Eccellenza / Coda spareggio per la salvezza prima dei play off e play out

Monturano Campiglione e Azzurra Colli hanno concluso la stagione a pari punti all’ultimo posto: domenica 5 maggio spareggio per non retrocedere. Chi vince affronterà la Jesina a Jesi per evitare ancora la retrocessione

JESI, 28 apriole 2024 – L’ultima domenica del campionato di Eccellenza Marche ha promosso la Civitanovese in serie D.

Tutto deciso anche per ciò che saranno play off. Al primo turno si incroceranno il 12 maggio Montefano – Urbino e Choesanuova – Castelfidardo con Montefano e Chiesanuova che giocheranno in casa ed alle quali basterà anche un pareggio, dopo gli eventuali tempi supplementari, per accedere alla finale.

In coda, invece, ci sarà lo spareggio tra Monturano Campiglione e Azzurra Colli.

Chi vince andrà a Jesi, ospite della Jesina, ed alla quale poi sarà sufficiente pareggiare per restare in categoria. L’altro play out salvezza sarà tra Montegiorgio e Sangiustese.

ECCELLENZA MARCHE

15° GIORNATA girone di ritorno, ultima di campionato, RISULTATI                     

Maceratese – Monturano 0-0 (Cocci di Ascoli Piceno), Azzurra Colli – Castelfidardo 0-1 Nanapere (Di Moteodorisio di Vasto), Civitanovese – Jesina 1-0 Spagna (Ferroni di Fermo), K Sport Montecchio Gallo – Chiesanuova 1-1 Bardeggia, Trabelsi (Montevergine di Ragusa), Montegranaro – Sangiustese 3-1 Tonuzi, Tissone, Valentini, Omiccioli (El Mouhsini di Pesaro), Montegiorgio – Tolentino 0-0 (Pigliacampo di Pesaro), Urbania – Montefano 2-1 Nouri, Nunez, Orlietti (Pasqualini di Macerata), Urbino – Osimana 2-2 Haxhiu, Haxhiu, Tittarelli, Tittarelli (Animento di Macerata)

CLASSIFICA

Civitanovese 59; Montefano 54; Chiesanuova 53; Castelfidardo 51; Urbino 49; K Sport Montecchio 46; Montegranaro 45; Osimana 44; Maceratese 43; Urbania 42; Tolentino 38; Jesina 28; Montegiorgio 24; Sangiustese 22; Azzurra Colli, Monturano 20

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta (spareggio)

MARCATORI

Alessandroni

reti 16: Alessandroni (Osimana);

12 reti: Sartori (Urbino);

reti 10: Handzic (Sangiustese)

9 reti Borrelli (Tolentino), Sbarbati (Chiesanuova), Tonuzi (Montegranaro)

reti 8: Perpepaj (Montegranaro), Papa (Montefano), Perri (Maceratese), Bardeggia (K Sport Montecchio), Nanapere (Castelfidardo), Tittarelli (Osimana), Spagna (Civitanovese)

©riproduzione riservata

 




Eccellenza / Si chiudono i giochi con la 30^: il programma e gli arbitri

Il momento della verità per le squadre implicate in promozioni e retrocessioni dirette si paleserà tutto insieme a partire dalle 16.30 di domenica 28 aprile. Se per la Civitanovese sarà +3, servirà a poco la sfida in contemporanea del Montefano ma tutto ancora può accadere sia in testa che in coda

VALLESINA, 26 aprile 2024 – Essendo stato un campionato totalmente incline ai colpi di scena, non poteva che essere la trentesima giornata ad esercitare il valore ultimo da associare alle sorti delle protagoniste di questa Eccellenza 2023\2024.

Dulcis in fundo’. Ovviamente, non per tutte. Potrà esserlo per la Civitanovese, che al ‘Polisportivo’ attende una Jesina alla quale rigirare, con il pieno degli interessi, la polemica sconfitta dell’andata. Qualora per i rossoblu arrivasse l’ottava vittoria in casa della stagione, sarebbe realtà il ritorno in serie D e l’approssimarsi verso i playout della formazione leoncella.

Per cercare di rendere tragico il pomeriggio a Sante Alfonsi &co la Jesina sembrerebbe poter contare sul rientro di capitan Trudo. Che alla Civitanovese, ha già causato la delusione d’andata in quel match colmo di strascichi. Anche se apparentemente troppo tardi, è ovvio che Strappini cercherà fino all’ultimo istante di impugnare la giusta forbice per non pietrificarsi nella zona rossa.

Il bomber leoncello, rimasto out per colpa di una sciatalgia da un mese a questa parte ed avvistato di nuovo solo con l’Urbania, può tornare a far ruggire in maniera salvifica questa Jesina solo Azzurra Colli e Monturano permettendo.

Gli ascolani però daranno tutto in casa propria dinnanzi al Castelfidardo, al quale serve l’ultimo mattoncino per timbrare la presenza ai prossimi spareggi promozione.

Il Monturano Campiglione sarà invece impegnato a Macerata, in casa di una Maceratese già con la testa sotto l’ombrellone, sperando in una vittoria condita da un passo falso altrui.

Al rebus legato alla lotta per non retrocedere, spererà di poter far affidamento anche il Montefano, al quale non resta che espugnare Urbania auspicando nel miracolo jesino per involarsi al fotofinish verso l’interregionale.

Il Montegiorgio, sicuro di disputare i playout dopo la scorsa inebriante vittoria del ‘Mancini’, proverà a ottenere il miglio piazzamento possibile sfidando in casa il Tolentino.

La Sangiustese, per agganciare il medesimo obbiettivo, non avrà vita semplice nel derby col Montegranaro.

Con il fine di accantonare ogni criticità, all’Urbino servirà raccogliere un punto contro l’Osimana per ottenere i playoff. Al ‘Montefeltro’, i ducali ospitano i cugini dell’altra squadra a cui serve un pari per non farsi intimorire dal K Sport Montecchio. La squadra di Lilli, a -3 da quelle di Ceccarini, appunto, e Giuliodori, proverà in casa a battere il Chiesanuova, al contrario già ampiamente qualificato.

ECCELLENZA MARCHE

15° GIORNATA girone di ritorno, ultima di campionato ore 16,30 domenica 28 aprile                     

Maceratese – Monturano (Cocci di Ascoli Piceno), Azzurra Colli – Castelfidardo (Di Moteodorisio di Vasto), Civitanovese – Jesina (Ferroni di Fermo), K Sport Montecchio Gallo – Chiesanuova (Montevergine di Ragusa), Montegranaro – Sangiustese (El Mouhsini di Pesaro), Montegiorgio – Tolentino (Pigliacampo di Pesaro), Urbania – Montefano (Pasqualini di Macerata), Urbino – Osimana (Animento di Macerata)

CLASSIFICA

Civitanovese 56; Montefano 54; Chiesanuova 52; Castelfidardo 48; Urbino 48; K Sport Montecchio 45; Osimana 43; Montegranaro, Maceratese 42; Urbania 39; Tolentino 37; Jesina 28; Montegiorgio 23; Sangiustese 22; Azzurra Colli 20; Monturano 19

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 16: Alessandroni (Osimana);

12 reti: Sartori (Urbino);

reti 10: Handzic (Sangiustese)

9 reti Borrelli (Tolentino), Sbarbati (Chiesanuova)

reti 8: Perpepaj (Montegranaro), Papa (Montefano), Tonuzi (Montegranaro), Perri (Maceratese)

©riproduzione riservata




Eccellenza / Per la ventinovesima grande appeal: il programma e gli arbitri

Penultima giornata di campionato e molto vicini all’ufficialità di qualche verdetto: La Civitanovese al ‘Ferranti’ di P. Sant’Elpidio potrà diventare campione qualora il Montefano e il Chiesanuova assieme dovessero lasciar punti ad Azzurra Colli e Urbino. Al Castelfidardo ne serve uno contro il Montegiorgio per certificare i playoff

VALLESINA, 19 aprile 2024 – Vincendo lo scontro diretto contro il Montefano, la Civitanovese si è ripresa il primo posto mettendo in discesa il cammino verso la serie D.

Per completare l’opera fino alla promozione diretta, domenica, ore 16.30, i rossoblu si appresteranno in quel di Porto S.Elpidio ad essere ‘’ospitati’’ dal Monturano Campiglione.

L’impegno, visto il testacoda che rappresenterà dato dalle ‘nuove’ posizioni che le squadre di Alfonsi e di Cuccù hanno maturato dopo la ventottesima, stimando i dati, sembrerebbe essere adatto per accarezzare il sogno: la Civitanovese, la miglior squadra per rendimento di punti esterni (sono stati 29 infatti quelli ottenuti in trasferta, 5 in più di quelli raccolti al ‘Polisportivo’) e con il traguardo a due passi dovrebbe compiere un harakiri clamoroso non confermandosi, dopo tanta fatica, in un match del genere.

Sia chiaro, il Monturano, che sta annegando nel fondale della classifica che affaccia, al contrario, verso il ritorno in Promozione, avrà stimoli non indifferenti.

Azzurra Colli – Jesina gennaio 2024, 0-1 (Lucarini): l’ultima vittoria in campionato dei leoncelli

Gli stessi che contraddistingueranno l’Azzurra Colli, che invece dovrà occuparsi in casa viola del principale avversario rossoblu. Qualora Morelli e i suoi compiessero un blitz ‘’utopistico’’ (mettiamo le virgolette, visto il calcio, materia in questione…)  al ‘Dell’Immacolata’, e dall’altro lato invece le cose accadessero più verosimilmente alla realtà da noi conosciuta fin qui, gli ascolani spedirebbero proprio il Monturano alla retrocessione diretta, i viola al semplice disputarsi dei playoff, ma, ancor più importante, sé stessi a contendersi un posto per la salvezza fino a poche settimane fa impronosticabile.

Il Chiesanuova potrà continuare ad inserirsi nel districato scacchiere che porterebbe in testa solamente battendo l’Urbino al ‘Sandro Ultimi’. Fino all’ultimo, come consiglia anche il nome dell’impianto treiese, sarà la prerogativa che sicuramente adotteranno Mobili e i suoi dinnanzi ai ducali per poter aggrapparsi al sogno anche nella successiva gara di Montecchio. Anche se, strappare l’intera posta in palio ad una squadra a cui servirebbe lo stesso risultato per adagiarsi sugli allori playoff nella successiva ed ultima di campionato, somiglia più ad un’altra grande impresa viste le premesse.

Se l’Urbino per l’aritmetica certezza di disputare gli spareggi in anticipo di una settimana avrebbe bisogno dei tre punti, il Castelfidardo, contro il Montegiorgio nel suo ‘Mancini’, potrebbe farsene bastare uno soltanto per raggiungere lo stesso obbiettivo. Per questioni di propria attitudine e di volontà di mantenere il miglior piazzamento possibile nella griglia, siam certi che Giuliodori e ragazzi non si risparmieranno, anzi.

Il Montegiorgio, del canto suo, per continuare ad indirizzare il proprio cammino verso i playout, ha bisogno come aria di punti.

Montegranaro, K Sport Montecchio e Maceratese, con gli stessi 42 punti a testa e quasi tagliate fuori dal traguardo che si erano proposte di toccare (chi ad inizio stagione e chi durante lo scorrimento di questa) andranno tutte in trasferta rispettivamente in casa di Tolentino, Sangiustese e Osimana.

Un’altra squadra, ormai già da un po’, destinata alle corsie centrali della classifica è l’Urbania. Ovvero, l’ultima formazione della regular season che calcherà il manto del ‘Carotti’ per sfidare la Jesina (foto di primo piano l’ultima volta dell’Urbania a Jesi ottobre 2021: 0-2). La volontà chiaramente difficoltosa di far si che sia l’ultima in assoluto in questa stagione sciagurata, sarà il principale leitmotiv che i leoncelli dovranno prestare all’impegno. Per incrociar le dita con tale speranza, a Strappini e i suoi servono, prima di affidarsi al destino delle giuste combinazioni, tre punti. Da conquistare senza se e senza ma, quantomeno per riottenere a priori una microdose di fiducia verso se stessi. Che potrebbe essere funzionale, qualora invece l’ardua sentenza sarà da conoscere ai posteri del campionato. Per la gara contro l’Urbania a mister Strappini mancheranno Trudo, Cordella, Nazzarelli, i fratelli Capomaggio. Arbitrerà Laura Mancini di Macerata che in stagione ha già diretto la Jesina a Villa San Filippo contro il Chiesanuova (1-1) e a Monturano (1-0 per i locali). Il fischietto in gonnella ha diretto anche per due volte l’Urbania: 3-1 sul Montegiorgio e 2-2 con l’Azzurra Colli.

ECCELLENZA MARCHE

14° GIORNATA girone ritorno domenica 21 aprile ore 16.30                           

Monturano – Civitanovese (Gambin di Udine), Castelfidardo – Montegiorgio (Tasso di Macerata), Chiesanuova – Urbino (Zantedeschi di Verona), Jesina – Urbania (Laura Mancini di Macerata), Montefano – Azzurra Colli (Pigliacampo di Pesaro), Osimana – Maceratese (Cacchiarelli di San Benedetto del Tronto), Sangiustese – K Sport Montecchio Gallo (Ferroni di Fermo), Tolentino – Montegranaro (Cocci di Ascoli Piceno)

CLASSIFICA

Civitanovese 53; Montefano, Chiesanuova 51; Castelfidardo 48; Urbino 47; Maceratese, K Sport Montecchio, Montegranaro 42; Osimana 40; Urbania 38; Tolentino 33; Jesina 27; Sangiustese 22; Montegiorgio, Azzurra Colli 20; Monturano 19

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 15: Alessandroni (Osimana);

reti 12: Sartori (Urbino);

reti 10: Handzic (Sangiustese)

reti 9: Borrelli (Tolentino), Sbarbati (Chiesanuova)

reti 8: Perpepaj (Montegranaro), Papa (Montefano), Tonuzi (Montegranaro), Perri (Maceratese)

 

15° GIORNATA girone ritorno ultima di campionato domenica 28 aprile ore 16.30

Maceratese – Monturano, Azzurra Colli – Castelfidardo, Civitanovese – Jesina, K Sport Montecchio Gallo – Chiesanuova, Montegranaro – Sangiustese, Montegiorgio – Tolentino, Urbania – Montefano, Urbino – Osimana

©riproduzione riservata




Eccellenza / Pausa alle spalle, spazio alla ventisettesima: il programma e gli arbitri

Scontri pesanti tra Montefano-Urbino e Castelfidardo-Maceratese. Per la Jesina, in emergenza, derby sensibile con l’Osimana

Vallesina, 5 aprile 2024 – C’eravamo lasciati, lo scorso 17 marzo, con il sorpasso in vetta del Montefano, figlio del blitz civitanovese del Castelfidardo, e così si ripartirà questa domenica.

I viola, che guardano tutti dall’alto stazionando a +1 dai rossoblù, avranno un altro snodo cruciale nella rotta che potrebbe portarli alla prima storica promozione in Serie D. Al ‘Dell’Immacolata’, si ripartirà fortissimo con il big match tra la squadra di mister Mariani e quella di mister Ceccarini. 48 punti al cospetto di 44, il primo della classe dinnanzi a quello che siede poco più in là, al quarto banco.

Nico Mariani (Montefano)

Ceccarini (Urbino)

Se la sfida tra Montefano ed Urbino può aggiungere molto alle sorti di alta classifica, anche quel che accadrà al ‘San Claudio’ di Campiglione tra Monturano e Chiesanuova non preclude l’interessamento ai primi posti. I biancorossi, fermati a marzo dopo tre vittorie consecutive (e dieci gol in queste) solo dalla pausa, faranno visita ad una squadra che naviga agli estremi opposti di classifica con 19 punti.

La Civitanovese avrà occasione per rimettersi subito in corsa al ‘Della Vittoria’ contro il Tolentino, squadra dalla quale ha avuto già qualche grattacapo vista la sconfitta interna dell’andata. I cremisi, un girone dopo, appaiono però una squadra in netta regressione rispetto a quella abile in quel caso a raccogliere una terza vittoria consecutiva di lustro, prima di collezionarne altre due in serie. Aver vinto solo quattro partite da quella volta al Polisportivo, per gli uomini di Possanzini può fungere da pericoloso stimolo in più, al quale la Civitanovese dovrà tenere botta se non vorrà mandare in fumo un’intera stagione.

Nel rebus legato alla promozione diretta, non è da dimenticare il ruolo che potrebbe assumere anche il Castelfidardo. Vincere contro la Maceratese nella gara di rientro al ‘Mancini’ potrebbe far seriamente spiegare le ali verso quel che ormai ha i tratti di un sogno lucido.

K Sport Montecchio Gallo e Montegranaro, rimasti al difuori della zona nobile dei playoff con 39 punti (come la Maceratese, che però non è mai stata tra le prime cinque) dovranno battere rispettivamente Azzurra Colli e Montegiorgio per accorciare la classifica. Sperando in qualche passo falso di chi è lì davanti.

Auspicandosi di aver riazzerato mentalmente da quelle sei sconfitte in successione tramite queste due settimane di stasi, la Jesina, in totale emergenza per l’assenza di uomini chiave (leggi qui…)  avrà ospite l’Osimana per ricercare vita. Tutt’altro che estromessi dalla possibilità di inserirsi nel rompicapo playoff, i ‘senza testa’ al ‘Carotti’ giocheranno, al contrario dei leoncelli, a mente sgombera visto il raggiungimento della salvezza dopo l’ultima vittoria contro il Monturano Campiglione. In altre parole; con ben poco da perdere ma molto da guadagnare.

Infine Sangiustese – Urbania: posta in palio piena da conquistare per i padroni di casa che potrebbe corrispondere alla certezza di poter disputare il play out in casa.

ECCELLENZA MARCHE

12° GIORNATA girone ritorno domenica 7 aprile

Monturano – Chiesanuova  (Cacchiarelli di San Benedetto), Castelfidardo – Maceratese (Pigliacampo di Pesaro),  Jesina – Osimana (El Mouhsini di Pesaro ), K Sport Montecchio Gallo – Azzurra Colli (Animento di Macerata), Montegranaro – Montegiorgio (Latuga di Pesaro), Montefano – Urbino (Ambrosino di Nola), Sangiustese – Urbania (Cocci di Ascoli), Tolentino – Civitanovese (Polizzotto di Palermo )

CLASSIFICA

Montefano 48; Civitanovese 47; Chiesanuova 45; Urbino 44; Castelfidardo 42; Maceratese, Montegranaro, K Sport Montecchio Gallo 39; Osimana 37; Urbania 35; Tolentino 33; Jesina 27; Sangiustese 21; Montegiorgio, Monturano 19; Azzurra Colli 16

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 14: Alessandroni (Osimana);

reti 12: Sartori (Urbino);

reti 9: Sbarbati (Chiesanuova)

reti 8: Borrelli (Tolentino), Handzic (Sangiustese), Perpepaj (Montegranaro)

 

13° GIORNATA girone ritorno domenica 14 aprile

Maceratese – Jesina, Azzurra Colli – Tolentino, Chiesanuova – Osimana, Civitanovese – Montefano, Montegranaro – K Sport Montecchio Gallo, Montegiorgio – Sangiustese, Urbania – Castelfidardo, Urbino – Monturano

©riproduzione riservata




Eccellenza / Il tetto sopra tutti ora è viola: Chiesanuova e Castelfidardo da playoff

Nella 26esima il ko interno della Civitanovese contro le fisarmoniche ha aggiornato lo scenario in testa in favore del Montefano. Al ritorno dalla pausa sarà tutto nelle mani di mr. Mariani

Vallesina, 19 marzo 2024 – La tempesta, prima della quiete. La quart’ultima giornata di Eccellenza, prima della sosta per la festività pasquale.

Capovolgendo il titolo di quella famosa poesia di Leopardi per utilizzarlo in relazione a quanto accaduto nella scorsa giornata, non andremmo tanto lontani da quanto questa ci abbia mostrato.

Il campionato, proprio prima di fermarsi, ha manifestato l’ennesimo ribaltone. Questa volta riguardante addirittura quella testa della classifica a lungo difesa da una stessa squadra. Come se in questi mesi non fossero bastate le montagne russe della zona playoff, anche lassù, più in alto di tutti, c’è stato ancora da aggiornare qualcosa.

Fino al prossimo 7 aprile, giorno in cui il campionato rimetterà in moto la sua macchina, sosterà infatti in prima piazza il Montefano. Piazzatisi a +1 dalla Civitanovese nel mentre sconfitta al ‘Polisportivo’ dal Castelfidardo, i viola hanno compiuto, in cinque giornate da quando finirono secondi, la missione non semplice di scalzare i rossoblù dopo esser finiti in questo breve intervallo di tempo addirittura a -5.

Il lavoro straordinario di Mariani ed i suoi ragazzi, si è concretizzato a Macerata. Non un luogo indifferente da cui passare, sia per la dimensione comunque occupata dalla Rata per la sua storia, sia per il grande periodo di forma che stavano attraversando Ruani e i suoi al momento della sfida. Eppure, grazie ad un ‘euro Alla’, il Montefano ha vinto da grande squadra un match che potrà davvero risultare illuminante alla fine.

Ernest Alla nell’istante successivo la realizzazione del gol valido a stendere la Maceratese. Uno 0-1 che ha valso il raggiungimento della vetta per il Montefano in un momento cardine della stagione.

 

Attenzione comunque alle sorprese. Nonostante lo stesso allenatore viola non si sia mai smarcato dalle pressioni, sostenendo a lungo, con grande onestà, quante caratteristiche positive abbia la sua squadra per poterlo vincere questo campionato, mantenersi in testa alla ripresa non sarà certo impresa semplice. Vuoi per il calendario, con Urbino e Civitanovese stessa nelle prime due dopo la pausa, vuoi per il nuovo assetto psicologico, inverso a quella di inseguitrice, da dover adottare ferocemente viste le avversarie a ridosso.

Tra queste, dobbiamo metterci il Chiesanuova, che dopo il 4-1 interno al Montegranaro, non solo ha ipotecato la zona playoff, anzi.

A -3 dai primatisti, come a questo punto nel girone d’andata pur avendo perso a quel tempo con gli stessi veregrensi schiantati questa volta all’’Ultimi’, i treiesi hanno ancora una volta dimostrato con quanta continuità stiano attaccando questa stagione. Basti pensare al ‘semplice’ dato sulla longevità attraverso cui si sta mantenendo un posto per i prossimi spareggi verso la D, ormai mantenuto dalla settima giornata.

Anche l’Urbino, avendo battuto la Jesina, potrà usufruire della pausa con il morale a ridosso delle stelle.

Ragionando in queste due settimane su come toccarle, lo stop può rappresentare una grande arma per preparare come meglio non si può la vertiginosa sfida di rientro al Dell’Immacolata.

Per quanto riguarda i leoncelli, questi venti giorni serviranno come il pane per cercare di raddrizzare questo percorso. Che cosa servirà, dopo sei sconfitte consecutive ed un solo gol segnato nelle altrettante sfide, va discusso ad un tavolo dove non dovranno essere omessi unità d’intenti e sincerità reciproca.

Il tempo a disposizione per lavorare a mente un po’ più fredda ci sarà. Per scappare dalle sabbie mobili, andrà centellinato minuziosamente.

Nelle stesse zone, ad aver fatto risultato sono state Sangiustese e Montegiorgio. La prima, riuscendo a segnare tre reti al ‘Colle Vaccaro’ si è fermata a 21 punti (a -6 dalla Jesina). La seconda in casa propria, inceppando il K Sport, ha ottenuto un secondo pareggio consecutivo che ha smosso la classifica quanto bastava per accorciare e tenersi lo spiraglio di disputare i playout.

ECCELLENZA MARCHE

12° GIORNATA girone ritorno domenica 7 aprile

Monturano – Chiesanuova, Castelfidardo – Maceratese, Jesina – Osimana, K Sport Montecchio Gallo – Azzurra Colli, Montegranaro – Montegiorgio, Montefano – Urbino, Sangiustese – Urbania, Tolentino – Civitanovese

CLASSIFICA

Montefano 48; Civitanovese 47; Chiesanuova 45; Urbino 44; Castelfidardo 42; Maceratese, Montegranaro, K Sport Montecchio Gallo 39; Osimana 37; Urbania 35; Tolentino 33; Jesina 27; Sangiustese 21; Montegiorgio, Monturano 19; Azzurra Colli 16

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 14: Alessandroni (Osimana);

reti 12: Sartori (Urbino);

reti 9: Sbarbati (Chiesanuova)

reti 8: Borrelli (Tolentino), Handzic (Sangiustese), Perpepaj (Montegranaro)

©riproduzione riservata




Eccellenza / Ventiseiesima giornata con i fiocchi: il programma e gli arbitri

Tre scontri diretti interni alle prime cinque posizioni. L’unica tra quelle in alto a non vedersela con una della sua classe è l’Urbino, pronto ad ospitare la Jesina

Vallesina, 16 marzo 2024 – Sarà, con ogni probabilità, un crocevia definitivo quello che caratterizzerà la quartultima giornata di Eccellenza.

Vista l’entità degli scontri diretti che la caratterizzeranno, forse il più importante in assoluto.

Ne sanno qualcosa Castelfidardo e Maceratese, che a partire dal proprio quinto posto in condivisione si appresteranno ad affrontare rispettivamente Civitanovese e Montefano. Per qualunque di queste quattro, vincere potrà significare un grande step successivo per il fine stagione. I biancoverdi e i biancorossi sono alla ricerca della conferma identitaria necessaria a rimanere in alto e le gare del ‘Polisportivo’ e dell’Helvia Recina’ sono stimolanti al massimo sotto questo aspetto.

Anche il Chiesanuova è pronto ad un big match assoluto. Al ‘Sandro Ultimi’ la sfida al Montegranaro potrebbe prestarsi alla possibilità seria di staccare definitivamente una diretta concorrente ai playoff. In più, c’è da vendicare quella sconfitta in extremis maturata all’andata in terra veregrense.

L’Urbino, rispetto alle altre sue compagne di classe, avrà sulla carta un impegno più abbordabile dovendo ospitare questa Jesina deperita.

Leoncelli che in settimana hanno compiuto 97 anni ma che continuano ad essere contestati, soprattutto la società, dalla tifoseria che non si rassegna a passerella domenicali di così basso profilo.

Le squadre di ‘centro’, Urbania ed Osimana, dovranno vedersela dalle proprie parti con Tolentino e Monturano Campiglione. I ‘cremisi’ non potranno ancora scherzare con il fuoco, il Monturano invece per rimanere nella zona calda playout non dovrà lasciar punti ad una squadra uscita sconfitta solo due volte nel girone di ritorno.

L’Azzurra Colli in casa sua potrebbe tentare l’aggancio giusto per affrancarsi dal pesante legame con l’ultimo posto sempre occupato fino ad oggi. La Sangiustese, avanti di solo due punti dagli ascolani, sarà direttamente interessata per evitare invece di toccare in maniera definitiva il fondo al ‘Colle Vaccaro’.

Infine Montegiorgio che ospita il K Sport Montecchio Gallo: da qualsiasi parte la si guardi chi prende tre punti ha fatto tombola!

ECCELLENZA MARCHE

11° GIORNATA girone ritorno 

Azzurra Colli – Sangiustese (Tuderti di Reggio Emilia), Chiesanuova – Montegranaro (Mancini di Macerata), Civitanovese – Castelfidardo(Gambirasio di Bergamo), Maceratese – Montefano (Ferroni di Fermo), Montegiorgio – K Sport Montecchio Gallo (Chiacchiarelli di San Benedetto), Osimana – Monturano (Eletto di Macerata), Urbania – Tolentino (Animento di Macerata), Urbino – Jesina (Tasso di Macerata)

CLASSIFICA

Civitanovese 47; Montefano 45; Chiesanuova 42; Urbino 41; Castelfidardo, Maceratese, Montegranaro 39; K Sport Montecchio Gallo 38; Urbania, Osimana 34; Tolentino 32; Jesina 27; Monturano 19; Montegiorgio, Sangiustese 18; Azzurra Colli 16

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 14: Alessandroni (Osimana);

reti 11: Sartori (Urbino);

reti 8: Borrelli (Tolentino)

reti 7: Nunez (Urbania), Bardeggia (K Sport  Montecchio), Tonuzi (Montegranaro), Handzic (Sangiustese), Sbarbati (Chiesanuova), Perri (Maceratese), Papa (Montefano), Perpepaj (Montegranaro)

reti 6: Defendi (Chiesanuova), Napapere (Castelfidardo), Becker (Civitanovese)

12° GIORNATA girone ritorno domenica 7 aprile

Monturano – Chiesanuova, Castelfidardo – Maceratese, Jesina – Osimana, K Sport Montecchio Gallo – Azzurra Colli, Montegranaro – Montegiorgio, Montefano – Urbino, Sangiustese – Urbania, Tolentino – Civitanovese

©riproduzione riservata

 

 

 




Eccellenza / La Civitanovese pareggia il Montefano non sbaglia e si rifà sotto a -2 Maceratese mai così bene

Nella venticinquesima, oltre a viola e biancorossi vincono Chiesanuova ed Urbino. Castelfidardo ed Osimana finiscono per non farsi male

Vallesina, 12 marzo 2024 – Che questo campionato ci farà rimanere sull’attenti fino a chiusura, è chiaro ormai da mesi. Anche la decima di ritorno è stata testimonianza che, nonostante manchino solo cinque giornate allo scadere, di cominciare a fare calcoli non è ancora il caso.

Dopo il ‘tormentato’ pari infrasettimanale di mercoledì scorso contro l’Osimana, Il Montefano ha infatti riottenuto lo status di principale antieroe rispetto alla Civitanovese. Grazie alla vittoria sul Monturano Campiglione, tramite le gesta di un ispiratissimo Papa, i viola con due gol hanno allegoricamente accorciato a -2 dai rossoblù. Di nuovo. Il sogno continua, dunque. Anche grazie al pareggio con cui il K Sport Montecchio ha rialzato la china coinvolgendo la Civitanovese.

A vincere sono state poche altre: Il Chiesanuova, facendolo grazie ad uno 0-3, ha tenuto fede alla propria brillante tradizione in uno degli impianti più importati della categoria. Installandosi al terzo posto in solitaria con 42 punti, i treiesi hanno definitivamente relegato in un purgatorio dai tratti consolidatamente fiammeggianti la Jesina.

La Maceratese, tramite lo stesso risultato ma sul campo della Sangiustese, ha raggiunto la frontiera playoff. Pur non tastandola con entrambi i piedi, visti i pareggi con cui anche Castelfidardo e Montegranaro si sono appoggiati sui 39 punti, questa nuova terra per i biancorossi è quella che ad inizio stagione si dava per scontata. Accarezzata dopo domenica, in maniera trasversale come spesso accade in questo sport, grazie all’insospettabile Pieralvise Ruani.

La quarta ed ultima formazione capace di estrarre i tre punti dalla venticinquesima è stata l’Urbino. Sempre in territorio maceratese, è bastato un fendente mancino di Matteo Sartori in quel di Tolentino per riacciuffare la vittoria per toccare quota 41.

Al Castelfidardo non è bastato al 100% l’inizio sprint che aveva contraddistinto il derby. La fame dell’Osimana (e dell’ormai totalmente recuperato Alex Buonaventura) ha permesso ai senza testa di riprendere un match che s’era messo in salita. Il “trend” biancoverde rimane comunque in positivo, il che sarà importante da considerare quando le fisarmoniche scenderanno in campo al ‘Polisportivo’ di Civitanova per il prossimo turno.

L’1-1 tra Azzurra Colli e Montegiorgio ha rappresentato un motivo per sorridere a mezza bocca per entrambe. Agli ascolani poiché funzionale per la prima volta in campionato ad ottenere tre risultati utili consecutivi. Ai fermani invece per riassaggiare almeno un punto dopo otto sconfitte consecutive. Le situazioni di entrambe rimangono tuttavia molto complicate: quale fra le due, se c’è ne sarà una, ne verrà fuori?

ECCELLENZA MARCHE

10° GIORNATA girone ritorno  

Castelfidardo – Osimana 1-1 Braconi, Buonaventura (Ferroni di Fermo), Jesina – Chiesanuova 0-3 Badiali, Mongiello, Crescenzi (Pigliacampo di Pesaro), K Sport Montecchio Gallo – Civitanovese 0-0 (Passarotti di Mantova), Montegranaro – Urbania 1-1 Perpepaj, Paszynski (Cacchiarelli di San Benedetto), Montefano – Monturano 2-0 Papa, Bonacci (Tarli di Ascoli), Montegiorgio – Azzurra Colli 1-1 Rossini, Filiaggi (El Mouhsini di Pesaro), Sangiustese – Maceratese 0-3 Perri, D’Ercole, D’Ercole (Bogo di Oristano), Tolentino – Urbino 0-1 Sartori (Latuga di Pesaro)

CLASSIFICA

Civitanovese 47; Montefano 45; Chiesanuova 42; Urbino 41; Castelfidardo, Maceratese, Montegranaro 39; K Sport Montecchio Gallo 38; Urbania, Osimana 34; Tolentino 32; Jesina 27; Monturano 19; Montegiorgio, Sangiustese 18; Azzurra Colli 16

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 14: Alessandroni (Osimana);

reti 11: Sartori (Urbino);

reti 8: Borrelli (Tolentino)

reti 7: Nunez (Urbania), Bardeggia (K Sport  Montecchio), Tonuzi (Montegranaro), Handzic (Sangiustese), Sbarbati (Chiesanuova), Perri (Maceratese), Papa (Montefano), Perpepaj (Montegranaro)

reti 6: Defendi (Chiesanuova), Napapere (Castelfidardo), Becker (Civitanovese)

11° GIORNATA girone ritorno domenica 17 marzo

Azzurra Colli – Sangiustese, Chiesanuova – Montegranaro, Civitanovese – Castelfidardo, Maceratese – Montefano, Montegiorgio – K Sport Montecchio Gallo, Osimana – Monturano, Urbania – Tolentino, Urbnino – Jesina

 

©riproduzione riservata

 

 




Eccellenza / C’è la decima di ritorno: il programma e gli arbitri

È l’ora del derbyssimo Castelfidardo-Osimana. Missione Chiesanuova per la Jesina. Sul piedistallo K Sport Montecchio-Civitanovese

Vallesina, 8 marzo 2024 – Tutte assieme, appassionatamente. Le 16 squadre di Eccellenza, per quel che riguarderà la venticinquesima giornata, giocheranno in contemporanea alle 15.00 questa domenica.

Vista la prossimità dello scadere del campionato, per ognuna parliamo davvero di passioni in crescendo. Si, perché nessuna può sentirsi ancora certa del proprio destino. Le pulsazioni legate alla sfida tra Castelfidardo ed Osimana non necessitano di grandi presentazioni.

Marco Giuliodori allenatore Castelfidardo

Tuttavia, per i biancoverdi il derbyssimo può rappresentare un ulteriore trampolino per sognare in grande nel finale di stagione.

Seppur dotata di minor campanilismo, anche la gara tra K Sport Montecchio e Civitanovese mette sul piatto presupposti importanti sotto l’aspetto della pesantezza dei punti in palio. Soprattutto per i rossoblù, primatisti dal 3 dicembre. Il K Sport non vorrà però masticare ancora amaro dopo due sconfitte ed un pareggio.

Il Montegranaro avrà in casa la possibilità di riesplodere le polveri rimaste bagnate dopo lo 0-0 di Colle Vaccaro. Allo stadio ‘La Croce’ scenderanno i durantini dell’Urbania, per una gara che si prospetta davvero divertente.

Montefano e Monturano Campiglione si giocano molto al ‘Dell’Immacolata’. Un impegno sulla carta più rivolto verso i viola, che non potranno però permettersi di abbassare la tensione contro una squadra affamata di punti salvezza.

La Sangiustese, per gli stessi motivi che muovono le intenzioni dei fermani, vorrà portare via punti alla Maceratese. Passando magari per un’altra bella prestazione, sperando che questa risulti sufficiente al pieno per mister Giandomenico e i suoi.

La Jesina non potrà permettere al Chiesanuova di far riaffiorare sul campo del ‘Carotti’ altri bei momenti. Con i treiesi lanciatissimi verso la zona playoff, mister Strappini dovrà toccare le corde dell’orgoglio ai suoi ragazzi per fermare Pasqui & co.

Se tra le sei citate per essere coinvolte in queste tre sfide vi è una distanza di punti molto consistente, tra Montegiorgio ed Azzurra Colli non varrà la stessa cosa. Vagnoni e Morelli, traghettatori della claudicante stagione di entrambe, si affacciano a questo scontro di bassa quota con sole due lunghezze a dividerli.

Il Tolentino, dopo la sconfitta dell’Helvia Recina, riceverà dalle sue parti un’altra squadra ferita dalla scorsa, ultima, giornata: l’Urbino di Ceccarini.

ECCELLENZA MARCHE

10° GIORNATA girone ritorno  

Castelfidardo – Osimana (Ferroni di Fermo), Jesina – Chiesanuova (Pigliacampo di Pesaro), K Sport Montecchio Gallo – Civitanovese (Passarotti di Mantova), Montegranaro – Urbania (Cacchiarelli di San Benedetto), Montefano – Monturano (Tarli di Ascoli), Montegiorgio – Azzurra Colli (El Mouhsini di Pesaro), Sangiustese – Maceratese (Bogo di Oristano), Tolentino – Urbino (Latuga di Pesaro)

CLASSIFICA

Civitanovese 46; Montefano 42; Chiesanuova 39; Castelfidardo, Urbino, Montegranaro 38; K Sport Montecchio Gallo 37; Maceratese 36; Urbania, Osimana 33; Tolentino 32; Jesina 27; Monturano 19; Sangiustese 18; Montegiorgio 17; Azzurra Colli 15

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 14: Alessandroni (Osimana);

reti 10: Sartori (Urbino);

reti 8: Borrelli (Tolentino)

reti 7: Nunez (Urbania), Bardeggia (K Sport  Montecchio), Tonuzi (Montegranaro), Handzic (Sangiustese), Sbarbati (Chiesanuova)

reti 6: Perri (Maceratese), Defendi (Chiesanuova), Napapere (Castelfidardo), Papa (Montefano), Perpepaj (Montegranaro), Becker (Civitanovese)

11° GIORNATA girone ritorno domenica 17 marzo

Castelfidardo – Osimana, Jesina – Chiesanuova, K Sport Montecchio Gallo – Civitanovese, Montegranaro – Urbania, Montefano – Monturano, Montegiorgio – Azzurra Colli, Sangiustese – Maceratese, Tolentino – Urbino

©riproduzione riservata

 




Eccellenza / Arriva la 24^ giornata: il programma e gli arbitri

Con soli sette turni da giocare si entra nel rush finale: derby Maceratese-Tolentino e Urbania-K Sport. Per la Jesina il momento della verità a Monturano

Vallesina, 01 marzo 2024 – Nel massimo campionato regionale, si tornerà in campo per continuare a scoprirne tutti un po’ di più su questa stagione domenica 3 marzo.

Sette gare su otto in contemporanea alle 15.00, con la sola Monturano Campiglione-Jesina, della quale sapremo in anticipo di mezzora l’esito rispetto alle altre, da giocarsi alle 14.30.

Striscione tifosi della Jesina appeso ieri sera in viale Verdi a ridosso dell’ingresso della curva del Carotti

Una sfida assolutamente centrale per gli obbiettivi di entrambe le squadre: i leoncelli non potranno permettersi di venire risucchiati, per la prima volta in maniera effettiva, nei playout. E nel frattempo continuano le contestazioni alla società che comunque è in debito di una risposta alla lettera inviata dall’ex Sindaco Bacci al presidente Chiariotti.

Con i fermani lontani undici punti, per questi sarà chiara l’intenzione di fare bottino pieno ed arenare mister Strappini e i suoi nella zona degli spareggi salvezza, con la speranza di reincontrarli, chissà, anche dopo la fine della regular season.

Per le altre squadre implicate nella lotta per non retrocedere, impegni sulla carta molto proibitivi: L’Azzurra Colli erediterà al ‘Colle Vaccaro’ un Montegranaro profondamente galvanizzato dalla vittoria della scorsa settimana sulla Maceratese. Montegiorgio e Sangiustese saranno ospiti rispettivamente di Chiesanuova e Civitanovese. Se la squadra di Vagnoni perverrà al ‘Sandro Ultimi’ con il morale affossato dalle sei sconfitte maturate in altrettante giornate, la Sangiustese potrà affrontare la capolista un po’ più vitalizzata in virtù della vittoria contro l’Osimana e del fatto di aver dimostrato che il proprio attacco stia godendo di un periodo di forma tra i migliori della categoria da quando è iniziato il girone di ritorno. Soprattutto grazie all’impatto devastante avuto nelle sue prime sette giornate da calzaturiero dell’attaccante bosniaco Haris Handzic.

Rimanendo sull’Osimana, i senza testa dovranno sorreggere le avance della squadra più in forma del campionato: il Montefano di Manuel Dell’Aquila e soci, pronti ad incombere sui giallorossi per mettere in serie cinque vittorie consecutive e continuare un campionato da record. La partita si giocherà sul neutro di Cingoli causa la pesante squalifica inflitta dal Giudice Sportivo ai senza testa dopo la gara di Coppa a Massa Martana.

Per il K Sport Montecchio sarà ancora una volta tempo di derby, però sul campo dell’Urbania. Dopo aver pagato per la prima volta in questa stagione lo scotto di perdere due gare consecutive (vista la sconfitta di Macerata e quella in casa con l’Urbino alla scorsa giornata) gli uomini di mister Lilli avranno l’occasione di riscattarsi senza doversi allontanarsi più di tanto dalla propria zona di comfort.

Altro match di campanile per questioni di prossimità territoriale, Maceratese-Tolentino. Una sfida sentita e mancata per sei stagioni prima di questa, ma che domenica farà il pieno di incroci visto il quarto confronto alla quale si sottoporranno a vicenda biancorossi e cremisi. Due squadre, quelle di Ruani e Possanzini, lontane un solo punto l’una dall’altra esattamente a metà classifica.

Poco sopra questa c’è il Castelfidardo, che per provare a scorgere lo sguardo aldilà della terra di mezzo dovrà cercare di superarsi e battere l’Urbino a domicilio.

ECCELLENZA MARCHE

9° GIORNATA girone ritorn0 domenica 3 marzo

Monturano – Jesina (Laura Mancini di Macerata), Azzurra Colli – Montegranaro (Ferroni di Fermo), Chiesanuova – Montegiorgio (Spadoni di Pesaro), Civitanovese – Sangiustese ( El Mouhsini di Pesaro), Maceratese – Tolentino (Mammoli di Perugia), Osimana – Montefano (Montevergine di Ragusa), Urbania – K Sport Montecchio Gallo (Ricciarini di Pesaro), Urbino – Castelfidardo (Malascorta di Jesi)

CLASSIFICA

Civitanovese 43; Montefano 41; Urbino 38; Montegranaro 37; K Sport Montecchio Gallo, Chiesanuova36; Castelfidardo 35; Maceratese 33; Tolentino, Osimana, Urbania 32; Jesina 27; Sangiustese 18; Montegiorgio 17; Monturano 16; Azzurra Colli 14

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 14: Alessandroni (Osimana);

reti 10: Sartori (Urbino);

reti 8: Borrelli (Tolentino)

reti 7: Nunez (Urbania), Bardeggia (K Sport  Montecchio), Tonuzi (Montegranaro), Handzic (Sangiustese)

reti 6: Perri (Maceratese), Defendi (Chiesanuova), Napapere (Castelfidardo), Papa (Montefano), Perpepaj (Montegranaro)

10° GIORNATA girone ritorn0 domenica 10 marzo

Castelfidardo – Osimana, Jesina – Chiesanuova, K Sport Montecchio Gallo – Civitanovese, Montegranaro – Urbania, Montefano – Monturano, Montegiorgio – Azzurra Colli, Sangiustese – maceratese, Tolentino – Urbino

©riproduzione riservata




Eccellenza / Ventitreesimo turno alla porta, il programma e gli arbitri

Scontri diretti di alto livello tra K Sport Montecchio, Urbino, Montegranaro e Maceratese. La Civitanovese a Montegiorgio guardando al big match Montefano-Chiesanuova

Vallesina, 24 febbraio 2024 – Prosegue con il proprio ricchissimo palinsesto il massimo campionato regionale. Per l’ottava di ritorno in vista domenica 25 febbraio ancora tante le sfide da seguire con attenzione. Il più interessante dei confronti, sarà sicuramente quello dello stadio ‘Dell’Immacolata’: Montefano-Chiesanuova. Il quarto derby tra le due compagini del maceratese in stagione, dopo l’andata di campionato, favorevole ai biancorossi, e le altre due sfide agli ottavi di coppa nella quale arrivarono un pareggio ed una vittoria per i viola. Distanti due punti l’una dall’altra, il prossimo match sarà per entrambe un banco di prova entusiasmante per continuare a sognare in grande.

La Civitanovese, capolista con i suoi 40 punti, incontrerà ancora una fermana: quel Montegiorgio che in questa stagione ha già messo i bastoni tra le ruote agli uomini di Sante Alfonsi, visto lo 0-0 dell’andata al “Polisportivo”. I primatisti della classifica saliranno a Montegiorgio provenendo dal medesimo risultato interno, maturato contro il Montegranaro. Il fischio d’inizio è fissato alle 15.15.

Un altro ‘‘derby’’ sarà K Sport Montecchio-Urbino. Oltre che per posizione geografica, un altro scontro che si presenterà ravvicinatissimo perché comprendente la terza e la quinta in classifica.

Scendendo di poco nella graduatoria, ecco Montegranaro-Maceratese. Da disputarsi alle 14.15 per motivi di ordine pubblico, al ‘La Croce’ obbiettivi in comune per le due compagini: i veregrensi per cercare di ritrovare subito i playoff dopo esserne rimasti fuori a seguito del pari di Civitanova, i biancorossi per provare ad acciuffarli per la prima volta in stagione. Per far sì che questo accada, serviranno eventualmente le giuste combinazioni provenienti dagli altri campi.

Per la Jesina continua un calendario poco consono rispetto al grande momento di difficoltà che stanno attraversando i leoncelli. La trasferta di Castelfidardo, con i biancoverdi mai sconfitti al ‘Mancini’, sarà tutto tranne che semplice.

Il secondo miglior attacco del campionato, rappresentato dall’Urbania, farà visita al peggiore, ovvero quello dell’Azzurra Colli. L’Osimana si recherà a Villa San Filippo per affrontare invece la difesa più fragile del girone. Dopo aver visto svegliarsi il gigante Tittarelli, doppietta per lui all’ultima con il Tolentino, i senza testa potranno essere ancora più fiduciosi in vista della complessa gara contro una Sangiustese inevitabilmente affamata di punti.

La stessa fame, mossa dalla volontà di puntare una posizione utile a disputare i futuri playout, di cui avrà bisogno il Monturano Campiglione per cercare di sbancare Tolentino.

 

ECCELLENZA MARCHE

8° GIORNATA girone ritorn0 

Montecchio Gallo-Urbino (Colazzo di Casarano), Montefano-Chiesanuova (Pasqualini di Jesi), Montegiorgio-Civitanovese (Latuga di Pesaro), Montegranaro-Maceratese (Dell’Orso di Sondrio), Azzurra Colli-Urbania (Tasso di Macerata), Castelfidardo-Jesi (Animento di Macerata), Sangiustese VP-Osimana (Pigliacampo di Pesaro), Tolentino-Monturano (Negusanti di Pesaro)

CLASSIFICA

Civitanovese 40; Montefano 38; K Sport Montecchio Gallo, Chiesanuova  36; Urbino 35; Montegranaro 34: Maceratese 33; Castelfidardo, Osimana, Urbania 32; Tolentino 29; Jesina 27; Montegiorgio 17; Monturano 16; Sangiustese 15; Azzurra Colli 11

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 12: Alessandroni (Osimana);

reti 9: Sartori (Urbino);

reti 7: Borrelli (Tolentino); Nunez (Urbania), Bardeggia (K Sport  Montecchio)

reti 6: Perri (Maceratese), Tonuzi (Montegranaro), Defendi (Chiesanuova)

9° giornata girone di ritorno 3 marzo 2024

Monturano – Jesina, Azzurra Colli – Montegranaro, Chiesanuova – Montegiorgio, Civitanovese – Sangiustese, Maceratese – Tolentino, Osimana – Montefano, Urbania – K Sport Montecchio Gallo, Urbino – Castelfidardo

©riproduzione riservata

 




Eccellenza / La ventiduesima giornata in pillole

La Civitanovese ‘frena’, il Montefano supera il K Sport Montecchio Gallo e accorcia a -2. Tornano a vincere Chiesanuova e Maceratese

Vallesina, 19 febbraio 2024 – Se n’è andata insieme alla domenica del 18 febbraio la settima giornata di ritorno del campionato di Eccellenza.

Per la decima settimana consecutiva, a guardare tutti dall’alto rimane la Civitanovese. Il che permesso dal pareggio a reti bianche nel big match del turno passato contro il Montegranaro.

Una piccola ‘‘frenata’’. Poniamo le virgolette, vista la caratura dei veregrensi che hanno rappresentato proprio l’ultima capolista di questo campionato prima dell’egemonia Civitanovese fin qui perdurante, stanziati al momento a 34 punti.

Eppure, qualcuno ha ovviamente approfittato dello stop rossoblù.

Non il K Sport Montecchio Gallo, ma il Montefano.

Grazie al terzo clean sheet consecutivo utile a raggiungere la terza vittoria in altrettante gare, i ‘viola’ hanno superato appunto il Montecchio Gallo e adesso vegliano a -2 la posizione della prima in classifica. La doppietta con cui Dell’Aquila ha egemonizzato il Carotti può far sognare Mariani.

I giocatori della Jesina contestati sotto la curva a fine gara

Per la Jesina prosegue il periodo più difficile della stagione, dalla quale l’ambiente ha bisogno di emergere nel più breve tempo possibile.

Ad aver ottenuto la scossa giusta dopo le difficoltà è stata la Maceratese. Per la seconda volta in stagione abile a segnare più di due gol in una partita (la prima fu il 4-2 ai quarti di coppa nella gara d’andata contro il Tolentino, nella quale segnò due volte il figlio dell’attuale mister Pieralvise Ruani) grazie alla doppietta di Minnozzi e al gol di Strano, i biancorossi hanno fermato la rincorsa del K Sport. Facendo di fatto anche un ‘favore’ ai cugini.

Dopo tre pareggi consecutivi, il Chiesanuova è tornato a vincere. A quattordici mesi  dall’ultima gara giocata al ‘Sandro Ultimi’, Giacomo Iommi ha riconcesso il primo, splendido, battito della sua seconda vita al rinnovato e atteso impianto treiese. Proprio lui che nella scorsa stagione, (sempre nello stesso stadio prima dell’inizio di quei lavori che l’hanno poi messo a punto così come si è mostrato ieri), aveva anche segnato il primo gol della storia biancorossa in eccellenza. Corsi e ricorsi storici.

L’Urbino, così come l’Urbania, ha vinto in casa una partita spigolosa riagguantando i playoff. Risolta con il cambio dalla panchina vincente con cui mister Ceccarini ha permesso a Galanti di trasformarsi in eroe di giornata.

Nella sfida alla Sangiustese, ad esser in grado di portare via la seconda vittoria consecutiva sono stati i ducali, nonostante i calzaturieri provenissero da un 4-1 e avessero neutralizzato anche un calcio di rigore al vicecapocannoniere del girone Sartori.

Per i durantini, dopo lo stop contro la Civitanovese, sono arrivati tre gol in casa per battere il Montegiorgio. Omiccioli e i suoi sono il secondo miglior attacco di questo campionato dopo il Chiesanuova, e con la vittoria di ieri impantanano il Montegiorgio ancora nella zona playout.

Il Tolentino sembra non saper più vincere. Per due volte in avanti ad Osimo con Balbo prima e Tomassetti poi, i cremisi han dovuto fare i conti con la doppia rimonta dei senza testa firmata Tittarelli.

Nell’ ‘anticipo’ di giornata, giocatosi alle 14.30, il Castelfidardo ha raccolto il quattordicesimo pareggio del suo campionato in casa del Monturano Campiglione. Ancora una volta, qualche imprecisione di troppo sotto porta non ha permesso ai fidardensi di evitare l’ennesimo pareggio del proprio campionato. Comunque, un buon punto per entrambe, visto che il Monturano così facendo rimane a più uno dalla Sangiustese alla terzultima posizione. Significante, playout. L’obbiettivo ricercato dai fermani.

ECCELLENZA MARCHE

8° GIORNATA girone ritorn0 

Azzurra Colli – Urbania, Castelfidardo – Jesina, K Sport Montecchuo Gallo – Urbino, Montegranaro – Maceratese, Montefano – Chiesanuova, Montegiorgio – Civitanovese, Sangiustese – Osimana, Tolentino – Monturano

CLASSIFICA

Civitanovese 40; Montefano 38; K Sport Montecchio Gallo, Chiesanuova  36; Urbino 35; Montegranaro 34: Maceratese 33; Castelfidardo, Osimana, Urbania 32; Tolentino 29; Jesina 27; Montegiorgio 17; Monturano 16; Sangiustese 15; Azzurra Colli 11

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 12: Alessandroni (Osimana);

reti 9: Sartori (Urbino);

reti 7: Borrelli (Tolentino); Nunez (Urbania), Bardeggia (K Sport  Montecchio)

reti 6: Perri (Maceratese), Tonuzi (Montegranaro), Defendi (Chiesanuova)

 

9° giornata girone di ritorno 3 marzo 2024

Monturano – Jesina, Azzurra Colli – Montegranaro, Chiesanuova – Montegiorgio, Civitanovese – Sangiustese, Maceratese – Tolentino, Osimana – Montefano, Urbania – K Sport Montecchio Gallo, Urbino – Castelfidardo

©riproduzione riservata




Eccellenza / Via con la ventiduesima giornata: il programma e gli arbitri

Domani la 7° di ritorno. Sugli scudi, Civitanovese-Montegranaro. Per Jesina e Maceratese, Montefano e K Sport Montecchio. Il Chiesanuova torna al ‘Sandro Ultimi’ dove attenderà l’Azzurra Colli

VALLESINA, 17 febbraio 2024 – Altra domenica, altra corsa. Il nostro massimo campionato regionale non si ferma e per la ventiduesima giornata in programma domenica 18 febbraio mette sul piatto incroci sempre più decisivi.  Le tre lì davanti, Civitanovese, K Sport Montecchio e Montefano affronteranno le tre grandi deluse dello scorso turno.

I rossoblù di Sante Alfonsi al ‘Polisportivo’ giocheranno il big match di giornata contro il Montegranaro, con i veregrensi a -6 dalla vetta e volenterosi di rientrare in piena pista anche per il primato.

Il Montecchio Gallo giungerà all’Helvia Recina per la sfida ad una Maceratese tutta da scoprire dopo l’esonero di Dino Pagliari arrivato lunedì.

foto archivio Jesina – Montefano

I viola di mister Mariani saranno ospiti al ‘Carotti’ della Jesina. Non proprio le migliori squadre da affrontare per i sodalizi di patron Crocioni e Chiariotti visto il momento dalla quale entrambe provengono.

Il Chiesanuova, finalmente, disputerà la prima gara della sua stagione nel suo vero impianto. Domenica riapre dopo un anno e mezzo il ‘Sandro Ultimi’. All’Azzurra Colli sia l’onore di essere la prima squadra ad esservi ospitata nel 2023-24, sia l’onere di non sfigurare in questo per cercare ancora punti.

L’Urbino, fermo in classifica a 32 punti appena sotto proprio i biancorossi, dovrà sciogliere la briga Sangiustese. Due attacchi, quelli dei ducali e quelli dei rossoblù di Monte San Giusto, che hanno affilato le lame all’ultima grazie ai quattro gol con cui batterono Montegiorgio e Jesina.

Per il Castelfidardo, trasferta fermana sul campo del Monturano Campiglione.

Il Montegiorgio di Vagnoni invece è chiamato alla trasferta più distante di questa giornata, da affrontare sul campo dell’Urbania.

Completerà il quadro, Osimana-Tolentino. Sfida tra due ferite della settimana passata. I senza testa per gli avvenimenti clamorosi di mercoledì in coppa Italia. I cremisi per quanto recriminato domenica scorsa dopo la sconfitta contro il Montefano. Per entrambe, chiara volontà di riscattarsi. Sperando di lasciarsi indietro una volta per tutte errori tecnici e polemiche fuori dal campo.

ECCELLENZA MARCHE

7° GIORNATA girone ritorn0 18 febbraio 2024

Monturano – Castelfidardo (Pigliacampo di Pesaro), Chiesanuova – Azzurra Colli (Cocci di Ascoli Piceno), Civitanovese – Montegranaro (Pasqualini di Macerata), Jesina – Montefano (Atanasov di Verona), Maceratese – K Sport Montecchio Gallo (Manzini di Verona), Osimana – Tolentino (El Mouhsini di Pesaro), Urbania – Montegiorgio (Laura Mancini di Macerata), Urbino – Sangiustese (Eletto di Macerata)

CLASSIFICA

Civitanovese 39; K Sport Montecchio Gallo  36; Montefano  35; Chiesanuova, Montegranaro 33: Urbino 32; Castelfidardo, Osimana 31; Maceratese 30; Urbania 29; Tolentino 28; Jesina 27; Montegiorgio 17; Monturano, Sangiustese 15; Azzurra Colli 11

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 12: Alessandroni (Osimana);

reti 9: Sartori (Urbino);

reti 7: Borrelli (Tolentino);

reti 6: Perri (Maceratese), Tonuzi (Montegranaro), Bardeggia ( K Sport Montecchio), Defendi (Chiesanuova)

 

8° giornata girone di ritorno 25 febbraio 2024

Azzurra Colli – Urbania, Castelfidardo – Jesina, K Sport Montecchuo Gallo – Urbino, Montegranaro – Maceratese, Montefano – Chiesanuova, Montegiorgio – Civitanovese, Sangiustese – Osimana, Tolentino – Monturano

©riproduzione riservata




Eccellenza / Jesina, non pervenuta: 1-4 in casa della Sangiustese

Solo un palo colpito da Marcucci sul risultato di 0-3 e la rete della bandiera sul finale. Leoncelli spenti e mai in partita poi l’espulsione di Belkaid ha in pratica chiuso la contesa

JESI, 11 febbraio 2024 – Partita perfetta della Sangiustese che vince la partita che alla vigilia, letta la classifica, doveva solo vincere per restare attaccata alle speranze di salvezza, magari passando per i play pout.

Gara delicata per tutti ed è chiaro che alla fine la sconfitta farà meditare a lungo la sponda Jesina. Una formazione che faceva della difesa la sua forza ma che nelle ultime  sei partite, a parte la trasferta vittoriosa di Ascoli, ha preso sempre gol subendo 4 sconfitte. Adesso bisogna ripartire e forse servirà pure una scossa. 

PRIMO TEMPO

13′ punizione di Belkaid, Monti respinge da terra; la risposta è di Gaspari con tiro sul primo palo ma Pistola è attento e para con sicurezza. Ancora padroni di casa con l’ex Monachesi ma Giovannini chiude bene e lo anticipa. Al 35′ incursione di Trillini che riesce ad entrare in area ma perde il tempo per la conclusione. Al 38′ buona azione dei padroni di casa con Monachesi che parte palla al piede, cambia passo e serve sulla destra Gaspari che supera l’avversario e fa l’assist vincente per Handzic che insacca. 40′: punizione di Zandri, alta sopra la traversa. In generale ritmi bassi e leoncelli poco presenti i  fase di costruzione offensiva.  

SECONDO TEMPO

Nella ripresa subito Marcucci in campo al posto di Giunti. Al 4′ il raddoppio. Cross dalla sinistra di Tombolini, Gaspari in area di testa, solo soletto, gonfia la rete. Entra Cordella per Donkor. Al 10′ doppia ammonizione per Belkaid, fallo su Tombolini, che termina la gara e lascia la sua squadra in dieci. Sulla successiva punizione deviazione in angolo. Dal tiro dalla bandierina Handzic (12′) di testa firma il 3-0. Due minuti tutti da dimenticare che ha indirizzato la gara dalla parte dei padroni di casa. Al 15′ Marcucci colpisce il palo. La gara si innervosisce, la Jesina non riesce a riorganizzarsi. La partita minuto dopo minuto da segnali di resa e di attesa che trascorra il tempo per il fischio finale. Arriva anche il quarto gol siglato da Tombolini (35′) su assist di Tulli. E finalmente anche la Jesina, dopo quattro schiaffi, sim riprende e tira in porta e sigla la rete della bandiera con Lucarini (39′).

Immagine deprimente vedere i tifosi leoncelli smontare striscioni e deporre le bandiere e lasciare il campo di Villa San Filippo con largo anticipo contestando apertamente ed a voce alta la società.

SANGIUSTESE – Monti, Marini, Tombolini, Sabatini (Sfasciabasti), Omiccioli, Sopranzetti, Monachesi (Tulli), Trillini, Handzic (Calcabrini), Lattanzi (Vieira), Gaspari (Del Gobbo). All. Giandomenico

JESINA – Pistola, Donkor (Cordella), Giovannini, Zandri, Capomaggio, Lucarini, Chacana, Zagaglia (Nazzarelli), Trudo (Kouentchi), Belkaid, Giunti (Marcucci). All. Strappini

ARBITRO – Ferroni di Fermo

RETE – 38′ pt Handzic, 4′ st Gaspari, 12′ st Handzic, 35′ st Tombolini, 39′ Lucarini

NOTE – Espulso: Belkaid al 10′ st per doppia ammonizione; ammoniti Lattanzi, Omiccioli, Belkaid, Sfasciabasti

 

ECCELLENZA MARCHE

6° GIORNATA girone ritorn0 11 febbraio 2024

Azzurra Colli – Maceratese 1-0 Filipponi  (Latuga di Pesaro), Castelfidardo – Chiesanuova 1-1 Mongiello, Braconi (Laura Mancini di Macerata), K Sport Montecchuo Gallo – Monturano 2-0 Torelli, Peluso (Cacchiarelli di San Benedetto del Tronto), Montegranaro – Osimana 0-1 Alessandroni (Tavani di Jesi), Montegiorgio – Urbino 1-4 Zira, Sartori, Sartori, Montesi, autogol (Animento di Macerata), Sangiustese – Jesina 4-1 Handzic, Gaspari, Handzic, Tombolini, Lucarini (Ferroni di Fermo), Tolentino – Montefano 0-1 Postacchini (Gambin di Udine), Urbania – Civitanovese 1-4 Salvi, Buonavoglia, Brunet, Spagna, Brunet (Sarcina di Barletta)

CLASSIFICA

Civitanovese 39; K Sport Montecchio Gallo  36; Montefano  35; Chiesanuova, Montegranaro 33: Urbino 32; Castelfidardo, Osimana 31; Maceratese 30; Urbania 29; Tolentino 28; Jesina 27; Montegiorgio 17; Monturano, Sangiustese 15; Azzurra Colli 11

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 12: Alessandroni (Osimana);

reti 9: Sartori (Urbino);

reti 7: Borrelli (Tolentino);

reti 6: Perri (Maceratese), Tonuzi (Montegranaro), Bardeggia ( K Sport Montecchio), Defendi (Chiesanuova)

 

7° giornata girone di ritorno 18 febbraio 2024

Monturano – Castelfidardo, Chiesanuova – Azzurra Colli, Civitanovese – Montegranaro, Jesina – Montefano, Maceratese – K Sport Montecchuo Gallo, Osimana – Tolentino, Urbania – Montegiorgio, Urbino – Sangiustese

(e.s.)

©riproduzione riservata

 




Eccellenza / Il piano della ventunesima giornata con le parole dell’ex leoncello Mattia Monachesi

Si inizia sabato con l’anticipo Azzurra Colli – Maceratese. Il big match di giornata è tra Castelfidardo e Chiesanuova. La Jesina sul campo della Sangiustese. Gli arbitri designati

JESI, 9 febbraio 2024 – Meno di ventiquattr’ore e sarà di nuovo week-end di Eccellenza.

A tagliare il nastro che inaugurerà la ventunesima giornata Azzurra Colli – Maceratese, in programma domani alle ore 15 per disposizioni della società ascolana.

Per tutte le altre sette sfide, ordinaria amministrazione domenicale.

La capolista Civitanovese sarà ospite dell’Urbania, squadra tra le più in forma di questo periodo avendo raccolto nelle ultime quattro giornate otto punti.

Montegranaro e K Sport Montecchio, seconde entrambe a trentatré, se la vedranno tra le proprie mura amiche rispettivamente con Osimana e Monturano Campiglione.

Se queste due saranno gare tra compagini piuttosto distanti l’una dall’altra, non varrà certamente lo stesso per Castelfidardo-Chiesanuova. Quella tra Giuliodori e Mobili ha i contorni del big match di giornata. I fidardensi, distanti solo un punto dalla ‘Nova’, avranno più ragioni per cercare i tre punti al ‘Galileo Mancini’. Sia per le interessanti questioni di classifica di cui accennato, sia per vendicare quella sconfitta dell’andata che i biancorossi inflissero alle fisarmoniche grazie a quel che fu uno dei gol più belli della stagione, firmato, Andrea Pasqui.

Il Castelfidardo arriverà al match seguentemente alla gara persa contro il Montefano. La seconda, seria, battuta d’arresto in questo campionato, centodieci giorni dopo la prima antecedentemente menzionata.

Mobili sarà impegnato contro una delle sue grandi ex provenendo dal secondo 2-2 consecutivo, arrivato in casa contro l’Urbania.

Alla ventunesima convergerà più positivamente dunque il Montefano. Al dell’Immacolata domenica scenderà il Tolentino. Filosofie di gioco simili. Mariani contro Possanzini.

I cremisi per tendere come non mai verso il viola,  o meglio verso i “viola”, dovranno andare alla ricerca di quei tre punti che in questa seconda metà di stagione arrivarono solo contro la Sangiustese alla sedicesima.

Proprio di Sangiustese dovrà occuparsi la Jesina. A Villa San Filippo, qualora i leoncelli dovessero sfondare, allungherebbero a +18 sui rossoblù arrivando a toccare il tetto dei trenta punti in classifica.

Visto l’equilibrio del campionato, scivolare così lontano dalla dodicesima piazza per mister Giandomenico rappresenterebbe un macigno non indifferente da portarsi avanti fino a fine stagione.

Nonostante sia piuttosto palese che i calzaturieri debbano più fare la rincorsa su Monturano e Montegiorgio a questo punto, rosicchiare punti anche alla Jesina potrà essere di buon auspicio per il continuo di questa difficile stagione.

La partita, dunque, sarà tutt’altro che semplice per Strappini ed i suoi, che avranno fronte a sé anche il talentuoso ex Mattia Monachesi. Protagonista della scorsa stagione con la formazione leoncella culminata poi con la  salvezza, l’attaccante ex Recanatese, Ascoli primavera, Castelfidardo non è volto nuovo per noi.

 

Mattia Monachesi in azione con la maglia leoncella alla prima giornata di campionato 2022-2023 contro l’Atletico Ascoli, allora guidato dal suo attuale allenatore Luigi Giandomenico.

Ciao Mattia, bentornato su Vallesina Tv.
Ciao a tutti, e grazie per il bentornato!

Partiamo da lontano. Ad inizio anno, cosa ti spinse a sposare il progetto Sangiustese VP?
Ho scelto per più motivazioni. In primis, per questioni logistiche. Essendo originario di Macerata, ho avuto l’opportunità tramite la Sangiustese di avvicinarmi a casa diminuendo sensibilmente la distanza non comodissima che l’anno scorso percorrevo abitualmente per andare a Jesi. Poi, ovviamente per il progetto tecnico che, nonostante ad oggi sia incappato in qualche difficoltà, rimane nelle intenzioni sano come mi è sembrato sin da subito. La serietà e la voglia di far bene rimangono prerogative chiare della società.

La scelta con il tempo s’è rivelata piuttosto sfidante. Ti saresti aspettato fino a tal punto?

Che sarebbe stato un Eccellenza così difficile era chiaro a molti, perché tra l’altro è così da qualche stagione ormai. Né io ne i miei compagni però ci aspettavamo di incontrare così tante difficoltà, e lo dico senza voler sembrare altezzoso ovviamente. All’inizio gli obbiettivi erano sicuramente molto diversi ed essendo stati noi a ridimensionarli, dovremo esser sempre noi a toglierci da questa situazione difficile per salvare la stagione.

Come cresce in un anno un giovane come te pur passando tramite una stagione così travagliata?
Credo molto più di quanto non ti sembri durante quelle difficoltà che vivi settimana dopo settimana. Il processo di crescita di un calciatore non è sempre lineare e quindi anche da situazioni come queste c’è da cercare di raccogliere il massimo. Ed è quello che sto facendo.

Domenica sfiderete la Jesina. Tu sarai ex dal dente avvelenato?

Sono un ex che domenica darà il centodieci per cento per la causa della Sangiustese. Poi da qui a dire che potrò esserlo ‘dal dente avvelenato’, ce ne passa. Pur essendomene andato dopo una stagione e mezza, sono rimasto con tutti nel migliore dei rapporti. Già da quando mossi i primi passi in veste leoncella, fui in grado di percepire con quanta positività si può essere accolti in un ambiente come quello jesino. Dall’accoglienza dei tifosi, a quella dei compagni e di tutti gli alti addetti ai lavori che gravitano attorno alla Jesina. Anzi, colgo l’occasione per salutarli ricordandoli con grande affetto.

Cosa servirà per salvarsi, secondo Mattia Monachesi?

Per salvarsi serve fiducia. Che a volte in stagioni così è proprio la prima che ti viene a mancare, aldilà dei risultati. Speriamo che quella di domenica potrà esserne una buona iniezione, in modo da lavorare compatti  anche nelle successive otto giornate a separarci dalla fine del campionato. Che dovremo interpretare, inclusa ovviamente la sfida con la Jesina, tutte come delle finali.

ECCELLENZA MARCHE

6° GIORNATA girone ritorn0 11 febbraio 2024

Azzurra Colli – Maceratese (Latuga di Pesaro), Castelfidardo – Chiesanuova (Laura Mancini di Macerata), K Sport Montecchuo Gallo – Monturano (Cacchiarelli di San Benedetto del Tronto), Montegranaro – Osimana (Tavani di Jesi), Montegiorgio – Urbino (Animento di Macerata), Sangiustese – Jesina (Ferroni di Fermo), Tolentino – Montefano (Gambin di Udine), Urbania – Civitanovese (Sarcina di Barletta)

CLASSIFICA

Civitanovese 36; Montegranaro, K Sport Montecchio Gallo  33; Chiesanuova, Montefano  32; Castelfidardo, Maceratese 30; Urbino, Urbania 29; Tolentino, Osimana 28; Jesina 27; Montegiorgio 17; Monturano 15; Sangiustese 12; Azzurra Colli 8

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 11: Alessandroni (Osimana);

reti 7: Sartori (Urbino), Borrelli (Tolentino);

reti 6: Perri (Maceratese), Tonuzi (Montegranaro), Bardeggia ( K Sport Montecchio), Defendi (Chiesanuova)

 

7° giornata girone di ritorno 18 febbraio 2024

Monturano – Castelfidardo, Chiesanuova – Azzurra Colli, Civitanovese – Montegranaro, Jesina – Montefano, Maceratese – K Sport Montecchuo Gallo, Osimana – Tolentino, Urbania – Montegiorgio, Urbino – Sangiustese

©riproduzione riservata




Eccellenza / Vincono solo in quattro, la Jesina si aggrappa al Tolentino grazie a Cordella

Nella ventesima giornata non stecca la capolista. Il Montefano scalza il Castelfidardo e va al contro sorpasso. ‘Rata’ mai così vicina ai playoff dopo aver battuto il Montegiorgio del grande ex Vagnoni. A Monturano lo scontro salvezza da ragione ai padroni di casa

JESI, 6 febbraio 2024 – Per quanto riguarda la panoramica sui piani alti, dopo la ventesima, non è cambiato molto rispetto a come si presentasse a prima vista lunedì scorso la classifica.

La Civitanovese rimane prima, stavolta vincendo e arrivando a 36 punti, lasciandosi dietro di lei K Sport Montecchio e Montegranaro che proseguono a specchio il proprio cammino sulla scia dei rossoblù.

Mobili

Il Chiesanuova mantiene ancora il quarto posto a -1 dalla coppia di seconde. Ma soprattutto, la squadra di Mobili mantiene un temperamento di grande spessore.

Anche contro l’Urbania, Fatone è stato costretto, incolpevolmente, a raccogliere per due volte in un tempo il pallone dalla sua porta, prima di rivedere i suoi mettere ancora una volta tutto a posto rimontando per la seconda volta consecutiva un doppio svantaggio. Carattere da non sottovalutare.

Dietro i biancorossi, è tornato ad occupare il quinto posto il Montefano. Dopo averlo lasciato vacante settimana scorsa conseguentemente alla sconfitta di Montecchio, ci si era fiondato lo stesso Castelfidardo che i viola hanno battuto ieri grazie al gol con cui Morazzini ha ristabilito le gerarchie. A pari con i fidardensi, rimasti al Dell’Immacolata fermi sui trenta punti, adesso è spuntata

Nico Mariani

la Maceratese. Per la prima volta in stagione, la ‘rata’ si colloca a soli due punti di distacco dalla prima posizione valevole per giocare i playoff. Dopo la vittoria con la Civitanovese, quella con il Montegiorgio era una gara difficile da affrontare, soprattutto per il rischio di abbassare la guardia dopo averla tenuta altissima nello scorso derby. La settima vittoria in campionato ha manifestato certezze in termini di stabilità e ci offre un dato che fa riflettere: ogni qualvolta che si è riuscito a portare via la massima posta in palio, lo si è fatto senza subire gol per i maceratesi.

Anche se dalla sponda Montegiorgio si ha più di un motivo per recriminare. Solo in due casi però, contro il Monturano in trasferta e all’Helvia Recina con il Chiesanuova, segnando più di una volta nella stessa gara.

Se la stagione ha impiegato più del dovuto a decollare, forse è da imputare ad un attacco troppo spesso ‘leggero’. Qualora dovessero involarsi con tale continuità anche gli aviatori del reparto offensivo, la stagione della Maceratese potrà davvero toccare, finalmente, la business class.

Cordella

La Jesina per far fronte alle due sconfitte consecutive, si è affidata ancora a Giovanni Cordella per rifare risultato.

Ormai abbiamo imparato ad associare al centravanti, ex Marotta Mondolfo, la parola ‘punti’. Con le sue cinque reti, oltre ad essere miglior marcatore leoncello assieme a Trudo, ne ha portato alla Jesina ben otto.

Segnando in maniera ininfluente solo nella scorsa giornata a Montegranaro, per il resto il classe ‘98 ha sempre offerto al momento giusto il suo contributo alla causa.

Con l’ultimo pari interno, la squadra di Strappini ha aumentato ulteriormente il distacco corrente con la Sangiustese.

Naufragati in quel di Monturano Campiglione, i rossoblu di Giandomenico adesso staccano quindici lunghezze dalla speranza di effettuare i playout.

Guai però ad appoggiarsi su questo disavanzo.

Il campionato è una continua sliding doors e qualche colpo di scena dovrà ancora riservarcelo.

ECCELLENZA MARCHE

6° GIORNATA girone ritorn0 11 febbraio 2024

Azzurra Colli – Maceratese, Castelfidardo – Chiesanuova, K Sport Montecchuo Gallo – Monturano, Montegranaro – Osimana, Montegiorgio – Urbino, Sangiustese – Jesina, Tolentino – Montefano, Urbabnia – Civitanovese

CLASSIFICA

Civitanovese 36; Montegranaro, K Sport Montecchio Gallo  33; Chiesanuova, Montefano  32; Castelfidardo, Maceratese 30; Urbino, Urbania 29; Tolentino, Osimana 28; Jesina 27; Montegiorgio 17; Monturano 15; Sangiustese 12; Azzurra Colli 8

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

reti 11: Alessandroni (Osimana);

reti 7: Sartori (Urbino), Borrelli (Tolentino);

reti 6: Perri (Maceratese), Tonuzi (Montegranaro), Bardeggia ( K Sport Montecchio), Defendi (Chiesanuova)

 

7° giornata girone di ritorno 18 febbraio 2024

Monturano – Castelfidardo, Chiesanuova – Azzurra Colli, Civitanovese – Montegranaro, Jesina – Montefano, Maceratese – K Sport Montecchuo Gallo, Osimana – Tolentino, Urbania – Montegiorgio, Urbino – Sangiustese

©riproduzione riservata




Eccellenza / Amarcod all’Helvia Recina e al Carotti: arrivano Vagnoni, Frulla e Borrelli

Maceratese – Montegiorgio e Jesina – Tolentino le gare in questione. Per la classifica testa coda tra Civitanovese e Azzurra Colli

JESI, 3 febbraio 2024 – Tra tuffi nel passato e testa coda della classifica la giornata di campionato che andrà a consumarsi domenica pomeriggio si preannuncia interessante, elettrica e speciale.

Guardando la classifica balza subito alla vista la gara del Polisportivo tra la leader Civitanovese e il fanalino di coda Azzurra Colli. Riuscirà David a battere, o quantomeno mettere il bastone tra le ruote a Golia? I pronostici sono tutti a favore dell’undici di Sante Alfonsi ma per gli ascolani potrebbe essere davvero, la gara che si disputa vicino al mare, l’ultima spiaggia.

Chi insegue non ha un compito facile perché l’Osimana guidata dal bomber Alessandroni vorrà fare la voce grossa contro il K Sport Montecchio Gallo e l’Urbino ritornare alla vittoria dopo un digiuno che dura da troppo tempo contro il Montegranaro.

Davide Borrelli

Poi ci sono due partite amarcord che porteranno alla mente dei presenti, sportivi e tifosi tanti e piacevolissimi ricordi del passato. Mister Vagnoni e la sua Montegiorgese saranno ospiti all’Helvia Recina della Maceratese, Frulla e Borrelli, con il Tolentino, della Jesina.

Roberto Vagnoni

Vagnoni con la maglia della ‘rata’ ha vinto l’Eccellenza 2004-2005 totalizzando ben 17 reti e il campionato successivo in serie D fu ancora protagonista assoluto con 3 reti. Nei due campionati Vagnoni giocò 59 partite.

Al ‘Carotti’ si gioca Jesina – Tolentino (foto in primo piano l’iultimo incontro tra i due club a Jesi in serie D nel 2019). Di Frulla abbiamo parlato i giorni scorsi (leggi qui…) ma c’è un altro ex leoncello rimasto beniamino del popolo jesino: Davide Borrelli.

Proprio a Jesi il regista del Tolentino ha mosso i primi passi di una carriera decollata proprio in maglia leoncella con presidenti prima Massimiliano Ricci e poi Marco Polita: debutto nel marzo 2006 (Eccellenza 3 presenze allenatore Ceccarini), poi la stagione 2006/2007 (Eccellenza allenatori Calcabrini e Ceccarini 22 presenze 1 gol) ed infine l’anno successivo con Giovanni Trillini allenatore (Eccellenza 33 presenze e 8 reti). Borrelli è tornato più volte come avversario con le maglie, tanto per citarne alcune, del Teramo, Ancona, Maceratese , Fano e Recanatese.

Altro match di giornata davvero interessante sarà Montefano – Castelfidardo.

Mariani e Giuliodori stanno facendo bene e vogliono continuare a farlo.

Come pure Mobili e Omiccioli, esperienza da vendere, cercano punti classifica nello scontro tra Chiesanuova e Urbania: due formazioni in salute.

Infine scontro salvezza tra Monturano e Sangiustese dove, inutile ripeterlo, serve solo vincere: e potrebbe anche non bastare.

ECCELLENZA MARCHE

5° GIORNATA girone ritorn0 

Monturano – Sangiustese (Framba di Torino), Chiesanuova – Urbania (Fiermonte di Macerata), Civitanovese – Azzurra Colli (Pigliacampo di Pesaro), Jesina – Tolentino (Cacchiarelli di San Benedetto del Tronto), Maceratese – Montegiorgio (Malascorta di Jesi), Montefano – Castelfidardo (Chiariotti di Macerata), Osimana – K Sport Montecchio Gallo (Laura Mancini di Macerata), Urbino – Montegranaro (Rotondo di Frattamaggiore)

CLASSIFICA

Civitanovese 33; Montegranaro, K Sport Montecchio Gallo  32; Chiesanuova 31; Castelfidardo 30; Montefano 29; Urbino, Urbania 28; Tolentino, Maceratese, Osimana 27; Jesina 26; Montegiorgio 17; Monturano 12; Sangiustese 12; Azzurra Colli 8

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

Reti 11: Alessandroni (Osimana); reti 7: Sartori (Urbino), Borrelli (Tolentino); reti 6: Perri (Maceratese), Tonuzi (Montegranaro), Bardeggia ( K Sport Montecchio)

 

 

6° giornata girone di ritorno 11 febbraio 2024

Azzurra Colli – Maceratese, Castelfidardo – Chiesanuova, K Sport Montecchuo Gallo – Monturano, Montegranaro – Osimana, Montegiorgio – Urbino, Sangiustese – Jesina, Tolentino – Montefano, Urbabnia – Civitanovese

©riproduzione riservata




Eccellenza / Continua il gran premio, in 12 dentro una curva di 7 punti

Il derby è della Maceratese. La Jesina stecca e lancia il Montegranaro. Castelfidardo in odor di play off. Urbania mina vacante

VALLESINA  29 gennaio 2024 – Che cosa c’entrano Montecchio di Valle Foglia e Montegranaro l’una con l’altra? Seppur divise da 120km all’incirca, i due piccoli comuni (delle provincie rispettivamente di PesaroUrbino e Fermo), a parte la condivisione della stessa radice nominale, si ritrovano le proprie principali società sportive relegate nel medesimo campo semantico d’Eccellenza.

K Sport Montecchio Gallo e Mcc Montegranaro, dopo la 19° splendida giornata, infatti, significano in egual modo secondo posto e trentadue punti a testa.

mister Lilli

Le squadre di Lilli e Marinelli sono state le uniche della graduatoria appena precedente all’ultima domenica ad aver messo in cascina la massima posta in palio nei due scontri che le coinvolgevano, il che ha significato per entrambe sia lo scavalcamento del Chiesanuova sia il limarsi della distanza strettissima con la Civitanovese. Adesso lontana solo un punto.

Week-end niente male, dunque, per quanto riguarda i due ‘Monti’. La vittoria contro i viola ha rappresentato per i pesaresi una rivincita dolcissima rispetto all’andata. Sia per le modalità in cui è avvenuta (tramite il sesto “clean sheet” interno di un campionato che se si giocasse solo in casa bianco rossoblù non avrebbe ragion di esistere per nessuno probabilmente) sia perché ha allontanato dalla zona franca dei playoff una diretta concorrente come il Montefano.

E così, ha fatto anche il Montegranaro, in maniera ancora più rimarcata per l’avversaria. La vittoria contro la Jesina, infatti, non solo lancia i veregrensi, bensì ridimensiona anche i leoncelli al doversi guardare anche indietro dopo esser finiti a -6 dai gialloblù ed in zona playout. La Jesina, in stagione aveva perso per due volte consecutive solo nelle due settimane in cui all’andata affrontò K Sport Montecchio e Montegranaro. In questo ritorno, il pessimo déjà-vu sì è completato ieri al ‘La Croce’. Tornando a quanto detto in apertura e a cosa c’entrassero assieme Montecchio e Montegranaro.

mister Pagliari

Non c’è da disperare però. Il dato appena snocciolato dovrebbe metter in risalto il calendario non semplice a cui è stato soggetto il team di Strappini e, vista l’esclusività di quanto successo riguardo il susseguirsi di due sconfitte in serie ad un girone esatto di distanza dall’ultima volta, anche quel tratto di resilienza che ha contraddistinto i leoncelli nella maggior parte dei casi dopo le battute d’arresto. Ci sarà da ripartire proprio da questo di qui in avanti.

La vetrina più emozionante della diciannovesima (e forse di tutto il campionato) l’ha esposta il Polisportivo di Civitanova Marche. Nella settantottesima edizione del derby tra Civitanovese e Maceratese (foto primo piano dalla pagina facebook della Civitanovese), i quasi quattro mila spettatori hanno potuto godere di uno spettacolo che in molti han definito quasi d’altri tempi. Anche la partita è stata così. Lottando e garantendosi la permanenza sulla terra ferma appena prima del mare in quella che rappresentava davvero un’ultima spiaggia per il suo ambiente, alla fine ad aver avuto la meglio è stato Dino Pagliari. Se il gol di Gomis sarà stata la spinta emotiva necessaria a rilanciare definitivamente il cammino della ‘Rata’, lo scopriremo strada facendo.

La casella dei prossimi impegni, con Montegiorgio in casa ed Azzurra Colli in trasferta nelle prossime due, apparirebbe quasi benaugurante.

Ad esempio, già tramite il Castelfidardo e le sue due vittorie consecutive, contro Tolentino e Sangiustese nella scorsa, abbiamo potuto veder quanto possa rappresentare di positivo l’inanellamento di ‘sole’ due gare in serie per cambiare completamente fronte. I fidardensi, corsari in quel di Villa San Filippo grazie al 1-2 esterno propiziato dal bacio allo scadere di Nanapere, ora girano a trenta punti in classifica e sono la new entry di un carrozzone playoff in continuo divenire. Di giornata in giornata.

Omiccioli – Ceccarini

Nel secondo derby di ieri, quello tra Urbania e Urbino, i durantini di mister Omiccioli hanno spazzato via i ducali agganciandoli a quota ventotto in classifica. Il punto forse più basso della stagione degli accademici, che dopo aver pareggiato sette volte consecutive sono come collassati al cospetto di quella che è destinata ad essere una vera e propria mina vagante nelle restanti undici giornate di campionato.

Il capocannoniere di questo, Lorenzo Alessandroni, non si ferma più. Nella sfida all’Azzurra Colli, quasi come se partissero sempre 1-0 con uno così li davanti, proprio grazie a bomber ‘Lollo’ i senza testa son passata avanti di rigore, prima di completare l’opera grazie al raddoppio firmato da Tittarelli.

Nella giornata che ha sbaragliato precocemente il record di reti registrate appartenente alla sedicesima (quando se ne segnarono ventuno in un sol boccone) nell’arco dei tanti, ventisei, che hanno contraddistinto quella di ieri non poteva certo mancare il timbro dell’attaccante principe di categoria.

Hanno contribuito sensibilmente nella stesura di questo nuovo record, ovviamente Montegiorgio e Monturano Campiglione. Gli uomini di Vagnoni, grazie alla terza vittoria stagionale, la prima tra le mura amiche, hanno schiantato il vicino Monturano Campiglione vincendo rotondamente per 4-1.

ECCELLENZA MARCHE

5° GIORNATA girone ritorn0 

Monturano – Sangiustese, Chiesanuova – Urbania, Civitanovese – Azzurra Colli, Jesina – Tolentino, Maceratese – Montegiorgio, Montefano – Castelfidardo, Osimana – K Sport Montecchio Gallo, Urbino – Montegranaro

CLASSIFICA

Civitanovese 33; Montegranaro, K Sport Montecchio Gallo  32; Chiesanuova 31; Castelfidardo 30; Montefano 29; Urbino, Urbania 28; Tolentino, Maceratese, Osimana 27; Jesina 26; Montegiorgio 17; Monturano 12; Sangiustese 12; Azzurra Colli 8

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

Reti 11: Alessandroni (Osimana); reti 7: Sartori (Urbino), Borrelli (Tolentino); reti 6: Perri (Maceratese), Tonuzi (Montegranaro), Bardeggia ( K Sport Montecchio)

 

 

©riproduzione riservata




Eccellenza / Verso Montegranaro – Jesina, le parole del diesse Proculo: “Leoncelli difficili da affrontare ma dobbiamo vincere”

Domenica tanti scontri diretti che inevitabilmente disegneranno una classifica diversa e forse si inizierà a notare qualche reale e marcata gerarchia

VALLESINA, 25 gennaio 2024 – Prosegue l’avvicinamento alla prossima giornata di Eccellenza.

Nell’ambito dei play-off come di consueto ormai gli scontri diretti, viste le tante squadre ravvicinate, non mancheranno neanche alla 19° giornata.

Su tutte, K Sport Montecchio-Montefano e Tolentino-Chiesanuova.

Il palcoscenico della sfida concernente la Jesina sarà lo stadio ‘La Croce’ di Montegranaro, teatro personale di una delle squadre forse più sorprendenti di tutto il campionato. I veregrensi girano a 29 punti arrivati a questa fase della stagione.

La Jesina è lontana da questi solo tre punti. Chiaro che anche questa gara è da inserire all’agenda di fine settimana intitolabile ‘scontri diretti’. Le due compagini, per motivi differenti, ai nastri di partenza però difficilmente erano date su questi livelli a questo punto della stagione.

Proculo

Per i gialloblù di mister Daniele Marinelli, non era scontato essere così protagonisti sin da subito: “Rispetto ad inizio stagione – spiega l’ex astro nascente del calcio marchigiano attuale direttore sportivo del sodalizio di presidente Tosoni, Jonathan Proculo (ex giocatore della Jesina nella stagione 2003-2004 in Eccellenza con 13 presenze e 3 reti), – “è chiaro che abbiamo cambiato obbiettivo al momento. Ad agosto, vista la novità che ha rappresentato il progetto Montegranaro, eravamo senza giocatori. Abbiamo costruito un gruppo di grandi uomini e grandi professionisti che si sta rivelando per quel che è. Adesso siam tutti consapevoli che bisogna rimanere dove siamo.” 

Ambizioni che sono andate confermandosi anche grazie al mercato invernale e a quanto ha portato in aggiunta alla squadra. Pensiamo al colpo da 90, Guido Marilungo – “siamo cresciuti tanto durante l’arco della stagione e abbiamo pensato a migliorarci anche provando a passare dal mercato. Marilungo si presenta da solo. Come detto prima, va ad aggiungersi ad un gruppo di grande personalità con la possibilità di dare tanto a questo. Anche lui, prima di essere un grande calciatore è un grande uomo. Come da caratteristica di tutti i nostri ragazzi in rosa.  Senza un gruppo del genere, non potremmo ambire ad arrivare tra le prime tre posizioni.”

Impresa ardua, visto il grande equilibrio del campionato “un’Eccellenza strana, difficile da pronosticare, basata sui dettagli. La nostra volontà nella prossima è tornare alla vittoria in casa, perché a questo punto sono le vittorie che servono. Nonostante la bella prestazione contro il Castelfidardo, in questo avvio di girone di ritorno ci è sfuggita tra le mura amiche”

Tre punti che sono comunque arrivati dalla scorsa, difficile, giornata a Monturano Campiglione. E che faranno arrivare i calzaturieri di buon umore alla gara di domenica: “Una vittoria importante visto che qualcun’altra ha frenato”.

Tornando al discorso di un Eccellenza strana, il d.s. Proculo non è mancato nel presentare la prossima gara contro i Leoncelli, e ricordare la partita dell’andata al Carotti finita 0-1 (foto primo piano) grazie alla rete nel finale di Kukic: “la Jesina è sempre un osso duro e sarà una bella partita. In un modo o nell’altro, dobbiamo vincere per dare anche continuità dopo la trasferta di Monturano e i pareggi con Montefano e Castelfidardo. All’andata non meritavamo, a mio avviso, di portare via i 3 punti. È l’unica partita che posso dire scherzosamente che abbiamo “rubato” per il risultato finale e la prestazione espressa (ride n.d.r.)”

La Jesina, d’altro canto, vorrà sicuramente rialzare il mento dopo il brutto knock out casalingo con il K Sport Montecchio e alla Croce di Montegranaro arriverà sicuramente con una carica particolare vista la distanza ravvicinata di soli 3 punti con i calzaturieri: “La Jesina sta disputando un grosso campionato nonostante l’ultima sconfitta che è arrivata contro una squadra forte. Avranno delle assenze (da aggiungere Belkaid e Capomaggio espulsi) e non sono sicuro che questo vada troppo a nostro favore. Ovviamente faremo tesoro delle defezioni altrui, chi non lo farebbe, ma sono convinto che chi abbia giocato poco fin qui e che scenderà in campo domenica, darà più del massimo pur di conquistarsi magari la fiducia dell’allenatore e prendersi la maglia da titolare. In ogni caso è una partita da vincere a tutti i costi. Rimane sempre meno da giocare e non possiamo più perdere punti. Negli scorsi due pareggi non siamo riusciti, prima dell’ultima vittoria, abbiamo spesso e volentieri chiuso gli avversari nella loro metà campo non riuscendo però a concretizzare.”

Sarà un 28 gennaio importante per iniziare a definire questa classifica di Eccellenza ancora troppo collosa. La Jesina per fare uno sgambetto a mister Marinelli e agganciare i playoff. I “calzaturieri” sono pressati anche dal Montefano di Mariani che però andrà a far visita alla corazzata di Montecchio che a sua volta spera in un risultato favorevole dal derby tra Civitanovese e Maceratese.

Come non citare anche un Tolentino affamato di playoff che ospiterà il Chiesanuova scivolato in seconda piazza nell’ultimo turno.Un piccolo dato statistico che rende il match indubbiamente interessante? La formazione cremisi non perde in casa dal 5 novembre.

Aria di derby anche verso i monti del nord, Urbania e Urbino si giocano gran parte della stagione. Omiccioli per scappare dalla zona arancio dei playout, Ceccarini per tornare ad una vittoria che sembra oramai un miraggio datato 22 ottobre 2023.

L’Atletico Azzurra Colli è alla disperata ricerca di punti. Sull’orlo della Promozione arriva la Regina di coppa Osimana che non sarà della stessa idea visto le 5 lunghezze che la separano dagli spareggi delle “grandi”.

La Sangiustese si troverà dinanzi a sé un grosso ostacolo chiamato Castelfidardo. La macchina targata Giuliodori arriva forte del miglior stato di forma nelle ultime 6 gare con 12 punti. Nessuno come loro.

A chiudere la giornata numero 19 di questa Eccellenza Marche sarà un vero e proprio scontro diretto per la salvezza tra Montegiorgio e Monturano Campiglione. 

ECCELLENZA MARCHE

4° GIORNATA girone ritorn0 28 gennaio 2024 ore 15

Azzurra Colli – Osimana (Animento di Macerata), Civitanovese – Maceratese (Radovanovic di Maniago), K Sport Montecchio Gallo – Montefano (Milone Barcellona Pozzo di Gotto), Montegranaro – Jesina (Tasso di Macerata), Montegiorgio – Monturano (Pasqualini di Macerata), Sangiustese – Castelfidardo (Malascorta di Jesi), Tolentino – Chiesanuova (Ferroni di Fermo), Urbania – Urbino (Pigliacampo di Pesaro)

CLASSIFICA

Civitanovese 33; Chiesanuova 30; Montefano, Montegranaro, K Sport Montecchio Gallo  29; Urbino 28; Castelfidardo 27; Tolentino, Jesina 26; Urbania 25, Maceratese, Osimana 24; Montegiorgio 14; Monturano, Sangiustese 12; Azzurra Colli 8

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

Reti 10: Alessandroni (Osimana); reti 7: Sartori (Urbino); reti 6: Perri (Maceratese), Tonuzi (Montegranaro), Borrelli (Tolentino)

5° GIORNATA girone ritorn0 4 febbraio 2024 ore 15

Monturano – Sangiustese, Chiesanuova – Urbania, Civitanovese – Azzurra Colli, Jesina – Tolentino, Maceratese – Montegiorgio, Montefano – Castelfidardo, Osimana – K Sport Montecchio Gallo, Urbino – Montegranaro

©riproduzione riservata




Eccellenza / Chi si ferma… è perduto!

Il riassunto della 18° giornata con un occhio a quel che ne sarà della prossima. Civitanovese, prima vera sliding door per il primato? Il Castelfidardo ‘batte una e ne salta due’, doppio sorpasso su Tolentino e Jesina. K Sport senza pietà al Carotti. Montegranaro, tre punti al fotofinish

VALLESINA, 23 gennaio 2024 – Alla fine, il miglior attacco del campionato nulla ha potuto nel testa a testa contro la roccaforte rossoblù Civitanovese.

Gli uomini di mister Sante Alfonsi, (siam certi che dalle parti del Polisportivo qualche tifoso abbia già iniziato ad omettere la finale lettera ‘E’ dal suo nome ed aggiunto un apostrofo prima del cognome del mister sanbenedettese…) sono stati più forti delle pesanti assenze, esaltando ancora il pregio del miglior registro difensivo della categoria.

Il valore intrinseco della ‘spallata’ all’indietro data ai treiesi potrà essere incrementato dal grande derby di domenica contro la Maceratese. Al Polisportivo, quello che sarà il quarto confronto stagionale tra le due più grandi rivali del campionato, si potrebbero creare i presupposti per lo slancio emotivo definitivo verso il proseguo della stagione. Per i rossoblù in ottica di primato, per i biancorossi invece chiamati forse all’ultima spiaggia decisiva per cercare di rilanciare una stagione che continua ad essere al di sotto delle aspettative.

Mobili

Giuliodori

Un altro crocevia importante sarà quello coinvolgente il Chiesanuova allo stadio ‘della Vittoria’ di Tolentino. Mobili si è detto entusiasta di riaffrontare il proprio passato, poiché la sfida permetterà ai suoi di continuare a mantenere alta la soglia dell’attenzione contro la formazione cremisi. Entrambe arriveranno al netto delle delusioni maturate nelle rispettive sfide che hanno affrontato alla diciottesima. Il Tolentino, sconfitto contemporaneamente al Mancini da un bel Castelfidardo, s’è visto superato proprio dalle fisarmoniche. I biancoverdi hanno goduto infatti sia della vittoria nello scontro diretto che della sconfitta interna della Jesina per balzare in avanti superando proprio queste due in classifica.

Al Carotti, il K Sport Montecchio ha sbaragliato i leoncelli. Le espulsioni di Capomaggio, ad inizio ripresa, e quella di Belkaid, poco prima della definitiva rete dello 0-3, hanno pesato molto nell’economia della partita contro mister Lilli e rischiano di poterlo fare ancora molto anche in quella dello stadio ‘La Croce’ alla prossima.

I veregrensi, tra l’altro, convergeranno alla 19° di campionato con l’umore opposto in virtù della vittoria in extremis nel derby sul Monturano Campiglione.

Il settimo pareggio consecutivo dell’Urbino ha avuto dell’incredibile. Più che il sintomo ineluttabile di un campionato pazzamente equilibrato, quella legata alle ‘x’ che i ducali stanno maturando, di giornata in giornata, ormai sembra essere più una maledizione.

In vantaggio di due reti grazie a Montesi prima e Sartori poi, gli accademici si sono fatti raggiungere da un Azzurra Colli dal grande temperamento. Prima di mancare clamorosamente l’occasione del sorpasso al novantesimo visto l’errore di Rivi dal dischetto del calcio di rigore e vedere dunque sfumata sul più bello l’opportunità di tornare a vincere.

Filippo Papa

Settimo pareggio consecutivo e ‘sogni di gloria’ posticipati alla gara contro l’Urbania. Oltre al pari degli ascolani, nella zona salvezza, sono tornati a muovere flebilmente la classifica contro un’altra big come il Montefano anche gli uomini di mister Giandomenico. La risposta di Tulli al vantaggio viola, siglato da Papa, è valsa una magra consolazione rispetto alla vittoria dell’Osimana contro il Montegiorgio, la quale continua ad escludere momentaneamente la Sangiustese dai play-out vista la distanza di dodici punti che figura tra i senza testa e i calzaturieri.

Nel turno che verrà, l’Osimana sarà ospite dell’Azzurra Colli, la Sangiustese a Villa San Filippo attende il Castelfidardo. Infine, andrà in onda (continuando a parlare di potenziali spareggi al quale assisteremo a fine stagione), quello che ad oggi sarebbe l’unico play-out da disputarsi: il secondo derby calzaturiero di fila del calendario, tra Montegiorgio e Monturano Campiglione.

ECCELLENZA MARCHE

4° GIORNATA girone ritorn0 28 gtennaio 2024 ore 15

Azzurra Colli – Osimana, Civitanovese – Maceratese, K Sport Montecchio Gallo – Montefano, Montegranaro – Jesina, Montegiorgio – Monturano, Sangiustese – Castelfidardo, Tolentino – Chiesanuova, Urbania – Urbino

CLASSIFICA

Civitanovese 33; Chiesanuova 30; Montefano, Montegranaro, K Sport Montecchio Gallo  29; Urbino 28; Castelfidardo 27; Tolentino, Jesina 26; Urbania 25, Maceratese, Osimana 24; Montegiorgio 14; Monturano, Sangiustese 12; Azzurra Colli 8

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

Reti 10: Alessandroni (Osimana); reti 7: Sartori (Urbino); reti 6: Perri (Maceratese), Tonuzi (Montegranaro), Borrelli (Tolentino)

5° GIORNATA girone ritorn0 4 febbraio 2024 ore 15

Monturano – Sangiustese, Chiesanuova – Urbania, Civitanovese – Azzurra Colli, Jesina – Tolentino, Maceratese – Montegiorgio, Montefano – Castelfidardo, Osimana – K Sport Montecchio Gallo, Urbino – Montegranaro

©riproduzione riservata




Eccellenza / Chiesanuova – Civitanovese, big match per il primo posto

L’Urbino riceve la maglia nera Azzurra Colli, il Montefano la penultima in classifica Sangiustese. Al Carotti posta in palio che pesa: i leoncelli ospitano il Montecchio

VALLESINA, 20 gennaio 2024 – Campo principale Villa San Filippo dove il Chiesanuova, miglior attacco del campionato, ospiterà la Civitanovese, miglior difesa, per giorcarsi il primato dell’Eccellenza Marche. Undici di Mobili rivelazione della stagione, Civitanovese che si presenterà con diverse defezioni. All’andata, in riva all’Adriatico, vinsero i rossobòlù di casa per 1-0 grazie ad un autogol nella parte finale della gara.

La terza giornata dell’Eccellenza mette l’una di fronte all’altra squadre che incominciano a chiedere punti importanti per consolidare le proprie posizioni o per riemeggere da situazioni difficili.

E’ il caso della Jesina che ospiterà quella che in stagione è la sua bestia nera, K Sport Montecchio Gallo,  considerato che nelle tre sfide fin qui giocate, tra campionato e Coppa Italia, i pesaresi hanno sempre vinto totalizzando ben 8 gol e subendone solo 1.

Poi il Castelfidardo e l’Osimana che ospiteranno rispettivamente Tolentino e Montegiorgio: alla squadra di Giuliodori serve un successo per attaccarsi al carro play off, ai ‘senza testa’ i tre punti saranno oro colato per titrarsi fuori dalla zona play out.

Anche Montefano – Sangiustese sarà una di quelle partite da definire ‘vita mia morte tua’ nel senso che se il Montefano conquisterà l’intera posta in palio è d’obbligo afferamre che da domenica sera fino alla fine chi vuol vincere il campionato dovrà fare i conti anche con la squadra di Mariani. Mentre per la Sangiustese la vittoria darebbe fiato alle speranze play out.

Altro campo da monitorare l’Helvia Recina dove la Maceratese non potrà sbagliare nulla di fronte ad un Urbania che al momento si può considerare soddisfatta del proprio campionato e che potrà scendere in campo come la squadra che non ha nulla da perdere. Anchde il ricordo dell’andata gioca a favore dell’undici di Omiccioli che vinse con grande merito per 2-1.

Poi c’è Urbino – Azzurra Colli con la formazione di Ceccarini reduce da sette pareggi consecutivi (nelle ultime 10 gare non ha mai vinto collezionando una sconfitta, sei 0-0, due 1-1 e un 2-2: ndr)  e quella ascolana che deve solo puntare a vincere per rientrare in gioco e compiere quell’impresa che al momento sembra solo un miracolo.

A chiudere Monturano – Montegranaro: anche qui punti determinanti per i rispettivi e opposti obiettivi

 

ECCELLENZA MARCHE

3° GIORNATA girone ritorn0 21 gennaio ore 15

Monturano – Montegranaro (Gargano di Bologna), Castelfidardo – Tolentino (Cocci di Ascoli Piceno), Chiesanuova – Civitanovese (Losapio di Molfetta), Jesina – K Sport Montecchio Gallo (Latuga di Pesaro), Maceratese – Urbania (Ferroni di Fermo), Montefano – Sangiustese (El Mouhsini di Pesaro), Osimana – Montegiorgio (Ricciarini di Pesaro), Urbino – Azurra Colli (Pasqualini di Macerata)

CLASSIFICA

Chiesanuova, Civitanovese 30; Montefano 28; Urbino 27; K Sport Montecchio Gallo, Tolentino, Jesina, Montegranaro 26; Castelfidardo, Urbania 24, Maceratese 23; Osimana 21; Montegiorgio 14; Monturano 12; Sangiustese 11; Azzurra Colli 7

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

Reti 9: Alessandroni (Osimana); reti 6: Sartori (Urbino), Perri (Maceratese), Magnanelli (Montecchio Gallo); reti 5: Perpepaj (Montegranaro), Tonuzi (Montegranaro), Trudo (Jesina), Borelli (Tolentino), Defendi ( Chiesanuova), Sbarbati (Chiesanuova)

4° GIORNATA girone ritorn0 28 gennaio 2024 ore 15

Azzurra Colli – Osimana, Civitanovese – Maceratese, K Sport Montecchio Gallo – Montefano, Montegranaro – Jesina, Montegiorgio – Monturano, Sangiustese – Castelfidardo, Tolentino – Chiesanuova, Urbania – Urbino

©riproduzione riservata




Eccellenza / In testa è tutto un rebus, in coda situazione simile allo scorso campionato

Mercoledì 17 gennaio alle ore 18 il recupero del Montefeltro tra Urbino e Civitanovese (arbitro Travaini di Busto Arsizio)  

JESI, 15 gennaio 2024 – Otto squadre in quattro punti che potrebbero diventare sei se mercoledì 17 gennaio la Civitanovese dovesse andare a fare il colpaccio al Montefeltro nella gara di recupero tra Urbino e rossoblù (inizio ore 18 arbitro Travaini di Busto Arsizio). Partita non disputata il 7 gennaio scorso per la nebbia.

Comunque vada la zona nobile della classifica è attualmente rappresentata da tante squadre, ognuna con le proprie ambizioni di successo e, male che vada, di centrare un posto nella griglia dei play off. Considerate le forze in campo fin qui espresse tutte hanno le loro chance di riuscita.

Le sorprese sono tante. Ad iniziare dall’attuale capoclassifica Chiesanuova, che nessuno avrebbe dato solitaria al comando, per proseguire con il Tolentino che, fino a poco tempo fa, prima del campo della guida tecnica, stava addirittura sbracciando per tirarsi fuori dalla zona play out. Per non parlare della Jesina che alla vigilia del campionato veniva pronosticata in lotta per la salvezza. Poi ci sono Civitanovese, K Sport Montecchio Gallo, Montegranaro ed Urbino che in qualche maniera stanno confermando pronostici ed ambizioni. Per completare con il Montefano, sempre concreto, che sta dando continuità al lavoro iniziato da Nico Mariani sin dall’anno scorso.

Insomma siamo di fronte ad una situazione di forte equilibrio dove sembra non esistere una squadra che possa accelerare e prendere quel vantaggio necessario e sufficiente per involarsi con decisione verso la serie D.

Ogni domenica una storia diversa che va raccontata.

Se nel turno precedente, prima giornata di gare del girone di ritorno, ad emergere erano stati i tanti gol segnati, questa volta la giornata ha proposto solo 10 reti con tre successi esterni, tre 0-0, e due vittorie casalinghe molto pesanti soprattutto quella dell’Urbania sul Monturano che ha permesso ai durantini di staccarsi dalla zona play out.

In coda, invece, la situazione sembra molto netta e ben delineata. L’Azzurra Colli, sconfitta in casa dalla Jesina, ha forse perso il treno salvezza mentre al momento, considerata la distanza di 10 punti tra 15esima (Sangiustese) e 12esima (Osimana), si disputerebbe solo un play out (Montegiorgio contro Monturano) per determinare la terza retrocessione.

Lo scorso campionato, a parità di gare disputate, in testa alla classifica la situazione era ben più chiara e netta mentre in coda c’è molta analogia con l’attuale.

CLASSIFICA DOPO 2° GIORNATA GIRONE DI RITORNO 2022-2023

Atletico Ascoli 34; Montefano, Osimana 30; Fossombrone, Atletico Gallo 29; Valdichienti, Urbino, Azzurra Colli, Jesina 28; Sangiustese 23; Maceratese 20; Chiesanuova 19Castelfidardo 15; Fabriano Cerreto 13; Marina 6; P.S.Elpidio 3

 

ECCELLENZA MARCHE

3° GIORNATA girone ritorn0 21 gennaio ore 15

Monturano – Montegranaro, Castelfidardo – Tolentino, Chiesanuova – Civitanovese, Jesina – K Sport Montecchio Gallo, Maceratese – Urbania, Montefano – Sangiustese, Osimana – Montegiorgio, Urbino – Azurra Colli

CLASSIFICA

Chiesanuova 30; Civitanovese 29; Montefano 28; K Sport Montecchio Gallo, Tolentino, Urbino, Jesina, Montegranaro 26; Castelfidardo, Urbania 24, Maceratese 23; Osimana 21; Montegiorgio 14; Monturano 12; Sangiustese 11; Azzurra Colli 7

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

Reti 9: Alessandroni (Osimana); reti 6: Sartori (Urbino), Perri (Maceratese), Magnanelli (Montecchio Gallo); reti 5: Perpepaj (Montegranaro), Tonuzi (Montegranaro), Trudo (Jesina), Borelli (Tolentino), Defendi ( Chiesanuova), Sbarbati (Chiesanuova)

4° GIORNATA girone ritorn0 28 gennaio 2024 ore 15

Azzurra Colli – Osimana, Civitanovese – Maceratese, K Sport Montecchio Gallo – Montefano, Montegranaro – Jesina, Montegiorgio – Monturano, Sangiustese – Castelfidardo, Tolentino – Chiesanuova, Urbania – Urbino

©riproduzione riservata




Eccellenza / Ri-pronti, via! Domenica parte il girone di ritorno: il punto con mister Vagnoni

L’ex mister leoncello (serie D) ritorna al ‘Carotti’ dove le sue squadre hanno fatto sempre bene. Tutto sulle squadre del girone dopo la lunga sosta

VALLESINA, 6 gennaio 2024 –  Continua l’avvicinamento alla “riapertura” dell’Eccellenza Marche.

Nel week end il massimo campionato regionale ritornerà in gran bello stile, con alcune sfide che coinvolgono le squadre dell’ottovolante di classifica direttamente mettendole l’una con l’altra.

Su queste, saltano all’occhio sicuramente Urbino-Civitanovese e Montefano-Montegranaro. Altra sfida potenzialmente interessantissima è senz’altro il derby, Chiesanuova-Maceratese. La ‘Nova’ per dimostrare sin dallo schioccare del girone di ritorno che non arrivó lassù per caso il 17 dicembre scorso. La Maceratese per provare a rialzare subito il capo dopo la batosta in finale di coppa Italia eccellenza.

E poi ancora, Jesina-Montegiorgio. Con il tema del ritorno da avversario, per la terza volta dopo i precedenti sulle panchine di Notaresco e Castelfidardo, al Carotti di mister Roberto Vagnoni. Dopo aver allenato per nove gare la formazione leoncella in serie D nella stagione 16-17, l’ex bomber della Maceratese dei primi anni duemila ha seduto su molte altre panchine anche fuori regione prima di approdare a fine estate su quella del Montegiorgio.

Mister, ben ritrovato e benvenuto su VallesinaTV. Domenica tornerà al Carotti, campo che ha già sbancato in veste di ex nelle stagioni precedenti. Che partita sarà, per lei e per il Montegiorgio?

Si, non è la prima volta che torno e spesso mi ha portato anche abbastanza bene…Giocare a Jesi comunque è sempre bellissimo e ricordo la mia, seppur breve, esperienza da allenatore biancorosso sempre con tanto piacere. La città è una di quelle in cui si respira sempre buon profumo di calcio. La partita è senza dubbio molto complicata. Per più di un motivo. Perché la prima dopo la sosta è sempre ostica, anche se noi abbiamo lavorato molto bene e cambiato molto per provare ad invertire la tendenza. Perché la Jesina, già all’andata alla prima, mi ha fatto un’ottima impressione ed ha giocatori molto forti. Alcuni li conosco molto bene, penso a Trudo che ho allenato e saluto, a Belkaid e quindi meritano tanta attenzione. Si giocherà una partita difficile, da battaglia vera sulle seconde palle e dove dovremo fare tanto lavoro sporco in un campo non proprio dei migliori.

Quanto potrebbe essere importante far punti al Carotti, considerando che in concomitanza c’è Monturano – Azzurra Colli e la Sangiustese andrà a Tolentino, in virtù della classifica?

Ovviamente una sua importanza potrebbe averla. Ma noi per cercare di lavorare bene sulle inseguitrici le partite dovremo giocarle tutte quante considerandole importanti. Ci sarà da sbagliare il meno possibile in una gara come quella di domenica, se vogliamo iniziare a farlo sul serio già da questa trasferta.

È corretto dire che con il girone di ritorno questo campionato potrà cambiare un po’?

Più o meno sì. Anche se alcune gerarchie secondo me si sono già ben delineate. Comunque, il girone di ritorno è sempre più difficile di quello d’andata, perché per raggiungere gli obbiettivi si iniziano ad avere sempre meno cartucce a disposizione e le partite pesano. Cambia così il modo di affrontarle, le partite. Poi qualche squadra si rinforza, aggiungendo valori nuovi che possono sempre andare a toccare qualche equilibrio. Ci sarà da affrontarlo con la massima attenzione e con più continuità.

In bocca al lupo per domenica allora!

Grazie per l’attenzione, colgo l’occasione per farvi auguri di buon anno e, con questo, di buon lavoro.

ALTRO SULLA 1° DI RITORNO

Nazzarelli (Jesina) assente per squalifica, nella foto d’archivio in gol contro il Fossombrone

In Eccellenza dalla Sangiustese (attualmente in zona playout) si è trasferito al Montefano il difensore Diego Orlietti ex Jesina. Sempre la Sangiustese ha svincolato l’esterno difensivo Daniele Salvatelli ed inserito in organico Monti (portiere), Sabatini (difensore), Handzic (attaccante). L’Atletico Azzurra Colli ha annunciato l’arrivo dell’attaccante classe 2002 Aboubacar Dacosta, italiano, originario della Guinea, ex giovanili della Juve, Under 17 dell’Udinese, Primavera del Lecce, Virtus Francavilla (in C) e Sanremese (D). Nella scorsa stagione a Nereto ha segnato 8 gol nel campionato (Eccellenza Abruzzese), mentre nella prima parte di stagione di quest’anno ha segnato 2 gol nel Renato Curi Angolana (Eccellenza).

Dall’Atletico Azzurra Colli sono partiti a loro volta in due: l’attaccante Leonardo Zira (classe 200) trasferitosi al Montegiorgio. L’undici di Vagnoni ha anche tesserato il centrocampista Lombardi. Rimanendo nel massimo campionato regionale dei dilettanti il Castelfidardo si è regalato per la seconda parte della stagione il centrocampista di esperienza Eugen Sidorenco (classe 1989) che vanta ben 35 gare con la Nazionale, della Moldavia, 11 nelle qualificazioni per i Mondiali, 4 per gli Europei e 15 presenze in Europa League. Un rinforzo di lusso. La squadra di Giuliodori oltre al portiere Sarti dalla Vigor Senigallia ha inserito anche il centrocampista Evangelisti.

Sul mercato l’esterno di difesa Giorgio Valentini tesserato pochi giorni fa (l’8 di dicembre) dalla Civitanovese come pure i rossoblù hanno firmato l’attaccante Palpacelli e il difensore Bonavoglia. Squadra comunque non al completo per le sicure assenze per squalifica di Buonavoglia, Testa e Spagna. Ad Urbino, che domenica sarà a Civitanova, è arrivato il classe 2004 Elias Tagnani 11 presenze a Fossombrone (serie D). Tanti movimenti anche in casa del Tolentino: Giuggioloni (c), Sosa Ugolini (c), Cardinali (a), Garzia (a) Santoro (c), Balbo (d), Di Biagio (d). Il difensore Muzi al Monturano. A Macerata arrivati il difensore Matteo Vittorini, il centrocampista Gomis, l’attaccante Damiano. La capolista Chiesanuova ha tesserato l’attaccante Bruffa, ex Montegranaro, e il centrocampista Ciottilli, ex Tolentino cresciuto nel Matelica.

Per la partita Chiesanuova – Maceratese cambia la sede di gara. Assegnata inizialmente sul terreno di gioco di Villa San Filippo ora il campo sarà il ‘Tubaldi’ Recanati. Con Ceccarini ad Urbino l’esterno difensivo Mataloni. La Jesina prova ad inserire l’attaccante francese, 24 anni, Frank Kouentchi che comunque non potrà giocare prima di un paio di settimane. Per le gare in calendario problemi per Osimana e Jesina. I ‘senza testa’ dovranno rinunciare ad Ambanelli, Bambozzi, Buonaventura e Triana tutti ancora infortunati mentre i leoncelli saranno privi di Thiago Capomaggio, Nazzarelli, Belkaid e Giovannini tutti squalificati. In casa del Montegranaro l’annuncio di Marilungo la scorsa stagione alla Recanatese quest’anno  al Barletta in serie D.

Ha collaborato Evasio Santoni

 

ECCELLENZA MARCHE

1° GIORNATA girone ritorn0 7 gennaio 2024 ore 14,30

Castelfidardo – K Sport Montecchio Gallo (Pasqualini di Macerata), Chiesanuova – Maceratese (El Mouhsini di Pesaro), Jesina – Montegiorgio (Cocci di Ascoli Piceno), Montefano – Montegranaro (Pigliacampo di Pesaro), Monturano – Azzurra Colli (Noce di Genova), Osimana – Urbania (Latuga di Pesaro), Tolentino – Sangiustese Vp (Tasso di Macerata), Urbino – Civitanovese (Polizzotto di Palermo)

CLASSIFICA

Chiesanuova, Civitanovese 26Urbino 25; K Sport Montecchio Gallo, Montegranaro, Montefano 24; Jesina 23, Tolentino, Castelfidardo 22; Maceratese, Urbania 21; Osimana 18; Montegiorgio, Sangiustese 11; Monturano C. 9; Azzurra Colli 7

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

Reti 8: Alessandroni (Osimana); reti 6: Sartori (Urbino); reti 5: Perpepaj (Montegranaro), Tonuzi (Montegranaro), Trudo (Jesina), Magnanelli (Montecchio Gallo), Perri (Maceratese); reti 4: Bardeggia (Montegiorgio), Crescenzi (Chiesanuova), Sbarbati (Chiesanuova), Defendi (Chiesanuova), Borrelli (Tolentino), Papa (Montefano)

2° GIORNATA girone ritorn0 14 gennaio 2024 ore 14,30

Civitanovese – Osimana, K Sport Montecchio Gallo – Tolentino, Montegranaro – Castelfidardo, Montegiorgio – Montefano,  Sangiustese – Chiesanuova, Urbania – Monturano,  Azzurra Colli – Jesina, Maceratese – Urbino

 

©riproduzione riservata




Eccellenza / Un girone d’andata strano, in 5 punti 12 squadre

Dai 26 punti di Chiesanuova e Civitanovese ai 21 punti di Maceratese ed Urbania e sotto di loro è già play out

VALLESINA, 19 dicembre 2023 – Chissà che sarai… domandava esasperatamente Lucio Battisti allo scorrere dell’assolo di chitarra per lui realizzato da Phil Palmer nel lontano 1980 inserito ne “Il nastro rosa”.

Al tempo, il poliedrico artista italiano si rifaceva ad uno spezzettato di vita amorevolmente incerto ma affascinante allo stesso tempo, da inseguire, nonostante gli ostacoli sparsi lungo il possibile cammino. Nonostante un’po’ di paura sino al finale, vivendo appassionatamente al massimo fino a questo.

Volessimo noi prendere in prestito il significato intrinseco di quella splendida composizione e traslarlo modellandolo verso il nostro massimo campionato regionale di Eccellenza Marche, allora, eccolo riecheggiare, adattandolo al pallone, il quesito iniziale.

Dopo un simile girone d’andata, chissà che sarai, cara Eccellenza.

Saperlo già, toglierebbe anzitempo quell’alone di fascinazione che sta sommergendo un campionato entusiasmante e bilanciato allo stesso tempo. Pronosticarlo, al netto di quel che abbiam visto fin qui, è missione impossibile. A noi, non resta che provare ad analizzarlo, quindi.

Omiccioli (Urbania) – Ceccarini (Urbino)

Lo sa bene il Chiesanuova di capitan Mongello, che al termine della quindicesima giornata s’è guadagnato, il tanto benaugurante quanto difficile da prevedere ai nastri di partenza, titolo di ‘campione d’inverno’. La squadra di Mobili si è così seduta, giusto prima della pausa natalizia, allo stesso banco di altre quattro formazioni che hanno presenziato in cima alla classifica fino a qui. In ordine cronologico, Urbania, Urbino, Montegranaro e Civitanovese, a pari punti con quest’ultima.

Certamente, non facendolo a caso. La ‘Nova’ annovera tra le sue fila il miglior attacco del campionato grazie alle 21 reti siglate nel girone d’andata da Sbarbati & co. Dato non proprio da sottovalutare, sintomo che i biancorossi han rotto, evidentemente, con il proprio passato fatto di stenti a ridosso della zona playout arrivati a tal punto del girone.

Siam certi che nonostante questo, la Civitanovese alla ripresa non rimarrà ferma a guardare, anzi.

Defraudata, all’ultimissimo atto dell’andata, dalla testa della classifica proprio dal sodalizio di patron Bonvecchi, gli uomini di Sante Alfonsi avranno sin da subito volontà di riprendersi ciò che è stato proprio per quattro giornate: il primato, strappato all’Urbino in sede di decima e mantenuto sino all’ultima, letale, trasferta del Carotti.

E proprio parlando di Urbino la squadra di mister Ceccarini con il suo 4-3-3 assodato ha rappresentato ancor più a lungo, rispetto ai rossoblù, il vertice primario nel girone d’andata. Tramite sei giornate passate guardando tutti dall’alto verso il basso (distribuite dalla terza alla nona di campionato, con l’intervallo breve dell’Urbania vincitrice al Montefeltro al primo ottobre scorso), i ducali avevano espresso un gran bel gioco ed esaltato molti. Poi, qualcosa è andato storto. I gialloneri stanno mantenendo indubbiamente il passo play-off, ma il dato riguardante l’astinenza dai tre punti è un’po’ sconcertante: l’ultima vittoria databile al 22 ottobre arrivò sul manto di Villa Sanfilippo, contro la Sangiustese.

Nico Mariani

Stesso campo in cui è andato in scena il terzo passo falso consecutivo per un’altra delle squadre che, anche se per pochissimo, aveva toccato con mano la cima del monte: il Montegranaro di mister  Marinelli. I veregrensi, infatti, dopo una striscia di quattro vittorie consecutive che rappresentarono il primo posto in classifica alla dodicesima giornata, si dovettero poi accontentare di un raccolto nella parte a maggese nelle successive tre partite contro Montecchio, Tolentino e appunto nel derby con la Sangiustese. Tradotto in altre parole 0 punti. Insomma, quando già credevano di esserci riuscite (non ce ne vorranno dalle parti di Chiesanuova), Urbino e Montegranaro son cadute sul più bello.

A completare il ‘cast’ dei playoff in quinta posizione a 24 punti, c’è il K Sport Montecchio. L’unica formazione delle prime cinque che, al contrario delle sopracitate, in testa non è arrivata mai nonostante il miglior rendimento interno del girone. A pari punti, ma senza il segno blu accanto al nome in classifica, il Montefano di Nico Mariani. La ‘viola’ è un’altra di quelle squadre che in casa, come da tradizione, lascia poco al caso. L’imbattibilità del ‘Dell’Immacolata’ stabile sin dall’8 maggio 2022 (campionato 2021-2022, 1-2 contro la Jesina) è stata scalfita solo lo scorso 3 dicembre, 574 giorni dopo, da una Civitanovese quella volta spettacolare.

Simone Strappini

Appena al di sotto, ad una sola lunghezza di distanza, c’è la Jesina. Quella di Strappini è una squadra che ha dimostrato di avere una buona stoffa. Durante l’estate accreditata come candidata ad un campionato di basso livello, l’unità leoncella ha zittito molte delle voci sul proprio conto opache, facendo anche lei delle mura amiche un centrale punto di forza. Su 8 gare giocate al Carotti, ben cinque volte Pistola non ha dovuto guardarsi indietro per raccogliere il pallone in fondo la rete, mantenendo la porta inviolata. Guadagnando, in questi casi, sempre i tre punti. Tra l’altro in alcune gare non banali, come lo è stato il derby con una Maceratese proveniente in quel momento da dieci risultati utili consecutivi tra campionato e coppa.

Per quanto concerne proprio la Maceratese, il Tolentino e l’Osimana, ad oggi le parabole delle tre, che sulla carta erano le migliori pretendenti di questo campionato, sembrerebbero poter essere finalmente in ascesa dopo quell’inizio shock di cui abbiam parlato più volte.

Possanzini

Superato l’impasse in comune, attraversato durante il mese di ottobre, le tre formazioni hanno sicuramente ritrovato linfa vitale grazie a quando tutte e tre cambiarono, a poca distanza l’una dall’altra (in virtù di risultati ben al di sotto di qualunque aspettativa), la guida tecnica in favore rispettivamente di Dino Pagliari, Matteo Possanzini e Sauro Aliberti. Al momento, di questo trittico la più in forma è probabilmente la squadra cremisi, unica in questo campionato (con la Civitanovese, guarda caso) ad esser riuscita ad inanellare cinque vittorie consecutive.

Dalla nona alla quattordicesima, Borrelli e Frulla han fatto bottino pieno annullando il ‘gap’ creatosi ad inizio Eccellenza sotto la guida Buratti. Lo stop che non ha permesso al Tolentino di detenere in solitudine il record riguardante le vittorie consecutive è arrivato nell’ultimo turno contro il Montegiorgio (1-1 al ‘Della Vittoria’).

Frulla Mattia

Niente di nuovo, perché neanche la Civitanovese riuscì ad andar oltre la quinta sinfonia in serie poiché fermata, in casa anche lei, proprio dalla compagine fermana, seppur la classifica di quest’ultima non sia delle più limpide. A farle compagnia nella zona gialla ci sono anche la Sangiustese, il Monturano e la rinnovata e già citata in precedenza Osimana.

Se si pensa che loro possano essere una sorta di cuscinetto per la classifica, beh, nulla di più falso.

L’equilibrio nasce soprattutto dalle fondamenta e dai “colossi” che spesso e volentieri non sono riusciti nel portare a casa 3 lunghezze proprio da quelle sfide apparentemente più agevoli. Il Monturano Campiglione, mai vincente fin qui, ha stoppato sullo 0 a 0 sia Urbino che Civitanovese, rallentandone il passo facilitando l’accesso al titolo invernale del Chiesanuova; la Sangiustese ha definitivamente deposto l’ex capolista calzaturiera dalla speranza di esserla lei la regina d’inverno; a chiudere i playout c’è l’Osimana che è in finale di coppa ed ha dimostrato per vie traverse il proprio valore soffuso.

Peppino Amadio

Fanalino di coda, si presenta l’Azzurra Colli di Peppino Amadio, subentrato in corsa anche lui in sostituzione a Stallone. Guardando la rosa e il piazzamento è innegabile che il peggioramento netto di classifica rispetto all’anno scorso possa esser un’po’ figlio delle tante cessioni avvenute in estate. Anche se, ora con un Petrucci in più Amadio sa come si giocano i gironi di ritorno e alla Maceratese nella passata stagione lo dimostrò, alla grande.

Poi, in un campionato come questo appena riassunto, con tutti costantemente sul filo del rasoio, nel girone di ritorno, allora..“chissà che sarà di voi lo scopriremo solo vivendo!”

ECCELLENZA MARCHE

1° GIORNATA girone ritorn0 6 gennaio 2024 ore 14,30

Castelfidardo – K Sport Montecchio Gallo, Chiesanuova – Maceratese, Jesina – Montegiorgio, Montefano – Montegranaro, Monturano – Azzurra Colli, Osimana – Urbania, Tolentino – Sangiustese Vp, Urbino – Civitanovese

CLASSIFICA

Chiesanuova, Civitanovese 26Urbino 25; K Sport Montecchio Gallo, Montegranaro, Montefano 24; Jesina 23, Tolentino, Castelfidardo 22; Maceratese, Urbania 21; Osimana 18; Montegiorgio, Sangiustese 11; Monturano C. 8; Azzurra Colli 7

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

Reti 8: Alessandroni (Osimana); reti 6: Sartori (Urbino); reti 5: Perpepaj (Montegranaro), Tonuzi (Montegranaro), Trudo (Jesina), Magnanelli (Montecchio Gallo), Perri (Maceratese); reti 4: Bardeggia (Montegiorgio), Crescenzi (Chiesanuova), Sbarbati (Chiesanuova), Defendi (Chiesanuova), Borrelli (Tolentino), Papa (Montefano)

 

©riproduzione riservata




Eccellenza / Tutte sfide toste ma Maceratese – Osimana merita attenzione

La leader Civitanovese ospita il Monturano in difficoltà, per il Montegranaro l’esame Tolentino può valere il primato. La Jesina sale ad Urbania con i neo Chacana e Giunti pronti al debutto

JESI, 9 dicembre 2023 – Penultima del girone d’andata e scontri che valgono tanto per la classifica. Il testa coda Civitanovese – Monturano non deve far pensare ad una gara a senso unico per i rivieraschi primi in classifica.

Gli scontri diretti abbondano nel penultimo turno del girone di andata di Eccellenza. Ne può approfittare appunto la capolista Civitanovese perchè la sfida Montegranaro – Tolentino è da tripla visto l’andamento dei cremisi nelle ultime uscite. Incertezza anche in Urbino  – Chiesanuova terza e quarta forza del campionato.

Interessante il derby Maceratese – Osimana che poi è l’anteprima dcella finale di Coppa Italia d’Eccellenza Marche che si giocherà giovedì 21 dicembre.

A proposito di Macceratese è rientrato il ‘caso’ che ad inizio settimana avrebbe voluto il tecnico maceratese Pagliari esser stato sul punto di dare le dimissioni. Avevamo parlato della successione di eventi che avevano quasi portato alla frattura definitiva tra il mister (in carica dal 19 ottobre scorso) ed il sodalizio biancorosso: prima la richiesta, nemmeno troppo velata, di rinforzi dopo l’ultima di campionato, poi quella sorta di ammutinamento che aveva rappresentato l’allontanarsi in anticipo dall’allenamento in corso nella giornata di martedì.

Due situazioni probabilmente collegate tra loro. Da parte del club non c’è stato mai un comunicato ufficiale in merito.

I tifosi si sono schierati dalla parte di Pagliari con striscioni esposti in giro per la città. Tutto rientrato quindi? Solo il tempo, e forse il risultato della sfida contro l’Osimana, saprà spiegarcelo ufficialmente. La gara con l’Osimana non sarà semplice, come da tradizione, per nessuna delle due compagini.

Per il resto la Jesina sale ad Urbania con i nuovi Chacana e Giunti mentre il Montecchio Gallo cerca conferme e punti play off ospitando la Sangiustese VP.  Punti che servono anche all’Azzurra Colli seppur la pratica Montefano non sarà per nulla facile da sbrigare. Deve battere un colpo il Montegiorgio con il nuovo difensore Ferrini ed i centrocampisti Gastalso e Gori contro il Castelfidardo.

Infine è stata definita ed ufficializzata la questione post season per le seconde classificate dei gironi regionali dell’Eccellenza. 7 i posti disponibili per la serie D. La Lega Nazionale Dilettanti infatti ha stabilito i criteri per gli spareggi delle seconde classificate nei campionati di Eccellenza.

Gli accoppiamenti del primo turno (26 maggio-2 giugno):

Gruppo A: Lombardia B-Liguria; Gruppo B: Lombardia C-Piemonte VdA A; Gruppo C: Lombardia A-Trento/Bolzano; Gruppo D: Veneto A-Friuli V.G.; Gruppo E: Piemonte VdA B-Veneto B; Gruppo F: Abruzzo-Emilia Romagna A; Gruppo G: Emilia Romagna B-Toscana A; Gruppo H: Umbria-Sardegna; Gruppo I: Toscana B-Lazio A; Gruppo L: Marche-Lazio B; Gruppo M: Calabria-Puglia; Gruppo N: Campania B-Basilicata; Gruppo O: Campania A-Sicilia A; Gruppo P: Molise-Sicilia B.

Secomdo turno (9 giugno-16 giugno):

Vincente B-Vincente E, Vincente D-Vincente C, Vincente A-Vincente H, Vincente F-Vincente I, Vincente L-Vincente G, Vincente P-Vincente O, Vincente M-Vincente N.

 

ECCELLENZA MARCHE

14° GIORNATA domenica 10 dicembre 2023 oere 14,30

Civitanovese – Monturano (Tasso di Macerata), K Sport Montecchio Gallo – Sangiustese Vp (Eletto di Macerata), Urbino – Chiesanuova (Mozzillo di Reggio Emilia), Montegranaro – Tolentino (Latuga di Pesaro), Montegiorgio – Castelfidardo (Malascorta di Jesi), Urbania – Jesina (Pasqualini di Macerata), Azzurra Colli – Montefano (Ricciarini di Pesaro), Maceratese – Osimana (Aratri di Bari)

CLASSIFICA

Civitanovese 25; Montegranaro 24; Urbino  23; Chiesanuova 22; Montecchio Gallo 21; Jesina 20; Montefano, Tolentino, Urbania 18; Maceratese 17; Castelfidardo, Osimana 16; Montegiorgio 10; Sangiustese, Monturano 8; Azzurra Colli 7

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Alessandroni

Reti 8: Alessandroni (Osimana); reti 6: Sartori (Urbino); reti 5: Perpepaj (Montegranaro), Tonuzi (Montegranaro); reti 4: Bardeggia (Montegiorgio), Trudo (Jesina), Magnanelli (Montecchio Gallo)

15° GIORNATA 17 dicembre 14,30 ultima girone d’andata

Chiesanuova – K Sport Montecchio Gallo, Jesina – Civitanovese, Montefano – Urbania, Monturano – Maceratese, Osimana – Urbino, Sangiustese Vp – Montegranaro, Tolentino – Montegiorgio, Castelfidardo – Azzurra Colli

©riproduzione riservata




Eccellenza / Classifica corta, campionato incerto ma gradevole

Mercoledì 22 novembre al ‘Mancini’ recupero tra Castelfidardo e Urbino con i ducali che possono, in caso di vittoria, ritornare in testa da soli alla classifica

JESI, 20 novembre 2023 – In attesa del recupero di mercoledì prossimo 22 novembre quando al ‘Mancini’ si giocherà Castelfidardo – Urbino (arbitro Pigliacampo di Pesaro), l’ultima di campionato ha fatto registrare ancora una volta diversi pareggi per una classifica corta, ancora tutta da decifrare.

In testa hanno pareggiato sia Civitanovese che Urbino, nella medio bassa classifica ha preso tre punti importanti il Tolentino, mentre ha vinto la sua prima partita stagionale l’Azzurra Colli.

Adesso con lo 0 (zero) in casella alla voce ‘vittorie’ c’è solo il Monturano che comunque ha colto un bel punto contro l’Osimana.

mister Bolzan

Crisi profonda in casa Sangiustese Vp con mister Bolzan che alla fine è stato molto netto: “chiedo scusa alla società, all’ambiente Sangiustese e penso che lo debba fare anche tutta la squadra. Siamo in debito clamoroso con la società, bisogna solo chiedere scusa alla piazza”.  Ci sembra un vero e proprio alzare bandiera bianca tanto che nelle ultime ore si vocifera che qualcosa potrebbe succedere, leggasi esonero e avvicendamento.

Sarebbe il sesto cambio di allenatore su 16 squadre partecipanti, dopo appena 11 giornate di gare.

 

ANALISI DEL CAMPIONATO DOPO L’11° GIORNATA

Alessandro Cossu

Ad analizzare il campionato dopo il turno di domencia scorsa è Alessandro Cossu:Incominciano a delinearsi il valore delle squadre anche con qualche sorpresa. Alcune di queste, nel pre campionato, erano date come ‘ammazza campionato’. Oggi sono a rincorrere per tirarsi fuori dalle zone calde della classifica. Come sempre è stato il calcio si conferma per l’ennesima volta una scienza non perfetta”. L’equilibrio regna sovrano? “Esattamente! Si sta delinando un campionato equilibrato. Tante formazioni che erano partite con rose importantissime, e con  favori del pronostico quasi unanimi, ancora non riescono ad esprimersi al meglio. Questo è la caratteristica dell’avvio di stagione confermata anche dopo il turno di domenica scorsa”. Maceratese e Tolentino sembrano aver preso la strada giusta?Dopo tanti cambiamenti stanno cercando di trovare la quadra. Il cambio dell’allenatore è importante, stanno provando a ripartire, mi sembra che ci riescano, a breve sistemeranno anche le loro squadre”. Sangiustese Vp sorpresa in negativo? “Non era proprio preventivabile vedere i pochi punti che hanno fatto fino ad oggi. Credo che qualche domanda qualcuno se la stia facendo anche perchè, almeno all’inizio, non aveva una rosa che poteva non essere idonea per stare nelle alte zone della classifica”. Anche l’Osimana sta deludendo?Direi fino a poco tempo fa perchè mi sembra che abbia intrapreso un nuovo percorso e si rimetteranno presto in carreggiata”. Chi sta sorprendendo in positivo? “La Jesina. Partita dopo partita, non è un caso che abbia raggiunto il settimo risultato utile consecutivo (tre vittorie e quattro pareggi; ndr) sta dimostrando di essere squadra che ha del carattere. Avrà pure delle pecche a livello di esperienza  ma combatte fino all’ultimo secondo. Cosa potrà ancora fare e dove potrà arrivare lo vedremo cammin facendo ma con questa mentalità, se non molli, i risultati vengono sempre e comunque”. La matricola Montecchio Gallo come va inquadrata? “Deve ancora esprimersi al meglio e mettere in campo tutto il potenziale di cui dispone”. Il Montegranaro? “Avevo anticipato all’inizio di stagione che secondo me stava costruendo un percorso importante, lo sta dimostrando, e ci sarà fino alla fine: le condizioni per far bene ci sono tutte”. L’Azzurra Colli, finalmente, ha vinto la sua prima partita? “Non era una squadra considerata di basso livello tecnico, di scarso valore, e l’ultima posizione era, diciamo, ‘forzata’. Ricordo bene come in tanti, addirittura, la accreditavano tra le protagoniste”. A breve la riapertura del trasferimenti, prevedi tanti movimenti e novità? “Ci saranno senzaltro dei movimenti, pochi o tanti lo vedremo, ma ci sarannno e, come sempre accade, per qualcuno ci potrebbe essere quel salto di qualità che poi vuol dire, all’atto pratico, quantità e punti”.

 

ECCELLENZA MARCHE

12° GIORNATA 26 novembre 14,30

Chiesanuova – Monturano, Civitanovese – Tolentino, Montegiorgio – Montegranaro, Osimana – Jesina, Urbania -Sangiustese, Urbino – Montefano, Azzurra Colli – K Sport Montecchio Gallo, Maceratese – Castelfidardo

CLASSIFICA

Civitanovese 22; Montegranaro 21; Urbino 20; Chiesanuova 19; Jesina, Montecchio, Montefano 17; Maceratese 16; Urbania 14; Castelfidardo 13, Tolentino 12; Osimana 10; Montegiorgio 9; Sangiustese, Monturano 7; Azzurra Colli 6

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Reti 5: Sartori (Urbino), Tonuzi (Montegranaro), Alessandroni (Osimana); reti 4: Trudo (Jesina); reti 3: Nanapere (Castelfidardo), Perri (Maceratese), Nunez (Urbania), Magnanelli (Montecchio), Montesi (Urbino), Sbarbati (Chiesanuova), Becker (Civitanovese), Bardeggia (Montegiorgio), Rotondo (Monturano), Perpepaj (Montegranaro), Napapere (Castelfidardo)

PROSSIMO TURNO 3 dicembre ore 14,30

Chiesanuova – Monturano, Civitanovese – Tolentino, Montegiorgio – Montegranaro, Osimana – Jesina, Urbania -Sangiustese, Urbino – Montefano, Azzurra Colli – K Sport Montecchio Gallo, Maceratese – Castelfidardo

©riproduzione riservata




Eccellenza / Villa San Filippo il campo per tutti!

Scelto il campo della Sangiustese per Montefano – Maceratese che inzierà alle 18, dunque in notturna, dopo appunto Sangiustese Vp – Azzurra Colli che inizierà alle 14,30

VALLESINA, 18 novembre 2023 – Finalmente un campo per Montefano – Maceratese.

La partita si giocherà infatti alle ore 18 a Villa San Filippo, in notturna, nello stesso campo dove alle 14,30 si giocherà Sangiustese Vp – Azzurra Colli.

E’ questa la decisione presa dopo che la Questura di Ancona aveva annullato la precedente decisione presa dalle due società di giocare al Diana di Osimo. Ricordiamo anche che la Questura di Macerata aveva vietato la disputa della gara a Montefano per motivi di ordine pubblico.

Villa San Filippo dunque un campo per tutti! Domenica scorsa, infatti, su questo terreno di gara si era giocato Chiesanuova – Jesina (1-1) e che sullo stesso campo il Chiesanuova aveva ospitato il Montefano qualche domenica prima (2-0 il risultato finale).

©riproduzione riservata




Eccellenza / La Jesina ci prova, l’Urbino vuol far punti al ‘Carotti’

Nelle ultime due uscite in campionato a Jesi i ducali sempre sconfitti. A Castelfidardo erba artificiale inaugurata dalla capolista. Montefano – Maceratese non si sa dove si gioca. Intervista a mister Mariani

JESI, 18 novembre 2023 – Ritorna la Jesina al Carotti ospitando l’Urbino di mister Ceccarini. Nelle precedenti due uscite di campionato, nelle ultime due stagioni, i ducali hanno sempre perso al ‘Carotti’ di Jesi compreso il 3-0 a tavolino dell’aprile 2021 quando Ceccarini ed i suoi collaboratori di panchina si sbagliarono nei cambi con gli under.

Simone Strappini

La Jesina è reduce da sei risultati utili consecutivi, 3 pareggi e 3 vittorie; l’Urbino, domenica scorsa, ha perso in casa contro il Tolentino ma potenzialmente, dovendo recuperare una partita, sul nuovo terreno di gioco del Castelfidardo, in caso di successo, potrebbe balzare in testa alla classifica.

Una gara non facile con mister Strappini che non potrà disporre del difensore centrale Tiago Capomaggio, squalificato, fino ad oggi uno dei migliori come rendimento della sua squadra.

Rispetto alla trasferta di Villa San Filippo contro il Chiesanuova ci potrebbe essere Trudo sin da subito anche se sarà data la possibilità ancora a Cordella di schierarsi al centro dell’attacco visto che il giocatore di Fossombrone, nelle ultime due partite, ha realizzato due gol pesantissimi.

Stadio ‘Mancini’ Castelfidardo

CASTELFIDARDO – CIVITANOVESE

L’attuale capolista, la Civitanovese, sta valutando la possibilità o meno di poter disporre di alcune pedine non in perfetta efficienza fisica causa infortuni ben sapendo che la trasferta in casa del Castelfidardo, che per l’occasione, dopo aver giocato fin qui a Filottrano, debutterà sul suo campo. La capolista terrà a battesimo domenica il nuovo campo in erba artificiale del “Mancini”, un manto di ultima generazione per qualità dell’erba. Un progetto che si accompagna al parziale rinnovo dei locali, alla collocazione dei nuovi seggiolini in tribuna e alle fondazioni dell’impianto di illuminazione.

MACERATESE – MONTEFANO a 30 ore dal fischio d’inizio ancora non si sa dove si gioca

Il match clou della giornata, comunque, sarà Montefano – Maceratese. Un derby importantissimo per la classifica. Per i padroni di casa per rilanciarsi verso l’alto per gli ospiti per verificare ancor di più i progressi della cura Pagliari. Assenze per mister Mariani come lo squalificato Guzzini ed il difensore Valler. Per i biancorossi out Ruani incerto Sensi.

In mattinata ancora non era stata decisa la sede della gara. Nel pomeriggio del venerdì era stato annunciato che il campo designato fosse stato il Diana di Osimo ma contrariamente a quanto comunicato, e dopo gli accordi tra l’Osimana e la Maceratese con il placet della Figc Marche, la 𝗤𝘂𝗲𝘀𝘁𝘂𝗿𝗮 𝗱𝗶 𝗔𝗻𝗰𝗼𝗻𝗮 ha comunicato il divieto di svolgimento della partita in qualsiasi stadio della sua provincia. E’ la terza volta in stagione che la società del presidente Bonacci viene in qualche maniera penalizzata e non per colpa sua. Già contro il Tolentino la Questura di Macerata aveva fatto divieto di vendita di biglietti ai residenti nel Comune di Tolentino poi contro la Jesina divieto per quelli residenti nella provincia di Ancona ed ancora adesso contro la Maceratese una penalizzazione che va a svantaggio solo ed esclusivsamente delle casse della società Montefano. E’ giusto l’ordine pubblico prevalga su tutto ma un minimo di organizzazione in più non guarterebbe!

MONTEFANO – MACERATESE nostra intervista a mister Nico Mariani

Le due squadre arrivano entrambe da periodi positivi. Seppur con qualche differenza, constatabile in superficie nel solo punto di distanza che alla vigilia separa le due squadre. I ‘viola’ stanno riassettando il loro cammino in maniera simile a quanto accadde nella scorsa stagione arrivati a questo punto del campionato: Mister Nico Mariani e i suoi sono fin qui squadra meno abituata a subire gol (come hanno dimostrato soprattutto le prime sei giornate riscontrabili tutte quante alla voce ‘clean sheet’) ed in virtù di questo capaci ad oggi di aver raccolto addirittura un punto in più rispetto la scorsa stagione, che culminò poi con un finale da record significando play-off. Segnale chiaro, quindi. Anche quest’anno Montefano sinonimo di certezza in eccellenza. Chi qualche certezza sembra averla ritrovata dopo l’ennesimo inizio di stagione vacillante è invece la Maceratese. Una Maceratese in divenire dall’arrivo in panchina di Dino Pagliari, databile allo scorso 19 ottobre. Subentrato a Lattanzi, l’ermetico Dino vorrà dilungare la propria imbattibilità sulla panchina biancorossa, ne siamo certi, anche fino al mese esatto di attività tecnica alla guida della sua ‘Rata’. Che cadrà sulla sfida di domani, da lanciare ad un Montefano a +1 in classifica. Buoni presagi. Soprattutto pensando alle due vittorie consecutive in altrettanti derby (biancorossi che hanno battuto 1-0 a Tolentino i cremisi e la Sangiustese in casa all’ultima) e all’euforia scaturita dalla rimonta in semifinale di coppa mercoledì contro il Montegranaro. Buoni presagi.Che sia l’occasione per prendersi anche lo scalpo dei viola e spodestare temporaneamente proprio quest’ultimi dalla zona playoff?

Nico Mariani

Abbiamo avuto il piacere, oltre che l’onore, di sentire i presagi di mister Nico Mariani prima della partita.

Mister Nico Mariani, quello di domenica è un bel derby. Alla fine si giocherà lontano dal vostro impianto (alkeno pare al momento di scrivere; ndr). Perderete qualcosa fuori dal ‘Dell’Immacolata’?

“Dispiace non giocare a Montefano, purtroppo ci sono stati dei motivi che non hanno permesso questo che non sta a me commentare. Un pensiero va sopratutto per i nostri tifosi che sono veramente speciali e sono sicuro ci trasmetteranno l’amore per la Viola dal momento in cui si è scelto comunque di giocare in una location abbastanza vicina. Con la Maceratese è partita vera. Ovunque si giochi”.

Diciamo giusto quando parliamo del Montefano in termini di garanzia rispetto ad un campionato difficile come quello di Eccellenza?

“Montefano ha un Presidente ed una società incredibile capaci di trasmetterti tutto. Questa è la garanzia più importante; un ambiente che permette al sottoscritto di lavorare benissimo e alla squadra di esprimersi senza pressioni. Alla fine della stagione si faranno i conti ma sono convinto che con il lavoro potremmo ripeterci!”.

Ripetere quanto fatto la scorsa stagione ed agguantare per il secondo anno consecutivo i playoff potrà essere più facile qualora battiate una squadra come la Maceratese lasciandola a -4? O ne stiamo parlando troppo presto?

“È ancora troppo presto per fare calcoli, il campionato è veramente molto equilibrato, e ci vorrà diverso tempo per capire al meglio il tutto. Noi ci siamo e lotteremo per confermarci e continuare a dare il massimo per questa società, e per tutte le persone che ci seguono e ci vogliono bene”.

IL RESTO DELLA GIORNATA di campionato

Altro match interessante sarà quello di Tolentino dove la formazione di Possanzini vorrà verificare i passi avanti di Urbino e quella

Roberto Vagnoni

di Omiccioli, l’Urbania, pronta a fare punti per ritornare a quelle certezze di inizio stagione. In casa cremisi sono arrivati due nuovi giocatori: Martin Garcia, attaccante, e Nicolò Cancelli, attaccante. E continua ad allenarsi anche il portiere Bucosse. 

Posta in palio pesante quella tra Sangiustese e Azzurra Colli e Monturano – Osimana con i ‘senza testa’ che vogliono ritornare ai tre punti puntando su un Alessandroni gasatissimo dopo che in settimana è stato nominato e visto da tutta l’Italia pallonara.

A chiudere Montecchio Gallo-Montegiorgio, seconda trasferta consecutiva per la squadra di Vagnoni dopo la prima vittoria stagionale ottenuta domenica scorsa ad Ascoli, e Montegranaro-Chiesanuova con l’undici di Mobili pronto a riprendere confidenza con i tre punti dopo il  mezzo passo falso casalingo contro la Jesina.

ECCELLENZA MARCHE

11° GIORNATA 19 novembre ore 14,30

Castelfidardo – Civitanovese, Jesina – Urbino, K Sport Montecchio – Montegiorgio, Montegranaro – Chiesanuova, Montefano – Maceratese,  Monturano – Osimana, Tolentino – Urbania, Sangiustese – Azzurra Colli

CLASSIFICA

Civitanovese 21; Urbino, Chiesanuova 19; Montegranaro 18; Jesina, Montefano 16; Maceratese 15; Montecchio Gallo, Urbania 14; Castelfidardo 12; Osimana, Montegiorgio, Tolentino 9; Sangiustese 7; Monturano 6; Azzurra Colli 3

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Reti 5: Sartori (Urbino); reti 4: Trudo (Jesina), Tonuzi (Montegranaro), Alessandroni (Osimana); reti 3: Perri (Maceratese), Nunez (Urbania), Magnanelli (Montecchio), Montesi (Urbino), Sbarbati (Chiesanuova), Becker (Civitanovese), Bardeggia (Montegiorgio), Rotondo (Monturano), Perpepaj (Montegranaro)

PROSSIMO TURNO 26 novembre ore 14,30

Chiesanuova – Monturano, Civitanovese – Tolentino, Montegiorgio – Montegranaro, Osimana – Jesina, Urbania -Sangiustese, Urbino – Montefano, Azzurra Colli – K Sport Montecchio Gallo, Maceratese – Castelfidardo

©riproduzione riservata




Eccellenza / Chiesanuova – Jesina, due squadre in ottima salute

Si gioca a Villa San Filippo. Interessante il derby del Diana tra Osimana e Castelfidardo. Azzurra Colli, Montegiorgio e Monturano a caccia del primo hurrà

JESI, 11 novembre 2023 – Siamo alla decima giornata del girone d’andata ed il calendario che propone la seconda domenica di novembre è interessante in considerazione del fatto che tutte le squadre, come dimostrato fin qui, sono competitive, equilibrate e possono ottenere risultati senza tener conto, ad esempio, del fattore campo.

Su tutti spunta Chiesanuova – Jesina, alla vigilia della stagione in pochi avrebbero scommesso che i risultati fin qui ottenuti dalle formazioni di Mobili e Strasppini erano quelli poi conquistati con merito sul rettangolo verde di gioco, e il derby Osimana – Castelfidardo.

Garofoli

Per la gara di Villa San Filippo il pronostico è incerto. Il Chiesanuova viaggia a mille con cinque vittorie consecutive, miglior attacco, seconda miglior difesa e mai pareggiato; la Jesina nelle ultime cinque volte scesa in campo ha ottenuto tre vittorie e due pareggi, realizzando complessivamente su tutte e nove le gare di campionato giocate sette gol e subendone altrettanti.

Alla vigilia i due presidenti, Bonvecchi e Chiariotti, hanno proprio rimarcato il fatto che poche erano le credenziali, nei pronostici, delle loro squadre, soddisfatti tuttavia di quello fino ad oggi fatto. In casa leoncella assenze certe per Pablo Capomaggio e Giovannini squalificati.

Dovrebbero essere della partita Donkor, al suo debutto in campionato, Garofoli e Trudo. A disposizione anche Belkaid.

Curiosità – Rispetto alla scorsa stagione il Chiesanuova ha sei punti in più in classifica generale mentre la Jesina uno in meno. Anche lo scorso campionato la gara in questione si giocò in campo neutro e precisamente a San Severino il 30 ottobre 2022: vinsero i leoncelli per 3-1 con reti di Iori, Tittarelli, Grillo e Re.

Il derby del Diana, invece, è una partita importante e speciale per tutti con la posta in palio fondamentale per la classifica.

Curiosità – L’Osimana, rispetto alla scorsa stagione, ha otto punti in meno in classifica generale mentre il Castelfidardo cinque in più.

La capolista Urbino dopo lo stop forzato con la gara rinviata in casa del Castelfidardo riceverà il Tolentino mentre la Civitanovese ospiterà il Montecchio Gallo. Puntano a vincere per la prima volta Montegiorgio ed Azzurra Colli, l’una contro l’altra in casa di quest’ultima, e lo spera anche il Monturano contro il Montefano. L’Urbania di Omiccioli, che in settimana si è rinforzato con gli innesti di Salvi e Zingaretti, ospiterà il Montegranaro mentre una rilanciata Maceratese se la dovrà vedere con l’undici della Sangiustese allenato da Bolzan che fuori casa ha colto solo due pareggi.

 

ECCELLENZA MARCHE

10° GIORNATA 12 novembre ore 14,30

Chiesanuova – Jesina (Laura Mancini di Macerata), Civitanovese – K Sport Montecchio Gallo (Rosini di Livorno), Monturano – Montefano (El Mouhsini di Pesaro),  Osimana – Castelfidardo (Naselli di Catania), Urbania – Montegranaro (Tasso di Macerata), Urbino – Tolentino (Ferroni di Fermo), Azzurra Colli – Montegiorgio (Eletto di Macerata), Maceratese – Sangiustese (Cacchiarelli di San Benedetto del Tronto)

CLASSIFICA

Urbino 19; Civitanovese, Chiesanuova 18; Montegranaro, Jesina 15; Montecchio Gallo, Urbania 14;  Montefano 13; Maceratese 12;  Castelfidardo 11; Osimana 8; Sangiustese 7; Montegiorgio, Monturano, Tolentino 6; Azzurra Colli 3

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Reti 5: Sartori (Urbino); reti 4: Trudo (Jesina); reti 3: Perri (Maceratese), Nunez (Urbania), Magnanelli (Montecchio), Montesi (Urbino), Alessandroni (Osimana), Sbarbati (Chiesanuova), Tonuzi (Montegranaro), Becker (Civitanovese)

PROSSIMO TURNO 19 novembre ore 14,30

Castelfidardo – Civitanovese, Jesina – Urbino, K Sport Montecchio – Montegiorgio, Montegranaro – Chiesanuova, Montefano – Maceratese,  Monturano – Osimana, Tolentino – Urbania, Sangiustese – Azzurra Colli

©riproduzione riservata

foto in primo piano l’esultanza dei leoncelli lo scorso anno a San Severino: Chiesanuova – Jesina 1-3



Eccellenza / Seconda partita consecutiva della Jesina in casa ospite il Monturano

Ritorna il derby Montecchio – Urbania che lo scorso campionato caratterizzò la Promozione Girone A. La capolista Urbino a Castelfidardo per consolidare il primato

JESI, 3 novembre 2023 – Jesina di nuovo in campo davanti al pubblico amico. Ospiterà il Monturano, una tra le tre squadre (le altre due sono Azzurra Colli e Montegiorgio) dell’Eccellenza Marche che ancora non hanno mai vinto.

Trudo

Leoncelli sempre alle prese con le assenze – Belkaid, Nazzarelli, Garofoli, De Stefano, Donkor tanto per citarne alcuni – con Strappini alle prese con un Trudo non al meglio che potrebbe, anche lui, non essere della  partita. La società ribadisce di valutare alcune posizioni in entrata ma oramai la tiritera dura da troppo tempo per essere presa seriamente in considerazione. Tuttavia finchè la domenica pomeriggio si festeggiano i risultati positivi gli eventuali problemi vengono tutti mascherati.

In settimana, intanto, si è giocato il recupero tra Montegranaro Civitanovese finito 0-0.  

Alla 9° di campionato la capolista Urbino, miglior attacco del girone, farà visita al Castelfidardo, si gioca al San Giobbe di Filottrano, squadra quella di Giuliodori sempre difficile da affrontare, e su tutti spicca il derby Tolentino Maceratese con entrambe le formazioni che dopo il cambio della guida tecnica stanno provando a riemergere. Altro derby quello nel pesarese tra Montecchio e Urbania, gara questa che lo scorso campionato ha caratterizzato la Promozione Girone A.

Alla prova del nove la Civitanovese, reduce da due pareggi consecutivi senza gol, in casa della Sangiustese con la squadra allenata dall’ex Bolzan la quale, dopo aver vinto la prima di campionato in casa contro il Tolentino, non è più riuscita a festeggiare il successo pieno. Alla prova verità anche il Chiesanuova, terzo posto in classifica generale, che cerca il pokerissimo a Montegiorgio, con la squadra di Vagnoni che dal canto suo punta alla prima vittoria stagionale sigillo alle sempre positive prestazioni fin qui mostrate,  mentre tra Montefano e Osimana le due squadre cercheranno di superarsi per dare un segnale forte delle loro reali possibilità. Avversario ostico per i ‘senza testa’ che già hanno battuto in stagione, eliminandoli, in Coppa Italia.

Infine riuscirà l’Azzurra Colli a Montegranaro a invertire la rotta alquanto deludente di questo inizio stagione?

ECCELLENZA MARCHE

9° GIORNATA 5 novembre ore 14,30

Castelfidardo -Urbino, Jesina – Monturano, K Sport Montecchio Gallo – Urbania, Montefano – Osimana, Montegiorgio – Chiesanuova, Sangiustese – Civitanovese, Tolentino – Maceratese, Montegranaro – Azzurra Colli

CLASSIFICA

Urbino 19; Civitanovese 17; Chiesanuova 15; Urbania 14; Jesina,  Montefano, Montegranaro 12; Castelfidardo, K Sport Montecchio Gallo 11; Maceratese 9; Osimana 7; Monturano, Montegiorgio, Tolentino, Sangiustese 6; Azzurra Colli 3

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Reti 5: Sartori (Urbino); reti 4: Trudo (Jesina); reti 3: Perri (Maceratese), Nunez (Urbania), Magnanelli (Montecchio), Montesi (Urbino), Alessandroni (Osimana), Sbarbati (Chiesanuova), Tonuzi (Montegranaro)

PROSSIMO TURNO 12 novembre ore 14,30

Castelfidardo -Urbino, Jesina – Monturano, K Sport Montecchio Gallo – Urbania, Montefano – Osimana, Montegiorgio – Chiesanuova, Sangiustese – Civitanovese, Tolentino – Maceratese, Montegranaro – Azzurra Colli

©riproduzione riservata




Eccellenza / 8° giornata: Jesina – Castelfidardo, uno dei tanti derby

Anche l’Osimana ha cambiato allenatore, sei su sedici le società che hanno provato ad invertire la rotta. Sangiustese obbligata a non perdere. In Urbino – Montecchio indetta la giornata gialloblu 

VALLESINA, 28 ottobre 2023 – Alcuni turni fa, tante vittorie fuori casa. Domenica scorsa 5 pareggi su 7 gare disputate (rinviata Montegranaro – Civitanovese) con le uniche vittorie della capolista Urbino e del Chiesanuova. Ora siamo alla vigilia di una giornata di campionato con tanti derby.

JESINA – CASTELFIDARDO – Jesina e  Castelfidardo una sfida sempre avvincente. Le due squadre sono separate da un punto in classifica e la posta in palio è importante per confermare una posizione di assoluta tranquillità secondo i progetti della vigilia di stagione per entrambi i club. Una sfida tra allenatori dello stesso Paese, Filottrano: Simone Strappini e Marco Giuliodori. Due amici che si frequentano anche fuori dai campi di calcio. Le due squadre arrivano all’appuntamento dopo i due pareggi di domenica scorsa: la Jesina a Montefano il Castelfidardo in casa contro il Monturano. Leoncelli che puntano ovviamente sulla performance di Trudo (foto di copertina con il portiere David, in questo momento unico e vero uomo squadra.

MACERATESE – MONTEGRANARO Pagliari debutta all’Helvia Recina dopo che la ‘rata’ domenica scorsa ha pareggiato, sul finale, a Montecchio. In casa Maceratese si respira aria nuova e riuscire a vincere sarebbe il massimo, soprattutto per la classifica con gli ospiti che hanno tre punti in più ed una gara da recuperare.

CIVITANOVESE – MONTEGIORGIO La notizia è che la Civitanovese potrebbe disporre per la partita in questione di Spagna e Becker ma non ci sarà Visciano squalificato. Domenica scorsa i rossoblù non hanno giocato ed attendono la squadra dell’ex Roberto Vagnoni per ritornare a fare punti. Il Montegiorgio in stagione non ha ancora vinto ma ha sempre fornito prestazioni di livello giocando alla pari contro tutti.

OSIMO – SANGIUSTESE Gara a rischio per tutti. Nessuna delle due squadre si può permettere di non vincere. Finirà col classico pareggio? L’Osimana in settimana ha cambiato allenatore (al momento sono già sei su sedici gli allenatori sostituiti in Eccellenza Marche): a Senigagliesi è subentrato Sauro Aliberti secondo di mister Mobili per due stagioni e poi di Senigagliesi. «L’obiettivo è fare bene subito” le sue prime parole. Sul fronte Sangiustese una gara che non si può sbagliare in assoluto. La squadra di Bolzan è stata costruita per far bene e per navigare in posizioni di classifica non tanto distanti dalla zona play off ed invece l’attuale, in piena zona play out, fa storcere il naso a dirigenza e tifosi.

URBANIA – AZZURRA COLLI Squadra di Omiccioli che è ritornata a fare punti e domenica contro il fanalino di coda vuol ritornare pure a vincere. Intanto la società ha trovato un accordo con Youssef Nouri (2001), esterno di destra lo scorso anno con la Sanremese, serie D, subito a disposizione. L’Azzurra Colli salirà nel pesarese per trovare lo spunto giusto per rimettersi al più presto in carreggiata e tirarsi fuori dalla bassa classifica. In settimana il presidente Fioravanti è intervenuto chiedendo a tutti di non mollare puntando l’obiettivo nella permanenza in categoria affermando che la salvezza va ottenuta a qualsiasi costo e che tutti sono allineati con mister Amadio che vuole giocatori disposti a lottare e sudare.

URBINO – K SPORT MONTECCHIO Gara apertissima a qualsiasi risultato. La capolista deve confermare il suo stato di grazia (miglior attacco con 14 reti all’attivo, maggior numero di vittorie, ben 7 punti sulla prima formazione fuori dal play off). Ha tutte le carte in regolare per dare continuità a quello che fino ad oggi ha proposto essendo una formazione collaudata, concreta. Gli ospiti ancora si interrogano sul pareggio ottenuto dalla Maceratese domenica scorsa arrivato nei momenti finali. Non possono e non vogliono perdere ulteriore terreno contro l’attuale leader del campionato e giocherà le proprie carte per poter dire la sua fono in fondo. Un derby sentito ed atteso tanto che è stata proclamata la giornata giallobù.

CHESANUOVA – MONTEFANO Chiesanuova in salute reduce da tre vittorie consecutive senza subire gol. Montefano protagonista di un buon avvio di stagione con una difesa granitica tanto che ha preso il primo gol solo domenica scorsa. Si giocherà per motivi di ordine pubblico a Villa San Filippo alle 15.

MONTURANO – TOLENTINO Classica partita dove ad entrambe serve un risultato positivo per obiettivi notoriamente opposti. La matricola di casa vuol tirarsi fuori dalla zona pericolosa di bassa classifica, l’undici di Possanzini cerca la vittoria dopo il debutto con pareggio del mister domenica scorsa in casa contro l’Osimana. La classifica dei cremisi è davvero brutta, decisamente inaspettata rispetto alle attese di tutti.

 

CAMPIONATO ECCELLENZA

8° GIORNATA 29 ottobre ore 14,30

Chiesanuova – Montefano (Tasso di Macerata), Jesina – Castelfidardo (Cacchiarelli di San Benedetto del Tronto), Monturano – Tolentino (De Paolis di Cassino), Osimana – Sangiustese (Malascorta di Jesi), Urbino – K Sport Montecchio Gallo (Battistini di Lanciano), Civitanovese – Montegiorgio (El Mouhsini di Pesaro), Maceratese – Montegranaro (Ferroni di Fermo), Urbania – Azzurra Colli (Laura Mancini di Macerata)

CLASSIFICA

Urbino 18; Civitanovese 15; Urbania 13; Chiesanuova, Montefano 12; Jesina 11; Montegranaro, Castelfidardo, K Sport Montecchio Gallo 10; Maceratese 8; Osimana 6; Monturano, Montegiorgio, Tolentino, Sangiustese 5; Azzurra Colli 2

Promozione direttaplay offplay outretrocessione diretta

MARCATORI

Reti 5: Sartori (Urbino); reti 4: Trudo (Jesina); reti 3: Perri (Maceratese), Nunez (Urbania), Magnanelli (Montecchio), Montesi (Urbino), Alessandroni (Osimana)

PROSSIMO TURNO 5 novembre ore 14,30

Castelfidardo -Urbino, Jesina – Monturano, K Sport Montecchio Gallo – Urbania, Montefano – Osimana, Montegiorgio – Chiesanuova, Sangiustese – Civitanovese, Tolentino – Maceratese, Montegranaro – Azzurra Colli

©riproduzione riservata

foto primo piano dalla pagina facebook del Montefano calcio