora 3. I padroni di casa, invece, perdono dopo 4 risultati utili, restando sesti con 36 punti, a -1 dal Corinaldo.

Il commento del Terre del Lacrima

Brutto k.o. per le Terre del Lacrima – scrivono da Belvedere -, col Cupramontana che si impone al Piccioni per 2-1.T erre che non sono riuscite a ripetere la bella prestazione di Monsano e che hanno sofferto il confronto contro i rossoblu che si presentavano all’incontro reduci da tre vittorie consecutive e nel miglior momento stagionale. Vantaggio ospite alla mezz’ora del primo tempo grazie ad Ortolani che di testa disegnava una traiettoria imparabile per Fortuna.

A inizio ripresa ci si aspetta la reazione delle Terre ma è ancora il Cupramontana a fare male: Rossini si invola verso la nostra porta e il subentrato Pieroni è costretto a spendere un fallo da ultimo uomo che gli costa il cartellino rosso. Il Cupra controlla ma è una ingenuità delle Terre, che permettono di far battere una punizione nella propria metà campo in modo rapido, a compromettere definitivamente il match con Rossini che segna il gol del raddoppio.

Il Cupra amministra il gioco ma cala progressivamente e le Terre prendono coraggio. Un tocco di mano in area consente ad Orianda di andare dal dischetto e realizzare l’1-2 che riapre la gara.

Pur in inferiorità numerica ora le Terre lanciano l’assedio all’area ospite e proprio all’ultimo minuto arriva la grande chances per il pari, ma il tiro di Merico trova l’opposizione di un difensore sulla linea di porta a Costarelli battuto. Necessario subito dimenticare questa partita, sabato prossimo difficilissima trasferta sul campo di un’altra squadra in gran forma, l’Arcevia”.

Il commento del Cupramontana

“Sapevamo di affrontare una buona squadra – spiega, invece, Daniele Verdenelli del Cupramontana – che non a caso lotta per un piazzamento per i play-off. Ne è venuta fuori una bella partita. Nel primo tempo siamo riusciti ad andare in vantaggio con Ortolani e abbiamo controllato bene il risultato, rischiando praticamente poco e sfiorando il raddoppio in più di un’occasione.

La ripresa è iniziata sulla falsariga dei primi 45’: siamo stati anche fortunati perché un avversario è stato espulso e siamo andati in superiorità numerica. Questo ci ha consentito di gestire meglio il match. Siamo riusciti a raddoppiare su una punizione veloce da centrocampo, prendendo alla sprovvista il Le Terre.

I locali, però, sono riusciti ad accorciare le distanze grazie a un calcio di rigore e verso la fine della partita ci hanno tenuto nella nostra metà campo con lanci lunghi. E’ stato un bel forcing, ma fortunatamente è andato a vuoto e, grazie anche a un salvataggio sulla linea di un nostro difensore sul finale, siamo riusciti a difendere la vittoria.

Ora attendiamo in casa l’Ostra Calcio capolista: sarà un bell’esame per capire di che pasta siamo fatti. Dobbiamo dare continuità a questi risultati che abbiamo ottenuto in quest’ultimo mese, per sperare e lottare per un posto nei play-off. Finchè la matematica non ci dà per vinti, noi ci proveremo”.   

Trecastelli 0-2 Argignano – 7’ Biagioli, 30’ Mecella Ju.

Non molla la presa l’Argignano e continua l’inseguimento all’Ostra Calcio. La squadra di Manelli, infatti, batte 0-2 il Trecastelli con i gol di Biagioli e Juri Mecella nel primo tempo, ottenendo la seconda vittoria consecutiva e l’ottavo risultato utile dopo la sconfitta nello scontro diretto. Restano 4 i punti di distacco dalla vetta. I biancoblù di casa, invece, vengono agganciati all’ottavo posto dal Cupramontana, ma restano a 3 punti dalla quinta posizione.

Il commento del Trecastelli

“Nonostante il risultato – spiega il mister del Trecastelli, Rodolfo Galotta – abbiamo giocato una buona partita. Abbiamo preso due gol evitabili, poi abbiamo sbagliato un calcio di rigore. Non siamo riusciti a finalizzare 5-6 occasioni da rete. I ragazzi, comunque, hanno offerto un’ottima prestazione.

In questo momento siamo fuori dai giochi per i play-off: non dipenderà più da noi, ma se finché la matematica non ci condanna proveremo a sfruttare le cadute di chi perderà punti. Ce la stiamo mettendo tutta. L’Argignano è un’ottima squadra, quadrata ed esperta: continuerà a lottare per qualcosa di importante. Il loro portiere, Andrea Latini, è stato il migliore in campo”.

Il commento dell’Argignano

Si è trattato di una partita molto difficile – risponde Jacopo Mecella dell’Argignano – contro un avversario in salute. Siamo riusciti a sbloccarla subito con un gol dal limite di Biagioli e a raddoppiare alla mezz’ora con Juri Mecella sugli sviluppi di rimessa laterale. Il Trecastelli è rimasto comunque in partita guadagnandosi un giusto calcio di rigore a fine primo tempo, ben parato da Latini. Abbiamo conquistato tre punti molto importanti.”

Girone F – Sefrense 1-1 Treiese – 32’ Biordi (S), 55’ Paciaroni (T)

La Treiese crea tanto, ma non riesce a tornare alla vittoria. La trasferta sul campo della Sefrense, nel giorno del debutto del nuovo mister Stefano Compagnoni, è terminata 1-1: a Biordi nel primo tempo (nell’unico tiro in porta dei locali) ha risposto Paciaroni a inizio ripresa, in una sfida condizionata dal manto erboso reso quasi impraticabile dalla pioggia. I rossoblù restano al secondo posto, ma scivolano a -9 dal Borgo Mogliano Madal, che ha battuto con un netto 3-0 la Belfortese terza, ipotecando la promozione in Prima Categoria a 7 giornate dalla fine.

Domenica scorsa – spiega l’autore del gol treiese Niccolò Paciaroniabbiamo giocato una buona partita, con prestazioni in linea con il resto del campionato. Purtroppo in questo ultimo periodo gli episodi non sono a nostro favore. Dobbiamo continuare con lo stesso impegnoe con la stessa convinzione per riottenere al più presto la vittoria”.

I pronostici di mister Carletti

Aurora Jesi-Rosora Angeli – pronostico 1 – risultato X

Corinaldo-Avis Arcevia – pronostico X – risultato 2

Totale di giornata: 0/2 – Totale complessivo: 24/46

Classifiche e marcatori

Girone C

CLASSIFICAOstra Calcio 52, Argignano 48, Avis Arcevia 44, Olimpia Ostra Vetere 43, Corinaldo 37, Terre del Lacrima 36, Monsano 35, Ciupramontana 34, Trecastelli 34, Serrana 23, Palombina Vecchia 21, Leonessa Montoro 20, Aurora Jesi 15, Rosora Angeli 15, Olimpia Juventu Falconara 13

MARCATORI 16 gol: Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere)12 gol: Orianda (Terre del Lacrima); 11 gol: Marchetti (Ostra Calcio), Donzelli (Palombina Vecchia) e Ortolani (Cupramontana); 10 gol: Giuliani (Corinaldo), Ferrante (Terre del Lacrima), Grossi (Trecastelli), Montecchiarini (Le Torri Castelplanio) e Biagioli (Argignano); 9 gol: Cammarino (Aurora Jesi), Sartini (Argignano) e Bucci (Serrana) e Rossetti (Avis Arcevia); 8 gol: Apolloni (Serrana), Galuppa G. (Argignano), Lenci (Corinaldo), e Kone (Trecastelli); 7 gol: Brescini (Avis Arcevia), Mancini (Cupramontana), Zupo (Ostra Calcio), Garden (Olimpia Juventu Falconara) e Lungarini (Monsano); 6 gol: Olivi (Ostra Calcio), Mariani (Avis Arcevia), Disabato (Ostra Calcio) e Giorgi (Monsano)

Girone F

CLASSIFICABorgo Mogliano Madal 55, Treiese 48, Belfortese 48, Ripe San Ginesio 34, Pievebovigliana 33, MR Pioraco 33, Sefrense 29, Palombese 27, San Marco Petriolo 27, Camerino Castelraimondo 26, Vis Gualdo 24, Fabiani Matelica 24, Sarnano 22, Pennese 18, Abbadiense 15, Lorese 14

MARCATORI18 golOkere (Borgo Mogliano); 15 gol: Fiecconi (Belfortese); 14 gol: Santoni (Pievebovigliana); 13 gol: Vrioni (Fabiani Matelica) e Francucci (Treiese); 12 gol: Correnti (Sefrense); 10 gol: Micarelli (Camerino Castelraimondo), Acciarresi (San Marco Petriolo) e Patrassi F. (Treiese); 9 gol: Boe (Ripe San Ginesio), Aquino (Lorese) e Di Francesco Alex (Belfortese); 8 gol: Ofili (MR Pioraco), Cesari (Camerino Castelraimondo) e Pettinari E. (Palombese); 7 gol:  Albanese (MR Pioraco), Pettinari M. (Borgo Mogliano), Biordi (Sefrense), Ndiour (Sarnano) e Ajradinoski (Palomebse); 6 gol: Millaci (MR Pioraco) e Di Gioia (Palombese).

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement
Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory