Connect with us

Calcio

Calcio Serie D / Imperioso stacco di Tomba, la Vigor Senigallia pareggia al 91′

Finisce 1-1 col Chieti, ma la sconfitta sarebbe stata una beffa dopo una partita condotta costantemente sotto una fitta nebbia

SENIGALLIA, 28 Gennaio 2024 – Finisce 1-1 lo scontro play-off tra Vigor Senigallia e Chieti.

La Vigor rimedia nel recupero con Alessandro Tomba una partita che avrebbe meritato di vincere, e interrompe le serie di tre sconfitte di fila contro la squadra abruzzese, presentatasi a Senigallia con quattro nuovi acquisti arrivati in settimana ed in silenzio stampa, ma apparsa regredita sul piano del gioco e della convinzione rispetto all’andata, quando, col vecchio allenatore Chianese (2 punti per Iezzo in 4 partite), vinse meritatamente all’Angelini.

Eppure il Chieti, privo dello squalificato Fall (nella Vigor rientra Denis Pesaresi ed esordisce tra i pali Barzanti per lo squalificato Roberto) dopo aver lasciato l’iniziativa alla Vigor praticamente per tutta la partita, al minuto 79 si trova in vantaggio su un gol nato dagli sviluppi di un corner, da assegnare a Forgione sotto la fitta nebbia.

Il pari, meritato, arriva al 91′: il Chieti è in 10 per l’espulsione di Laziz all’83’, Zammarchi conclude dal limite ma la palla è deviata in corner: batte Kerjota dalla sinistra, imperioso lo stacco di testa di Tomba e gol sotto la curva vigorina, al solito gremita.

In precedenza c’è praticamente solo la Vigor: non sono tante le occasioni dei rossoblù, che però quantomeno provano a vincere, trovando un ottimo Vitiello in particolare al minuto 26′, su un tiro a giro di Kerjota mentre al 30′ l’ex bomber della serie B Ardemagni, in una partita senza pungere a livello offensivo, fa la sua cosa migliore respingendo a Vitiello battuto una conclusione di Balleello, quasi sulla linea di porta.

Al 33′ girata di Gatto, decisamente apprezzabile, il vigorino Mancini devia in corner.

Vigor meno convincente nella ripresa, ma l’occasione migliore è la sua con un tiro di Kerjota al 65′ che finisce fuori.

Poi il gol del Chieti, il pari vigorino e un assedio locale negli 8 minuti di recupero che non si tramuta in un successo che non sarebbe stato immeritato.

Nel post partita dei teatini non parla nessuno, Clementi invece è soddisfatto: “non avremmo mai meritato di perdere e la squadra ha giocato una ottima partita per intensità e personalità”.

VIGOR SENIGALLIA:

Barzanti, Mancini, Scheffer, Magi Galluzzi, Gambini, Tomba, Kerjota, Romizi (77′ Zammarchi), D.Pesaresi (63′ Broso), Baldini (88′ Vrioni), Balleello (65′ Serfilippi).

All. Clementi

CHIETI:

Vitiello, Tortora (90′ Caterino), Laziz, Castellano, Vesi, Conson, Forgione (91′ Gaye), Di Sabatino (85′ Esposito), Ardemagni, Gatto (74′ Sueva), Mazzei (74′ Cuciniello).

All. Iezzo

Arbitro: Dosso di Verona

Reti: 79′ Forgione, 91′ Tomba

Note: giornata fredda e con una fitta nebbia che penalizza sensibilmente la visibilità, spettatori 1.300 circa dei quali poco meno di 100 ospiti.

Minuto di raccoglimento osservato in rigoroso silenzio per la scomparsa di Gigi Riva.

Ammoniti Tortora, Scheffer, Laziz.

Espulso Laziz per doppia ammonizione all’83’.

CLASSIFICA (21 GIORNATA)

Sambenedettese, Campobasso 41; L’Aquila 39; Avezzano 38; Vigor Senigallia 34; Roma City 33; Chieti 32; Notaresco 30; Forsempronese 29; United Riccione 26; Atletico Ascoli 25; Sora 23; Tivoli 22; Termoli 21; Alma Juventus Fano 19; Real Monterotondo 18; Vastogirardi 17; Matese 16.

Una partita in meno Vastogirardi e Forsempronese.

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory