Connect with us

Calcio

Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 15^ giornata dei gironi C e F

Il Corinaldo è campione d’inverno nel girone C grazie al successo di Castelplanio; l’Argignano battuto dall’Ostra Calcio in zona Cesarini; sei punti in quattro giorni per l’Olimpia Ostra Vetere, quarta insieme al Terre del Lacrima

VALLESINA, 17 gennaio 2024 – Siamo arrivati al giro di boa in Seconda Categoria ed è già tempo di primi bilanci. La 15^ giornata ha decretato il Corinaldo quale campione d’inverno del girone C, grazie siaalla vittoria di Castelplanio che al passo falso dell’Argignano in casa dell’Ostra Calcio, che ha rimontato i fabrianesi con due gol in extremis.

L’Olimpia Ostra Vetere si rilancia conquistando sei punti in due giorni, battendo Rosora Angeli sabato scorso e Avis Arcevia nel recupero di oggi, confermando l’1-2 di due settimane fa prima della sospensione per nebbia. Finisce a reti bianche, inoltre, la sfida tra Cupramontana e Monsano. Nel girone F, la Treiese ha battuto la Belfortese ed ha confermato il secondo posto solitario, ribadendo di essere l’unica seria rivale del Borgo Mogliano capolista per la promozione. Andiamo a scoprire insieme tutto quello che è successo.

Girone C – Cupramontana-Monsano 0-0

Finisce senza reti la sfida tra Cupramontana e Monsano. Il pari accontenta più gli ospiti di Polonara che i locali di Ballini, dato che i rossoblù restano a -2 dai play-off, mentre i cuprensi sono a 6 punti dal quinto posto.

“Abbiamo affrontato la squadra con la miglior difesa del girone – spiega Daniele Verdenelli, capitano del Cupramontanaed è stata dura. Nel primo tempo abbiamo creato tanto, senza riuscire a concretizzare. Non abbiamo avuto occasioni da gol nitidissime, ma siamo stati costantemente nella loro metà campo a fare tanta mole di gioco. Nella ripresa il Monsano ha avuto buone chances di andare in vantaggio, sicuramente meglio delle nostre, ma non ci sono riusciti. Abbiamo ripreso noi il pallino del gioco, tuttavia senza impensierire la loro difesa. Il pareggio, in fin dei conti, è giusto, ma c’è il rammarico di non aver conquistato la vittoria in casa. Potevamo rimanere attaccati alle squadre della zona play-off, ma, guardando il bicchiere mezzo pieno, la prestazione è stata buona. Ora pensiamo alla sfida di sabato prossimo contro l’Argignano”.

Luca Ballini, allenatore del Cupramontana

“La sfida di sabato – risponde il capitano del Monsano, Alberto Piattella è stata proprio una bella gara, affrontata da due squadre che a mio avviso meritano una posizione di classifica migliore. Nel primo tempo sono stati i padroni di casa a fare il match, mentre noi abbiamo pensato a difenderci e a giocare in ripartenza. Il secondo tempo è stato più equilibrato: siamo partiti subito forti con una occasione di testa con Sardella che da pochi metri spreca mandando al lato. Poco dopo ci riproverà da calcio piazzato. Nel finale la più grande occasione l’abbiamo creata noi con una bellissima sforbiciata di Pieralisi, fermata da un’ottima parata che salva il risultato. Pareggio forse giusto per quello che si è visto”.

Le Torri Castelplanio-Corinaldo 1-2 – 18’ autogol (C), 58’ Corinaldesi su rigore (L), 93’ Addate (C)

Il Corinaldo al 93’ conquista la vetta solitaria della classifica. Il gol di Addate, infatti, regala ai ragazzi di mister Giuliani il primo posto esclusivo, per via del contemporaneo successo dell’Ostra Calcio sull’Argignano. I ragazzi di Fugante perdono immeritatamente contro la prima della classe, perdendo la terza partita consecutiva e rimanendo comunque a +4 dai play-out.

Innanzitutto – spiega, infatti, il centrocampista cingolano del Le Torri Castelplanio, Enrico Evangelisti – c’è grande rammarico per il risultato, perché la prestazione c’è stata, soprattutto perché sarebbe stato bello portare via punti contro la prima in classifica. La cosa positiva è stata la prestazione, quella che ci voleva dopo un periodo difficile dove non riuscivamo a esprimere il nostro gioco. Spero che queste prestazioni continuino ad essere delle costanti e non dei casi. Abbiamo peccato di inesperienza negli ultimi minuti, ma è quello che siamo ora, una squadra con molti giovani che comunque stanno crescendo a vista d’occhio”.

Il Corinaldo – scrive la squadra ospite – chiude il girone di andata con una vittoria last minute a Castelplanio che lo lancia in vetta alla classifica. I ragazzi di mister Giuliani non approcciano bene il match e dopo pochi secondi vengono sorpresi da Montecchiarini fermato però dagli ottimi riflessi di Lattanzi. Al 18’, con un pizzico di fortuna, gli ospiti si trovano in vantaggio grazie a un’autorete di Brocanelli che di testa spiazza il suo portiere.

Sulle ali dell’entusiasmo i corinaldesi creano subito due palle gol. Mazzanti vince un rimpallo, si lancia verso Priori e serve Cicetti, meglio posizionato, ma purtroppo dosa male il passaggio. Lorenzo Giuliani pesca Lenci che dal limite conclude a botta sicura non trovando per poco l’angolino. Il Le Torri reagisce e va vicino più volte al pareggio con conclusioni dalla distanza. Prima Bruschi coglie il palo, poi il tiro di Cerioni viene smanacciato dall’estremo difensore sopra la traversa.

Nei secondi 45’ i locali prendono il sopravvento su un Corinaldo apparso poco lucido. Al 58’ Corinaldesi trasforma il rigore del momentaneo 1-1 spiazzando il portiere. Gli uomini di Fugante prendono coraggio e sfiorano in un paio di occasioni il sorpasso, ma sbattono contro un Lattanzi in giornata di grazia. Al 93’ Montesi, appena subentrato, sprinta sull’out di sinistra e crossa verso il centro. La traiettoria supera Priori in uscita alta e pesca Addate che al volo gonfia la rete.

Ragazzi, non avete messo in campo la vostra migliore prestazione, ma siete stati bravi a crederci fino alla fine! Ritroviamo lo smalto migliore! Ringraziamo infine tutti i nostri tifosi che ci hanno seguito numerosissimi anche in trasferta”.

Leonessa Montoro-Trecastelli 0-3 – 44’ Grossi, 57’ e 61’ Kone

Il Trecastelli passa a Montoro e rinsalda la sua posizione a centro classifica. La squadra di Galotta, infatti, batte 0-3 la Leonessa grazie alle giocate del 16enne Mevale Kone, promettente attaccante autore di 2 gol un assist. I filottranesi restano al 13° posto insieme all’Aurora Jesi, a cavallo tra la salvezza e i play-out. La sconfitta è costata la panchina a mister Giuliodoro: al suo posto è arrivato il cingolano Francesco “Kekko” Fabrizi.

La Leonessa Montoro – scrive la società locale –chiude il girone di andata con una brutta sconfitta interna ad opera del Trecastelli. Partita decisa dal giovane Mevale Kone, classe 2007 autore di un assist e 2 gol. Giovanissimo da poco tesserato e già in orbita Ancona. Ne sentiremo parlare. Primo tempo molto equilibrato con poche emozioni, al 34′ Staffolani ha una buona opportunità ma calcia alto.

Al 44′ l’azione che sblocca il match, il giovane Kone si invola sulla destra, palla al centro per l’accorrente Grossi che elude la marcatura della difesa biancorossa e batte Polenta.

Nel secondo tempo è Kone-show, uomo ovunque. Al 57′ aggancia un bel pallone dal limite, si libera stupendamente in area e batte l’incolpevole Polenta. Dopo appena 4 minuti Kone si ripete, prende palla al limite dell’area, serie di dribbling ubriacanti fino a depositare la palla in rete, gran giocata e applausi da parte di tutto lo stadio, chapeau!

Sullo 0-3 la partita è virtualmente chiusa, la difesa del Trecastelli ferma ogni offensiva dei Red Lions, che hanno l’occasione più nitida al 78′ con Giovanni Coppari che calcia bene verso la porta ma il portiere Bruzzesi si supera e devia in angolo”.

Kone del Trecastelli

“Al di là del risultato – risponde mister Rodolfo Galotta del Trecastelli, la partita è stata sicuramente dura: è stato sbloccata sullo scadere del primo tempo e questo ha aperto un po’ le danze. Nel secondo tempo i ragazzi sono scesi in campo facendo un’ottima prova, sia sul piano atletico sia su quello tecnico-tattico, quindi sono molto soddisfatto della vittoria di sabato. 

Stiamo lavorando giornata per giornata con il fine di migliorarci e speriamo che da qui alla fine le soddisfazioni che avremo saranno ancora tante; ma non dimentichiamoci che il nostro primo obiettivo è quello della salvezza, prima la raggiungeremo matematicamente e meglio sarà.  Questo per noi è un anno particolare dove è stato cambiato tanto ma piano piano siamo riusciti a raggiungere una quadra anche grazie alla serietà e alla grande dedizione al lavoro che hanno i nostri ragazzi”.

Olimpia Ostra Vetere-Rosora Angeli 2-1 – 22’ Guiducci Y. (O), 57’ Petraccini (R), 72’ Conti (O)

L’Olimpia Ostra Vetere batte di misura il Rosora Angeli e, confermando anche l’1-2 nel recupero con l’Avis Arcevia (leggi nel penultimo paragrafo di cronaca), rilancia le proprie ambizioni di vertice. La squadra di Curzi, infatti, ha rifilato 2-1 rifilato alla compagine di Bocchini, che ha comunque venduto cara la pelle, nonostante l’ultimo posto in classifica.

“La partita – spiega l’autore del gol del Rosora Angeli, Nicholas Petracciniè stata molto bella. Sapevamo del valore e potenziale dell’Olimpia Ostra Vetere. Loro partono forte, sia nel gioco che nelle occasioni, senza però essere troppo pericolosi. Fino al goal su calcio d’angolo che ci segnano di testa per un nostro errore. Poi da lì in poi siamo cresciuti e abbiamo iniziato a costruire azioni e chiudere bene le loro ripartenze. Nel secondo tempo entriamo in campo consapevoli che possiamo portare a casa il risultato. Infatti dopo un quarto d’ora della ripresa da una punizione di testa riesco a pareggiare.

Da lì i padroni di casa non sono stati più pericolosi e noi abbiamo iniziato a costruire azioni su azioni, senza però trovare il vantaggio. Poi su una punizione laterale per loro c’è stata la nostra ennesima disattenzione e Conti si trova la palla nei piedi e ci fa il 2 a 1. Peccato, perché la squadra ha dimostrato che sta crescendo, sia nel gioco sia mentalmente. Sappiamo che per la salvezza rimangono 15 finali, ma chi ha visto la partita sabato può dire che forse anche un pareggio ci stava stretto. La strada è quella giusta per raggiungere l’obbiettivo”. L’Olimpia Ostra Vetere, visto il delicato periodo che sta attraversando, preferisce non rilasciare dichiarazioni.

Ostra Calcio-Argignano 2-1 – 57’ Moretti (A), 90’ Landi (O), 94’ Sabbatini (O) 

All’ultimo respiro l’Ostra Calcio ribalta l’Argignano. I fabrianesi erano passati in vantaggio al 57’ con Moretti, tuttavia i padroni di casa sono riusciti a vincere per 2-1 grazie alle reti di Landi e Sabbatini. Con questo successo, l’Ostra Calcio resta al terzo posto a -3 proprio dall’Argignano secondo, che perde così la leadership della classifica.

“Abbiamo affrontato una squadra forte – commenta l’attaccante dell’Ostra, Mirko Zupoe con ottimi elementi, per noi era importante fare risultato. Partita vinta con carattere e con un grandissimo gruppo unito dove tutti ci hanno creduto fino alla fine. Forza Ostra!”

L’ultima giornata di andata – commenta l’addetto stampa dell’Argignano, Stefano Giulioni – vedeva il match clou Ostra-Argignano. A Pianello di Ostra davanti a quasi duecento persone le due compagini hanno dato vita ad un bell’incontro, spigoloso nel primo tempo e con l’Argignano protagonista, molto vivace nel secondo l’Ostra costantemente all’attacco, ma è l’Argignano con un’azione strepitosa a passare in vantaggio. Triangolazione Biagioli-Sartini-Biagioli e cross basso dal fondo sul quale si avventa Moretti che mette dentro di piatto.Subito dopo il fattaccio con l’espulsione del terzino Gambini per doppia ammonizione, la seconda troppo severa. Nel finale l’Ostra riesce a pareggiare a pochi secondi dal novantesimo con una volée dal limite sotto la traversa e a ribaltare il risultato al 94’ con un tiro da centro area a fil di palo imprendibile per Mecella.

La partita era iniziata con l’Argignano all’attacco, Biagioli e Sartini vengono presi di mira dai difensori locali e nella prima mezz’ora l’arbitro fischia sei punizioni sulla tre-quarti, su una di esse al quarto d’ora Biagioli gira a rete e di testa un difensore respinge sulla linea. L’Ostra parte in contropiede e il portiere Mecella, oggi protagonista, esce a rinviare fuori area, subito dopo deve invece intervenire in tuffo su un tiro dal limite indirizzato all’incrocio. Secondo tempo che inizia con un’azione sulla destra dell’Ostra, tiro ravvicinato e deviazione di piede di Mecella, sulla respinta altro tiro e altra deviazione del portiere sempre di piede in angolo.

 Al 58’ il gol ospite di Moretti e cinque minuti dopo l’espulsione che cambia la partita. L’Ostra preme sull’ acceleratore e Mannelli effettua i cambi degli stanchi Mecella e Vanità, bravissimi sabato insieme ad Orfei a reggere il centrocampo, mettendo Silvestri terzino a marcare la loro punta più pericolosa. Ad un quarto d’ora dalla fine si fa vedere l’Ostra prima con un altro tiro ravvicinato che Mecella devia con i piedi, poi con un calcio d’angolo che Mecella respinge di pugno e infine con un tiro dal limite che il portiere para alto. Su questa azione Mecella viene preso dai crampi ed è costretto a rimanere in campo non al meglio delle condizioni. Nel finale arrembaggio dell’Ostra che riesce ad aprirsi un paio di varchi con l’Argignano troppo chiuso all’interno della propria area e a fare suo il risultato”.

Palombina Vecchia-Olimpia Juventu Falconara 1-2 – 29’ De Vincenzo (P), 54’ Cancellieri su rigore (O), 71’ Borgognoni (O)  

L’Olimpia Juventu Falconara vince il derby e si toglie dall’ultimo posto. I falconaresi, infatti, hanno vinto 1-2 sul campo del Palombina Vecchia, rimontando la rete iniziale di De Vincenzo con i gol di Cancellieri su rigore e di Borgognoni. Se l’Olimpia Juventu Falconara è ora 15^ con 11 punti, a -1 da Leonessa Montoro e Aurora Jesi, il Palombina Vecchia scala al nono posto con 19 punti, a -6 dai play-off e a +7 dai play-out.

Serrana-Avis Arcevia 1-2 – 32’ Rossetti (A), 47’ Pucci (A), 76’ Bucci su rigore (S)

Continua il periodo negativo della Serrana. I giallorossi, infatti, hanno perso 1-2 contro l’Avis Arcevia,andando incontro alla quarta sconfitta consecutiva. Gli arceviesi sono andati sullo 0-2 a cavallo dei due tempi, con le reti di Rossetti e Pucci. Bucci su rigore ha riaperto le ostilità a 14 minuti dalla fine, ma il risultato non è più cambiato dall’1-2. L’Avis Arcevia è sesta con 24 punti, mentre la Serrana è dodicesima a 15, ad appena tre lunghezze dai play-out.

Il pre-gara di Terre del Lacrima-Aurora Jesi

Terre del Lacrima-Aurora Jesi 1-0 – 68’ Orianda su rigore

Il Terre del Lacrima batte di corto muso l’Aurora Jesi e si conferma al quarto posto. Gli jesini, però, non avrebbero demeritato il pari contro i belvederesi, che hanno vinto grazie ad un contestato rigore realizzato dall’ex di giornata Orianda. In generale non è piaciuto ad entrambe le squadra l’arbitraggio di Nicoletti di Macerata.  

Non è stata la nostra miglior partita – commenta la società belvederese – quella che ha concluso il girone di andata del campionato delle Terre. La squadra ha faticato a prendere le misure a un avversario, l’Aurora Jesi, salito a Belvedere con le intenzioni di continuare la striscia positiva. Tuttavia l’abbiamo portata a casa, sapendo soffrire e gettando il cuore oltre l’ostacolo, rimanendo in piedi dove due mesi fa saremmo caduti.

L’episodio chiave del match è a metà ripresa con Ferrante che veniva atterrato in area, conquistando un calcio di rigore che il glaciale Orianda realizzava spiazzando il portiere ospite. Altre chances per noi, diverse mischie per loro, risolte con mestiere e abnegazione. Male l’arbitraggio che ha scontentato ambo le parti. Giriamo a 28 punti, in piena zona playoff, con la consapevolezza che vincere queste partite sporche è davvero tanto importante, così come tanto è ancora il lavoro da fare per mantenersi in questa posizione di classifica e continuare a sognare quel traguardo per cui sudiamo da agosto”.

Il girone dell’andata dell’Aurora – rispondono gli jesini – si chiude con una sconfitta a Belvedere Ostrense per 1-0 contro il Terre del Lacrima. A decidere la gara un contestato rigore dell’ex Orianda che ha spiazzato Orlandoni, poco prima autore di un grande intervento a negare il gol all’attaccante avversario.

Non è stata l’unica decisione alquanto dubbia del direttore di gara, protagonista di una gara sfortunata, con poche scelte giuste e che ha contribuito a rendere il match molto nervoso.

Sconfitta non senza rimpianti per un’Aurora che ha tenuto ottimamente il campo per tutto il match e ha sfiorato il vantaggio nel primo tempo col tiro di Kujabi che ha centrato il palo.

Un altro intervento del portiere locale ha negato a un’Aurora gagliarda il vantaggio. Dopo il gol locale assalto degli arancioblu che più volte non riescono a capitalizzare le mischie in area biancorossa, lamentando la mancanza di un rigore apparso netto. Tempo di voltare pagina, con la consapevolezza che giocando così la salvezza diretta è possibile. Primo impegno del girone di ritorno la settimana prossima sul difficile campo dell’Ostra”.

Recupero della 14^ giornata – Avis Arcevia 1-2 Olimpia Ostra Vetere – 47’ Paniconi (O), 50’ Guiducci (O), 57’ Di Sabato (A)

Non cambia il risultato di Avis Arcevia-Olimpia Ostra Vetere dopo gli ultimi 24 minuti recuperati oggi. Per i rossoblù, dunque, sono state decisive le reti di Paniconi e Guiducci nell’1-2 finale, con la rete ininfluente di Di Sabato per i locali. I rossoblù restano così al quarto posto insieme al Terre del Lacrima,mentre gli arceviesi si allontanano dalla zona play-out, ora a -4.  

Francesco Francucci della Treiese

Girone C – Belfortese 0-1 Treiese – 54’ Francucci su rigore

La Treiese batte la Belfortese e si conferma come seconda forza del campionato. I ragazzi di Tassi, infatti, hanno vinto 0-1 in trasferta, grazie al rigore realizzato da Francesco Francucci. I padroni di casa, poco dopo, hanno sbagliato il penalty dell’1-1.

Si tratta di una vittoria molto importante – commenta il match winner Francesco Francucci, che ci dà grande morale e grande entusiasmo per il proseguo della stagione. La partita è stata equilibrata e decisa da episodi. Dopo un primo tempo senza azioni degne di cronaca, nel secondo prima siamo stati noi bravi a concretizzare il rigore preso da Latini, poi siamo stati graziati da Di francesco con l’errore dagli 11 metri. Nel finale loro hanno provato a pareggiare, ma siamo stati bravi a resistere e ci siamo portati a casa un risultato importantissimo”.

I pronostici di mister Carletti

Cupramontana-Monsano – pronostico 1 – risultato X

Ostra Calcio-Argignano – pronostico 1 – risultato 1

Totale di giornata: 1/2 – Totale complessivo: 18/30

Classifiche e marcatori

Girone C

CLASSIFICA – Corinaldo 33, Argignano 3o, Ostra Calcio 30, Terre del Lacrima 28, Olimpia Ostra Vetere 28, Avis Arcevia 24, Monsano 23, Trecastelli 20, Palombina Vecchia 19, Cupramontana 19, Serrana 18, Le Torri Castelplanio 16, Leonessa Montoro 12, Aurora Jesi 12, Olimpia Juventus Falconara 11, Rosora Angeli 8

MARCATORI10 gol: Giuliani (Corinaldo); 9 gol: Ferrante (Terre del Lacrima); 8 gol: Cammarino (Aurora Jesi), Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere), Donzelli (Palombina Vecchia) e Grossi (Trecastelli); 7 gol: Orianda (Terre del Lacrima), e Lenci (Corinaldo); 6 gol: Mancini (Cupramontana), Marchetti (Ostra Calcio), Galuppa (Argignano), Biagioli (Argignano) e Rossetti (Avis Arcevia).

Girone F

CLASSIFICA – Borgo Mogliano Madal 39, Treiese 35, Belfortese 31, Pievebovigliana 27, MR Pioraco 23, Ripe San Ginesio 21, Vis Gualdo 19, Palombese 19, San Marco Petriolo 18,, Sefrense 18, Camerino Castelraimondo 16, Fabiani Matelica 15, Pennese 13, Sarnano 13, Abbadiense 11, Lorese 10

MARCATORI 13 gol: Santoni (Pievebovigliana); 10 gol: Fiecconi (Belfortese), Okere (Borgo Mogliano) e Vrioni (Fabiani Matelica); 9 gol: Francucci (Treiese) e Di Francesco Alex (Belfortese); 8 gol: Micarelli (Camerino Castelraimondo); 7 gol: Boe (Ripe San Ginesio), Acciarresi (San Marco Petriolo) e Cesari (Camerino Castelraimondo).

Un anno fa…

Classifica Girone C 2022-2023: Argignano 35, Borghetto 33, Olimpia Ostra Vetere 32, Misa 31, Victoria Strada 22, Cupramontana 22, Aurora Jesi 22, Le Torri Castelplanio 21, Serrana 21, Avis Arcevia 21, Corinaldo 20, Monsano 19, Terre del Lacrima 11, Fabiani Matelica 8, Valle Del Giano 8, Maiolati United 3

Classifica Girone C 2023-2024: Corinaldo 33, Argignano 30, Ostra Calcio 30, Terre del Lacrima 28, Olimpia Ostra Vetere 28, Avis Arcevia 24, Monsano 23, Trecastelli 20, Palombina Vecchia 19, Cupramontana 19, Serrana 18, Le Torri Castelplanio 16, Leonessa Montoro 12, Aurora Jesi 12, Olimpia Juventus Falconara 11, Rosora Angeli 8

Differenze: Terre del Lacrima +17, Corinaldo +13, Monsano +4, Avis Arcevia +3, Ostra Calcio (ex Misa) -1, Cupramontana -3, Serrana -3, Olimpia Ostra Vetere -4, Argignano -5, Le Torri Castelplanio -6, Aurora Jesi -10

Classifica Girone F 2022-2023: San Claudio 39, Vigor Macerata 33, Borgo Mogliano Madal 31, Juventus Club Tolentino 25, San Marco Petriolo 24, Atletico Macerata 22, Belfortese 22, MR Pioraco 21, Pievebovigliana 20, Treiese 15, Ripe San Ginesio 15, Pennese 14, Sefrense 12, Amatori Appignano 12, Vis Gualdo 11, Palombese 10

Classifica Girone F 2023-2024: Borgo Mogliano Madal 39, Treiese 35, Belfortese 31, Pievebovigliana 27, MR Pioraco 23, Ripe San Ginesio 21, Vis Gualdo 19, Palombese 19, San Marco Petriolo 18, Sefrense 18, Camerino Castelraimondo 16, Fabiani Matelica 15, Pennese 13, Sarnano 13, Abbadiense 11, Lorese 10

Differenze: Treiese +20, Belfortese +9, Palombese +9, Borgo Mogliano Madal +8, Vis Gualdo +8, Pievebovigliana +7, Sefrense +6, MR Pioraco +2, Pennese -1, San Marco Petriolo -6.

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement
Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory