Connect with us

Calcio

Eccellenza / Jesina, Franco Ezequiel Grillo: «la piazza di Jesi mi ha stupito»

Il difensore argentino, al secondo anno di esperienza a Jesi, fa il punto della situazione in vista dell’importante match di domenica al “Carotti” con la Maceratese

JESI, 30 novembre 2023 – Arrivato in punta di piedi a Jesi dall’Argentina, dopo esser cresciuto nel River Plate ed aver maturato alcune esperienze nella terza serie argentina, Franco Ezequiel Grillo è diventato subito un punto fermo della retroguardia leoncella.

Col difensore argentino, abbiamo fatto il punto della situazione in casa Jesina, in vista dell’importantissimo match di domenica prossima al “Carotti” con la Maceratese di Dino Pagliari.

Franco, al secondo anno a Jesi ti sei ormai ambientato, conoscendo sempre più il calcio italiano, e in particolar modo l’Eccellenza. È quello che immaginavi al tuo arrivo?

«Direi di sì. Sapevo di venire a giocare in un Paese dove il calcio è molto competitivo, e che sarebbe stata dura e per niente facile. Diciamo che è un calcio e un campionato, per dire la parola giusta, tosto. Non mi aspettavo invece una piazza così, come quella di Jesi. La città e la sua tifoseria mi hanno davvero sorpreso. C’è un pubblico caldo, che si fa sentire, e tutto questo a noi fa piacere. Ogni domenica sappiamo che dobbiamo giocare non solo per noi, ma anche per loro».

Franco Ezequiel Grillo in rete nella gara della scorsa stagione con il Fabriano-Cerreto

Una squadra che ha saputo andare, per ora, aldilà di ogni pronostico, quale è stato il segreto?

«È giusto che ognuno parli o esprima un suo pensiero, ma noi dobbiamo fare in campo quello che sappiamo. Tra di noi c’è stata sempre la consapevolezza di essere una squadra forte, e di non essere inferiori a nessuno. Penso che tutto questo si sia anche visto in campo. Credo che anche gli altri ci rispettino molto. Sappiamo di avere ancora tantissimi margini di miglioramento, lavoriamo giorno dopo giorno proprio per questo. È una squadra infatti, che ha voglia di allenarsi e migliorarsi sempre. C’è fiducia reciproca tra squadra e staff, siamo molto uniti. Il mister per primo, si è fidato di questa squadra».

Torniamo a domenica scorsa. A Osimo è arrivata una sconfitta che ha interrotto una lunga serie di imbattibilità

«Questo è il calcio. A volte puoi fare malissimo e vincere, altre volte puoi far bene e uscire senza punti. Fa parte del gioco. Dobbiamo ora dare il doppio nella prossima partita, per migliorare domenica dopo domenica. Il campionato è ancora lunghissimo. Dobbiamo reagire alla sconfitta».

Franco Ezequiel Grillo, a sinistra, insieme al connazionale argentino Thiago Capomaggio

Domenica c’è un “classico” con la Maceratese. Sarà una gara molto particolare

«Conosciamo tutti l’importanza di questa gara. La affronteremo allo stesso modo, con la stessa grinta e la stessa determinazione con cui abbiamo giocato le altre partite. Penso e spero che sarà una bella sfida. Vogliamo dare di più, ma siamo allo stesso tempo tranquilli e consci della nostra responsabilità, senza aver paura. Mi fido della squadra. Sappiamo di essere un gruppo in grado di dire la sua. Giochiamo sempre per vincere, come vuole il mister. Gran parte del merito di quello che siamo è anche suo. Poi c’è anche l’altra squadra in campo e, come dico sempre, le gare possono finite in tre modi. Voglio fare un appello ai tifosi, di starci vicino, anche se sappiamo lo faranno, come sempre».

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

JESINA CALCIO

Tutte le notizie sulla Jesina Calcio
Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory