Connect with us

Calcio

Eccellenza / La Jesina retrocede in Promozione, è il punto più basso della sua storia

La solita Jesina inconcludente in avanti e leggerissima in difesa, cede nei supplementari al Monturano. A segno Moretti e Islami. Chiariotti: «Colpa esclusivamente mia»

12 maggio 2024 – Jesina e Monturano Campiglione si incontrano al “Carotti” per la gara di Play-Out, coda del campionato di Eccellenza, con i leoncelli a giocare in casa per la miglior posizione in classifica conseguita nella regular season.

Squadre ampiamente rimaneggiate, con la Jesina orfana di Trudo, in panchina solo per onor di firma, e Cordella infortunati, oltre a Baah Donkor squalificato. Ospiti privi di 7 elementi.

Dopo una prima fase di studio, Jesina vicinissima al gol all’11’ con una punizione di Zandri dal limite, deviato in angolo da Fall.

Al 17’ su calcio d’angolo, Re la rimette in mezzo, ma Fall blocca la sfera senza problemi.

Al 24’, ci provano gli ospiti con Finucci che sugli sviluppi di un calcio d’angolo spara alto.

Al 40’ ci prova Frinconi, ma la su conclusione finisce a lato.

Primo tempo che termina con un nulla di fatto, con la Jesina che prova a fare la partita, trovando le solite difficoltà in avanti, ed ospiti che si affacciano di tanto in tanto in attacco.

Al 58’ punizione dal limite di Belkaid, ma la palla va a sbattere sulla barriera e termina in angolo. Sugli sviluppi del corner, nulla di fatto.

Al 64’ ciabattata di Kouentchi che Fall blocca senza problemi.

Al 68’ Zagaglia conclude male di testa su calcio d’angolo.

All’80’ Chacana si invola sulla fascia, ma spreca tutto calciando verso il portiere da posizione angolatissima, senza impensierire Fall.

All’84’ Nazzarelli ben lanciato, con Fall in uscita non ne approfitta calciando addosso al portiere in uscita disperata.

All’87’ ci prova Zandri da fuori, ma la palla termina alta.

Secondo tempo che termina come il primo, con lo stesso identico copione.

Al 111’ passano in vantaggio gli ospiti con Moretti che in area jesina dopo un batti e ribatti, e una difesa leoncella come sempre incerta, batte Pistola.

Jesina che si porta in avanti e con Chacana sfiora la rete con un bel tiro a giro.

Saltano i schemi con le squadre che continuano ad attaccare ognuna per i propri obiettivi.

Monturano che raddoppia al 115’ con Islami che anticipa tutti in area con la difesa leoncella ancora una volta a guardare.

La Jesina prova a gettarsi in avanti ma ormai non ne ha più, con l’arbitro che sancisce la fine delle ostilità ed una retrocessione sanguinosa.

Merito comunque al Monturano Campiglione e a mister Cuccù di aver fatto una gara attenta ed aver colpito la Jesina nel momento giusto, portando a casa una salvezza quasi insperata alla vigilia.

Una curva che non retrocede

Finisce così nel peggiore dei modi, con la Jesina che retrocede in Promozione dopo ben 45 anni, alla fine del più brutto campionato della sua storia. I dati sono impietosi, soli 5 punti nel ritorno, con ben 8 sconfitte consecutive e ben 7 gare senza segnare reti.

Unica magra consolazione, la fine di questo scempio, anche se terminato con una vergognosa retrocessione.

Gara dopo gara, son venuti fuori tutti i nodi al pettine di una squadra data già dagli addetti ai lavori, in estate, di quarta fascia, non rinforzata e letteralmente scoppiata nel ritorno.

La Jesina, la sua storia e la sua tifoseria, encomiabile anche oggi per l’ennesima volta, non meritavano tutto questo. A fine gara, la contestazione, l’ennesima ormai.

Per la Jesina parla solo il Presidente Giancarlo Chiariotti: «La colpa è solo ed esclusivamente la mia. Non c’entrano né la squadra, né l’allenatore, né lo staff, né i dirigenti. Bisogna assumersi le responsabilità, la mia, perciò bisogna solo chiedere scusa al pubblico, che per la prima volta è stato veramente numeroso ed ha tifato per la Jesina. La situazione non cambia. Ci sono due strade in questo momento, nessuno mi ha chiesto la Jesina, nessuna telefonata, perciò va avanti Chiariotti oppure chiudiamo».

Felice invece il tecnico degli ospiti, l’ex leoncello Stefano Cuccù: «Abbiamo fatto la partita che dovevamo fare, cercando di curare bene la fase difensiva. Oggi abbiamo fatto un’altra grande impresa dopo lo spareggio di domenica scorsa, c’è un grande gruppo».

Questo il tabellino della gara del “Carotti”:

Jesina: Pistola, Grillo, Giovannini, Zandri, Capomaggio T., Lucarini, Chacana, Zagaglia (116’ Trudo), Kouentchi (78’ Garofoli), Belkaid (67’ Nazzarelli), Re (89’ Ottaviani). A disp. Sansaro, Dentice, Monteverde, Giunti, Brega. All. Simone Strappini.

Monturano Campiglione: Fall, De Carolis, Fabi (70’ Curzi), D’Amicis (112’ Adami), Finucci, Paniconi, Islami, Loviso, Moretti, Frinconi (52’ Muzi), Ezzaitouni (78’ Rotondo). All. Anibaldi, Santarelli, Smerilli, Rossetti, Bracalente. All. Stefano Cuccù.

Arbitro: Marco Stanzani di Bologna. Assistenti Luigi Domenella di Ancona e Biagio Di Tella di Ancona.

Reti: 111’ Moretti (M), 115’ Islami (M).

Ammoniti: 44’ Capomaggio (J), 91’ Islami (M), 97’ Muzi (M). Espulso Grillo (J) a fine gara.

Note: spettatori 1.500 circa.

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

JESINA CALCIO

Tutte le notizie sulla Jesina Calcio
Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory