Connect with us

Calcio

Seconda Categoria / Argignano e Ostra Calcio, a voi due: lo scontro diretto per la vittoria del girone C

Al “Don Mazzoli” della frazione di Fabriano la sfida che vale la stagione: i gialloblù di De Filippi hanno due risultati su tre per volare in Prima Categoria, la squadra di Mannelli deve solo vincere. Le dichiarazioni del tecnico locale, la rinascita del club ospite dopo l’alluvione del settembre 2022 

ARGIGNANO di FABRIANO e PIANELLO di OSTRA, 3 maggio 2024 – Ci siamo: Argignano e Ostra Calcio sono alla resa finale nel girone C di Seconda Categoria e solo una di loro due otterrà la promozione diretta in Prima Categoria. Domani, sabato 4 maggio, al “Don Mazzoli” della frazione di Fabriano si sfidano la squadra di Mannelli, seconda, e gli uomini di De Filippi, primi, due compagini divise solo da un punto, 62 a 63.

Nemmeno il miglior regista poteva scrivere un finale migliore a questo campionato: la 30^ e ultima giornata, con lo scontro diretto tra le due espressioni di due frazioni, decreterà la squadra che volerà nella terza divisione del calcio dilettantistico regionale. L’Ostra Calcio ha due risultati su tre per festeggiare, mentre gli argignanesi devono solo vincere.

Qui Argignano

L’Argignano è secondo in classifica con 62 punti, frutto di 18 vittorie, 8 pareggi e 3 sconfitte (Olimpia Ostra Vetere, Corinaldo, Ostra Calcio, tutte e tre nel girone d’andata e in trasferta). Nel ritorno i fabrianesi non hanno mai perso, con una striscia ancora attiva di 14 risultati utili di fila (9 vittorie e 5 pari). La squadra di Mannelli è quella con il miglior rendimento interno con 12 vittorie e 2 pareggi, 38 punti a pari merito con l’Ostra Calcio che però ha giocato 15 partite in casa contro le 14 dei biancoazzurri.

In trasferta, invece, è terza a quota 24, preceduta dall’Avis Arcevia (27 punti) e dall’Ostra (25). Gianluca Biagioli e Leonardo Sartini sono i migliori marcatori della squadra con 13 gol ciascuno, seguiti a 12 da Gabriele Galuppa: in tre hanno segnato 38 dei 53 gol complessivi del miglior attacco del girone C. Quella dell’Argignano, invece, è la seconda difesa meno battuta del campionato con 26 reti: ha fatto meglio solo l’attuale capolista.

L’Argignano vincitore della Coppa Marche Seconda Categoria 2022-2023

Il commento di mister Mannelli

Sarà la partita – spiega mister Jacopo Mannelli – tra le squadre che si sono dimostrate più continue durante tutto il campionato. All’inizio, probabilmente, nessuna delle due probabilmente era la favorita per la vittoria finale. Stiamo vivendo una bella settimana di tensione, di attesa, di emozioni, e ce la godiamo e gustiamo tutta, fino a sabato.

In fondo ci alleniamo e giochiamo per poter vivere questo tipo di giornate, quindi siamo molto orgogliosi di esserci. Loro hanno 2 risultati su 3, noi il fattore campo. Noi il miglior attacco e loro la miglior difesa. Comunque vada a finire, abbiamo fatto entrambe un gran bel percorso, e sabato una delle due metterà la ciliegina sulla torta. La promozione in Prima Categoria dell’Argignano coronerebbe due stagioni fantastiche, visto che nel 2022-2023 la società fabrianese ha vinto la Coppa Marche Seconda Categoria.

Qui Ostra Calcio

L’Ostra Calcio, invece, guida la classifica con 63 punti, frutto di 19 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte (Serrana in casa, Palombina Vecchia fuori, Monsano fuori, Cupramontana fuori). Ha iniziato il campionato con 4 vittorie consecutive poi, dopo un periodo di flessione tra ottobre e novembre, ha messo in fila 8 successi di fila e 11 risultati utili consecutivi, che l’hanno proiettata in testa alla classifica.

Tra le mura amiche non perde dal 4 novembre (Ostra 1-2 Serrana), mentre in trasferta è la seconda squadra ad aver totalizzato più punti, 25, dietro solamente all’Avis Arcevia. Quella degli ostrensi la difesa meno battuta del campionato con soli 20 gol subiti. La coppia Mattia Marchetti (14 reti) e Mirko Zupo (8) ha segnato 22 dei 49 centri totali realizzati dalla squadra, quinto miglior attacco del girone.

L’esultanza post-gara del l’Ostra Calcio dopo la gara vinta a Rosora

L’alluvione dell’entroterra di Senigallia

Mister Umberto de Filippi ha preferito non rilasciare nessuna dichiarazione a VallesinaTV, per questioni scaramantiche. La società, poi, è stata colpita oggi da un lutto, per la morte della suocera del presidente Alessio Olivi, nonna dei giocatori Alessandro e Lorenzo. Una realtà molto familiare quella dell’Ostra Calcio, nata dall’unione di due società, l’Ostra Calcio e il Misa Calcio, nell’agosto 2023.

Entrambe sono state particolarmente colpite dall’alluvione nell’entroterra di Senigallia nel settembre 2022: l’Ostra Calcio perse un suo calciatore, Andrea Tisba, scomparso nella piena del fiume Misa a Pianello di Ostra insieme a suo padre Giuseppe.

L’attaccante Mattia Marchetti, tutt’ora in forza al club e all’epoca giocatore del Misa, di lavoro fa il poliziotto ed è stato tra gli “angeli del fango” della macchina dei soccorsi, salvando diverse vite umane dalla furia dell’acqua. Insomma, un’eventuale promozione in Prima Categoria sarebbe un bel premio per tutta la comunità di Ostra e di Pianello di Ostra dopo quelle atroci sofferenze.

Il verdetto, però, ce lo darà il campo, precisamente il “Don Mazzoli” di Argignano di Fabriano. La partita inizierà alle 16.30 di domani, sabato 4 maggio, e sarà arbitrata da Cristiano Carnevali della sezione di Ancona. Una vittoria o un pareggio dell’Ostra Calcio spalancherebbe le porte della Prima alla società gialloblù, mentre l’Argignano deve solo vincere. La perdente, comunque, è già qualificata per la finale play-off del girone C, a causa del +13 tra la seconda e la quinta piazza.

Nella foto a destra Umberto De Filippi dell’Ostra Calcio, a sinistra Jacopo Mannelli dell’Argignano

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory