Connect with us

Rugby

Jesi / Rugby: soddisfazione per il 2022, progetti suggestivi per il 2023

Bilancio di fine anno del presidente Faccenda. Le prospettive per il futuro: a maggio 125 club e 900 bambini per un evento unico 

JESI, 28 dicembre 2022«Chiudiamo il 2022 con soddisfazione. Contiamo di replicare nel 2023. Che dovrà essere, fra le altre cose, l’anno della sostenibilità». Parola di Luca Faccenda, presidente del Rugby Jesi ’70 che a cavallo fra anno vecchio e nuovo traccia bilanci e disegna prospettive per la palla ovale jesina.

Barbacci

Nicole Maria Cordovain

«La stagione sportiva in corso è iniziata bene riepiloga Faccendanella Seniores, coach Marco De Rossi ha dato a tutti nuovo entusiasmo, quello che ci voleva dopo due anni di difficoltà legate al Covid. Eravamo partiti per la salvezza, siamo ora al sesto posto e direi che il bilancio è più che positivo. Molto bene, ora vogliamo continuare su questa scia e fare le stesse cose anche per quel che riguarda il vivaio. Non dimentichiamo di questo anno le soddisfazioni per i percorsi e le convocazioni in azzurro Under 19 di Filippo Barbacci, ora approdato a Rovigo, nato rugbisticamente a Fabriano e che ha poi proseguito da noi la sua formazione, e di Nicole Maria Cordovain Under 17».

campo Rugby Jesi

Proprio a giovani e giovanissimi sono legati alcuni degli snodi e degli appuntamenti più importanti che attendono il Rugby Jesi ’70 nel 2023. «Che il nostro impianto sia stato scelto quale sede di uno dei sette Poli di sviluppo Under 17-18 individuati in tutta Italia dalla Fir, è un motivo di orgoglio che premia il grande lavoro fatto da diversi anni a questa parte per renderlo ciò che è attualmente. Lavoreremo sul Polo e lavoreremo sul minirugby, che il prossimo annoricorda Faccendaavrà non solo il tradizionale torneo Federico II quale occasione importante. Siamo infatti stati scelti dalle Zebre per ospitare la seconda edizione del torneo dedicato agli oltre 125 club della “Zebre Family” per le categorie dalla Under 5 alla Under 13, il Memorial “Leonardo Mussini”, a maggio prossimo. Dopo la prima volta a Parabiago quest’anno, Jesi sarà protagonista nel 2023 di un evento che porterà qui circa 900 bambini, oltre ai loro accompagnatori. Una grande festa di sport e di rugby».

Non è però solo in campo ma anche “sul” campo che si lavora. «Il 2023 dovrà essere un anno all’insegna della sostenibilità delle strutture e dei comportamenti. Ci stiamo muovendo per una nuova e più sostenibile illuminazione del nuovo campo in sintetico, lavoreremo sulla riduzione della produzione di rifiuti e del consumo di plastica, stiamo cercando partner e sponsor per la realizzazione di un percorso ciclabileche colleghi il nostro impianto al quartiere Minonna e al centro di Jesi. Sarà bello e coinvolgente e d’altro canto la nostra squadra societaria, da poco rinnovata, ha forza e voglia di fare».

image_pdfimage_print

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Rugby