Connect with us

Calcio

Calcio / Prima Categoria, il racconto della 22^ giornata dei gironi B e C

Filottranese e Castelfrettese dettano il passo, frena il Sassoferrato Genga. Vincono anche Borgo Minonna, Staffolo e Montemarciano. Nel girone C, pari per l’Appignanese, dura sconfitta per la Cingolana SF

VALLESINA, 7 marzo 2023 – Anche la 22^ giornata dei gironi B e C di Prima Categoria di calcio è andata in archivio. Nelle gare che si sono giocate tra sabato 4 e domenica 5 marzo, infatti, non sono mancati i colpi di scena.

I temi della 22^ giornata

Nel girone B, il Sassoferrato Genga cade a Camerano e scivola a -9 dalla vetta della classifica, con Filottranese e Castelfrettese entrambe vincenti. La squadra di Malaveda ha espugnato Castelleone di Suasa, mentre i “Frogs”di Bugari hanno rimontato il Colle 2006 ultimo in classifica. Sì, ultimo, perché il Loreto ha battuto il Chiaravalle e ha sorpassato i dorici, relegandoli all’ultima casella della graduatoria.

A sfruttare lo scivolone degli esini sono Staffolo e Montemarciano: i tre punti contro Sampaolese e Villa Musone rilanciano le ambizioni play-off di queste due squadre, visto anche l’1-1 tra Labor e Castelbellino. Il Borgo Minonna passa a Montecarotto e si conferma quarta forza del campionato.

Nel girone C, l’Esanatoglia di mister Ortolani frena la rincorsa dell’Appignanese alla testa della classifica, mentre la disastrosa sconfitta interna della Cingolana SF nello scontro diretto contro la Vigor Montecosaro ha provocato le dimissioni dell’allenatore biancorosso Luca Ballini. Scopriamo insieme cosa è successo in questa giornata.

Angeletti della Real Cameranese

Girone B – Real Cameranese 1-0 Sassoferrato Genga – 28’ Angeletti

L’impresa di giornata la firma la Real Cameranese, alla quale basta un gol per fermare sull’1-0 il Sassoferrato Genga. I rossoneri di Pantalone fanno scivolare gli uomini di Franceschelli a -9 dalla vetta della classifica: a 8 partite dalla fine del campionato, i sentinati sono quasi fuori dalla lotta promozione, a meno di clamorose rimonte sulle prime della classe.

La sfida

I padroni di casa hanno meritato la vittoria. Nei minuti iniziali, gli ospiti reclamano un calcio di rigore, con Passeri terminato a terra: per l’arbitro il contrasto era regolare. Fatone poi si supera di piede sul diagonale di Ricci. Dopo aver sfiorato l’1-0 a più riprese con Stocchi, la rete del vantaggio arriva al 28’, quando Fraternale lancia in profondità Cola, che supera i difensori in velocità e crossa in mezzo, dove Angeletti di testa spiazza Buriani. A questo punto la Real Cameranese gestisce il vantaggio, difendendo con ordine e senza concedere nulla agli avversari.

L’occasione del pareggio arriva al 84’: Michele Piermattei serve in area Ricci, ma Fatone è bravo a mantenere la porta inviolata. Nei minuti finali il classe 2003 Francelli prova l’eurogol dalla lunghissima distanza, senza riuscire ad impensierire Buriani, così la partita finisce 1-0.

I commenti post-gara

Per i cameranesi si tratta di una vittoria fondamentale in ottica salvezza, che consente di allungare a +3 dal dodicesimo posto, occupato da Sampaolese e MonSerra.La Real Cameranese – esulta la squadra di casa – batte meritatamente la corazzata Sassoferrato Genga 1-0 e compie un grande salto in classifica. Prestazione maiuscola dei rossoneri, per agonismo, determinazione e sacrificio. Tutto questo, contro una formazione di blasone, costruita per la vittoria del campionato.  I tifosi presenti allo stadio al fischio finale si sono alzati in piedi, per applaudire i loro ragazzi. Tre punti in tasca, merito di una prestazione sontuosa”. “Il Sassoferrato Genga torna senza punti dalla trasferta di Camerano – commenta il club sentinate -, al termine di una partita con poche occasioni da rete, dove i locali sono stati bravi a capitalizzare un errata valutazione degli ospiti. I locali hanno dimostrato maggiore dinamismo rispetto agli ospiti”.

Castelfrettese 3-1 Colle 2006 – 34’ Consolazio (CO), 57’ Parasecoli (CF), 63’ Paniconi (CF), 84’ Beta (CF)

Anche il Colle 2006 stava per sfiorare il colpaccio, ma la Castelfrettese nella ripresa ha imposto meritatamente la legge del più forte. I “Frogs” di Bugari, infatti, hanno vinto 3-1 contro la nuova Cenerentola del girone, rimontando dal momentaneo 0-1 dei dorici nella prima frazione. I biancorossi, alla quarta vittoria in fila e all’11^ partita senza sconfitte, restano a -4 dalla Filottranese alla vigilia del big match.

La partita

I locali hanno creato molto nella prima frazione, ma a segnare sono stati i dorici ancora senza allenatore. Al 8’ Parasecoli in area dal fondo mette in mezzo per Beta che ci prova di prima a botta sicura, un difensore salva il pallone sulla linea. Qualche minuto più tardi una precisa punizione dal limite di Paniconi viene parata da Pieroni. Dall’altra parte, Consolazio sugli sviluppi di una rimessa laterale impegna alla presa Sollitto.

Al 24’ Beta non trova la porta su passaggio di Anconetani, poi 6 minuti dopo Paniconi sbaglia un rigore in movimento, tirando alto dal centro dell’area di rigore. Il vantaggio ospite arriva al 35’: Consolazio svetta più in alto di tutti su un calcio d’angolo e porta il Colle 2006 sullo 0-1 a sorpresa.

Nella ripresa, la Castelfrettese ribalta il parziale. 57° minuto: Paniconi inventa una palla in profondità per Parasecoli, che fa rimbalzare il pallone e anticipa Pieroni con un suntuoso pallonetto di sinistro. Passano 6 minuti e Paniconi si incarica di una punizione dai 20 metri, con la parabola morbida sul palo del portiere che si insacca per il 2-1. Un altro piazzato dello stesso Paniconi a mezz’altezza viene intuito dal portiere dorico, che salva anche su un pericoloso contropiede.

Il Colle 2006 si rifà vedere al 74’, quando Mondaini vede Consolazio in area, ma l’attaccante non riesce ad arrivare sul pallone e la sfera sfila a lato. Parasecoli si mangia il 3-1 a tu per tu con il portiere, mentre Sollitto è attento in due tempi sul tiro da fuori di Mondain. La terza rete dei locali arriva a 6 minuti dalla fine: ancora Paniconi mette in mezzo dalla trequarti per Beta, che insacca di testa a due passi dalla porta.

I commenti post-gara

La Castelfrettese riesce così a mantenersi a -4 dalla Filottranese, alla vigilia del big match di domenica al “San Giobbe”. “Siamo riusciti a vincere una partita difficile – spiega l’MVP Eros Paniconi (foto in primo piano), un gol e due assist -. Siamo andati in svantaggio poi nella ripresa, con calma, siamo riusciti a sbloccarci e a conquistare i tre punti. Per 60 minuti abbiamo dimostrato di essere alla pari con il Colle 2006 e questo ci deve far riflettere su tutta la settimana di allenamento che abbiamo affrontato: l’abbiamo preparata male.

Non siamo stati concentrati e abbiamo pensato più al prossimo match. Non dobbiamo pensare più del dovuto, dobbiamo solo dare il massimo e affrontare ogni partita come se fosse una finale. Se pensiamo che siamo più bravi e più forti degli avversari, facciamo delle brutte figure”. “Ancora una sconfitta – il commento del Colle 2006 – ma in una partita giocata con onore ed entusiasmo”.

Castelleonese 0-1 Filottranese – 35’ Perna

Un eurogol di Perna al limite dell’area basta alla Filottranese per ottenere il successo sul difficile campo della Castelleonese. I biancorossi di Malavenda ottengono la sesta vittoria nelle ultime 7 partite, presentandosi allo scontro contro la Castelfrettese con un vantaggio di 4 punti e allungando a +9 sul Sassoferrato Genga.

Mattia Perna (Filottranese)

La sfida si decide al 35’: un batti e ribatti nell’area locale finisce sui piedi di Perna, che non ci pensa due volte e con un gran tiro al volo realizza lo 0-1. I padroni di casa nella ripresa provano a trovare il pareggio in più occasioni, ma hanno trovato uno splendido Palmieri a negare la gioia del gol, in particolare allo scadere, deviando sul palo il tiro a botta sicura di Monnati.

Sono tre punti preziosi – spiega la Filottranese – che permettono alla squadra di proseguire la corsa e concentrarsi al prossimo match, arricchiti dalla prova di forza fornita a Castelleone di Suasa”. La Castelleonese, invece, scivola all’11° posto, a solo un punto di vantaggio sui play-out.

Labor 1-1 Castelbellino – 16’ Mazzieri (L), 20’ Simonetti (C)

Finisce in parità il derby tra Labor e Castelbellino. A Santa Maria Nuova i ragazzi di Tizzoni, dopo essersi portati in vantaggio, sono stati subito raggiunti dagli orange di Ricci. I locali allungano a +2 dai play-out, mentre gli ospiti restano in zona play-off, allungando a +2 dal Chiaravalle.

La gara

La Labor passa in vantaggio al 16’: Marconi si inventa un traversone per Mazzieri, il quale non sbaglia e realizza l’1-0. Marconi sciupa il 2-0 qualche istante dopo e si attiva subito la legge del calcio: gol mangiato, gol subito. Al 20’, infatti, il Castelbellino pareggia grazie a Simonetti, bravo a ribattere sulla traversa la pennellata di Monno deviata dal difensore locale Burattini. A cinque minuti dalla fine del primo tempo, gli ospiti restano in 10 per l’espulsione di Ulissi, per un fallo da dietro.

Nella ripresa le due formazioni si affrontano a viso aperto ed hanno grandi occasioni per andare in vantaggio: gli ospiti con Corinaldesi e Marchi, i locali con Ortolani e Strappini. I due portieri, però, fanno buona guardia e la sfida termina sull’1-1.

I commenti

È stata una partita – commenta il ds locale, Loris Gasparridai ritmi molto alti. Forse il cartellino rosso a Ulissi è stato eccessivo, ma pochi minuti prima doveva essere espulso Musumeci, per una brutta entrata con le gambe alte. Il pareggio, comunque, è giusto, con il Castelbellino che merita la classifica che si trova e la Labor che, nonostante le diverse assenze, è in crescita. Da segnalare l’ottima prestazione di Marco Ausili, un classe 2005 che ha giocato una partita da veterano nel ruolo di centrale difensivo al posto di Belelli”.

Un pareggio che – spiega la società ospite -, nonostante l’inferiorità numerica per più di un tempo, lascia l’amaro in bocca alla squadra di mister Ricci. Il Castelbellino fa la partita ma alla prima disattenzione difensiva i locali passano in vantaggio, ma la risposta degli “Orange” era arrivata 4 minuti dopo. Un pari che allontana la Labor dalla zona playout e permette il Castelbellino di rimanere dentro i playoff”.

Loreto 2-0 Chiaravalle – 14’ Pigliacampo, 95’ Brahimi

Dopo 22 giornate, il Loreto si tira via dall’ultimo posto. La squadra di Poggi, infatti, ha battuto 2-0 in casa il Chiaravalle, superando in classifica il Colle 2006. Al momento, però, i lauretani sarebbero comunque retrocessi: devono recuperare 9 punti a Sampaolese e MonSerra per disputare quanto meno i play-out. I “Grigioneri” di Onorato, invece, restano a due passi dai play-off, ma si confermano la squadra più “strana” del campionato.

La partita

L’agonismo e il nervosismo hanno fatto da padroni in questo match. Il Loreto è riuscito a sbloccare la sfida al quarto d’ora: Pigliacampo supera in slalom un paio di difensori, entra in area e batte Cecchini. Gli ospiti reagiscono con Papili e Rocchetti: la conclusione del primo viene ribattuta da Pedol, mentre il secondo non trova la porta.

Alla mezz’ora, il Chiaravalle si guadagna un calcio di rigore per il fallo di Gerbaudo su Marinangeli, Dagli 11 metri Pedol intuisce il tiro di Papadopoulos. Poco dopo Rossolini non trova la porta di un nulla di testa, su cross di Moretti. Nei minuti finali della prima frazione, i padroni di casa sfiorano il 2-0 con una bella triangolazione Oviahon-Pigliacampo controllata dai difensori chiaravallesi, mentre nel ribaltamento dell’azione Pedol controlla sulla conclusione di Rocchetti.

Il pre-gara di Loreto-Chiaravalle

Nella ripresa il Loreto difende il risultato e gestisce le iniziative del Chiaravalle, pericoloso solo da calci di punizione. Al 70’ vengono espulsi Papili e Tomassini, così le due squadre restano in 10. In pieno recupero, Brahimi segna il 2-0 in contropiede, mentre Gerbaudo viene espulso per doppia ammonizione poco prima del triplice fischio.

I commenti

“Un Loreto tutto cuore – racconta il dirigente loretano Giovanni Pespanilascia l’ultima posizione di classifica al Colle 2006, che sfiderà nel prossimo turno. La squadra ha saputo imbrigliare il Chiaravalle, giocando alla pari nonostante la differenza di classifica. Pedol è stato il migliore, mentre una menzione particolare va a Pigliacampo per il gol che ha sbloccato l’incontro e per il sacrificio messo in campo. Il Chiaravalle ha giocato una partita incolore, non sfruttando il rigore per rientare in gara: decisamente una giornata no per gli uomini di Onorato”. “Ancora una sconfitta esterna per i Grigioneri – il commento esino -, che non riescono a dare continuità alla vittoria contro il MonSerra”.

MonSerra 0-3 Borgo Minonna – 27’ Braconi, 79’ May, 88’ Korchi

Si conferma la quarta forza del campionato il Borgo Minonna. I ragazzi di Luchetta, infatti, hanno battuto 0-3 il MonSerra in trasferta, ottenendo l’ottavo risultato utile consecutivo. I biancorossi di Pietrelli, invece, sono alla seconda sconfitta in due giornate e restano in piena zona play-out, a pari punti con la Sampaolese.

La partita

I locali sfiorano il vantaggio nei primi secondi del match, con Brescini che sciupa una ghiotta occasione a due passi dalla porta. Dall’altra parte, il Borgo Minonna non perdona: Braconi riceve palla in area da punizione e supera Campana con una precisa zampata. C’è qualche dubbio, però, su un presunto colpo di mano dell’attaccante ospite sul controllo.

Cristiano Luchetta (mister Borgo Minonna)

Nella ripresa il MonSerra ha provato a imporre il proprio gioco per trovare il pari, ma sono gli jesini a chiudere la pratica nel finale. La palla gol più nitida ce l’ha avuta Ceccarelli, servito da Brega: la sua conclusione a tu per tu con il portiere è intuita da Morresi. Al 79’, quindi, May segna il 2-0 a porta vuota, dopo un errore della saracinesca locale Campana, mentre a due minuti dalla fine Korchi insacca il 3-0 dopo una respinta corta dei difensori ospiti.

I commenti

Un’altra sconfitta per il MonSerra – spiega la società di casa – che viene superato per 3 reti a 0 dal Borgo Minonna, non riuscendo così ad invertire il trend negativo delle ultime settimane”. Seconda vittoria consecutiva – commentano gli jesini – per i rossoblù! L’approccio alla partita è stato giusto: la prestazione è stata da squadra ambiziosa e vogliosa di dimostrare il proprio valore. Portiamo a casa altri 3 punti importanti, per continuare a mantenere le posizioni nobili e raggiungere l’obiettivo. Siamo già al lavoro per il prossimo impegno nelle mura amiche, dove ospiteremo la Real Cameranese, pronti per una nuova battaglia”.

Montemarciano 1-0 Villa Musone – 86’ Clementi

È tornato definitivamente in lotta per il play-off il Montemarciano. La squadra di Caccia ha battuto per 1-0 il Villa Musone con un gol a quattro minuti dalla fine, concretizzando la terza vittoria consecutiva, che la proietta a 6 punti dagli spareggi promozione. Per i “villains” di Monaldi, invece, arriva un’altra beffa, dopo quella contro il Sassoferrato Genga: la salvezza diretta, comunque, resta a 7 punti.

La gara

I biancoazzurri cercano la vittoria già dai primi minuti, ma gli ospiti reggono. Al 20’ Gramazio trova in area Pascali, il colpo di testa viene respinto da Grottini. Passa un quarto d’ora e si fanno vedere anche i gialloneri: De Martino prova il tiro dal limite, Parasecoli devia in corner volando all’incrocio. Dall’altra parte Zoppi non trova la porta, mentre sul finale il colpo di testa di Passaggio sugli sviluppi di una punizione finisce alto sopra la traversa.

Nel secondo tempo, parte meglio la squadra locale. Grottini ed un suo difensore salvano sulle conclusioni di Silvestrini e Gramazio, mentre Clementi non centra la porta dal limite dell’area. Quest’ultimo, però, trova la deviazione vincente a quattro minuti dalla fine, concretizzando un traversone dalla sinistra di Passeggio. Gli ospiti sfiorano il pari al 90’, ma un super Parasecoli nega la gioia del gol a De Martino da posizione ravvicinata.

I commenti

Il ‘Monte’ – esultano i biancoazzurri – conquista la terza vittoria consecutiva e si allontana dalla zona calda della classifica. Appuntamento a sabato prossimo per la sfida sul difficile campo dello Staffolo”. “Il Villa Musone – rispondono i ‘villains” – inciampa sul finale a Montemarciano. Contro la compagine dell’ex Cristiano Caccia, i villans disputano un buon match giocando alla pari. Non è bastata una prova generosa per i ragazzi di mister Luca Monaldi per riuscire a cogliere almeno un pareggio che sarebbe stato il risultato più giusto”.

Sampaolese 1-2 Staffolo – 32’ Massei su rigore (ST), 45’ + 1’ Diagne (SA), 83’ Piccinini (ST)

Crede nei play-off anche lo Staffolo, ora a -3 dal quinto posto grazie alla seconda vittoria consecutiva, nonché quarto risultato utile. La squadra di Pasquini, infatti, ha vinto per 1-2 il derby del Verdicchio contro la Sampaolese, portandosi, inoltre, ad un rassicurante +7 dai play-out, occupati proprio dalla squadra di Togni.

Il match

La sfida è stata caratterizzata dal grande agonismo e da qualche scintilla tra le due squadre. Ci pensa il capitano ospite Massei a sbloccare l’incontro alla mezz’ora, realizzando un calcio di rigore procurato da Marco Sassaroli (che oggi, 7 marzo, compie gli anni, ndr). I locali riescono a trovare il pareggio in pieno recupero dei primi 45’ grazie al colpo di testa di Diagne.

L’esultanza di Erik Piccinini (Foto di Alex Ciciliani, ufficio stampa SSD Staffolo)

L’attaccante locale in un contrasto di gioco procura la rottura del setto nasale a Piccinini: tra il primo e il secondo tempo viene espulso dall’arbitro per comportamento violento, nel corso di una discussione con i giocatori staffolani riguardo proprio il contrasto con il terzino cingolano. Proprio il classe 1998, con il naso rotto, decide la sfida a 7 minuti dalla fine, con un colpo di testa sugli sviluppi di una mischia. In precedenza, la Sampaolese aveva impegnato più volte Pepe, bravo a respingere i tentativi dei biancorossi. Tra i giallorossi è tornato in campo Leonardo Compagnucci, dopo la rottura del legamento crociato subita nella finale play-off della passata stagione contro il Montemarciano.

I commenti

Brutto scivolone interno della Sampaolese – spiega la squadra di casa -. Nella ripresa, giocata in inferiorità numerica, gli uomini di Togni sono bravi a contenere gli attacchi giallorossi senza mai soffrire, proponendosi in avanti con azioni di rimessa ben costruite. La beffa arriva a pochi minuti dal termine. È stata una sconfitta immeritata, per quanto visto in campo: la salvezza è ancora tutta da conquistare”.

“Si tratta sempre di un bel derby – spiega l’ex di turno, Youseff Faris, ora ai giallorossi -, perché c’è un po’ di rivalità. L’ho sentita anche io la partita, perché ho giocato a San Paolo in passato. Lo Staffolo sta facendo il suo cammino, peccato per qualche punto perso in giro. Si poteva ambire sicuramente ai play-off, ma ad oggi i giochi sono tutti quanti aperti: tenteremo di ritagliarci un posto tra le prime 5. Non sarà facile, ma provarci non costa nulla.

Non sono tanto soddisfatto del mio rendimento. Venivo da una stagione in cui sono stato praticamente fermo e in questa stagione mi sono portato dietro qualche problemino fisico. Comunque, sono sempre a disposizione quando la squadra ha bisogno di me, anche se fossero soltanto 10 minuti: mi faccio trovare sempre pronto. Sono rimaste 8 partite e spero di dare il mio contributo in tutti i match, sperando di non avere altri acciacchi. Posso dare il mio contributo per lo sprint finale del campionato”.

Girone C – Appignanese 0-0 Esanatoglia

L’Esanatoglia di mister Angelo Ortolani, dopo aver fermato la Cingolana, blocca sul pari anche l’Appignanese. I ragazzi di Cicarè non sono andati oltre lo 0-0 sul campo di casa di Appignano. Medei e compagni le hanno provate tutte per cercare la vittoria, ma gli ospiti sono stati bravi a resistere, conquistando un punto d’oro nella lotta salvezza.

Con la sconfitta del Camerino a Caldarola e la vittoria dell’Elpidiense Cascinare a Pollenza, l’Appignanese scivola a -7 dal primo posto, ma arriva a -3 dai camerti. Attualmente, la squadra seconda volerebbe in finale play-off, per via del +15 del Camerino sulla Folgore Castelraimondo: la semifinale sarebbe al momento tra gli appignanesi e la Settempeda. Anche il secondo posto, dunque, può essere un obiettivo concreto per gli uomini di Cicarè, alla vigilia proprio dello scontro diretto contro il Camerino.

Cingolana SF 0-3 Vigor Montecosaro – 55’ Tulli, 75’ Micucci, 85’ Baiocco

Con un secondo tempo da incubo, la Cingolana SF perde per la seconda volta per 0-3 allo “Spivach” e resta in piena zona play-out. La netta sconfitta ha scaturito le dimissioni di mister Luca Ballini, da 6 anni sulla panchina biancorossa e protagonista della promozione in Prima Categoria della scorsa stagione.

I montecosaresi si fanno già pericolosi al primo minuto: solo un super Fratoni salva il gol ospite sulla linea. La Cingolana SF non crea molto ed è pericolosa solo con un calcio di punizione di Tittarelli, respinto da Renzi con qualche difficoltà.

Nella ripresa, lo sprofondo biancorosso. Al 55’ Tulli realizza lo 0-1, poi dopo venti minuti Micucci raddoppia di testa in area, sfruttando una disattenzione locale. A cinque minuti dalla fine, Baiocco concretizza lo 0-3, facendo passare la palla rasoterra sotto il corpo di Emiliani, che si era tuffato per respingere.

La Vigor Montecosaro vince con merito a Cingoli e si porta a +6 dai play-out. Alla fine della partita, mister Luca Ballini ha rassegnato le dimissioni irrevocabili: in queste ore la dirigenza della Cingolana SF sta scegliendo il nuovo allenatore. Sicuramente non sarà il capitano Claudio Tomassoni a prendere il posto di Ballini. Il nuovo tecnico prenderà in eredità una situazione ancora non compromessa, dato che la salvezza diretta dista soltanto tre punti, con 8 partite da giocare da qui alla fine del campionato.

I pronostici di mister Carletti

Castelfrettese-Colle 2006 – pronostico 1 – risultato 1

Castelleonese-Filottranese – pronostico 2 – risultato 2

Labor-Castelbellino – pronostico X – risultato X

Loreto-Chiaravalle – pronostico X – risultato 1

MonSerra-Borgo Minonna – pronostico X – risultato 2

Montemarciano-Villa Musone – pronostico 1 – risultato 1

Real Cameranese-Sassoferrato Genga – pronostico 2 – risultato 1

Sampaolese-Staffolo – pronostico 1 – risultato 2

Girone C – Appignanese-Esanatoglia – pronostico 1 – risultato X

Cingolana SF-Vigor Montecosaro – pronostico 1 – risultato 2

Totale di giornata: 4/10 – Totale complessivo: 87/154

Classifica e marcatori

Prima Categoria – girone B

CLASSIFICAFilottranese 49, Castelfrettese 45, Sassoferrato Genga 40, Borgo Minonna 38, Castelbellino 36, Chiaravalle 34, Staffolo 33, Montemarciano 30, Real Cameranese 29, Labor 28, Castelleonese 27, Sampaolese 26, MonSerra 26, Villa Musone 19, Loreto 9, Colle 2006 7

MARCATORI20 gol: Maccioni (Filottranese); 11 gol: Brega (MonSerra), Carboni (Sassoferrato Genga), Passeri (Sassoferrato Genga) e Beta (Castelfrettese); 9 gol: Bassotti (Labor), Ricci (Sassoferrato Genga) e Parasecoli (Castelfrettese); 8 gol: Massucci (Filottranese), Grassi (Filottranese) e Massei (Staffolo); 7 gol: Rocchi (Castelfrettese), Vincioni (Labor), Onuorah (Castelbellino) e Corinaldesi (Castelbellino); 6 gol: Cola (Real Cameranese), Marchionne (Real Cameranese), Ledesma (Castelbellino), Giudici (Castelleonese), Piermattei E. (Sassoferrato Genga), Ferrante (Borgo Minonna), Rocchetti (Chiaravalle), May (Borgo Minonna) e Pigliacampo (Loreto)

Prima Categoria – girone C

CLASSIFICAElpidiense Cascinare 53, Camerino 49, Appignanese 46, Settempeda 41, Folgore Castelraimondo 34, Porto Recanati 31, Elfa Tolentino 29, Caldarola 28, Vigor Montecosaro 28, Montemilone Pollenza 25, Urbis Salvia 25, Cingolana SF 22, Esanatoglia 21, Montecosaro 18, Sarnano 14, Cska Corridonia 13

MARCATORI – 14 gol: Storani (Elfa Tolentino) e Castellano (Elpidiense Cascinare); 10 gol: Capenti (Settempeda); 9 gol: Tarquini (Appignanese); 8 gol: Buresta (Caldarola), Mannucci (Appignanese), Bisbocci (Folgore Castelraimondo), Duca (Camerino), Pietrella (Urbis Salvia)

Marcatori Cingolana SF – 4 gol: Agosto; 3 gol: Zitti; 2 gol: Michele S.; 1 gol: Ciattaglia, Ippoliti, Mossotti, Tomassoni, Bufarini, Fratoni, Santini, Marchegiani, Tittarelli.

Giacomo Grasselli

Foto di copertina di Riccardo Rocchetti

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement
Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory