Connect with us

Calcio

Calcio / Prima Categoria, il racconto della 20^ giornata dei gironi B e C

La Filottranese vince a Loreto, alla Castelfrettese basta un gol con il Castelbellino, mentre per evitare i play-out 7 squadre in 3 punti; l’Appignanese riapre la lotta promozione, pari deludente per la Cingolana SF

VALLESINA, 21 febbraio 2022 – Non ha deluso le aspettative la 20^ giornata dei gironi B e C di Prima Categoria che si è disputata sabato scorso, 18 febbraio.

Nel girone B, la capolista Filottranese vince a Loreto con una rimonta tennistica e mantiene il +4 di vantaggio dalla Castelfrettese, che a sua volta ha battuto di corto muso il Castelbellino quarto. Scivola a -6 il Sassoferrato Genga, fermato sul pari in extremis dal Borgo Minonna. Si rilancia il Montemarciano, battendo nettamente la sorpresa del girone Chiaravalle sesta.

Dal settimo posto al 13°, inoltre, ci sono ben 7 squadre in appena tre punti, in lotta per evitare l’unico posto play-out attualmente previsto, per via dei 19 punti di distacco tra la dodicesima e la quindicesima casella. Il Villa Musone cede in casa della Real Cameranese e cambia allenatore, sostituendo Agushi con Luca Monaldi.

Nel girone C, l’Appignanese batte il PortoRecanati e torna ad insidiare le prime due della classe, mentre una Cingolana SF senza acuti trova solo un pari contro il Cska Corridonia e resta invischiata in zona play-out. Andiamo a scoprire quello che è successo, partendo dal raggruppamento maceratese.

Prima Categoria

Girone C – Cingolana SF 0-0 Cska Corridonia

La Cingolana San Francesco non va oltre lo 0-0 allo “Spivach” contro il fanalino di coda Cska Corridonia. Gli ospiti, a dire la verità, avrebbero anche meritato la vittoria per quanto visto nei primi 45 minuti, al cospetto di una squadra, quella di Ballini, apparsa stanca, senza idee e senza cattiveria agonistica, fornendo la peggior prestazione stagionale tra le mura amiche.

Primo tempo

I biancorossi iniziano il match con una conclusione da fuori di Tittarelli, che non centra lo specchio. Poi, ecco il monologo della squadra di Fede. Al 4’ Di Modica si fa ipnotizzare da Emiliani da ottima posizione, poi due minuti più tardi Fioravanti spara a lato su un’altra respinta del portiere cingolano sul tiro ancora di Di Modica. Il Cska ci prova in contropiede all’11’: la palla arriva sulla destra a Salvucci in area, la sfera finisce sul fondo.

Tre minuti più tardi Giuli si invola tutto solo e prova il pallonetto davanti a Emiliani, il capitano cingolano di giornata respinge, sugli sviluppi dell’azione Compagnucci non trova lo specchio. La Cingolana SF si fa vedere al 17’, quando il solito Tittarelli ci prova da punizione, Ripani afferra la sfera in due tempi.

Gli ospiti insistono: Giuli si libera di tre difensori e calcia, sfera fuori, poi Fratoni salva in scivolata sull’uscita fuori tempo di Emiliani su un attaccante ospite. Sul corner successivo, Salvucci di testa spedisce il pallone a lato di un nulla. Al 30’ è ancora Cska, con il bel tiro al volo di Di Modica, afferrato senza troppi patemi da Emiliani. I biancorossi si fanno vedere solo da punizione, ma Tittarelli non trova lo specchio.

Secondo tempo

Nella ripresa gli ospiti decidono di difendersi e mantere il prezioso pareggio, mentre gli attacchi dei locali sono confusionari e privi di inventiva. Una ghiotta occasione, però, arriva sui piedi di Agosto al 72’: l’attaccante osimano sfrutta l’errore in fase di impostazione degli ospiti, controlla e prova un’improbabile palombella dai 20 metri, per Ripani è un gioco da ragazzi raccogliere la sfera. In extremis un contropiede ospite fa venire i brividi ai tifosi di casa, ma per l’ottimo arbitro Irene Tirri di Macerata l’attaccante del Cska era partito in posizione irregolare. Non è bastato, dunque, il supporto incessante dei ragazzi della Curva Pini per conquistare 3 punti che potevano portare Tomassoni e compagni fuori dai play-out.

Dopo la bella vittoria nel recupero contro il Caldarola, la Cingolana SF non riesce a superare il fanalino di coda Cska Corridonia, che a Cingoli ha dimostrato di non meritare l’ultima casella della classifica. I biancorossi hanno fornito la peggiore prova stagionale: persino contro il Camerino due giornate fa, seppur avendo perso 0-3, la squadra di Ballini aveva comunque provato a reagire dopo gli schiaffi camerti. Sabato, invece, i cingolani sono apparsi scarichi e senza idee, nonostante anche i corridoniensi avessero giocato in settimana il recupero contro il Sarnano.

I rimpianti aumentano, inoltre, se si considera che le rivali per la salvezza Elfa Tolentino, Montecosaro e Caldarola hanno vinto e si sono portate a +4 dalla Cingolana SF. Volendo vedere il bicchiere mezzo pieno, la Vigor Montecosaro ha perso contro la Folgore Castelraimondo, quindi i biancorossi hanno accorciato di un punto rispetto all’11° posto che eviterebbe i play-out. Nella prossima giornata, la sfida contro l’Esanatoglia di mister Ortolani, tredicesima a 19, due punti in meno rispetto alla banda di Ballini, è un crocevia da non fallire.

Appignanese 2-0 PortoRecanati  – 71’ Selita, 87’ Tarquini

L’Appignanese (foto di copertina) vince contro il PortoRecanati e vede la vetta a 6 punti. I ragazzi di Cicarè approfittano del ko del Camerino a Montecosaro e del pari tra Settempeda ed Elpidiense Cascinare per rientrare nella lotta per la vittoria finale del girone B di Prima Categoria. E’ il sesto risultato utile per la squadra di Appignano.

Decidono due gol nella ripresa di Selita al 71’ e del solito Tarquini a tre minuti dalla fine. Per i biancoazzurri, a 10 giornate dalla fine, l’aggancio alla vetta non è più un miraggio: decisive soprattutto le sfide dell’11 marzo contro il Camerino e del 18 marzo contro l’Elpidiense Cascinare, tra la 23^ e la 24^ giornata.

Girone B  –Real Cameranese 1-0 Villa Musone – 61’ Defendi

La Real Cameranese vince 1-0 contro il Villa Musone e condanna all’esonero il mister avversario Gentin Agushi. La squadra di Pantalone, infatti, ottiene la seconda vittoria di fila nei due scontri diretti e aggancia la decima posizione in classifica. La società giallonera, alla terza sconfitta in quattro partite, ha deciso di sostituire Agushi con il portorecanatese Luca Monaldi, classe 1974 ex United Loreto, Union Picena e Monteluponese.

La partita è stata comunque equilibrata e nel primo tempo i “villains” avevano avuto una leggera predominanza di gioco. I locali nella ripresa, però, riescono a colpire con Defendi, bravo a concretizzare nel 61’ un contropiede fulmineo. Il Villa Musone ha provato l’assalto nel finale, ma Fatone ha chiuso la saracinesca della porta, consegnando tre punti d’oro ai rossoneri. I gialloneri erano rimasti in 10 per l’espulsione di Razgui per doppia ammonizione e, dopo il fischio finale, anche il portiere ospite Cingolani è stato espulso per proteste.

La Real Cameranese

 “Vincere: voce del verbo essere gruppo! – esultano da Camerano – La Real Cameranese conquista il secondo successo consecutivo. Ancora 1-0, come a Collemarino, ancora in uno scontro salvezza con una diretta concorrente, ma questa volta davanti al proprio meraviglioso pubblico. I rossoneri hanno la meglio di un Villa Musone tenace, ordinato e mai domo. Perché non c’è nulla di scontato in questo campionato ma possiamo dire, anzi urlare, che i rossoneri vantano un gruppo meraviglioso. I tre punti conquistati significano ossigeno, ci consentono di salutare temporaneamente la zona playout, ora distante due lunghezze. Vietato rallentare: testa alla trasferta di Staffolo!”.

