Connect with us

Calcio

Jesina / Lion Giovannini, sbalordito: “un giocatore come me ve lo sognate”

Replica a mente fredda del neo leoncello agli insulti ed alle offese, anche e soprattutto nei confronti della madre, ricevute durante la gara di ieri a Colli del Tronto

Jesi, 23 gennaio 2023 – Lion Giovannini non ci sta.

Ci ha pensato su tutta la notte e questa mattina ha reagito di ‘brutto muso’ utilizzando facebook per rispondere alle offese ed agli insulti ricevuti ieri durante la partita a Colli del Tronto tra la squadra di casa l’Azzurra Colli e la Jesina (leggi qui resoconto della partita…). 

Giovannini è nato ad Ascoli Piceno e risiede a Castel di Lama.

Sentirsi insultato e sentire offese verso la propria mamma dai suoi concittadini lo ha turbato a tal punto che ha scritto: “PIÙ FORTI DI TUTTO, PIÙ DELLE PAROLE, MIA MADRE FA LA T…, VA BENE, SOCIETÀ AZZURRA COLLI MI PRENDO TUTTO. MI AVETE AUGURATO TUMORI, TUTTO E DI PIÙ… UN GIOCATORE COME ME VE LO SOGNATE E NON CI SARÀ PERCHÈ SE TRATTATE TUTTI COSÌ È DURA… PENSAVO CHE LA PEGGIORE ERA L‘ALTRA DELLA VALLATA E LO È… PERÒ VOI VE LA COMBATTETE… A ENTRAMBE LE SOCIETÀ DI M… RICORDO … ECCELLENZA GIRONE UNICO… SIETE RIDICOLI! FORZA JESINA”.

Non sono certo frasi razziste ma insulti ed offese che lo hanno fortemente abbattuto provocandone una reazione schock, sbalorditiva.

Il giocatore poi non ci ha pensato su due volte di tare in ballo anche l’altra squadra ascolana, “PENSAVO CHE LA PEGGIORE ERA L‘ALTRA DELLA VALLATA E LO È” l’Atletico Ascoli il club dove militava fino alla scorsa stagione prima di decidere di fare le valigie verso Colorno in Emilia Romagna.

Gli insulti e le espressioni offensive nei confronti delle mamme sono sempre diffuse ed in voga, soprattutto sui campi di calcio. Un malcostume che non trova soluzione. Quando si vuole offendere il bersaglio preso in considerazione è lei: la mamma. Ed allora, a volte, parte la reazione. Anche Papa Francesco, alcuni anni fa, parlando della libertà di espressione aveva detto che “se qualcuno dice una parolaccia contro mia mamma, si aspetti un pugno”. Il pugno, figurativo, Giovannini lo ha sganciato e non ha reagito d’istinto ma ci ha dormito, forse, sopra prima di reagire.

Comunque, ritornando sulla questione, da come ci hanno riferito, ad offendere principalmente Giovannini sembra sia stato un ‘signore’ ben identificato. E sembra che a prendere le difese di Giovannini, invitando il ‘signore’ a desistere dall’offendere siano intervenuti con fermezza e determnzione alcuni cittadini di primo piano di Colle del Tronto presenti alla gara.

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio