Connect with us

Calcio

Serie C / All’Ancona basta lo 0-0 per salvarsi: parità al “Del Conero” e Fermana retrocessa

Davanti a circa 6000 spettatori la squadra di Boscaglia centra la salvezza senza passare dai play-out, per via del +11 sui canarini di Fermo

ANCONA, 28 aprile 2024 – Il più dolce dei pareggi contro la Lucchese (0-0) decreta la permanenza in Serie C dell’Ancona. La squadra di Boscaglia festeggia al termine della 38^ giornata del girone B davanti ai suoi tifosi del “Del Conero”, condannando la Fermana al ritorno in Serie D per via della regola dei 10 punti di scarto tra 16^ e 19^.

I biancorossi, trascinati dal tifo caloroso della Curva Nord e dei tutti i suoi circa 6000 tifosi, creano tante occasioni da rete, ma non riescono a concretizzarle, rischiando anche di prendere il gol che li avrebbe condannati ai play-out. Alla fine, però, il “Del Conero” tira un sospiro di sollievo e guarda a un futuro in terza serie per la quarta stagione di fila. 

Primo tempo

Già dai primi secondi della sfida l’Ancona ha voglia di salvezza: ne passano 30 e Gatto entra in area sulla destra  appoggia per Saco che non riesce a controllare a tu per tu con Coletta, il portiere recupera. Al 9′ il tiro-cross dalla destra di Cella attraversa tutta l’area e termina a lato. Poco dopo ancora Saco si invola sulla sinistra e al momento del tiro un difensore devia in corner, sugli sviluppi dell’angolo testa Pasini sul fondo. Siamo al 18′ quando Martina batte un calcio d’angolo, Paolucci da fuori tenta la fortuna ma non trova lo specchio.

Due minuti l’Ancona troverebbe anche il gol del vantaggio, con la deviazione a rete di Saco su suggerimento dalla destra di Cella, ma l’arbitro Leone di Barletta annulla la rete per fuorigioco. Al 27′ ennesimo traversone basso dalla destra del 4 locale, un difensore devia in corner prima dell’arrivo di Spagnoli, che sarebbe stato a tu per tu con Coletta.

La Lucchese si fa vedere al 30′: Yeboah non arriva su una buona verticalizzazione dai 25 metri. Dall’altra parte l’Ancona insiste: Martina mette in mezzo verso Saco che prova a deviare di testa ma un difensore si frappone e la Lucchese recupera. Al 37′ Spagnoli da due passi schiaccia di testa il cross di Paolucci, Coletta raccoglie; dall’altra parte Alagna dalla destra trova Russo in mezzo che prova la mezza rovesciata, la sfera rotola sul fondo.

Secondo tempo

Nella ripresa l’Ancona continua a creare, ma non concretizza e alla fine anche la Lucchese ha le sue chances per vincere la gara. Al 48′ Saco in mezzo all’area prolunga a sinistra per Cioffi, che attende troppo e calcia quando Coletta ormai ha intuito. Dall’altra parte la difesa salva su filtrante dalla sinistra di Visconti. Passano 6 minuti e  Cioffi mette in mezzo per Paolucci il quale, tutto solo in area, non trova la deviazione a rete in scivolata.

Siamo al 57′ quando Spagnoli colpisce la palla di testa sul cross da calcio d’angolo, ma non trova la porta di un nulla. La Lucchese, dall’altra parte, si invola in contropiede, ci pensa Cella a salvare tutto con il petto verso Perucchini. Al 61′ Russo va in contrattacco in posizione sospetta, la difesa si salva all’ultimo, rifugiandosi in corner. Qui Astrologo prova il gol olimpico, Perucchini respinge.

Due minuti dopo, trema il “Del Conero”: Yeboah a due passi dalla porta si mangia clamorosamente lo 0-1 in caduta da due passi, dopo un passaggio in area dalla destra. Al 67′ Cella dal limite dell’area sulla destra crossa verso Gatto, il quale di testa prolunga in mezzo verso Cioffi; l’11 sbaglia il tiro dal dischetto del rigore, palla sul fondo. Ci pensa poi Perucchini a mettere le sue mani sulla salvezza: Russo tira a botta sicura a un passo dalla porta dopo una bella azione dalla sinistra sull’asse Cangianello-Alagna-Yeboah, ma il portiere dorico devia in corner.

Siamo al 72′ quando Saco dalla destra si accentra e tira, Coletta respinge. Altri 6 minuti e Yeboah entra in area e calcia, la difesa sporca il pallone quel tanto che basta per deviarlo in corner. L’Ancona ha poi un brivido sul successivo calcio d’angolo per un colpo di testa in mischia, il quale si stampa sul fondo. L’ultima emozione della sfida arriva all’81°, quando Spagnoli devia devia fuori un cross dalla destra di Barnabà sugli sviluppi di un corner.

Ancona salva, Fermana retrocessa

A fine partita il “Del Conero” festeggia la permanenza in Serie C per il secondo anno di fila, terzo se si considera anche la denominazione Ancona-Matelica. A fine partita i 6000 spettatori presenti tirano un sospiro di sollievo e, anzi, festeggiano una salvezza ai danni di rivali di sempre della Fermana, che invece retrocedono in Serie D. Non manca una piccola nota polemica di un’instancabile Curva Nord a fine partita.

E’ finito questo tormento… Tiong e Giocatori che vi sia d’insegnamento, questa tifoseria va sempre onorata, dalla prima all’ultima giornata”. Con il coro “Meritiamo di più” a mettere in chiaro a tutti quali devono essere le ambizioni del club dorico.

Tabellino

ANCONA (4-3-3) – Perucchini; Cella, Pasini, Mondonico (87′ Clemente), Martina (80′ Agyemang); Gatto, Basso, Paolucci; Cioffi (79′ Barnabà), Saco (86′ Giampaolo), Spagnoli. All. Boscaglia – A disp. Vitali, Testagrossa, Energe, Marenco, D’Eramo, Pellizzari, Prezioso, Radicchio, Vogiatzis, Moretti.

LUCCHESE (4-4-2) – Coletta; Quirini, De Maria, Fazzi, Visconti (75′ Djbril); Cangianello (85′ Ndiaye), Russo (84′ Leone), Tumbarello, Alagna; Yeboah, Guadagni (63′ Perotta). All. Testini  – A disp. Berti, Chiorra, Perotta, Toma, Rizzo Pinna, Tumbarello, Fedato, Benassai, Leone,, Magnaghi

ARBITRO – Leone di Barletta (assistenti Moretti di Bergamo, Farina di Brescia; quarto ufficiale Spera di Barletta)

NOTE – spettatori circa 6000; recupero 3′ + 5′; ammoniti: Alagna (L), Martina (A), Astrologo (L), Spagnoli (A)

Giacomo Grasselli 

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory