Connect with us

Motociclismo

Motociclismo / Simone Saltarelli lascia l’ospedale e promette: “tornerò competitivo”

Dopo il grave incidente di Imola, il senigalliese, 37 anni, non molla, anzi è pronto ad affrontare la lunga convalescenza

SENIGALLIA, 25 ottobre 2022 – Dopo 15 lunghi giorni di ospedale divisi tra Imola subito dopo il grave incidente e Senigallia, dove era ricoverato dallo scorso giovedi per gli ultimi controlli, il pilota Simone Saltarelli torna a casa per un lungo periodo di convalescenza.

Finisce così la prima parte del dopo Imola, quando Saltarelli, che era in lotta per il titolo italiano nel campionato National Trophy classe 1000,  è stato coinvolto in uno spaventoso incidente assieme ad altri due piloti, Salvadori e Chiarino.

Un incidente talmente grave da far sospendere la gara assegnando il titolo a tavolino al giovane Giannini che aveva un vantaggio di 7 punti su Saltarelli.

“Ero partito benissimo alla seconda ripartenza, ero terzo, una posizione ottima per provare ad attaccare i primi e tentare di aggiudicarmi il titolo, che onestamente sentivamo un po’ in tasca – spiega il trentasettenne senigalliese – L’incidente è stato inevitabile, alla curva 3 Salvadori ha fatto una brutta sbandata proprio davanti a me, ci siamo toccati e nel trambusto sono stato investito da un altro pilota. Ho avuto una spalla lussata, 6 vertebre rotte, una commozione della milza ed una abrasione enorme sulla gamba destra che mi sta dando parecchi problemi. So che mi aspetta un inverno lungo e difficile, ma sono pronto a rimettermi in gioco”.

Simone nella convalescenza avrà accanto a sè tutto lo staff che lo segue normalmente durante il campionato.

E’ lo stesso Saltarelli che tiene a dire come a 37 anni oggi si senta che più mai un pilota ed una persona matura: “peccato per quello che è accaduto ad Imola, perché quest’anno è stata una stagione veramente positiva. Sono cresciuto tanto, così anche il team. Siamo stati sempre performanti, non abbiamo mai avuto problemi. L’unica volta che ci è capitato qualcosa abbiamo fatto quinti, che è stato il nostro peggior risultato, indicativo di che livello abbiamo raggiunto.. In 6 gare abbiamo raggiunto 4 podi, una vittoria, ottenuto il giro più veloce e molti giri in prima posizione. Insomma una stagione da incorniciare e per questo ringrazio tutto il TCF Racing Team a partire dal Team Manager Francesco Nucci. Alla fine non sento di aver perso il campionato, non si può vincere o perdere un campionato a tavolino”.

Stagione positiva sottolineata anche dalle prestazioni nel mondiale endurance, dove Saltarelli ha gareggiato nei mitici circuiti di Le Mans e Spa, in cui ha condotto in testa tutta la gara fino a due ore dalla conclusione quando la  moto si è rotta.

“So che sarà un lungo inverno, ma sono fortemente determinato a tornare competitivo come prima dell’incidente – promette battaglia il pilota – Vorrei ringraziare le tante persone che mi sono state vicine durante questo periodo, facendomi sentire la loro vicinanza. E’ stato importante e mi ha dato la carica per non mollare e tornare in pista il prima  possibile”.

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement

More in Motociclismo

Segnala a Zazoom - Blog Directory