Connect with us

Sport

BASKET SERIE B / Il commiato di Claudio Moroni: “orgoglioso di quanto fatto in questi anni”

Senigallia, il presidente ha lasciato la carica dopo 25 anni: “la cosa più bella è aver creato una struttura che ha fatto sentire tutti come a casa”

SENIGALLIA, 6 Luglio 2021 – Un quarto di secolo di presidenza non è cosa che si verifica tutti i giorni, specialmente in un’epoca in cui pure nel mondo dello sport i cambiamenti sono repentini.

Ma sono stati proprio 25 gli anni al vertice della Pallacanestro Senigallia di Claudio Moroni, che ha lasciato qualche giorno fa a Sonia Fileri dopo aver guidato la società dal 1990 al 1992 e poi, consecutivamente, dal 1998 al 2021.

Gli anni migliori della storia del club, fondato nel 1979 e scivolato nei campionati regionali a metà anni Novanta: dalla C2, Senigallia sotto la presidenza Moroni è arrivata in B e qui si è assestata da 20 anni, quasi sempre nella prima metà di classifica nonostante budget non certo faraonici.

“Mi sono arrivate tante attestazioni di stima: tifosi, istituzioni, la stessa Fipè il commiato di MoroniLi ringrazio tutti: ci sono stati grandi risultati, ma non è questa la cosa di cui sono più orgoglioso: lo è avere creato una struttura che ha fatto sentire chiunque arrivasse a Senigallia come a casa. Ma non è stato soltanto merito mio: oggi, mi va di ricordare alcune figure”. “Ad esempio Fulvio Ciarloni, Stefano Catalani e Giuliano De Miniciscontinua Moroniuomini che non sono più tra noi, ma che hanno posto mattoni importanti. Ciarloni ha dedicato la sua vita alla Pallacanestro Senigallia, Catalani ha portato a livelli di eccellenza le nostre giovanili. E De Minicis ha interpretato in maniera straordinaria l’identità societaria, con progetti dal grande valore sociale: penso alla partita contro i campioni in carrozzina del Santo Stefano, alle poesie lette durante l’intervallo di un derby da Giorgio Ponzio o all’accordo con l’associazione oncologica e la Fondazione Balducci Rossi come sponsor etico: siamo stati i primi a compiere un passo così importante”.

“Per quanto riguarda il basket giocatocontinua l’ex presidente, che rimarrà in società Umberto Badioli, da coach e diesse, e Federico Ligi da general manager, sono stati fondamentali e, col loro ruolo in società, lo saranno ancora. Ma più in generale, sono state veramente tante le persone che hanno contribuito a portare il nome di Senigallia in tutta Italia, sempre con l’apprezzamento da parte di tuttiOra si volta pagina, ma sono convinto che solo con una buona conoscenza della storia si possa costruirne una migliore. Coloro che hanno preso il testimone saranno capaci di farlo. Ancora grazie a tutti!”

Un ringraziamento ricambiato sui social dai tifosi, che, grazie anche allo storico presidente, si sono goduti anni “di domeniche memorabili”.

 

Andrea Pongetti

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

image_pdfimage_print

Advertisement

More in Sport

Segnala a Zazoom - Blog Directory