Connect with us

Calcio

Calcio / Arrivato il pass dalla FIGC: l’SSC Ancona ammessa in D

Il nulla osta tramite Pec,iscrizione da perfezionare entro l’11 luglio. Poi, Gadda e company, daranno il via alla costruzione della squadra in vista dei tanti derby marchigiani (ben 16)

ANCONA, 7 luglio 2024 – La S.S.C.Ancona in Serie D. Ora è proprio ufficiale.

Arrivata ieri la Pec dalla FIGC a sancire definitamente l’operazione. È lo stesso sindaco Daniele Silvetti a farne l’annuncio tramite i suoi canali social.

Entro giovedì 4 delle ore 18, la documentazione doveva essere depositata in sede a Roma con tanto di assegno da 400mila euro, cosa a cui lo stesso sindaco anconetano in persona, insieme al direttore tecnico Brilli, ha provveduto.

Si aspettava la conferma probabilmente lunedì mattina, invece la risposta affermativa è arrivata ieri in mattinata: “Con la presente, si comunica che il Presidente Federale, d’intesa con in Presidente della Lega Nazionale Dilettanti, ai sensi dell’art. 52, comma 10, del NOIF, con delibera in data odierna, ha ammesso in soprannumero al Campionato di Serie D, organizzato dal Dipartimento Interregionale-LND, stagione 2024/25, la società S.S.C. Ancona, a condizione che la stessa adempia entro il termine dell’11 luglio 2024, alle prescrizioni previste dal Dipartimento Interregionale-LND per l’iscrizione al predetto Campionato.”

Mancano dunque gli ultimi pagamenti da versare entro giovedì prossimo, ossia la fideiussione di 31mila euro e la tassa da 24mila euro, per un totale di 55mila euro. Insomma, versamenti a parte, la strada sembra ormai essere in discesa per l’Ancona Calcio, che finalmente può tornare a guardare al futuro con più serenità.

E il caso Agnello? Dilemma che tanto ha tenuto banco per settimane intere la piazza anconetana, con il rischio di potersi ritrovare di fatto due società Ancona da iscrivere? Il numero uno di acqua Sangemini è tornato a far parlare di se rilasciando un’intervista al Corriere Dello Sport- Stadio. Rivendica “la paternità” dell’Ancona Calcio (poggiando sul fatto che la U.S. Ancona, ossia la precedente società, non è di fatto fallita ma è stata rilevata) invocando presunte irregolarità da parte del primo cittadino del capoluogo dorico e esortando la FIGC a risponderne.

Al di là di tutto, una cosa resta imprescindibile e incontrastabile: ad oggi, è stata presentata domanda di iscrizione alla quarta serie soltanto da una società, la S.S.C. Ancona. E questa è stata supervisionata e accettata dagli organi di competenza in linea con l’art. 52 comma 10 del NOIF che, qualora ce ne fosse ancora bisogno, recita quanto segue: “In caso di non ammissione al campionato di Serie A, Serie B e di Divisione Unica-Lega Pro, il Presidente Federale, d’intesa con il Presidente della LND, potrà consentire alla CITTÀ della società non ammessa di partecipare con una propria società ad un Campionato della LND purché la stessa società: a) adempia alle prescrizioni previste dal singolo Comitato per l’iscrizione al Campionato. b) non abbia soci e/o amministratori che abbiano ricoperto negli ultimi 5 anni il ruolo di socio, amministratore e /o dirigente con poteri di rappresentanza nell’ambito federale, in società destinatarie di provvedimenti di esclusione dal campionato di competenza o di revoca dell’affiliazione dalla FIGC. Qualora fosse consentita la partecipazione al campionato Interregionale o al Campionato Regionale di Eccellenza, la società dovrà versare un contributo alla FIGC nel primo caso non inferiore ad euro 300.000.00 e nel secondo caso non inferiore ad euro 100.000.00. È facoltà del Presidente d’Intesa con i Vice Presidenti della FIGC, con il Presidente della Lega Dilettanti e con i Presidenti delle componenti tecniche stabilire un contributo superiore al predetto minimo. La Commissione, nominata dal Presidente Federale, è formata da tre componenti, di cui due designati dal Presidente Federale e uno dalla LND. La Commissione resta in carica per un quadriennio olimpico.”

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory