Connect with us

Calcio

Calcio / “Derby” tutto leoncello nell’esordio di A Juve-Como?

L’attaccante jesino Alessandro Gabrielloni potrebbe ritrovare all’esordio in A il suo ex compagno di reparto con la maglia leoncella Stefano Stefanelli, in procinto di approdare alla Juventus con Giuntoli

JESI, 7 luglio 2024 – Per “Ale” Gabrielloni, orgoglio jesino, fresco di promozione in serie A col “suo” Como, non bastava un esordio da sogno a Torino con la Juventus.

Si potrebbe profilare infatti, anche un “derby” tutto leoncello, ritrovando il suo ex compagno di squadra e di reparto Stefano Stefanelli, che sarebbe vicinissimo alla firma con i bianconeri, il condizionale è d’obbligo, per occuparsi dell’Area Scouting e di trattative di mercato del Club.

I due infatti, avevano formato un’ottima coppia-gol nella stagione 2012/13, con la Jesina allora in Serie D, annata culminata con l’ennesima salvezza raggiunta dalla società del Presidente Marco Polita.

Un campionato indimenticabile, soprattutto per il ritorno alla vittoria nel derby di sempre con l’Ancona, che mancava alla Jesina dalla lontanissima stagione 1984/85 grazie al successo di misura al “Dorico”, targato Augusto Bonacci.

In un “Carotti” vuoto per squalifica del campo per via delle intemperanze avvenute nel precedente derby con la Maceratese, la Jesina sconfisse i dorici 2-1 il 13 gennaio 2013, proprio grazie alle reti dei due attaccanti, che mandarono in visibilio gli ultras assiepati dietro la curva e la tribuna.

Grande festa nel dopo gara coi tifosi pronti ad abbracciare i leoncelli all’esterno dello stadio, capaci di un’autentica impresa contro un’Ancona sempre tra le grandi favorite.

L’esultanza dei tifosi jesini all’esterno della tribuna dopo la vittoria nel derby con l’Ancona

Una coppia ben assortita, con Stefano Stefanelli attaccante di peso, 14 gol in 32 gare, nome importante per la D di allora, ed un giovane di belle speranze, Alessandro Gabrielloni, 5 gol in 30 gare che, grazie al talento e alla propria tenacia, ha saputo guadagnarsi l’olimpo del calcio scalando categoria dopo categoria, sporcandosi le mani ed i piedi a suon di gol. Di quella rosa, faceva parte anche l’altro fratello “Tommy” Gabrielloni, anche lui grande bomber, autore di ben 7 reti nelle 30 partite disputate.

Stefano Stefanelli con la maglia della Jesina nell’esordio casalingo con il Termoli

Stefanelli gode infatti della massima stima del Football Director bianconero Cristiano Giuntoli per averci lavorato insieme sia nel Carpi, che per una breve parentesi al Napoli, occupandosi della formazione Primavera. Reduce da una buona stagione al Pisa in serie B, l’ex centravanti leoncello vanta anche esperienze da dirigente con Vis Pesaro, Pistoiese e Cesena.

Nativo di Pergola, Stefanelli, dopo essere cresciuto nelle giovanili del Fano, ha indossato nel corso della sua lunghissima carriera le maglie di Fanfulla. Urbania, Vis Pesaro, Gubbio, Pergolese, Cagliese, Vigor Senigallia, Südtirol, ancora Fano, Fossombrone, di nuovo Cagliese, Piano San Lazzaro, Riccione, Pistoiese, Riccione, un ritorno, Jesina, Fano, e Faetano (Repubblica di San Marino).

Anche il padre Mario Stefanelli, centrocampista, fu giocatore della Jesina in C/2 nella stagione 1981/82, la prima nel professionismo dei biancorossi dopo la storica promozione ottenuta ad Arezzo.

In attesa dunque dell’imminente firma di Stefanelli, per “Ale” Gabrielloni sarà comunque un debutto di fuoco, che potrebbe essere magari un pò addolcito dall’incontro col suo ex compagno di mille battaglie.

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

JESINA CALCIO

Tutte le notizie sulla Jesina Calcio
Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory