Connect with us

Calcio

Calcio / Prima Categoria, il racconto della 28^ giornata del girone B

Il Sassoferrato Genga è a un passo dalla Promozione con il 3-0 alla Real Cameranese. L’Olimpia Marzocca perde a Borghetto e dice addio al primo posto: il Borgo Minonna e la Castelleonese tornano a -1. In coda, la Sampaolese perde a Staffolo, il Chiaravalle condanna la Falconarese alla retrocessione con una grande rimonta: 5 squadre in 6 punti nella lotta play-out. 

VALLESINA, 24 aprile 2024 – Sembra essere arrivato a un punto di svolta importante il girone B di Prima Categoria dopo le gare di sabato 20 aprile.

Sassoferrato Genga: Promozione a un passo

La 28^ giornata, infatti, ci ha consegnato il netto successo per 3-0 del Sassoferrato Genga contro la Real Cameranese. In virtù anche del pari tra Filottranese e Montemarciano, la squadra di Ricci a +4 dalle inseguitrici: con 2 punti nelle prossime due giornate il ritorno in Promozione sarà realtà.

La retrocessione della Falconarese e i play-out

In coda, invece, la Falconarese torna in Seconda Categoria, ma lo fa con orgoglio: al “Campo dei Pini” dopo 30 minuti era in vantaggio per 0-2. Il Chiaravalle, in serie positiva da 8 giornate, è riuscito a ribaltare il match grazie a uno scatenato D’Urzo nella ripresa. I grigioneri nelle ultime 11 giornate hanno totalizzato 16 punti e ora vedono la salvezza diretta a sole 4 lunghezze. Questo perché lo Staffolo, battendo la Sampaolese, ha riportato incertezza nella lotta per evitare i play-out, con 5 squadre racchiuse in 6 punti.

La lotta play-off

Tornando a parlare di posizioni nobili, non sembra essere così tanto scontata nemmeno la griglia play-off, che nelle ultime giornate vedeva nella Top 5, oltre alla capolista, Montemarciano, Real Cameranese, Filottranese e Olimpia Marzocca. I marzocchini, infatti, hanno perso con il Borghetto, tornato a -4 dal quinto posto insieme al Pietralacroce, vincente in casa del Castelbellino a sua volta a -3 dagli spareggi. Incalzano, dunque, Borgo Minonna e Castelleonese, vincenti in casa contro Labor e Senigallia Calcio: jesini e castelleonesi ora sono a -1 dalla quinta piazza. Andiamo a scoprire tutto quello che è successo in questa 28^ giornata.

Girone B – Borghetto 2-1 Olimpia Marzocca – 9’ e 59’ Barchiesi (B), 41’ Fabrizi (O)

Il Borghetto rovina i sogni dell’Olimpia Marzocca. La squadra di Latini, infatti, ha vinto 2-1 contro i ragazzi di Profili, che con questa sconfitta dicono addio ai sogni di promozione diretta, visto il -9 dalla vetta irrecuperabile in 2 giornate. Anzi, ora i senigalliesi devono guardarsi alle spalle dalle agguerrite concorrenti per i play-off: l’Olimpia è quinta a 45 punti, a +1 da Castelleonese e Borgo Minonna, a +3 dal Castelbellino e a +4 da Borghetto e Pietralacroce.

La partita

I locali passano in vantaggio dopo 9 minuti, sfruttando un’ingenuità difensiva ospite: Barchiesi libera un gran tiro dal limite e sorprende l’estermo difensore ospite. Il pareggio arriva al 41’, con la conclusione rasoterra dal limite di Fabrizi su un passaggio dalla destra.

L’azione del secondo gol di Barchiesi (Borghetto)

A inizio ripresa il Borghetto trova un 2-1 degno del film “Fuga per la vittoria”: Ferri lancia lungo verso Barchiesi in contropiede, che fa rimbalzare il pallone, supera il marcatore e con un pallonetto delizioso segna il gol che vale i tre punti.  L’assedio ospite non produce effetti, con i padroni di casa che poi sfiorano anche il terzo gol a più riprese.

Il commento del Borghetto

Una bella doppietta di Ludovico Barchiesi – spiega la squadra di Monte San Vito – regala al Borghetto una vittoria che in casa mancava da troppo tempo. Una vittoria contro un Marzocca che aveva ancora ambizioni di vincere il campionato e che ora mette a rischio anche la partecipazione ai play-off. Noi, a due giornate dal termine, ci portiamo quota a 41 punti a -4 dai marzocchini quinti”.

Il commento dell’Olimpia Marzocca

“A tre giornate dalla fine del campionato in zona playoff – risponde l’Olimpia Marzocca -, è venuto a mancare qualcosa. Tenuta mentale? Tenuta fisica? Mancanza di ambizione? La sconfitta è solo di squadra .‘La sconfitta fa parte dello sport, del calcio, della vita. Bisogna imparare a gestirla. E devi essere di esempio per i bambini piccoli: quando perdi non devi piangere, ma rialzarti’ (cit. Luis Enrique)”.

Borgo Minonna 1-0 Labor – 35’ Korchi

Korchi regala al Borgo Minonna la seconda vittoria di fila che riporta gli jesini in lotta per i play-off. La squadra di Luchetta, infatti, vince 1-0 il derby contro la Labor e torna a -1 dal quinto posto. Il calcio di punizione del classe 2004 ha deciso un match molto equilibrato.

Nella ripresa, in particolare, Montesi ha avuto la palla dell’1-1 a più riprese, ma prima Morresi con una grande parata negato la gioia del pari agli uomini di Giovagnetti, poi la mira non è stata precisa.

D’altro canto il Borgo Minonna ha avuto altre chances per segnare il 2-0. L’assedio finale della Labor, con diverse mischie, non ha dato i suoi frutti. Gli ospiti restano così al 12° posto in zona play-out con 30 punti alla terza sconfitta di fila dopo la vittoria dello scontro diretto contro la Sampaolese: ora Chiaravalle e Staffolo inseguono a soli 3 punti, con la formazione di San Paolo di Jesi sempre a +1.

I commenti

Il pareggio – commenta il ds laborino Loris Gasparri – sarebbe stato più giusto”. “Ho visto la Labor viva – conferma il mister del Borgo Minonna Cristiano Luchetta -: è un’ottima squadra e si giocherà tutte le sue carte fino all’ultima giornata. Noi, invece, ci giochiamo la partita della stagione a Montemarciano: diremo la nostra, recuperando qualche infortunato contro una squadra fortissima. Ci giocheremo il tutto per tutto”.

È stata una partita molto intensa – aggiunge il match winner Ilias Korchi – e sono felice di aver contribuito alla vittoria con un gol. Abbiamo lottato per 90 minuti sprecando alcune occasioni che avrebbero chiuso prima la sfida. Sono orgoglioso del nostro lavoro di squadra e ora il sogno dei play-off è ancora più vicino a due partite dalla fine”.

Castelbellino 0-1 Pietralacroce – 25’ Basilici

Ci crede ancora anche il Pietralacroce. I dorici di Santarelli, infatti, battono al “Cercaci” il Castelbellino per 0-1 e ottengono la salvezza diretta, tornando a -4 dai play-off. Decide il gol di Basilici al 25’. Per gli orange di Perini, comunque, nulla è ancora compromesso per gli spareggi, visto il -3 dalla quinta posizione all’ottavo posto. Le due squadre, hanno terminato il match in dieci uomini, per via delle espulsioni di Api e Potito.

Il commento del Castelbellino

Quella di sabato – spiega mister Tito Perini del Castelbellino – è stata una di quelle classiche giornate in cui la palla non riesci a buttarla dentro. I nostri avversari sono stati bravi a concretizzare due palle da fermo: sulla prima è stato bravo Buriani, sul secondo calcio d’angolo ci hanno fatto gol. Da lì in poi si è giocato su una sola metà campo: abbiamo creato diverse situazioni per pareggiare. Per la bravura del portiere e per le imprecisioni nostre non siamo riusciti ad agguantare l’1-1.

C’è rammarico perché potevamo rimanere agganciati nel treno play-off: adesso, vedendo anche la classifica, le nostre chances sono ridotte al lumicino. Dobbiamo vincere le prossime due partite e sperare nei passi falsi di qualche altra squadra. Siamo ancora lì, comunque: finchè c’è ancora quel piccolo barlume di speranza cercheremo di sfruttarlo al meglio”.

Il commento del Pietralacroce

Ennesima prestazione importante del Pietralacroce – rispondono gli ospiti – in quel di Castelbellino dove è riuscita ad espugnare il munito fortilizio degli arancioni di Mister Tito Perini. È stata una bella partita, frizzante e vivace, con continui ribaltamenti di fronte che hanno divertito il pubblico presente sugli spalti del Comunale ‘Ivano Cercaci’.

Il Castelbellino ha disputato una gara brillante ed intensa ma si è trovato di fronte un Pietralacroce altrettanto pimpante e determinato. La squadra dorica vuole concludere al meglio il suo campionato: ha raggiunto l’aritmetica salvezza e quindi l’obiettivo di inizio stagione.

La gara è stata decisa da un pregevole colpo di testa di Lodovico Basilici a metà primo tempo ed anche questo è stato un evento importante perché per Lodo ieri era la prima partita da titolare dopo il brutto infortunio dello scorso anno. Averlo consacrato con un gol è doppiamente gratificante.

In sintesi una vittoria di grande spessore ed estremamente significativa che rappresenta un momento importante per la squadra e per Mister Santarelli. Suggella l’ottimo campionato disputato. Rappresenta anche un momento esaltante per la società e per tutti i suoi dirigenti che profondono energie e passione per la crescita e per il potenziamento del club”.

Un momento di Castelleonese-Senigallia Calcio

Castelleonese 1-0 Senigallia Calcio – 90’ Falcinelli

Si rialza subito la Castelleonese, mentre il Senigallia Calcio torna al penultimo posto. Falcinelli al 90’, infatti, regala alla squadra di Fiori l’1-0 finale contro l’Aesse del ds-allenatore ad interim Frulla, la quale torna al penultimo posto con il rammarico di aver sciupato un calcio di rigore con Serrani sullo 0-0, parato da Francoletti.

Se i locali tornano a -1 dai play-off, i senigalliesi alla seconda sconfitta di fila sono stati scavalcati da Chiaravalle e Staffolo nella corsa play-out, che ormai sembrano essere inevitabili. Per la salvezza diretta con quattro squadre davanti, infatti, il Senigallia Calcio dovrebbe vincere contro Falconarese e Chiaravalle, sperando che la Sampaolese perda sia contro la Filottranese in casa che contro il Sassoferrato Genga in trasferta. I senigalliesi dovrebbero superare, ovviamente, anche le altre avversarie per evitare lo spareggio retrocessione. Ai biancorossi di Togni basterebbe un punto in due partite per condannare l’Aesse ai play-out.

Il commento della Castelleonese

Quella di sabato – spiega l’autore del gol Elia Falcinelli – è stata una vittoria molto importante che ci ha permesso di rimanere ancora in lista per un posto nei playoff. Ovviamente a livello personale il gol allo scadere è stata una grande soddisfazione, resa possibile, però, dallo sforzo di tutti i miei compagni. In particolar modo di Francoletti che, parando il rigore, ci ha fatto credere alla vittoria.

Questa partita può darci la giusta carica per preparare al meglio le prossime due sfide, che saranno fondamentali!”.

Chiaravalle 3-2 Falconarese – 9’ Lutsak (F), 30’ Bartoloni (F), 33’ Sposito (C), 59’ su rigore e 78’ D’Urzo (C)

Ennesimo clamoroso ribaltone al “Campo dei Pini”. Il Chiaravalle ribalta la Falconarese dallo 0-2 al 3-2 e vede clamorosamente la salvezza diretta a soli 4 punti. I ragazzi di Fenucci piazzano così la terza vittoria di fila e l’ottavo risultato utile consecutivo: in 11 giornate sono passati dall’ultimo posto con 11 punti al quart’ultimo a 27, con una media punti da squadra di medio-alta classifica. I falchetti, invece, si erano illusi di poter inseguire una disperata rimonta salvezza grazie a un primo tempo suntuoso, ma al 78’ hanno avuto l’aritmetica certezza del ritorno in Seconda Categoria.

La partita

La Falconarese parte meglio e si porta in vantaggio al 9’ con Lutsak, bravo a colpire di testa dopo un cross dalla sinistra. I locali sfiorano a più riprese il pari, ma al 30’ gli ospiti raddoppiano grazie a Bartoloni, al 13° gol stagionale in contropiede sugli sviluppi di un lancio dalla difesa. Tre minuti dopo i grigioneri riaprono il match con l’incornata di Sposito su calcio d’angolo battuto da Giacomelli. Bolletta salva i suoi dal 2-2 in più occasioni, tuttavia è solo questione di minuti.

Nella ripresa, infatti, entra D’Urzo e il Chiaravalle la ribalta con la doppietta del suo diez, subentrato dalla panchina. Al 59’ pareggia i conti da calcio di rigore, poi, al 78’, fa esultare il “Campo dei Pini” per il definitivo 3-2 che significa Seconda Categoria per la Falconarese.

Il commento del Chiaravalle

I Grigioneri – commenta la società di casa – rimontano il doppio svantaggio subito nella prima mezz’ora grazie alla rete di Sposito nel finale di primo tempo e alla doppietta di D’Urzo nella ripresa”.

Il commento della Falconarese

Mi dispiace! – ha scritto su Facebook l’allenatore della Falconarese, Vitaliano Cosentino – Il giorno dopo la retrocessione leggi solo messaggi di chi ti aspettava al varco e di chi ha finto sostegno, ma dentro godeva delle sconfitte. Ho lavorato con serietà e dedizione facendo tutto quello che era in mio possesso.

Ogni singolo minuto di allenamento è stato preparato al dettaglio, cosi come le gare… ma evidentemente non è bastato. Non starò qui a parlare di giovani, di strutture, di organizzazione, oggi (sabato, ndr) è solo il giorno del dispiacere. Sono un allenatore quindi il mio futuro è incerto per definizione, ma una cosa è certa, indipendentemente da me, per la Falco si tratta di un arrivederci. Un abbraccio a Matteo Puliti, con il quale ho condiviso questo percorso, conoscendolo starà male quanto me”.

Sassoferrato Genga 3-0 Real Cameranese – 40’ Ricci, 47’ e 84’ su rigore Chiocchiolini

Il Sassoferrato Genga ipoteca la vittoria del campionato. La squadra di Ricci rifila un sonoro 3-0 alla Real Cameranese e, grazie anche all’1-1 tra Montemarciano e Filottranese, si porta a +5 dalle due inseguitrici. Ora due punti separano i sentinati dal ritorno in Promozione dopo 2 stagioni di purgatorio in Prima Categoria.

La Real Cameranese, invece, è seconda a pari merito con il Montemarciano a 49 punti: gli scontri diretti premiano la squadra di Pantalone (0-1 in trasferta, 1-1 in casa). I rossoneri devono fare 2 punti per essere certi dei play-off.

Il commento del Sassoferrato Genga

“Al Comunale “Armando Faggioni” – scrivono i padroni di casa – il Sassoferrato Genga, con una prestazione sontuosa, si aggiudica lo scontro diretto con la seconda della classe, la Real Cameranese, al termine di una partita dominata in lungo e largo dai biancoazzurri, che non concedono nessuna conclusione in porta alla squadra ospite.

Pronti via e il Sassoferrato Genga prende subito il pallino del gioco con il predominio del centrocampo e al 5′ sfiora il vantaggio con Turchi che non aggancia sotto porta un traversone dalla destra. La squadra locale continua a macinare gioco e al 20′ da corner la palla arriva a Ricci che da centro area calcia alto.

Poco dopo ci prova anche Isla dalla distanza, ma questa volta è un difensore a salvare, ribattendo la sua conclusione a botta sicura. Il vantaggio del Sassoferrato Genga è nell’aria e arriva al minuto 40: Casaccia sbaglia un disimpegno in fase difensiva, la palla viene intercettata da Edoardo Ricci che si lancia in profondità e con uno splendido mancino colpisce il palo interno con la palla che finisce in rete, siglando uno splendido gol che porta in vantaggio la propria squadra. La Real Cameranese non sembra avere la forza di reagire e così facendo termina la prima frazione con il meritato vantaggio del Sassoferrato Genga.

Il secondo tempo

Inizia la ripresa e dopo due minuti arriva subito il raddoppio locale: percussione centrale di Chioccolini, la sua conclusione dalla distanza viene ribattuta con la palla che ritorna a centrocampo, lo stesso numero 10 del Sassoferrato Genga si lancia in area, viene riservito e tutto solo di sinistro infila la palla sotto al sette siglando il raddoppio.

 A questo punto, il Sassoferato Genga inizia a gestire la palla, con la Real Cameranese che non riesce mai veramente ad essere pericolosa dalle parti di Pifarotti. Nel frattempo, Mister Ricci inserisce forze fresche, e il Sassoferrato Genga ha diverse occasioni per siglare il tris. Emanuele Piermattei prima viene murato da Fatone e poi conclude a lato di pochissimo. Poi è il turno di Lucertini, anch’esso prima murato da Fatone e poi non trova la porta per un niente. Al minuto 84′ un difensore della Real Cameranese intercetta la palla in area con la mano e per il Direttore di Gara è calcio di rigore per il Sassoferrato Genga: alla battuta va Chioccolini che spiazza Fatone, siglando la doppietta personale e chiudendo di fatto i giochi. Dopo 5 minuti di recupero, termina così il match con la meritata vittoria del Sassoferrato Genga, per la gioia del numeroso pubblico accorso al Faggioni”.

Il commento della Real Cameranese

La Real Cameranese – rispondono i rossoneri – esce sconfitta dal campo della capolista Sassoferrato Genga, che chiude o quasi i discorsi riguardanti il primo posto della classifica. Prova sottotono dei rossoneri, che però vengono puniti oltremisura 3-0.

Il primo sussulto è dei locali, con Ricci sugli sviluppi di un piazzato, ma nulla di fatto. La Real cresce col passare dei minuti ma un pallone recuperato dai rivali, a ridosso dell’intervallo, è fatale: un rimbalzo beffardo inganna i rossoneri, il Sassoferrato ne approfitta con Ricci che con un pallonetto perfetto manda le squadre al riposo sull’1-0

Doccia fredda a inizio ripresa: la Real perde palla in impostazione, tiro da fuori dei locali, para Fatone ma il più lesto di tutti è Chiocchiolini che spedisce la sfera appena sotto l’incrocio dei pali. La Real non concede più nulla ma fatica a impensierire Pifarotti fino allo scadere. Punizione, severa, il 3-0 su rigore di Chiocchiolini che arriva a pochi istanti dal triplice fischio

Calma e sangue freddo, ragazzi. Una partita è andata storta, ma ne restano altre due per conquistare il pass playoff e la miglior posizione possibile in griglia. Testa alta e ricarichiamo le energie!”.

L’esultanza al gol di Piersanti (foto Alex Ciciliani)

Staffolo 2-1 Sampaolese – 3’ Piersanti (ST), 15’ Mobili (ST), 55’ Cocilova (SA)

Lo Staffolo vince con il derby contro la Sampaolese e torna in corsa per la salvezza. I giallorossi di Pasquini tornano al successo dopo tre sconfitte di fila, grazie ai gol di Piersanti e Mobili nei primi 15 minuti. Capitan Cocilova riapre la partita a inizio ripresa, ma il risultato non si schioda dal 2-1 finale.

Pur restando fuori dai play-out, la squadra di Togni mantiene un punto di vantaggio sulla Labor, mentre ora gli staffolani e il Chiaravalle sono a -4 dall’11° posto. Per ottenere la permanenza in Prima Categoria, i biancorossi devono totalizzare 4 punti nelle prossime due giornate contro Filottranese e Sassoferrato Genga, prossimo avversario dello Staffolo. Più complicata la situazione di Massei e compagni: vincere alla 29^ e alla 30^ potrebbe non bastare per evitare lo spareggio, proprio nel caso in cui le dirette avversarie dovessero portare a casa gli stessi punti.

Il commento dello Staffolo

Vittoria nel derby fondamentale – spiega il giallorosso Walter Piersanti -, che ci permette di tenere aperto uno spiraglio per quanto riguarda la salvezza diretta. Non era facile, la Sampaolese è una squadra organizzata con giocatori di qualità ed esperienza. Ora però dobbiamo pensare a Sassoferrato, ci giochiamo tutto contro la capolista: la nostra voglia di rimanere in Prima Categoria dovrà fare la differenza. Servirà la partita perfetta”.

Filottranese 1-1 Montemarciano – 55’ Pellonara (M), 75’ Grassi (F) – leggi l’articolo

Girone C – Cingolana SF 0-1 Montecosaro – 41’ Santagata – leggi l’articolo

I pronostici di mister Carletti

Borghetto-Olimpia Marzocca – pronostico 2 – risultato 1

Borgo Minonna-Labor – pronostico 1 – risultato 1

Castelbellino-Pietralacroce – pronostico 1 – risultato 2

Castelleonese-Senigallia Calcio – pronostico 2 – risultato 1

Chiaravalle-Falconarese – pronostico 1 – risultato 1

Filottranese-Montemarciano – pronostico X – risultato X

Sassoferrato Genga-Real Cameranese – pronostico 1 – risultato 1

Staffolo-Sampaolese – pronostico X – risultato 1

Cingolana SF-Montecosaro – pronostico 1 – risultato 2

Totale di giornata: 4/9 – Totale complessivo: 116/252

La Top 11 di giornata

Portiere: Francoletti (Castelleonese)

Difensori: Sposito (Chiaravalle), Paoluzzi (Sassoferrato Genga), Centanni (Cingolana SF)

Centrocampisti: Korchi (Borgo Minonna), Piersanti (Staffolo), Grassi (Filottranese), Barchiesi (Borghetto)

Attaccanti: Chiocchiolini (Sassoferrato Genga), D’Urzo (Chiaravalle), Basilici (Pietralacroce)

Allenatore: Simone Ricci (Sassoferrato Genga)

A disposizione: Lutsak (Falconarese), Cocilova (Sampaolese), Sposito (Chiaravalle), Fabrizi (Olimpia Marzocca), Pellonara (Montemarciano)

Risultati, classifica e marcatori

Girone B

28^ giornata – Borghetto 2-1 Olimpia Marzocca, Borgo Minonna 1-0 Labor, Castelbellino 0-1 Pietralacroce, Castelleonese 1-0 Senigallia Calcio, Chiaravalle 3-2 Falconarese, Sassoferrato Genga 3-0 Real Cameranese, Staffolo 2-1 Sampaolese, Filottranese 1-1 Montemarciano

CLASSIFICASassoferrato Genga 54, Montemarciano 49, Real Cameranese 49, Filottranese 46, Olimpia Marzocca 45, Castelleonese 45, Borgo Minonna 44, Castelbellino 42, Pietralacroce 41, Borghetto 41, Sampaolese 31, Labor 30, Chiaravalle 27, Staffolo 27, Senigallia Calcio 25, Falconarese 15 (retrocessa in Promozione)

RITORNO – Olimpia Marzocca 25, Sassoferrato Genga 24, Montemarciano 24, Borgo Minonna 23, Real Cameranese 20, Castelbellino 20, Pietralacroce 20, Senigallia Calcio 19, Filottranese 18, Borghetto 18, Chiaravalle 16, Castelleonese 16, Sampaolese 15, Labor 15, Staffolo 9, Falconarese 2

MARCATORI16 gol: Giudici (Castelleonese) e Serrani (Senigallia Calcio); 14 gol: Bartoloni (Falconarese); 13 gol: Bassotti (Labor), Ghetti (Castelleonese), Portaleone (Real Cameranese) e Maccioni (Filottranese); 10 gol: Braconi (Borgo Minonna) e Api (Castelbellino); 9 gol: Marchegiani (Sampaolese) e Moschini (Montemarciano); 8 gol: Marchionne (Real Cameranese), Daidone (Pietralacroce), Capecci (Borghetto) e Ricci (Sassoferrato Genga); 7 gol: Strappini (Labor), Consolazio (Pietralacroce), Mancini (Castelleonese), Storani (Filottranese), Gramazio (Montemarciano), Razgui (Real Cameranese), Chiocchiolini (Sassoferrato Genga) e D’Urzo (Chiaravalle)

Girone C

28^ giornata Cingolana SF 0-1 Montecosaro, Caldarola 0-1 San Claudio, Pinturetta 0-0 Passatempese, Folgore Castelraimondo 2-1 Settempeda, Montecassiano 0-4 Montemilone Pollenza, Vigor Montecosaro 3-2 Portorecanati, Urbis Salvia 1-0 Elite Tolentino

CLASSIFICASettempeda 62 (promossa in Promozione), Vigor Montecosaro 55, San Claudio 52, Montecassiano 49, Passatempese 45, Folgore Castelraimondo 39, Camerino 39, Portorecanati 38, Elite Tolentino 34, Montecosaro 34, Montemilone Pollenza 33, Urbis Salvia 33, Cingolana SF 30, Pinturetta 24, Caldarola 23, Esanatoglia (-1) 13 (retrocessa in Seconda Categoria)

RITORNO – Settempeda 34, San Claudio 26, Passatempese 25, Vigor Montecosaro 24, Montecassiano 23, Camerino 22, Montemilone Pollenza 21, Urbis Salvia 18, Cingolana SF 16, Elite Tolentino 15, Montecosaro 14, Portorecanati 12, Pinturetta Falcor 11, Caldarola 5, Esanatoglia 2 (-1)

MARCATORI20 gol: Pantone (Portorecanati); 17 gol: Tulli (Vigor Montecosaro); 16 gol: Castellano (Settempeda); 13 gol: Guermandi (Vigor Montecosaro), Lovotti (Cingolana SF) e Ibii Ngwang (San Claudio); 12 gol: Bisbocci (Folgore Castelraimondo); 11 gol: Duca (Camerino); 10 gol: Mihaylov (Passatempese) e Bartolini (Montemilone Pollenza); 8 gol: Capenti (Elite Tolentino), Chiaraberta (Montecassiano), Serantoni (San Claudio) e Chierichettti (Montecosaro); 7 gol: Donzelli (Passatempese), Santagata (Montecosaro), Ferro (Portorecanati) e Balloni (Montemilone Pollenza).

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement
Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory