Connect with us

Calcio

Eccellenza / Chiesanuova, parla bomber Sbarbati: “Un buon momento per noi: vogliamo continuare a fare bene”

La nostra intervista all’attaccante biancorosso. “Ragioniamo partita dopo partita. Il Castelfidardo mi ha sorpreso, abbina quantità e qualità. Seguo Marina e Biagio Nazzaro: spero possano togliersi delle soddisfazioni. Che bei ricordi alla Cingolana: per la prima volta mi sono sentito importante fuori casa”

CHIESANUOVA di TREIA, 13 marzo 2024 – Nella stagione dei sogni del Chiesanuova in Eccellenza Marche, in prima fila c’è anche il nome di Lorenzo Sbarbati. Il classe 1990 anconetano, arrivato in estate per sostituire il capocannoniere del campionato Tittarelli, passato all’Osimana, si è subito preso la scena al centro dall’attacco, sia come realizzatore (8 gol fino a questo momento) che come uomo assist a supporto dei vari Mongiello, Andrea Pasqui, Trabelsi and company. “Spero che il Chiesanuova – dice, in esclusiva, a VallesinaTV – possa arrivare il più in alto possibile: da qui in avanti pensiamo a una partita alla volta”.

Chi è Lorenzo Sbarbati

Sbarbati, 33 anni compiuti a dicembre, è nato ad Ancona. Cresciuto nel settore giovanile della Nuova Folgore, dal 2008 al 2011 veste la maglia della Recanatese in Serie D come Under. Nel 2011-2012 passa alla Cingolana in Eccellenza: alla sua prima esperienza da over, segna 7 reti in 29 presenze.

Nella stagione successiva va a giocare alla Biagio Nazzaro Chiaravalle, sempre in Eccellenza, raddoppiando le reti rispetto all’anno precedente (14). Nel 2013-2014 contribuisce alla promozione del Castelfidardo in Serie D grazie ad altri 13 gol. Seguono due anni in D, prima con i fidardensi e poi con la Folgore Veregra. Torna in Eccellenza nel 2016-2017, vestendo la maglia del Montegiorgio: resta in squadra per tre stagioni, totalizzando complessivamente 44 gol. Nel 2020-2021 salta di nuovo in Serie D con i campani del Casteluovo Vomano: segna solo 2 reti, ma la stagione è influenzata dalla rottura del legamento crociato, del menisco e del collaterale.

Nel 2022-2023 torna nelle Marche, al Marina, dove segna 5 reti in 9 presenze ma, nonostante il suo contributo, la squadra non riesce ad evitare la retrocessione.

Sbarbati al Chiesanuova: “Per noi è un buon momento: vogliamo continuare a far bene”

Con la partenza di Tittarelli all’Osimana, il Chiesanuova di Bonvecchi ha puntato su Lorenzo Sbarbati per rimpiazzarlo. Tra l’altro l’attaccante è stato allenato proprio da mister Mobili ai tempi della Recanatese e del Castelfidardo. Il giocatore ha ripagato le attese, mettendo a segno ben 8 reti fino a questo momento, di cui 3 consecutive nelle ultime due sfide, con la doppietta dell’ex al Montegiorgio e il gol di domenica alla Jesina.

“E’ un buon momento – ammette l’attaccante dorico- , sia per me che per la squadra. Per un attaccante è sempre bello fare gol, ma ora è importante continuare a far bene, cercando di allenarsi al meglio per preparare le prossime partite”. Dove potrà arrivare la squadra biancorossa? “Aritmeticamente – spiega Sbarbati – abbiamo raggiunto la salvezza e ora spero che il Chiesanuova possa arrivare più in alto possibile.Ragioniamo un match alla volta, puntando a portare a casa più punti possibili”.

“Castelfidardo, una bella sorpresa. Seguo il Marina e la Biagio Nazzaro: mi sono trovato bene con loro. Alla Cingolana mi sono sentito importante per la prima volta”

Tra le avversarie affrontate in questa stagione, Lorenzo è stato impressionato dal Castelfidardo.Si tratta della squadra – spiega – che mi ha sorpreso di più in positivo, perché costruita bene, con tanti giovani, riuscendo ad abbinare ottimamente qualità e quantità”.

Sbarbati ai tempi del Marina

Come detto, Sbarbati ha giocato con Marina e Biagio Nazzaro Chiaravalle. “A Marina – dichiara l’attaccante – tornavo dall’infortunio al legamento crociato: è stato un campionato complicato per me. Li sto seguendo e vedo che sono in zona play-off, spero possano tornare subito in Eccellenza: mi sono trovato molto bene con la società. Come tutte le squadre in cui ho giocato, seguo anche la Biagio Nazzaro. Anche loro sono vicini ai play-off e spero che possano togliersi delle belle soddisfazioni”.

Chiudiamo la nostra intervista con un ricordo della stagione 2011-2012 a Cingoli. “L’annata con la Cingolana – conclude Sbarbati – per me è storica: fu la mia prima esperienza da over e ho bellissimi ricordi. Era la prima volta che stavo fuori casa e mi avevano fatto sentire importante. La ricordo come una stagione sicuramente positiva”.

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory