Connect with us

Calcio

Jesina / Chiariotti: «soddisfatti del percorso fatto, pubblico motivo d’orgoglio»

Giunti quasi al giro di boa, e dopo 10 risultati utili consecutivi, è tempo di bilanci con il presidente leoncello che auspica maggior sinergia con le società della zona

JESI, 1 dicembre 2022 – Una sola sconfitta, a Fabriano alla seconda giornata, insieme a 6 vittorie e 5 pareggi, hanno consentito alla Jesina la risalita in classifica sino al terzo posto provvisorio, dietro alle sole Atletico Ascoli e Valdichienti.

Vicini al termine del girone di andata, con il Presidente Giancarlo Chiariotti abbiamo fatto un primo bilancio della stagione, in attesa della riapertura del mercato.

Presidente, dovendo fare un primo bilancio, che voto darebbe alla “sua” Jesina?

«Non mi piace dare voti. Siamo molto soddisfatti del percorso fatto sino ad ora. Stiamo procedendo secondo i programmi fatti in estate. La classifica poi, la guarderemo a marzo quando i punti avranno un altro peso specifico. Direi che ora è presto per guardarla.»

Pieralisi – Strappini – Chiariotti

Dopo qualche difficoltà iniziale, la squadra ha iniziato a correre. Unica nota stonata, l’eliminazione dalla Coppa Italia con l’Urbino.

«Sì, purtroppo abbiamo giocato una brutta partita nel ritorno, compromettendo la qualificazione, per nostri demeriti. Ormai è andata così. Ora dobbiamo soltanto guardare avanti.»

Giovedì 1 dicembre si riapre il mercato, la domanda è d’obbligo, come si muoverà la Società?

«La Società vuol mantenere l’attuale rosa, di cui, ripeto, è soddisfatta. Se poi capiterà l’occasione, ci muoveremo con qualcosa in entrata, ma solo se fosse davvero utile, non tanto per comprare. Non abbiamo preclusioni rispetto a qualche ruolo, ma solo se si trattasse di un giocatore che abbia sia delle qualità tecniche che umane, così da non compromettere l’armonia del gruppo e dello spogliatoio.»

Quanto saranno importanti i rientri di Monachesi, Sampaolesi, Nazzarelli e Borgese?

«Saranno importantissimi. Serviranno a dare maggiori soluzioni al mister sia a inizio gara che a partita in corso, ognuno per le sue qualità, in base anche al momento della gara e all’avversario che avremo di fronte.»

C’è qualcosa che volete migliorare nell’organizzazione della società?

«Noi abbiamo sempre mantenuto la politica dei piccoli passi. Anche la fusione con il calcio a 5 è stata fatta in questa prospettiva. Siamo disposti a valutare ogni tipo di proposta, anche di altre società, purché sia fattiva e serva a darci una mano, secondo i nostri parametri, senza voler ovviamente imporre niente a nessuno. Da parte nostra c’è sempre stata e sempre ci sarà la disponibilità a parlare con tutti.»

Il pubblico sino ad ora si è dimostrato davvero l’arma in più di questa Jesina. Anche come società l’avete ringraziato più volte pubblicamente…

«Il nostro pubblico è motivo d’orgoglio. Puntiamo sempre a fare una politica di aggregazione e portare sempre più gente allo stadio. Allo stesso tempo, vogliamo incrementare l’attività sportiva coinvolgendo ogni componente, sempre nel rispetto dei propri ruoli. L’unica cosa che mi rammarica un po’, è la mancanza di collaborazione con le società della zona. L’auspicio è che per il futuro si riesca davvero a far più gruppo per una maggiore sinergia.»

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

JESINA CALCIO

Tutte le notizie sulla Jesina Calcio
Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio