1

BASKET SERIE B / General Contractor Jesi, 5 partite in 15 giorni

Fissate le date dei recuperi contro Rimini e Sebastiani Rieti. Dal 23 gennaio al 6 febbraio tre partite casalinghe e due in trasferta

JESI, 19 gennaio 2021 – La Lega Pallacanestro ha definito le date per i recuperi delle gare della serie B Girone C rinviate causa Covid.

Gloria (General Contractor Jesi) – foto pagina facebook Sutor Montegranaro

Tour de force per la General Contractor Aurora Jesi che sarà impegnata per le prossime due settimane con il calendario già programmato oltre ai recuperi da disputare a Rimini ed in casa contro la Sebastiani Rieti.

Di seguito il programma

23 gennaio 2022 General Contractor – Montegranaro ore 18

26 gennaio 2022 General Contractor – Sebastiani Rieti ore 20,30

30 gennaio 2022 Giulianova – General Contractor ore 18

2 febbraio 2022 Rinascita Rimini – General Contractor ore 20,30

6 febbraio 2022 General Contractor – Goldengas Senigallia ore 18

Cinque gare che potrebbero rilanciare la squadra allenata da Francioni verso una posizione di classifica migliore che darebbe un significato diverso a tutta la stagione. La prima di queste il derby contro la Sutor Montegranaro che avrà in panchina Damiano Cagnazzo. All’andata il quintetto jesino vinse per 45-75.

CLASSIFICA – Roseto 26; Kienergia Rieti 22; Sebastiani Rieti, Rimini 20; Ozzano, Imola, Goldengas Senigallia 18; Mosconi Ancona 16; Cesena 14; Faenza, Teramo 12; Luiss Roma 10; General Contractor Jesi 7; Giulianova 6; Civitanova Marche, Montegranaro 2

2 partite in meno Sebastiani Rieti, Rimini, Mosconi Ancona, General Contractor Jesi; 1 partita in meno Roseto, Kienergia Rieti, Ozzano Imola, Cesena, Faenza, Giulianova, Civitanova Marche

 

(red)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 




CALCIO / Eccellenza: il calendario dei recuperi, ultima giornata il 15 maggio

La Figc ha programmato tutti i recuperi. La Promozione terminerà l’11 giugno, Prima e Seconda Categoria il 28 maggio

JESI, 18 gennaio 2022 –  Dopo che ieri il Comitato Marche della Figc aveva deciso di riprendere l’attività nel week end del 5 e 6 febbraio ora ha stabilito le date di tutti i recuperi e la data dell’ultima giornata dei rispettivi campionati.

L’Eccellenza terminerà il 15 maggio e sono previsti due turni infrasettimanali: mercoledì 06 aprile e mercoledì 20 aprile.

In Promozione il campionato terminerà sabato 11 giugno e non sono previsti alcun turno settimanale.

In Prima e Seconda Categoria invece l’ultima giornata corrisponderà a sabato 28 maggio senza turni infrasettimanali programmati.

RECUPERI ECCELLENZA

Perri (Jesina)

23 gennaio ore 15 : Biagio Chiaravalle – Marina

30 gennaio ore 15 : Marina – Jesina, P.S.Elpidio – Sangiustese, Montefano – Fabriano Cerreto, San Marco Servigliano – Biagio Chiaravalle, Valdichienti – Urbino

Marcatori – reti 10: D’Errico (Vigor Senigallia), Perri (Jesina); reti 8: Iori (Sangiustese); reti 7: Filiaggi (Azzurra Colli), Bartolini (Atletico Gallo); reti 6: Pierandrei (Biagio Chiaravalle), Dell’Aquila (Montefano), Mariani (Atletico Ascoli), Fraternali (Urbania), Calvaresi (Urbino); reti 5: Giovannini (Atletico Ascoli), Galli (Atletico Ascoli), Ganci (P.S.Elpidio),  Pesaresi (Vigor Senigallia), Pesaresi (Marina)

CLASSIFICA  – Vigor Senigallia 34Fossombrone 30; Sangiustese 25; Jesina, Atletico Ascoli 24; Azzurra Colli 23; Urbania, Marina 22; Gallo Colbordolo 21; Montefano, Valdichienti 20; P.S.Elpidio, Biagio Chiaravalle 17; Urbino 16; Fabriano Cerreto 14; Grottammare 11; San Marco Servignano 5

RECUPERI PROMOZIONE

22 gennaio ore 14,30: Moie Vallesina – Villa San Martino

30 gennaio ore 15 : Valfoglia – MondolfoMarotta

Marcatori reti 8: Cordella (MondolfoMarotta); reti 7: Marchi (Sassoferrato Genga), Cavaliere (Osimo Stazione), Cinotti (Gabicce Gradara), Pagliardini (Fermignanese); reti 6: Coppari (Filottranese), Alessandroni (Osimana), Vegliò (Gabicce Gradara), Garcia (Loreto); reti 5: Paolini (Marzocca), Lanari (Portuali Ancona), Tonuzi (Vigor Castelfidardo), Gori (Fermignanese), Cocchi (Montecchio), Moschini (Marzocca), Giobellina (MondolfoMarotta), Masciambruni (Portuali Ancona)

CLASSIFICA – Osimana 34; Portuali Ancona 29; Fermignanese 26; Vigor Castelfidardo 25; Montecchio, Barbara 24; Valfoglia, Passatempese 23; Marzocca 22; Osimostazione 21; Gabicce Gradara, Villa San Martino, MondolfoMarotta 20; Moie Vallesina 16; Filottranese 15; Sassoferrato Genga 10; Loreto 6; Cantiano 2

 

PRIMA CATEGORIA

Lorenzo Togni (Castelfrettese)

Marcatori Reti 8: Mastri (Monserra); reti 6: Castignani (Monserra), Ordonselli (San Costanzo), Brega (Monserra); Reti 5: Grassi (Labor), Massei (Staffolo); Reti 4: May (Colle 2006), Sassaroli (Staffolo), Gramazio (Montemarciano), Mattia (Colle 2006), Giudici (Castelleonese), Portaleone (Falconarese), Beta (Castelfrettese)

CLASSIFICA – Castelfrettese 27; San Costanzo, Monserra 26; Sampaolese, Castelbellino, Colle 2006 20; Montemarciano, Staffolo, Falconarese 17; Castelleonese 15; Borgo Minonna, Laurentina 13; Labor 12; Cupramontana, Chiaravalle 10; Le Torri Castelplanio 9

RECUPERI SECONDA CATEGORIA

Cingolana S.F.

29 gennaio ore 15: Terre del Lacrima – Cingolana S.F.

Marcatori reti 11: Piccolini (Esanatoglia); reti 10: Montecchiarini (Victoria Strada), Agosto (Cingolana S.F.); reti 9: Nobilini (Borghetto);  reti 6: Logrieco (Agugliano Polverigi), Caporaletti (Montoro), Sartini (Argignano), Campanelli (Maiolati), Rossi (Cameratese); reti 5: Sahli Cherif (Terre del Lacrima), Taormina (Palombina), Orianda (Aurora Jesi)

CLASSIFICA – Argignano 29; Borghetto, Esanatoglia 27; Cingolana 25; Palombina 23; Aurora Jesi 22; Victoria Strada 21; Agugliano Polverigi, Maiolati 18; Monsano 17; Montoro, Cameratese 15; Terre del Lacrima 11;  Serrana 8; Largo Europa Jesi 5; Junior Jesina 4

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA




SCHERMA / Fioretto: tre jesine con l’Italia alla Coppa del Mondo under 20

Le convocate dal Ct Stefano Cerioni. Matilde Calvanese, Sofia Giordani, Maria Elena Proietti Mosca. La gara sabato 22 gennaio a Zagabria

JESI, 18 gennaio 2022Matilde Calvanese e Sofia Giordani faranno parte della nazionale italiana di fioretto femminile Under 20 in gara sabato prossimo 22 gennaio a Zagabria nella tappa di Coppa del Mondo di categoria convocate dal Commissario tecnico Stefano Cerioni.

Matilde Calvanese

Otto le atlete azzurre convocate: Giulia Amore, Irene Bertini, Matilde Calvanese, Carlotta Ferrari, Sofia Giordani, Aurora Grandisi, Matilde Molinari e Benedetta Pantanetti.

Amore, Bertini, Ferrari e Molinari saranno anche le atlete che gareggeranno nella competizione a squadre.

Dunque due jesine del club scherma Jesi, anche se attualmente la Calvanese fa parte delle Fiamme Oro, oltre ad un’altra jesina, la maestra Maria Elena Proietti Mosca sono nel gruppo Italia a contendersi la medaglia d’oro della Coppa del Mondo.

Nel frattempo, nel fine settimana scorso, nella Seconda Prova Nazionale Cadetti di Fioretto in gara a Terni, tappa fondamentale in vista dei Campionati Italiani di categoria in programma alla fine di maggio a Catania, ha visto un ottimo terzo posto di Sofia Giordani fermata in semifinale per 15-8 da Matilde Molinari poi risultata vincitrice della competizione.

In campo maschile, sempre a Terni, tra i 156 partecipanti da segnalare il nono posto di Federico Greganti e il sedicesimo di Francesco Cercaci anche loro tesserati presso il Club Scherma Jesi.

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA




CALCIO / Stop ai campionati dall’Eccellenza in giù, posticipata la finale di Coppa Italia

Sede Figc Marche ad Ancona

Questa la decisione di Panichi e del Comitato Marche della Figc. Si ripartirà il 6 febbraio dopo aver disputato tutti i recuperi

JESI, 17 gennaio 2022Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza Categoria ferme fino al weekend del 5 e 6 febbraio prossimi.

In sostanza il Comitato della Figc Marche presieduto da Ivo Panichi, dopo aver preso atto dei pareri espressi dai rappresentanti del campionato di Eccellenza Marche riunitosi in call conference venerdì scorso, ha deciso di allungare il periodo di ferma causa le problematiche legate al Covid decidendo per lo scivolamento del calendario stesso.

Il Comitato ha inoltre deciso che tutte le gare di recupero vengano disputate prima della ripresa prevista dei campionati, mantenendo la sequenza cronologica delle gare in calendario. Il programma dettagliato dei recuperi verrà ufficializzato nelle prossime ore.

Anche la finale di Coppa Italia di Eccellenza in programma a Senigallia il 26 gennaio tra Atletico Ascoli e Fossombrone è stata posticipata a domenica 30 gennaio.

(IN AGGIORNAMENTO)

(e.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 




JESI / La sfortuna toglie il sorriso a Enrico Fulgenzi ed al suo equipaggio

77 giri in testa alla 24h di Dubai poi un problema tecnico all’inizio del terzo turno di guida ha svanito tutto il lavoro svolto

JESI, 17 gennaio 2022 – Dopo la pole position e i primi 2 turni di guida, condotti da Heinrich e Fulgenzi, la situazione sembrava rosea per l’equipaggio a bordo della #923 by Huber Racing, nettamente al comando sui diretti concorrenti in categoria e con un grande vantaggio da amministrare nella notte.

In concomitanza con il secondo cambio pilota, che ha visto Gabriel Rindone subentrare ad Enrico Fulgenzi, sono iniziati problemi di surriscaldamento che hanno costretto proprio Rindone al ritiro dopo pochi giri.

Il radiatore della Porsche 992 GT3 Cup by Huber Racing ha smesso di funzionare, mettendo ko il motore nell’arco di pochi giri.

Un vero peccato chiudere con un ritiro una gara che si prospettava dominante grazie all’ottimo lavoro svolto durante la settimana da tutto l’equipaggio.

Immediate possibilità di riscatto per il ‘dobermann’ si presenteranno già questo fine settimana, in occasione dell’attesissima 6h di Abu-Dhabi sul bellissimo Yas Marina Circuit, teatro dei recentissimi duelli iridati di Formula 1.

Sarà nuovamente possibile vedere tutte le sessioni ufficiali in diretta streaming sul canale YouTube del campionato 24H Series; l’azione inizierà venerdì 21 con le Prove Libere (non trasmesse live), per poi concretizzarsi sabato 22 gennaio con qualifiche (ore 7 italiane) e gara di 6 ore (partenza alle 11,25).

(redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA




SCHERMA / Fioretto, festeggia l’Italia: trionfo nel fioretto maschile a squadre

Dopo l’oro di Alice Volpi di sabato nell’individuale femminile ieri il gradino più alto del podio a squadre maschile. Battuta la Francia per 45-20

JESI, 17 gennaio 2022 – Altro importante successo della scherma italiana, specialità fioretto, targata Stefano Cerioni.

Alice Volpi

Il lavoro del Ct azzurro sta già dando i suoi frutti sia in campo maschile che femminile.

Dopo il trionfo di sabato scorso di Alice Volpi nell’individuale ieri è stata la volta degli uomini a salire sul gradino più alto del podio conquistando in Francia la tappa a squadre di Coppa del Mondo.

Gli azzurri hanno battuto in casa loro gli olimpionici uscenti per 45-20 dominando in lungo e in largo.

I protagonisti: Tommaso Marini, Daniele Garozzo, Guillaume Bianchi e Alessio Foconi.

Nel percorso che ha portato alla finale l’Italia ha battuto la Polonia per 45-26, Hong Kong per 45-24, Usa per 45-38.

Quinto posto invece per la squadra femminile (Palumbo, Cipressa, Favaretto e Volpi). Battuta la Romania per 45-26 le azzurre sono state sconfitte dalla Polonia: 37-40.  Poi per il quinto posto hanno avuto la meglio di Francia e Cina.

(redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

foto dal sito pianeta scherma



BASKET SERIE A2 / Ristopro Fabriano fragile in difesa: vince Chieti 90-84

I cartai perdono la settima partita di fila. Meluzzi e Jackson imperversano e Fabriano non valorizza la buona prova offensiva

FABRIANO, 16 gennaio 2022 – La Ristopro perde anche a Chieti e resta sola in fondo alla classifica.

Santiangeli – foto di Marco Teatini

La partita fra due squadre piene di incognite, con gli abruzzesi tornati in campo venerdì a San Severo dopo 40 giorni di stop causa Covid e i cartai privi dei nuovi innesti Hollis e Tommasini, premia i padroni di casa, al comando quasi per tutto il match.

Fabriano vive una serata offensiva di buon livello, ma non associa un’adeguata solidità difensiva e i 90 punti di Chieti, che finora aveva superato solo una volta gli 80 in stagione, sono il dato che condanna Marulli e compagni.

La Lux prova ad allungare già nel primo quarto, con il trio Meluzzi-Jackson-Tsetserukou (17-7 al 7’), la Ristopro rintuzza con Benetti, autore di una partita continua e il migliore nel complesso dei suoi.

A colmare il gap ci pensa poi Smith, che ha una fiammata vigorosa nel secondo quarto arrivando a 16 punti dopo 15’, e il cesto di Thioune fa sorpassare i biancoblù (36-37 al 17’).

I ritmi restano alti, entrambi gli attacchi prevalgono e si accendono le mani dei tiratori, Meluzzi da una parte e Santiangeli dall’altra.

Fabriano non riesce però mai a compattarsi e in difesa patisce, sia a uomo che a zona, allora Chieti prova un altro strappo (65-56 al 27’ col canestro di Jackson).

La Ristopro rialza la testa con Benetti e Marulli, poi piazza un 8-0 che pareggia la situazione a quota 73, sfruttando il fallo antisportivo di Graziani e il tecnico a Maffezzoli.