Un generoso Villa Musone – risponde il club ospite – si deve arrendere alla Real Cameranese nella sfida salvezza. I gialloblu, al termine di un match interpretato bene, vengono beffati dai padroni di casa che confermano il loro buon momento di forma. Per i villains, complici anche alcune assenze importanti, non è bastata una prova generosa per ribaltare il trend esterno poco fortunato”. Il Villa Musone ha deciso, così, di sollevare dall’incarico Agushi, per affidare la panchina a Monaldi: il portorecanatese ripartirà dal 14° posto a 19 punti, a -7 dalla salvezza diretta.

 

Castelfrettese 1-0 Castelbellino – 12’ Parasecoli

Arriva la seconda vittoria consecutiva per la Castelfrettese, ora seconda da sola dietro alla Filottranese. I ragazzi di Bugari battono con il minimo scarto un mai domo Castelbellino e allungano la striscia di risultati utili di fila a quota 10.

Primo tempo

I locali trovano il vantaggio dopo appena 12 minuti con una bellissima azione corale. Sugli sviluppi di una punizione, Paniconi vede tutto solo sulla sinistra in area Beta, che di prima prolunga in mezzo per Parasecoli, il tocco rasoterra al volo da due passi batte Pettinelli. La reazione orange è affidata a Stamate, il cui tiro da fuori, però, finisce abbondantemente sopra la traversa. Al 19’ Sollitto devia sul tiro da fuori di Monno, propiziato dall’incursione in velocità di Onourah. Passano cinque minuti e la punizione di Marchi non centra lo specchio, poi Sollitto anticipa Stamate in area. Il portiere della Castelfrettese ci arriva ancora su Stamate in due tempi al 37’.

La Castefrettese scesa in campo contro il Castelbellino

Sul ribaltamento di fronte, Beta riceve palla al limite dopo una serie di rimpalli e tira, Pettinelli devia in corner con un grande intervento. Sul finale, Paniconi prolunga in area per Mazzarini, che non riesce a controllare bene il pallone, consegnandolo al portiere ospite.

Secondo tempo

A inizio ripresa, la Castelfrettese sfiora ancora il raddoppio al 50’: Paniconi in incursione serve Beta sulla sinistra, il tiro dell’attaccante è alto di qualche metro sopra la traversa. Il Castelbellino non molla, ma i locali sono attenti in difesa. Al 58’ Musumeci dalla sinistra crossa verso Corinaldesi, che di testa non centra lo specchio.

L’occasione più ghiotta è su schema di calcio di punizione al 69’: Onuorah al volo libera Ledesma tutto solo da due passi, la sfera finisce incredibilmente alle stelle. Anche il diagonale di sinistro di Marchi non trova la porta. La difesa locale riesce ad arginare il forcing finale degli orange, così i “Frogs” conquistano i tre punti. Il Castelbellino resta in zona play-off, rimanendo al quarto posto con 32 punti, venendo agganciato dal Borgo Minonna.

Il match è stato difficile – ha commentato l’allenatore dei biancorossi, Yuri Bugari -: abbiamo disputato un’ottima partita, a livello difensivo e di compattezza. Abbiamo preparato la sfida in questo modo e i ragazzi sono stati impeccabili. Abbiamo concesso al Castelbellino il possesso palla, ma quando gli avversari arrivavano al cross noi eravamo sempre messi bene e non ci hanno creato grossi grattacapi”.

Luca Monaldi, nuovo allenatore del Villa Musone

E’ stata una partita molto bella – risponde il mister ospite, Simone Ricci -. Siamo andati in svantaggio per via di un episodio, ma la squadra ha avuto una reazione importante, con diverse occasioni per pareggiare. Abbiamo perso, ma sono molto contento della prestazione: abbiamo tenuto bene palla, abbiamo fornito tanti cross agli attaccanti ma siamo mancati nella finalizzazione”.

Labor 0-2 Castelleonese – 72’ Mattioni, 78’ Toderi

La Castelleonese impone la prima sconfitta del 2023 alla Labor. Due gol nella ripresa, infatti, fanno cadere la squadra di Tizzoni in casa dopo sette risultati utili consecutivi. I pesaresi di Gasparoni, invece, ottengono il secondo risultato utile in fila e agganciano al settimo posto proprio la compagine di Santa Maria Nuova e lo Staffolo a quota 27.

Eppure i locali avevano dominato la prima frazione dal punto di vista del possesso, anche se l’unica occasione non è stata sfruttata da Vincioni. Nell’equilibrata ripresa, la Castelleonese trova i due colpi decisivi tra il 72’ e il 78’. Mattioni sfrutta un rimpallo in seguito ad una mischia e segna lo 0-1, poi Giudici mette in area per Toderi che realizza lo 0-2: entrambi i giocatori sono subentrati nel corso dei secondi 45 di gioco.

La Castelleonese – spiega il ds della Labor, Loris Gasparriha meritato la vittoria: senza fare molto per aggiudicarsi la sfida, si aggiudica 3 punti importanti, da squadra pratica, esperta e attenta in difesa. Per noi, invece, è un passo indietro rispetto ai 7 risultati utili. Non abbiamo demeritato, ma non siamo riusciti a creare occasioni per pareggiare o vincere”.

Loreto 2-6 Filottranese – 10’ Pigliacampo (L), 16’ autogol Sbaffone (F), 35’ Maccioni su rigore (F), 38’ Perna (F), 42’ Maccioni (F), 45’ + 1’ Perna (F), 71’ Piccini (L), 82’ Paialunga (F)

Il Loreto sogna il colpaccio contro la capolista Filottranese nei primi 15 minuti, poi deve arrendersi alla straripante potenza offensiva dei giocatori ospiti. La squadra di Malavenda vince il secondo “set” per 2-6 (dopo il 5-0 del San Giobbe) e mantiene il +4 sulla Castelfrettese seconda, allungando a +6 sul Sassoferrato Genga terzo.

Primo tempo 

La formazione di Poggi, infatti, era passata in vantaggio al 10’ e per mezz’ora ha tenuto testa alla corazzata di Filottrano. Sbaffone lancia in contropiede Pigliacampo, il quale, solo davanti a Palmieri, lo supera con un delizioso pallonetto. Sei minuti dopo, il pareggio ospite: Perna batte un calcio di punizione verso l’area di rigore, Corneli con una zampata anticipa gli avversari e trova le gambe dell’incolpevole Sbaffone, con l’autorete che vale l’1-1.

Lorenzo Maccioni, attaccante della Filottranese, attuale capocannoniere del girone B di Prima Categoria

Il Loreto tiene fino alla mezzora, quando inizia lo show della Filottranese. Siamo al 35’ quando Massucci viene atterrato in area da Pedol: è calcio di rigore e dal dischetto il capocannoniere Lorenzo Maccioni segna l’1-2. Passano tre minuti ed ecco l’1-3: il corner preciso di Maresca trova la testa di Perna, Pedol non può nulla.

Gli ospiti non si fermano: al 42’ Maccioni segna la doppietta personale (18 reti stagionali per lui) con un colpo di testa ad anticipare la saracinesca ospite, mentre fa il bis nel recupero anche Perna, ancora con un’incornata sugli sviluppi di un corner. Il primo tempo finisce così 1-5.

Secondo tempo

Nella ripresa, la capolista si limita a gestire il grande vantaggio fino al 71’. Qui, infatti, il Loreto ha un colpo d’orgoglio, con il gol del 2-5 di Piccini dopo l’iniziativa personale di Pigliacampo. A questo punto la Filottranese non si accontenta delle tre reti di vantaggio e, a 4 minuti dalla fine, trova il sesto sigillo con la marcatura di Paialunga di rapina dopo la respinta di Pedol. Allo scadere, Palmieri nega per due volte a Mobili la terza rete del Loreto.

Mattia Perna

I lauretani restano ultimi con 6 punti. La salvezza diretta è lontana 20 lunghezze, i play-out 13: in 10 giornate tutto è ancora possibile, ma sembra improbabile una rimonta a questo punto della stagione. “Il testa-coda – spiegano dalla società stellata – ha dimostrato la caratura diverse delle due squadre in mezzo al campo, ma soprattutto la differenza di mentalità. La Filottranese continua la sua cavalcata verso la promozione, menzioni per le doppiette di Maccioni e del loretano Perna. Per il Loreto, passando le giornate, si affievoliscono sempre più le speranze di agguantare la salvezza attraverso i play-out”.

È stata una vittoria schiacciante – spiegano da Filottrano -, contro i locali reduci da un buon inizio del girone di ritorno. I lauretani erano passati in vantaggio, ma non sono riusciti a mantenere il risultato, lasciando campo libero agli ospiti di chiudere il match già nel primo tempo”.

MonSerra 1-1 Staffolo – 32’ Sassaroli (S), 76’ Gnahe (M)

Si dividono un punto a testa MonSerra e Staffolo. I giallorossi di Pasquini strappano il terzo pareggio per 1-1 in quattro partite, mentre i biancorossi di Pietrelli tornano a far punti dopo il poker rifilato dalla Filottranese.

Gli ospiti passano in vantaggio alla mezz’ora. Un difensore locale respinge sui piedi di Sassaroli da posizione laterale, l’attaccante ex Jesina si coordina e di prima ha trova l’incrocio, scaraventando il pallone in rete verso il secondo palo. Il pareggio locale, invece, arriva al 76’: ci pensa Gnahe ha trovare la zampata dell’1-1, sfruttando anche una deviazione sfortunata degli staffolani. Le due squadre restano divise da un solo punto, in piena lotta per evitare i play-out, con lo Staffolo settimo a 27 punti e il Monserra decimo a 26.

Lo Staffolo sceso in campo in casa del MonSerra

Non riesce a ritrovare la vittoria – spiegano da Montecarotto e Serra dei Conti – il MonSerra, che non va oltre l’1-1 contro un buon Staffolo. Al vantaggio di Sassaroli ha risposto Gnahe, all’esordio assoluto in prima squadra. Testa a sabato prossimo, quando faremo visita al Chiaravalle, diretta rivale nella corsa alla salvezza diretta”.

“La partitaspiega l’attaccante giallorosso Marco Sassaroli – è stata molto combattuta e gli episodi hanno fatto la differenza. Alla fine il pareggio credo che sia un risultato giusto per quello che si è visto in campo. Veniamo da un periodo un po’ difficile, ma nel calcio questi momenti purtroppo ci sono e fanno parte del gioco. Abbiamo tutte le carte in regola per finire la stagione in crescendo. Per quanto riguarda il goal, sono molto contento ovviamente, finalmente ora mi sento bene fisicamente e vorrei aiutare la squadra a fare bene. Per me viene sempre prima il gruppo che il singolo”.

Montemarciano 3-0 Chiaravalle – 7’ Passeggio, 66’ Gramazio, 92’ Gorini

Torna alla vittoria il Montemarciano, con un 3-0 convincente contro la sorpresa del campionato Chiaravalle. La squadra di Caccia torna a -2 dalla salvezza diretta, mentre i Grigioneri di Onorato restano a -1 dai play-off, a +5 dagli spareggi retrocessione.

I locali trovano l’1-0 al 7’, con uno tiro al volo da cineteca di Passeggio dal limite dell’area. La reazione dei Grigioneri arriva al 25’, con la conclusione volante di Papili murata dalla difesa. A tre minuti dalla fine del primo tempo, Passeggio ruba palla al portiere Cecchini e prova a depositare la palla in rete, Rossolini salva sulla linea mandando il pallone sul palo.

Gramazio (Montemarciano)

Il Chiaravalle non molla e ad inizio ripresa prova ad agguantare il pari, ma il Montemarciano piazza la fuga decisiva. Fabrizzi salva sulla conclusione in area di Rocchetti al 54’. Dall’altra parte, i locali trovano il bis. Dopo l’occasione fallita da Gramazio servito in profondità, quest’ultimo approfitta di un retropassaggio calibrato male da un difensore ospite per Cecchini, pressa il portiere, ruba palla e fa 2-0. Ancora Fabrizzi evita il 2-1 sui tentativi di Papili e Sposito.

In extremis, il 3-0 del “Monte”: Stefanini recupera palla e lancia il contrattacco locale, Gramazio arriva davanti a Cecchini e, anzi di tirare, serve Gorini che deve solo appoggiare in rete.

Come da tradizione – commenta la società di casa – è stata una partita giocata con un alto tasso di agonismo. Ottima prova di tutti i ragazzi di Mister Caccia, che hanno fortemente voluto ed ampiamente meritato questa vittoria”. “Brutto passo falso – risponde il Chiaravalle – dei grigioneri, che dopo tre vittorie consecutive cadono a Montemarciano con un passivo forse troppo eccessivo. L’importante è reagire subito!”.

Sampaolese 3-2 Colle 2006 –14’ Consolazio (C), 26 Paialunga (S), 45’ Consolazio (C), 62’ autogol Cesaroni (S), 77’ Fioranelli (S)

La Sampaolese torna a vincere dopo 7 giornate, ma deve sudare le sette fatiche di Ercole per battere un Colle 2006 che non vuole mollare, nonostante una classifica che lascia poco spazio all’interpretazione. La squadra di Togni vince 3-2 in casa contro i dorici di Moschini e resta, al momento, fuori dai play-out, per via dei 19 punti di distacco proprio dagli anconetani.

Il Colle 2006 era passato in vantaggio al quarto d’ora con Consolazio. Dopo il pareggio di Riccardo Paialunga con un gran tiro al volo da fuori area, ancora Consolazio segna l’1-2 con cui si chiude il primo tempo.

Nella ripresa, uno sfortunato autogol di Cesaroni riporta in parità la sfida. A 13 minuti dalla fine, ci pensa Fioranelli a segnare la rete del definitivo 3-2, in un match terminato dopo ben 7 minuti di recupero.

Dopo 7 turni senza vittorie – scrivono dalla società di San Paolo di Jesi -, i ragazzi di Togni riassaporano il gusto della vittoria! Prima vittoria del 2023 in un incontro delicato per la lotta play out, che la Sampaolese fa suo, dopo 97’ intensi e vibranti. Tre importanti che permettono di preparare la trasferta di domenica prossima, nella tana della capolista Filottranese”. “È stata una partita – spiegano dal Colle 2006 – giocata con il cuore ed il coraggio che ci contraddistinguono. Il risultato purtroppo non ci fa onore, ma noi stringiamo i denti, non ci arrendiamo e dimostreremo quanto valiamo. Insisti, resisti e conquista”.

Sassoferrato Genga 1-1 Borgo Minonna – 52’ Carboni su rigore (S), 87’ Spinelli (B)

Il Borgo Minonna esce da Sassoferrato con un punto d’oro. I ragazzi di Luchetta trovano l’undicesimo pareggio stagionale a tre minuti dal 90’, con il decisivo 1-1 firmato Spinelli. Il Sassoferrato Genga, dopo la sconfitta di Chiaravalle, è scivolato dal -1 al -6 in classifica dalla Filottranese in sole due giornate.

Eppure, il match si era messo nei binari giusti per la squadra di Franceschelli. Dopo un primo tempo terminato sullo 0-0 e condizionato dal forte vento, l’1-0 arriva al 52’: Cossa dalla trequarti si inserisce in area, dribbla un difensore rossoblù e viene atterrato proprio mentre sta per calciare; dal dischetto del rigore si presenta Carboni, che spiazza Morresi e realizza l’11° gol stagionale.

Marco Carboni (Sassoferrato Genga)

Il SassoGenga sfiora il 2-0, con Ricci che manca l’aggancio al pallone sull’assist di Arcangeli. Il Borgo Minonna non molla e trova il pari al minuto numero 87. Sugli sviluppi di un piazzato dalla trequarti, Spinelli si mette il pallone a terra e batte Buriani per l’1-1. Allo scadere, un super Morresi in uscita salva su una pericolosa azione personale in area di Ricci.

Il Sassoferrato Genga – commenta la società di casa – non va oltre il pareggio al cospetto di un Borgo Minonna che dimostra di poter stare nelle zone nobili della classifica. Il match è stato giocato ad alti ritmi, con il rammarico per i locali di non aver chiuso il match prima del pareggio ospite”. Con questo pari, i rossoblù di Jesi agganciano al quarto posto il Castelbellino a 32 punti.

I pronostici di mister Carletti

Castelfrettese-Castelbellino – pronostico 1 – risultato 1

Labor-Castelleonese – pronostico 1 – risultato 2

Loreto-Filottranese – pronostico 2 – risultato 2

MonSerra-Staffolo – pronostico X – risultato X

Montemarciano-Chiaravalle – pronostico X – risultato 1

Real Cameranese-Villa Musone – pronostico X – risultato 1

Sampaolese-Colle 2006 – pronostico 1 – risultato 1

Sassoferrato Genga-Borgo Minonna – pronostico 1 – risultato X

Girone C – Cingolana SF-Cska Corridonia – pronostico 1 – risultato X

Girone C – Appignanese-PortoRecanati – pronostico 1 – risultato 1

Totale di giornata: 5/10 – Totale complessivo provvisorio: 68/134

Classifiche e Marcatori

Prima Categoria – Girone B

CLASSIFICAFilottranese 43, Castelfrettese 39, Sassoferrato Genga 37, Castelbellino 32, Borgo Minonna 32, Chiaravalle 31, Labor 27, Staffolo 27, Casteleonese 27, MonSerra 26, Sampaolese 26, Real Cameranese 26, Montemarciano 24, Villa Musone 19, Colle 2006 7, Loreto 6

MARCATORI18 gol: Maccioni (Filottranese); 11 gol: Brega (MonSerra) e Carboni (Sassoferrato Genga); 10 gol: Passeri (Sassoferrato Genga) e Beta (Castelfrettese); 9 gol: Bassotti (Labor) e Ricci (Sassoferrato Genga); 8 gol: Massucci (Filottranese) e Grassi (Filottranese); 7 gol: Rocchi (Castelfrettese), Vincioni (Labor), Onuorah (Castelbellino) e Parasecoli (Castelfrettese); 6 gol: Cola (Real Cameranese), Corinaldesi (Castelbellino), Massei (Staffolo), Marchionne (Real Cameranese), Ledesma (Castelbellino), Giudici (Castelleonese), Piermattei E. (Sassoferrato Genga) e Ferrante (Borgo Minonna).

Prima Categoria – Girone C

CLASSIFICA – Camerino 48, Elpidiense Cascinare 47, Appignanese 42, Settempeda 38,  Folgore Castelraimondo 31, Porto Recanati 29, Urbis Salvia 25, Elfa Tolentino 25, Caldarola 25, Elfa Tolentino 25, Montemilone Pollenza 23*, Vigor Montecosaro 22, Cingolana SF 21, Esanatoglia 18*, Montecosaro 17, Sarnano 13, Cska Corridonia 13

MARCATORI13 gol: Castellano (Elpidiense Cascinare); 10 gol: Capenti (Settempeda) e Storani (Elfa Tolentino); 9 gol: Tarquini (Appignanese); 8 gol: Buresta (Caldarola), Mannucci (Appignanese), Duca (Camerino), Pietrella (Urbis Salvia).

Marcatori Cingolana SF – 4 gol: Agosto; 3 gol: Zitti; 1 gol: Ciattaglia, Ippoliti, Mossotti, Tomassoni, Bufarini, Michele S., Fratoni, Santini, Marchegiani.

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement
Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory