Connect with us

Calcio

Calcio / Prima Categoria, il racconto della quinta giornata nei gironi B e C

La Cingolana SF vince e va a tre punti dalla vetta, Filottranese in testa con una goleada, 1-1 tra Staffolo e MonSerra; stasera Castelfrettese-Sassoferrato Genga in Coppa 

VALLESINA, 25 ottobre 2022 – Il valzer dei pareggi e delle goleade ha caratterizzato la quinta giornata in Prima Categoria di calcio. Se nel girone B la Cingolana SF vince a Corridonia e sogna le posizioni di vertice, nel girone C la Filottranese batte un Loreto in caduta libera e aggancia la Castelfrettese in testa, fermata sul pari da un ottimo Castelbellino.

Lo Staffolo si mangia la vittoria sul finale contro il MonSerra, mentre il derby tra Chiaravalle e Montemarciano finisce 0-0. Sugli scudi anche il Borgo Minonna, con il 3-2 rifilato al Sassoferrato Genga. Analizziamo nel dettaglio quello che è successo nello scorso weekend. Si torna in campo già sta sera: alle 20.30 Castelfrettese e Sassoferrato Genga si sfidano nel secondo turno di Coppa Marche.

Girone B – Cska Corridonia 1-2 Cingolana SF – 11’ Zitti (CSF), 28’ Agosto (CSF), 49’ Canuti su rigore (CC)

Nel girone C, la Cingolana San Francesco vince a Corridonia contro il Cska e incalza le posizioni di vertice. I ragazzi di Ballini hanno vinto 1-2, mantenendo l’imbattibilità stagionale in trasferta, con 7 punti in 3 partite lontano da Cingoli.

I biancorossi passano in vantaggio dopo 11 minuti, quando Zitti porta in vantaggio i compagni grazie ad un bel diagonale. Al 28’ il raddoppio: ancora Zitti si libera tra le maglie della difesa locale e lancia in profondità Agosto, il quale riesce a segnare la prima rete stagionale, dopo un digiuno di quattro giornate in campionato. Il Cska accorcia nel secondo tempo con Canuti su rigore, ma la Cingolana riesce a controllare il risultato, balzando al quinto posto in classifica, a pari punti con le più quotate Settempeda e Appignanese, a -3 dalla capolista Camerino. Tomassoni e compagni ora dovranno confermare il buon momento anche allo “Spivach”, dove è arrivato solo un punto in due partite giocate.

Girone C – Borgo Minonna 3-2 Sassoferrato Genga – 4’ e 26’ Braconi (B), 40’ Passeri (SG), 58’ Lucertini (SG), 88’ Italia (B)

Il Borgo Minonna ribalta il pronostico e batte il Sassoferrato Genga per 3-2 davanti ai propri tifosi. La squadra di Luchetta, al terzo posto in classifica, passa in vantaggio dopo 4 minuti: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Braconi è più lesto di tutti e con una zampata beffa Buriani. Il raddoppio è sempre firmato Braconi: al 26’ parte in contropiede dopo un disimpegno errato da parte del Sassoferrato Genga e supera il portiere ospite con un pallonetto.

Prima della fine del primo tempo, i ragazzi di Perini accorciano alla prima vera occasione della gara per loro: Passeri si inserisce in area e con una palombella batte Morresi. La rimonta viene completata al 58’, quando Lucertini fa 2-2 grazie ad una gran botta dalla distanza. A questo punto il Sassoferrato Genga ci crede e si fa vedere in avanti con Emanuele Piermattei, anche se il portiere di casa non corre grossi pericoli.

La doccia gelata per la squadra della Gola della Rossa arriva all’88°: dopo un salvataggio di Buriani per un lancio lungo influenzato dal vento qualche minuto prima, l’ex Staffolo non può nulla sul tap-in di Italia, servito in area grazie ad un’ottima azione dalla destra di Korchi, per il 3-2 finale che manda gli ospiti a -5 dalla vetta.

Il Borgo Minonna – spiegano dal Sassoferrato Genga – ha legittimato il risultato dopo un gran primo tempo, ma abbiamo il rammarico di non aver capitalizzato la rimonta, dopo aver riportato il punteggio in parità”. “Tre punti fondamentali – rispondono da Jesi – e sudatissimi per i rossoblù, contro un avversario di spessore, al termine di una partita di alto valore”.

Castelbellino-Castelfrettese 1-1 – 1’ Rocchi (CF), 71’ Corinaldesi (CB)

Il Castelbellino ferma sull’1-1 la Castelfrettese, chiudendo a quota tre vittorie consecutive la striscia vincente della squadra di Bugari, comunque ancora imbattuta ma raggiunta in testa dalla Filottranese. Eppure i “Frogs” erano partiti con il piede giusto: dopo nemmeno minuto il solito Rocchi, 5 gol in 5 partite, viene servito da Beta in area in velocità, Pettinelli esce male sorpreso dall’azione, così per il capocannoniere del campionato è un gioco da ragazzi realizzare l’1-0. Dall’altra parte, il Castelbellino reagisce subito dopo il gol con un’azione personale di Onourah, che si fa tutta la fascia da metà campo e prova il cross, trovando i guanti di Sollitto; poi con Ledesma, la cui punizione fa la barba al palo. Ancora il portiere locale fa gli straordinari su Corinaldesi in anticipo e su un rasoterra di Monno.

Nella ripresa, gli ospiti di Ricci riescono a trovare il meritato pareggio. Siamo al 71’, quando Stamate appena entrato si libera sul fondo e vede in area Corinaldesi, al quale basta un tocco a porta spalancata per battere Sollitto e realizzare il terzo gol personale in campionato. Le squadre non riescono più ad essere pericolose, così il match termina 1-1. “La Castelfrettese – scrive la società falconarese – esce indenne dal Comunale di Castelbellino Stazione, in una partita temuta che non ha disatteso le aspettative. Il pareggio è meritato, ma il lungo periodo in vantaggio faceva pensare di poter prendere l’intera posta”. “Il Castelbellino – aggiunge il presidente della Castelfrettese, Bonacciè la squadra che più ha impressionato i questo primo stralcio di campionato”.

Castelleonese-Labor 2-1 – 35’ Zandri (C), 41’ Morra su rigore (L), 83’ Zandri (C) – Rapari di Macerata

Cade ancora la Labor, alla terza sconfitta stagionale, seconda di fila fuori dalle mura amiche. I ragazzi di Tizzoni hanno perso per 2-1 contro una Castelleonese scatenata, al terzo acuto consecutivo dopo le due sconfitte dei primi 180 minuti in campionato.

Nel corso di una prima frazione equilibrata, i pesaresi di Gasparoni passano in vantaggio al 35’ con il diagonale di Zandri, con una precisa palla in profondità di Giudici dalla trequarti: Boria respinge ma non evita il gol. Passano 6 minuti e la Labor pareggia i conti, quando, a seguito di una grossa sbavatura difensiva, Francoletti in ritardo commette fallo su Bassotti e viene espulso. Dagli undici metri Morra non sbaglia e fa 1-1.

Nonostante l’uomo in meno, la Castelleonese domina i secondi 45 minuti di gara e trova il gol vittoria ancora con Zandri, bravo a concretizzare un tap-in dopo un’invenzione di Giudici, approfittando di una disattenzione generale di Boria e della difesa di Santa Maria Nuova. “I ragazzi di mister Gasparoni – spiegano da Castelleone di Suasa – hanno regalato bel gioco, con una prestazione di carattere anche in 10 uomini”.

Foto di Genny Giorgetti per l’ufficio stampa del Chiaravalle

Chiaravalle-Montemarciano 0-0

Pareggiano, ma a reti bianche, anche il Chiaravalle e il Montemarciano. La squadra di Onorato resta comunque a 2 punti dalla vetta, mentre i biancoazzurri di Caccia attualmente sono al decimo posto, a +6 dal fanalino di coda Loreto e a -5 dal duo di testa Filottranese-Castelfrettese.

La partita, comunque, è stata divertente, a dispetto di quanto ci dica il risultato finale. Pascali colpisce una traversa al 12’, sfruttando la spizzata di Pellonara sugli sviluppi di una rimessa laterale. Due minuti dopo Pellonara si guadagna un piazzato dal limite dell’area, Gramazio batte sulla barriera. I locali rispondono al 41’ con Giampieri, con un tiro dal limite che sfiora il palo ma finisce fuori. Pellonara allo scadere parte in contropiede, calcia ma non centra lo specchio.

A inizio del secondo tempo, Cecchini controlla in presa la girata di Pascali, il quale pochi minuti pià tardi non trova lo specchio dopo aver dribblato un avversario. Dall’altra parte Papadoupulos da buona posizione non riesce a inquadrare la porta. Al 58’ Cecchini salva sulla traversa un colpo di testa da angolo di Pellonara, mentre al 68’ Pascucci sfiora la deviazione vincente dopo una punizione di Gramazio. Il Chiaravalle si rende pericoloso solo all’82’, con un attaccante locale che non riesce a trovare la porta con una forte conclusione.

Terzo pari consecutivo per i biancoazzurri – spiegano da Montemarciano -, che avrebbero meritato il risultato pieno per come hanno condotto la gara e per le occasioni create”. “E’ stata una partita molto intensa – rispondono da Chiaravalle – e combattuta, con i grigioneri che nel secondo tempo non sono riusciti a trasformare in gol le occasioni create”.

Il gol olimpico di Stefano Massei (foto di Alex Ciciliani – ufficio stampa Staffolo)

Staffolo-MonSerra 1-1 – 39’ Calcina A. (M), 56’ Massei (S)

Finisce in parità la sfida d’alta classifica tra Staffolo e Monserra, con i padroni di casa ancora imbattuti al quarto pareggio stagionale su cinque partite con un calendario ostico, mentre gli ospiti reagiscono alla sconfitta contro la Filottranese e rimangono nei piani alti del girone B. I ragazzi di Pietrella hanno un miglior impatto sulla gara: al 4’ Ferrero si rende protagonista di un’azione sulla fascia e crossa in area, ma non ci arriva nessuno. Lo Staffolo di Pasquini risponde al 9’, quando Piccinini colpisce un palo sugli sviluppi di un corner originato da una punizione di Massei. Dall’altra parte Ferrero batte una rimessa laterale verso Gambadori che prova una mezza rovesciata, ma il tentativo finisce alto sopra la traversa.

Dopo una fase di studio, il MonSerra riesce a passare in vantaggio. Al 34’ Mastri da punizione impegna in corner Pepe, mentre quattro minuti dopo Gambadori si mangia il gol da due passi dallo specchio. E’ il preludio dello 0-1: Brega colpisce di testa in area, Pepe toglie la palla dalla linea di porta, sugli sviluppi dell’azione il pallone arriva ad Ares Calcina che a porta spalancata realizza la rete. Il primo tempo finisce con gli ospiti avanti nel punteggio.

Nella ripresa, lo Staffolo reagisce subito al rischio dello 0-2 e rischia addirittura di vincere la gara. Al 50’ infatti, Pepe deve deviare un corner un lancio in profondità ospite influenzato dal vento: nell’azione successiva dall’angolo, Brega colpisce la traversa di testa. Nel capovolgimento di fronte, arriva il pareggio. L’arbitro non ravvisa un fallo in area su Storoni, bravo a incunearsi tra gli avversari, con la palla che finisce in corner: Stefano Massei si inventa un gol olimpico direttamente da calcio d’angolo, con la complicità del vento e di un Pigliapoco un po’ troppo sorpreso. 1-1.

La partita cambia, perché lo Staffolo tenta in tutti i modi di conquistare i tre punti. Ancora Massei ci prova da piazzato, questa volta il portiere ospite devia in corner. Al 76’ Storoni si libera sulla fascia e appoggia per il capitano staffolano, il quale verticalizza verso Marani che di prima appoggia verso Monaco: a due passi dalla porta il centrocampista non centra lo specchio. Il MonSerra si salva poco dopo su una grande azione manovrata, poi Piccinini impegna Pigliapoco con un tiro al volo dal limite.

Le due occasioni più grandi della casa arrivano nei minuti finali dopo il 90’. Prima Sassaroli in contropiede vede Tiberi in area, il quale non riesce a coordinarsi e il pallone scivola verso Pigliapoco; due minuti più tardi Sassaroli in contrattacco viene fermato dai difensori, l’arbitro concede il vantaggio perché il pallone finisce ancora a Tiberi a tu per tu con il portiere ospite. L’attaccante locale, però, non è freddo e si fa respingere il tentativo dalla saracinesca ospite.

La partita è finita 1-1: il risultato è giusto, dato che le due squadre si sono divise un tempo a testa, ma lo Staffolo si mangia le mani per non aver sfruttato le tante occasioni nel finale di partita.

E’ stata una bellissima sfida – scrivono dalla società giallorossa -, giocata ad un ritmo altissimo, pur condizionata dal vento. Le due formazioni si sono affrontate a viso aperto, senza paura. E’ un buon pareggio, contro una delle squadre per la vittoria del campionato. Siamo sulla buona strada”.

I biancorossi – risponde il MonSerra – hanno dominato per un tempo e poco più, con i locali bravi a venirne fuori nella seconda frazione di gioco”.

Villa Musone-Real Cameranese 1-2 – 10’ Cola (RC), 18’ Marchionne (RC), 37’ Ventresini (VM)

La Real Cameranese batte anche il Villa Musone e trova la seconda vittoria stagionale consecutiva, mentre i gialloneri non riescono a sbloccare lo 0 nelle vittorie nel girone B. Succede tutto nel primo tempo: al 10’ Cola sfrutta una mischia in area e batte Cingolani. Il team di Agushi, sottotono, non riesce a reagire e concede lo 0-2 al 18’, quando Marchionne di testa realizza il raddoppio davanti a un incolpevole Cingolani.

Il Villa Musone accorcia le distanze al 37’ grazie a Ventresini, il quale si ritrova il pallone tra i piedi dopo una carambola e batte Fatone. Nella ripresa il risultato non cambia grazie alla buona fase difensiva ospite. “Non siamo scesi in campo con il giusto atteggiamento – spiega senza mezzi termini il mister dei recanatesi Agushi -, quindi dobbiamo metterci alle spalle questa partita. Non siamo riusciti a mettere in campo nulla di quello che avevamo preparato in settimana”.

Prestazione maiuscola per i rossoneri – rispondono da Camerano – che espugnano con merito un campo difficilissimo. Tre punti d’oro, che consentono alla Real di salire a quota 7!”.

Colle 2006-Sampaolese 3-4 – 20’ D’Errico (C), 58’ Fioranelli (S), 72’ Renda (C), 75’ Diagne (S), 85’ Troilo su rigore (S), 89’ Pjetri su rigore (C), 94’ Diagne (S)

La partita più divertente della settimana è quella di Collemarino tra Colle 2006 e Sampaolese, con la squadra di Lorenzo Togni vincente con uno spettacolare 3-4. I biancorossi hanno fornito la miglior risposta possibile dopo la crisi di risultati iniziata a Castelbellino.

I dorici di Arno partono meglio e al 20’ passano in vantaggio con un colpo di testa di D’Errico sugli sviluppi di un traversone. La Sampaolese prova a reagire con Michele Boria e Bediako, ma non sono freddi davanti a Bediako e sciupano il potenziale 1-1. Al 30’, Lucci del Colle 2006 resta dolorante a terra per un forte scontro di gioco: il trauma facciale che ne è derivato ha costretto il direttore di gara a fermare il gioco per circa 10 minuti, per consentire il trasporto del giocatore al pronto soccorso di Torrette, dove è rimasto per qualche giorno in osservazione.

Nella ripresa accade di tutto. Gli ospiti acquistano convinzione nel palleggio e trovano il pari grazie a Fioranelli, il quale vince due respinte di Montuoso con un tocco sotto porta. Nonostante l’espulsione di Barigelli al 70’, due minuti più tardi il Colle 2006 torna in vantaggio, con un missile terra-aria di Renda che non lascia scampo all’incolpevole Bellardinelli. Nemmeno tre minuti e Diagne prende l’ascensore in area e batte di testa Montuoso, per il 2-2.

La Sampaolese ci crede e passa in vantaggio al 85’. Un difensore tocca di mano in area, per l’arbitro è rigore: dal dischetto Troilo è freddo e realizza il 2-3. A un minuto dalla fine dei tempi regolamentari, i locali pareggiano nuovamente i conti, quando Pjetri trasforma in gol un penalty concesso per un fallo in area degli ospiti.

Finita? Neanche per sogno: al 94’ i biancorossi si spingono in avanti, Menotti dal fondo mette al centro per un cross rasoterra raccolto da Diagne, il quale deve solo spingere in porta il pallone per regalare alla sua squadra un’incredibile 3-4.

Vittoria importante – scrivono da San Paolo di Jesi – e anche meritata per una Sampaolese dai due volti, alla vigilia dell’importante match interno contro la Filottranese”.

Lorenzo Maccioni, attaccante della Filottranese

Filottranese-Loreto 5-0 – 11’ Maccioni su rigore, 26’ Candidi, 37’ Maccioni, 72’ Iannaci, 75’ Massucci  

Una Filottranese implacabile batte con un netto 5-0 il Loreto e agguanta in testa la Castelfrettese. I biancorossi al “San Giobbe” si divertono e fanno divertire i “Supporters 1922”, mentre è sempre più in crisi la squadra lauretana, anche dopo l’arrivo del nuovo tecnico Poggi.

Il primo gol della gara arriva all’11°: Graciotti commette fallo di mano, dal dischetto Lorenzo Maccioni non sbaglia e fa 1-0. Il raddoppio arriva dopo 15 minuti, quando Candidi infila in rete un’ottima palla disegnata da punizione da Grassi. Poco prima della fine del primo tempo, Dignani mette in mezzo e trova ancora Maccioni in giornata di grazia, con l’attaccante cingolano che anticipa Galassi e segna la terza rete stagionale. Nella ripresa, la squadra di Malavenda arrotonda il risultato al 72’ con un colpo di testa del subentrato Iannaci e con la seconda gioia in campionato di Massucci al 75’.

“I padroni di casa – spiegano da Filottrano – dilagano imperterriti, favoriti dal pressing assente del Loreto, che crea solamente un’occasione con Mobili e limita i danni nella ripresa”.

Coppa Marche

Si torna già in campo questa sera, con le partite del Secondo Turno di Coppa Marche, che si possono definire Quarti di Finale, dato che le vincenti dei sei triangolari si sfideranno in due ulteriori mini gironi da tre che decideranno le due finaliste. Questa sera a Castelferretti alle ore 20.30 si sfidano nel girone 2 Castelfrettese e Sassoferrato Genga, con il Castelbellino a riposo. Nel girone 3, invece, riposa la Cingolana San Francesco, mentre il Villa Musone domani affronta la Vigor Montecosaro. Le perdenti delle gare di oggi e domani sfideranno la squadra che riposa il 9  novembre, mentre la terza giornata si gioca il successivo 30 novembre.

Classifiche e Marcatori

Prima Categoria

Girone B

CLASSIFICA: Castelfrettese, Filottranese 11, Castelleonese 9, Borgo Minonna 9, Chiaravalle 9, MonSerra 8, Staffolo 7, Sampaolese 7, Real Cameranese 7, Sassoferrato Genga 6, Castelbellino 6, Montemarciano 6, Labor 4, Villa Musone 3, Colle 2006 1, Loreto 0 

MARCATORI5 gol: Rocchi (Castelfrettese); 4 gol: Bartoloni (Colle 2006), Cola (Real Cameranese); 3 gol: Brega (MonSerra), Grassi (Filottranese), Giudici (Castelleonese), Massei (Staffolo), Corinaldesi (Castelbellino), Maccioni (Filottranese), Braconi (Borgo Minonna), Zandri (Castelleonese)

Girone C

CLASSIFICA: Camerino 11, Caldarola 10, Folgore Castelraimondo 9, Elpidiense Cascinare 9, Cingolana SF 8, Settempeda 8, Appignanese 8, Montecosaro 7, Elfa Tolentino 7, Urbis Salvia 6, Esanatoglia 6, Portorecanati 5, Vigor Montecosaro 4, Cska Corridonia 3, Montemilone Pollenza 3, Sarnano 2

MARCATORI (Cingolana SF)2 gol: Zitti; 1 gol: Ciattaglia, Ippoliti, Mossotti, Agosto

Programma Coppa Marche

Secondo turno (Quarti di Finale) – mercoledì 26 ottobre

Laurentina-Vismara (riposa Real Altofoglia)

Castelfrettese-Sassoferrato Genga (martedì 25 ottobre ore 20.30) (riposa Castelbellino)

Villa Musone-Vigor Montecosaro (riposa Cingolana SF)

Appignanese-Urbis Salvia (riposa Settempeda)

Piane Montegiorgio-Elpidiense Cascinare (riposa Caldarola)

Real Eagles Pagliare-Castignano (riposa Azzurra SBT)

Note – seconda giornata in programma il 9 novembre, terza il 30 novembre; le vincenti dei triangolari si qualificano al triangolare di semifinale.

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio