Connect with us

Calcio

JESINA CALCIO / CAPITAN MARINI: “SQUADRA ALL’ALTEZZA DI DISPUTARE UN BUON CAMPIONATO”

JESI, 30 agosto 2019 – Domenica via alla serie D.

Graziella Pirriatore

Al Carotti scenderà la Recanatese dei confermati Pera, Nodari, Borrelli allenata da mister Federico Giampaolo, fratello dell’allenatore del Milan, le ultime due stagioni all’Avezzano.

Inizio ore 15, arbitro una donna: Pirriatore di Bologna.

Nelle ultime ore la Jesina ha tesserato altri due under: il classe 1999 Matteo Ciurlanti, difensore, lo scorso campionato con il Santarcangelo e Luca Nacciarriti, classe 2000, centrocampista, proveniente dal Fano.

La squadra si sta preparando al meglio e la novità riguarda la fascia di capitano che è stata consegnata con decisione unanime, allenatore e giocatori, ad Alex Marini. Una scelta che rende onore ad Umberto De Lucia, nominato capitano il giorno della sua presentazione, che ha accettato senza pensarci due volte di lasciare la fascia a Marini.

Capitan Marini, un gran gesto quello di De Lucia?

Spettava al mister e a tutti i compagni fare questa valutazione. Accetto la scelta, mi metto a disposizione, va dato merito a De Lucia della rinuncia che ha fatto

Segno di un gruppo, seppur nuovo, già affiatato e compatto?

Sono contento, accetto volentieri, in ugual misura sarei stato felice se fosse restato lui a portare la fascia al braccio. Sicuramente il gruppo si sta consolidando e questo mostra già affiatamento e reciproco rispetto

Domenica debutto impegnativo contro la Recanatese

Partita difficile! La Recanatese è una delle squadre più strutturate di quelle che lotteranno per il vertice di questa stagione in questo campionato. Ci confrontiamo dunque subito con una squadra importante. E’ una formazione marchigiana e sarà pure un derby. Da parte nostra ci teniamo ad essere pronti da subito perché giochiamo in casa e vogliamo far bene contro un avversario ostico e difficile ma ci teniamo ad iniziare con il piede giusto

Che squadra è la Jesina?

Abbiamo una buona squadra, giovane ma motivata, ragazzi importanti sul piano morale ma anche qualitativo. Possiamo far bene e dire la nostra. Si sta lavorando per questo e ci sono tutte le carte in regola per essere all’altezza in questo girone F. La rosa, per quello che ho potuto notare fin ora, è composta da ragazzi che hanno voglia e fame e che al tempo stesso sono validi giocatori

Una squadra costruita sull’asse portante di quella del girone di ritorno dello scorso campionato quando Marini, Villanova e Cruz furono un fattore e un valore aggiunto

Siamo rimasti in tre anche se poi ci siamo aggregati in corso di preparazione. La società ha fatto scelte precise ripartendo da questo. Poi gli inserimenti fatti hanno completato bene l’organico e comunque, nelle intenzioni, ma spero anche nei fatti, si sta puntando a costruire una squadra all’altezza di disputare un bel campionato

Lo scorso anno il Cesena ed il Matelica sono state al di sopra di tutti. Quest’anno come la vede?

Matelica, Recanatese e Campobasso mi sembrano le squadre più organizzate e meglio costruite, un gradino sopra gli altri. Le valutazioni di agosto ed i pronostici sulla carta lasciano il tempo che trova perché come sempre è stato e sarà solo il campo parla e valuta senza mai sbagliare

Ai tifosi leoncelli che cosa può dire, partirete col piede giusto?

Sappiamo quanto è importante la spinta dei nostri tifosi sia in casa che fuori. Da sempre, quando ho giocato a Jesi l’importanza del loro sostegno e del loro calore è fondamentale. La tifoseria è presente e ci tiene che la squadra in campo dia tutto ed ottenga il massimo. Da parte nostra gli dobbiamo consegnare le giuste soddisfazioni e tenere acceso sempre l’entusiasmo con i risultati del campo. So bene che ci può dare la spinta giusta soprattutto al Carotti e spetta a noi giocatori farne un’ arma a nostro vantaggio.

Partendo bene con la Recanatese sarete come si suol dire a metà dell’opera?

Ci teniamo tutti: giocatori, staff e società. Quando arriveranno i momenti difficili la nostra bravura sarà quella di mantenere il giusto equilibrio come dovrà essere importante restare con i piedi per terra in quei momenti che ci andrà bene. Insomma avere una linea di coerenza è determinante e questo avverrà se entreremo in campo sempre dando il massimo ed il meglio, lottando per la maglia, per tenere alto il nome della Jesina

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

loading...
Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Calcio