Connect with us

Sport

VOLLEY FEMMINILE B1 / TERMOFORGIA, CAPITAN VERDACCHI SUONA LA CARICA: “SABATO SARÀ BATTAGLIA”.

CASTELBELLINO, 13 novembre 2019 – Faccia agonisticamente cattiva e palloni scaraventati a terra con forza.

La convinzione che il concetto di gruppo vada oltre alle esigenze singole, e la voglia di raggiungere traguardi importanti.

L’immagine di Chiara Verdacchi è oggi quella della Termoforgia Castelbellino. Una squadra capace di ribaltare un set dal 13-21 a Imola, e che sabato scorso ha schiantato Quarrata.

Certo, le toscane non saranno una formazione da primi posti in graduatoria, ma il non aver mai tenuto la gara in bilico è un segnale mica da ridere per le rossoblu.

La numero 14 con la maglietta Termoforgia, giunta alla quarta stagione in Vallesina, sin dal primo giorno di preparazione estiva ha mostrato una forma psicofisica eccellente, trascinando le compagne dentro la nuova avventura: “Castelbellino è diventata come casa miaracconta Chiaraci sono persone diventate parte integrante della quotidianità. Sono felice, e non ho voluto nemmeno prendere in considerazione altre possibilità professionali”.

Con i galloni di capitano sul petto, e da veterana seppur ancora giovane, Chiara Verdacchi non sembra aver sentito il peso della serie B1 e di dover essere leader di un gruppo rinnovato in larghissima parte: “La verità è che le compagne mi rendono il compito molto facile. Le ragazze, molte delle quali giovanissime, sono professionali e già ben inquadrate. Affronto la categoria senza pensare al passato, ma cercando di dare tutta me stessa”.

Fiducia sostanziale e tangibile da parte di società e staff tecnico per tutte le ragazze, con Chiara che ricambia a suon di attacchi devastanti e il ritorno alla sua micidiale battuta in salto: “Il cambio di pallone è stato un bel problema, ma continuo a lavorare duro anche sul servizio”.

Sabato 16 novembre trasferta a Città di Castello per la Termoforgia, proprio in quella terra umbra patria di Capitan Verdacchi.

Ad attenderla ci sarà il suo fans club da Paciano, per una sfida che si preannuncia tutt’altro che semplice: “So benissimo cosa ci aspetta. Loro vengono da due sconfitte consecutive e in casa loro venderanno cara la pelle. Noi dovremo continuare nel miglioramento tecnico e offrire una prova di carattere”.

La scaramanzia per Chiara è una cosa seria, quindi guai a chiederle degli approdi a cui può portare il cammino della Termoforgia, ma il suo laconico “ho fiducia nel lavoro che stiamo facendo” è già un buon indizio. Last but hot least sveliamo il significato del “disagio” presente nell’urlo di battaglia: “Sei una disagiata è un termine di moda che si usa quando si fa una battuta un po’ stupida o qualcosa di assurdo. Ecco, noi siamo avvezze a questo tipo di cose”

Ragazze tenaci, di qualità e anche autoironiche dunque, che meritano di essere sostenute.

Marco Pigliapoco

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

loading...
Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Sport