Connect with us

Calcio

CALCIO / Le prime impressioni sui gironi direttamente dai protagonisti

Abbiamo raccolto il parere di allenatori e dirigenti quali Ortolani, Topa, Latini, Cotichella, Massaccesi, Appolloni, Luchetta

VALLESINA, 24 settembre 2020 – Il 25 ottobre si riparte anche con il calcio di Promozione, Prima e Seconda Categoria. Sul numero dei gironi di Promozione e di Prima Categoria, tutto confermato.

La loro composizione invece vede delle novità sostanziali.

Abbiamo raccolto il parere degli addetti ai lavori.

Angelo Ortolani (Cupramontana, prima categoria): “Una novità la composizione del nostro raggruppamento. Un girone tosto dove sono state messe insieme club che ricordano il mio passato insieme al presente. Conosco molto bene le avversarie Camerino, Fiuminata, Pioraco, Fabiani Matelica e le altre. Ci sarà da impegnarsi a fondo e giocare al meglio gara dopo gara. Il Cupramontana farà la propria parte con impegno e serietà”.

Angelo Ortolani all. Cupramontana

Federico Topa (Moie Vallesina, promozione):  “Credo che al momento i gironi ridotti fossero l’unica alternativa, visto che inizieremo più tardi e i contrattempi sono sempre dietro l’angolo. Sinceramente mi ero molto arrabbiato quando anche la Promozione era stata prevista a 18! È evidente che in Eccellenza molte squadre si allenano al pomeriggio e non è un problema per loro avere in calendario qualche infrasettimanale! Molte squadre di categoria inferiore si erano preoccupate per loro a livello logistico. Ma è evidente che a qualcuno invece andava bene così! Chiaramente il girone a 12 è un torneo strano, con molte incognite perché le partite non sono tante e il margine di errore è ridotto. Però non potevano decidere diversamente, a questo punto. Sono contento che abbiano previsto la possibilità di fare play-off e play-out! Se tutto dovesse andare liscio il campionato regolare finirà ad Aprile e, a quel punto, non farli non avrebbe avuto senso! Se invece ci saranno problemi, basterà eliminarli come è stato eliminato il finale della passata stagione. Certo che la decisione di stabilire in seguito le modalità potrebbe dare adito a una marea di discussioni, quindi spero che facciano sapere qualcosa prima dell’inizio dei campionati”.

Federico Topa, diesse Moie Vallesina

Urbano Cotichella (Sampaolese, prima categoria): “Era quello che ci aspettavamo. Le squadre dell’alto maceratese sono una novità. Una squadra vale l’altra, ben vengano Matelica, Fiuminata, Camerino. Assaggeremo un lato diverso della categoria. Siamo pronti ad affrontare tutti. Le difficoltà saranno le trasferte. Avremo di certo qualche problemino, organizzativo, logistico ed economico ma affronteremo anche quello”.

Urbano Cotichella dirigente Sampaolese

Diego Massaccesi (Le Torri Castelplanio): “Girone di ferro, molto difficile e complicato. Trasferte impegnative contro squadre che conosciamo relativamente poco. Per noi l’obiettivo è la salvezza da ottenere il prima possibile. Siamo una squadra giocane che ha bisogno di entusiasmo e voglia di fare. Dovremo mettere sempre qualcosa in più. Quello che conta è la gioia di poter tornare a giocare, correre, sudare, soffrire. La speranza è che si possa giocare con continuità senza interruzioni”.

Massaccesi Diego all. Le Torri Castelplanio

Giorgio Latini (Sampaolese, prima categoria): “Più o meno quello che ci aspettavamo stando a qualche ipotesi da qualcuno avanzata. Squadre nuove che conosciamo poco ma per questo sempre stimolante. Campionato avvincente, bello da scoprire, per certi versi interessante”.

Giorgio Latini all. Sampaolese

Cristian Appolloni (Sassoferrato, promozione): “Finalmente dopo tanto tempo siamo consapevoli di quando inizieremo. Non ci sono sorprese, pensavamo di essere collocati in questo girone contro avversarie dell’alto pesarese. Sarà un bel campionato, mi sembra equilibrato, con campi dove si giocherà a pallone. Noi potremo dire la nostra e fare un buon campionato. Un girone a 12 squadre è particolare e lo si vivrà in modo diverso. Importantissimo sarà l’approccio dove i veri valori usciranno subito. La forbice tra la zona play out e play off sarà molto stretta. Non vedo nè squadre materasso nè squadre che possono ammazzare sin da subito il campionato”.

Cristian Appolloni direttore generale Sassoferrato Genga

Cristiano Luchetta (Borgo Minonna, prima categoria): “E’ per noi una novità andare ad affrontare avversarie che hanno sempre militato nel girone C ma che conosco bene per via del mio passato sia da giocatore che da allenatore. Cercheremo di affrontare nella giusta maniera campi notoriamente caldi. Cercheremo di fare il nostro meglio. Con l’incognita dei play off e play out sarà un campionato particolare perchè si dovrà cercare di restare aggrappati alle squadre di testa per chi vuole salire di categoria e lontano dalle ultime tre sarà la cosa più semplice per chi vuol salvarsi. Poi se strada facendo usciranno le regole definitive per promozione e salvezza ne prenderemo atto. Siamo positivi, campi nuovi, ci adegueremo umilmente alla situazione”.

Cristiano Luchetta all. Borgo Minonna

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio