1

Basket serie B / Jesi: il ritorno del condottiero, ‘Gigio’ Gresta

Domenica sarà da avversario al Palatriccoli con Firenze. Il coach ricorda curiosità ed aneddotti di una impresa storica datata 28 maggio 2004

JESI, 20 ottobre 2022 – Domenica 23 ottobre, match importante per la General Contractor Jesi che ospiterà al PalaTriccoli la corazzata Firenze dell’ex Luigi ‘Gigio’ Gresta.

Storico allenatore dell’allora Aurora basket targata Sicc Cucine Componibili mai dimenticato e legato soprattutto all’impresa che portò Jesi in serie A1 il 28 maggio 2004. Una data impossibile da dimenticare.

Riviviamo quei magici periodi e allo stesso tempo facciamo il punto della situazione attuale tramite le parole e gli aneddoti di coach Gigio Gresta.

Sicc Jesi – Visrtus Bologna 2004

Partiamo dal presente.

Domenica tornerà al PalaTriccoli ma stavolta sulla panchina della squadra avversaria, qual’è la sua prima impressione dell’Academy?

“Mi sembra ad oggi una Jesi con obiettivi completamente diversi da quelli dell’Aurora dello scorso anno. Una squadra, ad esempio, che tende a tirare anche da fuori. Un tipo di gioco con ambizioni non accomodanti diciamo, sarà una sfida interessate.”

Domenica che accoglienza si aspetta, calcando nuovamente quel parquet con così tanti ricordi?

“Spero di incontrare e poter salutare vecchi amici. La mia permanenza a Jesi è stata marcata più da luci che da ombre, questo sicuramente. Abbiamo fatto stagioni positive, sia io in veste di capo ma anche da vice allenatore. Abbiamo vinto e giocato in serie A2, andando poi in A1. Non dimenticherò mai quel fiume giallo verde al Palas di Bologna e quella vittoria schiacciante 3-0 contro la Virtus Bologna. Suppongo che questi siano ricordi dolci e indelebili non solo per me ma per tutti i tifosi jesini.”

Gresta – Latini – Petronio

Cosa le manca ad oggi del fortunato periodo jesino?

“Sono già tornato più volte al palazzetto di Jesi, sia da avversario che da spettatore. L’unica cosa che sento mancare  veramente, sia dal punto di vista umano che come figura professionale, è la presenza di Alfiero Latini, praticamente simbolo della pallacanestro jesina. Non vedere più Alfiero che dagli spalti mi saluta e sorride come era suo solito, sarà un dispiacere. Una nota triste.”

E invece al presente, a primo impatto, cosa pensa che le manca maggiormente?

“Sicuramente l’atmosfera che c’era allora nel fare la caccia all’ultimo tagliando disponibile per poter venire a vedere le partite. In quei gloriosi anni era cosa comune. Ed era pure frequente vedere la curva e l’intero palazzetto gremito di spettatori e con un tifo da far venire i brividi.”

Qual’è il cestista che ricorda con maggior affetto?

“Impossibile menzionare solo un nome. Innanzitutto il quintetto base che vinse la promozione in A1 e che venne giudicata la squadra più forte del decennio di Lega 2 stagione 2003/04. Quindi: il capitano Lupo Rossini, Trent Whiting, Jamal Robinson, James Singleton, Mason Rocca nonché la soddisfazione personale di aver contribuito nel portare l’anno seguente colui che è diventato insieme a Lupo Rossini una colonna nonché anche capitano: Michele Maggioli. Attualmente mio grande amico e socio in un’attività sportiva che gestiamo assieme.”

Ultima domanda amarcord: Ci può  raccontare un aneddoto divertente di quegli anni?

“I momenti  anche goliardici sono stati tanti. Se devo pensarne ad uno in particolare  e sorridere, come non menzionare le gran risate che ci siamo fatti durante il tragitto di ritorno dopo la partita della promozione in A1. Sul bus c’era un allora giovanissimo Marcos Casini che non faceva altro che cantare e ridere in continuazione infastidendo tutti, non ne potevamo più. Ad un certo punto lo hanno preso e spogliato del tutto così che al momento dell’arrivo si è ritrovato praticamente nudo con fuori tre o quattromila persone che ci aspettavano. A quel punto gli abbiamo passato un asciugamano e lo abbiamo fatto rivestire. Era terrorizzato all’idea di dover scendere e presentarsi ai tifosi in quella maniera.”

Parlando di lei, invece, tra le sue passioni oltre lo sport c’è anche la cucina, giusto?

“In genere, in ogni luogo dove vado ad allenare cerco dei corsi serali di cucina sopratutto per poter conoscere le pietanze locali. Mi serve per distrarmi e divertirmi, coltivando un hobby che mi piace. Quando ero a Jesi non ho mai avuto modo di cucinare per nessuno anche perché essendo vicino a Fossombrone, dove abito, quasi sempre la sera tornavo  a casa. Delle volte mi fermavo a casa di Mario Talacchia, ed era sua moglie, allora, che cucinava per noi più che il contrario.”

Con la squadra che attualmente allena, Firenze, sembra che le aspettative non stiano deludendo. Cosa ci può dire di  questo inizio campionato?

“Sì, per ora stiamo andando bene. Nell’ultimo match siamo entrati un pò timidi in campo ma nel corso della gara ci siamo poi realizzati  e siamo riusciti a vincere con autorevolezza. Ovviamente non posso lamentarmi, ma i margini di miglioramento sono ancora tanti.”

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Luigi ‘Gigio’ Gresta classe 1971 laurea in Economia e commercio ha iniziato la sua carriera cestistica nel 1987, restando fino al 1994, alla Scavolini Pesaro alla guida dell’attività giovanile. Nel 1995 è volato in America per fare esperienza ricoprendo la carica di team manager nel campionato universitario statunitense della Ncaa a Lousiana University con i Tigers. Ritornato in Italia si è accasato a Rimini come assistant coach dal 1995 al 1997 con Giampieri Hruby e Piero Bucchi. Nella stagione 1997-98 segue coach Tucci e Zorzi ad Avellino prima di ritornare nelle Marche a Fossombrone (B2) come capo allenatore. Poi ritorna ad Avellino chiamato da Luca Dalmonte, in quintetto c’era anche Michele Maggioli, conquistando la storica promozione in serie A vincendo proprio a Jesi con il famoso canestro da ‘casa sua’ di Claudio Capone. Dal 2001 al 2003 è vice allenatore di Andrea Zanchi della Sicc Jesi. Nel 2003 diviene head coach della stessa Sicc Jesi e concluderà la stagione con la promozione in Serie A rifilando un secco 3 a 0 in finale play-off alla Virtus Bologna. Il roster di quella storica stagione era composto da Montonati, Casini, Robinson, Singleton, Rossini, Rocca, Blizzard, Firic, Whiting, Salvi, Hadley, Guillermo Casini, Marco Toppi, Michele Cittadini e Lorenzo Pieralisi. Nella stagione seguente è ancora capo allenatore della Sicc Jesi in Serie A, ma fu esonerato dopo il girone d’andata. Durante le sue stagioni jesine Gresta messo in mostra, oltre che per le sue qualità tecniche ed umane, anche per il suo fiuto di talent scout portando in Italia, e a Jesi, numerosi giocatori di valori. Nel 2005 viene scelto da Trapani capo allenatore in Legadue. Nel 2006 ritorna ad Avellino prendendo il posto di Andrea Capobianco. E’ stato commentatore tecnico televisivo al fianco di Franco Lauro. Dal 2017 ha scelto di allenare in Europa, Austria, prima al Traiskirchen Lions (Vienna) e poi al Bc Vienna. Da questa stagione è ritornato in Italia chiamato da Firenze per un progetto molto concreto e ben preciso. Gresta a Jesi ha lasciato un ricorso indelebile e, senza ombra di smentita, è certo che settimanalmente si confronta ancora con tanti sportivi e ex addetti ai lavori jesini.

©riproduzione riservata




Basket serie B / Jesi Academy al via, le prime parole di coach Ghizzinardi

Tutti presenti alla palestra ‘Novelli Aurora Basket’ accolti da Rizzitiello. Clima sereno, gioviale e determinato

JESI, 19 agosto 2022 – In mattinata si sono svolti i test di routine con i giocatori all’interno della palestra Novelli e una primissima fase di allenamento dove gli atleti si sono cimentati per lo più nei tiri a canestro.

palestra Aurora basket Jesi ‘Primo Novelli’

Era presente il Club Manager Nelson Rizzitiello. E’ iniziata così la stagione in casa Basket Jesi Academy, il tutto svoltosi in un clima assolutamente sereno, gioviale ma determinato in attesa della prima sessione tecnica lunedì pomeriggio 22 agosto al Cardinaletti.

Rizzitiello – Ghizzinardi

“Siamo entusiasti le prime dichiarazioni di coach Ghizzinardima allo stesso tempo consci del tipo di stagione che ci aspetterà e che come tutti sappiamo sarà ardua e sicuramente combattuta fino alla fine. Difatti, quest’anno in particolare, non si avrà la certezza di nulla fino a fine campionato a causa delle nuove modifiche apportate legate alla riforma a meno che non si riesca a dominare il campionato dall’inizio alla fine senza battute d’arresto. Questa, come si può supporre, è un’opzione non facilmente realizzabile. Perciò alla luce di tutto, siamo pronti a giocarcela fino alla fine.”

Le prime impressioni sulla squadra sono così commentate “Diversi di questi ragazzi li avevo allenati. Gli altri sono stati avversari come ad esempio Marulli, Merletto o Filippini. Seppur ero a conoscenza delle loro doti tecniche e umane, è pur vero che finché non li alleni di persona, non riesci mai a renderti conto della reale situazione. Ad ogni modo siamo convinti che se oggi questi atleti sono qui, è perché saranno in grado di  soddisfare le nostre richieste sia tecniche che umane.”

A proposito dei primi allenanti ufficiali di lunedì Ghizzinardi specifica: “A diffidenza di come accadeva anni addietro ora da subito i giocatori avranno un tipo di allenamento con la palla in mano: non “cinque contro cinque” ma situazioni di “contro zero”.  Ad esempio cinque contro zero o tre contro zero. Si punterà quindi inizialmente su un tipo di allenamento tecnico basato sulle collaborazioni ma non prettamente agonistico. Un’intensità bassa dovuta al lavoro intenso che verrà svolto invece al mattino (la preparazione atletica sulla pista del Cardinaletti). Per quanto riguarda le sedute specificatamente tecniche occorrerà attendere i confronti ed i responsi delle prime partite amichevoli, a cominciare da quello contro Ancona.”

Valentina Triccoli

©riproduzione riservata




Basket serie B / Nelson Rizzitiello: “l’obiettivo è restare in categoria”

Il neo Club Manager del Basket Jesi Academy parla del nuovo ruolo, di Ghizzinardi, del basket jesino, dei tifosi

JESI, 17 agosto 2022 – Le vacanze si stanno oramai avviando a conclusione, coincidendo con l’inizio delle attività della squadra.

In procinto dunque delle oramai prossime competizioni  amichevoli e soprattutto dell’inizio della Supercoppa prima e del campionato poi, proviamo a fare il punto della situazione assieme al neo Club Manager della Basket Jesi Academy: Nelson Rizzitiello.

Da questa stagione ha ufficialmente dato l’addio al basket giocato e iniziato la nuova esperienza in qualità di Club Manager. Come ha maturato questa decisione e come si trova in questa nuova veste?

”La decisione di smettere di giocare è maturata a seguito dell’ultimo infortunio subito nella scorsa stagione. Ho avuto una ripresa piuttosto sofferta, in più lo scorso campionato è stato alquanto arduo e quindi tutti questi fattori hanno portato a questa conclusione. Era giunto il momento per me di continuare a vivere la pallacanestro, ma sotto un’altra forma. La società a questo punto mi ha fatto la proposta di diventare club manager e dato che il mio scopo era quello di continuare ad essere utile e dare un valido aiuto per la squadra, ho accettato. Ora è vero che mi occupo più dell’aspetto manageriale ma ad ogni modo riesco a mettere la mia esperienza al servizio dei più giovani, per avviarli al mondo del professionismo. Vorrei curare più da vicino la crescita dei ragazzi, il mio scopo  è questo. Ho seguito il coach nella costruzione del roster, ne gestisco anche l’aspetto tecnico e all’occorrenza, in caso di eventuali  problemi di spogliatoio, con il mio bagaglio di esperienza so come gestire le situazioni”.

Ci sono stati grandi cambiamenti, compresa la riforma dei campionati, quali le impressioni sulla squadra?  

”Come detto, abbiamo fatto diversi cambiamenti e questo a causa delle riforme dei campionati  che porteranno a delle stagioni più difficoltose. Abbiamo puntato su giocatori di categoria che hanno già fatto bene e vinto nelle scorse stagioni e che ci auguriamo possano continuare a progredire anche in questa”.

E sul coch cosa ci dice?

“Per quanto riguarda Ghizzinardi, credo non abbia bisogno di presentazioni. Un professionista e di categoria. Sicuramente all’altezza del suo ruolo. Purtroppo non ho avuto il piacere di essere allenato da lui a causa anche dei miei infortuni ma con questa nuova avventura, sicuramente avremo modo di collaborare in più occasioni. Insieme, come detto prima, abbiamo già cooperato per la costruzione del roster”.

La piazza è scettica e poco convinta, il marchio Aurora in serie B, per il momento, non c’è più. Cosa vuole dire uno jesino ai supporters arancioblù?

”Sono al servizio della squadra e voglio aiutare i giovani e il basket jesino. Penso che la cosa più importante sia la praticità e in questo caso non c’è cosa più utile che aiutare i giovani e continuare a tenere alta la bandiera della pallacanestro a Jesi. Non entro in merito circa eventuali colpe o colpevoli, che sicuramente ci saranno state e stati, ma da parte mia cerco di fare il meglio e aiutare, questo indipendentemente dal nome. Conosco praticamente tutti nell’ambiente  e mi dispiace molto per la situazione che si è creata ma io punto al bene del basket. Anche perché poi alla fine chi ne fa le spese maggiori sono sempre i ragazzi e lo sport in generale, ed è questa la cosa che mi rattrista di più.”

Quindi che tipo campionato si aspetta per l’Academy?

”Ci saranno molte squadre agguerrite tra le quali diverse marchigiane, che ho visto si stanno attrezzando bene. Mi aspetto un campionato all’insegna della competitività. Per Jesi Academy la speranza è rientrare tra le prime quattro ma l’obiettivo è garantire il mantenimento della categoria”.

Valentina Triccoli

©riproduzione riservata




Basket serie B / Riccio a Matelica, ‘Ciccio’ Rossetti in Ancona

Fissate le date del raduno e delle prime amichevoli per Basket Jesi, Goldengas Senigallia, Ristopro Fabriano

JESI, 9 agosto 2022 – Ultime mosse e messa a punto dell’organizzazione per le formazioni di serie B di pallacanestro di casa nostra.

Riccio

Polselli

La Vigor Basket Matelica inserisce nel proprio roster la gurdia ala classe 1996 Gianpaolo Riccio ex Virtus Civitanova. Il giocatore con trascorsi a  Capo d’Orlando e Avellino ha scelto il progetto Matelica perchè “dopo una stagione un po’ così ho bisogno di riscatto e credo che Matelica sia la piazza giusta per farlo”.

Dell’ultima ora anche l’ingaggio di Samuele Polselli ala-pivot classe 2001 dal Grottaferrata Basket (Serie C Gold Lazio).

 

La Mosconi Ancona, invece, ha inserito nel proprio staff tecnico Maurizio ‘Ciccio’ Rossetti che coach Piero Coen comosce molto bene sin dai tempi di Jesi.

Il Basket Academy, dal canto suo, ha reso noto che il raduno della prima squadra avverrà il 19 agosto e il 20 ci sarà la tradizionale cena di benvenuto a vecchi e nuovi e ai componenti lo staff. Il primo test sabato 3 settembre proprio in Ancona contro il Campetto che a sua volta mercoledì 7 settembre restituirà la visita al PalaTriccoli.

Per ciò che riguarda la Goldengas Senigallia il raduno ci sarà il 19 o 20 agosto e la prima amichevole, da ufficializzare, il 6 settembre a Matelica. Quest’ultima non ha ancora fissato la data del primo giorno mentre la Ristopro Fabriano si radunerà il 18 agosto e la prima amichevole è già organizzata per domenica 28 a Carpegna contro Pesaro.

©riproduzione riservata




Basket serie B / Jesi Academy, ‘Curva Nord’ conferma: “niente a che vedere con questa società”

“A noi – scrivono – non interessano risultati o promesse di campionati di vertice: prima vengono le persone la chiarezza e il rispetto reciproco”

JESI, 8 agosto 2022 – Dal gruppo ‘Curva Nord Jesi’ riceviamo e integralmente pubblichiamo.

“Come già annunciato, abbiamo assistito alla conferenza stampa indetta dalla nuova/vecchia dirigenza per conoscere ragioni e modalità per cui, da un giorno all’altro, è scomparsa l’Aurora basket, lasciando spazio ad una nuova creatura senza alcun preavviso da parte di nessuno, solamente consultando una nota della Lega nella quale non era più presente il nome della storica società che per anni ha rappresentato il vanto di una intera comunità. Tale conferenza non era stata annunciata da nessuno, fatto che già ci ha lasciato interdetti, e, inoltre, specifichiamo che non siamo entrati grazie al compiacimento di qualcuno, ma saremmo comunque entrati ad ogni modo. Una possibilità si dà a tutti, così abbiamo assistito, prima in silenzio, poi intervenendo quando la situazione si è palesata come già ci aspettavamo: la nuova società altro non è che un continuo della vecchia, con due volti in più presi da fuori regione, che altro non sono che due nomi lì per l’occasione, già esperti in acquisizioni di altre società. La nostra posizione è netta, chi ha portato alla scomparsa dell’Aurora all’insaputa di tutti, non può essere l’artefice di una rinascita, la sua occasione e fiducia è stata persa nel corso degli anni, sia per gli insulti via social perpretati per vari anni al nostro indirizzo, sia per la presa in giro di questo fantomatico passaggio di consegne. Come già accaduto a fine stagione, non perderà occasione di ‘rimpiazzarci’, e, per questo, comunichiamo alle varie tifoserie presenti che il gruppo ‘curva nord jesi’, non ha niente a che vedere con questa nuova realtà. Il gruppo non si scioglie, onoreremo gemellaggi e rivalità come sarà possibile, e saremo pronti a tornare quando veramente verrà fatta una operazione di pulizia societaria, se qualcuno ha qualche progetto di vera rinascita, siamo pronti a parlarne. Sicuro non sarà facile lasciare la nostra casa, per anni è stato il nostro più grande amore, ma la coerenza e il rispetto per l’Aurora ci porta a questa dura scelta. Sicuro a noi non interessano risultati o promesse di campionati di vertice, prima vengono le persone, la chiarezza e il rispetto reciproco, senza di queste non può esserci altro”.

Precisazione

Nel giorno della conferenza stampa di presentazione della Basket Jesi Academy avevamo scritto che sul tavolo dei relatori – Ciaccafava, Villani, Del Conte, Lardinelli – c’era la foto della Sicc Bpa che aveva vinto il campionato di A2 e promossa in massima serie. La precisazione sta nel fatto che, come ci ha fatto notare i tifosi, la foto sul tavolo “è stata messa lì da noi per ricordare ai presenti cosa fosse l’aurora Basket”.

©riproduzione riservata




Basket serie B / Intervista a Rodolfo Rombaldoni team manager a Faenza

L’ex giocatore della Sicc Bpa nell’anno della serie A fa il punto sul nuovo campionato e sull’obiettivo della sua squadra

JESI, 5 agosto 2022I calendari per la prossima stagione 2022/23 sono oramai stati varati e ovviamente c’è grande attesa, oltre che curiosità già per i  primi match.

Ci si domanda  a che punto saranno le varie squadre e sopratutto come sapranno affrontare queste nuove riforme, che prevedono un campionato arduo per tutte le controparti.

Ne abbiamo parlato con l’attuale team manager dei Blacks Faenza nonché ex giocatore SICC Jesi in serie A1, il marchigiano Rodolfo Rombaldoni.

La regular season per l’imminente stagione è oramai stata delineata. Per la prima giornata di campionato il Faenza giocherà ad Ozzano. Ci può dire quali sono le sue prime impressioni a riguardo?

”È sempre difficile prevedere come sarà la partenza. Posso solo dire che Faenza punta sul fatto che può far molto rispetto all’anno scorso. Quello che ci si aspetta è una partenza a pieni giri e un gruppo consolidato. Ovviamente come si usa dire, la teoria è un conto poi dopo la pratica..”

Cosa ne pensa delle nuove riforme del campionato? Potrebbero essere viste come un opportunità o piuttosto un ostacolo in più cui far fronte?

”Sono dell’idea che il problema non sia nella riforma in se ma piuttosto nel fatto che nel  giro di relativamente poco tempo ci siano ogniqualvolta delle modifiche cui far fronte. Non vedo una visione più ampia della cosa e questo a mio parere potrebbe portare dei disagi alle varie società. Magari potrebbe accadere che ci si ritrovi a programmare, anche ad investire molto, per poi alla fine ritrovarsi molto più facilmente del previsto in situazioni dove non vorresti essere, l’insidia è quella. Non lo vedo come un incentivo ad investire in questo sport. Staremo a vedere. Intanto pensiamo ad attrezzarci.”

Che caratteristiche dovrebbe avere una squadra per puntare in alto o almeno ad una salvezza sicura?

”La sfida principale è essere costanti per tutto l’anno così da arrivare in fondo anche ai play off, cosa molto difficile come ci si può immaginare. L’obiettivo dovrebbe essere quello di arrivare il più in forma possibile alla fasi finali, scongiurando gli imprevisti. Altro fattore da non sottovalutare è vedere quando effettivamente il gruppo squadra riuscirà  ad amalgamarsi. Anche questo fattore, sopratutto  in certi  casi, può fare la differenza e influire nel rendimento di una stagione”

Che obiettivi hanno per quest’anno i Blacks Faenza?

”Puntiamo a fare sicuramente meglio dell’anno scorso. Non sappiamo fino a punto arriveremo ma a ogni modo credo sia legittimo provare a puntare in alto. Non nascondo che l’obiettivo prossimo è piazzarsi tra le prime quattro alla fine della regalar season ma poi come sempre sarà il campo a emettere il giudizio finale. Siamo reduci da un ottimo fine campionato dalla precedente stagione ragion per cui, perché non provare a ripetersi? Con qualche buon innesto, tenteremo nell’impresa.”

Valentina Triccoli

©riproduzione riservata




Basket serie B / Jesi Academy completa il roster con i suoi giovani

Saranno con Ghizzinardi Yusupha Konteh, Alex Ginesi, Giacomo Moretti, Francesco Giulietti e Joshua Vita Sadi

JESI, 4 agosto 2022 Mercato estivo arrivato alle battute finali. La Basket Jesi Academy chiude il cerchio con i nomi dei giovani che andranno a completare il roster.

Tramite comunicato stampa la società arancioblu annuncia i baby a disposizione di coach Ghizzinardi per la prossima stagione 2022/23: Yusupha Konteh, Alex Ginesi, Giacomo Moretti, Francesco Giulietti e Joshua Vita Sadi.  

Ghizzinardi

Il primo, il centro Yusupha Konteh, ritorna  in quel di Jesi dopo due anni da quell’ultima stagione 2020/21 dove ebbe occasione di mettersi in luce per le sue doti tecniche.  205 centimetri, classe 2002, originario del Gambia continuerà il suo percorso di crescita sotto la guida  di Ghizzinardi, che lo allenerà per il terzo anno consecutivo. Giocatore duttile, oltre che ricoprire il ruolo di quarto lungo, giocherà anche nella C Gold in doppio utilizzo tra le file del Montemarciano Basket.

Rimane in pianta stabile invece Alex Ginesi. Guardia tiratrice jesina, le sue doti sono già emerse  durante lo scorso campionato dove più volte si è reso protagonista di belle giocate. Qualità che non sono certo passate inosservate alla società jesina che ne ha decretato il rinnovo anche per la prossima stagione. Anche lui ritroverà Ghizzinardi il quale, intuendo già il suo potenziale, lo lanciò due stagioni fa in occasione della gara-2 di playoff contro Rieti dove grazie ai suoi canestri sopratutto dalla lunga distanza, si aggiudicò il proprio posto al sole tra i grandi. Anche per lui previsto doppio utilizzo in un altro campionato senior parallelo.

memed

I restanti Giacomo Moretti, Francesco Giulietti e Joshua Vita Sadi sono reduci dall’esordio tra i grandi nella scorsa stagione: “Un impegno, il loro, preziosissimo nell’ultima annata disputata, un apporto che garantiranno anche quest’anno dividendosi in doppio tesseramento: Moretti disputerà la Serie C Silver con la maglia del Basket Auximum, Giulietti e Vita, invece, saranno protagonisti in Serie D con la canotta della FalkoDinamis Falconara.”

In uscita invece Lamine Tandia e Rezart Memed: ”il maliano si trasferirà al Derthona Basket in Serie A, mentre il nord macedone, dopo aver prolungato il suo contratto con Jesi per altri due anni, sarà prestato al Basket Prishtina, squadra militante nella massima serie kosovara e impegnata anche nel qualyfing round della prossima edizione di FIBA Europe Cup.”

v.t.

©rproduzione riservata




Basket serie B / Jesi debutta in casa contro Piacenza, per Senigallia il derby contro Ancona

Fabriano-Jesi il 30 ottobre , Matelica-Fabriano il 6 novembre. Un solo turno infrasettimale ed una lunga sosta a Natale

JESI, 4 agosto 2022 – Diramato il calendario ufficiale della serie B girone C dopo che ieri era stata anticipata la prima giornata (leggi qui…).

Alla seconda giornata Jesi debutta in casa contro Piacenza mentre a Senigallia il primo derby marchigiano contro Ancona. 

I derby: 9 ottobre 2022 Senigallia – Ancona; 30 ottobre Ancona – Matelica, Fabriano – Jesi; 6 novembre Matelica Fabriano; 13 novembre Senigallia – Matelica; 7 dicembre Senigallia – Jesi; 11 dicembre Ancona – Fabriano; 18 dicembre Jesi – Matelica; 8 gennaio 2023 Ancona – Jesi; 15 gennaio Fabriano – Senigallia.

Nel girone d’andata è prevista una gara infrasettimanale, il 7 dicembre e poi una lunga sosta nel periodo natalizio- fine anno con il campionato che si fermerà dal 19 dicembre al 7 gennaio.

©riproduzione riservata




Basket serie B / Antonio Gallo al Matelica, Jesi Academy firma Filippo Massi Cicconi

Il nuovo play matelicese viene da Pozzuoli il centro da Senigallia. A Jesi i nomi dei collaboratori sono quelli di Audino, Zizzi e Giglietti  

JESI, 3 agosto 2022 – La Vigor Basket Matelica firma il play Antonio Gallo, il Basket Jesi Academy l’ala centro Filippo Cicconi Massi e copre i ruoli dirigenziali confermando in toto tutto l’organico della precedente annata.

Gallo, classe 2000, proviene dalla Bava Pozzuoli (Serie B). Nato e cresciuto a Napoli passa alla Megaride e poi a Scauri prima di Salerno e Pozzuoli.

Queste le sue prime parole da neo giocatore vigorino: «È stato facile scegliere Matelica dopo aver compreso l’ambiente e l’ambizione della società. So che l’intenzione, una volta saliti in B, è quella di confermarsi nella categoria e io non vedo l’ora di dare il mio contributo per raggiungere i traguardi che la società si è posta. Dal punto di vista personale, sono curioso di cimentarmi in un girone nuovo, con la voglia di lavorare per migliorarsi ogni giorno. Credo che costruendo un gruppo coeso potremmo toglierci tante soddisfazioni, divertendoci e facendo divertire i nostri tifosi».

Filippo Cicconi Massi

Per la squadra di Ghizzinardi invece l’annuncio riguarda Filippo Cicconi Massi classe 1995 ala centro nelle ultime tre stagioni a Senigallia.

Cicconi, scrivono dalla società, è un lungo duttile e con buone capacità fisiche e sarà un’aggiunta notevole nel reparto lunghi.

Audino e Zizzi

A Jesi, poi, nel segno della continuità, sono stati confermati nei loro incarichi il  Direttore Sportivo Carlo Maria Audino e il Team Manager Diego Zizzi.

Nel comunicato della società, si legge, che Audino è alla sua terza stagione consecutiva nello staff dirigenziale jesino mentre Zizzi è figura di grande affidabilità nella gestione della quotidianità in palestra e riferimento assoluto in termini di disponibilità sia per la società sia per il gruppo squadra.  Altra figura di riferimento è quella di Marco Giglietti.  
©riproduzione riservata

 




Basket serie B / Prima giornata, solo Ristopro Fabriano in casa contro Empoli

Trasferte per General Contractor Jesi a Imola, Goldengas Senigallia a Piacenza, Matelica a San Miniato

JESI, 3 agosto 2022 – Varato il calendario della stagione 2022-2023 della Serie B Girone C, che partirà il 2 ottobre per concludersi il 7 maggio.

Playoff con inizio domenica 14 maggio 2023 e a seguire Final Four per le due promozioni in A2.

Questo il quadro completo della prima giornata: Ozzano – Faenza, Ancona – Cesena, Ristopro Fabriano – Empoli, Fiorenzuola – Rieti, Firenze – Andrea Costa Imola, Virtus Imola – General Contractor Jesi, Piacenza – Goldengas Senigallia, San Miniato – Matelica.

Il calendario integrale dei gironi A, B, C, D sarà reso noto domani giovedì 4 agosto.

LA FORMULA

Al termine della stagione le prime 4 di ogni girone accedono a 4 tabelloni playoff da 4 squadre ciascuno, su due turni. Le vincenti passano ad un concentramento in campo neutro, con girone all’italiana: al termine delle 3 gare, le prime due classificate sono promosse in A2 2023/2024. Le squadre classificate dal 5° al 12° posto accedono ad un turno unico al meglio delle 5 gare (5-12, 6-11, 7-10, 8-9): le vincenti accedono alla Serie B, le altre si riposizionano in Interregionale. Scendono direttamente in Interregionale le squadre che al termine della stagione regolare si classificano dal 13° al 16° posto.

 SUPERCOPPA

La fase di qualificazione, strutturata su tabellone tennistico a 64 squadre e 4 turni ad eliminazione diretta (32esimi, 16esimi, ottavi, quarti), avrà inizio l’11 settembre, con la disputa dei quarti di finale il 21 settembre. Il Trofeo sarà assegnato in occasione della Final Four del 24 e 25 settembre.

Al primo turno questi gli accoppiamenti: Goldengas Senigallia – Basket Jesi Academy, Janus Basket Fabriano – Campetto Basket Ancona, Real Sebastiani Rieti – Vigor Matelica

©riproduzione riservata