Connect with us

Basket

Basket B nazionale / Marulli: “abbiamo raggiunto la nostra stabilità, ce la giochiamo con tutti”

In futuro ancora a Jesi? “Perché no?! Mi trovo molto bene qui”. Sabato 24 novembre anticipo a Vicenza, palla a due ore 18,30

JESI, 23 novembre 2023 – La General Contractor Jesi allunga la scia di successi, calando la

quinta vittoria consecutiva dopo il turno ad Ozzano.

Sesta posizione in classifica con 12 punti al pari con Fabriano: squadra in salute e ben assestata. Con il pieno recupero degli elementi infortunati, il roster jesino al completo. si sta rivelando una delle formazioni rivelazione all’interno di un girone altamente competitivo.

La prossima giornata sarà a Vicenza sabato 25 novembre ore 18,30.

Punto della situazione con Roberto “Bobby” Marulli. Giocatore di punta del quintetto jesino già dalla scorsa stagione ed anche quest’anno non ha perso occasione per distinguersi, confermandosi una pedina essenziale per coach Ghizzinardi.

L’inizio stagione non è stato semplice ma ora sembra che la squadra abbia messo il turbo e trovato il proprio equilibrio. Cosa è cambiato in questo frangente?

La risposta è semplice. Abbiamo avuto una pre season e un inizio campionato penalizzante a causa dei vari problemi fisici cui far fronte. L’assenza forzata di giocatori come Filippini, Bruno e Varaschin non ha di certo agevolato. Mettici pure che il girone è arduo ed ecco la combinazione. Nelle prime 5 giornate abbiamo affrontato, a mio modesto parere, le cinque squadre più forti. Se con il roster al completo siamo in grado di giocarcela con tutti, in tali condizioni è più faticoso. Tutti insieme non ci eravamo allenati date le circostanze, quindi abbiamo prima dovuto affrontare il periodo di assestamento e conoscenza con dall’altra parte formazioni molto attrezzate. Ora come gruppo posso dire che abbiamo ingranato e questo è un momento importante per noi. Per riportate le parole di coach Ghizzinardi: “mai avere la pancia piena”. Perciò lavorare a testa bassa, premere sull’acceleratore e cercare di ottenere quanti più punti possibili.”

A proposito di roster, quest’anno sono subentrati ben 5 nuovi innesti di spessore. Che differenze nota rispetto la passata stagione?

“Se devo trovare una differenza, la prima che a me risalta è l’età anagrafica. Quest’anno siamo un po’ più esperti e profondi. Più armi a disposizione, più esperienza e una maggiore fisicità. Soprattutto per quanto riguarda gli esterni con l’ingresso di Rossi. Anche questi innesti mirati potrebbero aver fatto la differenza in positivo”.

Dopo dieci giornate, ad oggi sono sei le lunghezze a separarvi dalla prima della classe e quattro dalla seconda. Cosa significa questo per l’Academy?

“La mia filosofia è questa: cercare di vincere tutte le partite. Indipendentemente da chi hai dall’altra parte e senza dare peso alla classifica. Quando arrivi a poche giornate dalla fine, allora alzi la testa e ti domandi: “ok, a questo punto dove siamo? A cosa possiamo ambire? Cosa abbiamo fatto?” Questo è un campionato molto più difficile dell’anno scorso, basti pensare che delle 64 squadre presenti, 32 ora non ci sono più. Son rimaste in pratica le più forti quindi automaticamente il livello si è alzato notevolmente. Detto ciò, si può vincere o perdere contro chiunque, non nascondo che ci sono dei campi in trasferta difficilissimi. Non guardo troppo la classifica anche perché ci sono squadre come ad esempio il Bisceglie, che attualmente non sta facendo benissimo, che reputo comunque pericolosa”.

Cosa si aspetta da questa stagione? E quali cose vorrebbe invece evitare?

“Sicuramente al 100% metto per iscritto che voglio evitare la retrocessione. E questo perché per un atleta significa aver fatto una stagione fallimentare. Gli obiettivi societari non mi interessano neanche. Scendo in campo ogni domenica per vincere le partite, penso solo a quello. Dalla mia bocca proclami non usciranno mai dopo è ovvio che per ambizioni personali cerco di puntare ai piani alti. Non amo le frasi di circostanza, io mi limito a dire che il mio scopo è vincere ogni domenica. Se riesco in questo obiettivo, allora significa che siamo una squadra che può puntare in alto. La mia filosofa è semplice ma concreta”.

Sono ormai due stagioni consecutive che veste la canotta biancoblù. Parlando di progetti a breve termine, lo vedrebbe un futuro ancora legato a Jesi?

“Assolutamente sì. Da quando sono arrivato mi sono da subito trovato molto bene nell’ambiente e sotto tutti i punti di vista. Sia per quanto riguarda la società, staff tecnico che compagni. Poi i conti ovviamente si fanno sempre a fine anno e si valuterà tutto tra le parti. Ma onestamente parlando, certo che mi piacerebbe rimanere. D’altronde se mi trovo a mio agio in un posto, mi piacerebbe restarci. Vedremo, per ora pensiamo a fare bene”.

SERIE B NAZIONALE

11° GIORNATA risultati

Vicenza – Jesi (sabato 25 novembre ore 18), Ozzano – Mestre, Fabriano – Roseto, Taranto – Bisceglie, Virtus Imola – Ravenna, Padova – San Severo, Lumezzane – Andrea Costa Imola, Faenza – Chieti, Ruvo di Puglia – San Vendemiano

CLASSIFICA

Ruvo di Puglia punti 18; San Vendemiano, Roseto punti 16;  San Severo punti 14; Fabriano, Jesi punti 12; Chieti punti 11; Mestre, Faenza punti 10; Padova, Andrea Costa Imola, Virtus Imola, Lumezzane, Ravenna punti 8Bisceglie, Ozzano punti 6; Taranto, Vicenza punti 4;  

Play offplay outretrocessione diretta

21° GIORNATA domenica 3 dicembre novembre ore 18

Roseto – Padova (sabato 2 dicembre), Jesi – Faenza, San Vendemiano – San Severo, Ravenna – Ozzano, Fabriano – Ruvo di Puglia, Lumezzane – Taranto, Chieti – Mestre, Bisceglie – Virtus Imola,  Andrea Costa – Vicenza

©riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Advertisement

More in Basket

Segnala a Zazoom - Blog Directory