Connect with us

Ciclismo

CICLISMO / Il Giro d’Italia, il fascino della bicicletta che racconta emozioni

Nel 2022 la carovana del Giro d’Italia passerà di nuovo per Jesi. 37 anni dopo l’ultima volta, in una città che ha raccontato pagine di sport da record

JESI, 26 dicembre 2021 – A volte ritornano. Nel 2022 la grande carovana del Giro d’Italia passerà di nuovo per Jesi.

Maini

37 anni dopo l’ultima volta –  era il 23 maggio 1985 tappa Cervia – Jesi con arrivo lungo viale Martin Luther King vinta da Maini – in una città che attualmente vanta due Commissari Tecnici a livello di nazionale italiana, calcio e scherma, e che è la città al mondo più medagliata per quanto concerne le Olimpiadi.

L’evento da segnare in calendario si svolgerà martedì 17 maggio. Sarà la tappa numero 10 del 105° Giro d’Italia, la Pescara – Jesi di k 194 per un dislivello di 1730 mt.

Il percorso è stato considerato di media difficoltà con la carovana che entrerà nel territorio di Jesi da Santa Maria Nuova e dopo la discesa che porta in località Borgo Minonna i ciclisti saliranno su per la frazione di Mazzangrugno e poi di nuovo giù fino al ponte della Barchetta e da lì a Sant’Ubaldo per proseguire verso Monsano dove sarà fissato il Gran Premio della Montagna di 4° categoria. Da Monsano al bivio per San Marcello, località Montelatiere, con la corsa che si dirigerà ancora verso Jesi fino al bivio con Viale del Lavoro ed infine direzione Viale della Vittoria fino al traguardo finale fissato poco oltre l’incontro con via Radiciotti e via Montebello.

Alaphilippe -Bacci

Per Jesi occasione irripetibile. L’impatto mediatico della corsa rosa è notorio.

Per una giornata intera sarà mostrato a milioni di telespettatori le bellezze del territorio e sarà bello vedere pedalare i grandi campioni della due ruote tra le meraviglie di Jesi e dei suoi Castelli.

Il Sindaco Bacci il giorno dell’annuncio ufficiale aveva detto:Ci è appena stata confermata una bellissima notizia: il prossimo Giro d’Italia di ciclismo farà tappa a Jesi.  Dopo 37 anni la nostra città tornerà di nuovo ad accogliere la carovana rosa e torna ad essere sede di tappa. Un grande evento popolare per uno sport che unisce il nostro Paese, con un ritorno di immagine straordinario. È una enorme soddisfazione, perché questa manifestazione fa parte della storia dell’Italia. Grazie a tutti coloro che hanno contribuito a questo eccezionale risultato ed un primo pensiero all’indimenticabile Michele Scarponi che queste strade le ha percorse in lungo ed in largo e la cui limpida testimonianza di uomo e di atleta resta una delle pagine più belle del ciclismo italiano. Ora subito al lavoro per la migliore organizzazione possibile”.   

Comitato Jesi Gran Ciclismo

L’appello è stato subito accolto.

Il Comitato Jesi Gran Ciclismo, già operativo sin dal 2019 in occasione della Tirreno Adriatico con l’arrivo a Jesi nella tappa Matelica – Jesi, si è riunito.

Ha accumulato le proprie risorse ed esperienze in collaborazione con l’assessore allo sport del Comune di Jesi Ugo Coltorti, che di fatto ne ha assunto il comando, e già gli incontri sono stati molteplici. Per il 26 gennaio, 100 giorni dall’evento, il Comitato ha in serbo una sorpresa in città.

Alcuni giorni prima di Natale l’organizzazione Rcs è stata a Jesi per iniziare a mettere a punto molte cose ed anche a definire alcuni dettagli importanti per il giorno del grande evento.

Il Giro d’Italia 2022 partirà da Budapest in Ungheria il 6 maggio del 2022 e terminerà a Verona il 29 maggio. Il percorso totale misura 3410 km e si articola su 21 tappe.

Insomma l’anno che verrà sarà ricordato a Jesi per decenni e decenni. Sarà scritto sui libri di storia che racconterà uno degli eventi sportivi nazionali più belli e appassionati di sempre.

Nello stesso giorno ci sarà anche l’arrivo della tappa del Giro-E, previsto almeno un’ora prima dell’arrivo del Giro. Il Giro-E è un evento cicloturistico sulle stesse strade e nelle stesse date cambiando solo la località di partenza di tappa. Ogni frazione viene percorsa in gruppo compatto dove i partecipanti affrontano prove di regolarità e prove speciali. Negli ultimi chilometri i capitani dei vari Team sono impegnati nella prova sprint fino al traguardo. Chi partecipa utilizza biciclette da strada a pedalata assistita.

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

image_pdfimage_print

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Ciclismo