1

Calcio femminile C / Jesina all’inglese sull’Orvieto

Tre punti importantissimi per la classifica. Domenica prossima a Bologna, gara unica, per il turno degli ottavi di Coppa Italia

JESI, 29 gennaio 2023 – Vince la Jesina ed era la prima cosa che la formazione di Baldarelli voleva ottenere per non rischiare soprattutto in classifica.

Vince con merito ed anche questa era un obiettivo su cui puntare dopo le ultime prestazioni ed in vista del turno di Coppa Italia di domenica prossima. Partita in gara unica ad eliminzione diretta.

minuto di silenzio

Al 21′ minuto di silenzio, raccoglimento, in occasione della Giornata Internazionale della Memoria dell’Olocausto.

L’analisi di mister Baldarelli: “Buonissima partita contro una squadra organizzata che ha fatto la fase difensiva con tutte le giocatrici in campo disposte molto basse. Risultato fondamentale. I gol nella ripresa ma abbiamo avuto tante altre buone occasioni. Questo risultato ci darà la spinta per andare domenica a Bologna e giocarci il passaggio in Coppa Italia”

JESINA – Generali C., Modesti, Massa Azzurra, Gambini, Picchio, Botti, Crocioni, Battistoni, Catena, Fontana, Vaccari. All. Baldarelli A disp. Cantori, Coacci, Manea, Rossetti, Zambonelli, Oleucci, Stimilli, Coscia, Generali F.

ORVIETO – Brandsma, Romano, Ferretti, Paolorossi, Quirini, Nenna, Libera, Antonini A., Di bella, Antonelli, Munutello. All. Pettinelli A disp. Antimi, Binnella, Antonini M., Rossi, Liucci, Corradini, Quattrone, Provenzani, Goretti

ARBITRO – Marchetti di L’Aquila

RETI – Azzurra Massa, Rossetti

 

Invece, la Coppa Italia, si disputerà il 5 febbario e la Jesina salirà a Bologna per gli ottavi di finale in gara unica ad eliminazione diretta.

1° GIORNATA  girone di ritorno domenica 29 gennaio ore 14,30

Bologna-C.S.Lebowski 3-0, Jesina-Orvieto 2-0, Merano-Vicenza 2-1, Portogruaro-Riccione 0-1, Rinascita Doccia-Padova 4-6, Triestina-Venezia calcio 1-6, Venezia 1985-Lumezzane 0-3, Villorba-Sambenedettese 5-1

CLASSIFICA

Bologna 46; Merano 40; Lumezzane 38; Venezia calcio 34; Vicenza 30; Padova, Riccione 26; Jesina 24; Villorba 23; Venezia 1985 21; Centro Storico Lebowski 17; Portogruaro 13; Triestina 11; Orvieto 9; Rinascita Doccia, Sambenedettese

MARCATORI

Reti 20: Nischler (Merano); reti 19: Picchi (Lumezzane); reti 17: Gelmetti (Bologna); reti 15: Uzqueda (Riccione), Bonnin (Venezia); reti 11: Antolini (Bologna); reti 10: Botti (Jesina), Longato (Venezia 1985), Sule (Venezia 1985), Velati (Lumezzane), Zuanti (Venezia)

PROSSIMO TURNO domenica 12 febbraio 2023 ore 14,30

C.S.Lebowski-Jesina, Riccione-Venezia 1985, Orvieto-Triestina, Padova-Villorba, Sambenedettese-Merano, Venezia calcio-Portogruaro, Vicenza-Bologna, Lumezzane-Rinascita Doccia

©riproduzione riservata




Calcio femminile C / Jesina, tre punti a tutti i costi

Contro Orvieto battuto 12-0 al debutto l’undici di Baldarelli deve solo vincere non fidandosi  delle umbre che si sono di molto rinnovate

JESI, 28 gennaio 2023 – La Serie C femminile scende in campo per la prima giornata del Girone di ritorno e poi, domenica prossima, ancora una sosta per le qualificazioni alla Coppa Italia.

Come in tutti i campi, di ogni categoria, in occasione della Giornata Internazionale della Memoria dell’Olocausto, a seguito dell’approvazione della FIGC, la Lega Nazionale Dilettanti ha indetto un minuto di raccoglimento da effettuarsi al 21° minuto di gioco. Contestualmente al raccoglimento, si darà lettura del testo negli impianti sportivi che per dotazioni strutturali lo consentiranno. Di seguito il testo: “#InDifesaDellaMemoria Perché ci fermiamo al 21’? Dal Binario 21 della stazione di Milano partirono venti convogli deportando gli ebrei e tutti i perseguitati verso i campi di sterminio. Furono in tanti a partire, pochissimi a tornare. Il Binario 21 è il luogo in cui ebbe inizio l’orrore della Shoa tra il 1943 e il 1945: la Lega Nazionale Dilettanti ricorda le vittime innocenti sui campi di calcio, luogo invece di gioia e divertimento, affinchè le giovani generazioni sappiano, capiscano e comprendano. InDifesaDellaMemoria perché “quelli che non ricordano il passato sono condannati a ripeterlo”: questa è la frase incisa in trenta lingue sul monumento nel campo di concentramento di Dachau, per non dimenticare mai”.

In casa Jesina la gara contro Orvieto che all’andata fu battuta per 12-0 è di quelle, come ha sottolineato alla vigilia mister Baldarelli “da vincere a tutti i costi” aggiungendo “sarebbe un grave errore pensare alla gara di andata e che sia una partita semplice. Orvieto ha messo 5 nuovi acquisti nei ruoli cardine e viene da un ottimo pareggio a reti inviolate sul difficile campo di Venezia. Una squadra fisica ed organizzata la loro. Dal canto nostro, siamo consapevoli che la prestazione di domenica scorsa è stata a tratti molto positiva, con identità di gioco e qualità. Ho chiesto alle ragazze massima attenzione nella fase difensiva, nelle marcature. Abbiamo assolutamente bisogno di questi tre punti fondamentali per la classifica ed il morale”.

Per ciò che riguarda la formazione recuperate Fontana e Gambini mentre Berti e Verdini sono prossime al rientro. Arbitrerà Marchetti di L’Aquila.

Invece, la Coppa Italia, si disputerà il 5 febbario e la Jesina salirà a Bologna per gli ottavi di finale in gara unica ad eliminazione diretta.

1° GIORNATA  girone di ritorno domenica 29 gennaio ore 14,30

Bologna-C.S.Lebowski, Jesina-Orvieto, Merano-Vicenza, Portogruaro-Riccione, Rinascita Doccia-Padova, Triestina-Venezia calcio, Venezia 1985-Lumezzane, Villorba-Sambenedettese

CLASSIFICA

Bologna 43; Merano 37; Lumezzane 35; Venezia calcio 31; Vicenza 30; Padova, Riccione 23; Jesina, Venezia 1985 21; Villorba 20; Centro Storico Lebowski 17; Portogruaro 13; Triestina 11; Orvieto 9; Rinascita Doccia, Sambenedettese

MARCATORI

Reti 19: Nischler (Merano); reti 18: Picchi (Lumezzane); reti 16: Gelmetti (Bologna); reti 14: Uzqueda (Riccione); reti 13: Bonnin (Venezia); reti 11: Antolini (Bologna); reti 10: Botti (Jesina), Longato (Venezia 1985), Sule (Venezia 1985), Velati (Lumezzane)

PROSSIMO TURNO domenica 12 febbraio 2023 ore 14,30

C.S.Lebowski-Jesina, Riccione-Venezia 1985, Orvieto-Triestina, Padova-Villorba, Sambenedettese-Merano, Venezia calcio-Portogruaro, Vicenza-Bologna, Lumezzane-Rinascita Doccia

©riproduzione riservata




Calcio femminile C / Capolista troppo forte, 5-0 alla Jesina

Subito in gol la capolista, il raddoppio alla fine del primo tempo. Nel mezzo tanta Jesina e due episodi da rigore non valutati dall’arbitro come le leoncelle avrebbero voluto

JESI, 22 gennaio 2023Vince il Bologna ed è campione d’inverno. La Jesina perde ma non demerita, soprattutto sul piano del gioco. Vince il Bologna perchè al minimo errore delle leoncelle ha capitalizzato tutto e forse anche di più. Perde la Jesina perchè a volte, anzi quasi sempre, gli episodi decidono le partite, e se il direttore di gara avesse valutato certi falli in area in maniera un po’ diversa forse staremo a parlare di altro risultato.

Pronti via e Bologna subito in gol. Una mazzata per chiunque ma non per la formazione di Baldarelli che rimette in gioco la palla da centrocampo e per tutto il primo tempo gioca alla pari, anzi meglio,della capolista recriminando anche per due falli in area che comunque l’arbitro ha deciso in senso opposto.

Il raddoppio del Bologna proprio prima del riposo.

Nella ripresa la Jesina ci prova a rimettere le cose a posto ma subisce il terzo gol e partita praticamente chiusa.

Mister Baldarelli: “Chi non ha visto la gara e giudica dal risultato direbbe Bologna troppo forte per la Jesina. Dall’andamento della partita così non è stato perchè a livello di gioco abbiamo fatto meglio noi. Bologna ha giocato da capolista nel senso che al minimo nostro errore ci ha sempre punito. Merito loro se sono prime in classifica, hanno qualità nelle giocatrici ma come gioco di squadra, in questa partita, la Jesina è stata superiore”. Un’analisi sul girone d’andata? “Abbiamo fatto 21 punti e ce li teniamo stretti. E’ stato un giorne d’andata il nostro caratterizzato sempre e comunque da tante assenze. Solo oggi mancavano Gambini, Fontana, Principi e Berti, quattro titolari. Giocatrici importanti ma chi le ha sostituite ha fatto bene. Da domani penseremo al girone di ritorno aspettando una risposta da tutte le ragazze perchè hanno qualità e dobbiamo rimetterci in corsa in maniera importante”.

JESINA – Generali C., Modesti, Massa, Picchio, Botti, Crocioni, Battistoni, Catena, Gallea, Vaccari, Generali F. All. Baldarelli

BOLOGNA – Sassi L., Asamoah, Sassi S., De Biase, Alfieri, Antolini, Gelmetti, Morucci, Colombo, Kustrin, Arcamone. All. Bragantini

ARBITRO – Menicucci di Lanciano

RETI – Krustin, Gelmetti, Antolini, Krustin, Arcamone

15° GIORNATA  domenica 22 gennaio ore 14,30

Jesina- Bologna 0-5, Merano-Padova 4-2, Portogruaro-C.S.Lebowski 0-1, Rinascita Doccia-Venezia calcio 1-7, Sambenedettese-Lumezzane 0-11, Triestina-Vicenza 2-2, Venezia 1985-Orvieto 0-0, Villorba-Riccione 3-2

CLASSIFICA

Bologna 43; Merano 37; Lumezzane 35; Venezia calcio 31; Vicenza 30; Padova, Riccione 23; Jesina, Venezia 1985 21; Villorba 20; Centro Storico Lebowski 17; Portogruaro 13; Triestina 11; Orvieto 9; Rinascita Doccia, Sambenedettese

MARCATORI

Reti 19: Nischler (Merano); reti 19: Picchi (Lumezzane); reti 16: Gelmetti (Bologna); reti 14: Uzqueda (Riccione); reti 13: Bonnin (Venezia); reti 11: Antolini (Bologna); reti 10: Botti (Jesina), Longato (Venezia 1985), Sule (Venezia 1985), Velati (Lumezzane)

PROSSIMO TURNO domenica 29 gennaio 2023 ore 14,30

Bologna-C.S.Lebowski, Jesina-Orvieto, Merano-Vicenza, Portogruaro-Riccione, Rinascita Doccia-Padova, Triestina-Venezia calcio, Venezia 1985-Lumezzane, Villorba-Sambenedettese

©riproduzione riservata




Calcio femminile C / Jesina contro la capolista Bologna, si torna a parlare di calcio

Dopo una settimana dove le attenzioni sono state tutte rivolte a questioni extra calcistiche le leoncelle vogliono far parlare il campo e cercare un risultato di prestigio

JESI, 20 gennaio 2023 – Al ‘Cardinaletti’, domenica 22 gennaio, inizio ore 14,30, scenderà la capolista Bologna ancor di più motivata e galvanizzata dall’aver battuto domenica scorsa la seconda in classifica Merano.

Jesina, che ha perso a Vicenza, che dovrà rinunciare ad alcune calciatrici come Fontana, Principi  e Berti.

Mister Francesco Baldarelli proverà a motivare le proprie giocatrici per far parlare il campo e per mettersi alle spalle una settimana non facile anche all’interno del gruppo squadra dove, ovviamente, il sostegno alle sorelle Generali, i cui genitori sono stati coinvolti nel ‘caso Sule’, è stato unanime e che proprio loro, dal campo, dovranno dare un segnale forte di reazione, con personalità.

I genitori Generali, dal canto loro, in una intervista rilasciata al Resto del Carlino si sono espressi illustrando i fatti e sostenendo che si, ci sono stati insulti, ma come reazione al fallo subito dalla loro figlia respingendo ogni accusa di razzismo e di aver detto mai certe parole che sono state loro attribuite.

La vicenda, comunque, non è chiusa pur se il Giudice Sportivo, che ha visionato il filmato, ha totalmente scagionato la società Jesina calcio femminile perchè dall’edizione del Veneto del Corriere della Sera si è appreso che è scesa in campo la Digos di Vicenza che sta raccogliendo informazioni e documenti sull’episodio incriminato per capire se esistono le condizioni per prendere eventuali provvedimenti.

Ritornando al calcio giocato mister Baldarelli così ha presentato la gara contro il Bologna: “Sappiamo che il Bologna è formazione forte con 13 vittorie consecutive dopo il pareggio della prima giornata di campionato. Ho chiesto alle ragazze massima attenzione. Saremo ancora rimaneggiati ma dobbiano fare una partita sbagliando praticamente niente perchè l’avversaria è di livello e non a caso sta dominando il campionato. Mi aspetto una partita convinta per giocare novanta minuti con la massima lucidità”.

15° GIORNATA  domenica 22 gennaio ore 14,30

Jesina- Bologna, Merano-Padova, Portogruaro-C.S.Lebowski, Rinascita Doccia-Venezia calcio, Sambenedettese-Lumezzane, Triestina-Vicenza, Venezia 1985-Orvieto, Villorba-Riccione

CLASSIFICA

Bologna 40; Merano 34; Lumezzane 32; Vicenza 29; Venezia calcio 28; Padova, Riccione 23; Jesina 21; Venezia 1985 20; Villorba 17; Centro Storico Lebowski 14; Portogruaro 13; Triestina 10; Orvieto 8; Rinascita Doccia, Sambenedettese

MARCATORI

Reti 17: Nischler (Merano); reti 15: Gelmetti (Bologna); reti 14: Uzqueda (Riccione); reti 13: Picchi (Lumezzane); reti 10: Botti (Jesina), Longato (Venezia 1985), Antolini (Bologna), Sule (Venezia 1985), Velati (Lumezzane), Bonnin (Venezia),

PROSSIMO TURNO domenica 29 gennaio 2023 ore 14,30

Bologna-C.S.Lebowski, Jesina-Orvieto, Merano-Vicenza, Portogruaro-Riccione, Rinascita Doccia-Padova, Triestina-Venezia calcio, Venezia 1985-Lumezzane, Villorba-Sambenedettese

©riproduzione riservata




Calcio femminile C / Jesina: Giudice Sportivo, si sgonfia il caso Sule

Il club leoncello non paga alcuna responsabilità perchè dal filmato della gara a Vicenza non si evidenzia alcun caso di razzismo ma solo deprecabili insulti

da redazione

JESI, 18 gennaio 2023 – Tutto ridimensionato? Sembra di si.

Erano attese le decisioni del Giudice Sportivo riguardo la gara Vicena – Jesina di domenica scorsa con la giocatrice di colore veneta Sule che, espulsa per fallo di reazione, era stata bersaglio di insulti ma non di razzismo.

Massimo Coltorti

Il Giudice Sportivo, infatti, ha squalificato per due giornate la giocatrice vicentina per “aver a gioco fermo colpito una avversaria” ma non ha deciso nulla, avendo l’arbitro dell’incontro, in un supplemento di indagine, confermato di non aver sentito nulla che possa ricondursi al razzismo.

Dunque solo insulti, seppur deprecabili, e che vanno assolutamente condannati, ma niente che possa coinvolgere la società leoncella in una responsabilità oggettiva per eventi che non ci sono stati.

Insulti, confermiamo, deprecabili, che poi sono gli stessi che ogni domenica sembra ricevere, come ci ha anche confermato il dirigente del club Jesina Gino Romano, anche la Jesina dove la parola ‘terroni’, ‘voi del sud siete ladri’ a loro indirizzata, è all’ordine del giorno.

Nel supplemento di indagine, che gli organi autorizzati della Federazione hanno esplicato, esaminando il filmato, sembra che lo stesso presidente Federale di persona lo abbia visionato, si ascolta benissimo certe parole offensive ma non razziste.

E dunque anche l’enfasi con la quale, a caldo, la presidente del Vicenza Calcio aveva cavalcato il caso dichiarando “non finisce qui” si sgonfia considerato che le prove sembrano inconfutabili.

Dunque finisce qui uno spiacevole episodio da condannare, che non coinvolge minimamente la società, che deve far riflettere, visto anche l’effeto mediatico, a questo punto non giustificato dai fatti, che si è subito messo in movimento.

Finisce anche la caccia alle responsabilità per il club Jesina calcio femminile presieduta da Massimo Coltorti che subito aveva preso una posizione netta, senza tentennamenti nè ambiguità.  

Inoltre va registrato che lo stesso presidente Coltorti smentisce categoricamente quanto dichiarato da una televisione veneta, dichiarazione riportata sul sito del Vicenza Calcio, che ci sia stato un precedente nella gara del giugno 2022 tra Venezia 1985 e Jesina. 

©riproduzione riservata




Calcio femminile C / Jesi, caso Sule: l’intervento del Sindaco Fiordelmondo

La giocatrice di colore del Vicenza, avversaria domenica scorsa della formazione leoncella, insultata dopo l’espulsione. Sembra che ci sia anche un precedente

JESI, 17 gennaio 2023 – Era inevitabile che la vicenda che domenica scorsa durante la gara Vicenza – Jesina di calcio femminile  (leggi qui… nostro servizio) serie C Girone B giocata a Vicenza si allargasse a macchia d’olio fino ad arrivare a coinvolgere tutto il mondo dello sport nazionale ed anche le istituzioni.

Sindaco Fiordelmondo

Ieri era toccato al Sindaco di Vicenza lanciare accuse e messaggi: «Un gesto inaccettabile che non ha nulla a che vedere con i valori dello sport e della convivenza civile. Vanno individuati i responsabili ed educati. Non possiamo assolutamente tollerare episodi come quello avvenuto ai danni della giovane calciatrice vittima di pesanti insulti dagli spalti. A lei, alla squadra e alla società guidata da Erika Maran va tutta la nostra solidarietà».

Oggi è intervenuto Lorenzo Fiordelmondo Sindaco di Jesi: «Esprimo lo sdegno mio personale e di tutta la comunità di Jesi verso le gravi frasi a sfondo razzista pronunciate, nel corso di una partita di calcio femminile tra il Vicenza e la Jesina, contro una giocatrice di colore della squadra veneta». Fiordelmondo ha chiamato anche il presidente della Jesina calcio femminile Massimo Coltorti condividendo la censura totale contro qualsiasi comportamento che lede la dignità umana a causa del colore della pelle. «I protagonisti di questo odioso comportamento non sono di Jesiha sottolineato il primo cittadinopurtuttavia la loro azione, per la inevitabile evidenza a livello nazionale, rischia di creare una pessima immagine per la nostra città che, viceversa, per storia, cultura e tradizione, si è sempre distinta per inclusione e solidarietà. Che sia questa spiacevolissima vicenda di monito per riflettere seriamente sui valori dello sport, della convivenza civile e del rispetto di qualunque persona. Alla giovane calciatrice vittima delle offese la nostra forte vicinanza».

Condanne dunque unanimi che vanno tutte nella stessa direzione. Ma la cosa peggiore che sta emergendo nelle ultime ore è che sembra che addirittura ci sia stato un precedente, forse troppo sottovalutato. Sulla pagina facebook di SportVenetoTv, riportato dalla società Vicenza calcio, si legge: «Da ormai tre anni siamo la piattaforma ufficiale per le riprese video delle partite del Vicenza Calcio Femminile, ormai per noi una famiglia, ma quello che è successo domenica è un episodio deplorevole dove le immagini e il sonoro possono spiegare meglio di ogni parola. In uno “scontro” in campo che coinvolge la giocatrice biancorossa Rafiat Folakemi Sule e un’avversaria, l’arbitro, richiamato dal suo assistente, estrae il cartellino rosso ai danni di Sule, a quel punto scattano le offese e sono le parole che arrivano dagli spalti a rendere gravissimo quanto accaduto. «Bestia», si sente dagli spalti. Questi stessi “elementi” che seguono la squadra Jesina femminile sono sicuramente legati in qualche modo alla squadra, perchè noi di SportVenetoTv, che seguiamo anche il Venezia 1985 femminile, abbiamo visto gli stessi soggetti inveire il giorno 5 giugno 2022 contro le giocatrici del Venezia, con la stessa tipologia di offese, in quella occasione si è arrivati anche alle mani in tribuna. E’ ora di dire basta. La società jesina calcio femminile prenda le distanze e li lasci a casa la domenica».

Se questo fosse vero, a questo punto, la Jesina Calcio Femminile deve assolutamente intervenire non solo condannando, come ha fatto, ed immediatamente, ma prendendo una posizione netta e di distacco dagli autori di tali offese.

 

©riproduzione riservata




Calcio femminile C / Vicenza-Jesina: condanna per insulti ad una giocatrice di colore

Il presidente leoncello Massimo Coltorti condanna l’accaduto precisando che la società è assolutamente estranea da tali comportamenti

da Redazione

JESI, 16 gennaio 2023 – La partita sul campo tra Vicenza e Jesina è terminata per 2-1 a favore della squadra di casa, nel campionato nazionale di serie C di calcio femminile.

Purtroppo un episodio accaduto nel primo tempo sta facendo clamore.

Il fatto. Durante il primo tempo una giocatrice leoncella ed una del Vicenza, quest’ultima di colore, si scontrano in campo con fallo della prima e reazione della seconda. L’arbitro espelle la giocatrice di casa, Rafiat Folakemi Sule, e mentre questa si appresta a lasciare il campo, dalla tribuna, pochissime persone, isolate, e dunque ben individuabili, forse vicine alla giocatrice della Jesina, inveiscono contro di lei con frasi assolutamente da condannare.

Immediata la reazione della società del Vicenza che tramite la presidente Erika Maran condanna l’accaduto ed accusa “siamo tutte bestie” associandosi e mostrando solidarietà verso alla sua giocatrice.

Poi aggiunge: “Quello che è accaduto oggi in campo durante la partita ha dell’incredibile, offese razziste contro una nostra calciatrice non sono ammisibili ed il 15 gennaio 2023 siamo ancora qui a parlare di queste situazioni gravissime ed imbarazzanti. Mi auguro che vengano presi gli opportuni provvedimenti da parte di chi ha il potere e l’autorità per farlo. Le nostre calciatrici vanno sempre protette e tutelate, da tutti!”.

Inoltre la presidentessa, come riportato dal Giornale di Vicenza ha aggiunto: “Mi auguro che il giudice sportivo si limiti a dare il cartellino rosso alla nostra Sule solo per la giornata perché lei merita di scendere in campo. Ed alla donna sugli spalti che ha urlato “Bestia, sei scura …” dico, cara signora, che se la nostra Sule è bestia e scura, lo sono anche io, tutte noi del Vicenza lo siamo, e tutte noi del calcio italiano. Voi pagherete per questo».

L’episodio, increscioso, ha avuto subito l’effetto mediatico. 

Immediata la presa di posizione della società Jesina calcio che tramite il suo presidente Massimo Coltorti ha dichiarato: “La società Jesina Calcio Femminile unitamente a tutti i propri tesserati intende prendere le distanze nella maniera più assoluta e decisa da quanto verificatosi nel corso della partita odierna ed in particolare dalle frasi deplorevoli che sarebbero state proferite nei confronti di una giocatrice del Vicenza da soggetti non facenti parte della nostra società e quanto mai lontani dai nostri valori morali. Esprimiamo quindi la nostra più totale solidarietà e vicinanza alla vostra giocatrice nella speranza che simili episodi non si verifichino più in futuro”.

Il presidente poi, confermando che la persona o le persone che hanno proferito quelle frasi “assolutamente da condannare” erano si al seguito della squadra ma assolutamente estranee alla società, sono da condannare.

Nella notte Coltorti ha anche avuto un lungo colloquio con la sua collega del Vicenza la quale gli ha confermato l’estranietà della società Jesina ma non di chi ha tenuto un comportamento da condannare senza se e senza ma.

©riproduzione riservata




Calcio femminile C / Jesina, amara sconfitta a Vicenza 2-1

Leoncelle in superiorità numerica per tutta la ripresa senza però riuscire a sfruttare la situazione. Il gol jesino della Oleucci

JESI, 15 gennaio 2023 – Esce sconfitta la Jesina dal campo di Vicenza nella domenica in cui le leoncelle provavano a fare quel salto di qualità verso l’alta classifica che purtroppo non c’è stato.

L’approccio alla gara, giocato sotto una pioggia battente, e dunque su un terreno pesante, è stato di rilievo per le jesine ma a passare in vantaggio era la squadra di casa al 20′ del primo tempo con Marchiori.

Poi una svolta della partita l’espulsione della Sule e dunque Jesina in superiorità numerica.

Nella ripresa il raddoppio delle padrone di casa su azione da calcio da fermo per opera della Montemezzo.

L’undici di Baldarelli provava a riaprire la partita riuscendoci a dieci minuti dalla fine con la Oleucci appena entrata in campo dalla panchina. A questo punto il forcing finale che però non ha prodotto l’effetto sperato decretando una sconfitta pesante.

Il pari avrebbe rispecchiato il giusto andamento della gara ma così non è stato.

“E’ vero che abbiamo fatto una discreta partitail commento di Baldarellima potevamo fare di più e portare a casa almeno un risultato postivo. Adesso testa rivolta alla partita di domenica prossima contro il Bologna capolista per fare una partita importante”. 

VICENZA CALCIO FEMMINILE – Dalla Via, Schiavo, Montemezzo, Gobbato, Missiaggia, Battilana, Maddalena (Fasoli), Cattuzzo (Ponte), 14 Bauce (Penzo), Sule, Marchiori (Basso) All. Dalla Pozza Moreno

JESINA FEMMINILE – Generali C., Modesti, Massa (Oleucci), Picchio, Botti, Crocioni, Battistoni (Fontana), Catena, Gallea (Gambini), Vaccari, Generali F. All. Baldarelli Francesco

RETI –  20′ pt  Marchiori; 11′ st Montemezzo; 38′ st  Oleucci.

 

 

14° GIORNATA  Risultati

Bologna-Merano 2-1, C.S.Lebowski-Triestina 3-2, Riccione-Rinascita Doccia 4-0, Orvieto-Portogruaro 0-1, Padova-Sambenedettese 7-0, Venezia calcio-Venezia 1985 3-0, Vicenza-Jesina 2-1, Lumezzane-Villorba 0-0

CLASSIFICA

Bologna 40; Merano 34; Lumezzane 32; Vicenza29; Venezia calcio 28; Padova, Riccione 23; Jesina 21; Venezia 1985 20; Villorba 17; Centro Storico Lebowski 14; Portogruaro 13; Triestina 10; Orvieto 8; Rinascita Doccia, Sambenedettese

MARCATORI

Reti 17: Nischler (Merano); reti 15: Gelmetti (Bologna); reti 14: Uzqueda (Riccione); reti 13: Picchi (Lumezzane); reti 10: Botti (Jesina), Longato (Venezia 1985), Antolini (Bologna), Sule (Venezia 1985), Velati (Lumezzane), Bonnin (Venezia),

PROSSIMO TURNO domenica 22 gennaio 2023 ore 14,30

Jesina- Bologna, Merano-Padova, Portogruaro-C.S.Lebowski, Rinascita Doccia-Venezia calcio, Sambenedettese-Lumezzane, Triestina-Vicenza, Venezia 1985-Orvieto, Villorba-Riccione

©riproduzione riservata




Calcio femminile C / Jesina, si riparte da Vicenza per puntare subito a vincere

Mister Baldarelli dice: “Abbiamo tutte le carte in regola per vincere, sono certo che faremo una grandissima gara”

JESI, 14 gennaio 2023 – Ritorna il campionato e la Jesina sarà in trasferta a Vicenza nella penultima giornata del girone d’andata.

Squadra leoncella che durante la sosta ha affrontato la Coppa Italia superando la Sambenedettese (9-0 al Cardinaletti e 3-0 al ritorno) ed ora, nel prossimo turno, ad eliminazione diretta, dovrà affrontare per gli ottavi di finale il Bologna, partita unica al Cardinaletti il 5 febbraio prossimo. L’undici del capoluogo Emiliano Romagnoli ha a sua volta eliminato Il Riccione.

“È stata una settimana di lavoro perfetto ci ha detto mister Francesco Badarelli -, le ragazze si sono molto applicate nella cura dei particolari. Si avverte quella giusta tensione che precede una partita importante. Siamo consapevoli che il Vicenza sia una grande squadra composta da alcune individualità molto forti. Noi abbiamo sempre fatto ottime prestazioni contro quelle che ci precedono in classifica ma non abbiamo portato punti. Domani i tre punti per noi sono fondamentali per autostima e classifica. Abbiamo tutte le carte in regola per vincere queste partite, serviranno attenzione, qualità, spirito di sacrificio e tanto senso di appartenenza. Sono certo che faremo una grandissima gara domani in Veneto. Dobbiamo insomma credere in noi stesse e migliorare i propri limiti, dare continuità all’attenzione, queste fasi sono certo ci possano portare alla prestazione perfetta che serve a Vicenza”.

Per ciò che riguarda la formazione da schierare Baldarelli ha precisato: “Fontana è acciaccata per un dolore al tallone; Berti ancora non è disponibile e ne avrà per alcune settimane; Verdini Dalila è vicina al rientro; Azzurra Principi non è disponibile”.

A Vicenza arbitrerà Toselli di Gradisca d’Isonzo.

©riproduzione riservata

 

14° GIORNATA 15 gennaio 2023

Bologna-Merano, C.S.Lebowski-Triestina, Riccione-Rinascita Doccia, Orvieto-Portogruaro, Padova-Sambenedettese, Venezia calcio-Venezia 1985, Vicenza-Jesina, Lumezzane-Villorba

CLASSIFICA

Bologna 37; Merano 34; Lumezzane 31; Venezia calcio 26; Vicenza 25; Jesina 21; Padova, Venezia 1985, Riccione 20; Villorba 16; Centro Storico Lebowski 11; Portogruaro, Triestina 10; Orvieto 8; Rinascita Doccia, Sambenedettese

MARCATORI

Reti 17: Nischler (Merano); reti 14: Gelmetti (Bologna); reti 13: Picchi (Lumezzane); reti 12: Uzqueda (Riccione); reti 10: Botti (Jesina), Longato (Venezia 1985), Antolini (Bologna), Sule (Venezia 1985), Velati (Lumezzane)

PROSSIMO TURNO domenica 22 gennaio 2023 ore 14,30

Jesina- Bologna, Merano-Padova, Portogruaro-C.S.Lebowski, Rinascita Doccia-Venezia calcio, Sambenedettese-Lumezzane, Triestina-Vicenza, Venezia 1985-Orvieto, Villorba-Riccione

©riproduzione riservata




Calcio femminile C / Coppa Italia, la Jesina passa a Sambenedetto ed accede ai quarti

Dopo il 9-0 dell’andata le leoncelle vincono la gara di ritorno per 3-0 (Massa, Oleucci, Botti). Colpite anche due traverse

JESI, 8 gennaio 2023 – La Jesina femminile ha vinto la gara di ritorno di Coppa Italia a Grottammare contro la Sambenedettese per 3-0.

All’andata, a Jesi, le leoncelle avevano vinto per 9-0.

Primo tempo 1-0 con il gol della nuova Azzurra Massa. Nella ripresa il 2-0 porta la firma della Oleucci mentre il 3-0 è stato siglato dalla Botti.

Ottima la gara della squadra di Baldarelli, stimolata a dovere, e partita sostanzialmente dominata con due traverse colpite dalla Modesti e dalla Battistoni.

Ora la Jesina giocherà i quarti mentre domenica prossima ritorna il campionato con la trasferta di Vicenza.

©riproduzione riservata

 

PROSSIMO TURNO domenica 15 gennaio 2023 ore 14,30

Bologna-Merano, C.S.Lebowski-Triestina, Riccione-Rinascita Doccia, Orvieto-Portogruaro, Padova-Sambenedettese, Venezia calcio-Venezia 1985, Vicenza-Jesina, Lumezzane-Villorba

CLASSIFICA

Bologna 37; Merano 34; Lumezzane 31; Venezia calcio 26; Vicenza 25; Jesina 21; Padova, Venezia 1985, Riccione 20; Villorba 16; Centro Storico Lebowski 11; Portogruaro, Triestina 10; Orvieto 8; Rinascita Doccia, Sambenedettese

MARCATORI

Reti 17: Nischler (Merano); reti 14: Gelmetti (Bologna); reti 13: Picchi (Lumezzane); reti 12: Uzqueda (Riccione); reti 10: Longato (Venezia 1985), Botti (Jesina), Antonini (Bologna), Sule (Venezia 1985), Velati (Lumezzane)

©riproduzione riservata