1

Atletica / I fratelli di Cingoli Mauro e Daniele Scattolini tra i primi mille classificati della Maratona di Atene

I due portacolori dell’Atletica Cingoli si sono distinti tra oltre 12 mila partecipanti nella capitale greca, seguendo i consigli del presidente Simone Giglietti

CINGOLI, 27 novembre 2022 – Da Cingoli arrivano alla storica Maratona di Atene e si piazzano tra i primi mille classificati. I fratelli Mauro e Daniele Scattolini, portacolori dell’Atletica Cingoli, infatti, lo scorso 12 novembre hanno partecipato alla XXXIX edizione della corsa podistica per eccellenza nella capitale greca, chiudendo entrambi sotto le 3 ore e mezza il percorso di oltre 42 km.

La Maratona di Atene è la madre di tutte le maratone, dato che parte proprio dalla Piana di Maratona, nella capitale greca, per concludersi allo Stadio Panathinaiko, l’unico impianto sportivo del mondo ad essere costruito interamente con marmo pentelico.

Mauro Scattolini, 42 anni, è un progettista di strutture in acciaio ed edili, mentre Daniele, 36enne, è un dipendente amministrativo, specializzato in marketing commerciale presso l’azienda Fileni. Proprio con alcuni colleghi della multinazionale jesino-cingolana il 2 novembre, 10 giorni prima della Maratona di Atene, aveva partecipato alla Run For Inclusion a Milano: una sorta di “prova generale” in vista del grande appuntamento ateniese.

Il risultato della trasferta greca è stato al di sopra delle aspettative dei due fratelli cingolani. Mauro è arrivato 478° in 3 ore e 16 minuti, quindi Daniele lo ha succeduto all’899° posto in 3 ore e 27 minuti. Il vincitore, il greco Pitsolis, è arrivato davanti a tutti in 2 ore e 23 minuti, mentre il primo italiano, l’abruzzese Amabrini, è arrivato 88° in 2 ore e 53 minuti. La migliore donna italiana, Ilaria Zaccagni, è arrivata sul traguardo in 3 ore e 12 minuti, precedendo Mauro Scattolini di soli 240 secondi.

I due fratelli Scattolini sono soddisfatti della loro performance in un contesto straordinario, vista la partecipazione di oltre 12 mila maratoneti, con un’organizzazione perfetta e un ambiente davvero all’insegna del fair play. Gli ottimi piazzamenti sono frutto di tanti allenamenti svolti con passione, impegno e dedizione negli ultimi mesi, nonostante infortuni e acciacchi.

Spesso si vedono, infatti, i fratelli Scattolini ed altri membri dell’Atletica Cingoli allenarsi sulla passeggiata pedonale di Cingoli, tra Viale della Carità e la Galleria delle Tassinete (Foro), passando per la località Sparaceto, attraversando i cosiddetti “Due Ponti”.

La partecipazione e il piazzamento alla Maratona di Atene è il giusto premio alla fatica e al tempo dedicato nei loro allenamenti, nei quali hanno avuto i preziosi consigli di un certo Simone Giglietti, presidente dell’Atletica Cingoli e podista cingolano per eccellenza, dato che ha partecipato alle 5 maratone più importanti del mondo (Boston, New York, Berlino, Londra, Tokyo e Chicago). Mauro e Daniele Scattolini hanno tutte le premesse per poter raccogliere la sua eredità.

©riproduzione riservata




Atletica / Federico Vitali e Sofia Marchegiani, i diamanti cingolani su pista dell’Avis Macerata

Federico, classe 2003 di Mummuiola, ha stabilito il record societario ai campionati italiani sugli 800 metri; Sofia, 17 anni di Grottaccia, ha vinto tre medaglie a Molfetta tra ostacoli e staffetta

CINGOLI, 9 ottobre 2022 – Cingoli sta sfornando talenti di atletica a ripetizione. Dopo aver parlato di Rachele Tittarelli e Riccardo Ricci, oggi vi parliamo dei fondisti Federico Vitali e Sofia Marchegiani, anche loro protagonisti in questo 2022 di prestazioni eccezionali nei campionati italiani di categoria come portacolori dell’Atletica Avis Macerata.

Federico Vitali

Federico Vitali, classe 2003, abita a Mummuiola. In primavera ha conquistato il diritto a partecipare al Campionato Italiano Under 20, sia sui 400 metri con un tempo di 48’’77, che sugli 800 in 1’52’’28. Nella manifestazione tricolore ha deciso di partecipare solo alla gara sugli 800 metri e si è piazzato al quarto posto, stabilendo il record personale di 1’51’’80: è anche il miglior tempo della storia su tale distanza della società maceratese, con il crono precedente che resisteva dal 1985. Per soli 80 centesimi, inoltre, non è riuscito a qualificarsi per i Campionati Mondiali di Bali.

Federico Vitali

Nella recente gara di Molfetta per il Campionato italiano delle società, infine, ha contribuito al bronzo della staffetta 4×400 metri insieme ai compagni di squadra Andrea Pietrella, Matteo Vitali e Ndiaga Dieng,quest’ultimo medaglia di bronzo nei 1500 metri piani nei giochi paralimpici di Tokyo 2020

Sono soddisfatto della stagione estiva – ci dice Federico – e della quarta posizione al Campionato Italiano. Mi sto preparando per la stagione invernale, cercherò di correre nelle gare indoor”.

Sofia Marchegiani

Spostandoci più a sud rispetto a Mummuiola, precisamente a Grottaccia, troviamo la classe 2005 Sofia Marchegiani, specializzata nella corsa ad ostacoli e nelle lunghe distanze. Lo sport è di famiglia in casa Marchegiani, dato che suo padre Massimo è stato calciatore ed è attualmente allenatore di calcio a 5 con l’Aurora Treia in C2.

Dopo aver partecipato ai campionati italiani di Corsa campestre a Trieste, ad aprile si è qualificata ai campionati italiani su pista a Milano nei 2000 siepi e con la staffetta 4×400.

Sofia Marchegiani

Nei campionati di società assoluti di Palermo, Sofia ha contribuito al sesto posto di squadra nei 3000 siepi. A Molfetta, nei Campionati di società allievi, ha conquistato una medaglia d’argento nei 2000 siepi (8’04’’33)ed è arrivata seconda ai 3000 metri piani (11’40’’85). Con le sue compagne di squadra Maskrem Paparello, Anna Mengarelli e Maria Baldoni, inoltre, ha conquistato il bronzo nella staffetta 4×400.

Questa stagione – commenta Sofia – è stata piena di emozioni. Ho sempre cercato di dare il meglio e gli sforzi che ho fatto mi hanno dato una grande soddisfazione. Sono venuta a sapere, inoltre, che sono arrivata prima al “Gran Prix del Mezzofondo” zona centro Italia. Posso ritenermi molto soddisfatta di questa stagione 2021/2022, sono riuscita a migliorarmi in quasi tutte le distanze. Come tutti anche io ho avuto il mio periodo “no”, che sono riuscita a superare grazie all’appoggio della mia famiglia, dei miei compagni di squadra e dei miei allenatori Maurizio Iesari e Sabrina Mozzoni”.

Insomma, sembra che molti giovani cingolani stiano seguendo le orme del maratoneta Simone Giglietti, presidente dell’Atletica Cingoli. E’ un peccato, però, che debbano crescere fuori dalla città Balcone delle Marche, pur riconoscendo l’alto valore e il blasone della società Atletica Avis Macerata.  

©riproduzione riservata




ATLETICA/ Torna lo storico trofeo podistico “Città di Senigallia”

Lo Stadio Saline di Senigallia, dedicato solo all'atletica

Si riparte dopo lo stop per la pandemia con l’edizione 41, lunedì 18 aprile: centinaia di partecipanti

SENIGALLIA, 15 Aprile 2022 – Dopo due anni di stop a causa del covid, torna l’appuntamento più importante e tradizionale di tutto il podismo senigalliese, il «Trofeo Città di Senigallia», giunto ormai all’edizione numero 41.

La competizione si svolgerà nel giorno di Pasquetta, lunedì 18 aprile, e vedrà la presenza di centinaia di atleti di ogni età provenienti da tutta la regione Marche e non solo.

Si partirà alle 9.30 dalla pista di atletica delle Saline, da cui si uscirà rapidamente per dirigersi verso il centro storico della città e il lungomare di levante, con passaggio di fronte alla Rotonda e infine ritorno alla pista delle Saline dopo un percorso complessivo, interamente pianeggiante, di 10 chilometri.

La gara si esaurirà in meno di due ore durante le quali le strade attraversate saranno completamente chiuse al traffico delle auto per garantire al massimo la sicurezza dei partecipanti, non necessariamente tesserati Fidal: è infatti consentita la partecipazione pure degli amatori, per i quali è prevista una gara non competitiva lungo lo stesso percorso. La gara competitiva sarà valida per il Gran Prix Marche 2022 della Federazione Atletica.

Ci saranno inoltre anche una camminata di 5 km nelle stesse strade cittadine e le gare riservate ai giovani dai 0 ai 15 anni, quest’ultime interamente programmate all’interno della pista di atletica delle Saline.

Sul sito ufficiale dell’Atletica Senigallia, organizzatrice dell’evento, i moduli per iscriversi ai vari eventi in programma nella mattinata di lunedì 18 aprile.

Andrea Pongetti

©RIPRODUZIONE RISERVATA




ATLETICA/ Senigallia: “a queste condizioni, pronti a chiudere”

Parla l’ex campione di marcia Carlo Mattioli, presidente dell’Atletica Senigallia

SENIGALLIA, 30 Novembre 2021 – Proseguono a Senigallia le polemiche per gli aumenti dei costi annuali degli impianti per le società sportive, una questione ormai di interesse non soltanto sportivo ma anche e soprattutto politico.

Sul tema interviene Carlo Mattioli, ex campione internazionale di marcia (5° alle Olimpiadi di Los Angeles 1984), attuale presidente dell’Atletica Senigallia.

“Negli ultimi giorni sembra che lo sport a Senigallia sembri ridursi ad una mera esposizione di cifre (soldi)sottolinea Mattioliquindi ritengo opportuno presentare a malincuore quelle del sodalizio a cui sono capo.

La nostra società fino ad un mese fa pagava circa tremila euro annue per la pista di atletica, il campo era aperto per circa 11 ore al giorno (fino a qualche anno fa addirittura 14), 10 il Sabato e 5 la Domenica.

Il listino presentato dalla nuova società è di 20 euro orarie con sconto del 20% quindi 16. Per garantire l’attività giovanile e master necessitano almeno 7 ore al giorno (8 nei feriali e meno sabato e domenica).

Un rapido conto dice che siamo a circa 100 euro al giorno che fa tremila al mese per un totale di 36 mila euro annue: ciò vale a dire chiudere.

Non voglio poi parlare dell’impianto fatiscente, totale assenza di attrezzature perché merita un capitolo a parte (condizioni oggettivamente pietose di un impianto che fu preso a modello alla sua realizzazione negli anni Ottanta).

La società Saline (chiamata a gestirlo) oltre alla sua intransigenza sui prezzi ci ha già comunicato che non farà interventi fino a metà 2023.

Ho già interessato i vertici regionali del CONI e della FIDAL, poi passerò al presidente nazionale FIDAL Stefano Mei e al presidente del CONI Giovanni Malagò e se questi ci diranno che questo è giusto alzeremo le braccia, chiuderemo la società e se qualcuno più bravo di noi sarà in grado di far praticare l’atletica a Senigallia a giovani e meno giovani a queste condizioni ben venga”.

Andrea Pongetti

©RIPRODUZIONE RISERVATA




ATLETICA / Europei, ancora a medaglia Mancioli e Gerini

Oro e argento per il velocista Luca Mancioli ed argento nel getto del peso per Daniel Gerini

 

FABRIANO, 11 ottobre 2021 – La “missione” ferrarese si Luca Mancioli e Daniel Gerini si è conclusa ieri con una nuova grande giornata agli Euro TriGames di Ferrara per paralimpici . Dopo le prime due giornate di trionfi (per Mancioli oro nella 4×100 e doppio argento nei 100 e nei 400 e oro nel disco per Daniel) altre medaglie ieri da aggiungere nel palmarese dei due campioni della Po.Di.F. Mirasole.

Dopo aver vinto la batteria nei 200 (tempo 29 secondi e 37) Luca Mancioli ha affrontato con piglio deciso la finale, ma nella grande sfida ferrarese è stato battuto dal compagno di squadra Andrea Piacentini. Duello al fotofinish però con Tiziano Capitani, preceduto dal campione della Mirasole di 3 centesimi di secondo.

Un podio tutto italiano, anteprima dell’altra grande prova di squadra della 4×400, dove Mancioli, Capitani, Nieddu e Casarin hanno demolito la resistenza portoghese e polacca (rispettivamente argento e bronco) in poco meno di 5 minuti e 30 secondi. Ancora una volta la staffetta maschile è riuscita a portare la migliore prestazione sul gradino più alto del podio.

Nel peso Daniel Gerini si è dovuto inchinare solamente alla prestazione maiuscola del portoghese Machado, capace di lanciare al 10 metri e 28 centimetri. Una misura di livello internazionale, imprendibile per il giovane fabrianese che nei 4 lanci di finale si è fermato a 9 metri e 47 centimetri. Troppo distante il portoghese, ma nonostante tutto una prova costante e di grande spesso per il portacolori azzurro della Mirasole. Sul terzo gradino del podio il turco Anil Demir.

Risultati sono frutto del lavoro di squadra, con Daniel Gerini seguito da Pino Gagliardi in pedana e Gladis Andreolli in palestra e Luca Mancioli in pista da Renato Carmenati e Massimiliano Poeta.

(Redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA




ATLETICA / Luca Mancioli come Marcell Jacobs: oro nella 4×100

Per il campione della Po.Di.F. Mirasole anche un prestigioso argento nei 400 metri piani

FABRIANO, 10 ottobre 2021 – Ancora una volta a Ferrara Luca Mancioli porta medaglie ed onore ai ragazzi vestiti d’azzurro.

Agli Euro TriGames di Ferrara per paralimpici seconda giornata da incorniciare per il portacolori della Po.Di.F. Mirasole, che porta a casa un oro ed un argento.

Nella finale dei 400 Luca è stato battuto solamente dal compagno di squadra Luca Capitani, che ha corso in 1:14:42.

Nella 4×100 il quartetto composto da Mancioli, Rondi, Capitani e Piacentini è riuscito a conquistare il gran tempo di 1:00:71 staccando con buon margine il quartetto portoghese e conquistando l’oro.

Sul terzo gradino del podio i polacchi.

Questo il programma di oggi per Luca Mancioli e per Daniel Gerini, chiamato anche lui bissare il successo nel disco di venerdì. Ad un secondo circa di distanza (1:15:98) Luca, che ha regolato il polacco Ulatoswki arrivato dietro al duo tricolore.

Per Luca impegno sui 200 e nella staffetta 4×400 mentre per Danieli (alle 10.40) la finale del lancio del peso.

(Redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 




ATLETICA FABRIANO / Sofia Coppari di bronzo ai campionati nazionali under 18

Ancora un risultato da incorniciare per la lanciatrice fabrianese

 

FABRIANO, 15 febbraio 2020 – Dopo la partenza sprint dello scorso gennaio (leggi l’articolo), quando al Palaindoor di Ancona spostò a 14 metri e 5 centimetri il record regionale under 18 di lancio del peso, Sofia Coppari si conferma ad altissimi livelli e conquista il bronzo tricolore.

Ancora una volta teatro dell’impresa della fabrianese il PalaIndoor di Ancona.

Una gara da applausi per il talento allenato da Pino Gagliardi, che con un quinto lancio a 13 metri e 47 centimetri si conferma tra le migliori a livello nazionale, dopo aver vinto l’argento nella scorsa stagione tra le under 16.

Prima tre lanci intorno ai 12 metri, con quello a 12 metri ed 83 centimetri a farle sfiorare il podio parziale, poi un quinto decisivo a 13 metri e 47 centimetri.

Dopo 6 lanci campionessa italiana Benedetta Benedetti (16 metri e 15 centimetri) dell’Andrea Milardi di Rieri, piazza d’onore per Anna Musci (15 metri e 17 centimetri) dell’Alteratletica Locorotondo.

Ma l’attesa non finisce qua, perché questa mattina il talento di Success Festus correrà tra le barriere dei 60 ostacoli.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Medaglia di BRONZO per Sofia Coppari ai campionati italiani allieve nel getto del peso!!! Bravissimaaa?

Un post condiviso da atletica fabriano (@atletica.fabriano) in data:

(s.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA




ATLETICA FABRIANO / MARCIA: CAMILLA GATTI VICECAMPIONESSA ITALIANA JUNIORES

Domenica da applausi per le marciatrici fabrianesi

FABRIANO, 27 gennaio 2020 – Grosseto sorride all’atletica fabrianese: al parco di via Giotto impresa di Camilla Gatti che si laurea vicecampionessa italiana juniores della 20 km di marcia. Un risultato straordinario, sostenuto anche dall’altrettanto eccellente ottavo posto di Sofia Baffetti.

Ottimo il tempo per la fabrianese, che con 1 ore 40 minuti e 35 secondi conquista un argento preziosissimo a poca distanza (2 minuti e 18 secondi) da Sara Buglisi dello Sportclub Merano. Ottava dicevamo la “partner in crime” Sofia Baffetti che chiude la sua gara in 1 ora 58 minuti e 52 secondi.

Quella in terra toscana è stata anche una giornata che ha visto la partecipazione di oltre 340 atleti: 240 nelle gare assolute ed oltre cento esordienti in quelle giovanili. Per l’Atletica Fabriano una giornata positiva anche nell’ottica della prima prova del CdS di Marcia Juniores: il secondo posto di Camilla e l’ottavo di Sofia si trasformano in 72 punti per un primo posto parziale in solitaria.

(Nell’immagine d’archivio a sinistra Camilla Gatti, a destra Sofia Baffetti)

(s.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA




ATLETICA FABRIANO / AL PALAINDOOR RECORD PER FEDERICO TEMPESTINI

Ragazzi e cadetti: tempi e misure della linea verde dell’Atletica Fabriano

 

FABRIANO, 16 gennaio 2020Il fine settimana dorico al Palaindoor ha visto scendere in pista e pedana la linea verde dell’Atletica Fabriano. Non solo il record di Sofia Coppari (leggi l’articolo), ma una serie di buoni risultati e su tutti quello di Federico Tempestini, che ha centrato il nuovo record sociale (salto in alto) categoria cadetti.

Il saltatore dell’Atletica Fabriano ha infatti centrato con 1 metro e 72 centimetri il terzo posto nel meeting dorico, “cancellando” il record societario detenuto fino a domenica scorsa da Diego Caporicci.

Il classe 2005 si è fermato (tre errori al metro e 74) al terzo posto, battuto solamente da Riccardo Ricci (Atletica Avis Macerata) e dal reatino Mattia Furlani capace di saltare al secondo tentativo 1 metro e 95.

Tanti altri giovanissimi in gara, con i 1.000 metri corsi da Mattia Ferranti (3’17″70), Alessio Cozza (3’24″46), Francesco Lanotte (3’25″50 )e  Thomas Bergamo (4’14″97) finiti rispettivamente al 24esimo, 30esimo, 31esimo e 39esimo posto.

Nei 600 metri invece Diego Annese (1’56″60) e Teresa Ninno (2’11″42) hanno concluso le loro gare con il 12esimo tempo assoluto ed il 27esimo. Ancora pista con i 60 ostacoli, con il tredicesimo tempo assoluto di Alessandro Malizia (10″84), il diciassettesimo di Matteo Traballoni (10″97) ed il venticinquesimo di Diego Annese (12″17).

Buone prove nel salto in lungo anche per Luis Da Silva (4.53), Matteo Ambrosini (4.40) e Mattia Poeta (3.78).  Nel peso ottavo posto per Matteo Ambrosini (7.91 ed attrezzo da 4 kg),  nono posto per Alessandro Malizia (7.96) e tredicesimo posto per Matteo Traballoni (7.60) nella categoria ragazzi con attrezzo pesante 2 kg.

Decimo posto per Teresa Ninno (6.02) nel peso 2 kg categoria ragazze.

-foto di copertina dal sito dell’Atletica Fabriano http://www.atleticafabriano.it/

(s.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 




ATLETICA FABRIANO / BRILLA LA STELLA DI SOFIA COPPARI: RECORD REGIONALE UNDER 18

Alla due giorni dorica oltre 1.300 atleti

 

Il photofinish della finale “D” vinta da Martina Ruggeri

FABRIANO, 13 gennaio 2020 – Partenza da applausi per l’atletica cittadina, con il meeting al Palaindoor di Ancona che ha visto il trionfo di Sofia Coppari al debutto nella categoria allieve. Il talento allenato da Pino Gagliardi ha subito incantato nel peso, conquistanto vittoria  e record regionale under 18 portando il limite a 14 metri e 5 centimetri.

Per Sofia un miglioramento di quasi un metro e la decima allieva di sempre in Italia. Un grandissimo passo avanti dopo il secondo posto tra le under 16 della passata stagione.

Nei 60 metri maschili in pista Matteo Spuri, Alessandro Giacometti e Jacopo Coppari (per loro il salto in lungo con Giacometti a 5 metri e 52 centimetri e 5 metri e 38 centimetri come migliore misura per Coppari), Filippogabriele Danieli, Domenico Nacca e Berat Mehmedi.

Per il primo un 7 secondi e 22 centesimi: 28° tempo delle batterie (21 in totale) e finale “D” conquistata. Gli ultimi 60 metri sono stati corsi dall’atleta fabrianese con lo stesso tempo della batteria e concluso al quinto posto. Per gli altri fabrianesi 7″58 per Alessandro Giacometti, 7″55 per Jacopo Coppari, 7″82 per Filippogabriele Danieli, 8″08 Berat Mehmedi.

Nel salto triplo donne ottavo posto per Angelica Marinelli con 11 metri, ma anche un infortunio che ha bloccato il volo della portacolori dell’Atletica Fabriano.

Nei 60 metri donne Martina Ruggeri ai blocchi di partenza insieme ad Elettra Ruggiero. Per la Ruggeri una batteria da 8 secondi e 15 centesimi e quindi accesso alla finale “D”. Negli ultimi 60 metri di giornata una prestazione ancora migliore e la vittoria con il tempo di 8 secondi 2 centesimi. Elettra invece si ferma alle batterie con 8 secondi e 31 decimi: 46° tempo assoluto sulle oltre 100 atlete iscritte alla gara dorica.

Nei 400 metri in pista Sara Sentinelli e con il tempo di 1’03″24, segna il nuovo record sociale Junior per il 25° tempo della manifestazione su 53 atlete iscritte e 52 entrate ufficialmente in gara.

Bene nei 1.500 Chiara Capezzone che conquista il quarto posto con 4 minuti, 55 secondi e 45 decimi (record sociale di tutte le categorie).

Ottimi anche i “master” Massimiliano Poeta e Giovanni Feliciani. Il primo molto positivo nei 400 metri ed il secondo ottimo con con 8″76 nei 60 metri e 4.49 metri nel lungo.

Immagine di copertina di Sofia Coppari dal sito http://www.atleticafabriano.it e scattata da Giorgia Scarafoni-

(s.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA