Connect with us

Basket

BASKET SERIE B / Aurora Jesi che botta, Roma la travolge al Palatriccoli 71-99

Arbitraggio spesso provocatorio: espulsi Magrini, coach Francioni; usciti per cinque falli Gay, Ferraro e Ginesi. Domenica prossima ancora in casa contro Faenza

JESI, 16 aprile 2022 – La Luiss Roma espugna il Palatriccoli.

I parziali parlano da soli: 13-25, 21-21, 17-26, 20-27. La salvezza diretta ancora è a portata di mano ma in caso contrario si potrebbe prospettare un play out anche contro il Montegranaro di coach Damiano Cagnazzo, uno che ha contribuito a scrivere la storia del club aurorino per tanti anni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nulla da fare dunque e la carica di sicurezza assunta dopo l’impresa di Rieti di domenica scorsa non ha sortito l’effetto sperato con l’Aurora che si ritrova a fare i conti con una disfatta al termine di un match conclusosi in un bagno di sangue.

Quasi trenta punti di scarto dal sapore amaro, complice anche un arbitraggio spesso provocatorio che ha contribuito notevolmente a creare confusione in campo e a destabilizzare la concentrazione e lucidità dei giocatori: espulsi Magrini e coach Francioni e usciti per cinque falli Gay, Ferraro e Ginesi.

Il primo quarto vede da subito la squadra capitolina al timone della partita con il play Pasqualin. Per lui subito 12 punti a referto e poi una ulteriore tripla che segna il massimo vantaggio ospite del periodo (4-20).

Magrini prova a guidare la rimonta ma nulla da fare. La Luiss chiude con un vantaggio di +12.

Nel secondo periodo il quintetto di casa ce la mette tutta e in 7 minuti riesce a portarsi a -4 (29-33).

Al 18’ l’episodio chiave con l’espulsione di Magrini, fino a quel momento il migliore in campo con 15 punti  referto.

I romani si rimettono in partita approfittando della situazione e riescono ad allungare andando all’intervallo lungo sul 34-46.

Dopo il riposo, il terzo tempo prosegue con lo stesso copione di quello precedente: la Luiss continua a difendere bene lasciando pochissimi spazi, impedendo le penetrazioni dei padroni di casa e attaccando con fluidità: 51-72.

Gli ultimi dieci minuti sono tiri sparacchiati dalla media e lunga distanza con percentuali da mini basket (4/30 tiri da tre e 18/34 da due). Jesi perde sempre più di lucidità complice anche un arbitraggio che nulla perdona e a tratti, come dicevamo, provocatorio: in pochi minuti fuori per cinque falli Gay, Ferraro e Ginesi e persino coach Francioni è costretto a prendere la via dello spogliatoio per proteste.

Ne consegue che il clima è sempre più riscaldato sia in panchina che sugli spalti. La Luiss Roma ne approfitta dilagando e mandando i titoli di coda, 71-99.

Domenica prossima ancora turno casalingo contro Faenza.

CLASSIFICA – RivieraBanca Basket Rimini, Liofilchem Roseto 42, Real Sebastiani Rieti 40, Kienergia Rieti 38, Luciana Mosconi Ancona 36, Sinermatic Ozzano, Andrea Costa Imola 32, Goldengas Senigallia 30, Raggisolaris Faenza 28, SSD LUISS Roma 26, Rennova Teramo 24, Tigers Cesena 22, General Contractor Jesi* 19, Sutor Montegranaro, Virtus Basket Civitanova Marche, Giulia Basket Giulianova 6. *General Contractor Jesi 1 punto di penalizzazione   

General Contractor Jesi: Gloria 19, Magrini 15, Memed 2, Valentini 11, Gay 7, Ferraro 10, Cocco 6, Ginesi 1.

Luiss Roma: Barbon 9, Di Francesco 1, Legnini 13, Converso 4, Jovovic 12, Pasqualin 25, Di Bonaventura 6, Zini 3, D’Argenzio 14, Murri 10, Tolino 2.

Arbitri: De Ascentiis di Cremona e Fusari di Pavia

Note: usciti per cinque falli: Gay, Ferraro, Ginesi ( The Contractor Jesi) e Tolino (Luiss Roma) espulsi: coach Francioni e Magrini (The Contractor Jesi)

Parziali: 13-25, 21-21, 17-26, 20-27

 

Valentina Triccoli

©RIPRODUZIONE RISERVATA

image_pdfimage_print

Advertisement

More in Basket