Serie C / Ancona, finisce 0-0 l’allenamento congiunto contro il Ravenna a Cingoli

La terza uscita della squadra di Donadel finisce a reti inviolate: in 500 sono arrivati a Cingoli per sostenere i dorici, applausi per Gadda, allenatore del Ravenna 

CINGOLI, 6 agosto 2023 – L’Ancona non va oltre lo 0-0 contro il Ravenna. Il terzo allenamento congiunto del ritiro di Cingoli allo Stadio Spivach, infatti, si è concluso a reti inviolate. Dopo i due 9-0 nelle prime due uscite stagionali, dunque, gli attaccanti di mister Donadel non sono riusciti a impensierire l’attenta difesa romagnola di mister Gadda, applaudissimo dagli ultras dorici.

Primo tempo

Nel primo tempo non ci sono grandi occasioni tra le due squadre, anche se il Ravenna si fa preferire per fluidità di manovra e solidità difensiva. Al 6′ Alluci appoggia per Pavesi che tira dal limite, senza trovare lo specchio. Sette minuti più tardi Energe viene servito tutto solo in contropiede ma, a tu per tu con il portiere, non riesce a inquadrare lo specchio, anche se era partito in posizione di fuorigioco. Al 17′ il Ravenna si porta in attacco con Pavesi, il quale in area appoggia sulla sinistra per Tirelli, il quale rimette in mezzo, trovando i guantoni di Perucchini ad anticipare in tuffo.

Sul finale di tempo, Mancini dal limite spara alto sopra la traversa, mentre il colpo di testa in area di Spagnoli su assist di Barnabà viene deviato in corner da un attento Cordaro. Sul finale, il tentativo di Basso dal limite finisce fuori. Il primo tempo termina 0-0.

Secondo tempo

Anche i secondi 45 minuti non regalano grandi emozioni, con le due squadre che effettuano numerosi cambi nell’undici iniziale. Al 49′ Nador si ritrova la palla sui piedi in area di rigore e prova il rasoterra dalla sinistra, il subentrato Rossi controlla la sfera senza problemi. Dieci minuti dopo Di Fatta lancia Nappello in area tutto solo, ma il guardalinee segnala il fuorigioco dell’attaccante ravennate.

I dorici vanno vicino al gol al 63′: Cioffi riceve la sfera in area dalla destra e prova il tiro rasoterra, senza trovare la porta di qualche metro. Nei minuti finali, i dorici rischiano il patatrac, quando il portiere Vitali in possesso rinvia sull’attaccante Lopes: fortunatamente la palla rimbalza verso un compagno di squadra.

0-0 tra Ancona e Ravenna, vincono i tifosi 

Finisce 0-0 l’allenamento congiunto tra Ancona e Ravenna allo Stadio Spivach di Cingoli. Dopo i due 9-0 nelle prime due uscite contro l’Ancona Primavera e l’Osimana, la squadra di Donadel non è riuscita a segnare contro i romagnoli, che hanno disputato un’ottima partita, soprattuto dal punto di vista della fase difensiva. I vincitori dell’allenamento congiunto sono stati i tifosi dorici della “Curva Nord Ancona”, presenti in centinaia tra gli oltre 500 spettatori dello “Spivach”. I cori degli ultras dorici si sentivano anche in varie parti della città, a vari km di distanza. I tifosi anconetani hanno riservato tanti applausi al mister del Ravenna, nonché ex storico giocatore dell’Ancona, Massimo Gadda, intonandogli anche diversi cori. 

L’Ancona proseguirà fino al 12 agosto il ritiro a Cingoli. Mercoledì prossimo, 9 agosto, alle 17.30 ci sarà l’ultimo allenamento congiunto in terra cingolana contro il Corticella (Serie D). La sfida del 12 agosto, infatti, si vocifera essere contro il Perugia ma allo stadio “Renato Curi”.

Tabellino

ANCONA: Perucchini (64′ Vitali), Barnabà (75′ Camigliano), Martina (75′ Marenco), Cella (89′ Bugari), Nador (82′ Paglialunga), Dutu (64′ Gatto), Paolucci (64′ Simonetti), Basso (75′ Mattioli), Spagnoli (75′ Moretti), Energe (64′ Agyemang), Cioffi (64′ Lombardi). All. Donadel – A disposizione: Mazzoni, Useini, Testagrossa.

RAVENNA: Cordaro (46′ Rossi), Mancini (46′ Gobbo), Magagnini (46′ Di Fatta), Alluci (61′ Broccardi), Esposito (61′ Sare), Agnelli (61′ Marino), Pavesi (46′ Sabbatani), Campagna (61′ Drappelli), Vinci (46′ Nappello), Rrapaj (61′ Calandrini), Tirelli (46′ Lopes). All. Gadda – A disposizione: Ravaglia, Marino.

NOTE – spettatori oltre 500, recupero – 0′ + 2′

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio / Il Montefano vince a Sefro l’amichevole contro la Fermana

In gol Monaco. L’undici di Mariani (Eccellenza) ha vinto l’allenamento congiunto contro i canarini (serie C) in ritiro a Sefro. Buona la presenza di supporter

VALLESINA, 5 agosto 2023 – Il Montefano (Eccellenza) vince a Sefro, davanti ad un numero consistente di supporter soprattutto di fede canarina, contro la Fermana (serie C)  per 1-0 grazie alla rete di Monaco.

Questo slideshow richiede JavaScript.

FERMANA 1° tempo (4-3-3): Pozzi; Esposito, Fort, Santi, Vessella; Gianelli, Giandonato, Misuraca; Pinzi, Grassi, Tulli. FERMANA 2° tempo (4-3-3): Cutraro; Eleuteri, Spedalieri, Fort, Pistolesi; Fontana, Cirone, Graziano; Benkalqui, Nori, Pampano. All. Brugnera
MONTEFANO 1° tempo (4-3-1-2) – David; Marasca, Valler, Monaco, Morazzini; Moliterni, Alla, Guzzini; Papa, Latini. MONTEFANO 2° tempo (4-3-1-2) – Bentivogli; Calamita, Postacchini, Pjetri, Volponi; Sindic, Giri, Camilloni; Stampella, Bonacci
©riproduzione riservata
si ringrazia l’ufficio stampa del Montefano calcio



Calcio serie B / Ascoli, test con la Recanatese che passa per 2-1

I bianconeri, nel primo vero test amichevole con i leopardiani, escono sconfitti 2-1. Buon galoppo per gli uomini di Viali anche se il risultato sorride ai giallorossi di Pagliari

VALLESINA, 5 agosto 2023 – Dopo i test amichevoli con Atletico Ascoli e Tolentino, l’Ascoli era atteso al “Ferranti” di Porto Sant’Elpidio con la Recanatese, formazione di Serie C, per il primo avversario di livello. Dopo un buon galoppo, che ha fatto vedere comunque buone cose su entrambi i fronti, la Recanatese ha avuto la meglio per 2-1. In rete il giallorosso Ferretti, autore di una doppietta, e Simic per gli ascolani.

Queste le parole del tecnico bianconero William Viali a fine gara: «ci sono due considerazioni distinte da fare. Innanzitutto, sotto l’aspetto tecnico-tattico la squadra è cresciuta ancora, perché ha creato veramente tanto, manovrando bene e concedendo poco, però, per assurdo, abbiamo preso due gol non per fase difensiva fatta male, ma per fase di possesso. Vuol dire che su questo aspetto dobbiamo lavorare meglio. Se invece penso al resto della partita, aldilà del risultato, occorre anche allenare la mentalità del risultato che esulta dalla tattica, perché è vero che le amichevoli del pre-campionato non contano, ma contano. Oggi, sotto questo punto di vista non siamo stati perfetti, anche se la squadra non ha mollato sino all’ultimo per cercare di recuperare il risultato. La squadra comunque, sta crescendo in velocità, visto che abbiamo accorciato le distanze ed alleggerito i carichi di lavoro. Arriveremo alla partita di Verona in Coppa Italia di sabato prossimo avendo l’obiettivo del risultato, anche se sarà una gara complicata, aldilà della forza dell’avversario».

Questo il tabellino del match di Porto Sant’Elpidio:

Recanatese: Meli (46’ Mascolo), Mane (73’ Morrone M.) , Longobardi (46’ Marinacci), Prisco (73’ D’Angelo), Peretti (82’ Capodacqua), Ferrante (37’ st Quacquarelli), Ferretti (46’ Giampaolo), Raparo (56’ Gomez), Melchiorri (56’ Sinigagliesi), Sbaffo (82’ Pesaresi), Carpani (73’ Valleja). A disp.: Tiberi, Morrone B. All.: Giovanni Pagliari.

Arbitro: Fourneau della Sezione di Roma

Marcatori: 6’ Ferretti (R), 33’Ferretti (R), 68’ Simic (A)

Note: spettatori circa 1.000

©riproduzione riservata




Calcio / In B riammesso il Lecco in C ufficiali i gironi con la sorpresa Juve Next Gen

Il Tar del Lazio ha riammesso il Lecco ed escluso Reggina e Perugia. Ripescato il Brescia. In Serie C Juve Next Gen nel girone B con l’Ancona

VALLESINA, 4 agosto 2023 – C’era molta attesa nella decisione del Tar del Lazio, terzo grado di giudizio dopo Consiglio Federale della FIGC e del Collegio di Garanzia del Coni, per l’ormai famosa questione legata all’ammissione del Lecco in B.

L’Organo preposto ha emesso il proprio verdetto, riammettendo i lombardi nella serie cadetta, a discapito del Perugia, ammesso invece precedentemente in secondo grado dopo il ricorso effettuato a suo tempo.

Dopo il verdetto in oggetto quindi, il Perugia scivola nuovamente in Serie C. Futuro ancora incerto invece per la Reggina, il cui ricorso per il piano spalmadebiti non è stato accolto. Ripescato infine il Brescia, prima delle retrocesse.

Ora, l’ultimo atto di una questione davvero incredibile, che mai aveva reso così incerta la partenza della B, sarà il Consiglio di Stato, previsto per il 29 agosto, il quale metterà davvero la parola fine.

Per quanto riguarda la C, che vedrà, come detto, l’ingresso del Perugia, pubblicati i gironi ufficiali per la stagione 2023/24. Non sono mancate anche in questo caso le sorprese, su tutte, l’inserimento dell’Atalanta Next Gen che, se dato per scontato vista l’esclusione del Siena, era dato per certo nel girone B, quello delle marchigiane, vista l’impossibilità della partecipazione in uno stesso girone di un’altra seconda squadra, in questo caso la Juventus Next Gen, da anni ormai nel girone A.

Invece, gli atalantini sono stai inseriti a sorpresa nel raggruppamento A, coinvogliando la Juventus Next Gen in quello B, occasione per le marchigiane di una gara comunque impensabile e ricca di fascino anche per le rispettive tifoserie. Girone B che vedrà poi, anche tante altre teste di serie come Cesena, Perugia come detto, Spal e Pescara, solo per citarne alcune.

Si preannuncia così, un campionato ancora una volta avvincente e ricco di fascino anche per quanto riguarda gli altri gironi, con formazioni ricche di storia e grandissimi bacini d’utenza che renderanno sempre altissimo l’interesse degli sportivi.

Questi i 3 raggruppamenti ufficiali, in attesa di conoscere poi i calendari:

GIRONE A: AlbinoLeffe, Alessandria, Arzignano, Atalanta U23, Fiorenzuola, Giana, Legnago, Lumezzane, Mantova, Novara, Padova, Pergolettese, Pro Patria, Pro Sesto, Pro Vercelli, Renate, Trento, Triestina, Vicenza, Virtus Verona

GIRONE B: Ancona, Arezzo, Carrarese, Cesena, Entella, Fermana, Gubbio, Juventus Next Gen, Lucchese, Olbia, Perugia, Pescara, Pineto, Pontedera, Recanatese, Rimini, Sestri Levante, Spal, Torres, Vis Pesaro

GIRONE C: Avellino, Benevento, Brindisi, X (Casertana), Catania, Cerignola, Crotone, Foggia, Francavilla, Giugliano, Juve Stabia, Latina, Messina, Monopoli, Monterosi, Picerno, Potenza, Sorrento, Taranto, Turris




Serie C / Ancona, goleada nell’allenamento congiunto contro l’Osimana: 9-0 a Cingoli

Non hanno scampo i giallorossi: in rete Antoniazzi, Energe, Lombardi, Basso, Paolucci, Mazzoni, De Santis (doppietta) e Petrella

CINGOLI, 2 agosto 2023 – Dopo il 9-0 alla formazione Primavera, l’Ancona vince 9-0 anche contro l’Osimana. Nell’allenamento congiunto allo “Spivach” di Cingoli di oggi, mercoledì 2 agosto, i dorici di Donadel hanno avuto la meglio sui giallorossi di Senigagliesi senza subire reti. Intanto gli abbonamenti per le partite di Serie C allo Stadio Del Conero sono quasi arrivati a quota 1000.

La partita – primo tempo

La sfida tra Ancona e Osimana non ha avuto storia, con i dorici a mostrare tutta la loro superiorità nell’arco dei 90 minuti. Si è trattato di una partita speciale per Gabriele Tittarelli, attaccante dell’Osimana che ha giocato davanti ai suoi concittadini di Cingoli contro la squadra nella quale è cresciuto negli ultimi anni del settore giovanile.

Gabriele Tittarelli in campo

Pronti e via ed Energe sfiora il gol con un tiro in caduta che non centra lo specchio. Al 5’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Basso si coordina da fuori area e calcia, palla a lato. Poco dopo l’Osimana sbaglia un passaggio e perde palla, Energe si avventa sul pallone, avanza ed entra in area, ubriaca l’avversario con una doppia finta e calcia rasoterra, senza trovare lo specchio. L’unica azione degna di nota dei giallorossi arriva all’8°, con la conclusione dal limite di Buonaventura che finisce alle stelle.

La gara si sblocca definitivamente al 12°: Basso dalla destra in area crossa verso Moretti, il quale di testa prolunga dalla parte opposta dove Antoniazzi come un falco realizza l’1-0. Piergiacomi salva su Paolucci qualche istante dopo, ma non può nulla su Energe al 16’, autore della rete del 2-0 su assist di Dutu. L’Ancona insiste: Lombardi e Paolucci non impensieriscono Piergiacomi, però al minuto numero 28 Lombardi e Mattioli scambiano a memoria in area di rigore, con il numero 7 dorico che, lasciato solo davanti al portiere avversario, realizza la rete del 3-0.

Antoniazzi colpisce un palo al 31’, tuttavia qualche secondo dopo l’altro terzino, Basso, realizza la quarta rete della squadra di Donadel con una cannonata dalla destra. Piergiacomi afferra il tentativo debole di Mattioli, mentre vede andare sul fondo il tiro di Lombardi in coordinazione. Al 39’ l’Osimana perde palla a centrocampo, Paolucci ringrazia, raccoglie la sfera, vede Piergiacomi fuori posizione e lo trafigge con un delizioso pallonetto per il 5-0. Il portiere dell’Osimana evita la sesta rete in tre occasioni sul finale, sui tentativi di Paolucci, Moretti e Lombardi. Il primo tempo termina così 5-0.

I tifosi della Curva Nord Ancona nella tribuna dello Spivach

Secondo tempo

Nella ripresa le due squadre cambiano faccia, con gli allenatori che lasciano spazio ai giocatori più giovani e in panchina, ma l’andamento non cambia: l’Ancona domina, l’Osimana sta a guardare.Santarelli fa quel che può sui tentativi di Spagnoli e Petrella, ma subisce un terribile uno-due tra il 56’ e il 60’. Prima Mazzoni recupera palla al limite dell’area, controlla, si gira e tira, realizzando di precisione il 6-0; poi, dopo quattro minuti, De Santis da calcio d’angolo svetta più in alto di tutti su cross di Mazzoni e fa 7-0.

Al 75’ Spagnoli vede il taglio in area di Petrella, il quale si libera bene, stoppa il pallone e con un colpo di biliardo realizza l’8-0. Il 9-0 finale lo ha firmato ancora una volta De Santis di testa da corner, questa volta su assist dalla parte opposta di Petrella.

Buona anche la seconda per l’Ancona

L’Ancona vince così la seconda amichevole, bissando il 9-0 con cui aveva superato la formazione Primavera. Tra i giocatori più in forma dei dorici, si segnalano Energe, Paolucci, Petrella e De Santis. All’Osimana non sono state lasciate nemmeno le briciole e le due categorie di differenza si sono viste benissimo in campo. Da segnalare la grande presenza degli ultras della Curva Nord Ancona: i loro cori si sono sentiti anche a km di distanza in altri quartieri di Cingoli.

I dorici di Donadel proseguiranno il ritiro di Cingoli fino al 13 agosto. Fino ad allora, disputeranno altri tre allenamenti congiunti contro Ravenna (6 agosto), Corticella (9 agosto) e contro una squadra ancora da definire il 12 agosto. E’ stata rinviata, infatti, la sfida contro i Portuali Ancona, che verrà effettuata nel capoluogo di regione con ogni probabilità dopo Ferragosto. Procede, infine, la campagna abbonamenti: è vicino il raggiungimento delle 1000 tessere per le partite allo Stadio del Conero della prossima Serie C.

Tabellino

ANCONA – Vitali, Basso, Cella, Dutu, Nador, Antoniazzi, Lombardi, Paolucci, Mattioli, Energe, Moretti. All. Donadel – Subentrati: Perucchini, Marenco, De Santis, Bugari, Paglialunga, Petrella, Gatto, Agyemang, Mazzoni, Spagnoli.

OSIMANA – Piergiacomi, Micucci, Fermani, Borgese, Fernando, Labriola, Triana, Bambozzi, Tittarelli, Buonaventura, Paccamiccio. All. Senigagliesi. – Subentrati: Santarelli, Rivellini, Moscuera, Calvigioni, Sasso, Marchesini, Falconi, Di Lorenzo, Mercanti, De Angelis, Affinito, Bellucci, Rossetti, Gabrielli

MARCATORI – 12’ Antoniazzi, 16’ Energe, 28’ Lombardi, 31’ Basso, 39’ Paolucci; 56’ Mazzoni, 60’ De Santis, 75’ Petrella, 85’ De Santis

NOTE – recupero 2’ + 0’; spettatori: circa 500

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio serie C / Vis e Recanatese tornate in sede, Fermana ancora in ritiro

Concluso il ritiro estivo per Vis Pesaro e Recanatese. Prosegue invece il lavoro fuori sede per la Fermana a Sefro

VALLESINA, 2 agosto 2023 – Formazioni marchigiane che stanno lavorando a pieno ritmo per preparare al meglio la nuova stagione 2023/24, che si preannuncia sempre più importante e che vedrà con ogni probabilità tante nobili decadute e l’Atalanta Next Gen, che aggiungeranno fascino al torneo, ma anche competitività e qualità.

Tornate in sede Recanatese e Vis Pesaro. La prima in ritiro a Sefro, la seconda a San Lorenzo Dorsino (TN), che ha visto anche l’amichevole di lusso con il Monza, che ha battuto i biancorossi 3-0. Tante le novità in entrambe le squadre, e molte conferme che hanno permesso di comunque ad entrambe di partire da una base consolidata con nuovi elementi che costituiranno davvero un valore aggiunto.

Per la Vis, è arrivato un ulteriore rinforzo, il portiere classe 2002 Filippo Neri, dal Venezia. Cresciuto nel Livorno, Neri ha militato con le maglie di FeralpiSalò e Venezia, dove ha concluso la scorsa stagione.

I tecnici Giovanni Pagliari e Simone Banchieri hanno più volte espresso soddisfazione per l’approccio delle loro formazioni.

Al lavoro fuori sede invece Ancona e Fermana, la prima a Cingoli e la seconda a Sefro, stessa sede la settimana prima dai giallorossi di Pagliari.

Partita con grandissimo ritardo la Fermana, scelti il DS Andrea Galassi ed il tecnico Andrea Bruniera, la società si è mossa subito sul mercato per cercare di consegnare al nuovo tecnico una buona base su cui lavorare in vista dell’inizio del campionato. Annunciati infatti, i nuovi Jacopo Gianelli, centrocampista classe 2001 scuola Inter, dove ha appena concluso il torneo Primavera collezionando 27 presenze ed 1 rete e l’attaccante Riccardo Tilli, classe 2000, dal Real Monterotondo Scalo, autore di 22 reti nelle ultime 2 stagioni.

Misuraca

Non meno importanti il ritorno di Gianvito Misuraca, centrocampista classe 1990, uno dei migliori della passata stagione dei gialloblù, con 35 presenze e 2 reti realizzate, e quello di Tommaso Nori, attaccante classe 2004, proveniente dalla Primavera del Latina, dopo esperienze con i settori giovanili di Milan e Lazio.

Questi i convocati per il ritiro di Sefro:

portieri: Bozzi, Pozzi e Cutraro.

Difensori: Cirone, Eleuteri, Esposito, Fort, Graziano, Pistolesi, Santi e Spedalieri.

centrocampisti: Del Moro, Fontana, Giandonato, Gianelli, Misuraca, Sforza, Tilli e Vessella.

attaccanti: Benkhalqui, Grassi, Merzoug, Nori, Pampano, Pinzi, Sacco, Tassi e Tulli.

Queste invece le parole del nuovo tecnico Andrea Bruniera alla partenza per il ritiro, dopo alcune giornate di allenamento al “Recchioni”: «ho trovato un gruppo numeroso e disponibile, dai più vecchi ai più giovani. È stato difficile organizzare gli allenamenti, ma abbiamo fato quattro giornate molto intense e proficue. Ci sono delle qualità, anche se questi pochi giorni sono ancora pochi per poter giudicare qualcuno. Tanti ne dovremo lasciare a casa purtroppo, anche se sarebbe stato giusto valutarli per altri giorni ancora, ma le scelte vanno fatte adesso. Andiamo a Sefro per 10 giorni molto importanti. di grande lavoro, perché si costruirà il gruppo della Fermana lì, quindi siamo entusiasti e fiduciosi».

©riproduzione riservata




Calcio Serie C / Ancona, ottavo giorno di ritiro a Cingoli per i dorici

Ottava giornata di ritiro per i ragazzi di Mister Donadel con doppia seduta di lavoro. Mercoledì 2 agosto alle 18 presso lo Spivach l’amichevole contro l’Osimana

CINGOLI, 31 luglio 2023 – Dopo il primo test del ritiro estivo terminato con esito positivo di 9-0 contro la Primavera, l’Ancona di mister Donadel ritorna al lavoro sul campo dello “Spivach” per l’ottava sessione di lavoro.

Il tecnico biancorosso e il suo staff hanno optato per una doppia seduta di lavoro: in mattinata il programma ha previsto attivazione tecnica combinata con lavoro di mobilità e rapidità. A seguire, lavoro tecnico tattico. Nella sessione pomeridiana, Core stability, mobilità articolare, attivazione tecnica e a concludere lavoro tecnico tattico.

Domani 1 agosto, i dorici svolgeranno solo la sessione mattutina. Ricordiamo inoltre che mercoledì 2 agosto, ore 18, si svolgerà il secondo test amichevole contro l’Osimana sempre presso lo stadio “Spivach”.

Foto di proprietà dell’Us Ancona 

©riproduzione riservata




Serie C / Ancona, il saluto del sindaco di Cingoli: “E’ un onore avervi qui”

La visita di Vittori: “La sinergia con la famiglia Bolletta è un’istituzione. Sono sicuro che ci sarà una collaborazione duratura”; 9-0 contro la squadra Primavera nel primo allenamento congiunto

CINGOLI, 29 luglio 2023 – Il sindaco di Cingoli, Michele Vittori, saluta l’Ancona in ritiro al “Balcone delle Marche”. Al termine dell’allenamento mattutino di oggi, sabato 29 luglio, il primo cittadino ha salutato i calciatori e lo staff tecnico presso il quartier generale all’Hotel Tetto delle Marche. La squadra di Donadel, intanto, ha giocato pochi minuti fa l’amichevole contro l’Ancona Primavera, anch’essa in ritiro a Cingoli, vincendo con un netto 9-0.

E’ un piacere – ha detto Vittori – incontrarvi e darvi il benvenuto a nome mio e di tutta la città. Per Cingoli è un onore ospitare l’Ancona ed è bello avere una squadra di alto livello nel nostro territorio. Le strutture ricettive hanno un ritorno grazie agli investimenti fatti dal Comune. La sinergia con la famiglia Bolletta (proprietaria dell’Hotel Tetto delle Marche, ndr) rappresenta un’istituzione. Sono sicuro che si creerà una collaborazione duratura: mi auguro che la stagione 2023-2024 possa regalare soddisfazioni. Da parte nostra abbiamo tutto l’interesse di migliorare gli impianti per proseguire un cammino lungo e duraturo. Mi sento inoltre di rivolgere un ringraziamento anche agli imprenditori che sostengono il club e ai calciatori della Primavera: loro rappresentano il futuro”.

La prima squadra dell’Ancona

Con Vittori erano presenti anche l’assessore allo sport Luca Giovagnetti, l’amministratore delegato dell’Ancona Roberta Nocelli e il presidente onorario Mauro Canil. “Se ci affacciamo dalla terrazza – ha detto l’ad dorica – vediamo il Monte Conero, il nostro mare. Svolgere il ritiro a Cingoli è stata una scelta di passione e di territorio. Mi sento in dovere di ringraziare il nostro Presidente Tony Tiong che sta investendo tanto. Crede nel calcio, nei giovani e nel centro sportivo che andremo a realizzare”. 

La formazione Primavera dell’Ancona

Nel pomeriggio di oggi, intanto, si è svolto l’allenamento congiunto in famiglia tra Ancona e Ancona Primavera allo stadio “Spivach”. I ragazzi di Donadel si sono imposti con un netto 9-0 nei quattro tempi da 30 minuti, con la tripletta di Mattioli e i gol di Agyemang, Mazzoni, Simonetti, Paolucci, Antoniazzi e Marenco.

ANCONA: Vitali, Cella, Agymang, De Santis, Nador, Barnabà, Bugari, Gatto, Spagnoli, Energe, Moretti. All. Donadel – A disp. Perri, Mattioli, Simonetti, Marenco, Camigliano, Dutu, Antonazzi, Basso, Mazzoni, Paolucci, Lombardi

ANCONA PRIMAVERA: Testagrossa, Galeotti, Osmani, Paglialunga, Pietropaolo, Bruzzechesse, Atzori, Girolimini, Ogiesoba, Useini, Pangrazi. All. Tumiatti. A disp. Braghetti, Marchegiani, Rosolani, Nobili, Bambozzi, Wade Papa, Cingolani. Novelli, Rizzi.

Foto di proprietà dell’Us Ancona

Giacomo Grasselli 

©riproduzione riservata




Calcio serie C / Vis Pesaro, annunciati altri sei rinforzi

Dopo le conferme di Di Paola, Tonucci e Valdifiori, e gli innesti di Ceccacci e Maccioni, la società ha annunciato 6 importanti colpi che vanno a rinforzare una rosa già valida

VALLESINA, 29 luglio 2923 – Terminato il ritiro di San Lorenzo Dorsino, che ha visto lavorare sodo i ragazzi di mister Massimo Bancheri, la società ha annunciato 6 colpi che vanno a rinforzare una rosa che aveva visto le importantissime conferme di Di Paola, Tonucci e Valdifiori e gli innesti dei nuovi Ceccacci e Maccioni.

Queste le novità annunciate: Babacar Diop, Afonso Peixoto, Blue Mamona, Youssouph Sylla, Davide Zagnoni e Lorenzo Loru.

Babacar Diop, attaccante classe 2003, proviene dal Venezia, ed ha militato nell’ultima stagione al Novara. Anche Afonso Peixoto, difensore classe 2003 di nazionalità portoghese, proviene dal Venezia, dove ha militato nel campionato Primavera, dopo essere cresciuto in patria nella Academica de Coimbra.

Per quanto riguarda invece Blue Mamona, si tratta in questo caso di un ritorno, ora dalla Cremonese. Ala sinistra classe 2002, Mamona è infatti cresciuto proprio nella Vis Pesaro, prima di passare alla Cremonese, che l’ha poi girato al Fiorenzuola e all’Imolese, vantando ormai un’ottima esperienza in Serie C, mentre Yossouph Sylla, attaccante senegalese classe 1998, è cresciuto nelle giovanili del Parma, vantando esperienze anche con le maglie di Pordenone in B, ed in C con Piacenza ed Alessandria, dove ha militato nell’ultimo torneo, realizzando 5 reti.

Per Davide Zagnoni, invece, si tratta di un difensore classe 1995, anch’esso cresciuto nel settore giovanile del Parma, proveniente dall’Imolese, dopo svariate esperienze in Serie D.

Lorenzo Loru infine, centrocampista classe 2003, proviene invece dall’Atletico Uru, dopo essere cresciuto nel vivaio del Cagliari.

Vis Pesaro che tornerà dunque a lavorare in sede, ed affrontare nuove amichevoli estive, dopo quella prestigiosa con il Monza, che ha visto i brianzoli prevalere 3-0. Questo il commento del tecnico Simone Bancheri al termine del match: «è stata una buona partita, naturalmente contro una squadra forte di serie A, però i ragazzi sono stati bravi. Hanno interpretato il sacrificio che facciamo durante la settimana. Abbiamo dato minutaggio, Marcandella e Di Paola hanno ritrovato la partita dopo molto tempo, abbiamo tenuto bene il campo, sono contento di questo allenamento e ringrazio il Monza per questa opportunità»

Infine, da segnalare il nuovo partner sponsor della Vis per la prossima stagione, che sarà la “LC Mobili”, che andrà a sostituire, sulla parte posteriore della maglia dei biancorossi, la società “Tomasucci”.

©riproduzione riservata




Calcio serie C / Fermana, presentati mister Bruniera e il diesse Galassi

Dopo gli addii agli ex mister e DS, ufficializzati il nuovo tecnico Andrea Bruniera e il nuovo DS Andrea Galassi. Primo raduno oggi giovedì 27 luglio al “Recchioni”

VALLESINA, 27 luglio 2023 – A qualche ora dalle note ufficiali della società gialloblù, con cui veniva comunicato l’addio all’ex mister Stefano Protti ed ex DS Massimo Andreatini, la Fermana Calcio ha presentato le due nuove figure che andranno a far parte del proprio organico per la stagione 2023/24, il DS Andrea Galassi ed il tecnico Andrea Bruniera.

Queste le prime parole del nuovo DS Andrea Galassi, già ex calciatore di Rimini, Parma, Samb, Piacenza e Reggiana negli Anni ’80, la scorsa stagione al Cattolica: «di queste sfide me ne sono capitate parecchie, e non mi piace arrivare in corsa. Rimediare ad errori di altri è molto complicato, anche se mi è riuscito diverse volte. Partire dall’inizio, anche con delle difficoltà, un budget risicato, ma con delle persone serie, che ci mettono la faccia cercando di mantenere la categoria, è un progetto che mi ha convinto. Non dimentichiamo che la Serie C è una categoria a perdere, in cui molto spesso si spende 10 ed entra 5».

Galassi poi, ha raccontato anche il suo percorso da DS: «sono partito da Forlì in Serie D, senza quasi neanche conoscere il lavoro, arrivando quarto, poi primo, poi secondo a un punto. Poi sono andato all’Aglianese con Andreazzoli e successivamente a Verona, per fare le relazioni per la prima squadra, non vi dico i giocatori che ho trovato. Dopo Verona, è arrivata la chiamata del Palermo in Serie A, dove sono rimasto per 3 anni sempre per fare relazioni ai tecnici. Il mio ruolo era quello di osservatore e Capo-Scout, incidendo sulle scelte degli allenatori della prima squadra. In seguito è arrivata l’esperienza al Torino con Rino Foschi sino a quella al Cesena, in cui ho svolto il ruolo di DS anche se alla fine mi sono diventato il Responsabile del Settore giovanile in collaborazione con Lorenzo Minotti, periodo in cui il Cesena è passato dalla C alla A. Dopo Cesena, è stata la volta di Parma, con i gialloblù retrocessi in D dopo il fallimento. Abbiam vinto il campionato, dopo di che avevo la proposta della Fiorentina, ma la cosa alla fine è sfumata e sono uscito dal giro. Rientrarci poi è stato difficile. Ripeto, sono venuto, perché è un’occasione. Ci sarà da soffrire ed io sono qui anche per metterci la faccia. La rosa la conosco bene. Bisogna esser bravi, avere pazienza e cercare anche il supporto delle persone di Fermo».

A seguire, le parole del nuovo mister Andrea Bruniera, grande bandiera dell’Ancona, insieme a tantissime altre esperienze sia da calciatore con Civitanovese, Ancona, Udinese, Fano, Spal, Trapani e Fermana, che da allenatore con il settore giovanile della Fermana, e nelle prime squadre di Real Vallesina, ancora Fermana, Gualdo e Biagio Nazzaro. Per l’ex giocatore poi, tanta gavetta anche nel ruolo di vice sulle panchine di Verona, AlbinoLeffe, Piacenza, Livorno, Portogruaro, Virtus Lanciano e Pescara, prima di tornare ancora una volta a Fermo nel settore giovanile ed in quello di vice con mister Cornacchini, prima di passare alla Spal, sempre come secondo nel 2022.

Così il nuovo tecnico: ».

©riproduzione riservata




Calcio serie C / Fermana, ufficiale l’addio a mister Protti e al diesse Andreatini

La società canarina ha ufficializzato i due addii. A brevissimo l’annuncio dei sostituti prima di iniziare con la costruzione della rosa. Raduno il 27 luglio al “Recchioni”

Stefano Protti ed il DS Massimo Andreatini non faranno più parte della Fermana 2023/24.

Questi i comunicati ufficiali relativi alle due figure: «la Fermana comunica di aver sollevato dalla guida tecnica della prima squadra l’allenatore Stefano Protti. Una decisione presa dopo diversi confronti avvenuti all’interno dell’assemblea dei soci, che fa seguito a diversi colloqui, personali e telefonici, con lo stesso tecnico dai quali è emersa la poca volontà del tecnico di portare avanti con entusiasmo il progetto tecnico sportivo della Fermana. Per queste motivazioni, non additabili alla volontà della società, è stata presa tale decisione. La società intende ringraziare il tecnico Stefano Protti per il lavoro svolto nella passata stagione, con la salvezza raggiunta in anticipo e un rinnovato entusiasmo nell’ambiente».

Questo invece, quello relativo all’ormai ex DS: «la Fermana comunica ufficialmente di aver sollevato dall’incarico il direttore sportivo Massimo Andreatini. La società ringrazia il direttore per l’impegno profuso per la società gialloblù nel corso degli anni e gli augura le migliori fortune per il proseguo della sua carriera. La società comunicherà a breve il nome del nuovo direttore sportivo».

Circolano già i nomi dei possibili sostituti, i più papabili sembrerebbero essere quelli del DS Andrea Galassi, ex giocatore di Rimini, Parma, Samb, Piacenza e Reggiana negli Anni ’80, la scorsa stagione al Cattolica dopo aver ricoperto il ruolo di DS nel settore giovanile del Cesena e nel Parma, e di Andrea Bruniera quale nuovo tecnico gialloblù, con esperienze da allenatore proprio nel settore giovanile della Fermana, e nelle prime squadra di Real Vallesina, ancora Fermana, Gualdo e Biagio Nazzaro. Per l’ex giocatore poi, tanta gavetta anche nel ruolo di vice sulle panchine di Verona, AlbinoLeffe, Piacenza, Livorno, Portogruaro, Virtus Lanciano e Pescara, prima di tornare ancora una volta a Fermo nel settore giovanile ed in quello di vice con mister Cornacchini, prima di passare alla Spal, sempre come secondo nel 2022. Da giocatore, le esperienze più significative furono quelle con Civitanovese, Ancona, Udinese, Fano, Spal, Trapani e Fermana.

Già indetta una conferenza stampa per la mattinata di mercoledì 26 luglio, in cui saranno poi svelati ufficialmente i nomi di mister e DS.

Annunciata infine, la data del raduno, previsto per giovedì 27 luglio allo stadio “Recchioni”, per poi partire alla volta di Sefro (MC), attuale sede del ritiro della Recanatese, dal 1 all’11 agosto.

©riproduzione riservata




Serie C / Ancona, al via il ritiro pre-campionato allo “Spivach” di Cingoli

Definito il programma delle amichevoli, che si giocheranno tutte nella sede del ritiro: il 2 agosto contro l’Osimana, il 6 contro la Spal

CINGOLI, 24 luglio 2023 – E’ iniziata allo “Spivach” di Cingoli la stagione 2023-2024 dell’Ancona. La squadra di Marco Donadel ha iniziato oggi pomeriggio, lunedì 24 luglio, la preparazione pre-campionato in vista della prossima Serie C di calcio. E’ stato definito, inoltre, il calendario delle amichevoli, che si effettueranno tutte presso lo stadio della città “Balcone delle Marche”.

Sono 27 i giocatori che sono convocati per il ritiro di Cingoli, ovvero i portieri Perucchini, Vitali e Perri, i difensori Agyemang, Antoniazzi, Barnabà, Bugari, Camigliano, Cella, De Santis, Dutu, Marenco e Martina, i centrocampisti Basso, D’Eramo, Gatto, Mazzoni, Paglialunga, Paolucci, Simonetti e Useini, gli attaccanti Energe, Lombardi, Mattioli, Moretti, Petrella e Spagnoli. A loro si è aggiunto in extremis il centrocampista Nador, arrivato in prestito dalla Spal proprio in queste ore.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il primo allenamento allo Spivach agli ordini di mister Donadel è iniziato alle 17.45 di oggi. L’Ancona, che soggiorna presso l’Hotel Tetto delle Marche, continuerà ad allenarsi sul “Balcone delle Marche” fino al 12 agosto, poi proseguirà la preparazione ad Ancona. La società, infine, oggi ha annunciato le amichevoli che si svolgeranno allo Spivach: sabato prossimo 29 luglio alle 18 partitella in famiglia contro l’Ancona Primavera (anch’essa in ritiro a Cingoli), mercoledì 2 agosto alle 18 Ancona-Osimana, domenica 6 agosto sfida di lusso Ancona-Spal alle 18, lunedì 7 agosto alle 18 derby Ancona-Portuali e venerdì 11 agosto l’ultima sfida contro il Corticella (Serie D), sempre alle 18.

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio serie C / Recanatese al via per stupire ancora

Partita ufficialmente la stagione giallorossa con la società intenzionata a confermarsi in una serie C grandi firme. Presentati altri 2 nuovi acquisti: Moussa Manè e Nicola Mascolo

VALLESINA, 22 luglio 2023 – Dopo Ascoli e Vis Pesaro, anche Recanatese ed Ancona si sono radunate in settimana per iniziare la preparazione in vista della nuova stagione agonistica.

Tanto entusiasmo in casa Recanatese, con la squadra che si è ritrovata mercoledì scorso allo stadio “Tubaldi” per i primi test atletici prima di partire oggi alla volta di Sefro per il ritiro estivo che si concluderà il 29 luglio.

Pagliari

Tra i primi ad arrivare mister Giovanni Pagliari, alla sua terza stagione a Recanati che vede già un bilancio ottimo, con una promozione centrata al primo anno e il raggiungimento dei Play-Off nel secondo. Queste le parole del tecnico giallorosso al primo giorno di lavoro: «la gioia di allenarsi è stata sempre la grande forza, insieme allo stare insieme ed il creare un qualcosa di unico per certi versi. Sono molto contento e soddisfatto per quello che stiamo facendo. Come ogni anno ci sono dei cambiamenti. Ringraziamo comunque chi è andato via, che sarà sempre nel nostro cuore, ed è quello che accade ogni anno. Ora sono arrivati altri ragazzi nuovi, molti dei “vecchi” sono ancora con noi, per trasmettere quella che è la nostra idea di calcio e di gruppo. Per il resto vediamo, il nostro direttore sta lavorando in questo senso».

A proposito del nuovo arrivato Federico Melchiorri, ciliegina sulla torta del mercato, il tecnico si esprime così: «Federico non lo scopriamo noi. Mi auguro che lui si alleni bene e stia bene. È un giocatore che non ha bisogno di presentazioni, lo conosco da tanti anni. Aldilà del calciatore, stimo molto il ragazzo, persona molto seria e questo è quello che ci ha spinto a portarlo da noi».

Per quanto riguarda infine un giudizio sul prossimo campionato, Pagliari la pensa così: «sarà sempre un girone molto difficile, molto complicato, con squadre molto forti,come lo e sempre stato e lo sarà sempre. Noi dobbiamo concentrarci su quello che è il nostro lavoro. Faremo ora dei test atletici per vedere il grado di preparazione dei ragazzi, poi ci sposteremo a Sefro per il ritiro e tra un mese inizieremo il campionato, perciò dovremo stare subito sul pezzo, ma vedo entusiasmo e sono soddisfatto».

Ufficializzati intanto altri due nuovi acquisti, che andranno a rinforzare la rosa giallorossa: Moussa Manè e Nicola Mascolo.

Manè, difensore classe 2003 di origini senegalesi, arriva in prestito dal Bari, con esperienze anche nella Primavera del Napoli. Nell’ultima stagione ha militato nel Montevarchi, in C.

Per quanto riguarda Mascolo invece, si tratta di un portiere classe 2002, cresciuto nell’Imolese, passato poi all’Acireale, al Carpi ed al Gravina in serie D, nella stagione appena conclusa.

Due rinforzi di prospettiva, per una rosa già competitiva che ha visto già gli acquisti di Marinacci, Peretti e Melchiorri, e le importantissime conferme di capitan Sbaffo, Giampaolo, Longobardi, Raparo, Ferretti, Meli, Morrone e Ferrante.

Questo l’elenco ufficiale dei convocati per il ritiro di Sefro:

Portieri: Mascolo, Meli e Tiberi

Difensori: Bellucci, Manè, D’Angelo, Ferrante, Longobardi, Marinacci, Peretti e Quacquarelli

Centrocampisti: Canonici, Ferretti, Morrone Biagio, Morrone Mariano, Raparo e Valleja

Attaccanti: Giampaolo, Guidobaldi, Melchiorri, Pesaresi, Sbaffo, Senigagliesi

©riproduzione riservata




Calcio serie C / Ancona, ecco Dutu ed Energe se ne va Di Massimo

Altri due rinforzi per l’Ancona, Antonio Energe ex Carrarese ed Eduard Dutu dal Gubbio. Percorso inverso invece per Alessio Di Massimo, che se ne va in Umbria

VALLESINA, 22 luglio 2023 – Settimana densa di eventi quella in casa biancorossa con l’importante conferenza stampa congiunta del diesse Francesco Micciola e di mister Marco Donadel (foto primo piano), che hanno fatto il punto della situazione in casa Ancona, spiegando ed entrando nel dettaglio delle scelte tecniche e di mercato biancorosse.

Annunciati inoltre due importanti arrivi, quelli di Antonio Energe ed Eduard Dutu.

Antonio Energe

Per quanto riguarda Energe, si tratta di un attaccante classe 2000, proveniente dalla Carrarese, dove ha militato nelle ultime due stagioni, formazione militante nel girone B della serie C insieme all’Ancona. Il giovane attaccante inoltre, vanta trascorsi nelle giovanili del Napoli.

Eduard Dutu

L’altro nuovo acquisto, Dutu, è un difensore classe 2001 scuola Fiorentina. Nella scorsa stagione aveva iniziato il campionato di B nelle fila della Reggina, passando poi a gennaio al Gubbio.

Percorso inverso invece, lo fa Alessio Di Massimo, ceduto proprio nelle ultime ore agli umbri, che ha fatto una corte serrata al ragazzo.

Di Massimo

I nuovi acquisti vanno così ad aggiungersi a quelli del difensore Filippo Marenco, classe 2003, nelle ultime due stagioni alla Viterbese, di Giuseppe Agyemang, altro difensore classe 2002, dall’Imolese, e Stefano Cella, ancora altro difensore classe 2001 proveniente dalla Virtus Verona, ma di proprietà della Cremonese.

Da aggiungersi infine, la conferma del giovanissimo difensore sempre 2001 Tommaso Barnabà.

Molto importanti le parole di mister e DS invece, nella prima conferenza stampa pre-ritiro.

Queste le parole del diesse Francesco Micciola, che ha voluto motivare e spiegare la conferma del tecnico ed alcune scelte di mercato: «la scelta di confermare il mister l’ho condivisa sin dal primo giorno. In questo mese e mezzo di lavoro ho apprezzato tante cose di lui. E’ un allenatore giovane, con un futuro roseo davanti a sé. E’ stata una scelta condivisa con la società, sono convinto che sia lui il nostro valore aggiunto. Il mister non lo conoscevo, ma visto che lavoro per l’Ancona, io penso sempre di operare per il bene del mio club: strada facendo ho apprezzato molto la sua sincerità, abbiamo anche avuto modo di chiarire alcune incomprensioni avute in passato. Sono convinto della scelta fatta, è un allenatore che ha molta passione e che crescerà, poi sta a me mettergli a disposizione giocatori bravi e funzionali alla sua idea. Quando faccio il mercato, è normale che condivida il mio lavoro con l’allenatore: il primo che interpello è lui, è importante lavorare in sintonia. Abbiamo optato per un anno di contratto perché desideriamo costruire qualcosa di importante, poi sarà la proprietà a decidere: mi auguro che il mister a fine anno possa fare bene, perché si merita chiamate di categorie superiori. La proprietà mi ha chiesto di abbassare il monte ingaggi: sto facendo delle valutazioni, a volte devi fare scelte dolorose e impopolari. Sono arrivati dei giovani che reputo bravi e sto lavorando per farne arrivare altri. Dovremo costruire una compagine che porti passione ed entusiasmo».

Dopo il direttore sportivo è stata la volta del tecnico Marco Donadel, che ha confermato in pieno la linea della dirigenza: «mi allineo a quanto detto dal Direttore, siamo in totale sintonia sul mercato: ovviamente lui in questo campo è un fuoriclasse, mi coinvolge molto e a me questa cosa piace. Sono arrivati nuovi elementi, sinceramente l’ultima cosa che guardo è l’età. Sono stati presi perché ci piacciono e hanno qualità: nelle mie poche partite in Lega Pro ho notato che quello che conta sono i play-off. Questi giovani possono portare una ventata di freschezza e qualità: nel momento in cui ho firmato, l’ho fatto per i giocatori che avevo a disposizione. Cinque di loro sono già andati, quindi andavano rimpiazzati. Abbiamo visto come la post season sia molto concitata: la componente fortuna incide, col Lecco avremmo potuto tranquillamente vincerla. Della mia breve esperienza mi porto dietro il fatto di aver creato in poco tempo qualcosa di bello, perché ho sempre avuto la sensazione di portare a casa il risultato. Energe? E’ un buon calciatore. Il progetto è condiviso con la società, abbiamo capito quali sono le intenzioni per il futuro, la proprietà le ha spiegate bene: da quando sono in questa squadra, ho sempre ragionato da tifoso, così mi è più facile svolgere il mio lavoro. L’anno scorso abbiamo parlato tanto di duttilità. Il girone? E’ ostico e rappresenterà sicuramente uno stimolo in più: preferisco sempre giocare una partita difficile rispetto che disputare una gara semplice solo sulla carta. Cercheremo di farci trovare pronti per l’inizio del campionato, qualsiasi dovesse essere la data».

©riproduzione riservata




Calcio serie C / Fermana, si va avanti con la vecchia società

Dopo settimane di voci e smentite circa un imminente passaggio di proprietà, la dirigenza ha emesso un comunicato con cui si conferma la decisione nel segno della continuità

VALLESINA, 20 luglio 2023 – Mentre tute le formazioni marchigiane si nono mosse da tempo sia sotto l’aspetto dello staff tecnico che da quello del mercato, la Fermana è rimasta ferma ai box senza annunci riguardo staff, DS e, soprattutto, acquisti e cessioni.

Dopo settimane di stallo con voci di imminente passaggio di società, smentite e cordate interessate all’acquisto della Fermana Calcio, è giunto nelle ultime ore un comunicato ufficiale che ha voluto far chiarezza definitivamente sulla situazione in casa gialloblù e sulle intenzioni dell’attuale società.

Questo il testo ufficiale: ».

Chiarita la decisione della dirigenza, che a questo punto ha scelto in via definitiva la soluzione della continuità, rimangono ora da definire al più presto le principali questioni relative alla prossima stagione: DS, Staff tecnico e rosa.

Le figure dei vecchi DS Massimo Andreatini e del tecnico Stefano Protti sembrano ogni giorno più distanti da Fermo, ma c’è la questione relativa alla buonuscita dell’ormai ex tecnico, legato da un contratto che prevedeva il rinnovo automatico in caso di salvezza, come è stato effettivamente.

Questioni da risolvere prima possibile per non partire in ritardo, come già successo nella scorsa stagione e rischiare di compromettere già un torneo che si sta delineando sempre più duro, con un budget annunciato alquanto ridimensionato, di circa un 30%.

Solo una volta sciolti i nodi di DS e mister quindi, sarà possibile mettere in piedi una rosa che possa dare quel minimo di garanzie per la C.

Correzioni in corso poi, saranno sempre ed in ogni caso possibili, ma una buona base di partenza sarà comunque necessaria.

©riproduzione riservata




Calcio serie C / Ancona arriva Cella Vis Pesaro prolunga Di Paola Fermana in stand-by

Continuano i colpi di mercato delle formazioni marchigiane. La Vis acquista Maccioni, Gianluca Dottori Alla Recanatese ancora sulla panchina della formazione Primavera

VALLESINA, 17 luglio 2023 – In casa Vis, dopo l’adunata ufficiale scattata il 13 luglio, è arrivata un’importante conferma, quella di Manuel Di Paola, che ha raggiunto con la società l’accordo per il prolungamento sino al 30 giugno 2026.

Centrocampista classe 1997, Di Paola ha militato con le maglie di Virtus Entella, Monza, Virtus Verona, Vis Pesaro e Modena, tornando a Pesaro nella scorsa stagione, in cui ha collezionato 23 partite e 3 reti.

Si tratta di un colpo molto importante per i biancorossi, pronti a ripartire puntando a soffrir meno rispetto all’annata appena conclusa.

Di Paola con il Responsabile dell’Area Tecnica Michele Menga

Oltre alla conferma del centrocampista, annunciato anche l’arrivo di Matteo Maccioni, centrocampista classe 2004. Cresciuto nel settore giovanile della Vis, Maccioni ha trascorso l’ultima stagione al Barletta in Serie D, scendendo in campo 29 volte, siglando 3 reti. I due si aggiungono ai confermati Tonucci, Valdifiori, e all’altro volto nuovo Ceccacci.

Situazione surreale invece a Fermo, dove tra voci di passaggi di proprietà, smentite e nuove cordate, i giorni passano inesorabilmente e non si ha ancora nessuna certezza né sul tecnico, né sul DS e, di conseguenza, sulla rosa che dovrà affrontare il nuovo torneo di C che, stando alle condizioni attuali, si annuncia veramente molto difficile.

Micciola con il nuovo acquisto Cella

L’Ancona, dopo la conferenza stampa della scorsa settimana in cui è stata fatta maggior chiarezza sui prossimi programmi ed obiettivi della società, ha annunciato un nuovo colpo. Si tratta del difensore classe 2001 Stefano Cella, che andrà a rinforzare un reparto tutto da ricostruire. Il difensore, di proprietà della Cremonese, proviene dalla Virtus Verona. Queste le parole del DS Micciola alla presentazione del nuovo acquisto: «era un giocatore che seguivamo da tempo. Sono sicuro che il ragazzo non tradirà le attese. Le nostre manovre sono ragionate ed in linea con le idee della società ed il mister. Vogliamo fare le cose con calma, ma fatte bene».

Ceduto intanto il difensore Alessandro Bianconi al Lecco a titolo definitivo. Per lui, la promozione in serie B.

Gianluca Dottori

Per quanto riguarda infine la Recanatese, che si radunerà mercoledì 19 luglio in sede prima di partire per il ritiro di Sefro, annunciato l’arrivo del giocatore italo-honduregno Valerio Marinacci, esterno sinistro classe 2003, con precedenti esperienze nelle formazioni Primavera di Lazio e Cosenza, oltre ad aver indossato la maglia Under 20 della Nazionale dell’America Centrale.

Confermati infine, Thomas Zani alla guida del settore giovanile della Recanatese, e Gianluca Dottori, ancora sulla panchina della formazione Primavera.

©riproduzione riservata




Calcio serie C / Vis Pesaro scattato il raduno per la Recanatese appuntamento al 19 luglio

Ripartita ufficialmente l’avventura della Vis Pesaro. Recanatese al lavoro da mercoledì 19 luglio. Per la Fermana rimangono tantissimi i punti interrogativi

Vis Pesaro.

Ieri infatti, agli ordini del mister Simone Banchieri, si sono radunati i giocatori (foto primo piano) che faranno parte della nuova avventura 2003/24, l’ennesima in Serie C dei pesaresi.

Tanti i giovani nella rosa attuale, e tante ancora le operazioni di mercato da effettuare per rendere la rosa sempre più competitive in un torneo che si annuncia, come ogni anno, sempre più difficile.

Tante le formazioni al via, di valore assoluto, con storia e blasone dalla loro parte, basti citarne solo alcune come Ancona, Cesena, Entella, Perugia e Spal, solo per citarne alcune, senza considerare l’ipotesi, ormai scontata, di ritrovarsi di fronte anche l’Atalanta Next Gen, che sarà inserita nel girone B, quello delle marchigiane.

Questa la lista ufficiale dei convocati:

Astrologo Andrea, Battistini Luca, Bio Thomas, Cannavò Kevin, Ceccacci Mirco, Cusumano Francesco, Di Paola Manuel, Farroni Alessandro, Fedato Francesco, Gambino Giovanni, Giunti Alessandro, Gulli Mattia, Lombardi Stefano, Maccioni Matteo, Marcandella Davide, Ngom Mamadou Bara, Nina Christian, Piersanti Mattia, Pucciarelli Manuel, Rossoni Stefano, Sanogo Ahmed Kader, Sartini Sergio, Tonucci Denis, Valdifiori Mirko e Zoia Riccardo.

Riprenderà il via solo alcuni giorni più tardi la Recanatese di mister Giovanni Pagliari, e capitan Alessandro Sbaffo, visto che l’adunata generale allo Stadio “Nicola Tubaldi” scatterà mercoledì 19 luglio.

La formazione giallorossa effettuerà alcuni giorni di allenamento in sede, per partire successivamente alla volta di Sefro, dove la squadra rimarrà dal 22 al 29 luglio.

Manuel Peretti

La società, intanto, ha annunciato la conferma del giovanissimo difensore classe 2000 Manuel Peretti, già la scorsa stagione in forza alla Recanatese, ma arrivato in corsa dal Palermo. Cresciuto nel settore giovanile del Verona, il difensore aveva militato anche nel Grosseto, prima di trasferirsi in Sicilia. Si tratta di un altro importante tassello, nel segno della continuità, come confermato ampiamente dalla operazioni di mercato effettuate sino ad oggi dalla dirigenza leopardiana.

Preoccupante invece la situazione in casa Fermana, con la programmazione della stagione ancora in alto mare, dopo settimane in cui è emerso un nulla di fatto sia per quanto riguarda il tecnico che il DS. Con mister Protti ed il DS Andreatini a questo punto sempre più lontani, la società dovrà trovare in fretta dei validi sostituti per non compromettere una stagione e, soprattutto, una categoria di importanza capitale per la tifoseria e la città tutta.

Nelle ultime ore si è fatta avanti addirittura l’ipotesi di un azionariato popolare. A lanciare l’idea due consiglieri comunali, Nicola Lucci ed Andrea Moroni, per cercare di lanciare intanto un sasso ed iniziare a smuovere una situazione che sta diventando, giorno dopo giorno, sempre più difficoltosa.

Le ore ed i giorni che passeranno, serviranno di certo a fare il punto della situazione e, speriamo, a far luce su obiettivi e programmi di un club sino ad ora esempio per tante piccole società ma che, ora, rischia davvero di partire con grandissimo affanno.

©riproduzione riservata




Calcio serie C / Ancona, progetto triennale per raggiungere la B

L’AD biancorossa Roberta Nocelli ha fatto il punto del mercato e svelato i programmi della società. Si partirà il 24 luglio con il ritiro di Cingoli

VALLESINA, 13 luglio 2023 – Una conferenza stampa importante quella che ha visto l’AD dell’Ancona Calcio Roberta Nocelli (foto primo piano) far chiarezza su una ripresa della stagione agonistica che aveva fatto nascere qualche perplessità visto i pochi colpi ancora messi a segno dopo la conferma di mister Marco Donadel, come, quelli di Agyemang, Marenco e la conferma di Barnabà, giovani di ottime prospettive, ma senza il colpo grosso.

mister Donadel

L’AD biancorossa invece, ha chiarito obiettivi di mercato, insieme a strategie e programmi della della società, che vuol arrivare a quel traguardo, la B, che ha visto l’Ancona di scena per tante stagioni, l’ultima, quella 2009/10. Queste le sue parole: «sono qui per esprimere il pensiero di Tony Tiong in modo chiaro. In questa stagione il Presidente e principale finanziatore del club, ci ha comunicato il budget a disposizione per la squadra e per il centro sportivo. In questa stagione ci sono stati tanti cambiamenti rispetto al piano finanziario preventivato. Sono stati messi a budget entrate e uscite con queste ultime che sono andate fuori controllo. Tuttavia, il Presidente, non ha lasciato l’Ancona in difficoltà. Ha coperto lo sforamento perché è una persona che mantiene gli impegni, un Presidente serio che desidera che gli input siano rispettati. E’ compito del Cda fare in modo che questo si verifichi. Tiong non vuole sorprese, questo il motivo per cui il Presidente ha chiesto chiarezza. Ha voluto capire quelli che erano gli impegni per la prossima stagione: monte ingaggi, staff tecnico e settore giovanile. E’ una persona ambiziosa che non fa cose tanto per farle, non è ad Ancona per rimanere pochi anni e poi sparire, ha dato delle regole da rispettare. Durante il Consiglio di amministrazione di stamattina, ci ha dato indicazioni. Sono state revocate le deleghe a Roberto Ripa che resterà supervisore dell’Area tecnica e si dedicherà a quelle che sono le sue competenze. Io farò quello che ho sempre fatto, amministrando la società rispettando la volontà di chi paga. Il Direttore Sportivo Francesco Micciola, costruirà la squadra potendo contare sul supporto di Ripa. Naturalmente rispettando tassativamente il budget stabilito. Roberto supervisionerà la prima squadra, ma anche le compagini del Settore giovanile».

Per quanto riguarda il mercato, argomento che più interessa ora la tifoseria dorica, queste le linee guida indicate dall’AD: «il Presidente ovviamente vuole fare meglio della scorsa stagione, punta a un piazzamento migliore rispetto allo scorso anno ma non puntiamo a vincere il campionato. Ha detto che vuole la Serie B in tre anni partendo da oggi, perché deve costruire tutto quello che è necessario per rimanerci. Il mercato? La volontà è di continuare a portare avanti il progetto in maniera seria, dando le competenze secondo le capacità. Micciola con il Presidente avrà un contatto diretto, io non ho mai trattato i calciatori ne i loro compensi. Ho sempre eseguito la volontà di una proprietà con un budget assegnato, che è quello che faremo. L’avallo per i nuovi giocatori arriverà attraverso me con il Presidente, che è colui che paga e come tale ha il diritto di sapere e di scegliere».

Ora l’attenzione si sposta sul ritiro estivo, che vedrà i dorici sudare a Cingoli, dal 24 luglio al 12 agostoIl quartier generale sarà l’Hotel “Tetto delle Marche”.

Camp estivo Cingoli

Ha preso il via intanto il Camp che vedrà i piccoli calciatori dai 6 ai 14 anni che vorranno aderire tramite iscrizione, per allenarsi nell’insegna del divertimento e della crescita calcistica per due settimane, dal 10 al 14 luglio e dal 17 al 21 luglio.

©riproduzione riservata




Calcio serie B / Caos iscrizioni, accolto solo il ricorso del Lecco

In Consiglio Federale ha dato il via libera all’iscrizione in B al Lecco. Bocciati i ricorsi della Reggina per la B e del Siena per la C. Pronte al ripescaggio Brescia ed Atalanta Next Gen

VALLESINA, 8 luglio 2023 – Dopo le bocciature da parte della Covisoc delle domande di iscrizione in Serie B di Lecco e Reggina, e quella per la C del Siena, le società avevano subito presentato i relativi ricorsi entro il 5 luglio, data ultima per la loro presentazione.

In data odierna, è arrivata la sentenza di secondo grado del Consiglio Federale della FIGC, che ha accolto solo le argomentazioni promosse dal Lecco, respingendo invece i ricorsi di Reggina e Siena.

Foschi allenatore Lecco

Via libera così al Lecco, che può finalmente gioire e per una storica promozione attesa 50 anni, dopo aver visto quasi svanire una Serie B conquistata meritatamente sul campo, per dei cavilli burocratici.

Tutto da rifare invece per le altre due società, cui resta l’ultimo grado di giudizio, quello del Collegio di Garanzia dello Sport del CONI. Il ricorso, in questo caso, dovrà essere presentato entro 48 ore. Solo dopo di allora, saremo in grado di stilare la griglia definitiva delle società partecipanti ai tornei di Serie B e C.

Cellino presidente Brescia

Quasi certo a questo punto, a meno di ribaltoni nell’ultimo grado di giudizio, il ripescaggio del Brescia del presidente Cellino, che ha già iscritto la società sia in B che in C, se la Reggina dovesse andare incontro all’ennesimo diniego.

In caso invece di rifiuto in terzo grado della domanda di iscrizione del Siena, appare scontato l’inserimento in terza serie dell’Atalanta Next Gen, che andrà a far parte comunque del girone B, quello delle marchigiane, vista l’impossibilità da regolamento, di giocare nello stesso girone di un’altra seconda squadra di Serie A, in questo caso la Juventus Next Gen, da anni ormai nel girone A.

Breve e conciso il Comunicato della società della Reggina in merito alla seconda bocciatura avvenuta oggi: «dopo la conferma della mancata ammissione da parte del Consiglio federale della FIGC, sempre nel rispetto delle Istituzioni federali e sportive, la Società Reggina 1914 comunica che porterà avanti le ragioni del Club nelle successive fasi di giudizio».

Ricordiamo che si tratta comunque di due casi ben diversi uno dall’altro. La situazione più grave è sempre apparsa quella della Reggina.

Il Lecco infatti, dopo aver ottenuto sul campo la promozione in Serie B, si è visto respingere la domanda di ammissione per la mancanza di un requisito fondamentale, ossia un campo da gioco alternativo al “Rigamonti-Ceppi”, abituale teatro delle proprie gare, vista l’inadeguatezza dell’attuale struttura per la B. Dopo aver chiesto delle sedi, la società si era accordata con la Prefettura di Padova per l’utilizzo dell’”Euganeo”, ma non è arrivata entro i termini perentori, la PEC con la firma di ratifica dell’accordo del Prefetto stesso.

Per quanto riguarda invece la Reggina, dopo un primo OK per il ripianamento della posizione debitoria, al 20 giugno non è arrivata la somma di € 757.000,00 che il Club aveva promesso con il piano di ristrutturazione stesso. In questo caso così, si tratta di un cospicuo debito verso l’Erario, non saldato.

Queste al momento così, le formazioni che faranno parte del prossimo torneo di Serie B: Ascoli, Bari, Brescia, Catanzaro, Cittadella, Como, Cosenza, Cremonese, FeralpiSalò, Lecco, Modena, Palermo, Parma, Pisa, Reggiana, Sampdoria, Spezia, Südtirol e Ternana.

©riproduzione riservata




Calcio serie C / Ancona ufficializzati due colpi si muove anche la Vis Pesaro

Ufficializzati i primi colpi di mercato per le marchigiane. Dopo le conferme in casa Recanatese, Ancona e Vis Pesaro hanno annunciato i primi acquisti. In stand-by la Fermana

VALLESINA, 6 luglio 2023 – Dopo la conferma del giovane difensore Tommaso Barnabà, l’Ancona ha annunciato i primi 2 colpi di mercato. Si tratta del difensore Filippo Marenco (foto primo piano), classe 2003, nelle ultime due stagioni alla Viterbese, cresciuto nelle giovanili di Bologna e Fiorentina, e di Giuseppe Agyemang, altro difensore classe 2002, cresciuto nei settori giovanili di Reggiana e Bologna, con esperienze nel Lentigione e nell’Imolese, formazione in cui ha militato nella scorsa stagione. Per entrambi i nuovi arrivati, contratto biennale. A breve, saranno comunque annunciati nuovi colpi.

Inizia a muoversi anche la Vis Pesaro che, dopo lo scampato pericolo Play-Out nella passata stagione, ha già confermato mister Simone Banchieri ed annunciato il primo colpo: Mirco Ceccacci. In questo caso però, si tratta di un ritorno in quanto il difensore, classe 2003, è un prodotto del vivaio vissino, nelle ultime due stagioni in forza al Pineto con cui ha appena vinto il campionato di Serie D girone F.

Intanto, fissata un’amichevole di assoluto prestigio per domenica 23 luglio alle ore 16 a Temù (BS) contro il Monza, società partecipante al campionato di Serie A. Nella località bresciana infatti, sarà sede del ritiro estivo della squadra di mister Palladino.

Presentato infine nelle ultime ore, presso la Sala del Consiglio Comunale di Pesaro, il Progetto del Centro Sportivo di Villa Fastiggi, opera strategica non solo per la società biancorossa, ma per tutto il territorio, rappresentando un’opera di assoluto valore.

Protti

Situazione ancora in stand-by invece, in casa Fermana, con i giorni che passano senza fumate bianche sia per quanto riguarda DS che allenatore. Potrebbe essere decisivo in questo senso, un eventuale passaggio di proprietà, ma sulla vicenda vige il più assoluto riserbo.

A questo proposito, la società stessa ha diramato un comunicato con cui si annuncia il silenzio stampa, per cui nessun tesserato potrà rilasciare dichiarazioni. Questa la nota del sodalizio canarino, a firma di Vinicio Scheggia, Amministratore Unico: «la Fermana in questo momento sta lavorando sotto traccia nel pieno rispetto del patto di riservatezza stipulato con la parte interessata alla società. In attesa di una svolta concreta nella trattativa la società ha scelto dunque questa linea di condotta, rispettando al massimo le linee guida già citate. Una volta arrivata la decisione sarà premura della società comunicarne l’esito ai tifosi e alla stampa, nel pieno rispetto dei ruoli».

Si è mossa in anticipo invece la Recanatese che, come già annunciato, ripartirà ancora dal tecnico Giovanni Pagliari, confermando importantissime pedine, su tutte, capitan Alessandro Sbaffo. Confermati inoltre Daniel Giampaolo, Gianluca Longobardi, Marco Raparo, Daniele Ferretti, Gabriel Meli, Biagio Morrone ed Edoardo Ferrante. A questi, va ad aggiungersi la ciliegina sulla torta, l’arrivo di Federico Melchiorri, giocatore che non ha certo bisogno di presentazioni, proveniente dall’Ancona, dopo una prima parte di torneo iniziata in B al Perugia.

©riproduzione riservata




Serie C / Ancona, a Cingoli il ritiro pre-campionato

La squadra di Donadel e la formazione Primavera alloggeranno all’Hotel “Tetto delle Marche” e si alleneranno allo “Spivach” dal 24 luglio al 12 agosto

CINGOLI, 1° luglio 2023 – Sarà Cingoli la sede del ritiro estivo dell’Ancona in preparazione della Serie C 2023-2024. La squadra di mister Donadel, infatti, dal 24 luglio al 12 agosto si allenerà allo “Spivach” e negli impianti sportivi di via Cerquatti, mentre alloggerà presso l’Hotel “Il Tetto delle Marche”.

La scelta fa seguito all’esperienza del Camp Estivo per i ragazzi del settore giovanile nel 2022. . “Dopo quell’esperienza dello scorso anno – ha detto l’Amministratore delegato dell’Ancona Roberta Nocelliabbiamo fatto una valutazione importante per la crescita globale delle nostre attività. Cingoli, secondo noi, rappresenterà anche in futuro la zona di riferimento per le attività estive del club. Dopo il Camp, infatti, arriverà la prima squadra per tre settimane insieme alla Primavera”.

Lo staff tecnico – prosegue l’ad – sta organizzando amichevoli pre-campionato, durante le quali saremo in grado di accogliere oltre ai nostri tifosi, quelli delle squadre avversarie. L’obiettivo è quello di ospitare tante famiglie. Organizzeremo con i nostri tecnici durante queste giornate delle attività sportive legate al calcio in modo tale che ci sia piena condivisione dei valori di questi colori. Un modo come un altro per avvicinare piccoli nuovi tifosi, per fare attività sportiva e per iniziare un percorso di fidelizzazione fondamentale per il futuro. La struttura che ci ospita è sicuramente all’altezza delle nostre aspettative e rispecchia in pieno i nostri standard. Vi aspettiamo a Cingoli per iniziare una nuova avventura”.

Allo “Spivach”, quindi, si svolgeranno alcune amichevoli, che sono ancora in via di definizione. L’ultima squadra professionistica ad andare in ritiro sul “Balcone delle Marche” è stata il Pescara nell’estate 2015 in Serie B: al termine di quella stagione i pescaresi furono promossi in Serie A. Chissà se l’aria di Cingoli possa far bene anche all’Ancona…

Giacomo Grasselli

©riproduzione riservata




Calcio serie B / Covisoc, escluse Lecco e Reggina ora spera il Brescia

La Covisoc ha bocciato le richieste di iscrizione dei due Club. Partiranno ora i ricorsi. Più grave la situazione dei calabresi. Buone possibilità di ripescaggio per il Brescia

VALLESINA, 1 luglio 2023 – Scadeva il 30 giugno il verdetto della Covisoc, la Commissione di Vigilanza sulle Società Professionistiche, sulle domande di iscrizione delle varie società.

Come da previsioni della vigilia, i Club di Lecco e Foggia non sono stati per ora ammessi.

Si tratta comunque di due casi ben diversi uno dall’altro. La situazione più grave è senza dubbio quella della Reggina.

Di Nunno presidente Lecco

I lombardi, dopo aver ottenuto sul campo una storica promozione in Serie B dopo ben 50 anni, si sino visti respingere la domanda di ammissione per la mancanza di un requisito fondamentale, ossia un campo da gioco alternativo al “Rigamonti-Ceppi”, abituale teatro delle partite del Lecco, vista l’inadeguatezza dell’attuale struttura per la B. Dopo aver chiesto delle sedi, la società si era accordata con la Prefettura di Padova per l’utilizzo dell’”Euganeo”, ma non è arrivata entro i termini, perentori, la PEC con la comunicazione dell’accordo del Prefetto stesso.

Cellino Brescia

I legali sperano però comunque nell’ammissione, sia per le voci di una PEC inviata dal Lecco comunque entro il 20 giugno con la richiesta di una proroga per la comunicazione di una sede di gioco alternativa, sia perché lo spareggio è stato disputato solo il 18 giugno, a soli 2 giorni dalla scadenza delle domande, per via del ricorso di alcune società di C per le penalità inflitte al termine della stagione regolamentare. I ricorsi infatti, hanno fatto poi slittare a loro volta l’inizio dei Play-Off stessi. Questa situazione ovviamente, ha sensibilmente ridotto il tempo a disposizione per la società, per organizzare la ricerca di un terreno alternativo su cui giocare.

Per quanto riguarda invece la Reggina, dopo un primo OK per il ripianamento della posizione debitoria, al 20 giugno non è arrivata la somma di € 757.000,00 che il Club aveva promesso con il piano di ristrutturazione stesso. In questo caso così, si tratta di un cospicuo debito verso l’Erario, non saldato.

Ora partiranno i ricorsi, che le società dovranno far pervenire all’Organo di controllo entro il 5 luglio.

Con il destino della Reggina ora appeso ad un filo, sono diventate concrete le possibilità di un ripescaggio del Brescia, prima fra le retrocesse. Il presidente delle “Rondinelle” Cellino ha intanto iscritto la sua società sia in B che in C, aspettando fiducioso in un ripescaggio quasi insperato, al termine di un torneo tutto da dimenticare.

Sospiro di sollievo anche per il Parma che ha presentato all’ultimo la documentazione mancante, dopo un primo rigetto della Covisoc.

In Serie C infine, dopo il forfait già annunciato del Pordenone, rifiutata come da previsioni la domanda del Siena, mentre Brindisi, Alessandria e Triestina, hanno integrato anch’esse la documentazione mancante dopo un primo parziale rifiuto dell’Organo.

Al posto del Pordenone, confermato il ripescaggio del Mantova, mentre, in caso di esclusione dei toscani, potrebbe ottenere il via libera l’Atalanta Next Gen, altra seconda squadra che potrebbe partire dalla C, dopo la prima esperienza in questo senso effettuata dalla Juventus.

Per un regolamento in essere però, le due “seconde” squadre non potrebbero giocare nello stesso girone così, con la Juventus Next Gen ancora nel girone A, l’Atalanta sarebbe inevitabilmente inserita in quello B delle marchigiane.

©riproduzione riservata




Calcio serie C / Primi movimenti di mercato, rebus Fermana

Iniziano a muoversi le marchigiane tra conferme e novità. Ancona, Recanatese e Vis Pesaro hanno scelto la via della continuità. Tutto ancora da definire invece, il futuro della Fermana

Ancona, Recanatese e Vis Pesaro, tutte hanno iniziato a muoversi sul mercato, tra conferme ed importanti novità in arrivo.

È ancora un rebus invece il futuro della Fermana, società che ha visto in queste settimane, varie manifestazioni di interesse e smentite.

Donadel

In casa Ancona, dopo l’importante riconoscimento del Premio come Miglior Club professionistico nel 2023 al FIGC SGS Grassroots Awards, confermato il tecnico Marco Donadel, è arrivato l’annuncio della permanenza in casa dorica del difensore Tommaso Barnabà.

Sbaffo

Tantissime invece già le conferme a Recanati, per cercare di ripetere quella che è stata una stagione davvero straordinaria, da matricola. Anche in questo caso, la società ha dichiarato di voler puntare ancora sul tecnico Giovanni Pagliari, confermando importantissime pedine, su tutte, il fiore all’occhiello della squadra, il capitano Alessandro Sbaffo. Da registrare quelle di Daniel Giampaolo, Gianluca Longobardi, Marco Raparo, Daniele Ferretti, Gabriel Meli, Biagio Morrone ed Edoardo Ferrante. A questi, va ad aggiungersi un acquisto pesantissimo, quello di Federico Melchiorri, giocatore che non ha certo bisogno di presentazioni, proveniente dall’Ancona, dopo una prima parte di torneo iniziata in B al Perugia.

Banchieri Vis Pesaro

Ancora fermo invece il mercato in casa Vis Pesaro, dopo l’annuncio di mister Simone Banchieri, anch’egli arrivato a stagione in corso, raggiungendo un’ottima salvezza, pur senza passare per i Play-Out, vista la penalizzazione dell’Imolese, che ha fatto evitare ai biancorossi un supplemento stagionale rischiosissimo. Già annunciata comunque, una rosa molto giovane, con sensibile riduzione del budget a disposizione.

Sono tanti i nodi da sciogliere invece, quelli che riguardano la Fermana, visto che si è fatta sempre più insistente la voce di un imminente passaggio di proprietàNegli ultimi giorni, infatti, l’attuale proprietà avrebbe incontrato l’acquirente romano, l’immobiliarista Giuseppe Mariani Ciaramaglia, presidente della “Mari Group”. Non è ancora emersa però la fumata bianca, ed altri incontri potrebbero esserci da qui a breve, per definire la situazione. Ovviamente, ancora tutto ancora in bilico l’aspetto tecnico, con mister Stefano Protti ancora alla finestra, anche se si prospettano anche in questo caso importanti tagli in tema di budget, che potrebbero far prendere altre decisioni in merito ad un eventuale rinnovo.

Per quanto riguarda infine, il tema inscrizioni, confermata per ora, l’esclusione del solo Pordenone, con Messina e Siena che avrebbero presentato la documentazione utile al fotofinish. Da vedere ora però, se ci sarà l’OK all’iscrizione o, in caso contrario, potrebbero essere annunciati altri forfait.

Ripescato intanto il Mantova.

Ultima nota statistica, a conferma del grande interesse verso la Serie C, che presenta sempre in ogni stagione piazze importantissime, è il record di share, oltre il 10%, registrato domenica 18 giugno in occasione della finalissima Play-Off Lecco-Foggia, che ha visto incollati alla tv ben oltre 1 milione di telespettatori.

©riproduzione riservata




Calcio serie C / Finale Play-Off, il Lecco è promosso in Serie B

I lombardi festeggiano una storica promozione battendo il Foggia al “Rigamonti-Ceppi” per 3-1, dopo aver vinto 2-1 anche allo “Zaccheria” all’andata

festa a Lecco dopo una storica promozione dei blucelesti in Serie B, categoria che mancava in città da ben 50 anni, dalla stagione 1972/73, dopo aver assaporato anche la Serie A in quella 1966/67.

Dopo la vittoria allo “Zaccheria” di martedì scorso per 2-1, i ragazzi di mister Foschi hanno bissato il successo in casa, battendo i rossoneri per 3-1.

Eppure non è stata una gara facile, anzi.

In una battaglia durata ben oltre i 90’, gli ospiti, seguiti da tantissimi tifosi accorsi sino a Lecco, erano partiti benissimo andando per primi in vantaggio con Bjarkason al 4’ che, portando i suoi sull’1-0, aveva messo subito sui binari di parità la sfida.

Foschi, allenatore Lecco

Il Lecco è apparso molto contratto, incapace di gestire la tensione in una gara da dentro o fuori, sino all’episodio che ha cambiato letteralmente l’inerzia della gara, il rigore concesso dall’arbitro Davide Di Marco della sezione di Ciampino, per un tocco del giocatore ospite Ogunseye sul piede del lecchese Bianconi in anticipo.

Dopo consulto al VAR, Lepore al 34’, già autore di una splendida punizione che aveva regalato il 2-1 al Lecco all’andata, è andato sul dischetto realizzando il gol del pareggio. Il Lecco ha preso così pian piano coraggio, ed anche nella ripresa è riuscito a gestire meglio la gara contro un Foggia che ha continuato ad attaccare sperando sino alla fine di poter rimettere in piedi la sfida. Nei minuti finali però, prima con Lakti al 78’ poi ancora con Lepore all’88’, i padroni di casa hanno chiuso la pratica regalando una storica Serie B al Lecco.

Onore comunque al Foggia dimostratasi degna antagonista, anch’essa meritevole del salto di categoria.

Queste le parole a caldo del tecnico Luciano Foschi, dopo il triplice fischio dell’arbitro: «c’avevo sempre creduto, questa squadra è forte, molto forte».

Il Lecco va così a far compagnia alle già promosse FeralpiSalò nel girone A, Reggiana in quello B e Catanzaro in quello C.

Queste dunque le nuove partecipanti al prossimo torneo di Serie B 2003/2024: Ascoli, Bari, Catanzaro, Cittadella, Como, Cosenza, Cremonese, FeralpiSalò, Lecco, Modena, Palermo, Parma, Pisa, Reggiana, Reggina, Sampdoria, Spezia, Südtirol, Ternana e Venezia.

Ufficiale intanto, la rinuncia all’Iscrizione in campionato del Pordenone, che libera un posto per un eventuale ripescaggio di una delle 4 retrocesse, Piacenza, Montevarchi, Viterbese e Fidelis Andria. Alle prese ancora con gravi problemi societari anche Messina e Siena, altre due formazioni che potrebbero dare forfait nel prossimo torneo.

©riproduzione riservata




Calcio serie C / Finale andata play-off, il Lecco sbanca Foggia

Nell’andata della finalissima, gli ospiti passano per 2-1 allo “Zaccheria”. Tra le marchigiane, Ancona e Vis confermano i tecnici Donadel e Banchieri. Colpo Recanatese con Melchiorri

VALLESINA, 14 giugno 2023 – Allo “Zaccheria” di Foggia è andato in scena il match valevole per l’andata della finalissima Play-Off di Serie C tra Foggia e Lecco.

Il Lecco, privo di tanti titolari, ha espugnato a sorpresa lo “Zaccheria” per 2-1 in una gara abbastanza equilibrata, che ha visto i padroni di casa andare in vantaggio per primi con Leo al 7’. Il Lecco ha pareggiato prima i conti con Pinzauti al 29’ ed assestato il colpo vincente con Lepore all’87’, uno dei migliori dei suoi. Sfida che rimane comunque ancora apertissima, con le due formazioni capaci sia in campionato, che nei Play-Off, di imprese straordinarie.

Il ritorno si giocherà al “Rigamonti-Ceppi” di Lecco domenica 18 giugno alle ore 17.30.

Inizia a muoversi invece il mercato delle marchigiane.

Donadel

L’Ancona intanto, proprio nella giornata odierna, ha ufficializzato la conferma del tecnico Marco Donadel, dopo i buoni risultati della scorsa stagione. Questo il comunicato della società biancorossa: «l’U.S. Ancona comunica, con soddisfazione, il rinnovo di contratto con l’allenatore Marco Donadel fino al 30 giugno 2024. La Società formula al mister i migliori auguri di buon lavoro».

Così il DS Micciola: «Era giusto dare una continuità a quanto impostato dal mister durante la fine della stagione. Donadel è un allenatore giovane, con ottime idee calcistiche e grande entusiasmo». Sono molto contento di poter contare su di lui e gli daremo tutto il supporto possibile, preparandoci da subito per affrontare al meglio la nuova stagione.

Queste invece le prime parole del tecnico appena riconfermato, ex calciatore tra le altre, di Parma e Fiorentina: «sono molto contento di continuare il percorso iniziato nel finale di stagione. Ringrazio il DS Micciola e tutto il club per la fiducia riposta in me».

Dalla conferma del tecnico, ovviamente, partirà poi l’allestimento della futura rosa.

Pagliari

In casa Recanatese, dopo le importantissime conferme del tecnico Giovanni Pagliari, del talento Alessandro Sbaffo, e quelle di Ferrante, Ferretti, Meli e Morrone, è arrivata la ciliegina sulla torta, l’acquisto dell’attaccante Federico Melchiorri, reduce dall’esperienza dell’Ancona, dopo l’inizio di stagione a Perugia.

L’attaccante va a rinforzare una rosa che ha già fatto benissimo nella stagione appena conclusa, il tutto, nel segno di un progressivo innalzamento di obiettivi, per poter consolidare la presenza dei leopardiani in un torneo di eccellenza nazionale.

A Fermo, ancora tante le incognite, ad iniziare dai punti di domanda sulle caselle di DS e tecnico. Con l’ex DS Andreatini in ancora in sospeso ed il tecnico Protti ogni giorno sempre più distante, è arrivato l’annuncio del Direttore Generale Andrea Tubaldi di un’ulteriore riduzione del budget rispetto alla stagione precedente, a meno di ingressi di nuovi soci o sponsorizzazioni dell’ultimo minuto. Tutto questo porterà all’ennesima stagione nuovamente improntata all’obiettivo salvezza, da raggiungere questa volta con molti sacrifici in più.

Banchieri Vis Pesaro

Anche in casa Vis Pesaro, si tornerà a ridimensionare il budget di spesa, puntando ad una rosa molto più giovane, e ad una salvezza da raggiungere a tutti i costi per mantenere la categoria in una piazza come Pesaro. Confermato intanto alla guida tecnica Simone Banchieri, arrivato in corsa nella precedente stagione, portando i biancorossi ad una salvezza sofferta, anche se guadagnata all’ultimo senza scendere in campo causa la penalizzazione dell’Imolese, avversario dei Play-Out. Obiettivo della società, individuare tanti giovani che faranno al caso della Vis, pronti ad un torneo difficile ed ostico come la C, cercando di sbagliare meno possibile.

©riproduzione riservata




Calcio / Play-Off Serie B e C grande equilibrio, gol ed emozioni

Nei Play-Off di B, 1-1 nell’andata tra Cagliari e Bari. In C, Foggia e Lecco accedono al finalissima entrambe dopo tempi supplementari e calci di rigore

VALLESINA, 9 giugno 2023 – C’era molta attesa in vista dell’andata della finale Play-Off di Serie B tra Cagliari e Bari.

In una gara equilibratissima, le due formazioni hanno portato a casa un pareggio, per 1-1, che lascia del tutto aperta la sfida del ritorno, che si giocherà in uno Stadio “San Nicola” da tutto esaurito. Sono già stati infatti polverizzati, non senza polemiche, i 56.000 tagliandi messi a disposizione dalla società.

Lapadula (Cagliari)

Sardi in vantaggio con Lapadula, ormai vera e propria arma in più dei rossoblù che, dopo aver vinto a mani basse la classifica cannonieri con ben 21 reti, ha realizzato altre 2 reti nelle tre gare Play-Off. Il Bari ha poi fallito una ghiottissima opportunità per pareggiare con Cheddira che, su calcio di rigore, ha visto la propria conclusione intercettata dall’estremo difensore cagliaritano Radunovic, oggi in stato di grazia.

Nella ripresa, proprio allo scadere, è arrivata la rete degli ospiti che ha portato in parità la gara, grazie ad un nuovo calcio di rigore concesso da Mariani di Aprilia. Questa volta è stato Antenucci a recarsi sul dischetto e a trasformare la massima punizione, portando il risultato finale sull’1-1.

Il ritorno si giocherà a Bari domenica 11 giugno alle ore 20:30.

Anche nelle sfide Play-Off di Serie C, è regnato un sottilissimo equilibrio, con le quattro squadre costrette a giocarsi la finalissima addirittura ai calci di rigore.

Nella gara tra Cesena e Lecco, con i romagnoli che avevano portato a casa un’ottima vittoria all’andata per 2-1, i lombardi sono riusciti ad andare in vantaggio nei tempi regolamentari con Buso, vincendo 1-0 e portando così la sfida prima ai supplementari. Risultato immutato poi anche all’overtime, con le squadre costrette ai rigori.

Lecco

Dal dischetto, è stato più preciso il Lecco, che ha raggiunto una storica finale.

Nell’altra sfida tra Pescara e Foggia, anche in questo caso ha dominato un grandissimo equilibrio. Pescara in vantaggio per prima con Cuppone e pareggio giunto nei minuti di recupero con una deviazione sottoporta di Rizzo. Abruzzesi di nuovi in vantaggio con Desogus nel primo tempo supplementare, ma raggiunti ancora una volta da Markic nel secondo tempo supplementare.

Necessari anche qui i calci di rigore, che hanno premiato i rossoneri di Delio Rossi, che arrivano ad una finalissima dopo un percorso incredibile.

Questi i risultati delle gare di andata e ritorno:

Foggia-Pescara 2-2 (andata)

Lecco-Cesena 1-2 (andata)

Pescara-Foggia 2-2 – 3-4 d.c.r. (ritorno)

Cesena-Lecco 0-1 – 3-5 d.c.r. (ritorno)

Finalissima tra Foggia e Lecco che si giocherà in doppia sfida. Gara di andata martedì 13 giugno alle ore 21:30 e ritorno a Lecco domenica 18 giugno alle ore 17:30.

©riproduzione riservata




Calcio serie C / Play-off: in semifinale Cesena, Foggia, Lecco e Pescara

Tante le sorprese nel ritorno dei quarti di finale, con le vittorie esterne di Lecco e Pescara ed il pareggio esterno, decisivo, del Foggia. Avanza anche il Cesena, che pareggia invece in casa

VALLESINA, 1 giugno 2023 – Quarti di finale Play-Off scoppiettanti, in cui è saltato in 3 casi su 4 il fattore campo, che vedeva favorite le formazioni di casa per il miglior piazzamento in campionato.

Vincono infatti in trasferta Lecco e Pescara, sui campi di Pordenone ed Entella.

Donadel Ancona – a breve la società comunicherà la decisione sulla sua conferma o meno

Il Lecco era uscito sconfitto in casa all’andata, ma grazie all’exploit odierno, passa in semifinale insieme al Pescara che, dopo la vittoria in casa di alcuni giorni fa, bissa il successo sul campo dei liguri.

Pareggio spettacolare per 2-2 invece, tra Crotone e Foggia, con i rossoneri che nella ripresa agguantano il pareggio, fondamentale per il passaggio del turno dopo la vittoria di misura dello “Zaccheria”.

0-0 invece tra Cesena e L.R.Vicenza, come all’andata, con due squadre che si sono equivalse nei due confronti ma che, in virtù del miglior piazzamento del Cesena nella regular season, permette ai romagnoli, oggi trascinati da un pubblico commovente, di accedere in Semifinale. Merito anche al Vicenza che ha saputo tener testa ad una formazione di altissima qualità come quella bianconera.

Questi i risultati delle gare di andata e ritorno:

Crotone-FOGGIA 2-2 (1-0 andata)

CESENA-L.R.Vicenza 0-0 (0-0 andata)

Pordenone-LECCO 1-3 (1-0 andata)

Virtus Entella-PESCARA 2-3 (1-2 andata)

Da stabilire ancora gli accoppiamenti per le due gare di Semifinale in cui purtroppo, solo una delle quattro formazioni potrà realizzare il sogno di salire in Serie B, così come gli orari.

Queste le date delle due gare:

Andata, domenica 4 giugno

Ritorno, giovedì 8 giugno

Sbaffo

Per quanto riguarda invece le marchigiane, la Recanatese dopo le importantissime conferme di mister Giovanni Pagliari alla guida tecnica, del top-player Alessandro Sbaffo a centrocampo, e quelle di Meli, Morone e Ferrante, ha già posto le proprie fondamenta per la prossima stagione. Negli ultimi giorni poi, è arrivata la conferma in blocco di tutto lo staff tecnico composto dal Vice Emanuele Pesaresi, dal Preparatore Atletico Emanuele Ciabocco, dal Preparatore dei Portieri Francesco Ripa, dal Match Analyst Franco Gigli e dal Team Manager Paolo Camilletti.

In casa Fermana invece, è di oggi la nota della società in cui si conferma per la prossima stagione il Direttore Generale Andrea Tubaldi, impegnato, come si diffonde nella nota stessa, a «lavorare per gli aspetti organizzativi-societari, con l’obiettivo di ampliare la compagine, aprirsi a nuovi investitori e, non da ultimo, organizzare l’area tecnico-sportiva».

Tutto fermo ancora a Pesaro anche se, dopo una salvezza arrivata senza disputare i Play-Out, grazie alla penalizzazione inflitta all’Imolese, si andrebbe verso un’ulteriore riduzione del budget di spesa, puntando su giovani di qualità che possano dare un futuro più roseo alla società biancorossa. Sembrerebbe scontata infine, la conferma dl tecnico Banchieri.

In casa Ancona tiene invece sempre banco l’ipotesi, anche in questo caso, di una conferma del nuovo tecnico DonadelA breve, comunque, la società comunicherà la sua decisione in tal senso.

©riproduzione riservata




Calcio serie C / /Play-off: vincono Foggia, Pordenone e Pescara

Al via i Quarti di finale dei Play-Off, con le teste di serie Entella, Cesena, Crotone e Pordenone. I movimenti di mercato delle marchigiane Recanatese, Ancona, Fermana e Vis Pesaro

VALLESINA, 28 maggio 2023 – Hanno preso il via le gare dei Quarti di finale dei Play-Off di Serie C che hanno visto le qualificate Foggia, L.R.Vicenza, Lecco e Virtus Entella, quest’ultima divenuta anche testa di serie, per la miglior posizione occupata nella regular season.

Questi i risultati delle gare di andata:

Foggia-Crotone 1-0

L.R.Vicenza-Cesena 0-0

Lecco-Pordenone 0-1

Pescara-Virtus Entella 2-1

Vittorie dunque di misura per Foggia, Pordenone e Pescara, ma tutte da giocare le gare di ritorno, compresa quella che si giocherà a Cesena, tra Cesena e L.R.Vicenza, che ha visto le due formazioni annullarsi anche all’andata. I match di ritorno andranno in scena invece mercoledì 31 maggio, sempre alle 20:30. Purtroppo, solo una delle 8 formazioni potrà accedere alla B ma, mai come questa volta, il pronostico non è per nulla scontato.

In questo scenario, proprio alcuni giorni fa è scoppiata la bomba Pordenone, visto che è stata presentata istanza di fallimento proprio contro la società stessa, in un momento cruciale della stagione. Questo il comunicato della società neroverde in merito: Durante Lecco-Pordenone poi è successo di tutto. Dopo l’interruzione della partita per maltempo a pochi minuti dal termine si è registrato un altro stop per l’ingresso in campo del presidente del Lecco Di Nunno andato verso l’arbitro per protestare per il rigore concesso al Pordenone. l fatto è successo dopo il rigore concesso dal direttore di gara al Pordenone e che ha deciso di fatto  la partita-

Pagliari (Recanatese) confermato

Per quanto riguarda invece le marchigiane, la più attiva è la Recanatese che, dopo le importantissime conferme di mister Giovanni Pagliari alla guida tecnica, del top-player Alessandro Sbaffo a centrocampo, e quelle di Meli, Morone e Ferrante, ha già posto le proprie fondamenta per la prossima stagione, proponendosi nuovamente come realtà modello per la Serie C.

Protti (Fermana) in attesa di conferma o meno

Ancora tutto tace invece in casa Fermana, con la società che non ha ancora deciso se proseguire con il tecnico Protti, protagonista di una stagione straordinaria nonostante i grandissimi problemi in avvio. È ovvio che proprio dalla conferma o meno del tecnico, la società si muoverà in direzioni diverse. A giorni comunque, dovrebbe arrivare la fumata bianca.

Tutto fermo anche a Pesaro dopo una salvezza arrivata senza disputare i Play-Out, grazie alla penalizzazione inflitta all’Imolese. Compito della società, sarà senza dubbio quello di provare a costruire una formazione che possa arrivare ad una salvezza più tranquilla di quella appena raggiunta

In casa Ancona infine, l’uscita dai Play-Off, ancora recentissima, non ha comunque spento gli entusiasmi per una buona stagione che, dopo un periodo negativo che ha portato all’esonero dell’ormai ex tecnico Colavitto, protagonista di ottime stagioni sia a Matelica che ad Ancona, ha visto i dorici riprendersi. Con il nuovo tecnico Donadel, centrate due imprese ai Play-Off con Lucchese e Carrarese, prima di incontrare un ottimo Lecco che, nelle due gare, ha meritato il passaggio ai Quarti. Nelle ultime ore confermato il DS Micciola.

©riproduzione riservata




Calcio serie C / Ancona, finisce a Lecco la corsa Play-off

L’1-1 in Lombardia, dopo il 2-2 del “Del Conero”, condanna i dorici che escono di scena dopo una buona stagione. Ai quarti anche Foggia, Virtus Entella, Vicenza e Pescara. Gli accoppiamenti

VALLESINA, 23 maggio 2023 – L’Ancona era attesa al “Rigamonti” di Lecco per la gara di ritorno degli Ottavi di Finale Play-Off, dopo il 2-2 dell’andata.

Costretta a vincere in virtù della miglior classifica nella regular season dei lombardi, i ragazzi di Donadel hanno disputato una buona gara, passando in vantaggio per primi con Di Massimo al 46’, cullando per 26 minuti il sogno del passaggio ai Quarti.

È stato poi Battistini al 72’, per i padroni di casa, a riportare in parità il match e far pendere l’ago della bilancia dalla parte del Lecco che, a parità di risultato, visto il 2-2 dell’andata al “Del Conero”, riuscendo a mantenere il risultato di 1-1 sino al termine della gara, ha conquistato il diritto al passaggio successivo.

Di Massimo (Ancona)

Rimane un po’ di rammarico per i dorici, perché passati in vantaggio non sono riusciti a mantenerlo sino alla fine, al cospetto di un Lecco però, che sia ad Ancona che in casa, si è dimostrata grande squadra meritando, anche in considerazione dell’ottimo cammino in campionato, di proseguire la propria marcia nei Play-Off.

Per l’Ancona, una stagione comunque positiva, partita bene e culminata con la vittoria casalinga con la Reggiana, regina del torneo, a dimostrazione delle grandi qualità dell’organico biancorosso. Poi, la squadra, pur con l’arrivo di un big come Melchiorri, ha subito un’involuzione che è costata la panchina al tecnico Colavitto, sostituito in corsa con l’ex giocatore di Parma e Fiorentina Marco Donadel.

Col nuovo tecnico, una sonante vittoria casalinga con il Rimini, un brutto stop a Recanati ed un ottimo cammino Play-Off che ha visto l’Ancona eliminare dalla sua strada Lucchese e Carrarese, prima di fermarsi davanti all’ostacolo Lecco.

Le ottime prestazioni nei Play-Off, rimangono comunque un punto fermo da cui ripartire per la prossima stagione.

Per quanto riguarda invece le altre formazioni, in tutti i casi ha prevalso il fattore campo, con le favorite Foggia, Virtus Entella, Vicenza e Pescara, che hanno avuto la meglio rispettivamente di Audace Cerignola, Gubbio, Pro Sesto e Virtus Verona.

Questo il quadro completo delle gare di ritorno degli Ottavi di Finale Play-Off:

LECCOAncona 1-1

FOGGIA-Audace Cerignola 3-0

VIRTUS ENTELLA-Gubbio 3-1

L.R. VICENZA-Pro Sesto 2-0

PESCARA-Virtus Verona 3-1

Le vincenti, di cui una sarà eletta testa di serie, affronteranno, sempre in gare di andata e ritorno, le altre teste di serie Pordenone, Cesena e Crotone, che subentreranno nella competizione invece, direttamente ai Quarti di Finale (andata sabato 27 maggio, ritorno mercoledì 31 maggio, con orari ancora da definire).

Per stabilire gli accoppiamenti dei Quarti sorteggio c presso la Sede della LegaPro a Firenze con il tecnico del Sassuolo Federico Dionisi ad estrarre le formazioni dall’urna: Foggia-Crotone, Pescara-Entella, Lecco-Pordenone, Vicenza-Cesena.

©riproduzione riservata




Calcio serie C / Play-off, l’Ancona acciuffa il pareggio, 2-2, nel finale

Contro il Lecco, in una gara difficilissima, i dorici, sotto per 2-0, salvati più volte dall’estremo difensore Perucchini, agguantano il pareggio: reti di Prezioso e Petrella

VALLESINA, 19 maggio 2023 – C’era molta attesa nella gara dei Dorici con il Lecco, valevole per gli Ottavi di Finale Play-Off.

I lombardi, formazione tutta da conoscere visto che nella regular season aveva affrontato il girone A, classificandosi al secondo posto insieme al Pordenone con ben 62 punti, dietro alla sola FeralpiSalò salita già in B, rappresentavano di certo un’insidia ed una formazione da prendere assolutamente con le molle.

Previsioni della vigilia confermate, con un Lecco che si è presentato al “Del Conero” senza alcun timore reverenziale, e che è passato per primo in vantaggio con Celjak, alla sua 100ma presenza con la maglia dei lombardi, al 28’. Nella ripresa, dopo vari interventi decisivi dell’estremo difensore biancorosso Perucchini, ex del Lecco, è arrivato il raddoppio degli ospiti che hanno colpito di nuovo con Buso al 76’. Quando tutto sembrava perso, l’Ancona ha gettato il cuore oltre l’ostacolo, accorciando prima le distanze con il nuovo entrato Prezioso all’83’, ed acciuffato gli ospiti nei minuti di recupero con Petrella al 93’, anch’egli subentrato in corso di gara.

Un risultato che conferma la forza dell’avversario, come da pronostico, ma che ha visto ancora una volta l’Ancona segnare nei minuti finali, segno di una squadra che non molla mai.

Ora, per i ragazzi di Donadel, sarà necessaria nuovamente una vittoria, nella gara di ritorno, per superare il turno e sognare ancora, vista la migliore posizione degli avversari nella regular season.

Questo il quadro completo delle gare di andata degli Ottavi di Finale Play-Off:

Ancona-Lecco 2-2

Audace Cerignola-Foggia 4-1

Gubbio-Virtus Entella 2-0

Pro Sesto-L.R. Vicenza 2-1

Virtus Verona-Pescara 2-2

Da segnalare, gli importanti successi di Cerignola e Gubbio, rispettivamente contro Foggia ed Entella, che hanno messo una seria ipoteca per il passaggio del turno. Ancora aperti invece, tutti gli altri match.

Il ritorno, ovviamente a campi invertiti, è previsto per lunedì 22 maggio, alle ore 20:30.

Come da regolamento, se in entrambe le gare si registrerà lo stesso risultato, passerà il turno la formazione che giocherà il ritorno in casa, perché meglio classificata in campionato.

Le vincenti, di cui una sarà già eletta testa di serie, affronteranno, sempre in gare di andata e ritorno, le altre teste di serie Pordenone, Cesena e Crotone, che subentreranno nella competizione invece, direttamente ai Quarti di Finale.

©riproduzione riservata