Con l’equilibrio totale a poco più di 6’ dalla sirena, i cartai vanno di nuovo in blackout e Chieti vola via, con un contributo di tutto il quintetto, e stavolta l’allungo è decisivo, sebbene le residue fiammate di Fabriano riducano lo scarto. Santiangeli sbaglia la tripla del -3 a 16’’ dal termine e la Ristopro mette in archivio il settimo ko di fila.

«I giocatori onestamente hanno dato tutto, è stata una prestazione discretamente performante in attacco ma in difesa abbiamo fatto molta confusione e se non c’era chiarezza nelle situazioni tattiche la responsabilità è dell’allenatore», ha fatto autocritica al termine coach Lorenzo Pansa.

 
Lux Chieti: Woldetensae 5 (1/2, 1/3), Graziani, Meluzzi 24 (3/8, 4/9), Jackson 19 (8/13), Dincic 5 (1/2, 1/1), Lips 11 (2/2, 1/2), Cocciaretto ne, Bartoli 9 (1/6, 2/2), Tsetserukou 5 (2/2), Amici 12 (5/8, 0/1). All. Maffezzoli

Ristopro Fabriano: Benetti 17 (5/7, 1/2), Smith 22 (4/9, 4/11), Re (0/1), Caloia ne, Fortunato ne, Matrone 2 (1/1), Gulini (0/1 da tre), Marulli 13 (3/3, 2/7), Santiangeli 23 (1/5, 5/12), Thioune 7 (3/5). All. Pansa

Arbitri: Caforio di Brindisi, Perocco di Ponzano Veneto e Roiaz di Muggia

Parziali: 24-19, 49-47, 69-61

Luca Ciappelloni
©RIPRODUZIONE RISERVATA



BASKET SERIE B / La General Contractor Jesi chiude alla grande il girone d’andata

Il nuovo anno si apre nel migliore dei modi per la squadra aurorina. Gloria (19 punti), Gay (16), Ferraro (15) i migliori

JESI, 16 gennaio 2022 – Jesi riparte con una veste rinnovata in tutti i sensi, sbancando il Palascapriano e scendendo in campo con una grinta ed energia che mancava ormai da troppo tempo e che sembra essere stata ritrovata.

Ha dominato aggredendo e conquistando così una meritatissima vittoria: 61-68, quindicesima nonché ultima giornata del girone di andata.

Partenza convincente per l’Aurora, 0-6 già solo nei primi due minuti di gioco, la Rennova comunque è brava a rimanere sempre in partita anche se sotto praticamente per tutta la durata del quarto. Due buoni attacchi di Cucco e Antonelli riportano il Teramo sul 4-6 nel 4’ accorciando le distanze ma uno scatenato Gloria, molto ispirato con 9 punti personali tenta l’allungo della squadra marchigiana a due minuti dalla fine.

La Rennova non ci sta e piano piano rosicchia punti ma nonostante ciò il primo quarto si conclude 13-15 per gli Aurorini.

Nel secondo quarto Teramo prova da subito a rimettersi nei giusti binari con l’ex di turno Bottioni che segna il pareggio 15-15 nel primo minuto di gioco. Nel corso del periodo Jesi cerca sempre di mantenere il vantaggio e Teramo di rimanere in scia ma le difese primeggiano sugli attacchi e al 14’ rimane ugualmente sotto, 20-22 e nonostante Bottioni cerchi di portare in avanti la sua squadra, Jesi non lascia spazi e le due rivali si sfidano a colpi di canestro.

Un ispirato Gay, oggi particolarmente in forma con due triple di fila nel giro di un minuto fa “pentole e coperchi” e non ce n’è per nessuno. E nonostante che la squadra di casa cerchi di mettere i suoi giocatori chiave in partita, pesano come macigni gli errori dai 6,75 m (1/11) e si va all’intervallo lungo con il tabellone che segna 27-33 .

Al ritorno dagli spogliatoi, Jesi fa la voce grossa e riparte subito ingranando la quarta, trovando costanza, precisione nei tiri da tre e mantenendo sempre una forte grinta sul parquet.

Già dopo solo tre minuti, trascinati da due triple fulminee di Ferraro, gli Arancioblù sono a +14 (29-43) mantenendosi sempre in avanti e piano piano affossando sempre di più la squadra locale e nonostante che nelle battute finali Jesi compia anche degli errori favorendo la Rennova con due tiri liberi a pochi secondi dal suono della sirena,

Antonelli sbaglia dalla lunetta (1/2) e il quarto si conclude ancora in vantaggio per gli ospiti 45- 58.

L’ultimo tempo è stato quello più inaspettato. La squadra di casa reagisce e fa appello a tutte le sue ultime energie e risorse per rimettersi in partita e accorciare il distacco quanto più possibile. Aggiustando la difesa e migliorando la precisione in attacco a 2:26 con la tripla di Cucco si porta sul 59-63 colmando il gap e portandosi a -4.

La giocata chiave, possiamo dire di tutto il match, arriva però a 52’’ dalla fine quando al rimbalzo difensivo, recupera Magrini che conquista il fallo e si porta alla lunetta ottenendo 1/2. (61-66).

La conclusione di questa partita porta sempre la firma Magrini che sigilla il risultato finale: 61-68.

Il nuovo anno si apre nel migliore dei modi per la General Contractor, che ritorna sul parquet con un spirito del tutto rinnovato e per nulla risentita degli stop subiti dall’emergenza Covid, chiudendo così un ciclo e andando a inoltrarsi in un altro che con queste premesse lascia intendere che il leone, simbolo della città, stia finalmente tornando a ruggire.

Rennova Teramo: Antonelli 16, Di Donato 12, Cucco 5, Triassi 4, Bottioni 12, Guilavogui 2, Bonci 10.

General Contractor Jesi: Gloria 19, Magrini 4, Memed 3, Valentini 7, Gay 16, Ferraro 15, Rocchi 2, Cocco 2.

Parziali: 13-15, 14-18, 18-25, 16-10.

Valentina Triccoli

©RIPRODUZIONE RISERVATA




BASKET SERIE B / Senigallia vince a Imola e chiude l’andata a quota 18

Partita piuttosto brutta contro una Andrea Costa penalizzata dal covid e dall’assenza di Trapani (60-68), ma il bilancio del girone di andata è ottimo

SENIGALLIA, 16 Gennaio 2022 – La Goldengas Senigallia riscatta la brutta sconfitta interna contro la Luiss violando il PalaRuggi di Imola 60-68.

Senigallia ha il merito di approfittare della lunga sosta dell’Andrea Costa, rivelazione del torneo ma ferma da un mese e reduce dal covid di 7 tesserati ed inoltre priva del suo giocatore più talentuoso, il play Trapani, uno dei giocatori migliori del torneo nell’1 vs 1: successo legittimo dei biancorossi ma giunto al termine di una prestazione tutt’altro che convincente sul piano del gioco, con una miriade di palle perse (24, ma i locali fanno poco meglio, 23) e soprattutto l’ennesima giornata con percentuali pessime dalla lunetta (18/35, appena il 51%).

L’andata si chiude a 18 punti, un risultato straordinario e ben al di sopra delle attese, anche se la Goldengas non è ancora quella concentrata e bella da vedere del 2021.

C’è subito grande equilibrio (11-13 al 10’, 25-25 al 20’) con nessuna delle due squadre che riesce a prendere break significativi.

E non potrebbe essere altrimenti, visto che sul parquet si vedono molti più errori che canestri: Imola sparacchia da tre (1/14), la Goldengas non sfrutta i tanti falli subiti continuando – un problema mai definitivamente risolto da inizio campionato – a litigare con la lunetta (6/14 nei primi 20’) e perdendo, spesso banalmente, davvero troppi palloni (14 già a metà gara).

L’Andrea Costa inizia la ripresa con due triple che propiziano una mini fuga (35-30 al 23’) contro una Goldengas che, pur mandando subito in bonus i locali e producendo gioco, non sfrutta le occasioni ai liberi, dove continua ad avere percentuali che arrivano a malapena al 50%.

È il capitano Giacomini a caricarsi la squadra sulle spalle portando Senigallia avanti con due canestri dai 6.75 consecutivi (39-46 al 28’): ed è ancora il capitano, con la terza tripla del parziale, a fissare il 42-49 con cui si va all’ultimo mini riposo.

Una delle poche belle azioni di un match tanto intenso quanto infarcito di errori da ambo le parti, tiene la Goldengas avanti a inizio dell’ultimo periodo (assist di Giacomini per Bedin, che appoggia, 46-52 al 33’), ma Senigallia torna sotto per la tripla di Wiltshire (55-52 al 35’).

Controsorpasso firmato dalla quarta tripla di Giacomini (58-60 al 37’), dopo la quale Imola non ne ha più, perdendo inoltre sia Corcelli per 5 falli che coach Grandi, espulso: Bedin appoggia a canestro, subisce fallo e segna il libero che chiude i conti (58-66 al 39’).

Finisce 60-68.

ANDREA COSTA IMOLA:
Corcelli 2, Calabrese, Carnovali 14, Trentin 7, Cusenza 17; Trapani ne, Fazzi 6, Wiltshire 10, Guidi 2, Vigori 2.
All. Grandi

GOLDENGAS SENIGALLIA:
Giacomini 18, Giannini 5, Bedetti 12, Varaschin 14, Bedin 7; Calbini 6, Gnecchi 3, Rossini ne, Terenzi ne, Figueras ne, Cicconi Massi 3.
All. Gabrielli

Arbitri: De Rico di Venezia e Frigo di Montagnana (Pd)

Parziali: 11-13 25-25 42-49 60-68

Note: uscito per 5 falli Corcelli. Espulso coach Grandi al 39’.

Andrea Pongetti

©RIPRODUZIONE RISERVATA




CALCIO FEMMINILE SERIE C / Jesina a valanga, 5-0 all’Isera

Doppiette di Zambonelli e Crocioni dopo la rete iniziale della Tamburini. Mister Baldarelli costretto a casa ha seguito la gara in diretta streaming

JESI, 16 gennaio 2022 -Ritorna in campionato la Jesina femminile e lo fa battendo al Cardinaletti, con un punteggio che non lascia adito ad interpretazioni, l’Isera per 5-0.

Francesco Baldarelli

La cura Baldarelli funziona: tre vittorie consecutive in campionato oltre al passaggio del turno in Coppa Italia contro il Riccione.

Per le leoncelle la classifica adesso lascia dormire sonni tranquilli con la squadra che potrebbe continuare su questa lunghezza d’onda per il finale del girone d’andata, trasferta a Portogruaro (23 gennaio) e impegno casalingo contro il Venezia (30 gennaio), oltre ad essere protagonista in quello di ritorno che inizierà con l’ospitare al Cardinaletti il Riccione (13 febbraio) dopo la gara di recupero a Bologna del 6 febbraio.

Quella contro Isera è stata una gara dominata in lungo ed in largo dalle giocatrici jesine ed il risultato finale lo testimonia.

Jesina schierata a fine gara

Alla fine le ragazze si sono schierate in campo con la scritta, preparata alla viglia, ‘ti stiamo aspettando mister’ rivolta ovviamente a Baldarelli, costretto a casa che ha seguito la partita in diretta streaming.

 

 

JESINA – Generali, Gambini, Picchio, Generali F., Modesti, Crocioni, Amaduzzi M., Fiucci, Zambonelli, Fontana, Tamburini. All. Baldarelli A disp. Cantori, Amaduzzi A., Stimilli, Coscia, Mosca, Verdini, Prosperi

ISERA – Valenti, Berte, Turrini, Bertolini, Pisoni, Pace M., Campana, Salvetti, Planchestainer, Manconi, Sartori. All. Zorzutti  A. disp.  Gazzini, Muco, Righi, Pace I., Campostrini

ARBITRO – Colella di Rimini

RETI – Tamburini, Zambonelli, Zambonelli, Crocioni, Crocioni

 

(redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA