Connect with us

Calcio

Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 21^ giornata dei gironi C e F

I pareggi in Le Torri Castelplanio-Ostra Calcio e Argignano-Avis Arcevia lasciano tutto invariato in vetta al girone C. Prima vittoria esterna per il Cupramontana a Jesi, Leonessa Montoro a +6 dai play-out. Nel girone F si ferma dopo 13 risultati utili la Treiese 

VALLESINA, 28 febbraio 2024 – Non è cambiato sostanzialmente molto dopo la 21^ giornata di Seconda Categoria. Nelle partite giocate sabato scorso 24 febbraio, infatti, non ci sono stati grossi colpi di scena.Nel girone C, in particolare, l’Ostra Calcio pareggia contro il Le Torri Castelplanio in trasferta, mentre è terminato 0-0 il big match tra Argignano e Avis Arcevia: tra le prime tre della classe i distacchi sono rimasti immutati.

Pareggiano anche Corinaldo e Monsano, permettendo all’Olimpia Ostra Vetere di agganciare il quarto posto e portarsi a +4 dai play-off. Questo perché anche il Terre del Lacrima non è andato oltre il 2-2 contro la Serrana. Il Trecastelli si avvicina ai play-off battendo in rimonta il Rosora Angeli, così come la Leonessa Montoro, vincente di corto muso contro il Palombina Vecchia, va a +6 dai play-out. Al San Sebastiano di Jesi, finalmente, il Cupramontana coglie la prima vittoria esterna stagionale contro un’Aurora ora nei guai, a -6 dalla salvezza diretta.

Nel girone F, infine, la Treiese perde a Tolentino contro la Palombese, fermando il periodo positivo di 13 risultati utili, con il Borgo Mogliano capolista a +4 alla vigilia dello scontro diretto. Andiamo a scoprire tutto quello che è successo.

Aurora Jesi 1-2 Cupramontana – 13’ Stronati su rigore (A), 38’ Ortolani (C), 67’ Rossini (C)

Il Cupramontana si sblocca finalmente in trasferta. La squadra di Ballini, infatti, ha vinto 1-2 al “San Sebastiano” contro l’Aurora Jesi, cogliendo la prima vittoria fuori dalle mura amiche. Eppure gli jesini erano passati in vantaggio dopo 13 minuti con Stronati da calcio di rigore, ma i rossoblù sono riusciti a rimontare con i gol Ortolani e Rossini. I cuprensi raggiungono il Le Torri Castelplanio al nono posto con 28 punti, a -9 dai play-off. L’Aurora, invece, resta al 14° posto a quota 14 in piena zona play-out, ma vede scappare a +6 la Leonessa Montoro.

I commenti

Stesso copione – commenta la società jesina -, stesso amaro risultato finale per l’Aurora che cede in casa per 1-2 contro il Cupramontana subendo la rimonta avversaria dopo un primo tempo giocato con buona intensità.

Pronti e via, grossa occasione per gli ospiti con Rossini che sciupa davanti ad Orlandoni. L’Aurora prende le misure all’avversario e prende in mano il pallino del gioco. Al quarto d’oro Wade è steso in area, calcio di rigore che capitan Mirco Stronati realizza per il vantaggio arancioblu. Aurora in controllo fino a 5’ dalla fine della prima frazione di gioco quando gli ospiti pervengono al pareggio con Ortolani.

Nella ripresa l’Aurora riprova a riportarsi in avanti chiamando in un paio di occasioni al grande intervento il portiere ospite Costarelli sui tentativi di Stronati e Paolucci. A metà ripresa però arriva la rete del vantaggio ospite siglata da Rossini. Aurora all’attacco alla caccia del gol del pareggio e che lamenta la mancanza di un rigore apparso solare per un fallo di mano su tiro di Cammarino.

La vittoria della Leonessa Montoro complica ora i piani di salvezza diretta, ci sarà da soffrire fino alla fine. La prossima battaglia sarà sul difficile campo dell’Arcevia”.

È stata una vittoria molto importante – spiega Tommaso Rossini, autore del gol decisivo rossoblù -, la prima esterna di questa stagione. La partita è stata difficile, giocata in un campo in cui non ti permette di giocare e contro una squadra molto tosta. Ora bisogna dare continuità ai risultati per sperare ancora di trovare un posto ai playof”.

Argignano 0-0 Avis Arcevia

Non ci sono reti nel big match tra Argignano e Avis Arcevia. Tutto invariato in classifica, con entrambe le formazioni al sesto risultato utile: i fabrianesi (sono al secondo posto con 42 punti, a -4 dall’Ostra Calcio, seguiti a 38 proprio dagli arceviesi.

I commenti

È stata una partita dura – commenta il portiere dell’Argignano Andrea Latinicontro una squadra quadrata, ben impostata e difficile da sorprendere, con giocatori d’esperienza. Abbiamo avuto un’occasione che non abbiamo sfruttato. In generale tutte e due formazioni hanno cercato di vincere”.

“Nella partita di sabato – spiega il portiere Nico Berardi dell’Avis Arceviadove a regnare è stato l’equilibrio, seguito poi dalla grande grinta agonistica e determinazione da parte di entrambe le squadre. Non sono mancate le occasioni da entrambe le parti. Sapevamo di affrontare una formazione molto forte ed esperte, che fa del proprio campo un fortino inespugnabile. Non hanno mai perso in questa stagione tra le mura amiche. Sia noi che loro avevamo qualche defezione importante in rosa.

Nel primo tempo i locali sono partiti un po’ meglio nei primi minuti, creando subito due belle occasioni con due tiri dal limite dell’area. Poi siamo riusciti a prendere le misure all’Argignano e siamo venuti fuori anche con bel gioco. Abbiamo avuto un paio di occasioni importanti, dove in una ci ha messo una bella pezza l’eterno giovane collega di reparto e grande amico Andrea Latini. Il secondo tempo è stato caratterizzato dal forte vento e si è giocato un po’ meno a calcio. Un pareggio tutto sommato giusto visto l’andamento della partita, equilibrata fino al 95°”.

L’Avis Arcevia

Corinaldo 1-1 Monsano – 34’ Campolucci (C), 91’ Lungarini (M)

Finisce in parità anche la sfida tra Corinaldo e Monsano. A Campolucci per gli uomini di mister Giuliani, infatti, ha risposto Lungarini per i ragazzi di Polonara in pieno recupero del secondo tempo. Prosegue il digiuno di vittorie dei corinaldesi, arrivato a sei partite (con il terzo 1-1 di fila). I monsanesi, invece, scivolano a -5 dai play-off al settimo posto.

Il commento del Corinaldo

Ancora un pari – spiega la società di casa – per i ragazzi di mister Giuliani che subiscono, in pieno recupero, il gol del Monsano.

Pronti via e subito un’occasione per parte, entrambe da corner. Baldassarri per i locali e Piattella per gli ospiti, di testa, non inquadrano lo specchio da buona posizione. Poco dopo, Giuliani con un bel taglio dalla sinistra si presenta davanti al portiere, ma Perez si immola e con il corpo respinge il tiro. Al 35’ il Corinaldo passa in vantaggio, Cicetti scatta sul filo del fuorigioco e dal fondo serve Campolucci che di piatto gonfia la rete. Sul finale di tempo i corinaldesi chiedono un penalty per un tocco evidente di mano in area. L’arbitro non interviene sull’episodio che poteva incidere sull’inerzia della partita.

Seconda frazione di gioco molto spezzettata con un tempo effettivo di gioco molto basso. Al 21’ il Corinaldo rimane in 10 per l’espulsione di Biagini per doppia ammonizione. Il Monsano prende coraggio forte della superiorità numerica, ma non impensierisce quasi mai Lattanzi costretto a intervenire soltanto su una conclusione dalla distanza.

All’84° Benigni, appena subentrato, rimedia il secondo giallo e lascia anche i suoi in 10. Nel primo dei 7’ di recupero Lungarini trova il gol del pareggio su sponda aerea di Sardella, punendo l’unica disattenzione difensiva locale. Il Corinaldo si ributta in avanti e Baldassarri, all’ultimo secondo, ci prova di sinistro concludendo purtroppo alto sopra la traversa. Ogni piccola disattenzione in questo periodo ci costa caro, dobbiamo imparare a tenere sempre alta la concentrazione fino al triplice fischio. Non mollate mai!”.

Il pre-gara di Corinaldo-Monsano

Il commento del Monsano

“Un punto a testa – rispondono i rossoblù – a Ostra Vetere tra il Corinaldo e il Monsano. Un pareggio che non smuove più di tanto la classifica e lascia un po’ d’amaro in bocca. La maledizione del ‘settimo posto’ per i rossoblù continua, ancorati lì oramai diverse gare.

Calcio d’inizio e padroni di casa che si rendono pericolosi più volte. Perez impegnato in un super intervento nei primi minuti di gioco, negando il vantaggio avversario. Monsano però non spettatore ed è Lungarini a renderci pericoloso, lasciando partire un destro da dentro l’area che però finisce presa del portiere. Ancora Lungarini ci prova ma si defila troppo e non riesce a trovare lo specchio. C’è tempo anche per una conclusione di Bisi da fuori area, ma sfera che finisce tra i guanti del portiere.

Prima della fine del primo tempo, la doccia gelata per i ragazzi di mister Pelonara. Corinaldo micidiale in ripartenza (forse una posizione dubbia di fuorigioco) finalizza con Campolucci che trova il gol del vantaggio. Perez non può nulla e le squadre negli spogliatoi sul risultato di 1-0 per i padroni di casa.

Ripresa che parte con gli stessi ritmi. Arbitro che va palesemente in confusione estraendo cartellini gialli a destra e sinistra, così la gara diventa molto spezzettata. Il Corinaldo rimane in 10 per un intervento in ritardo sul neo entrato Giorgi. E il Monsano ne approfitta. Da un pallone scodellato in area e “sporcato” dalla difesa, è Lungarini il più lesto e veloce ad avventarsi sulla sfera e al volo depositare in rete. 1-1 e sesta rete per l’attaccante classe 2002 del Monsano.

Il match di diventa teso. Il direttore di gara ci mette del suo. Benigni viene espulso per doppia ammonizione per un fallo a palla lontana a centrocampo (il primo giallo preso dalla panchina per “proteste” ma l’arbitro lo ha estratto casualmente). Ritmi di gara che rallentano e il pareggio alla fine è il risultato giusto.

Grande prova di carattere e risposta dei rossoblù su un campo e contro una formazione più che ostica che occupa il quarto posto in classifica. I ragazzi sono già in campo per preparare il derby di sabato: al comunale arriva il Terre del Lacrima”

Le Torri Castelplanio 2-2 Ostra Calcio – 6’ Pierleoni (L), 12’ Becci (O), 27’ Marchetti (O), 50’ Montecchiarini (L)

Il Le Torri Castelplanio ferma sul 2-2 la capolista Ostra Calcio. I ragazzi di Fugante, infatti, sono riusciti a pareggiare contro la prima della classe. Pierleoni ha aperto le marcature al 6’, tuttavia i gialloblù di De Filippi hanno chiuso il primo tempo sull’1-2 grazie a Becci e Marchetti. Nella ripresa, ci pensa Riccardo Montecchiarini a segnare il definitivo 2-2. Se l’Ostra Calcio mantiene il primo posto, a +4 dall’Argignano, mettendo a segno il nono risultato utile consecutivo, il Le Torri Castelplanio resta in nona posizione con 28 punti. I biancorossoblù non perdono da sei partite.

Il commento del Le Torri Castelplanio

“Il match è stato difficile – spiega Nicola Pierleoni del Le Torri Castelplanio – dato che sapevamo di affrontare una squadra molto forte, che veniva da 8 vittorie di fila in un momento di forma straordinario. Anche noi stiamo bene, mentalmente e fisicamente, quindi volevamo giocare una grande partita per continuare il nostro importante percorso di crescita, dato che siamo una delle formazioni più giovani del nostro girone.

Siamo riusciti ad andare in vantaggio a inizio sfida, ma l’Ostra è riuscita a fare due grandi gol prima della fine del primo tempo. Siamo stati bravi, a inizio ripresa, a rientrare subito nel match e a pareggiarla con Montecchiarini. Tutto sommato è stata una bella prestazione da parte nostra: siamo riusciti a conquistare un punto che ci dà grande consapevolezza per affrontare il finale di campionato. Affrontare queste sfide in questo modo ci farà crescere ulteriormente, facendoci ben sperare per il futuro”.

Il commento dell’Ostra Calcio 

Si interrompe dopo 8 partite – commentano gli ospiti – la serie di vittorie consecutive dell’Ostra Calcio, fermato sul risultato di 2 a 2 sul campo delle Torri Castelplanio. Dopo appena 6 minuti di gioco sono i padroni di casa a passare in vantaggio grazie ad un preciso colpo di testa del capitano Pierleoni che s’insacca alla destra di Quagliani. L‘Ostra non si abbatte e al 12’ trova la rete del momentaneo pareggio ad opera di Marco Becci che con una punizione da pochi metri oltrepassata la metà campo e complice il vento a favore, trae in inganno il portiere di casa Priori.

Al 27′ L’Ostra completa il sorpasso, questa volta è Mattia Marchetti da fuori area a trovare di destro la parabola perfetta che trafigge Priori e regala il vantaggio ai suoi. Prima dell’intervallo i ragazzi di mister De Filippi avrebbero l’occasione per allungare in ben tre occasioni ma Magnoni, Olivi e Marchetti non ne approfittano. Nella ripresa le Torri trovano il pareggio dopo pochi minuti con Montecchiarini, abile in area a girarsi e concludere a rete.

La partita continua su buoni ritmi con continui cambi di fronte, l’occasione più nitida per passare in vantaggio capita ancora all’Ostra con Sabbatini, che dal limite calcia di destro, ma la palla si stampa sul palo a portiere battuto. Nonostante il rammarico per qualche occasione sprecata, l’Ostra porta a casa un buon punto contro un avversario in salute e complice i pareggi delle dirette inseguitrici mantiene inalterate le distanze in classifica. Ora testa alla seconda trasferta in sette giorni nella Vallesina, sul campo della Serrana”.

Leonessa Montoro 1-0 Palombina Vecchia – 63’ Generi

La Leonessa Montoro vince 1-0 contro il Palombina Vecchia e vola a +6 dai play-out. Ai ragazzi di Fabrizi basta il gol di Generi nella ripresa, infatti, per strappare i tre punti ai falconaresi, undicesimi a 21 punti, seguiti a 20 proprio dai filottranesi e dalla Serrana.

La Leonessa Montoro – commentano i biancorossi – coglie un’importantissima vittoria in chiave salvezza al cospetto di un buon Palombina Vecchia. Mister Kekko Fabrizi può finalmente schierare dal primo minuto il duo d’attacco Balestrieri-Staffolani che danno peso e qualità all’attacco biancorosso,

Nel primo tempo il Montoro fa la partita ma manca di lucidità nella conclusione, il Palombina si limita a delle sporadiche ripartenze e l’unico pericolo per Giachè al 36′ con Borsini che prova la conclusione da buona posizione ma il numero uno biancorosso è bravo a respingere.

Nel secondo tempo ancora i montoresi in avanti e al 63′ la sbloccano con una splendida azione iniziata da ‘pendolino Cafù’ Focante, palla per Balestrieri che dialoga splendidamente con Staffolani, palla al centro per l’accorrente Tommaso Generi che di testa insacca.

Subito il gol gli ospiti provano a reagire ma vanno a sbattere con la granitica difesa montorese guidata da uno stoico capitan Rossi. Al triplice fischio finale grande festa in campo e sugli spalti e poi tutti sotto la curva degli Ultras Red Lions che anche sabato hanno sostenuto con il loro calore la squadra”.

Olimpia Juventu Falconara 1-3 Olimpia Ostra Vetere – 15’ Garden su rigore (OF), 73’ Paniconi (OV), 78’ e 88’ su rigore Cavaliere (OV)

Finalmente batte un colpo l’Olimpia Ostra Vetere. La squadra di Curzi batte in rimonta l’Olimpia Juventu Falconara per 1-3 con tre gol negli ultimi 15 minuti. Il solito Garden da calcio di rigore sblocca la gara per gli olimpici di casa, chiudendo il primo tempo sull’1-0. Nella ripresa prima Paniconi al 73’ e poi Cavaliere con una doppietta tra il 78’ e l’88’ fissano il match sul definitivo 1-3. L’Olimpia Ostra Vetere aggancia così al quarto posto il Corinaldo e si porta a +4 dal Terre del Lacrima sesto. L’Olimpia Juventu Falconara, invece, resta ultima a 12 punti.

Paniconi con la maglia della Castelfrettese

Terre del Lacrima 2-2 Serrana – 3’ Oranda (T), 26’ e 66’ Bucci (S), 61’ Ferrante (T)

Il Terre del Lacrima riprende la Serrana. I belvederesi, infatti, sotto 1-2 per la doppietta di Bucci in risposta all’1-0 di Orianda, riescono a pareggiare nella ripresa, grazie al gol di Ferrante. I locali sono sesti a 33 punti, mentre la formazione di Serra San Quirico, al quarto pareggio di fila, viene agganciata al 12° posto dalla Leonessa Montoro.

Il commento del Terre del Lacrima

“Dodicesimo pareggio su 21 partite – spiegano i belvederesi – per le Terre che come all’andata impattano 2-2 con la Serrana. Altra partita da catalogare tra i rimpianti per i biancorossi, colpevoli di aver sciupato troppo sotto porta a fronte di un avversario cinico. Pronti e via arriva il gol di Orianda su azione d’angolo.

Le Terre però si adagiano sul vantaggio e lasciano le trame del gioco agli ospiti. Incredibile un’azione da angolo dove un offensivo rossoverde toglie dalla porta il gol del pareggio, rete che arriva comunque poco dopo con Bucci. Ancora Bucci a inizio ripresa inventa con un gran tiro da fuori area il gol del 1-2.

Salvatore Ferrante ai tempi del Borgo Minonna

La sberla sveglia le Terre; su punizione di Orianda è abile Ferrante a trovare il gol del pari. La formazione di mister Bocchini preme sull’acceleratore ma non trova il gol vittoria: Orianda prima centra l’incrocio con un bel tiro al volo e poco dopo sciupa un’occasione favorevole dinanzi all’estremo difensore della Serrana. Finale con qualche brivido causato da un arbitraggio non all’altezza. La zona play-off fugge a 4 punti di distacco, Terre chiamate ora alla prova di forza in casa del Monsano per restare in gioco”.

Il commento della Serrana

“Il Terre del Lacrima – spiega Filippo Apolloni della Serrana – è partito molto forte, trovando subito il vantaggio. Poi noi abbiamo avuto qualche occasione per pareggiare: ci siamo riusciti con Bucci, quindi siamo riusciti a passare in vantaggio grazie a un altro suo grande gol. Nella ripresa, sulla punizione di Orianda, Ferrante ha segnato il 2-2.

Non sono partito titolare ma sono stato schierato nel secondo tempo: avevo anche segnato, ma l’arbitro mi ha annullato la rete per un presunto fallo sul portiere. A dire la verità, riguardando anche le immagini, ho qualche dubbio sull’entità del fallo. Comunque abbiamo fatto una buona prestazione contro una formazione ben allestita. Speriamo bene per il finale di stagione: sabato a Serra arriva l’Ostra, che avevamo battuto un girone fa, poi da lì non abbiamo più vinto. Speriamo di bissare quella vittoria”.

Trecastelli 3-1 Rosora Angeli – 11’ Sow (R), 36’ Angeloni (T), 49’ Kone (T), 51’ Grossi (T)

Il Trecastelli ribalta il Rosora Angeli e continua a sperare nei play-off. La squadra di Gallotta, infatti, ha vinto 3-1, rimontando il gol iniziale di Sow con le reti di Angeloni, Kone e Grossi. I biancoblù restano ottavi a 31 punti, a -6 dai play-off. Il Rosora Angeli del duo Lucarini-Baldarelli è ancora penultimo a 13, a -1 dall’Aurora Jesi e a +1 dall’Olimpia Juventu Falconara.

È stata una partita complicata – spiega Alessandro Angeloni del Trecastelli -. Il Rosora Angeli è una squadra che, nonostante la classifica, se la gioca alla pari con tutte le altre del girone. Infatti ci hanno messo parecchio in difficoltà con la loro fisicità, soprattutto nel primo tempo. Siamo stati bravi a ribaltarla e soprattutto a rimanere compatti dopo i 2 gol di vantaggio. Sono contento di aver aiutato la squadra con un gol ma, se potessi scegliere, preferirei non segnare e mantenere la porta inviolata. C’è ancora molto da migliorare e, finché il sogno playoff non svanirà, continueremo a lavorare duro come abbiamo fatto da agosto”.

Girone F – Palombese 2-1 Treiese – 6’ autogol De Angelis (T), 31’ Ajradinovski (P), 63’ Pettinari (P)

Si ferma dopo 13 risultati utili consecutivi la cavalcata della Treiese. I ragazzi di Tassi, infatti, hanno perso 2-1 contro la Palombese, vedendo il Borgo Mogliano scappare a +4 alla vigilia dello scontro diretto di sabato prossimo. I rossoblù, passati in vantaggio con l’autorete De Angelis, hanno subito la rimonta locale con un gol per tempo.

“Abbiamo iniziato bene la partita – spiega il ds della Treiese Matteo Romagnoli trovando il vantaggio dopo pochi minuti grazie ad un autogol. Nei primi 25 minuti abbiamo avuto anche un paio di occasioni per raddoppiare ma purtroppo non ci siamo riusciti e sul finire del primo tempo è venuta fuori la Palombese che ha trovato la rete del pareggio.

Al centro il ds della Treiese, Matteo Romagnoli, con i gemelli Francesco e Lorenzo Patrassi

Nel secondo tempo su una palla in uscita da dietro abbiamo commesso un’ingenuità e sullo sviluppo dell’azione Pettinari ha portato in vantaggio la Palombese, da quel momento la partita si è complicata notevolmente e abbiamo rischiato di prendere il 3-1 su una ripartenza. Negli ultimi minuti siamo andati all’assalto creando diverse mischie dentro l’area di rigore ma non siamo riusciti ad arrivare al pareggio.

Dopo 13 risultati utili consecutivi (11 vittorie e 2 pareggi) purtroppo è arrivato questo passo falso alla vigilia del match contro la capolista Borgo Mogliano, una sconfitta che non ci deve far assolutamente perdere tutte le certezze che questi ragazzi si sono in creati nell’arco di queste 21 partite che ci hanno portato a conquistare 48 punti”.

I pronostici di mister Carletti

Argignano-Avis Arcevia – pronostico 1 – risultato X

Le Torri Castelpanio-Ostra Calcio – pronostico X – risultato X

Totale di giornata: 1/2 – Totale complessivo: 23/42

Classifiche e marcatori

Girone C

CLASSIFICA – Ostra Calcio 46, Argignano 42, Avis Arcevia 38, Corinaldo 37, Olimpia Ostra Vetere 37, Terre del Lacrima 33, Monsano 32, Trecastelli 31, Le Torri Castelplanio 28, Cupramontana 28, Palombina Vecchia 21, Serrana 20, Leonessa Montoro 20, Aurora Jesi 14, Rosora Angeli 13, Olimpia Juventu Falconara 12

MARCATORI – 13 gol: Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere); 11 gol: Marchetti (Ostra Calcio) e Donzelli (Palombina Vecchia); 10 gol: Giuliani (Corinaldo), Orianda (Terre del Lacrima), Ferrante (Terre del Lacrima) e Grossi (Trecastelli); 9 gol: Cammarino (Aurora Jesi) e Sartini (Argignano); 8 gol: Ortolani (Cupramontana), Montecchiarini (Le Torri Castelplanio), Apolloni (Serrana), Galuppa G. (Argignano), Bucci (Serrana), Lenci (Corinaldo) e Biagioli (Argignano); 7 gol: Brescini (Avis Arcevia), Mancini (Cupramontana), Rossetti (Avis Arcevia), Garden (Olimpia Juventu Falconara), Kone (Trecastelli); 6 gol: Zupo (Ostra Calcio), Olivi (Ostra Calcio) e Lungarini (Monsano).

Girone F

CLASSIFICA – Borgo Mogliano Madal 52, Treiese 48, Belfortese 45, MR Pioraco 33, Ripe San Ginesio 33, Pievebovigliana 32, Palombese 26, Sefrense 26, Vis Gualdo 24, San Marco Petriolo 23, Camerino Castelraimondo 23*, Fabiani Matelica 21, Sarnano 19, Pennese 18*, Abbadiense 14, Lorese 14

MARCATORI – 15 gol: Fiecconi (Belfortese) e Okere (Borgo Mogliano); 13 gol: Vrioni (Fabiani Matelica), Santoni (Pievebovigliana) e Francucci (Treiese); 9 gol: Di Francesco Alex (Belfortese), Boe (Ripe San Ginesio), Acciarresi (San Marco Petriolo), Patrassi F. (Treiese), Aquino (Lorese) e Correnti (Sefrense); 8 gol: Micarelli (Camerino Castelraimondo), Ofili (MR Pioraco) e Cesari (Camerino Castelraimondo); 7 gol: Pettinari E. (Palombese); 6 gol: Pettinari M. (Borgo Mogliano), Millaci (MR Pioraco), Albanese (MR Pioraco) e Di Gioia (Palombese).

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement
Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory