Connect with us

Calcio

Prima Categoria C / Continua la maledizione Montecosaro per la Cingolana SF tra mille rimpianti: 0-1 allo “Spivach”

Santagata al 41′ firma la terza vittoria consecutiva dei montecosaresi contro i cingolani. Follenti para un rigore a Mendoza al 64′, poi salva su Lovotti allo scadere. Biancorossi in zona play-out a due giornate dalla fine

CINGOLI, 21 aprile 2024 – Al Montecosaro basta il gol del solito Santagata per battere una sfortunata e imprecisa Cingolana SF, dominatrice del match per 70 dei 90 minuti della partita. Allo “Spivach”, infatti, gli ospiti hanno vinto 0-1 nella 28^ giornata, ipotecando la salvezza diretta nel girone C di Prima Categoria a due giornate dal termine.

I biancorossi di Ruggeri, dopo aver dominato per 40 minuti nel primo tempo, sciupano l’1-1 con l’ennesimo rigore sbagliato della stagione: questa volta dal dischetto Mendoza si è fatto ipnotizzare dall’ottimo Follenti, migliore in campo, dato che nel finale ha negato a Lovotti un gol che sembrava già fatto. Montemilone Pollenza e Urbis Salvia vincono e ora sarebbero fuori dagli spareggi, mentre la Cingolana SF in questo momento giocherebbe il play-out in casa contro il Pinturetta Falcor.

Primo tempo

La Cingolana San Francesco inizia subito attaccando i montecosaresi, memori delle due ultime partite contro la squadra avversaria in cui avevano perso di misura. In particolare quella del 20 maggio 2023 in cui i biancorossi furono retrocessi dopo il play-out davanti al proprio pubblico. Tittarelli e compagni vengono caricati dal tifo degli ultras de “L’Inferno Biancorosso”, assiepati in massa in tribuna per via delle condizioni atmosferiche avverse.

Dopo il velleitario tiro di Chierichetti al 2’, tre minuti più tardi Ciattaglia dalla destra si accentra e tira, la difesa respinge, Lovotti aspetta il momento giusto ma trova ancora il corpo di un difensore. Al 7’ Tittarelli batte una punizione dalla trequarti sulla destra, trovando Mangoni tutto solo dalla parte opposta, il quale controlla e preferisce giocare palla a terra all’indietro; sugli sviluppi dell’azione Lovotti si trova a centro area senza marcatura, ma la sua deviazione è debole verso Follenti.

Quindi Ciattaglia dalla destra crossa in mezzo per l’attaccante argentino che indirizza di testa, senza sorprendere l’estremo difensore ospite. Al 14’ Ippoliti scatta sulla destra e pennella il cross verso Lovotti, che va a vincere il contrasto con il portiere: non c’è nessun compagno nei paraggi, così Basili recupera e fa ripartre l’azione. Passano 4 minuti e Lovotti si coordina e calcia da fuori area dopo aver vinto un duello con un avversario ospite, la difesa si salva in corner.

Il gol del vantaggio del Montecosaro

Il Montecosaro torna a farsi vedere al 26’: Canuti al limite dell’area da posizione laterale crossa verso Chierichetti che spizza di testa, ma Emiliani controlla. Minuto numero 30: Tittarelli dal limite calcia un velenoso tiro a mezz’altezza, Moretti lo devia in rete ma da posizione di fuorigioco.

La beffa, poi, si materializza al 41’: Santagata riceve palla a campo aperto, Mangoni prova a respingere ma ancora il 10 montecosarese recupera, entra in area e con un destro velenoso batte Emiliani, per lo 0-1 che gela lo “Spivach”. Nel finale di tempo, Ippoliti scatta sulla sinistra, si accentra e calcia, senza trovare lo specchio della porta.

Il pre-gara di Cingolana SF-Montecosaro

Secondo tempo

Nella ripresa la Cingolana SF continua a giocare il suo calcio, ma nel momento decisivo sbaglia il rigore che avrebbe potuto cambiare il match. Al 47’ Ippoliti mette in mezzo per Lovotti, ma Follenti lo anticipa in due tempi. Due minuti dopo, Ciattaglia vede Lovotti che da 20 metri si coordina e calcia, senza trovare lo specchio. Dall’altra parte Santagata parte ancora in contropiede, si accentra dalla destra e prova la conclusione, colpendo il palo di appoggio della porta.

Minuto numero 63: Ippoliti, in seguito a una palla lunga dal centrocampo, viene atterrato in area di rigore. Per Recchia di Ascoli Piceno non ci sono dubbi ed è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta il difensore Juan Mendoza, che calcia un potente rasoterra centrale che Follenti intuisce con i piedi, negando l’1-1.

I biancorossi non mollano e proseguono l’assedio. Il colpo di testa di Lovotti finisce tra le mani dell’estremo difensore ospite, quindi la punizione dal limite di Tittarelli viene ribattuta dalla difesa, poi il capitano ospite non centra la porta dopo la respinta. Il Montecosaro gioca solo di rimessa: un super Centanni salva in scivolata sul passaggio di Santagata a Chierichetti in area su situazione di due attaccanti contro un difensore. Al 79’ dopo un rimpallo aereo Lovotti crossa al centro verso Ippoliti che prova la deviazione a rete, un difensore salva gli ospiti in angolo. Quattro minuti dopo Santagata dal limite fa sponda verso Verdini che prova il tiro dal limite, Emiliani ci arriva in presa.

L’assedio finale

Al 90’ Lovotti lancia dal limite verso Ippoliti sulla sinistra, che attende il posizionamento dei compagni e scarica in mezzo per Giovanni Marchegiani, il suo tiro viene deviato da un difensore in corner. Nel quarto minuto di recupero, il 10 locali dalla sinistra pennella un cross perfetto verso la destra, dove c’è Falappa tutto solo da posizione defilata: l’esterno cingolano, a tu per tu con Follenti, non trova clamorosamente la deviazione vincente.

Il colpo di testa di Bianchi dopo il calcio d’angolo di Ippoliti termina a lato di un soffio. Al 97’ Lovotti in area di rigore tira a botta sicura, ancora Follenti salva i suoi parando con la gamba sinistra sulla linea di porta. L’arbitro, al 98’, non fa battere un calcio d’angolo ai locali, fischiando il triplice fischio.

Montecosaro bestia nera della Cingolana SF

Ancora Santagata dopo la rete dell’andata, ancora Montecosaro che vince allo “Spivach”. Con la vittoria di ieri la formazione di Cetera centra la terza vittoria di fila contro la Cingolana San Francesco, ricorrendo alla tattica del catenaccio all’italiana. La squadra di Ruggeri, infatti, ha creato molto di più rispetto ai propri avversari, soprattutto nel primo tempo. Come spesso accaduto in queste due ultime stagioni, alla prima disattenzione difensiva gli avversari fanno gol.

Pesa come un macigno anche l’ennesimo rigore sbagliato dai biancorossi: questa volta dal dischetto Mendoza ha fallito l’appuntamento con l’1-1. Ieri, poi, anche la sfortuna si è accanita contro i cingolani, con un super Follenti che nei minuti finali ha negato il gol a Giovanni Marchegiani e a Fabricio Lovotti. I

I tifosi de “L’Inferno Biancorosso”, in tribuna per via del maltempo, hanno incitato la squadra dal 1° all’ultimo minuto. Gli ultras cingolani hanno chiesto, al termine della gara, un impegno maggiore ai ragazzi, visto il tifo da categorie superiori. Non è stato gradito, infatti, l’atteggiamento troppo superficiale e individualista di qualche giocatore di casa.

La classifica

Le avversarie per la salvezza Montemilone Pollenza (uno ‘strano’ 0-4 al Montecassiano) e Urbis Salvia (1-0 all’Elite Tolentino) vincono, portandosi a 33 punti in classifica: gli urbisalviensi al momento sarebbero salvi per via del +10 dal Caldarola penultimo. La Cingolana SF scivola al 13° posto con 30 punti e, al momento, giocherebbe lo spareggio play-out in casa contro il Pinturetta Falcor, 14° a 24. Ci sono, però, ancora due partite da giocare. Sabato prossimo Tittarelli e compagni sfidano in trasferta l’Elite Tolentino nono, per poi concludere la regular season in casa contro il San Claudio, terzo in classifica e già qualificato ai play-off.

Tabellino

RETE – 41′ Santagata (M)

CINGOLANA SF – Emiliani, Mangoni, Centanni (93′ Romaldi), Tittarelli (80′ Poinsel), Pancaldi, Mendoza, Ciattaglia (87′ Bianchi), Moretti (63′ Falappa), Lovotti, Marchegiani G., Ippoliti. All. Ruggeri – A disp. Bracaccini, Bocci, Santamarianova, Angelucci, Tiranti.

MONTECOSARO – Follenti, Del Gobbo, Basili, Biagioli, Baiocco, Quintabà, Doda, Canuti (75′ Pancotto), Chierichetti, Santagata (79′ Camerlengo), Mazzante (95′ Verdini). All. Cetera – A disp. Torresi, Cartucci, Catalini, Messina, Strappa, Marziali.

ARBITRO – Recchia di Ascoli Piceno

NOTE – recupero 1’ + 7’; al 64′ Mendoza (C) sbaglia un rigore, parato da Follenti (M)

CLASSIFICASettempeda 62 (promossa in Promozione), Vigor Montecosaro 55, San Claudio 52, Montecassiano 49, Passatempese 45, Folgore Castelraimondo 39, Camerino 39, Portorecanati 38, Elite Tolentino 34, Montecosaro 34, Montemilone Pollenza 33, Urbis Salvia 33, Cingolana SF 30, Pinturetta 24, Caldarola 23, Esanatoglia (-1) 13 (retrocessa in Seconda Categoria)

Gli altri risultati di giornata – clicca qui

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement
Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory