Connect with us

Biliardo

Jesi / Biliardo, quel che conta è la passione: numeri in continua crescita

Nostra intervista esclusiva al presidente della Federazione Marche Giampiero Moretti. Nella provincia di Ancona oltre 700 tesserati. Tra Jesi e Moie 12 squadre nei campionati di Serie A1, A, B 

VALLESINA, 21 novembre 2023 – Un’affascinante incursione nel mondo del biliardo, uno sport spesso sottovalutato ma comunque fatto di una sua storia e tradizione.

I campionati proseguono ed il movimento cresce, soprattutto grazie a chi ha dedicato parte della sua vita a promuovere e sviluppare questo sport nella Regione e al quale sicuramente dobbiamo molto.

Abbiamo fatto il punto sulla situazione della disciplina con una chiacchierata a 360 gradi con il presidente della Federazione Marche Biliardo, Giampiero Moretti.

Giampiero Moretti (a destra) con il campione italiano Juri Minoccheri che 2 anni fa ha militato nel campionato marchigiano con la squadra del Passion Jesi

Giampiero, benvenuto!

“Grazie mille per avermi invitato e per dedicare spazio alla disciplina. Dall’alto della mia longeva esperienza nel mondo del biliardo, divisa tra quella diretta sul campo e quella nel mondo dirigenziale, oramai qualcosina posso anche dirvela”.

Il biliardo è uno sport che alle volte non riceve la stessa attenzione di altri più popolari. Potrebbe condividere con noi perché crede che il biliardo sia importante, sia dal punto di vista sportivo che culturale nella nostra Regione e generalmente in Italia e da cosa sia scaturita la sua immane passione a riguardo?

“Sono passati ormai trent’anni da quando ho iniziato a praticare la disciplina, e sono quindi contento di potervi spiegare com’è la situazione a livello nazionale, provinciale e nel territorio jesino e della Vallesina. La mia passione continua, ovviamente, a fare da traino per portare avanti i tanti progetti che abbiamo in Federazione, della quale sono diventato presidente nel 2016 a seguito delle elezioni provinciali. Ed è nata ovviamente giocando. Sono stato campione italiano di Seconda Categoria circa dieci anni fa. Una bella testimonianza a riguardo di quanto tempo e dedizione abbia avuto a riguardo del biliardo.

Federazione in continua crescita?

“Da quest’anno siamo ufficialmente entrati a far parte del Coni grazie alla fusione con il Bowling, cambiando denominazione in Fisbb (Federazione Italiana Sportiva Biliardo Bowling). Rappresentiamo una Federazione tra le più grandi del Paese, visti gli oltre 25.000 iscritti da segnalare in giro per l’Italia. Possiamo ‘vantarci’ di venire subito dietro le altre 3-4 più importanti (come il calcio, il basket o la pallavolo) e che raccolgono numeri giganteschi”.

Parliamo degli eventi di prestigio e dei protagonisti legati al biliardo nelle Marche. Ad oggi quanti sono i tesserati alla Federazione che contiamo nella Regione, in particolar modo nella provincia di Ancona?

“Per quanto riguarda la situazione nelle Marche, a livello di iscritti, non possiamo che ritenerci soddisfatti. Nella nostra Regione contiamo all’incirca 2.000 tesserati, con 700, divisi tra boccette e stecca, solo nella provincia di Ancona. Proprio nel capoluogo vanno in onda alcuni tra gli eventi più importanti del panorama nazionale. Il che è facilitato dalla presenza in città, in Ancona, del Circolo 14 febbraio, una delle sale più grandi d’Italia vista la presenza di ben dodici biliardi al suo interno”.

Nel dettaglio?

“A dicembre andranno in onda i campionati italiani biathlon Master di boccette e goriziana. Altro appuntamento molto importante sarà quello del 16 e 17 dicembre, dove avverrà la selezione Master. Questa comprende tre prove che si svolgono durante tutto l’anno per accedere alla Categoria. Per chi non la conoscesse, la ‘Master’ rappresenta la categoria élite del biliardo in Italia con i migliori giocatori in assoluto. Di eventi ne abbiamo in successione e di alto livello. Non vediamo l’ora”.

Restringendo l’occhio di riguardo verso la provincia ed in particolar modo sul territorio della Vallesina, il propugnarsi delle attività come sappiamo è altrettanto florido?

“Si, direi proprio di sì. Devo dire che Jesi è una tra le città che meglio si sono sviluppate sotto il punto di vista biliardistico. Tra questa e Moie abbiamo dodici squadre distribuite nei campionati di Serie A, serie B e serie A1. Conseguentemente, questo permette una bella affluenza rispetto al numero di giocatori presenti nel territorio”.

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement

More in Biliardo

Segnala a Zazoom - Blog Directory