Connect with us

Calcio

Calcio / Prima Categoria, il racconto della 28^ giornata dei gironi B e C

Pari nel big match tra Castelfrettese e Sassoferrato Genga, torna a vincere il Castelbellino; vittorie importanti in ottica salvezza per Labor, Sampaolese e Real Cameranese

VALLESINA, 25 aprile 2023 – La 28^ giornata dei gironi nostrani di Prima Categoria ci ha regalato molti temi su cui discutere. Nelle gare di sabato 22 e domenica 23 aprile, infatti, ci sono stati dei risultati importanti, utili utili nel proseguimento della rincorsa agli obiettivi delle squadre della Vallesina e dintorni a 180 minuti dal termine della stagione regolare.

Nel girone B la Castelfrettese si è fatta rimontare dal 2-0 al 2-2 dal Sassoferrato Genga, ma si è avvicinata ulteriormente al traguardo promozione, ora distante solamente 3 punti. La Filottranese, però, si è avvicinata a -4 e non mollerà da qui alla fine del campionato. Lo 0-0 del Borgo Minonna a Castelleone di Suasa fa avvicinare il Chiaravalle (vincente a Collemarino): gli jesini hanno un vantaggio di 3 lunghezze sui grigioneri. E’ tornato a vincere il Castelbellino dopo un lungo digiuno dal successo.

In zona salvezza, i successi di Labor, Sampaolese e Real Cameranese contro Montemarciano, MonSerra e Loreto valgono doppio a questo punto della stagione. Nel girone C, infine, perdono sia Appignanese che Cingolana San Francesco: se i biancorossi di Canonici sono a un passo dalla certezza dei play-out, i ragazzi di Giulianelli sono scivolati al quarto posto e rischiano addirittura di non disputare i play-off. Andiamo ad analizzare, dunque, le 10 partite di questo fine settimana appena concluso.

Girone B – Castelbellino 1-0 Villa Musone – 19’ Monno su rigore

Monno (Castelbellino)

Torna a vincere il Castelbellino dopo quasi due mesi. I ragazzi di Ricci, infatti, hanno battuto 1-0 il Villa Musone e sono tornati al sesto posto, superando lo Staffolo. La squadra di Monaldi, invece, alla seconda sconfitta di misura in due giornate, resta 14^: per evitare i play-out, deve recuperare 4 punti nelle ultime due gare di regular season.

La partita

La sfida è stata decisa da Monno al 19’, bravo a concretizzare un calcio di rigore per un tocco di mano di Lorenzetti in area sulla conclusione di Simonetti. Il penalty è stato contestato dagli ospiti. A questo punto i locali hanno controllato le operazioni, senza riuscire a chiudere la partita. Nel finale, l’arbitro ha annullato un gol agli ospiti per fuorigioco.

I commenti

Abbiamo dominato la partita – spiegano da Castelbellino – per tutti e 90 i minuti: è una vittoria meritata”. “Nel primo tempo – risponde il mister ospite Monaldi – abbiamo subito l’aggressività del Castelbellino che non ci ha permesso di giocare, anche se di fatto non abbiamo subito grossi pericoli a parte il gol nato da questo presunto tocco di mano. Nella ripresa i padroni di casa hanno abbassato i ritmi mentre noi siamo riusciti a venire fuori. Riuscendo a spostare la palla con più velocità, siamo stati più efficaci trovando un paio di situazioni insidios, tra cui due punizioni dal limite dell’area. L’arbitro ha lasciato correre su un contrasto in area di rigore locale su Ascani. Al di là del risultato, la prestazione dei ragazzi c’è stata e sono stati bravi a rimanere sempre in partita”.

Castelfrettese 2-2 Sassoferrato Genga – 15’ Paniconi (C), 45’ + 1’ Rocchi (C), 45’ + 3’ Chiocchiolini (S), 65’ Carboni (S)

La Castelfrettese scappa, il Sassoferrato Genga la riprende e la Filottranese ringrazia (per il momento). Il big match tra le compagini di Bugari e Franceschelli è terminato 2-2, con un pari che avvicina alla vittoria del campionato i locali: basteranno tre punti nel prossimo turno per volare in Promozione, anche se l’inseguitrice ha accorciato a -4. I sentinati, invece, restano al terzo posto al sesto risultato utile e con un successo blinderebbero il podio nella 29^ giornata. Si fermano a 9 le vittorie consecutive dei “Frogs”, imbattuti da 18 giornate.

La partita – Primo tempo

I biancorossi sfruttano gli errori difensivi degli ospiti e provano la fuga. Al 3’ Chiocchiolini mette in profondità verso i compagni in avanti, Sollitto esce male, la palla rimbalza sulla schiena di Passeri a porta sguarnita ma la difesa controlla. La Castelfrettese risponde al 14’, con il tiro da fuori di Marini che finisce sopra la traversa.

Qualche istante dopo, Carletti Orsini sbaglia il passaggio in mezzo verso il compagno, la palla arriva a Paniconi che arriva davanti a Burioni e realizza l’1-0. I sentinati a questo punto continuano ad attaccare, prima con il tiro dal limite di Passeri deviato in corner, poi con il colpo di testa di Ricci in area respinto da Mazzarini.

Luca Rocchi (Castelfrettese)

Al 19’ Ruiu colpisce la traversa con un tiro-cross dalla destra. Dieci minuti più tardi Anconetani ci prova dai 20 metri, la conclusione finisce a lato di un soffio. Sollitto è attento in due occasioni: prima arriva in due tempi sulla conclusione di Ricci dal limite dell’area al 40’, poi respinge lontano il preciso diagonale di Cossa quattro minuti più tardi.

Nei minuti di recupero del primo tempo arriva il raddoppio dei locali: Paniconi e Beta lottano contro i difensori sentinati, il pallone finisce a Rocchi che si aggiusta il pallone e scaglia il preciso rasoterra dai 25 metri che vola sul 2-0. Il Sassoferrato Genga, però, riesce ad accorciare prima della fine del primo tempo. Siamo al terzo minuto di recupero quando Carboni batte velocemente una punizione sulla metà campo, servendo più avanti Chiocchiolini, il quale scaglia un bolide dai 30 metri che sorprende Sollitto, per il 2-1. I sentinati hanno anche l’occasione per pareggiare prima della pausa con Carboni, ma il suo tiro è troppo debole per impensierire Sollitto. Il primo tempo termina così 2-1.

Secondo tempo

Nella ripresa gli ospiti credono di poter ribaltare il match e riescono a pareggiare i conti, sfiorando anche il clamoroso ribaltone. Al 48’ Carboni ci prova da fuori area, il portiere locale è attento e respinge. Poco dopo Sollitto controlla senza problemi il tiro debole rasoterra dai 20 metri di Arcangeli. I sentinati vanno vicini al pari anche con un colpo di testa di Ricci sugli sviluppi di un corner, la palla rimbalza sul terreno e finisce sopra la traversa di un metro.

Marco Carboni (Sassoferrato Genga)

Il pareggio, però, arriva al 66’ con una grande azione da parte del Sasso Genga. Ruiu da metà campo appoggia a Carboni, il quale passa a Passeri, fa velo verso Arcangeli che prolunga per Ricci, il quale fa sponda ancora per Carboni che controlla di destro, se la mette sul sinistro e dal limite infila Sollitto per 2-2.

I sentinati prendono fiducia e vanno vicini al colpaccio. Passeri non è reattivo a deviare in rete a porta vuota un pasticcio tra Sollitto e un difensore locale, poi il diagonale di Cossa al 69’ si infrange sui piedi della saracinesca biancorossa. La Castelfrettese si rifà vedere solo nel finale, con il colpo di testa di Mazzarini ampiamente a lato su rimessa lunga di Luchetti. Al 92’, Carboni, servito da Arcangeli, si libera bene e prova dai 20 metri, Sollitto devia in corner con un volo d’angelo e chiude il match sul 2-2.

I commenti

Con questo pareggio – spiega il mister locale Yuri Bugariabbiamo tagliato fuori dalla corsa promozione una diretta concorrente, lasciandola a 7 punti con due partite da giocare: era tra i nostri obiettivi di giornata. Se guardiamo, invece, a come è andata la sfida, dato che eravamo in vantaggio di due reti, potremmo recriminare qualcosa, però penso che il pari sia il risultato più giusto. A dire il vero, forse avrebbero meritato qualcosa in più i nostri avversari. Il Sassoferrato Genga ha forti individualità: sapevano quando c’era da accelerare o da rallentare e con due colpi di qualità hanno raggiunto il pari. Ora ci aspettano due partite difficili: il MonSerra in piena lotta play-out cercherà di vincere a tutti i costi. Ci aspetta l’ennesima finale e in palio, questa volta, c’è l’aritmetica promozione nella categoria superiore”.

E’ un punto che vale tanto – risponde il tecnico ospite Marco Franceschellial cospetto di una squadra con una serie importante di risultati utili consecutivi ancora in corso. Si è trattato di una sfida di categoria superiore rispetto alla Prima Categoria. C’è rammarico, perché la Castelfrettese non aveva bisogno nel primo tempo di avere un vantaggio così importante, regalando un gol e mezzo. Di contro abbiamo creato tanto, siamo stati bravi a non mollare: siamo stati sul pezzo e abbiamo provato anche a vincere. Sollitto alla fine si è guadagnato la pagnotta con quel gran intervento su Carboni a evitare il 2-3 finale. Sono soddisfatto della bella prestazione dei ragazzi: il nostro obiettivo è prepararci al meglio per i play-off e, se possibile, migliorare l’attuale terza posizione”.

Castelleonese 0-0 Borgo Minonna

La Castelleonese ferma sullo 0-0 il Borgo Minonna ed esce momentaneamente dalla zona play-out, a +1 dal MonSerra. La squadra di Gasparoni ha resistito agli affondi dei rossoblù di Luchetta, che restano quarti a -5 dal Sassoferrato Genga, ma vedono arrivare il Chiaravalle a -3.

La partita

E’ stata una partita equilibrata. Nel primo tempo non ci sono grandi emozioni, a parte un tiro di Morbidelli deviato in corner dalla difesa locale ed un presunto rigore negato agli ospiti su Ferrante. Nella ripresa, gli jesini sfiorano il gol a più riprese ma non riescono a superare il muro della Castelleonese. Ferrante, servito da Bresciani, ci prova con un destro da buona posizione, Giombi respinge lontano. Il Borgo Minonna recrimina per un altro penalty non concesso anche nei secondi 45’ sullo stesso Ferrante. Nel finale la Castelleonese va più volte vicino al colpo del ko, ma Morresi riesce sempre a cavarsela.

Ferrante (Borgo Minonna)

Il commento

Pareggio esterno per i rossoblù – spiega la società jesina – che non riescono a chiudere la pratica playoff. Serve a ben poco, anche se il sogno playoff è più vivo che mai: testa alla difficilissima partita casalinga contro la Filottranese, ricarichiamo le pile e facciamoci trovare pronti per la prossima battaglia. Segnaliamo che in occasione della prossima giornata di campionato, sarà istituita la giornata rossoblù”.

Labor 1-0 Montemarciano – 3’ Vincioni

Alla Labor basta un gol di Vincioni nei primi minuti per ottenere tre punti pesantissimi in ottica salvezza. A Santa Maria Nuova la squadra di Pesarini vince 1-0 e si porta a +4 dai play-out. La squadra di Caccia saluta aritmeticamente i play-off, fermando la striscia di 8 risultati utili in fila, ma ha ottenuto la salvezza aritmetica a causa della contemporanea sconfitta del MonSerra.

La partita

I laborini passano subito in vantaggio con Vincioni: l’attaccante locale parte in contropiede, supera due avversari e scaglia un tiro preciso che si stampa in rete. Dopo l’1-0, la squadra di casa gestisce il risultato senza rischi, mentre i biancoazzurri non si fanno vedere mai concretamente nell’area avversaria.

La Labor 2022-2023

Nella ripresa gli ospiti creano qualche buona occasione, ma la Labor riesce comunque a controllare le operazioni. Al 46’ il tiro di Gorini viene murato dalla difesa locale, mentre 5 minuti più tardi la conclusione di Gramazio dal limite finisce di poco fuori. Dall’altra parte Marconi non trova lo specchio da buona posizione.

Al 77’ Pascali fa sponda verso Pellonara, il quale prova la botta ma non impensierisce Cola. Tra minuti dopo Marconi finisce a terra in area di rigore dopo un contrasto, ma per l’arbitro non c’è il penalty. Nei minuti finali, Gorini calcia una punizione sulla testa di Severini ma la deviazione finisce sopra la traversa. Quest’ultimo prova poi il gol olimpico nei minuti di recupero, telefonato per il portiere di casa. Al 94’ Strappini ha la palla del 2-0 in contropiede ma non riesce a segnare a Fabrizzi battuto.

I commenti

Bella e meritata vittoria della Labor – spiega il ds laborino Loris Gasparriche batte un Montemarciano che ambiva ancora ad entrare nei playoff. Dopo il gol del vantaggio, gli ospiti avevano provato a spingere di forza, ma i nostri ragazzi hanno coperto bene e non hanno concesso occasioni. È stata una Labor completamente diversa rispetto a quella vista contro il MonSerra: abbiamo vinto una partita fondamentale per la salvezza diretta”.

Il Monte – risponde la società biancoazzurra – esce sconfitto per 1 a 0 dal campo della Labor ed interrompe la striscia di 8 risultati utili consecutivi. I padroni di casa capitalizzano al meglio l’ottimo inizio di match. I ragazzi di mister Caccia non riescono a sfondare il muro locale e tornano a casa senza punti”.

Loreto 0-1 Real Cameranese – 88’ Rossetti

La Real Cameranese batte il Loreto in zona Cesarini ed esce dalla zona play-out, a +1 dal 13° posto. La squadra di Pantalone ha sofferto più del previsto contro i ragazzi di Bernabei, aritmeticamente retrocessi dalla scorsa giornata.

Primo tempo

Gli ospiti partono subito con l’acceleratore pigiato. Al 13’ Marchionne vede salvare da Cinesi sulla linea un gol già fatto, poi colpisce un palo al 28’. L’occasione più grande per il vantaggio, però, ce l’hanno i padroni di casa. Al 38’ l’arbitro concede un calcio di rigore ai loretani per fallo del portiere Fatone su Mobili: la saracinesca ospite rimedia all’errore neutralizzando il penalty battuto da bomber Pigliacampo. Nel finale Droghetti devia in corner un preciso colpo di testa del solito Marchionne, mentre Fatone fa ancora gli straordinari, questa volta sulla botta dell’ex Piccini.

Il pre-gara di Loreto-Real Cameranese

Nella ripresa la Real Cameranese trova il colpo del ko. Defendi colpisce una traversa al 51’, ma il Loreto poi difende in maniera ordinata, senza soffrire più di tanto. Anzi, al 84’ il diagonale di Socci sfiora il palo.

Siamo al 88° quando Mascia mette in mezzo verso Piccini, la botta a colpo sicuro di Piccini è respinta da Fatone; sul rovesciamento di fronte Rossetti è il più lesto di tutti a mettere in rete il cross di Principi, regalando i tre punti alla squadra di Camerano.

I commenti

La Real Cameranese – risponde il dirigente locale Giovanni Pespani – passa a Loreto nei minuti finali, dopo una partita emozionante, con la compagine di Bernabei che ha messo in campo una delle migliori prestazioni stagionali, nonostante il divario di punti e la retrocessione aritmetica”.

Vittoria che profuma di ossigeno puro per la Real Cameranese – spiega la società di Camerano -. I rossoneri passano a Loreto 1-0, grazie alla rete di Rossetti, arrivata all’ultimo respiro, alle parate decisive di Fatone e nonostante i tre legni colpiti dalla formazione di mister Giorgio Pantalone. I padroni di casa stanno onorando alla grande il campionato nonostante la retrocessione. Ora siamo nuovamente padroni del nostro destino, contiamo un mini vantaggio di un punto sulla zona playout, quando mancano due giornate al termine del girone di ritorno. Ricarichiamo le pile e prepariamoci al match casalingo di sabato, contro la Castelleonese”.

Sampaolese 3-1 MonSerra – 1’ Gambadori su rigore (M), 27’ su rigore e 62’ Apolloni (S), 78’ Bediako (S) (foto di copertina)

L’altro grande colpo in ottica salvezza nella 28^ giornata lo fa la Sampaolese. I ragazzi di Togni, infatti, hanno battuto 3-1 il MonSerra in rimonta, portandosi a +4 proprio dagli uomini di Moretti. Con un successo nella prossima giornata, la squadra di San Paolo di Jesi sarà aritmeticamente salva.

La partita

Gli ospiti passano immediatamente in vantaggio, ma vengono raggiunti a metà del primo tempo. Dopo 20 secondi l’arbitro concede un rigore al Monserra: l’ex Gambadori non sbaglia dal dischetto e segna l’1-0. La rete è una dura mazzata per i locali, che rischiano di prendere gol in altre due occasioni pericolose degli avversari.

Il match, però, cambia alla mezz’ora. Il direttore di gara concedere il penalty per un fallo del portiere Pigliapoco su Diagne. Dal dischetto Apolloni ristabilisce la parità, per l’1-1 con cui si chiudono i primi 45’ di gioco.

Nella ripresa, la Sampaolese trova i colpi del ko. Al 62’ Diagne vede tutto solo in area Apolloni, il quale di testa realizza il gol del sorpasso sul 2-1. A 12 minuti dalla fine, ancora l’autore dei primi due centri biancorossi fa partire Conte sulla fascia, il quale serve in mezzo Bediako, per il quale è un gioco da ragazzi realizzare il definitivo 3-1.

Lorenzo Togni (allenatore della Sampaolese)

I commenti

Sono 3 punti fondamentali – spiega la Sampaolese nei propri canali social -, conquistati contro una diretta concorrente per evitare i play-out. A 180 minuti dal termine, pur con una discreta posizione in classifica, non bisogna mollare niente. Sabato contro la Labor ci sarà da soffrire e non poco!”.

“Trasferta amara – commentano gli ospiti – per il MonSerra che torna da San Paolo con 0 punti. I padroni di casa ribaltano il vantaggio ospite con Gambadori e si impongono per 3 reti a 1, avvicinandosi così sempre di più alla salvezza diretta. Per i biancorossi sarà ora cruciale lo scontro di sabato prossimo al Comunale di Montecarotto in cui ospiteremo la capolista Castelfrettese”.

Un momento di Colle 2006-Chiaravalle (foto di Genny Giorgetti)

Colle 2006 1-3 Chiaravalle – 22’ D’Urzo su rigore (CH), 36’ Rossolini (CH), 93’ Palloni (CH), 94’ Mondaini (CO)

Il Chiaravalle vince a Collemarino e continua a sperare nei play-off. La squadra di Onorato, infatti, ha battuto 1-3 il Colle 2006 già retrocesso e si è portata a -3 dal Borgo Minonna quarto. Restano 11 i punti di distacco dalla Filottranese seconda: se gli esini mantengono la posizione e recuperano due lunghezze alla formazione di Malavenda, disputeranno i play-off, altrimenti dovranno scavalcare gli jesini per entrare nella griglia degli spareggi promozione.

E’ stato un match senza storia, con il Chiaravalle in vantaggio di 0-2 già nel primo tempo con il rigore di D’Urzo e la rete di Rossollini. Nella ripresa, succede tutto in pieno recupero: Palloni al 93’ segna lo 0-3 e dopo un minuto Mondaini realizza il gol della bandiera per i dorici.

Vittoria importante – spiega la società chiaravallese – per i Grigioneri, che portano a casa tre punti fondamentali per la volata finale”.

Filottranese 2-1 Staffolo – 15’ Maccioni (F), 34’ Tigano (S), 90’ Paialunga (F) – leggi l’articolo

Girone C – Sarnano 1-0 Cingolana SF – 5’ Papa Ndiour

Dopo il successo dello “Spivach”, il Sarnano si conferma bestia nera della Cingolana San Francesco. I ragazzi di Canonici, infatti, hanno perso 1-0 in casa della penultima in classifica: i play-out sembrano ormai ad un passo per i biancorossi, a -5 da Esanatoglia ed Elfa Tolentino.

I locali trovano il vantaggio al 5’, con un rasoterra dal limite di Papa Ndiour a fil di palo. Gli ospiti, senza gli squalificati Fratoni e Moretti, l’infortunato Schiavoni e l’acciaccato Santini, reagiscono solo nella ripresa. Marchegiani di testa trova le mani del portiere avversario, poi Ippoliti si vede deviare un corner il tentativo da buona posizione. L’occasione più ghiotta ce l’ha Michele S., con il palo che gli nega la quinta rete stagionale da due passi.

L’Esanatoglia vince contro il Cska Corridonia, così la Cingolana SF vede allontanarsi la truppa di Ortolani a 5 punti. Per evitare i play-out, dunque, bisognerà vincere le prossime partite contro il Montecosaro e contro il Montemilone Pollenza il 7 maggio e sperare in due sconfitte dell’Esanatoglia contro Settempeda ed Elpidiense Cascinare o in un punto in due giornate dell’Elfa Tolentino (impegnato con Camerino e PortoRecanati).

Se tolentinati (con i quali la Cingolana SF ha gli scontri diretti a favore) ed esanatogliesi riuscissero a chiudere regular season davanti ai cingolani con i risultati del prossimo turno, l’obiettivo minimo per i ragazzi di Canonici sarà quello di mantenere il 13° posto per giocare il play-out allo Spivach. Con una vittoria sabato prossimo a Cingoli contro il Montecosaro, in un antipasto del probabile spareggio, la posizione sarebbe aritmetica.

L’allenatore-giocatore dell’Appignanese, Valerio Giulianelli

Appignanese 0-1 Urbis Salvia – 32’ Pettinari

L’Appignanese, infine, perde in casa e rischia di dire addio ai play-off. La squadra di Giulianelli, infatti, ha perso 0-1 contro l’Urbis Salvia ed è scivolata al quarto posto, per via della vittoria della Settempeda contro il Montemilone a Pollenza nel posticipo di domenica.

Decide un gol di Pettinari alla mezz’ora. Al momento, ai play-off andrebbero Camerino, Settempeda e Appignanese, con i camerti già in finale per i 19 punti di vantaggio sulla quinta posizione. I biancorossi, però, hanno un vantaggio di 7 punti dalla formazione di San Severino: se alla 30^ giornata il distacco tra seconda e terza raggiunge o supera i 10 punti, il Camerino volerà direttamente agli spareggi con le vincenti dei play-off degli altri gironi.

Un’eventualità da scongiurare per l’Appignanese e la Settempeda. Intanto, la squadra di Giulianelli domani mercoledì 26 aprile si gioca il primo trofeo della stagione, con la Finale di Coppa Marche Prima Categoria al “Paolinelli” di Ancona contro la Vismara Pesaro.

I pronostici di mister Carletti

Castelbellino-Villa Musone – pronostico X – risultato 1

Castelfrettese-Sassoferrato Genga – pronostico 1 – risultato X

Castelleonese-Borgo Minonna – pronostico X – risultato X

Colle 2006-Chiaravalle – pronostico 2 – risultato 2

Filottranese-Staffolo – pronostico 1 – risultato 1

Labor-Montemarciano – pronostico X – risultato 1

Loreto-Real Cameranese – pronostico 2 – risultato 2

Sampaolese-MonSerra – pronostico 1 – risultato 1

Girone C – Sarnano-Cingolana SF – pronostico 2 – risultato 1

Girone C – Appignanese-Urbis Salvia – pronostico 1 – risultato 1

Totale di giornata: 5/10 – Totale complessivo: 110/204

Classifiche e marcatori

Prima Categoria – girone B

CLASSIFICACastelfrettese 61, Filottranese 57, Sassoferrato Genga 54, Borgo Minonna 49, Chiaravalle 46, Castelbellino 42, Staffolo 41, Montemarciano 39, Labor 36, Sampaolese 36, Castelleonese 33, Real Cameranese 33, MonSerra 32, Villa Musone 29, Colle 2006 11, Loreto 9

MARCATORI24 gol: Maccioni (Filottranese); 14 gol: Ricci (Sassoferrato Genga); 13 gol: Beta (Castelfrettese); 12 gol: Carboni (Sassoferrato Genga); 11 gol: Passeri (Sassoferrato Genga), Bassotti (Labor) e Parasecoli (Castelfrettese); 10 gol: Massei (Staffolo) e Vincioni (Labori); 9 gol: Pigliacampo (Loreto), Massucci (Filottranese), May (Borgo Minonna) e Rocchi (Castelfrettese); 8 gol: Grassi (Filottranese), Defendi (Real Cameranese), Ventresini (Villa Musone), Giudici (Castelleonese) e Cossa (Sassoferrato Genga); 7 gol: Onuorah (Castelbellino), Ferrante (Borgo Minonna), Bresciani (Borgo Minonna), Paialunga (Filottranese), Apolloni (Sampaolese).

Prima Categoria – girone C

CLASSIFICA – Elpidiense Cascinare 67, Camerino 61, Settempeda 54, Appignanese 52Folgore Castelraimondo 42, Vigor Montecosaro 42, PortoRecanati 38, Urbis Salvia 36, Montemilone Pollenza 35, Caldarola 34, Elfa Tolentino 32, Esanatoglia 32, Cingolana SF 27, Montecosaro 25, Sarnano 20, Cska Corridonia 15

MARCATORI –  17 gol: Castellano (Elpidiense Cascinare); 16 gol: Storani (Elfa Tolentino); 14 gol:Bisbocci (Folgore Castelraimondo); 13 gol: Capenti (Settempeda); 12 gol: Buresta (Caldarola); 10 gol: Tarquini (Appignanese); 9 gol: Montecchia (Camerino), Duca (Camerino), Pietrella (Urbis Salvia), Ulissi (Settempeda) e Tulli (Vigor Montecosaro); 8 gol: Mannucci (Appignanese), Curzi (Urbis Salvia), Gjuci (Esanatoglia) e Piccolini (Esanatoglia).

MARCATORI (Cingolana) – 4 gol: Agosto e Michele S.; 3 gol: Zitti; 1 gol: Ciattaglia, Ippoliti, Mossotti, Tomassoni, Bufarini, Fratoni, Santini, Marchegiani, Tittarelli.

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement
Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory