Connect with us

Calcio

Calcio / Seconda Categoria, il racconto della 14^ giornata dei gironi C e F

Nel girone C Corinaldo e Argignano continuano la marcia in vetta, l’Ostra Calcio insegue; l’Aurora Jesi batte il Le Torri, il Rosora Angeli ferma sul pari il Cupramontana

VALLESINA, 10 gennaio 2023 – Dopo il racconto della Prima Categoria, su Vallesina.TV i riflettori si accendono anche sulla Seconda Categoria. Da questa settimana, infatti, vi racconteremo le partite dei gironi C e F che riguardano le nostre squadre della Vallesina e dintorni, con i commenti dei protagonisti.

Nelle partite della 14^ giornata, continuano a volare Argignano e Corinaldo, al primo posto in classifica nel girone C con vittorie convincenti. L’Ostra Calcio si conferma quale terza forza del campionato, vincendo all’inglese sul Trecastelli. Diventa quasi decisivo, dunque, il risultato del recupero tra Avis Arcevia e Olimpia Ostra Vetere, dato che la gara di sabato è stata sospesa per nebbia a metà della ripresa sull’1-2 per gli ostrensi.

Per quanto riguarda, invece, i due derby della Vallesina in programma, l’Aurora Jesi batte il Le Torri Castelplanio e rilancia le proprie ambizioni di salvezza, mentre il Cupramontana viene fermato sul pari dal Rosora Angeli. Nel girone F, la Treiese seconda butta via due punti contro il Fabiani Matelica e ora vede allontanarsi la capolista Borgo Mogliano. Andiamo a vedere tutto quello che è successo.

Girone C – Argignano 3-1 Serrana – 2’ Murolo (A), 59’ Sartini (A), 70’ Biagioli (A), 90’ Fabrizi (S)

L’Argignano batte 3-1 la Serrana e continua a volare. I fabrianesi imbattuti da 7 partite, infatti, restano al primo posto con 30 punti a pari merito con il Corinaldo, mentre i giallorossi sono al 12° posto, ad appena tre punti dai play-out e a -7 dai play-off.

Dopo due minuti – commenta il ds dell’Argignano, Stefano Giulianisi va sull’1-0 con la girata di Murolo poco sotto l’incrocio. La partita è continuata con attacchi da entrambe le parti. Eravamo privi del portiere titolare Latini, ma il sostituto Jacopo Mecella è dovuto intervenire solo un paio di volte. Prima della fine del tempo Biagioli ha scagliato un tiro insidioso poco sopra la traversa.

Al 59′ il secondo gol con la sassata dal limite di Sartini, entrato da un minuto. Dopo i campi il terzo gol, con il contropiede di Biagioli concretizzato con un pallonetto al portiere. La Serrana trova il gol della bandiera con una girata appena dentro l’area a fil di palo. Allo scadere gli ospiti avrebbero potuto accorciare, ma il loro giocatore ha sbagliato la mira.

Il vantaggio ci ha permesso di giocare come piace a noi, di rimessa. Il nostro gioco a centrocampo è solitamente inferiore a quello avversario, quindi ci dobbiamo basare su lanci lunghi verso gli attaccanti. Segnalo che hanno segnato per noi tutti i nostri formidabili attaccanti (Murolo, Sartini e Biagioli, perfetti per la nostra tattica) e che ad Argignano non si vince: la nostra difesa non fa passare un pallone, per la forza dei due centrali Galuppa. Abbiamo rinforzato il centrocampo con Fabrizi: siamo ancora più competitivi, dato che viene dalle giovanili dell’Ascoli. Abbiamo 32 giocatori in rosa e siamo completi”.

La festa dell’Aurora Jesi nel post-partita

Aurora Jesi 3-1 Le Torri Castelplanio – 5’ autogol (A), 28’ Kujabi (A), 30’ Cammarino (A), 81’ Chiorrini (L)

L’Aurora Jesi fa suo il derby contro il Le Torri Castelplanio. La squadra di Campanelli, infatti, ha vinto 3-1, ottenendo la seconda vittoria di fila, dopo l’1-2 all’Olimpia Juventu Falconara. Il successo vale l’aggancio in classifica alla Leonessa Montoro tredicesima. Per il Le Torri di Simone Fugante, invece, si tratta della seconda sconfitta di fila: la squadra non vince addirittura dal derby contro il Rosora Angeli del 18 novembre ed ora è a soli 4 punti dai play-out, a -6 dai play-off.

Inizia benissimo – commenta la società aurorina – il 2024 dell’Aurora che travolge Le Torri per 3-1 trovando la prima vittoria interna di questa stagione! Partenza a razzo degli arancioblu, in vantaggio su autogol dopo una manciata di minuti. Kujabi raddoppia sugli sviluppi di azione d’angolo, poco dopo bomber Cammarino punisce un errore di Priori mettendo in ghiaccio il match alla mezz’ora. Resto della partita accademico, nel finale il Le Torri trova con Chiorrini il gol della bandiera. La classifica è più serena, gli arancioblu ora sono attesi dalla trasferta sul campo del Terre del Lacrima dei tanti grandi ex”.

“Anche prima della sosta – risponde il mister del Le Torri Castelplanio, Simone Fugante – avevamo rimediato una brutta sconfitta e avevamo perso per infortunio alcuni giocatori d’esperienza. Faccio i complimenti all’Aurora Jesi, perché ha tirato fuori quell’ardore agonistico che in Seconda Categoria serve come il pane e senza di quello non si fanno i risultati. Noi siamo una squadra giovane, con diversi limiti: ci stiamo lavorando. Mi dispiace per i ragazzi perché, dopo il lavoro in settimana, il sabato non riescono a tirare fuori il buono che mi fanno vedere in allenamento.

Simone Fugante (allenatore Le Torri Castelplanio)

Dobbiamo tirar fuori un ardore agonistico più alto: bisogna essere più cattivi, entrando nell’ottica della Seconda Categoria. Forse abbiamo messo un’asticella un po’ alta per il nostro valore: con i giovani i risultati non arrivano subito e ci vuole tempo. Questi alti e bassi, purtroppo, ci possono stare. Dopo 3 minuti siamo andati in svantaggio con un autogol: ci ha tagliato l’entusiasmo iniziale e ci sono tornate le paure che abbiamo in questo momento. Così l’Aurora in mezz’ora ci ha fatto tre gol, è stata una mazzata forte, che ci ha fatto dissolvere tutte le speranze. Facciamo grande fatica a fare gol e non abbiamo reagito subito, se non nel secondo tempo.

Proviamo a giocare, ma manchiamo di concretezza: gli jesini tre volte si sono trovati davanti al portiere e tre volte hanno segnato. Nel secondo tempo, tra l’altro, hanno avuto le occasioni per farne altri due, erano cento volte più convinti di noi. Dobbiamo rimboccarci le maniche e dare di più: solo con il lavoro si può risolvere questa situazione”.

La nebbia in Avis Arcevia-Olimpia Ostra Vetere

Avis Arcevia-Olimpia Ostra Vetere – sospesa per nebbia (parziale 1-2) – 47’ Paniconi (O), 50’ Guiducci (O), 57’ Di Sabato (A)

E’ durata 66 minuti Avis Arcevia-Olimpia Ostra Vetere. Il big match, infatti, è stato sospeso per nebbia nel corso della ripresa. Gli ostrensi di Curzi erano passati in doppio vantaggio grazie ai gol di Paniconi e Guiducci, mentre i padroni di casa avevano accorciato con la rete di Di Sabato poco prima della sospensione. Ora l’Olimpia è al quinto posto con 22 punti, a -8 dal duo di testa, mentre segue al settimo l’Avis Arcevia a 21. Il risultato del recupero, a data ancora da destinarsi, sarà probabilmente decisivo per le ambizioni delle due squadre.

Corinaldo 6-0 Leonessa Montoro – 9’ Cicetti, 27’ e 52’ Esposto, 36’ e 71’ Giuliani, 40’ Lenci su rigore

Il Corinaldo, invece, continua a marciare in testa alla classifica. La squadra di mister Giuliani, infatti, ha battuto con un netto 6-0 la Leonessa Montoro, ottenendo il dodicesimo risultato utile consecutivo. I biancoazzurri non perdono dal 30 settembre, precisamente dal derby contro l’Ostra Calcio. I filottranesi di Giuliodoro, invece, vengono agganciati dall’Aurora Jesi in zona play-out: il successo manca da due giornate.

“Buona la prima – spiega la società di casa -. Il Corinaldo inizia benissimo il nuovo anno imponendosi per 6-0 contro il Leonessa Montoro. I ragazzi di mister Giuliani entrano in campo con le idee ben chiare e dopo 9’ sono già in vantaggio. Imbucata di Rigamonti per Lorenzo Giuliani che supera in velocità il suo diretto interessato e serve a Cicetti la palla dell’1-0. Gli ospiti non riescono a reagire e, poco prima della mezz’ora, subiscono il 2-0 di Esposto in mischia. Al 35’ colpo di genio di Lorenzo Giuliani, che con un pallonetto chirurgico da metà campo sorprende Giachè fuori dai pali e fa esplodere tutto lo stadio. Passano 5’ e capitan Lenci chiude la pratica con un rigore perfetto, decretato per un fallo di mano in area ospite.

A inizio secondo tempo il Leonessa Montoro ha l’occasione per provare a riaprire la partita, ma Fanesi di testa colpisce debole fra le braccia di Lattanzi. Al 52’ Esposto firma la sua doppietta personale con uno stacco imperioso sugli sviluppi di palla inattiva. Girandola di cambi per il Corinaldo che continua a imporre il proprio gioco, sfruttando anche la superiorità numerica per l’espulsione, molto generosa, di Balestrieri. A metà ripresa arriva il gol del definitivo 6-0 di Lorenzo Giuliani con una gran volée di sinistro su sponda aerea di Tranquilli. Nel finale ci prova anche il subentrato Myftiu con un gran tiro dalla distanza, ma la sua conclusione sbatte sulla traversa. C’è poco da dire ragazzi, è un piacere vedervi affrontare le partite con questa voglia. Chapeau”.

“Partita da dimenticare – rispondono gli ospiti – per la Leonessa contro la capolista Corinaldo Calcio anche se il risultato è troppo severo per i Red Lions che hanno pagato in maniera carissima alcuni episodi. Comunque complimenti al Corinaldo, sicuramente la miglior squadra del girone, forte tecnicamente e fisicamente in ogni reparto. Player of the match oggi va al fantasista numero 10 del Corinaldo Giuliani, autore al 38′ di un gol spettacolare da quasi 40 metri, chapeau! Questo è il calcio, nel bene e nel male, nelle vittorie o nelle sconfitte, l’importante è girare pagine e testa al prossimo turno”.

Monsano 1-0 Palombina Vecchia – 89’ Mattioli

A combattere per la zona play-off ora c’è anche il Monsano. I rossoblù di Pelonara, infatti, battono 1-0 il Palombina Vecchia con un gol all’89° di Mattioli e agganciano al quinto posto l’Olimpia Ostra Vetere. I falconaresi, invece, restano ottavi a quota 18 punti.

La partita – commenta Valentino Pelonara, allenatore del Monsano – è stata molto bella, tra due squadre organizzate, con belle giocate da entrambe le parti. Nel secondo tempo siamo venuti fuori con i cambi e a livello atletico siamo stati più in palla, mentre il Palombina Vecchia ha avuto un calo notevole. Sulle palle inattive abbiamo creato le nostre occasioni e alla fine siamo riusciti a segnare”.

Olimpia Juventu Falconara 2-4 Terre del Lacrima – 35’ Ferrante (T), 43’ e 89’ Borgognoni (O), 45’ e 54’ Togni (T), 80’ Morsucci (T)

Si conferma il Terre Del Lacrima. I belvederesi di Mattia Bocchini, infatti, hanno battuto 2-4 il fanalino di coda Olimpia Juventu Falconara, ottenendo l’undicesimo risultato utile che permette loro di salire al quarto posto solitario con 25 punti. Come per il Corinaldo, l’ultima squadra a battere i biancorossi è stata l’Ostra Calcio il 7 ottobre.

Mister Mattia Bocchini

Inizia alla grande il 2024 del Terre del Lacrima – commenta la società di Belvedere Ostrense – che si impone autorevolmente per 4-2 sul campo dell’Olimpia Juventu Falconara. Risultato fin troppo stretto per gli uomini di mister Bocchini che centrano pure tre legni e sprecano diverse ghiotte chances per gonfiare la rete locale, oltre a venire fermati più volte per dei fuorigioco apparsi quantomeno dubbi. Vantaggio biancorosso con Ferrante che su punizione calciata da Togni anticipa di testa il portiere in uscita.

Immediata reazione dell’Olimpia con Borgognoni che pareggia sugli sviluppi di un calcio di punizione. Terre in vantaggio negli spogliatoi grazie alla prodezza di Togni che angola un preciso fendente dal limite dell’area trovando il primo centro con la nostra maglia.  Nella ripresa c’è l’allungo decisivo, ancora firmato da bomber Ferrante che lascia di stucco la retroguardia locale. Il neoentrato Morsucci sigilla la gara nel finale, prima di un ultimo acuto di Borgognoni che fissava il punteggio sul 2-4. Tutto invariato nelle posizioni di testa in classifica, prossimo impegno al Piccioni contro una rediviva Aurora Jesi, reduce da due successi consecutivi”

Rosora Angeli 1-1 Cupramontana – 40’ Martinelli su rigore (R), 76’ Bini (C)

Il Rosora Angeli ferma sul pari il Cupramontana dopo due vittorie consecutive. Il derby della Vallesina finisce 1-1, con la squadra di Ballini che resta al nono posto a 18 punti. I ragazzi di Gionata Moretti, al secondo risultato utile, raggiungono al 15° posto l’Olimpia Juventu Falconara a quota 8: la salvezza diretta ora dista 4 punti.

“Abbiamo affrontato un’ottima formazione – commenta il dirigente Lorenzo Quaresima del Rosora Angeli : siamo andati in vantaggio e nel momento di stallo il Cupramontana ha trovato il pareggio che sinceramente è il risultato più giusto. E’ stato importante comunque aver mosso la classifica e aver raggiunto la posizione per giocare i play-out”.

Mister Gionata Moretti

“Quella di sabato prossimo – aggiunge mister Moretti , invece, sarà una sfida impari, vedendo l’attuale classifica e vedendo il costo complessivo della rosa, soprattutto perché l’Olimpia Ostra Vetere è stato costruita per essere tra le prime tre del campionato, mentre noi siamo una neo promossa che sta accusando il cambio di categoria. Sicuramente il campo sintetico favorirà ancora di più la squadra di casa, abituata a giocare nel loro impianto”

 

Luca Ballini, allenatore del Cupramontana

Abbiamo dominato il primo tempo – spiega mister Ballini del Cupramontana -: abbiamo avuto un’occasione con Rossini ma non siamo riusciti a segnare. Il Rosora Angeli è andato in vantaggio su rigore per via di un’ingenuità: purtroppo succede. Nel secondo tempo ci sono state meno occasioni, ma la bella punizione di Bini ci ha permesso di pareggiare. A 15 minuti dalla fine ci poteva stare un rigore per noi, che non c’è stato concesso. Comunque è stata una bella prova, su un campo bagnato, dove non era facile giocare”.  

Trecastelli 0-2 Ostra Calcio – 80’ Landi, 95’ Olivi

L’Ostra Calcio si conferma come terza forza del campionato. I ragazzi di De Filippi, infatti, hanno superato 0-2 il Trecastelli, restando in scia delle capoliste a -3 punti. I biancoblù di Gallotta restano a metà classifica, con il decimo posto a 17.

L’Ostra Calcio – commenta la società ostrense – parte subito con il piede giusto nel nuovo anno, superando in trasferta la Polisportiva Trecastelli per due reti a zero. Davanti ad un pubblico di categorie superiori, la partita si disputa nella prima frazione di gioco prevalentemente nella zona centrale del campo, con le due squadre più attente a mantenere gli equilibri che a cercare la rete.

L’unica grande occasione capita sui piedi di Mattia Marchetti, che a pochi passi dalla porta avversaria, non riesce ad impattare verso lo specchio. Nella ripresa l’Ostra preme sull’acceleratore, dando subito la sensazione di poter trovare la rete. Dopo un paio di occasioni non sfruttate al l’80’, arriva la rete di Lorenzo Landi, che dal limite calcia di sinistro trafiggendo il portiere locale Bruzzesi.

Pochi minuti più tardi è Kone Mevale a fare tremare i tifosi ostrensi con un gran tiro di destro da fuori, sul quale Quagliani è miracoloso nella deviazione sulla traversa. Nei minuti di recupero, con il Trecastelli riversato all’attacco alla ricerca disperata del pareggio, arriva in contropiede la rete del definitivo 0 a 2, ad opera di Lorenzo Olivi, subentrato nella ripresa. Ottima prestazione di tutta la squadra, che sembra aver ritrovato nelle ultime partite, la brillantezza di inizio stagione. Ora testa alla prossima gara, contro la capolista Argignano”

Girone F – Treiese 3-3 Fabiani Matelica – 9’ Vrioni (F), 16’ Paciaroni (T), 62’ Patrassi (T), 67’ Francucci (T), 76’ Vrioni (F), 92’ Bartilotta (F)

La Treiese si fa rimontare dal 3-1 al 3-3 e vede allontanarsi la capolista Borgo Mogliano. I ragazzi di Tassi, nel girone F, infatti, hanno pareggiato contro il Fabiani Matelica e ora vedono il primo posto lontano 4 punti, con la Belfortese terza a -1, prossima avversaria dell’ultima d’andata.

Samuele Tassi, mister della Treiese

Il pareggio – commenta mister Samuele Tassi della Treiese – è giusto, anche se fa male nel modo in cui è arrivato. Non abbiamo gestito bene la gara: sul 3-1 era completamente finita, purtroppo l’abbiamo riaperta noi. Ne abbiamo vinte diverse di sfide all’ultimo minuto, ma questo match ci è costato due punti in extremis. In un campionato di 30 giornate ci sta un pareggio del genere. Faccio i complimenti al Fabiani Matelica, mi è piaciuta la squadra per aggressività, dato che hanno rischiato già dal primo minuto con 4 attaccanti, che venivano a prenderci alti. Andiamo avanti in tranquillità e serenità: abbiamo altre 16 partite da giocare e sappiamo qual è il nostro obiettivo. Se verrà qualcosa di più, ben venga”.

I pronostici di mister Carletti

1^ giornata: Argignano-Cupramontana X (NO, 1), Aurora Jesi-Ostra Calcio 2 (SI)

2^ giornata: Olimpia Ostra Vetere-Argignano 1 (SI), Cupramontana-Avis Arcevia X (NO, 2)

3^ giornata: Aurora Jesi-Olimpia Ostra Vetere 2 (SI), Le Torri Castelplanio-Leonessa Montoro 1 (NO, X)

4^ giornata: Serrana-Aurora Jesi 1 (SI), Monsano-Argignano 2 (SI)

5^ giornata: Aurora Jesi-Monsano X (NO, 2), Le Torri Castelplanio-Serrana 1 (SI)

6^ giornata: Avis Arcevia-Argignano X (SI), Olimpia Ostra Vetere-Olimpia Juventu Falconara 1 (NO, X)

7^ giornata: Le Torri Castelplanio-Cupramontana X (NO, 1), Ostra Calcio-Serrana 1 (NO, 2)

8^ giornata: Olimpia Ostra Vetere-Le Torri Castelplanio 1 (SI), Avis Arcevia-Corinaldo X (NO, 2)

9^ giornata: Ostra Calcio-Cupramontana 1 (SI), Serrana-Olimpia Ostra Vetere 2 (NO, X)

10^ giornata: Olimpia Ostra Vetere-Ostra Calcio 1 (NO, X), Monsano-Le Torri Castelplanio X (NO, 1)

11^ giornata: Olimpia Ostra Vetere-Cupramontana 1 (SI), Terre del Lacrima-Trecastelli 1 (SI)

12^ giornata: Cupramontana-Serrana 1 (SI), Argignano-Terre del Lacrima X (SI)

13^ giornata: Ostra Calcio-Avis Arcevia 1 (SI), Terre del Lacrima-Corinaldo X (SI)

14^ giornata: Argignano-Serrana 1 (SI), Avis Arcevia-Olimpia Ostra Vetere (sospesa)

Totale provvisorio: 16/27

Classifiche e marcatori

Girone C

CLASSIFICACorinaldo 30, Argignano 30, Ostra Calcio 27, Terre del Lacrina 25, Olimpia Ostra Vetere 22*, Monsano 22, Avis Arcevia 21*, Palombina Vecchia 19, Cupramontana 18, Trecastelli 17, Le Torri Castelplanio 16, Serrana 15, Leonessa Montoro 12, Aurora Jesi 12, Olimpia Juventus Falconara 8, Rosora Angeli 8

MARCATORI10 gol: Giuliani (Corinaldo); 9 gol: Ferrante (Terre del Lacrima); 8 gol: Cammarino (Aurora Jesi), Cavaliere (Olimpia Ostra Vetere) e Donzelli (Palombina Vecchia); 7 gol: Lenci (Corinaldo) e Grossi (Trecastelli).

Girone F

CLASSIFICABorgo Mogliano Madal 36, Treiese 32, Belfortese 31, Pievebovigliana 24, Ripe San Ginesio 21, MR Pioraco 20, Vis Gualdo 19, Palombese 19, Sefrense 17, San Marco Petriolo 15, Fabiani Matelica 14, Camerino Castelraimondo 13, Pennese 13, Sarnano 10*, Lorese 10, Abbadiense 8*

MARCATORI12 gol: Santoni (Pievebovigliana); 10 gol: Fiecconi (Belfortese); 9 gol: Di Francesco (Belfortese), Okere (Borgo Mogliano) e Vrioni (Fabiani Matelica); 8 gol: Francucci (Treiese); 7 gol: Boe (Ripe San Ginesio), Acciarresi (San Marco Petriolo) e Cesari (Camerino Castelraimondo)

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement
Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory