Connect with us

Calcio

Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 18^ giornata dei gironi C e F

Non si ferma la cavalcata dell’Ostra Calcio, frena l’Argignano in casa del Rosora Angeli, ko il Corinaldo a Cupramontana. L’Olimpia Ostra Vetere ribalta l’Aurora Jesi, pari del Monsano con il Trecastelli. Nel girone F, la Treiese vince in casa e vede la vetta a un punto

VALLESINA, 8 febbraio 2024 – Chi potrà fermare l’Ostra Calcio? Questo è il tema più importante della 18^ giornata di Seconda Categoria. Nel girone C, infatti, gli ostrensi sono rimasti in vetta solitaria, rifilando un 3-0 senza scampo a una formazione di valore come il Terre del Lacrima. Steccano le inseguitrici: l’Argignano riprende al 90’ il Rosora Angeli, mentre il Corinaldo cade in casa di un ritrovato Cupramontana.

Ne approfittano Olimpia Ostra Vetere e Avis Arcevia per accorciare sulla seconda posizione. I rossoblù di Curzi, in particolare, hanno rimontato l’Aurora Treia dallo 0-2 del primo tempo al 3-2 della ripresa, mentre gli arceviesi si sono imposti all’inglese sul Palombina Vecchia. Il Monsano, invece, è stato fermato sull’1-1 dal Trecastelli, restando comunque a -3 dai play-off.

Gli allievi Fugante e Maccioni, inoltre, hanno battuto il maestro Fabrizi: il Le Torri Castelplanio ha espugnato Montoro con un netto 0-3. Il 3-3 tra Serrana e Olimpia Juventu Falconara, invece, non è stato omologato dal giudice sportivo, poiché i padroni di casa hanno fatto ricorso per una presunta irregolarità ospite. Nel girone F, infine, una Treiese non bellissima batte la Vis Gualdo e si porta a -1 dalla vetta, accendendo ulteriormente il duello con la capolista Borgo Mogliano. Andiamo a scoprire tutto quello che è successo.

Girone C – Monsano-Trecastelli 1-1 – 50′ Florio (T), 51′ Bisi (M)

Monsano e Trecastelli si dividono la posta in palio in un minuto. L’1-1 tra le due squadre, infatti, arriva tra il 50’ e il 51’: al gol ospite di Florio ha risposto Bisi. I rossoblù di mister Pelonara restano al settimo posto, a -3 dai play-off, mentre i biancoblù di Rodolfo Galotta seguono all’ottavo posto, a -3 dai monsanesi.

Il commento del Monsano

“Il Monsano – spiega la società di casa – non riesce a ripetersi dopo la vittoria a Rosora e, sabato scorso, contro la formazione del Trecastelli, trova un pareggio e un punto che ci sta stretto, viste le tante occasioni avute sui piedi dei rossoblu e l’uomo in più in campo per quasi tutta la ripresa. Ma facciamo ordine.

I primi 45 minuti vedono la squadra di mister Pelonara padrona del campo. Un Pieralisi scatenato in ripartenza mette un cross, dalla destra, per Sardella che, a pochi passi dalla porta, fallisce. Passano pochi minuti e il Monsano ha nuovamente l’occasione per passare in vantaggio. Ancora Pieralisi in gran forma, questa volta sulla fascia opposta, lascia partire il traversone che Sardella però ‘cicca’. Dopo un batti e ribatti in area la sfera arriva sui piedi di Martinelli che da pochi metri non trova la rete.

La ripresa vede gli ospiti premere sull’acceleratore e infatti trovano la rete al 50’. Cross dalla sinistra, Cucchi si fa sorprendere e alle sue spalle è Florio che trova di testa il gol.  Neanche il tempo di esultare per la formazione biancoblu che il Monsano segna il gol del pareggio.

Palla lunga sulla destra per Bisi che dopo un magnifico stop si accentra, se la porta sul mancino e lascia partire uno splendido sinistro sul primo palo.

La formazione ospite poi rimane in 10. Monsano all’ arrembaggio. Ed è Sardella ad avere l’occasione più nitida per i suoi. Cross in mezzo del neoentrato Mattioli. Palla tesa e forte, Sardella trova l’impatto con il pallone ma la sfera finisce alta sopra la traversa da pochi passi.

C’è anche un ulteriore occasione dagli sviluppi di un corner. Un’incornata vincente di Giacani sul primo pallo aveva trovato la rete ma il direttore di gara ferma tutto per un fallo in attacco.

Triplice fischio ed un punto che ci lascia un po’ d’amaro in bocca, viste le tante occasioni non concretizzate. Settimo posto consolidato in classifica a quota 28 punti. Zona playoff sempre a meno 3. Siamo già in campo per preparare il match di sabato. I rossoblù faranno visita all’ostico Argignano, secondo in classifica”.

Il Trecastelli 2023-2024

Il commento del Trecastelli

Il primo tempo – risponde Domenico Florio del Trecastelli – ha visto entrambe le squadre vogliose di imporre il proprio gioco, a tratti anche proponendo belle trame, ma finisce a reti inviolate. Nel secondo tempo la squadra approccia la gara nel modo corretto e dopo pochi minuti riesco a fare gol sul bel cross di Aisoni.Neanche il tempo di esultare che a causa di un nostro calo di concentrazione prendiamo gol. Successivamente la partita diventa più tesa e combattuta ed il nostro centrocamposta Errady viene espulso a causa di due discutibili ammonizioni.

L’inferiorità numerica nei primi minuti non si fa sentire, ma nei minuti finali il Monsano spinge e spreca fortunatamente per noi un paio di occasioni. Nel complesso dobbiamo ritenerci soddisfatti e possiamo considerare questo un punto guadagnato visto che abbiamo giocato circa mezz’ora in inferiorità numerica, ma siamo anche consapevoli che in parità numerica saremmo potuti tornare da Monsano col bottino pieno e questo ci lascia un po’ di rammarico. Adesso testa a sabato che ci aspetta un importante scontro diretto con il Cupramontana.”

Cupramontana-Corinaldo 2-0 – 13′ e 59′ Ortolani

Il colpo di giornata lo fa il Cupramontana (foto di copertina). La squadra di Ballini, infatti, ha battuto 2-0 il Corinaldo grazie alla doppietta di Alex Ortolani. I rossoblù passano al decimo posto con 22 punti, a -9 dai play-off. I corinaldesi di Giuliani, invece, alla seconda sconfitta di fila con il successo che manca da tre giornate, restano al terzo posto, ma vedono avvicinarsi a -2 l’Olimpia Ostra Vetere.  

I commenti

Il Corinaldo – spiega proprio il match winner Alex Ortolaniè stato un avversario tosto, che ci ha messo da subito in difficoltà con una pressione ben organizzata, ma siamo stati bravi a non concedere loro niente e a concretizzare due delle numerose occasioni che abbiamo creato. Dopo tre partite nelle quali non siamo riusciti a raccogliere quanto avremmo meritato, ritorniamo alla vittoria, che ci lascia una piccola speranza per il proseguo della stagione. Proveremo fino alla fine a recuperare la distanza dalle squadre che ci precedono”.

Seconda sconfitta consecutiva per il Corinaldo – risponde la società ospite – che torna dalla deludente trasferta di Cupramontana con 0 punti. Nei primi 10’ gli ospiti partono bene, ma non riescono a concretizzare un paio di occasioni concesse dalla difesa locale. Proprio da una di questa Myftiu G. calcia dalla distanza alzando troppo la traiettoria sopra la traversa.

Al 12’ il Cupramontana trova il vantaggio su un errore del portiere ospite che di piede regala a Ortolani la palla del gol. Il Corinaldo risponde sugli sviluppi di corner, ma Mazzanti, servito dalla sponda aerea di Dattilo, non inquadra la porta da buona posizione. Sul finale di tempo Lattanzi ci mette una pezza smanacciando il tiro di Ortolani indirizzato sotto la traversa.

All’intervallo mister Giuliani ridisegna la squadra effettuando due cambi. La prima occasione è di marca Cupra con Manoni che prova un tiro a giro dal limite senza trovare lo specchio. Gli ospiti si spingono in avanti alla ricerca del pareggio e inevitabilmente lasciano spazio alle ripartenze locali. Al 60’ Ortolani è bravo a trasformare in rete una corta respinta della difesa ospite trovando l’angolino lontano.

Il Corinaldo tenta di accorciare le distanze, ma non è mai preciso sotto porta. Dattilo di testa colpisce debolmente tra le braccia di Costarelli sugli sviluppi di calcio piazzato. Tranquilli ci prova con un tiro dalla distanza, ma finisce a lato. C’è bisogno di ricompattare il gruppo, recuperare la brillantezza e la voglia di sacrificarsi per il compagno. Chiediamo scusa a tutti i nostri sostenitori che ci seguono sempre per queste due ultime prestazioni non all’altezza. Forza ragazzi!”.

Palombina Vecchia-Avis Arcevia 0-2 – 27′ Badiali, 71′ Brescini

L’Avis Arcevia batte all’inglese il Palombina Vecchia ed entra in zona play-off. I biancorossi di Sentinellivincono 0-2 a Falconara grazie ai gol di Badiali al 27’ e di Brescini al 71’, ottenendo la seconda vittoria di fila e il terzo risultato utile consecutivo. Gli arceviesi superano il Terre del Lacrima e sono al quinto posto, a +1 dai belvederesi e a +3 dal Monsano. Il Palombina Vecchia, invece, scivola all’undicesimo posto a quota 20, a +7 dai play-out.

Sabato scorso – spiega Demis Badiali, autore del gol del vantaggio – sapevamo che avremmo dovuto affrontare una buona squadra e siamo andati ad affrontare il Palombina Vecchia con l’atteggiamento giusto e la voglia di portare a casa i 3 punti.

Il primo tempo è stato molto equilibrato, con poche occasioni da entrambe le parti. Siamo stati bravi e fortunati a trovare il vantaggio con un tiro dal limite deviato da un difensore avversario. Nel secondo tempo siamo partiti subito forte e abbiamo preso in mano il pallino del gioco, trovando subito il raddoppio. Subito dopo però siamo rimasti in 10 a causa della mia seconda ammonizione. Nonostante questo siamo riusciti a difenderci bene e a rimanere compatti, senza subire molte occasioni. Questi sono tre punti importanti, per continuare la corsa ai playoff e ora testa a sabato prossimo che ci aspetterà un’altra battaglia”

Leonessa Montoro-Le Torri Castelplanio 0-3 – 8′ Bruschi, 85′ Cerioni, 87′ Chiorrini

Il derby cingolano tra gli allenatori in panchina è vinto dal duo Fugante-Maccioni del Le Torri Castelplanio. I rossoblù, infatti, hanno battuto la Leonessa Montoro di Fabrizi con un perentorio 0-3, grazie alle marcature di Bruschi, Cerioni e Chiorrini. Il Le Torri resta al nono posto con 23 punti, a -8 dai play-off e +9 dai play-out. I biancorossi della frazione di Filottrano, invece, mantengono il +3 dall’Aurora Treia ai play-out.

I commenti

Brutta battuta di arresto – spiegano i locali – per la Leonessa Montoro contro un ottimo Le Torri Castelplanio che vince con merito il match di oggi. Ospiti subito in vantaggio all’8° con Bruschi su una veloce ripartenza. I Red Lions colpiti a freddo stentano a reagire e creano pochissimo. Nel secondo tempo i padroni di casa sembrano essere più concreti e spingono con maggiore decisione in avanti alla ricerca del pari, ma Le Torri si difende sempre con ordine ed è sempre pericolosa nelle ripartenze che costringono l’estremo difensore Giachè ad un paio di ottimi interventi.

L’occasione più nitida per il pari capita sulla testa di Gallina che però manda al lato. Nel finale con i Red Lions tutti in avanti in un forcing disperato subiscono due micidiali contropiedi ospiti finalizzati da Cerioni al 85′ e Chiorini al 87′.

La classifica rimane immutata a +3 dalla zona playout, ma ora bisognerà resettare in fretta lo scivolone di oggi e pronti per le due prossime impegnative trasferte con il Terre Del Lacrima, prima e con la capolista Ostra poi. Forza ragazzi, forza Leonessa, non si molla mai!”

Valerio Maccioni e Simone Fugante, vice-allenatore e allenatore del Le Torri Castelplanio

Sabato scorso – risponde il vice-allenatore del Le Torri Castelplanio, Valerio Maccioniabbiamo affrontato la Leonessa Montoro, che dopo il cambio di allenatore aveva conquistato 4 punti in due partite, senza subire gol. Io e Simone (Fugante, ndr) conosciamo bene Fabrizi e sapevamo che per vincere a Montoro, dovevamo fare una grande prestazione, in quanto loro, giocando in casa, danno sempre qualcosa in più.

Ed è stato proprio così: i ragazzi sono stati bravissimi, sia nell’approccio alla partita, che nella gestione del risultato, dopo averla sbloccata nei primi minuti. Ci siamo difesi in modo solido e organizzato nella prima parte del secondo tempo, quando loro hanno spinto in maniera più convinta, seppur concedendo poco.

Poi nel finale abbiamo avuto la forza per chiudere la partita. È stata una vittoria di un gruppo unito e maturo, non era per niente facile. Negli ultimi due mesi abbiamo attraversato un periodo poco felice a livello di risultati, anche se i ragazzi hanno sempre lavorato con serietà e impegno. Essendo la seconda squadra più giovane del girone (la più giovane è il Palombina che affronteremo sabato in casa), ci può stare. Ora guardiamo con fiducia al futuro prossimo, grazie alle ultime due vittorie fuori casa che ci hanno dato fiducia e consapevolezza nei nostri mezzi”.

Olimpia Ostra Vetere-Aurora Jesi 3-2 – 36′ e 45′ Petraccini (A), 54′ e 70′ Conti (O), 90′ Rosi (O)

L’Aurora Jesi domina per un tempo l’Olimpia Ostra Vetere ma viene clamorosamente rimontata nella ripresa. I rossoblù, infatti, hanno vinto 3-2, dopo che gli aurorini erano stati in vantaggio di 0-2 con la doppietta di Petraccini tra il 36’ e il 45’. Nella ripresa decidono le reti di Conti (doppietta) e Rosi al 90°. Con questi tre punti, l’Olimpia Ostra Vetere sale al quarto posto con 32 punti, a -2 dal Corinaldo terzo.L’Aurora, invece, resta terzultima a 13, a +1 dal duo Rosora Angeli-Olimpia Juventu Falconara.

Partita incredibile ad Ostra Vetere – commentano gli jesini – dove un’Aurora grande per 45 minuti mette paura all’Olimpia ma esce senza raccogliere punti. Primo tempo perfetto degli arancioblu capaci di portarsi in avanti per 0-2 grazie a una doppietta del giovane Petraccini che in entrambe le occasioni concretizza i palloni servitegli da Wade.

Una prima frazione che però comporta una grande spesa a livello fisico e nella ripresa l’Aurora inevitabilmente cala e si abbassa contro un avversario che si riversa disperatamente all’attacco in cerca dell’unico risultato disponibile per tenere in vita le proprie velleità di primato. La doppietta di Conti riporta in parità il risultato prima del gol beffa di Bassotti, giunto al 90’ e che priva l’Aurora anche di un punto importante e meritato”.

Ostra Calcio-Terre del Lacrima 3-0 – 6′ Olivi, 16′ Zupo, 82′ Saturni – D’Ascanio di Ancona

L’Ostra Calcio non sbaglia più un colpo e batte 3-0 il Terre del Lacrima. Olivi, Zupo e Saturniconsegnano la sesta vittoria di fila alla nuova capolista solitaria del girone C di Seconda Categoria, facendo uscire dalla zona play-off i belvederesi, ora sesti.

Il commento dell’Ostra Calcio

L’Ostra Calcio – spiega la società di casa – continua nel suo momento positivo e superando per 3 a 0 il Terre del Lacrima conquista la sesta vittoria consecutiva e la testa solitaria della classifica.

Al Campo di Pianello, davanti ad una bella cornice di pubblico, favorita dalle temperature primaverili, i ragazzi di mister De Filippi impiegano poco più di un quarto d’ora per passare in doppio vantaggio. Al 6′ minuto è Lorenzo Olivi, abile a scattare sul filo del fuorigioco, a presentarsi davanti al portiere avversario e trafiggerlo in uscita.

Passano 10 minuti e questa volta Mirko Zupo, prima sfiora la rete con un colpo di testa a lato di un soffio e poi, sull’azione successiva, trova il raddoppio con uno stop e tiro da dentro l’area piccola.

Cinque minuti più tardi, il Terre del Lacrima ha l’occasione più ghiotta della partita per ridurre lo svantaggio, Orianda calcia una punizione da fuori area indirizzata a fil di palo ma Quagliani si supera e devia in angolo.

Ad inizio ripresa è ancora Zupo a sfiorare la doppietta personale con un colpo di testa sul quale il portiere ospite Giorgini si fa’ trovare attento, alzando la palla sopra la traversa. La partita scorre via senza troppe apprensioni per l’Ostra, che chiude i giochi all’82’ con il subentrato Saturni, abile a correggere in rete un cross di Marconi dalla destra.

Altra prova di grande maturità dei ragazzi, cinici nello sfruttare al meglio le occasioni da rete e poi solidi e organizzati nella gestione del vantaggio. Spiccano le prove di Manuel Marconi e di Mirko Zupo, migliore in campo, autore della rete del raddoppio e di una prestazione importante per quantità e qualità delle giocate. Avanti così…”.

Il commento del Terre del Lacrima

Si ferma a 14 partite – rispondono gli ospiti – la striscia d’imbattibilità del Terre che come all’andata si arrende all’Ostra, unica squadra sin qui capace d’imporsi contro la squadra di Mister Bocchini in campionato. Formazione gialloblù che sta cercando di realizzare la fuga decisiva per indirizzare il campionato e che per quanto visto sin qui merita sicuramente la posizione di capoclassifica. Micidiale l’1-2 in avvio firmato da Olivi e Zupo che di fatto chiudono la gara nei primi 15’ di gioco.

Il Le Terre provano la reazione, una punizione di Orianda chiama al grande intervento Quagliani, Togni centra il palo da angolo, un paio di mischie in area non si concretizzano in occasioni da rete.

Nella ripresa i padroni di casa, sornioni, spezzano il ritmo del gioco. L’occasione per riaprire la gara ci sarebbe pure quando Pistelli viene atterrato in area di rigore, ma l’arbitro tra lo stupore anche dei difensori locali decide contrariamente.

Nel finale con la squadra sbilanciata arriva il 3-0 con un tiro sporco di Saturni che finisce all’angolino. Giornata negativa e reset necessario per la squadra di mister Bocchini chiamata ora a una pronta reazione sabato prossimo contro la Leonessa Montoro”.

Gabriele Galuppa dell’Argignano

Rosora Angeli-Argignano 1-1 – 79′ Petraccini su rigore (R), 90′ Galuppa su rigore (A) 

L’Argignano si salva al 90’. Il Rosora Angeli, infatti, accarezza l’impresa di battere la capolista: passata in vantaggio al 79’ con il rigore di Petraccini, allo scadere un altro penalty, segnato da Gabriele Galuppa, ha decretato il pareggio.

Esordio agrodolce, dunque, per il duo Lucarini-Baldarelli in panchina dei rosorani-angelani: la buona prestazione non cambia la posizione di classifica, al penultimo posto con 12 punti, ma fa avvicinare la squadra all’Aurora Jesi terzultima. L’Argignano di Mannelli, invece, passa al secondo posto, a -2 dall’Ostra Calcio capolista solitaria.

Il commento del Rosora Angeli

Per come si era messa la partita – spiega uno dei due nuovi mister del Rosora Angeli, il giocatore Michele Lucariniabbiamo perso due punti. Da ultimi in classifica affrontavamo la prima della classe Argignano, ma abbiamo disputato un ottimo match: siamo stati super concentrati e sempre sul pezzo. Abbiamo arginato al massimo il loro attacchi: i fabrianesi, a mio parere, non sono una squadra capace di metterti in difficoltà dal punto di vista del gioco, piuttosto cercavano gli inserimenti degli attaccanti con qualche lancio lungo. Noi abbiamo sempre letto bene le loro intenzioni e ci siamo sempre sistemati bene.

Siamo passati in vantaggio grazie a un calcio di rigore su tocco di mano in area. L’arbitro forse ha sentito un po’ la pressione e ha concesso questi due rigori: l’Argignano è una squadra molto esperta, con veterani del calibro dei fratelli Galuppa e di Biagioli. Il direttore di gara, poi, mi ha espulso, ma ritengo la decisione immeritata: ha visto una gomitata, però non è andata così, perché proteggevo palla verso il portiere, mentre Biagioli mi è venuto addosso ed ha accentuato la caduta.

L’Argignano è una squadra esperta e molto furba, con molta malizia: hanno fatto credere all’arbitro che avessi dato una gomitata, quando non è assolutamente vero.

Avremmo meritato di vincere e le posizioni di classifica non si sono viste. Ho sposato questo progetto perché credo nelle potenzialità di questi ragazzi. Ci ho messo la faccia, accettando l’incarico di allenatore, perché penso che ci possiamo salvare. Abbiamo tanta voglia di fare e di migliorare: ci siamo sistemati e sabato abbiamo disputato una grande partita.

Ora ci aspettano altre 12 finali e lotteremo fino alla fine per salvarci. Chi ci affronterà troverà una squadra tosta e competitiva in tutti i fronti, sarà dura per tutti. Sono soddisfatto di tutti i ragazzi, anche di chi è subentrato dalla panchina: abbiamo fatto gruppo e siamo coesi”.

Il commento dell’Argignano

È stata una partita molto aperta – risponde l’autore del gol per l’Argignano, Gabriele Galuppa e penso che alla fine il pareggio sia un risultato giusto e che può anche farci sorridere visto che fino al 90esimo eravamo sotto 1-0.

Abbiamo affrontato una buona squadra che anche all’andata ci aveva fatto soffrire parecchio. Il primo tempo è stato abbastanza bloccato; ricordo un paio di occasioni e due belle risposte sia di Latini che di Pettinelli.

Il secondo tempo è stato più aperto. Forse nel momento in cui avevamo un po’ più l’inerzia della partita siamo andati in svantaggio, per un rigore giustamente assegnato ai nostri avversari

Ci siamo buttati alla ricerca del pareggio e lo abbiamo trovato solo alla fine, anche stavolta su rigore.A conti fatti, si tratta di un punto che ci permette di restare nel gruppone di testa e che ci proietta alla partita di sabato prossimo con fiducia”.

Serrana-Olimpia Juventu Falconara 3-3 – 8′ Bucci (A), 18′ Fratoni (A), 34′ Panzarini (O), 65′ Apolloni su rigore (A), 76′ Salvati (O), 88′ Tuzi (O)

La Serrana non riesce a chiudere la pratica Olimpia Juventu Falconara e si fa rimontare sul 3-3. La squadra di Azeri, infatti, era in vantaggio di 3-1 al 65’, grazie ai gol di Bucci, Fratoni e Apolloni su rigore, con il momentaneo 2-1 falconarese di Panzarini. Nell’ultimo quarto d’ora, però, gli ospiti riescono a pareggiare con Salvati al 76’ e Tuzi a due minuti dalla fine. La formazione di Serra San Quirico resta al dodicesimo posto con 17 punti, a -3 dal Palombina Vecchia. L’Olimpia Juventu Falconara, invece, resta penultima con il Rosora Angeli a 12.

La Serrana, tuttavia, ha presentato ricorso per una presunta posizione irregolare di un tesserato ospite.Nel comunicato del giudice sportivo la gara risulta non omologata ma noi, per fluidità nel racconto, la consideriamo giocata, in attesa di ulteriori sviluppi.

Ultimamente – ci aveva spiegato nell’intervista di ieri (leggi qui) Tommaso Fratoni, difensore della Serrana – abbiamo raccolto meno di quanto meritassimo. Le prestazioni ci sono sempre state e, a tratti, anche di alto livello. Siamo stati puniti da qualche episodio sfavorevole e da qualche disattenzione che ci è costata punti importanti. Sono sicuro che riusciremo a invertire il senso di marcia: la Serrana merita ben altre posizioni di classifica, per la passione che si percepisce qui”.

La Serrana 2023-2024

Girone F – Treiese 2-0 Vis Gualdo – 11’ Latini, 81’ Patrassi F.

La Treiese vince anche contro la Vis Gualdo e si avvicina alla capolista Borgo Mogliano, ora solo a +1. I ragazzi di Tassi, infatti, hanno vinto 2-0 nella 18^ giornata del girone F di Seconda Categoria, piazzando il quarto successo di fila e l’undicesimo risultato utile consecutivo. Decisive le reti di Latini e Francesco Patrassi.

È stata una partita difficile – commenta l’autore del primo gol, Elia Latiniper via anche dell’ottima prestazione della squadra avversaria. Abbiamo giocato male, ma siamo riusciti lo stesso a portarci in vantaggio nei primi minuti del primo tempo. Dopo il gol siamo venuti un po’ fuori con qualche azione, ma non siamo riusciti a chiudere subito la pratica. Il secondo tempo è stato un arrembaggio della squadra ospite ma siamo stati bravi, concentrati e uniti e non abbiamo subito gol. Siamo riusciti anche a chiudere la partita con il 2-0 verso il finale. È stata una prestazione sottotono della squadra che però ci ha permesso di prendere i 3 punti fondamentali, data la sconfitta del Borgo Mogliano, così da ritrovarci a -1 dalla prima posizione”.

I pronostici di mister Carletti

Ostra Calcio-Terre del Lacrima – pronostico 1 – risultato 1

Monsano-Trecastelli – pronostico 1 – risultato X

Totale di giornata: 1/2 – Totale complessivo: 21/36

Classifiche e Marcatori

Girone C

CLASSIFICA – Ostra Calcio 39, Argignano 37, Corinaldo 34, Olimpia Ostra Vetere 32, Avis Arcevia 31, Terre del Lacrima 30, Monsano 28, Trecastelli 24, Le Torri Castelplanio 23, Cupramontana 22, Palombina Vecchia 20, Serrana 20, Leonessa Montoro 16, Aurora Jesi 13, Olimpia Juventus Falconara 12, Rosora Angeli 12

MARCATORI10 gol: Giuliani (Corinaldo); 9 gol: Cammarino (Aurora Jesi), Orianda (Terre del Lacrima), Ferrante (Terre del Lacrima), Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere), Donzelli (Palombina Vecchia) e Grossi (Trecastelli); 8 gol: Marchetti (Ostra Calcio); 7 gol: Mancini (Cupramontana), Apolloni (Serrana), Galuppa (Argignano), Sartini (Argignano), Lenci (Corinaldo) e Rossetti (Avis Arcevia); 6 gol: Montecchiarini (Le Torri Castelplanio), Biagioli (Argingnano) e Kone (Trecastelli); 5 gol: Brescini (Avis Arcevia), Cerioni (Le Torri Casteplanio), Zupo (Ostra Calcio), Ciavattini (ex Leonessa Montoro), Bucci (Serrana), Olivi (Ostra Calcio), Disabato (Avis Arcevia), Fratoni (Serrana) e Garden (Olimpia Juventu Falconara).

Girone F

CLASSIFICA – Borgo Mogliano Madal 45, Treiese 44, Belfortese 38, Ripe San Ginnasio 30, MR Pioraco 29, Pievebovigliana 28, Ripe San Ginesio 27, Palombese 22, San Marco Petriolo 22, Sefrense 22, Vis Gualdo 20, Fabiani Matelica 19, Sarnano 18, Camerino Castelraimondo 17, Pennese 16, Abbadiense 12, Lorese 12

MARCATORI13 gol: Santoni (Pievebovigliana) e Francucci (Treiese); 12 gol: Fiecconi (Belfortese) e Okere (Borgo Mogliano); 11 gol: Vrioni (Fabiani Matelica); 9 gol: Di Francesco Alex (Belfortese); 8 gol:Micarelli (Camerino Castelraimondo), Acciarresi (San Marco Petriolo) e Ofili (MR Pioraco); 7 gol: Boe (Ripe San Ginesio), Patrassi F. (Treiese), Cesari (Camerino Castelraimondo) e Correnti (Sefrense); 6 gol: Pettinari M. (Borgo Mogliano), 5 gol: Pettinari E. (Palombese) e Albanese (MR Pioraco).

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement
Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory