Connect with us

Calcio

Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 16^ giornata dei gironi C e F

Nel girone C il Corinaldo pareggia con la Serrana, permettendo a Ostra Calcio e Argignano di tornare a -1. In coda vittorie importanti per Leonessa Montoro (al debutto di mister Fabrizi) e Rosora Angeli. Nel girone F la Treiese continua a vincere

VALLESINA, 25 gennaio 2024 – Se la Prima Categoria regala grande incertezza, non è da meno la Seconda Categoria. Nelle gare della 16^ giornata di campionato per quanto riguarda le nostre squadre,infatti, si sono rimescolate le carte, sia in vetta che in coda.

Nel girone C il Corinaldo si ferma sul pari a Serra San Quirico e vede tornare a -1 Ostra Calcio e Argignano, con gli ostrensi vincenti in casa contro l’Aurora Jesi e i fabrianesi che hanno espugnato Cupramontana. In zona play-off, pareggiano tutte, con lo 0-0 tra Monsano e Arcevia e l’1-1 con cui sono terminati i match Le Torri Castelplanio-Terre del Lacrima e Olimpia Ostra Vetere-Trecastelli. In quest’ultima sfida, purtroppo, c’è stato un episodio di razzismo contro due giocatori ospiti.

Nelle ultime posizioni, il Rosora Angeli vince a Falconara contro il Palombina Vecchia e aggancia l’Olimpia Juventu Falconara al penultimo posto. Mister Fabrizi, inoltre, non sbaglia l’esordio con la Leonessa Montoro battendo proprio i falconaresi, portandosi a +3 dai play-out. Nel girone F, infine, la Treiese continua a volare, battendo 3-1 il Pievebovigliana e vendicando la sconfitta del girone d’andata. Andiamo a scoprire tutto quello che è successo.

Girone C – Monsano 0-0 Avis Arcevia

Monsano e Avis Arcevia non si fanno male. Lo 0-0 tra le due squadre lascia invariate le posizioni di classifica, con gli arceviesi di Sentinelli sesti a 25 punti e i rossoblù di Pelonara settimi a 24.

Al via il girone di ritorno – commentano i padroni di casa -. Al ‘Comunale’ di Monsano, il match contro l’Arcevia termina a reti inviolate. Un punto a testa che non smuove di molto la classifica. I ragazzi di mister Pelonara insaccano il sesto pareggio in campionato, il quarto per 0 a 0.

Valentino Pelonara, allenatore del Monsano

A Monsano succede poco e le occasioni, sia da una parte che dall’altra sono scarse con i due estremi difensori poco impegnati. Da segnalare per i rossoblù una conclusione di Sardella ravvicinata che, però, in precario equilibrio spedisce alta. Ulteriore pareggio che ci lascia l’amaro in bocca. La classifica dei gol subiti ci vede ancora primi, a quota 10, ma da evidenziare solo 11 gol fatti in 16 partite. Abbiamo il settimo posto in classifica. Ora prepariamo la partita di sabato prossimo, quando faremo visita al Rosora Angeli”.

Cupramontana-Argignano 0-1 – 32′ Murolo

L’Argignano espugna Cupramontana e torna a un punto dalla vetta della classifica. Decide una rete al 32’: sugli sviluppi di un piazzato Murolo, da posizione defilata, sorprende il portiere con un tiro sul primo palo. La squadra di Mannelli sale a 33 punti insieme all’Ostra Calcio, a -1 dal Corinaldo. I cuprensi di Ballini, invece, restano noni a 19, nella terra di mezzo, a -10 dai play-off e a +7 dai play-out.

Abbiamo fatto una buona prestazione – spiega il giocatore del Cupramontana Michele Costarellicreando diverse occasioni in cui non siamo riusciti a trovare il gol, molto spesso per meriti del portiere avversario. Loro sono stati più cinici trovando lo 0-1 in una delle prime occasioni che hanno avuto, poi sono stati bravi a tenere il risultato fino alla fine. Il risultato è severo, ma il calcio è anche questo”.

È stata una partita sofferta e complicata– commenta l’autore del gol decisivo Carmine Murolo –, con degli avversari sicuramente all’altezza. Sono contento di aver segnato e portato a casa i 3 punti fondamentali per il nostro percorso!”.

Le Torri Castelplanio-Terre del Lacrima 1-1 – 25′ Morsucci (T), 75′ Cerioni (L)

Torna a fare punti il Le Torri Castelplanio. I ragazzi di Fugante, infatti, hanno pareggiato 1-1 in casa contro il Terre del Lacrima quarto in classifica. Con questo pareggio, i rossoblù restano all’11° posto con 17 punti, a + 5 dai play-out. I belvederesi di Bocchini, invece, restano a 5 punti dalla vetta.

Il commento locale

“Quella di sabato – spiega l’attaccante del Le Torri, Riccardo Montecchiarini è stata una partita dura, sia dal punto di vista fisico in quanto il campo era molto pesante, che dal punto di vista mentale perché venuti da una sconfitta all’ultimo minuto contro il Corinaldo e dovendo giocare con una squadra forte costruita per vincere e che veniva da 12 risultati utili consecutivi.

Riccardo Montecchiarini del Le Torri Castelplanio

Noi, con una difesa molto giovane, abbiamo tenuto bene botta nel primo tempo malgrado il gol e molto bene il secondo. Siamo riusciti a pareggiare poi con Cerioni con un bel tiro da fuori e secondo me, per la partita che è stata, è un pareggio giusto.

Un punto fondamentale per noi, sia per muovere la classifica che per il morale. Le prestazioni stanno migliorando e dobbiamo continuare questa seconda metà di campionato giocando alla stessa maniera delle partite con il Corinaldo e il Terre del Lacrima. Sabato affronteremo una partita facile sulla carta (trasferta in casa dell’Olimpia Juventu Falconara, ndr), ma assolutamente da non sottovalutare”.

Il commento ospite

Pareggio che lascia l’amaro in bocca – risponde il Terre del Lacrima – quello di Castelplanio dove le Terre dominano ma non riescono a chiudere i giochi e vengono puntualmente punite da un avversario in difficoltà ma cinico. Primo tempo a tinte biancorosse, a metà frazione il tiro al volo di Marchegiani viene salvato sulla riga da un difensore locale, sulla respinta il più lesto è Morsucci che andava infilare in rete il gol del vantaggio.

Altre chances per i ragazzi di mister Bocchini che però non riescono a segnare il gol del letale raddoppio. Il secondo tempo sembra seguire lo stesso copione ma le Terre non trovano il gol del k.o., neanche su un calcio piazzato indiretto in area. Le Torri prendono coraggio, costringono Giorgini a un gran parata di piede e trovano il pari con il più classico dei gol della domenica di Cerioni che al volo da fuori area trova la porta dopo una respinta di Giorgini su azione d’angolo.

Le Terre non ci stanno e nel finale hanno l’occasione per vincerla ma Ferrante dopo aver superato un mucchio selvaggio di gambe in area non riusciva a superare Priori da posizione molto favorevole. Classifica che resta identica, prossimo impegno in casa contro un Palombina Vecchia in crisi e in cerca di riscatto, ma per le Terre visti gli scontri diretti della prossima giornata la vittoria sarà d’obbligo”.

Leonessa Montoro-Olimpia Juventu Falconara 1-0 – 46′ Staffolani

Mister Fabrizi non sbaglia l’esordio e la Leonessa Montoro festeggia. La prima dell’allenatore cingolano nella frazione di Filottrano vede vincere la squadra di casa per 1-0 sull’Olimpia Juventu Falconara, grazie alla rete di Staffolani. I montoresi sono ora fuori dai play-out, a +3 dall’Aurora Jesi, mentre i falconaresi vengono raggiunti al penultimo posto dal Rosora Angeli.

L’esultanza della Leonessa Montoro a fine partita

I Red Lions – commenta la Leonessa Montoro – con in panchina il nuovo mister “Kekko” Fabrizi tornano a ruggire grazie ad un bel gol di bomber Andrea Staffolani che sfrutta un perfetto assist di Federico Empoli ad inizio ripresa. Nel primo tempo montoresi fanno la partita ma la difesa falconarese si difende con ordine. Nel secondo tempo dopo il vantaggio con il gol di ‘Staffo’ al 46′ ci si aspetterebbe la reazione ospite ma sono i padroni di casa ad avere tante occasioni per il raddoppio ma il risultato non cambia sino al termine e alla fine tutta la squadra a festeggiare sotto la curva con gli Ultras Lions. Vittoria importantissima sia per allontanare la zona calda della classifica ma soprattutto per ridare fiducia ed entusiasmo a tutto l’ambiente”.

Olimpia Ostra Vetere-Trecastelli 1-1 – 42′ Cavaliere (O), 92′ Florio (T)

Il risultato di Olimpia Ostra Vetere-Trecastelli è stato di 1-1, ma a fare notizia è un episodio che nulla ha a che fare con lo sport. Come si legge dai canali social dei padroni di casa, un sostenitore dei padroni di casa ha pronunciato gravi espressioni razziste nei confronti di due calciatori ospiti per il colore della pelle.

“In riferimento ai fatti accaduti sugli spalti del campo sportivo ‘Puerini’ di Ostra Vetere – si legge nel comunicato stampa dei padroni di casa – nella gara casalinga col Trecastelli, la Società SS Olimpia Ostra Vetere prende fermamente le distanze da qualsiasi manifestazione di stampo razzista ad opera di un isolato sostenitore all’indirizzo di due ragazzi di origine africana militanti tra le fila avversarie. Il fatto, grave, gravissimo, va contro quella che è sempre stata la politica societaria volta all’aggregazione e mai alla discriminazione. La Società inoltre coglie l’occasione per offrire massima solidarietà ai due ragazzi offesi”. Per questo, il Trecastelli e i suoi tesserati non rilasceranno dichiarazioni sulla partita. Fatti da condannare, ma che purtroppo sono all’ordine del giorno anche in Serie A, come successo quasi in contemporanea a Udine durante Udinese-Milan nei confronti del portiere Mike Maignan.

Il giudice sportivo ha punito la società di casa con 600 euro di multa proprio per questo episodio e per non aver richiesto l’intervento della forza pubblica. Non solo, perché anche il Trecastelli è stato multato di 200 euro “per avere, i propri sostenitori, fatto esplodere numerosi petardi e micce per tutta la durata della gara”. Il ds dell’Olimpia Ostra Vetere Giacomo Caimmi, infine, è stato inibito fino al 23 marzo.

In merito ai tafferugli in campo di fine gara – chiarisce l’Olimpia in un altro comunicato – la Società prende atto del referto dell’arbitro e della squalifica di due mesi inflitta al Direttore Sportivo.

Fa strano che con tutto quel che è successo abbia pagato una sola persona per tutti ma l’unico ad aver riportato una ferita sul labbro da un pugno di un tesserato della squadra avversaria sia stato proprio un giovanissimo calciatore dell’Olimpia che non ha peraltro nemmeno preso parte all’incontro.

Non faremo ricorsi ed accetteremo il verdetto della giustizia sportiva in merito alla squalifica ed anche l’ammenda per ‘non aver prodotto richiesta d’intervento delle Forze dell’Ordine’ ma siamo fermamente convinti che con un po’ più di sportività e di buonsenso certe scene potrebbero essere quantomeno limitate.

Si è reagito in maniera sbagliata a continue provocazioni nel corso dei 90’, culminati con buona parte della panchina avversaria e dei tesserati in campo che hanno esultato verso la nostra dopo il pareggio nel recupero, indirizzando nei nostri confronti qualsiasi tipo di insulto e gestaccio.

Una precisazione va poi sul contenuto del referto dell’arbitro in quanto nessun calciatore del Trecastelli è stato colpito dal nostro direttore sportivo, la lite è infatti avvenuta tra lo stesso e due membri dello staff tecnico degli avversari: l’allenatore ed un suo collaboratore.

Se la reazione risulta assolutamente sopra le righe (e giustamente la condanniamo), la provocazione è stata quantomeno inopportuna; ci vien quindi difficile distinguere anime candide da feroci carnefici in questa storia”.

Ostra Calcio-Aurora Jesi 3-1 – 27′ Marchetti (O), 53′ Brugiatelli (O), 65′ Cammarino (A), 86′ Olivi (O)

Continua a vincere l’Ostra Calcio, che ora torna a un punto dalla vetta. I ragazzi di De Filippi hanno battuto 3-1 l’Aurora Jesi, centrando la quarta vittoria consecutiva. Gli jesini di Campanelli perdono la seconda gara di fila, rimanendo in piena zona play-out, a -3 dalla Leonessa Montoro e a +1 da Rosora Angeli e Olimpia Juventu Falconara ultime in classifica.

Il commento locale 

L’Ostra Calcio – commentano i padroni di casa – parte con il piede giusto nella prima giornata di ritorno, superando meritatamente l’Aurora Calcio Jesi con un netto 3-1. Gli ospiti approcciano bene la gara ma i loro buoni propositi durano appena una decina di minuti, il tempo necessario all’Ostra di entrare a pieno regime ed iniziare a creare occasioni da goal con una certa regolarità.

Il vantaggio arriva al 27′ con Mattia Marchetti, che su punizione dal limite trafigge il portiere avversario Orlandoni. Allo scadere della prima frazione di gioco l’Ostra sfiora il raddoppio: calcio d’angolo dalla destra, Marzano svetta di testa ma la palla si stampa sulla traversa.

Nella ripresa il trend non cambia e al 53′ arriva il raddoppio, tiro da fuori di Alessandro Brugiatelli e palla che si infila sotto la traversa, sorprendendo il portiere ospite Orlandoni, non del tutto esente da responsabilità.

Cinque minuti più tardi, Lorenzo Olivi ha sui piedi la palla che potrebbe chiudere la partita ma questa volta è il palo a negare la gioia del goal. Al 65′, nell’unico vero tiro in porta di tutta la partita da parte dell’Aurora Calcio, arriva la rete di Cammarino, che riduce le distanze con un tiro di destro dal limite.

L’Ostra non si scompone e continua a creare occasioni fino all’86’, quando è Lorenzo Olivi a mettere il sigillo definitivo alla partita, dribbling sul portiere in uscita e palla depositata in rete a coronamento di un’ottima prestazione. Altra eccellente prova di squadra da parte dei ragazzi di mister Umberto De Filippi, che proseguono nella striscia positiva, conquistando il quarto successo consecutivo”.

Un momento di Ostra Calcio-Aurora Jesi

Il commento ospite

L’Aurora – rispondono gli jesini – cede al cospetto di un forte Ostra che rilancia la sua candidatura per la vittoria finale del campionato. Il primo tempo si chiude con i gialloblu in avanti grazie al gol del solito Marchetti. Nella ripresa raddoppio locale, Cammarino accorcia le distanze e ridà speranza agli arancioblu ma nel finale in contropiede e in dubbio fuorigioco arriva il gol che chiude la contesa. Aurora comunque in partita fino alla fine, ora una settimana importante con all’orizzonte lo scontro diretto contro il Leonessa Montoro del nuovo tecnico Fabrizi”.

Palombina Vecchia-Rosora Angeli 0-2 – 59′ Ceccacci, 92′ Carloni

Prosegue il buon momento del Rosora Angeli. La squadra di Moretti, infatti, ha battuto per 0-2 un Palombina Vecchia in caduta libera (alla quarta sconfitta di fila), ottenendo la seconda vittoria nel giro di quattro sfide. Decidono i gol di Ceccacci e Carloni nella ripresa. I rosorani ora hanno appaiato l’Olimpia Juventu Falconara al penultimo posto in classifica con 11 punti.

La partita – spiega proprio l’autore del primo gol Gabriele Ceccacciè stato molto difficile, perché andavamo a giocare su un campo non troppo grande, sintetico, contro una squadra abituata a giocare insieme in quelle condizioni. Eravamo partiti con l’idea in testa di dover cominciare al meglio questo girone di ritorno. Infatti possiamo dire che sia stata una delle nostre ‘peggiori’ partite per numero di errori commessi e disattenzioni.

Abbiamo, però, dimostrato di voler risalire con tutte le nostre forze una classifica che ci penalizza davvero troppo. Abbiamo sofferto, non abbiamo mollato e abbiamo concretizzato al meglio le occasioni disponibili per segnare e portarci in vantaggio. Ora ci aspettano due partite in casa e abbiamo intenzione di riprenderci tutto quello che abbiamo lasciato indietro col girone di andata: possiamo e dobbiamo farlo”.

Serrana-Corinaldo 1-1 – 63′ Biagini (C), 75′ Fratoni (S)

La Serrana si sblocca dopo quattro sconfitte di fila e ferma sul pari il Corinaldo capolista. I giallorossi di Azzeri riescono rispondono alla rete di Biagini con la zampata del difensore ex Cingolana SF Tommaso Fratoni. I corinaldesi di Giuliani mantengono il primo posto, ma vedono avvicinarsi Ostra Calcio e Argignano a un solo punto. I locali, invece, sono al 12° posto con 16 punti, ad appena 4 punti dai play-out.

I commenti

Sabato da parte nostra – spiega proprio l’autore del gol della Serrana, Tommaso Fratonic’è stata un’ottima prestazione contro una squadra ostica che, non a caso, si trova prima in classifica. Ce la siamo giocata alla pari anche se, a mio avviso, ai punti meritavamo qualcosa in più noi. Questa partita deve essere un punto di partenza per affrontare il girone di ritorno da protagonisti e risalire da quella posizione di classifica che sicuramente non meritiamo”.

Inizia con un pareggio esterno – rispondono gli ospiti – il girone di ritorno del Corinaldo che viene fermato sull’1-1 dalla Serrana. Nei primi 45’ gli uomini di Giuliani faticano nell’adattarsi a un campo al limite del praticabile dove è impossibile giocare palla a terra. I locali, abituati al terreno, provano a sorprendere la difesa ospite con continue palle lunghe. Non si contano molte occasioni da gol, ma continui batti e ribatti a metà campo. Mazzanti, il più intraprendente, ci prova in due situazioni con tiri dalla distanza, ma Micucci risponde sempre presente.

Nella ripresa l’equilibrio non cambia fino al 63’. Tranquilli e Giuliani collezionano un triangolo volante che libera Biagini in area, bravo a firmare l’1-0 battendo il portiere in uscita. Lo stesso Biagini, galvanizzato dal gol, poco dopo sfiora la doppietta concludendo purtroppo a lato un’ottima azione di contropiede. Il Corinaldo si abbassa troppo in difesa del risultato e subisce il pareggio a 18’ dal termine. Punizione calciata forte in aerea, la sfera passa in mezzo a una selva di gambe e finisce sul secondo palo dove Fratoni, lasciato tutto solo, gonfia la rete.

I locali rimangono in 10 per l’espulsione di Bucci e all’ultimo respiro i corinaldesi sfiorano il colpaccio. Micucci in uscita alta smanaccia il calcio d’angolo di Giuliani, Esposto J, all’esordio in prima squadra, si coordina e conclude al volo non inquadrando di pochissimo lo specchio.  Dispiace non essere riusciti a portare il vantaggio fino alla fine, ma facciamo tesoro delle difficoltà riscontrate per essere più pronti in futuro. Ora testa al big match di sabato contro l’Ostra che ci insegue a un solo punto di distanza!”.

Girone F – Treiese 3-1 Pievebovigliana – 10’ Patrassi F. (T), 15’ e 24′ Francucci (T), 36’ Vitali (P)

La Treiese resta in scia al Borgo Mogliano e si vendica della prima sconfitta del girone d’andata. I ragazzi di Tassi, infatti, hanno battuto 3-1 il Pievebovigliana grazie al gol di Francesco Patrassi e alla doppietta del solito Francesco Francucci, giunto a quota 11 gol stagionali al secondo posto in classifica marcatori. I rossoblù, al nono risultato utile di fila, rinsaldano la seconda posizione, a -4 dalla vetta.

“La sfida – spiega l’autore del primo gol, Francesco Patrassiè stata abbastanza strana. L’abbiamo messa subito nel binario giusto, passando in vantaggio dopo 10 minuti: ci ha facilitato il corso del match. Siamo entrati in campo consapevoli della nostra forza e dei nostri punti deboli. Affrontavamo un’ottima squadra, che in trasferta non aveva mai perso prima di sabato, quindi siamo stati i primi a batterli fuori dalle mura amiche. Abbiamo reso più facile del previsto una partita difficile, una prestazione convincente soprattutto dal punto di vista del gioco e del carattere.

Ci siamo portati sul 3-0 dopo 30 minuti, che penso siano stati decisivi nell’economia del match. Il Pievebovigliana ha accorciato sul finale di primo tempo, ma noi siamo stati bravi a gestire il vantaggio nella ripresa: nelle giornate precedenti non sempre siamo stati capaci di mantenere il risultato, dunque abbiamo fatto un ulteriore step di crescita.

Il pre-gara di Treiese-Pievebovigliana

Negli ultimi minuti i nostri avversari hanno mollato e hanno terminato il match in 9, credo che anche questo abbia inciso sul risultato finale. A volte non abbiamo la stessa fiducia e la stessa cattiveria: sicuramente siamo stati stimolati dalla sconfitta dell’andata a Pievebovigliana, che sono i punti più pesanti che abbiamo perso finora, pur non avendo in campo 5-6 titolari quel giorno.

Siamo secondi da qualche giornata e stiamo legittimando il ruolo di principale avversaria del Borgo Mogliano per la promozione. In 16 partite, inoltre, abbiamo conquistato 38 punti: in qualsiasi altro girone potevamo essere comodamente al primo posto, ma nell’F i moglianesi hanno vinto 14 partite e quindi siamo secondi in classifica. Abbiamo trovato la quadra giusta, sia livello di uomini che a livello di schemi: speriamo di continuare in questa direzione”.

I pronostici di mister Carletti

Leonessa Montoro-Olimpia Juventu Falconara – pronostico 1 – risultato 1

Monsano-Avis Arcevia – pronostico X – risultato X

Totale di giornata: 2/2 – Totale complessivo: 20/32

Classifiche e marcatori

Girone C

CLASSIFICA – Corinaldo 34, Argignano 33, Ostra Calcio 33, Terre del Lacrima 29, Olimpia Ostra Vetere 29, Avis Arcevia 25, Monsano 24, Trecastelli 20, Palombina Vecchia 19, Cupramontana 19, Serrana 19, Le Torri Castelplanio 17, Leonessa Montoro 15, Aurora Jesi 12, Olimpia Juventus Falconara 11, Rosora Angeli 11

MARCATORI 10 gol: Giuliani (Corinaldo); 9 gol: Cammarino (Aurora Jesi), Ferrante (Terre del Lacrima) e Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere); 8 gol: Donzelli (Palombina Vecchia) e Grossi (Trecastelli); 7 gol: Marchetti (Ostra Calcio), Orianda (Terre del Lacrima) e Lenci (Corinaldo); 6 gol: Mancini (Cupramontana), Galuppa (Argignano), Biagioli (Argignano) e Rossetti (Avis Arcevia).

Girone F

CLASSIFICA – Borgo Mogliano Madal 42, Treiese 38, Belfortese 34, Pievebovigliana 27, MR Pioraco 26, Ripe San Ginesio 24, San Marco Petriolo 21, Vis Gualdo, Palombese 19, Sefrense 18, Camerino Castelraimondo 16, Fabiani Matelica 16, Sarnano 16, Pennese 13, Abbadiense 11, Lorese 11

MARCATORI – 13 gol: Santoni (Pievebovigliana); 11 gol: Fiecconi (Belfortese) e Francucci (Treiese); 10 gol: Okere (Borgo Mogliano) e Vrioni (Fabiani Matelica); 9 gol: Di Francesco (Belfortese); 8 gol: Micarelli (Camerino Castelraimondo); 7 gol: Boe (Ripe San Ginesio), Acciarresi (San Marco Petriolo), Ofili (MR Pioraco) e Cesari (Camerino Castelraimondo); 6 gol: Patrassi F. (Treiese), Aquino (Lorese) e Correnti (Sefrense).

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement
Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory