Connect with us

Calcio

Calcio Amarcord / Si è ritrovata la sorprendente Vigor Senigallia 1993-94

A distanza di 30 anni rivissuto dai protagonisti un torneo di D partito con scarso credito e poi pieno di exploit e vicende da ricordare

SENIGALLIA, 8 Febbraio 2023 – Emozionante serata venerdì scorso 3 febbraio al circolo Arci di Scapezzano di Senigallia dove si è ritrovata, a 30 anni di distanza, la Vigor Senigallia della stagione 1993-94.

Da una idea di Giorgio Marcellini, in quell’anno e nei successivi dirigente accompagnatore, a Scapezzano si sono riabbracciati – in alcuni casi dopo lunghissimo tempo dall’ultima volta – i componenti di una squadra che andò oltre le poche aspettative della vigilia, chiudendo al sesto posto in serie D.

Era poco considerata quella Vigor, che non aveva nemmeno la divisa di ordinanza, tanto da essere scambiata per una squadra amatoriale dal custode di un campo avversario, come si è ricordato in uno dei tanti aneddoti emersi: eppure, come spesso è accaduto nella storia vigorina, l’ambiente fece la differenza ad arrivarano autentiche imprese, come il pari in rimonta fuori casa contro l’Arezzo, la vittoria a Faenza con gol di Ferrato, un under – nel primo anno in cui ne esisteva l’obbligo – pescato addirittura in Prima Categoria al Posatora.

Quello fu anche l’unico anno con una squalifica del campo, nella domenica del successo contro la Sangiovannese quando La Torre di Barcellona Pozzo di Gotto fu assediato nel dopo gara e la Vigor fu costretta a giocare il derby interno contro la Vis Pesaro di due settimane dopo, finito 0-0, a Jesi.

In un video sono scorse le immagini di quelle partite, ed a Marco Impiglia è stato consegnato il pallone, conservato da 30 anni, con le firme di tutti i compagni per il più bel gol del campionato: ad uno dei tanti senigalliesi di quella squadra (13 su 23 utilizzati se abbiamo fatto bene i conti, ma gli altri provenivano da pochi km di distanza), Andrea Marchionni, è stato tributato il premio combattività, poi ci sono stati aneddoti, cimeli, racconti del tifoso Daniele Mandolini.

Ricordati con emozione i protagonisti non più in vita: dal dirigente Goffredo Bianchelli, al presidente Sandro Montesi, ai collaboratori Elio Gambioli (Minghino) e Luciano Messersì (Bistecca), al tecnico della Juniores “Ciro” D’Amico, all’osservatore Carlo “Ciullo” Diambra.

Assenti perché impossibilitati soltanto tre giocatori, Cucchi, il capitano Giancamilli e Pesce, che hanno comunque mandato un divertente saluto video.

Nella foto in apertura si riconoscono da sinistra, in alto (solo per i non giocatori, tra parentesi viene specificato il ruolo): Baioni (dirigente), Pierpaoli, Bolognesi, Negozi, 

Giovannetti (medico), Riccardi (dirigente), Pizzi (dirigente), Trillini (allenatore), Moroni (direttore sportivo), Ferrato, Carboni (massaggiatore), Moschini (presidente).

Al centro Marcellini (dirigente), Veschi, Moschini, Pizzi, Goldoni, Zandri, Impiglia, Carboni, Mezzanotte.

In basso Giorgini, Abbruciati, Magi, Cenci, Brecciaroli, Duca, Moroni, Marchionni.

Nella foto è assente Papolini, arrivato successivamente.

Le foto nel testo sono nell’ordine della squadra del 1993-94, della classifica del girone E, dei risultati in casa e fuori partita per partita e delle presenze e gol di tutta la rosa della Vigor 1993-94: queste ultime tre foto sono tratte dall’almanacco Uomini e Gol.

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement

More in Calcio

Segnala a Zazoom - Blog Directory