Connect with us

Sport

VOLLEY FEMMINILE B1 / LA TERMOFORGIA SI RIALZA SUBITO, PERUGIA VA AL TAPPETO

CASTELBELLINO, 24 novembre 2019 – Autorevole, attenta, determinata la Termoforgia, che non lascia scampo alla malcapitata Perugia, con il Pala Martarelli che si conferma un bunker inespugnabile.

coach Solforati

Autorevole, perché il punteggio, esclusa una veloce parentesi nel secondo set, sostanzialmente non è mai stato in discussione. Attenta, perché la gara si presentava insidiosa: le umbre dispongono di buone individualità e la forte attaccante M’bra era reduce da ben 44 palloni messi a terra.

Brave le rossoblu, ordinate tatticamente, a concedere solo 12 punti, con un misero 28% offensivo.

Determinata, perché la voglia di esaltarsi con la difesa, assaggiando anche il sapore del parquet, questa volta non è mancata.

La conseguenza di tutto ciò, è un 3 a 0 che fa tornare un bel sorriso.

Il primo parziale è una pratica sbrigata in appena venti minuti. Verdacchi trova subito i primi due punti, e si va fino al 9-2 in comoda scioltezza. Castelbellino non molla, ma anzi trova certezze in campo, e chiude con un 25 -13 eloquente.

Stessa musica alla ripresa del gioco, con un 10-4 rassicurante , ma Perugia aggiusta il muro e resta in scia. Sul 17 -12 le umbre pescano un parziale da 0 – 4 che riporta l’equilibrio. La partita è gradevole, ma è sgradito il macroscopico errore arbitrale che fissa il risultato sul 18 pari. Iniziano ad aleggiare gli spiriti maligni di Città di Castello, ma Moretto e compagne si travestono da ghostbusters e le paure si dissolvono ben presto. Leonardi porta freschezza in palleggio, Verdacchi e Cardoni rispondono presente per il 23 -21. Cristina Coppi urla il “vengo anch’io”, il pubblico risponde con “Si, tu si”, e lei piazza l’ace. Un murone ed 25 -21 è servito. Un sorso d’acqua per rifocillarsi e si riprende.

“Stessa storia, stesso posto, stesso bar…” cantava Max Pezzali. La Termoforgia resta al comando delle operazioni, con Perugia pronta a punire ogni piccola sbavatura. A metà parziale il tabellone scrive 16 – 14, e questa volta lo strappo giusto lo imprime Benedetta Giordano, con due battute vincenti che aprono la strada al 25 -21 finale. Saluti e baci per tutti, con un messaggio ben chiaro scritto sulla cartolina di giornata: la Termoforgia è tornata !

Soddisfatto Coach Matteo Solforati: “Abbiamo espresso un bel gioco per tutto il primo set, poi nel secondo ci siamo complicati la vita da soli, e questo è l’unico neo della prestazione odierna. Ma anche nel momento di appannamento, la reazione c’è stata. In settimana abbiamo lavorato duramente sulla fase difensiva, e continueremo a farlo. L’atteggiamento è buono, e la squadra risponde agli imput che vengono dati. Dobbiamo continuare nel percorso di crescita”.

 

TERMOFORGIA CASTELBELLINO: Giordano 2, Moretto 12, Montani 10, Cardoni 6, Verdacchi 16, Coppi 15, Zannini (L), Ciccolini, Leonardi. N.e. Fattorini, Canuti, Cardinali. All. Solforati.

3M PALLAVOLO PERUGIA: Manig 2, M’Bra 12, Torrisi 1, Volpi 1. Sasso 3, Nana 6, Mezzasoma 4, Zirotti, Pero 5, Mastroforti (L), Rota (L). N.e. Salotto, Mazzoni. All. Gobbini

Parziali: 25-13; 25 -21; 25-19

 

Marco Pigliapoco

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisement

TI POTREBBE INTERESSARE…

More in Sport