Connect with us

Calcio

JESINA CALCIO / No di Magnanelli, ad un passo Martedì e Papa

Incertezza sulla domanda di ripescaggio, sembrano non esserci le condizioni richieste per poterla presentare, e sul ricorso al Tar del Lazio

JESI, 13 luglio 2020 – Ripescaggio e ricorso al Tar del Lazio.

Mancano poche ore per poter presentare la domanda di ripescaggio in serie D, scadenza domani 14 luglio ore 14, ed il ricorso al Tar del Lazio, mercoledì 15 luglio, circa la sentenza di primo grado emessa dal Collegio di Garanzia dello Sport del Coni riguardante le retrocessioni a tavolino stabilite, causa Covid, dalla Figc e dalla Lnd.

Martedì

La Jesina non ha comunicato ancora le sue intenzioni e si spera che presto lo farà con chiarezza per far conoscere al popolo sportivo leoncello, tifosi in primis, oltre alla città tutta i motivi del suo agire.

Intanto, cosa importantissima, Amici sta lavorando per costruire la squadra. Negli ultimi giorni sembra aver ricevuto un no definitivo da Magnanelli, che preferirebbe restare in Ancona, mentre sembra quasi fatta per Martedì, difensore lo scorso campionato al Marina, e Papa, attaccante in maglia Maceratese.

Allo stato attuale Cameruccio, Rossini, Sampaolesi, Moretti sono gli unici quattro acquisti finora ufficialmente conclusi. Con tutto il rispetto per i quattro citati, ai quali vanno aggiunti i giovani Anconetani, Lucarini e Barchiesi, parliamo di costruzione della squadra al momento alquanto scoraggiante anche per il più ottimista.

Tutto qui? Viene da domandare!

Strappini

In considerazione del fatto che è logicamente pensabile che la Jesina si debba presentare ai nastri di partenza dell’Eccellenza non come un numero ma come una sicura protagonista che possa almeno competere fino alla fine per una posizione di vertice.

Data la lista dei partenti rispetto allo scorso campionato, tutti, si sa perfettamente che ci sarà da rifondare una squadra intera.

E i soldi per farlo non dovrebbero mancare se è vero come è vero che nel giorno della presentazione di mister Marco Strappini il presidente Chiariotti ha confermato che il budget per la costruzione sarebbe lo stesso dell’anno precedente.

Quindi un budget da serie D per costruire una formazione di Eccellenza.

Il tempo incomincia a stringersi. Già, perché dopo la retrocessione, qui si rischia un altro buco nell’acqua senza neanche provare a giocarsela. Perché se la serie D è da considerare off-limits, al momento ripetiamo, niente ricorso al Tar del Lazio e niente domanda di ripescaggio, l’Eccellenza non sarebbe proprio una tranquilla passeggiata.

Oltre alla certezza Ancona, Porto D’Ascoli, Forsempronese e perché no Biagio Chiaravalle, in tante stanno uscendo rinforzate da una campagna acquisti, o conferme, che potrebbe rivelare ancora colpi importanti.

Ed attenzione pure a Maceratese ed Urbino che se riusciranno a rilevare i titoli sportivi in bilico, Atletico Alma e San Marco Lorese, e presentarsi in Eccellenza, sapranno sin da subito diventare protagoniste.

Ora la mossa tocca ai leoncelli. Per l’orgoglio jesino, per tornare a vincere e a farsi belli, per riportare il giusto prestigio ad un campionato che si prospetta interessante ed avvincente.

Quindi: Jesina, se ci sei, è ora di battere un colpo vero. Di mercato. Di quelli che fanno reparto e squadra. Di quelli che fanno sperare in una stagione anche di successi, non solo di delusioni e amarezze come a Jesi da diversi campionati a questa parte, due retrocessioni sul campo in tre anni, è accaduto.

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio