Connect with us

Calcio

ECCELLENZA / Chi rispetta le regole, chi va oltre, chi fa come gli pare

La Jesina conferma il suo senso civico e prima di partire pulisce gli spogliatoi di Fossombrone. Domenica Carotti aperto al pubblico

JESI, 3 giugno 2021 – Ieri si è giocata la penultima giornata della fase regolare del campionato di Eccellenza ed a 90′ dal termine nessun verdetto matematico è ancora scritto.

L’ultima giornata sarà dunque decisiva per l’accesso ai play off, le prime due di ogni girone, che poi si contenderanno l’unico posto disponibile, determinato dal risultato sportivo del campo, per salire in serie D.

Ieri si è anche giocato per la prima volta in presenza di pubblico con regole da rispettare, almeno così doveva essere, e non tutti l’hanno fatto.

Si fa fatica ad accettare certi comportamenti ed ancora una volta in tanti hanno fatto quel che ci piace o ci fa comodo, senza il fastidio di sottostare, per esempio, al distanziamento, all’uso della mascherina, all’ingresso negli impianti regolamentato.

Perché alla prima occasione le regole non sono state rispettate, anche se non da tutti. Perchè come sempre più spesso accade è passato il messaggio che nessuno controlla e di conseguenza non osservarle non comporta castighi.  Perchè certe regole vengono rispettate, alcune meno e altre, invece, vengono bellamente ignorate?

Perchè come sempre più spesso accade parafrasando l’esempio di un semaforo da alcune parti rispettare i colori sono un obbligo, in altre un suggerimento, in altre una decorazione. 

Insomma alla fine è chi rispetta le regole che si sente non tutelato ed anche penalizzato tanto alla fine della corsa non c’è mai alcun segnale che lo fa sentire nel giusto.

E’ il caso di ieri sui campi di Petriano dove si svolgeva la partita Atletico Gallo – Anconitana e Fossombrone dove la squadra locale ospitava la Jesina.

Due facce della stessa medaglia.

Atletico Gallo

A Petriano nessuna regola. Tifosi, oltre un centinaio, assiepati sul terrapieno dietro le panchine, accesso all’impianto non controllato, mascherine indossate vicino allo zero, prenotazione del posto come da direttive un optional.

Qualcuno dirà? Non c’erano controlli. Sicuramente è così e la responsabilità oggettiva delle società sarà sicuramente, e speriamo anche con una sanzione esemplare, dichiarata. A monte c’è sempre la responsabilità individuale, che quando poi diventa gruppo è pressochè incontrollata, che deve essere individuata e punita.

Atletico Gallo – Anconitana ‘Ancona today’

Se in un bar o in un negozio si entra in numero superiore a quello autorizzato e se i clienti non tengono un comportamento idoneo rispettando le regole il locale viene chiuso, i proprietari ed i clienti multati.

Sarà così anche per il ‘pallone’?

Fossombrone

Discorso diverso a Fossombrone, aiutati decisamente dalla conformazione dell’impianto, ma regole rispettate, almeno in larghissima parte.

Chi è entrato aveva il suo posto, ha presentato l’autocertificazione, ha avuto la temperatura corporea controllata, ha indossato la mascherina. Nei bagni a disposizione del pubblico presente si è registrata la igienizzazione e la pulizia continua dopo l’uso con personale addetto all’opera per tutto l’arco dell’incontro ed oltre.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A Fossombrone poi anche la Jesina, società ospitata, ci ha messo del suo come oramai è prassi. Alla fine della partita addetti della squadra leoncella hanno lasciato gli spogliatoi come li avevano trovati al loro arrivo prima gara. Chapeau!

Il rispetto delle regole è anche capire le proprie capacità di organizzazione e come ad esempio è accaduto al Picchio Village di Ascoli Piceno o a Montefano le società non hanno aperto l’impianto al pubblico per mancanza di sicurezza impossibilitate a far rispettare le regole.

Qui la Federazione, che aveva anticipato il regolamento da adottare, una lunga lista di regole da applicare di 7 pagine allegato al Comunicato nr. 109 del 1 giugno 2021, deve intervenire in maniera netta e decisa sanzionando chi non ha rispettato quando anticipato. Serve un segnale forte, non può far finta di nulla!

Regolamento play off

Ritornando al campo il regolamento per i play off che prenderanno il via il 13 giugno è il seguente: la squadra prima classificata del girone A disputa una gara di sola andata sul proprio terreno di gioco contro la squadra seconda classificata del girone B; la squadra prima classificata del girone B disputa una gara di sola andata sul proprio terreno di gioco contro la squadra seconda classificata del girone A. Qualora al termine dei tempi regolamentari in ognuna delle succitate gare dovesse persistere il risultato di parità, si procederà nel modo seguente: verranno disputati 2 tempi supplementari di 15 minuti ciascuno; persistendo ulteriore risultato di parità verranno battuti i tiri di rigore nel rispetto delle vigenti disposizioni.

Gara di Finale: le  squadre vincenti le gare di cui sopra disputano un’unica gara, in campo neutro. Qualora al termine dei tempi regolamentari dovesse persistere risultato di parità si procederà nel modo seguente: verranno disputati due tempi supplementari di 15 minuti ciascuno; persistendo ulteriore risultato di parità verranno battuti i tiri di rigore nel rispetto delle vigenti disposizioni.

Classifica in caso di parità di punteggio: in caso di parità di punteggio fra due o più squadre al termine di ognuno dei 2 gironi del Campionato di Eccellenza, si procederà alla compilazione della ‘classifica avulsafra le squadre interessate tenendo conto nell’ordine: a) dei punti conseguiti negli incontri diretti fra tutte le squadre interessate; b) della differenza fra reti segnate e subite nei medesimi incontri; c) della differenza fra reti segnate e subite nell’intero Campionato; d) del maggior numero di reti segnate nell’intero Campionato; e) del sorteggio.

Ultima di campionato

Domenica 6 giugno ultima di campionato e nessuno matematicamente è ancora certo dell’accesso ai play off. Sicuramente Fossombrone e Valdichienti sembrano avvantaggiate giocando contro avversarie, Vigor Senigallia e Grottammare,  che non hanno più alcuna ambizione di classifica ma come si dice la palla è rotonda ed i casi ad esempio in serie A del Cagliari in casa del Milan e del Verona a Napoli hanno insegnato tutto. Compito agevole sembra anche quello dell’Anconitana che ospiterà il Montefano così come Porto D’Ascoli ed Atletico Ascoli se la vedranno contro Azzurra Colli e Sangiustese.

Jesina – Atletico Gallo

Sulla carta dunque la partita più difficile resta la trasferta dell’Atletico Gallo a Jesi. L’undici di Mariotti deve solo vincere. Curiosità vuole che la Jesina l’ultima partita giocata al Carotti nell’ottobre 2020 prima dello stop al campionato fu proprio contro l’Atletico Gallo che vinse per 2-0.

A proposito di Carotti impianto aperto al pubblico nei settori Tribuna, per i locali, e gradinata per gli ospiti. Prezzo unico 10 € e prenotazione del posto obbligatoria, max 800 persone, con tutte le prescrizioni da rispettare.

GIRONE A

CLASSIFICA: Fossombrone 18 (gol fatti 12, subiti 6); Atletico Gallo 16 (13,9); Anconitana 15 (10,8); Jesina 11; Montefano 7; Vigor Senigallia 5; PROSSIMO TURNO (6 giugno): Jesina – Atletico Gallo, Anconitana – Montefano, Vigor Senigallia – Fossombrone

GIRONE B

CLASSIFICA: Valdichienti 16 (10, 7); Porto D’Ascoli (9, 6), Atletico Ascoli 15 (16, 11); Sangiustese 11; Azzurra Colli, Grottammare 8; PROSSIMO TURNO (6 giugno): Grottammare – Valdichienti, Porto D’Ascoli – Azzurra Colli, Sangiustese – Atletico Ascoli

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

image_pdfimage_print

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio