Connect with us

Calcio

Prima Categoria / Sassoferrato Genga e Montemarciano, a voi due: sabato 6 aprile il big match tra prima e seconda

I due amici Simone Ricci e Cristiano Caccia si sfidano per il primato: la presentazione della sfida e i loro commenti

SASSOFERRATO, GENGA e MONTEMARCIANO, 2 aprile 2024 – Ricomincia subito con il botto il girone B di Prima Categoria e il big match della 26^ giornata verrà affrontarsi la prima e la seconda della classifica. Sassoferrato Genga e Montemarciano, infatti, si affrontano allo stadio “Armando Faggioni” sabato prossimo 6 aprile alle ore 16.00, due delle quattro formazioni ancora in lotta per la vittoria finale del girone B.

Sono due amici, inoltre, a giocarsi il campionato: l’allenatore dei sentinati Simone Ricci e quello ospite Cristiano Caccia, infatti, condividono una bella amicizia dentro e fuori dal rettangolo verde. Analizziamo che partita sarà quella che ci attende.

Qui Sassoferrato Genga

Il Sassoferrato Genga, al primo posto, ha totalizzato 47 punti, frutto di 12 vittorie, 11 pareggi e 2 sole sconfitte (Filottranese alla 2^ giornata e Senigallia Calcio alla 23^, nessuno ha fatto meglio). Nella classifica delle sfide giocate in casa è terza con 24 punti a pari merito con il Pietralacroce (dietro a Montemarciano e Filottranese a 25), così come è terza in trasferta (23 punti, meglio hanno fatto Borghetto e Castelbellino con 24), ma non ha mai perso fuori dalle mura amiche (5 vittorie e 8 pareggi).

I sentinati hanno il quarto miglior attacco con 39 reti e la terza miglior difesa con 21 gol incassati, con la miglior differenza reti del girone a +18. Il SassoGenga, inoltre, è una delle due formazioni che ha pareggiato di più, ben 11 volte, come il Borgo Minonna. Alessio Chiocchiolini ed Edoardo Ricci sono i migliori marcatori della squadra con 7 reti realizzate a testa. Prima della pausa di Pasqua, i sentinati hanno pareggiato a Marzocca per 0-0.

Simone Ricci, allenatore del Sassoferrato Genga

Il commento di Simone Ricci

Ci stiamo preparando alla partita di sabato con grande dedizione, fiducia ed entusiasmo commenta mister Simone Ricci -, ma questo lo abbiamo sempre fatto dall’inizio della stagione. Affronteremo una grande squadra, lo sappiamo: sarà una sfida importante, anche se non credo possa essere già decisiva.Il Montemarciano è una formazione molto forte, collaudata, i suoi giocatori stanno insieme da anni. Sarà un match molto difficile e cercheremo di creare loro qualche problemino”.

Qui Montemarciano

Il Montemarciano, invece, è al secondo posto con 46 punti, frutto di 13 vittorie (nessuno ha fatto meglio finora), 7 pareggi e 5 sconfitte (Castelleonese alla 1^ giornata, Pietralacroce alla 7^ e alla 22^, Real Cameranese alla 9^, Borgo Minonna alla 14^). Insieme alla Filottranese è la miglior squadra per rendimento casalingo con 25 punti, mentre in trasferta è quarta a 21, dietro a Borghetto, Castelbellino e Sassoferrato Genga.

Ha il quinto miglior attacco con 37 reti e la seconda miglior difesa con 20 gol subiti, per una differenza reti di +17 (meglio ha fatto solo la squadra di Ricci). Luca Moschini è il miglior marcatore della formazione di Caccia grazie a 9 centri in questo campionato. Prima della pausa, il Montemarciano ha battuto di misura in casa lo Staffolo per 1-0.

Il commento di mister Caccia

Mi auguro che questa settimana di pausa – commenta mister Cristiano Cacciaci abbiamo fatto bene, perché nelle ultime due partite eravamo un po’ ‘arrivati’ secondo me, sia dal punto di vista fisico che da quello mentale. Spero che questo stop ci sia servito per ricaricare le pile. Sono dispiaciuto perché non arriviamo al completo alla sfida contro il Sassoferrato Genga, dato che abbiamo qualche infortunato ePasseggio non ci sarà perché squalificato. Qualche calciatore dovrà stringere i denti e giocare in condizioni non ottimali”.

Per noi – aggiunge – sarà una partita difficilissima: sarà importante ma non determinante ai fini della lotta promozione, perché dopo questa restano altri quattro match da affrontare. Se dovessimo far risultato, quindi pareggio o vittoria, non sarebbe decisivo, ma molto probabilmente una sconfitta porterebbe il Sassoferrato Genga a +4 da noi. A 4 giornate dalla fine, comincerebbe a essere un vantaggio abbastanza importante. Con un pareggio, invece, recupererebbero terreno Real Cameranese e Olimpia Marzocca,che io reputo entrambe ancora in corsa per la vittoria finale. I rossoneri sono stati costanti per tutta la stagione, mentre Marzocca con il cambio di allenatore ha cambiato passi. Per questo bisogna stare molto attenti a chi abbiamo dietro”.

Cristiano Caccia (allenatore Montemarciano)

L’amicizia tra Simone Ricci e Cristiano Caccia  

I due allenatori, tra l’altro, sono amici e spesso si confrontano al termine di ogni giornata di campionato. “Cristiano – dice Ricci – è un grande allenatore e la sua squadra, a detta di tutti gli addetti ai lavori, è quella che gioca il miglior calcio del torneo. Due anni fa avevano sfiorato la promozione: la società del Montemarciano ha ambizione, non è quassù in vetta per caso, ma è frutto di programmazione e anni di lavoro. Sicuramente sarà una bella partita”.

“Mi fa piacere – risponde Caccia – giocare un match di questo tipo con Simone: ci sentiamo spesso e si è creato un rapporto di amicizia. Lo reputo uno degli allenatori più preparati della categoria. Dall’inizio dell’anno io credo che il Sassoferrato Genga sia la squadra più completa, solida e con giocatori d’esperienza, che hanno giocato in categorie superiori e hanno già vinto parecchi campionati. Non credo sia un caso che abbiano perso solo due match in questa stagione: sanno quello che vogliono”.

Un momento della partita di andata tra Montemarciano e Sassoferrato Genga

La sfida di andata

Il match di andata tra Montemarciano e Sassoferrato Genga era terminato sullo 0-0. La sfida era stata condizionata dal forte vento, ma le due squadre si erano affrontate a viso aperto. Al 22’ Turchi aveva colpito un palo poco dopo la bella parata di Fabrizzi sulla rovesciata di Passeri. Dall’altra parte Pifarotti aveva salvato su un colpo di testa di Carboni a botta sicura.

Le due squadre nella ripresa avevano terminato il match in 10 contro 10, per via delle espulsioni di Passeri e Magini. Passeggio aveva impegnato Pifarotti alla parata su calcio piazzato, mentre Ricci da ottima posizione non era riuscito a impensierire Fabrizzi, calciando fuori.

Un girone dopo: la lotta promozione

In quel momento, al termine dell’11^ giornata, il Sassoferrato Genga era al terzo posto con 20 punti, mentre il Montemarciano era sesto a 18. Un girone dopo, dunque, sentinati e montemarcianesi si giocano il primato: a quattro giornate dalla fine, i punti valgono doppio. Real Cameranese e Olimpia Marzocca sono alla finestra: dal risultato della gara di Montemarciano gli equilibri del girone B potrebbero subire improvvisi cambiamenti. Di seguito, il calendario delle ultime 5 giornate delle prime 10 della classifica: uno strumento utile per capire dove e quando si deciderà la stagione.

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement
Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory