Connect with us

Calcio

Eccellenza / Jesina pronta per i tre punti, Fabriano Cerreto e Marina vietato perdere

I leoncelli ospiteranno il Valdichienti, i cartai saranno ospiti della Sangiustese. L’undici biancoazzurro del neo mister Barattini si gioca già tutto contro il Castelfidardo

JESI, 21 ottobre 2022 – Siamo a metà del girone d’andata e la classifica non è per niente ancora delineata.

Risalta infatti un certo equlibrio soprattutto al vertice dove ci sono ben 10 squadre raggruppate in 3 punti. Per fare un esempio la Jesina è appena un punto sopra la zona play out, due dalla zona play off.

Diversamente in coda Marina, P.S.Elpidio e Castelfidardo, un sol punto, sono già distanziate di 6 lunghezze da chi le precede e nessuno può permettersi passi falsi altrimenti poi, per risalire, serviranno imprese a ripetizione.

STATISTICHE

Il Valdichienti ha l’attacco più prolifico (10), il Marina quello che ha segnato meno di tutti (3). La difesa meno perforata è quella dell’Osimana (1), quelle che hanno subito più gol P.S.Elpidio (12) e Castelfidardo (12).

I migliori bomber Minella (Valdichienti) a quota 5, senza rigori; Titone (Sangiustese) e Mengali (Fabriano Cerreto), quest’ultimo con 2 rigori realizzati, a quota 4.

IL TURNO DI GARA

Trillini Sauro

La 7° giornata del girone d’andata registra l’anticipo del sabato alle ore 15 all’Helvia Recina tra Maceratese e Azzurra Colli mentre domenica 23 ottobre occhi puntati su Marina – Castelfidardo, chi perde va decisamente in crisi, e su Osimana – Atletico Ascoli, chi vince va da sola al comando della classifica.

Prova della verità per il Fabriano Cerreto in trasferta in casa della Sangiustese e per il Porto Sant’Elpidio che deve fare tre punti tutti d’un fiato ospitando l’Urbino semifinalista di Coppa Italia.

Altre partite interessanti: Gallo Colbordolo – Montefano e Fossombrone – Chiesanuova. Infine Jesina – Vadichienti.

JESINA – VALDICHENTI

Jesina Valdichienti 0-1 rigore di Perri parato da Rossi

Qui la posta in palio è altissima. Per i leoncelli al Carotti passerà un carro su cui salire senza indugi per non rischiare di staccarsi troppo dalle prime posizioni. La Jesina, in questa fase, non sta giocando bene, inutile nasconderlo, non dà la sensazione in campo di avere quella personalità necessaria e quella forza di squadra per fare la partita con continuità e costruire gioco con scioltezza e fluidità per portare i propri attaccanti alla conclusione.

E’ vero che diverse assenze, ultime quelle di Monachesi e Garofoli, non consentono a mister Strappini di poter schierare la migliore formazione come è vero che la squadra prende troppo spesso gol ma è altrettanto vero che se trovata la quadra, soprattutto a centrocampo, il resto potrebbe sistemarsi da solo.

Insomma, trovati i giusti meccanismi ed equilibri, che miglioreranno sicuramente con la crescita dei singoli, anche la brillantezza del gioco e la concretezza per i risultati da ricercare arriveranno.

Dall’altra parte del campo ci sarà il Vadichienti che a Jesi avrà la possibilità di dimostrare la compatezza del proprio organico e di alimentare le proprie ambizioni mai nascoste. Salirà a Jesi per giocarsi le proprie carte come in una sorta di esame per capire davvero quanto vale e a cosa può puntare.

La Jesina, tuttavia, al di là di tutto, sta procedendo a piccoli passi e può solo crescere aumentando il livello tecnico del gioco considerato che sotto l’aspetto del carattere già è a buon punto.

La dimostrazione viene dal raggiungimento della semifinale di Coppa Italia con il successo di mercoledì scorso a Castelfidardo (1-0 con rete di Grillo).

Valdichienti, bestia nera per la Jesina. Lo scorso campionato l’undici di Bolzan, al suo esordio in panchina, vinse al Carotti per 1-0 con rete di Del Brutto dopo che Perri (Jesina), nel primo tempo, aveva sbagliato un calcio di rigore. Anche al ritorno la formazione maceratese si impose per 2-0.

L’EX ALESSANDRO BORGESE

“Sarà una partita difficile – dice l’attuale centrocampista leoncello – contro una delle formazioni più attrezzate per puntare al vertice della classifica.

Conosco diversi giocatori, tutti validi per la categoria.

Dovremo essere bravi a fare ed imporre il nostro gioco ed al tempo stesso a farci trovare pronti per cercare di sfruttare al massimo quelli che potrebbero essere i loro errori. Non sarà facile, ma ci proveremo”.

SANGIUSTESE – FABRIANO CERRETO

Sangiustese – Fabriano Cerreto marzo 2022 1-1

I padroni di casa domenica scorsa hanno perso davanti al proprio pubblico contro il Gallo Colbordolo e puntano al riscatto.

Il Fabriano Cerreto è reduce dalla sconfitta casalinga contro la Maceratese. Entrambi le formazioni, appaiate in classifica generale quasi in tutto, devono subito cercare il colpo vincente. Lo scorso anno, nel marzo 2022, fu 1-1.

Ora per la squadra di casa, che presenta l’ex Cusimano e l’ex Jesina Rossi oltre al bomber Titone, si presenza l’occasione per puntare ad un ritorno ai tre punti ma dovrà fare i conti con un avversario per nulla facile che ha già dimostrato, seppur con qualche passaggio a vuoto anche sfortunato, di essere una squadra all’altezza della situazione e del campionato.

Francesco Farsi

Mister Francesco Farsi alla vigilia la vede così: “Cercheremo di dare una sterzata visto il periodo complicato e sfortunato che stiamo attraversando. Attenuanti ce ne sono come ad esempio la sconfitta di domenica in casa contro la Maceratese con il rigore contro e l’infortunio di Lucarino che ha condizionato la nostra prestazione difensiva. Dopo il doppio gol subìto contro il Marina la squadra ha perso tranquillità e quei minuti finali di quella partita li stiamo pagando troppo cari. Psicologicamente i ragazzi sono un po’ giù ed in questa settimana ho cercato un pochino di dare serenità perchè serve equilibrio. Come sempre ho detto che non eravamo fenomeni dopo P.S.Elpidio, non siamo brocchi adesso dopo la sesta giornata. La Sangiustese, come tante altre, è una formazione attrezzata con dei giocatori importanti e di qualità. Di conseguenza cercheremo di fare una prestazione che chiaramente badi al sodo perchè alla fine quello che conta sono i risultati e di conseguenza dobbiamo essere bravi a portare il risultato dalla parte nostra”. 

MARINA – CASTELFIDARDO

Roberto Barattini

Partita da tripla e da brividi. Chi perde va in crisi nera, il pareggio salverebbe poco.

La notizia dell’ultima ora è che il Marina ha deciso chi sarà l’allenatore a cui verrà affidato il difficile compito di ‘salvare’ l’Eccellenza dopo l’esonero di Igor Giorgini.

Le attenzioni del presidente Santini si sono indirizzate su Roberto Barattini, allenatore di esperienza ma nelle categorie inferiori.

Nella stagione 2016-2017 è stato il secondo di Peppe Magi a Gubbio in Lega Pro.

Barattini sarà ufficializzato domani mattina prima dell’allenamento di rifinitura della squadra e domenica debutterà in panchina.

Sulla delicata partita abbiamo ascoltato il pronostico di Marco Giuliodori allenatore del Castelfidardo: “Partita fondamentale per entrambe. Loro hanno cambiato allenatore e per esperienza dico che, soprattutto alla prima gara dopo il cambio di allenatore, è sempre una incognita e per certi versi sempre difficile anche per la squadra avversaria perchè, come logica vuole, i ragazzi vorranno dimostrare al nuovo allenatore il loro valore e che tutto quello fatto fino ad oggi è arrivato anche e solo per errori. Campo difficile, campo piccolo dove loro sono abituati a giocare. Sono un pò perplesso anche per la loro posizione in classifica perchè sono una squadra composta da giocatori validi per questa categoria: Sbarbati e Pierandrei sono due attaccanti che in questa categoria non tutti possono vantare e poi Gregorini, Nacciarriti, Maiorano. Siamo consapevoli che sarà una partita tosta molto difficile. Per ciò che riguarda la mia squadra dovremo guardare a noi stessi, ci servono punti e siamo consapevoli del momento. L’atteggiamento sarà quello giusto facendo magari attenzione a certe situazioni non disdegnando la parte offensiva perchè dobbiamo giocare per vincere, cercando di imporre il nostro gioco. Sarà una partita aperta dove tutti giocheranno per vincere e speriamo che alla fine i tre punti vadino ai nostri colori”. 

 

7° GIORNATA domenica 23 ottobre 2022 ore 15,30

P.S.ElpidioUrbino (Bini di Macerata), Gallo Colbordolo – Montefano (Pasqualini di Macerata), Fossombrone – Chiesanuova (Zadrina di Pistoia), Jesina – Valdichienti (Barbatelli di Macerata), Marina – Castelfidardo (Gorreja di Ancona), Osimana – Atletico Ascoli (Ammannati di Firenze), Maceratese – Azzurra Colli (Ferroni di Fermo), Sangiustese – Fabriano Cerreto (Animento di Macerata)

CLASSIFICA

Osimana, Atletico Ascoli 12; Urbino, Valdichienti 11;  Gallo Colbordolo, Azzurra Colli, Montefano 10; Jesina, Fossombrone, Chiesanuova 9; Fabriano Cerreto, Sangiustese 8; Maceratese 7; Marina, P.S.Elpidio, Castelfidardo 1

MARCATORI

reti 5: Minella (Valdichienti); reti 4: Titone (Sangiustese), Mengali (Fabriano Cerreto); reti 3: Ciabuschi (Azzurra Colli), Triana (Valdichienti), Di Nicola (Fabriano Cerreto), Iori (Jesina)

PROSSIMO TURNO domenica 30 ottobre ore 14,30

Azzurra Colli – P.S.Elpidio, Atletico Ascoli – Gallo Colbordolo, Castelfidardo – Fossombrone, Chiesanuova – Jesina, Fabriano Cerreto – Osimana, Urbino – Marina, Montefano – Maceratese, Valdichienti – Sangiustese

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

JESINA CALCIO

Tutte le notizie sulla Jesina Calcio
Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory